Sei sulla pagina 1di 8

Buongiorno signor Alonso Quijano noi alunni della 2C di Vedano

Olona siamo venuti a casa sua, nella Mancha, per intervistarla.


Ha tempo per noi?
Certo, certo , ma chiamatemi Don Chisciotte, Alonso Quijano non
esiste pi.
Bene signor Don Chisciotte, vorremmo che lei, con la sua
esperienza , ci desse dei consigli riguardo ad alcune sfide che la
nostra societ deve affrontare e vorremmo mostrarle anche
alcune immagini significative.
Ditemi ,ditemi, le sfide sono il mio pane
Signor Don Chisciotte, nella nostra societ purtroppo molto
diffusa la piaga della violenza sulle donne, dei femminicidi. Lei
cosa ne pensa?
Occorrono leggi pi severe, ma occorre anche lavorare per cambiare
la mentalit, per abbattere la cultura del possesso e far trionfare
quella del rispetto


Che cosa propone contro il maltrattamento degli
animali?
Propongo pene esemplari e non voglio aggiungere altro.
Come risolverebbe il problema dellinquinamento?
Bisogna ritornare alle sane abitudini di una volta, un po di austerit
condivisa, meno sprechi e meno consumismo. Le persone inoltre
dovrebbero usare di pi le biciclette o andare a piedi ( io sono stato
fortunato a poter contare sul mio buon Ronzinante) .
Come affronterebbe invece il problema dellintolleranza verso le altre
culture?
Riguardo a questo argomento vorrei risolvere la questione personalmente,
vorrei girare in lungo e in largo per spiegare che occorre vedere il mondo da
diverse prospettive, uscire dalla gabbia della propria cultura e interagire con
quella degli altri che pu solo arricchirci, occorre diventare cittadini del
mondo.
.



Dallalto della sua esperienza, come possiamo migliorare la
nostra societ?
Bisogna partire dai giovani: occorre insegnare loro lonest, il rispetto,
la tolleranza e tutti quei valori che sono alla base della convivenza
civile e di un mondo migliore



Visto che lei ha avuto un grande amore nella sua vita, vuole
dare qualche consiglio ai giovani?
Io ho sempre creduto nellamore perch un cavaliere errante senza
amore come un albero senza foglie n frutti come corpo
senzanima . Ho amato Dulcinea, per tutto il corso della mia vita, ed
ho lottato per lei. I giovani devono capire che lamore vero non si
ferma davanti agli ostacoli o alle prime incomprensioni, devono
essere disposti al sacrificio, alla tolleranza
-
Vorrebbe dire qualcosa ancora a noi giovani?
I giovani sono il nostro futuro e possono cambiare il mondo. A voi
vorrei dire di non perdere la speranza, di affrontare i problemi che
vi circondano, di credete nei sogni e di cercare di realizzarli con
tutte le forze senza scoraggiarsi di fronte alle difficolt.





Un pensiero per concludere.
I libri mi hanno sempre accompagnato e penso che tutti
dovrebbero avere una ricca biblioteca e coltivare lamore per la
lettura perch un libro porta lontano. Inoltre vorrei dire che nella
vita bisogna accettare le sfide e occorre essere un po folli,come
lo sono stato io.

La ringraziamo per il tempo che ci ha dedicato.