Sei sulla pagina 1di 16

Solventi organici

Antonio Mutti
Universit degli Studi di Parma

Solventi organici:
Classe eterogenea di
composti organici in grado
di formare una unica fase
con altre sostanze
organiche senza reagire
chimicamente con esse.

Propriet comuni:
Composti chimicamente inerti;
Liquidi, ma altamente volatili;
Generalmente lipofili o
altamente lipofili.

Il triangolo delle propriet dei solventi:


- polarit
- forze di legame a idrogeno
- forze di dispersione

Schema generale del metabolismo dei tossici industriali


Intestino

Apparato
respiratorio

Cute

Bile
Fegato

Circolo
portale

Sangue
e linfa

Rene

Polmone

Vescica

Alveoli

Urina

Aria
espirata

Liquido
interstiziale
Organi e tessuti

Tessuto
adiposo

Tessuti
molli
Osso

Gli scambi tra


compartimenti
dipendono da:
gradiente di
concentrazion
composizione
dei diversi
tessuti;
coefficienti di
ripartizione
aria/sangue
sangue/tessuti

Metabolismo dei solventi organici


Fase

Fattori di regolazione

Assorbimento 1. Concentrazione ambientale


del solvente
2. Sua solubilit nel sangue
( sangue/aria)
3. Ventilazione polmonare ( VE)
4. Flusso capillare polmonare (Q )
5. Saturazione del compartimento
ematico.

Metabolismo dei solventi organici


Fase
Distribuzione

Fattori di regolazione
1. Flusso ematico ai diversi organi
2. Solubilit del solvente nei diversi tessuti
rispetto al sangue sangue/tessuti)

Biotrasformazione 1. Velocit della biotrasformazione (caratteristiche


della molecola, efficienza dei sistemi
metabolici)
2. Emivita biologica dei metaboliti
Eliminazione

3. Fenotipo metabolico individuale


1. Volatilit del solvente
2. Idrosolubilit dei metaboliti
3. Funzione renale

Metabolismo dellesano
O
O

3-esanol-G

-valerolattone

2,5-dimetil-furani

2-esanol-G

2-esanone

OH

3-esanol
OH

n-esano

2-esanolo
OH

OH

1-esanolo

OH

2,5-esandione

OH

OH

4,5-diidrossi2-esanone

O
OH

2,5-esandiolo

O
O

1-esanol-G

5-idrossi2-esanone

OH

2,5-esandiol-G

5-idrossi2-esanone-G
artefatti

G=

O
OH
HO

4,5-diidrossi2-esanone-G

COOH

misurabile in LC-MS

OH

OH

Metabolismo
dello stirene

CH

CH 2

STIRENE
CYP2E1

CH2OH

O
CH CH 3

CH 2 CH2

CH

CH2

CH S CH2CHCOOH
NHCOCH3

GSTM1
GSTP1
NAT

CH CH2

OH

OH
2-Fenil-etanolo

NHCOCH3

1-Fenil-etanolo

CH 2 S CH2CHCOOH

Stirene 7,8-ossido

CHOH

ADH
ADH
CH2 C

O
Stirene 3,4-ossido

O
H

mEH

Acidi Mercapturici

Benzaldeide
Fenilacetaldeide

CH CH2
ALDH
O

ALDH
O

OH

CH 2CNHCH2COOH
Acido Benzoico
Acido Fenilacetico

Fenilglicole

CH

CH2

OH

OH

HO
4-Vinil-fenolo

ADH
ALDH
CH

COOH

OH

CNHCH2COOH

Acido Mandelico
Acido Ippurico
Fenilglicina
Acido Fenilgliossilico

C
O

COOH

CH
NH 2

COOH

Metabolismo delletilbenzene

Tossicit dei solventi organici


La tossicit acuta dipende dalla
concentrazione raggiunta nel sistema
nervoso centrale o nel miocardio, le cui
funzioni possono essere alterate dallasfissia
o dallalterazione della fluidit di membrana e
conseguente iperpolarizzazione.
La tossicit cronica dipende dalla formazione
di intermedi reattivi nel corso
della biotrasformazione.

Detossificazione dellanione superossido


prodotto dallossidazione di solventi organici
H2O

GSSG

GSH
Perossidasi
O2
X
X

CYP
2E1

H2 O2
SOD

+
+2H
O2

GSSG
Reduttasi
GSH

2H2O+O 2

OH

2H2O2

NADP +

Catalasi

NADPH

Conseguenze dello
stress ossidativo
Bersaglio

OH

Effetto

Proteine

Alterata
funzione

DNA

Mutazioni,
Apoptosi

Lipidi

Necrosi

Meccanismi generali di tossicit


dei solventi organici
Gruppi
reattivi

OH

Bersagli

.
Lipidi,

Cl

DNA,
/

_ _ _
R C C R
R R

proteine

Meccanismi
Perossidazione
lipidi di
membrana
necrosi;
Mutazioni
apoptosi;
trasformazione
neoplastica

Organi e
tessuti

Meccanismi generali di tossicit


dei solventi organici
Gruppi
reattivi
R_C_C_C_R

Bersagli

Meccanismi

Membrane basali

Reazioni
immunitarie

Neurofilamenti

Alterazioni
strutturali

R
|

C=O
|

C
|

Guaina mielinica

C=O
|

Neurotrasmettitori

|O
R C=
H

Alterazioni
biochimiche
reversibili o
irreversibili

Organi e
tessuti