Sei sulla pagina 1di 14

Condorcet

1743-1794
I progressi dello spirito
umano
( 1794)
Decima epoca

N.B. Le epoche indagate da Condorcet sono 10

1.
2.
3.

Tre obiettivi importanti per lo sviluppo del genere umano:


La distruzione della diseguaglianza fra le nazioni
I progressi delluguaglianza in uno stesso popolo
Il perfezionamento reale delluomo

Lo scopo ultimo dellarte sociale- che ha come fine la


rimozione delle diseguaglianze economiche sociali e
culturali- consiste nelleguaglianza di fatto, che deve far
decrescere la differenza naturale delle facolt
Devono rimanere le disuguaglianze utili allinteresse di tutti
poich gli uomini devono sviluppare se stessi secondo la
propria ragione e i propri lumi
Esiste ancora un divario fra i diritti che la legge riconosce ai
cittadini e i diritti di cui godono realmente
N.B larte politica indaga i vantaggi e gli svantaggi dei
sistemi elettorali al fine di definire le varie forme di libert
civile e politica.

Tre cause di tali differenze:


1) La disparit di ricchezza
2) La disparit di stato fra chi pu
tramandare i beni ai figli e chi ha i
mezzi finch lavora
3) La disparit distruzione
Tali differenze devono diminuire
progressivamente senza mai
scomparire del tutto poich esistono
le differenze naturali

Si pu istruire unintero popolo al fine di


fargli apprendere e praticare :
Leconomia domestica
L amministrazione degli affari
il libero e corretto giudizio relativo alle
proprie azioni e a quelle degli altri
Le attivit pi proprie e le facolt
individuali
i diritti, per difenderli ed esercitarli
i doveri, per realizzarli
Lautonomia di giudizio ( allontanandosi
dalle superstizioni)

Unistruzione pi uguale garantisce una


maggiore uguaglianza nelle attivit e quindi nei
patrimoni e viceversa
Listruzione corregge lineguaglianza naturale
La realizzazione di una maggiore uguaglianza
garantisce la felicit collettiva
Listruzione deve essere garantita in ogni paese:
solo cos un numero sempre maggiore di uomini
potr contribuire al progresso scientifico e
tecnico dellumanit
Il progresso della scienza deve essere
accompagnato dal progresso della morale
pratica( ovvero lo sviluppo dei sentimenti morali
e la capacit di applicarli nella vita quotidiana)

Diventa centrale lacquisizione della


coscienza della propria dignit che
ci rende liberi, e che frutto delle
conoscenze relative alla nostra
struttura morale;
Dalla dignit discende la condivisione
dei principi della giustizia, della
benevolenza
attiva,
illuminata,
della sensibilit delicata e generosa
Da ci deriver il perfezionamento
delle leggi , delle istituzioni pubbliche
che
avviciner
gli
uomini
allinteresse comune

Anche la bont morale suscettibile


di perfezionamento e insieme alle
altre virt conduce alla verit e alla
felicit
Obiettivo irrinunciabile la sconfitta
dei
pregiudizi
che
hanno
separato i due sessi: necessario
rendere comuni anche agli uomini le
virt domestiche, fondamento di
tutte le altre, e quindi opportuno
istruire le donne perch siano delle
buoni madri di famiglia.

Nota sulla laicizzazione


delleducazione nel 1700
Centralit dellindividuo che soggetto razionale autonomo
La pedagogia e listruzione diventano il centro propulsore della
trasformazione morale, intellettuale e politica dellindividuo e della
societ nel suo insieme
Trasformazione dei metodi e degli strumenti delleducazione , quindi
trasformazione della scuola che tende a riorganizzarsi come ente
statale con finalit civili
La Francia il centro ideale di tali innovazioni ma solo parzialmente
politico:
La Chalotais(1701-1785) scrive nel 1763 Saggio di educazione
nazionale( centralit di scienze, storia e lingue moderne)
Diderot e DAlambert nellEnciclopedia ( rinnovamento dei curriculacentralit scienze e storia)
Diderot 1775-76 scrive un Piano di ununiversit per il governo di Russia ,
per Caterina di Russia
Anche Condillac nelle sue opere si occupa di educazione a partire dal
sensismo

Gli stati in cui si mettono in atto delle


riforme sono (oltre alla Francia) la Prussia e
lAustria : Federico II di Prussia elabora un
piano di istruzione pubblica dai 5 ai 15
anni ; presso luniversit di Halle apre la
cattedra di pedagogia.
In Austria Maria Teresa e Giuseppe II creano
scuole per la formazione degli insegnanti e
lo stato controlla tutto il sistema
dellistruzione
Si occupano di istruzione Herder ( Filosofia
della storia per leducazione dellumanit,
1773) , Basedow, Lessing e Kant

Illuminismo italiano
Alcuni caratteri:
a) Alleducazione viene attribuita una grande
importanza sociale e politica per il
rinnovamento dello stato
b)
Contro
leducazione
dei
collegi,
soprattutto quelli dei Gesuiti, per via di
unistruzione retorica
e soprattutto
letteraria (lingue antiche)
c) Nei progetti di riforma elaborati compare
la centralit delle scienze, della storia e
della formazione professionale)

A Napoli sono importanti Antonio Genovesi e Gaetano


Filangieri , in Lombardia Gaspare Gozzi.
Tratti comuni agli illuministi e ai loro seguaci:
La centralit delle scienze
Lantiretorica
Leducazione professionale che non esclude una
cultura generale, anche se modesta
La centralit della attivit razionale
Leducazione e listruzione per formare un cittadino
Il collegamento fra laffermazione dellistruzione e il
miglioramento della societ
Alcuni considerano anche leducazione delle donne
Si mantiene la distanza fra le classi sociali, abbreviata
dalla istruzione statale

Punti di riflessione
Dalla riflessione illuminista e dalle proposte realizzate
durante la Rivoluzione francese si possono porre le
seguenti questioni:
1) Dalla R.F. si pu sostenere che leducazione sia un
momento topico in cui si organizzano i processi di
conformazione alle norme collettive?
2) Leducazione
e
listruzione
sono
utili
alla
riproduzione sociale?
3) Se la risposta positiva sia luna che laltra
dipendono dalle ideologie dominanti, di cui
diventano portavoce?
4) Leducazione e listruzione possono essere solo
riproduttive dellordine sociale o anche critiche ed
emancipatrici?

5) Quali sono le altre agenzie


formative e come si relazionano con
la scuola?
6) I partiti di massa (alcuni dei quali si
formano nella II met dellottocento)
hanno svolto una funzione
pedagogica?
7) La scuola nei regimi totalitari del
1900 ha svolto un preciso ruolo
pedagogico?