Sei sulla pagina 1di 11

NB: il secondo esame parziale sar il 17 Dicembre Lezioni 11-29 di Lambdin

Lambdin 14

Verbi vuoti o verbi 2 waw/yod


Per quanto riguarda la flessione verbale i verbi come e hanno essenzialmente radici composte di due consonanti, ma per il fatto sono riscontrabili altre forme associate ad essi che hanno Waw o Yod nel mezzo, nelle grammatiche tradizionali queste radici sono classificate come 2 Waw o 2 Yod, oppure vengono chiamati verbi vuoti. Nel dizionario tipico dellebraico biblico e sono elencati sotto le radici e rispettivamente.

La distinzione tra radici 2 Waw o 2 Yod apparir evidente solo pi avanti; nelle forme Qal Perfetto non c alcuna distinzione tra le due radici, per cui verbo costituisce per ora modello dellintera classe. Osservazioni sul paradigma: - La vocale tematica breve (a) in tutte le persone tranne la 3 (la sillaba tematica, infatti, chiusa). - Nelle forme della 3a fem. sing. e della 3a plurale laccento rimane sul tema.

Il perfetto dei verbi vuoti: 2 waw/yod (~wq)


singolare 3m plurale

~q'
hm'q' T'm.q; T.m.q; yTim.q;

egli si alz

Wmq'
alzarono

essi si

3f

ella si alz

Wmq'
alzarono

esse si

2m

tu ti alzasti tu ti alzasti io mi alzai

2f

~T,m.q; !T,m.q; Wnm.q;

voi vi alzaste voi vi alzaste noi ci alzammo

Il perfetto dei verbi vuoti: 2 waw/yod (awB)


(la vocale tematica rimane lunga , perch a non chiude la sillaba; non presente dage lene nei suffissi, perch sono preceduti da una vocale) singolare 3m plurale

egli venne


vennero

essi

3f

venne

ella


vennero

esse
voi veniste

2m

venisti

tu

2f

tu venisti

voi veniste

Attenzione WnB'
in noi (prep. B. con suff. 1pl; 38)

WnB' loro hanno costruito (vb. hnb Qal Pf 3pl;


57)

noi siamo venuti (vb. awb Qal Pf 1pl;

64)

Il participio attivo dei verbi vuoti


singolare plurale

maschile


( hm'q')

femminile

Preposizioni e con suffissi pronominali


- Nella maggioranza dei casi (tranne la 2 e 3 pers. pl.) appare una mem tra la preposizione e il suffisso (che un residuo del raddoppiamento !min.mi della forma originale scomparsa) - Solo il contesto determina il significato della forma (cfr. Gn 2,17: da lui; Gn 3,22 da noi)


- Nella poesia questa preposizione appare come una parola separata AmK. ; essa sta alla base della maggior parte delle forme con suffissi.

( kol) forma separata ( kol-) forma legata


In generale esprime il concetto della totalit Seguito da un nome determinato tutto, tutti, ecc.

(la totalit del giorno tutto il giorno) (la totalit dei giorni tutti i giorni) (la totalit della citt tutta la citt)

(la totalit delle citt tutte le citt)

Seguito da un nome indeterminato ogni

( la totalit di qualsiasi giorno ogni giorno) ( la totalit di qualsiasi citt ogni citt)
Lespressione usata come un relativo composto tutto ci che (o tutto quel che). Quando svolge la funzione delloggetto di un verbo preceduto da et-:

1,31 )

daom. bAj-hNEhiw> hf'[' rv<a]-lK'-ta, ~yhil{a/ ha'r" (Gn 1,31)