Sei sulla pagina 1di 22

Copyright 1999, SAP Italia Consulting S.r.l.

- 1
SAP ITALIA CONSULTING
26 febbraio 2002
EDI
Electronic Data Interchange
Trainer: Gianluca Gabellotti
Copyright 1999, SAP Italia Consulting S.r.l. - 2
PROGRAMMA
ALE
Architettura EDI
Flusso in Uscita
Flusso in Entrata

Configurazione EDI

Connessione
Workflow per EDI


Copyright 1999, SAP Italia Consulting S.r.l. - 3
ALE
ALE Application Link Enabling
E una tecnologia allinterno di SAP che permette la comunicazione e la distribuzione dei
dati tra due o pi sistemi SAP R/3 e/o tra sistemi SAP R/3 e sistemi proprietari

Gli scenari ALE previsti riguardano la distribuzione di queste tre categorie di dati:
anagrafici (MASTER DATA), applicativi (TRANSACTIONAL DATA), e di controllo
(CONTROL DATA)

Oltre 200 scenari sono previsti - circa 200 aree applicative sono coperte dalla tecnologia ALE
per la distribuzione e comunicazione dei dati ; un subset di questi scenari supportato per
EDI

ALE ed EDI utilizzano allinterno del sistema lo stesso set di tools
Copyright 1999, SAP Italia Consulting S.r.l. - 4
ALE
Scenario ALE per la distribuzione dei dati Anagrafici
Filtra
Distribuisce
Divisione
1001
Societa US01
Headquarter
Divisione
2001
Societa EU01
Produzione
Magazzino
Spedizione
Produzione
Magazzino
Spedizione
Copyright 1999, SAP Italia Consulting S.r.l. - 5
ARCHITETTURA EDI
Scenario EDI per la comunicazione di documenti commerciali
SAP R/3 Cliente
Fornitore Banca
ODA
F
a
t
t
u
r
a

Ordine di vendita
Fattura
Pagamento
A
v
v
i
s
o

d
i

P
a
g
a
m
e
n
t
o

Ordine di pagamento
Copyright 1999, SAP Italia Consulting S.r.l. - 6
ARCHITETTURA EDI
MITTENTE
DESTINATARI
APPLICAZIONI
ME21
VA01
NT SAP
IDOC INTERFACE
S
O
T
T
O
S
I
S
T
E
M
A

E
D
I

RETE
IDOC
IDOC
Function Module
Function Module
RFC
Copyright 1999, SAP Italia Consulting S.r.l. - 7
ARCHITETTURA EDI
Esempio di Applicazioni per le quali consentita lattivazione della funzionalit EDI

SD : ORDINE DI VENDITA
PIANI DI CONSEGNA
CONSEGNA
PICKING
FATTURA

MM: ORDINE DACQUISTO
MODIFICA DORDINE
CONFERMA DORDINE
AVVISO DI SPEDIZIONE
FATTURA

FI: PAGAMENTI

Copyright 1999, SAP Italia Consulting S.r.l. - 8
ARCHITETTURA EDI
INTERFACCIA IDOC

E la struttura intermedia tra applicazione e sottosistema e converte i dati
dellapplicazione in formato IDoc e viceversa

TIPO IDOC
partner indipendente
identico per i processi di entrata e di uscita
rappresentativo dei documenti di una area
indipendente dallo standard EDI
costituito da tre tipi record :

Controllo EDI_DC tipo IDoc, messaggio, mandante e ricevente, dir. .
Dati EDI_DD key section 55 , SDATA = 1000 byte
Stato EDI_DS stati dellIDoc nei suoi vari stadi di processo


FUNCTION MODULE

Copyright 1999, SAP Italia Consulting S.r.l. - 9
ARCHITETTURA EDI
SOTTOSISTEMA EDI
Funzioni :

Mappaggio: grazie al traduttore provvisto di una mappa permette
di convertire da formato IDoc SAP a formato EDI e viceversa

Controllo sintattico dei dati trasmessi

Gestione dei profili partner con gli accordi riguardanti la
comunicazione e la conversione (parametrizzazioni)

Log

Invio alla rete: responsabile della trasmissione fisica dei messaggi EDI
interfacciandosi con la rete (VAN) in cui si trova la mailbox del mittente il
cui indirizzo collegato agli indirizzi dei destinatari con il quale vuole mettersi in
relazione

