Sei sulla pagina 1di 18

Lambdin 42

Pual

Ad ogni verbo Piel corrisponde una


controparte passiva, conosciuta come Pual.
Pual caratterizzato, come il Piel, da un
raddoppiamento della seconda consonante
radicale.
Il modello delle vocali pi o meno costante
dal principio alla fine, con u nella prima sillaba
tematica e a (quando non ridotta) nella
seconda.

PIEL

egli magnific
egli cerc
egli lod

PUAL

guddal

egli fu magnificato

buqqas

egli fu cercato

hullal

egli fu lodato

Le forme Pual non sono molto frequenti.


Ricorrono pi spesso al participio, che
funziona come un passivo di quello del Piel:
Ptc Piel

Ptc Pual

essendo (essendo stato)


benedetto

essendo (essendo stato)


cercato

Pual verbo regolare: Pf


3m
3f
2m
2f

egli fu allevato/magnificato







Pual verbo regolare: Impf e Ptc.







plurale

egli sar allevato

singolare

3m

3f
2m
2f

Ptc.
m
f

Pual II-Gutt.: Pf
(allungamento compensatorio di u in o)
3m

3f
2m
2f


egli fu benedetto



Pual II-Gutt. : Impf e Ptc.


(allungamento compensatorio di u in o)
3m

3f
2m
2f

Ptc.
m
f


singolare

plurale

Pual III-Aleph: Pf
(allungamento della vocale finale in )
3m

3f
2m
2f

fu riempito/pieno

Pual III-Aleph: Impf e Ptc.


(allungamento della vocale finale)
3m

3f
2m
2f

Ptc.
m
f






singolare

plurale

Pual III-He: Pf

fu oppresso

3m

3f
2m
2f

Pual III-He: Impf e Ptc.



plurale






singolare

3m

3f
2m
2f

Ptc.
m
f

Osservazioni
sporadicamente si trova o al posto di u nella
prima sillaba tematica; es. kossu (essi
furono coperti).
Il passivo espresso dal Pual non ha il
complemento dagente:

La questione gli fu riferita.

Poich ci corrisponde semanticamente ad un


verbo attivo con un soggetto indefinito
(qualcuno, si, essi), il verbo pu essere
seguito (in modo sgrammaticato) da un
oggetto con :


Gli si rifer la questione./Qualcuno gli rifer la
questione.

E peculiare ai verbi passivi una costruzione in


cui una preposizione omessa davanti ad un
sostantivo di specificazione:


Le montagne furono coperte con un ombra.

Proclisi
Alcuni tipi di parole stanno in una relazione
sintatticamente congiuntiva. Qualunque parola che
si trovi in questo stato pu essere resa proclitica
rispetto a quella che segue. La proclisi segnalata
dal maqqep e ricorre pi o meno di regola per le
preposizioni monosillabiche e le particelle , ,
, , , , e ( negativo).

Esempi di altri tipi di parole in proclisi sono:

egli non partir

che egli stava mettendo

che egli diede a me

noi troveremo favore


compraci

che risiedano

I soli cambiamenti vocalici importanti davanti


al maqqep sono e e e o o nella sillaba
finale di molte parole:

- egli mi dar
- osserva