Sei sulla pagina 1di 11

APS Classificazione:

Criteri clinici:

International Consensus Statement Sapporo


Wilson WE et al, Arthritis Rheum 1999

trombosi - una o pi, arteriosa o venosa, anche piccoli vasi; confermata ( imaging, doppler, istologia ); no vasculite patologia gravidica - una o pi morti fetali, parti prematuri, 3 o pi aborti spontanei consecutivi

APS Classificazione: Criteri preliminari 1999


Criteri di laboratorio:
Anticorpi anticardiolipina IgG/IgM,
titolo medio alto, in due test ad almeno 6 settimane, ELISA aCL b2GPI dipendente
New

Anti- b2GPI

Lupus anticoagulant in due test ad almeno 6


settimane, aPTT, KCT, dRVVT, dPT

APS Classificazione:

APS primaria (53%)


APS secondaria (47%)
Sclerosi Sistemica, Vasculiti ecc.)

Malattie autoimmuni (LES, AR, S. di Sjogren,

Manifestazioni cliniche
Trombosi arti inferiori: TVP (in 1/3 dei casi TEP) SNC: Stroke, TIA, emicrania, dist. neurocognitivi,
epilessia, mielite trasversa, MS-like

Cuore: vegetazioni mitro-aortiche, IMA Rene: microangiop. trombotica Ipert. art., ematuria, IRC

Cute: Livedo reticularis, ulcere, necrosi


Ematologiche: piastrinopenia, anemia emolitica autoimmune

PERCENTAGE OF THE INITIAL CLINICAL FEATURES REPORTED IN THE COHORT OF 1,000 APS PATIENTS ENROLLED BY THE EUROPEAN APL FORUM Cervera R et al. Arthritis Rheum 2002

Manifestations
Deep vein thrombosis Thrombocytopenia Livedo reticularis Stroke Superficial thrombophlebitis Pulmonary embolism Fetal loss

%
32 22 20 13 9 9 8

Transient ischemic attack


Hemolytic anemia Skin ulcers

7
7 4

APS - PATOGENESI
Anti-fosfolipidi trombosi e aborti

Molti antigeni riconosciuti dagli aPL sono coinvolti nella trombosi e nellemostasi. I livelli degli anticorpi correlano con il rischio di manifestazioni cliniche. Limmunizzazione passiva di animali da laboratorio con immunoglobuline umane provenienti da pazienti con APS induce la comparsa di trombosi e abortivit.
Harris EN et al. Arch Intern Med 1986 Blank M et al. Prod Natl Acad Sci USA 1991 Pierangeli SS et al. Thromb Haemost 1995

anticorpi antifosfolipidi: aPL


Antigeni: Pl (a carica negativa)
Pl binding proteins
Cl, Ps, Pc, Pi, Ap, Pe, LBPA
b2-GPI, annessina V, protrombina

Cofattori Proteici e Sindrome da Anticorpi

Antifosfolipidi
b2-GPI protrombina annessina V proteina C, proteina C attivata proteina S fattore V fattore X trombomodulina chininogeni ad alto o basso peso molecolare

Nel 1990 tre laboratori dimostrarono che il legame tra aCL e lantigene richiede la presenza di un cofattore proteico identificato nella b2glicoproteina I (b2-GPI)

Mc Neil HD et al. Proc Natl Acad Sci USA 1990 Galli M et al. Lancet 1990 Matsuura H et al. Lancet 1990

La b2GPI rappresenta il cofattore per il legame degli aPL con lendotelio (EC). b2GPI sulle membrane delle EC adsorbita/traslocata; aPL legano EC via b2GPI e le attivano; EC attivate esprimono fenotipo proadesivo e pro-infiammatorio (VCAM-1)

EC procoagulante ( VLA-4 monociti

TF)

Ruolo patogenetico degli antifosfolipidi


Two-hit Hypothesis:
1. gli anticorpi APL rappresentano un primo fattore
di rischio trombotico 2. deve essere presente un ulteriore fattore di rischio - congenito (fattore V Leiden, etc) - acquisito (terapie, immobilizz., etc)