Copyright 1999, SAP Italia Consulting S.r.l. - 10
FLUSSO IN USCITA
Descriz.
Porta
Tipo Messaggio : BA00
Modo dinvio : 6
FM:IDOC_OUTPUT_ORDRSP
Messaggio:ORDRSP
IDoc:ORDERS01-02-03
Accordi
Partner
VA01
MESSAGE
CONTROL
NAST
IDOC
DETERMINAZIONE OUTPUT
ATTRAVERSO LA TECNICA
DELLE CONDIZIONI
F.Module
S
E
R
V
E
R

N
T

flat file
SOTTOSISTEMA EDI
WORKFLOW
MANAGMENT
WORKFLOW
MANAGMENT
flat file File Status

PROGRAMMA RSEOUT00
RFC
flat file
Copyright 1999, SAP Italia Consulting S.r.l. - 11
FLUSSO IN ENTRATA
S
O
T
T
O
S
I
S
T
E
M
A

E
D
I

RFC
RSEINB00 Accordi
Partner
S
E
R
V
E
R

N
T

flat file
Idoc
Gestione processi
derrore
WORKFLOW
MANAGMENT
VA01
F.Module
Descriz.
Porta
Copyright 1999, SAP Italia Consulting S.r.l. - 12
Attribuzione schema
Schema messaggi

Tabella condizioni

Sequenza di accesso
Tipi di output
DETERMINAZIONE OUTPUT
La determinazione delloutput tramite la tecnica delle condizioni segue questo procedimento:
Copyright 1999, SAP Italia Consulting S.r.l. - 13
SISTEMA LOGICO



Il sistema logico la definizione di un sistema R/3 o di un sistema esterno per la comunicazione e
la distribuzione dei dati da e verso il sistema stesso.


Ogni mandante usato per ALE e per EDI deve avere un sistema logico attribuito.


Il sistema logico diventa cos il sender per i messaggi in uscita e il receiver per i messaggi in entrata
Copyright 1999, SAP Italia Consulting S.r.l. - 14
DEFINIZIONE PORTA
Le caratteristiche tecniche della connessione tra il sistema SAP e il sottosistema EDI sono specificate nella
definizione della porta.

Sono supportati questi tipi di porta :

per RFC asincrono
per il Sistema R/2
Internet : Gli IDoc vengono inviati allindirizzo di posta elettronica specificato nel formato MIME
(Multipurpose Internet Mail Extension)

per il file lo scambio di IDoc effettuato tramite un file via RFC; sono qui definiti i parametri richiesti:

Per il file di comando:
flag avvio automatico
destinazione logica SERVER_EXEC per il controllo della RFC
directory
shell script sapenq (fornito da SAP)

Per il file di uscita, in entrata e il file di stato:
directory
nome file
function module per la creazione dinamica del nome del file
(per i files in entrata nomi e directory non sono vincolanti)



Copyright 1999, SAP Italia Consulting S.r.l. - 15
ACCORDI PARTNER
I Partner con i quali si vuole scambiare documenti commerciali in formato elettronico devono essere definiti negli
Accordi Partner in questo modo:
Classificazione e attivazione del partner
E possibile indicare il nome dellutente o gruppo
che si attiva in caso di errore
Parametri per
messaggi di controllo
Ruolo Partner
Applicazione interessata
Tipo messaggio per tabella Nast
Tipo messaggio per IDoc
Codice Operazione
Parametri
uscita
Parametri
entrata
Ruolo Partner
Tipo messaggio per IDoc
Porta
Tipo IDoc
Modalit di output
Ruolo Partner
Tipo messaggio per IDoc
Codice Procedura
Controllo sintassi
Tab EDPP1
Tab EDP12
Tab EDP13
Definizione generale
Tab EDP21
Copyright 1999, SAP Italia Consulting S.r.l. - 16
TEMPI DI USCITA
Le aree nelle quali si puo determinare il momento opportuno per lo scambio elettronico dei dati sono :
Tipo Messaggio
Accordi Partner
1 Inviare con selezione successiva
2 Inviare con input tempo
3 Richiesta esplicita (funzione applicazione)
4 Subito
1 Il singolo IDoc trasferito e il sottosistema EDI avviato
2 Il singolo IDoc trasferito e il sottosistema EDI avviato tr. sched. ex.
3 Gli IDoc raccolti e trasferiti e il sottosistema EDI avviato
4 Gli IDoc raccolti e trasferiti e il sottosistema EDI avviato tr. sched. ex.
Sottosistema EDI
Schedulazione sottosistema per elaborazione
flat file
Copyright 1999, SAP Italia Consulting S.r.l. - 17
Tipo di segmento : E1EDK01
Segmento obbligatorio
N.minimo 1
N.massimo 1
Segmento genitore
Liv.gerarchico 1
TIPO IDOC
Ogni tipo Idoc costituito da un insieme di segmenti ben definiti contenenti un insieme di campi che logicamente
stanno insieme
ORDERS01 Acquisti/vendite

E1EDK01 IDOC: testata documento dati generali
E1EDK14 IDOC: testata documento dati organizzativi
E1EDK03 IDOC: testata documento segmento data
E1EDK04 IDOC: test. doc. imposte
E1EDK05 IDOC: testata condizioni
E1EDKA1 IDOC: testata doc. inform. partner
E1EDK02 IDOC: testata documento dati di riferimento
E1EDK17 IDOC: testata documento condizioni di consegna
E1EDK18 IDOC: testata documento condizioni di pagamento
E1EDKT1 IDOC: testata doc. identif. testo
E1EDP01 IDOC: posizione documento dati gen.
E1EDS01 IDOC: segmento totali generale

Tipo di segmento : E1EDP01
Segmento obbligatorio
N.minimo 1
N.massimo 999999
Segmento genitore
Liv.gerarchico 2
Copyright 1999, SAP Italia Consulting S.r.l. - 18
CODICI DI STATO
Il record di stato dellIDoc tiene traccia di tutti gli stati in cui si pu trovare unIDoc nelle varie fasi di elaborazione
I valori di stato per gli IDoc in uscita sono compresi tra '01' e '49' e quelli per gli IDoc in entrata tra '50' e '99'

uscita entrata
30
Idoc creato
02
Errore nel trasf. alla porta
03
Idoc scritto nel file
11
Errore durante invio
18
Avvio del sottosistema
EDI ok
20
Errore nellavvio del
sottosistema
25
Continua lelaborazione
nonostante errore sintassi
50
Idoc creato
51
Doc. applic.non registrato
53
Doc. applic. registrato
60
Errore di sint. in IDoc
64
IDoc trasferito a applicaz.
70
Originale di un IDoc elab.
Copyright 1999, SAP Italia Consulting S.r.l. - 19
SAP - SOTTOSISTEMA EDI
OUTBOUND PROCESSING
INTBOUND PROCESSING
STATUS FILE FOR OUTB.P.
RFC (shell script)
RFC (EDI_STATUS_INCOMING)
RFC (EDI_DATA_INCOMING)
Cancella il file dopo averlo
processato
Riporta nel file di stato il
n. identificativo dellIDoc
Scrive i dati in entrata nel
formato IDoc in un flat file
Non accoda i dati ad un file
gi esistente ma sovrascrive
Deve informare il sottosist.
tramite RFC che il file stato
trasmesso, dov e come si
chiama (directory e file)
Definisce il modo di output
nei parametri in uscita
Il file status dopo essere stato
processato viene cancellato
Crea un flat file in formato
Idoc
Cancella il file dopo averlo
processato
Copyright 1999, SAP Italia Consulting S.r.l. - 20
WORKFLOW PER EDI
Sono elencati i passi necessari per la configurazione del Workflow per la gestione degli errori relativi ai
messaggi in entrata via EDI :
E loggetto a livello pi alto sotto il quale si collocano tutti
gli oggetti che devono essere definiti ed attribuiti

Permette di creare in sequenza le mansioni e le posizioni
occupate dagli utenti che devono gestire gli errori

Creare Unit Organizzativa
Creare un Piano di Occupazione
Allocare alla posizione un titolare

Viene scelto lidentificativo utente della persona o delle
persone che sono responsabili per quella posizione

Assegnare alla posizione
delle attivit (tasks)

Attivare evento trigger
Controllare parametri di base
del Workflow

Configurare i parametri del profilo
partner
Per la gestione degli errori EDI in entrata ad esempio:
TS00008000 DELINS_Error DELINS Errore entrata
TS00008068 ErrorProcInb ALE/EDI: Gestione degli errori (entrata)
TS00008074 SynErrorInb ALE/EDI: Errore sintassi (entrata)
E levento che controlla gli errori di caricamento degli IDOC
nellapplicazione
La parametrizzazione di base deve essere completa
E necessario indicare lidentificativo dellutente o gruppo
gestore degli errori
Copyright 1999, SAP Italia Consulting S.r.l. - 21
PRINCIPALI TRANSAZIONI
Lista delle transazioni pi frequentemente usate per EDI

SALE ALE Customizing
BALE Amministrazione della distribuzione
WEDI IDoc e base EDI
BD87 Elaborazione documenti intermedi in Entrata
BD88 Elaborazione documenti intermedi in Uscita
WE02 Vis. IDoc
WE05 Liste IDoc
WE20 Gestione profili partner
WE21 Definizione porta


Copyright 1999, SAP Italia Consulting S.r.l. - 22
DOMANDE