Sei sulla pagina 1di 9

Tomasone Doris-Di Benedetto Letizia

L'APPARATO DIGERENTE
Il tuo corpo, per crescere e svolgere ogni giorno mille attivit, ha bisogno di energia, che ti viene data dai cibi che mangi. Ma il corpo non pu utilizzare gli alimenti cos come si presentano: deve spezzettarli e trasformarli in molecole semplici. Questo il compito dellapparato digerente.

Apparato digerente
Lapparato digerente formato da tante parti e ha il compito di introdurre il cibo nel corpo e di sminuzzarlo sempre di pi, trasformandolo in molecole semplici, i nutrienti: questo processo detto digestione. Lapparato digerente si occupa anche dellassorbimento, cio del trasferimento dei nutrienti al sangue, che trasporter le preziose sostanze a ogni cellula del corpo

Apparato digerente
Sar quindi ciascuna cellula a compiere i processi chimici con cui ottiene energia dai nutrienti. Infine, lapparato digerente elimina gli alimenti che non riesce a digerire sotto forma di feci. Lapparato digerente formato da due tipi di organi: gli organi attraverso i quali passa il cibo (la bocca, lesofago, lintestino tenue e lintestino crasso), e gli organi che producono le sostanze che partecipano alla digestione, ma attraverso i quali non passa il cibo (cio le due ghiandole fegato e pancreas).

Apparato digerente
GLI ORGANI DELLAPPARATO DIGERENTE Gli organi che intervengono nel processo della digestione degli alimenti sono: la bocca,lesofago, lo stomaco, lintestino, il fegato e il pancreas

La bocca
La bocca rappresenta la parte iniziale dellapparato digerente e lo mette in comunicazione con il mondo esterno. Al suo interno si trovano i denti e la lingua. I denti sminuzzano,lacerano e triturano i cibi. La lingua un organo costituito da un muscolo che, con i suo i movimenti, aiuta ad amalgamare il cibo sminuzzato dai denti con la saliva. La saliva prodotta da organi situati vicino alla lingua, le ghiandole salivari. Sulla superficie della lingua si trovano le papille gustative che ci permettono di sentire il gusto di ci che mangiamo. In fondo alla bocca c la faringe. Essa dotata di due aperture: attraverso una di esse passa laria che respiriamo, diretta verso lapparato respiratorio; attraverso laltra, passa il cibo. Quando deglutisci, il buco per laria viene chiuso da una specie di linguetta,lepiglottide, che cos obbliga il cibo a imboccare la via giusta

Lesofago
Lesofago un lungo tubo che percorre il torace e collega la faringe con lo stomaco. Lungo le pareti ci sono muscoli che si contraggono e spingono il cibo verso lo stomaco.

Lo stomaco
Lo stomaco ha la forma di un sacco e pu allargarsi e stringersi. Si trova nelladdome,nella parte alta verso sinistra, alloggiato in una cavit chiamata cavit addominale. In alto collegato con lesofago, in basso si unisce allintestino tenue.

stomaco
il primo organo cavo del sistema digerente individuabile in cavit addominale, ha una temperatura di 37 gradi centigradi e un pH di 3,5. L'epitelio dello stomaco secerne principalmente enzimi proteolitici come pepsina e chimosina, H2O e HCl (acido cloridrico, il quale ha la funzione di attivare l'enzima (inattivo) pepsinogeno in pepsina (attivo), che idrolizza le proteine in amminoacidi). L'esofago, dopo aver attraversato l'adito esofageo (lat: aditus esofageum), si fonde con lo stomaco a livello della valvola (incontinente) del cardias.

Nello stomaco avviene l'attacco principale alle sostanze del cibo e la loro lisi (soprattutto per quanto riguarda le proteine), ad opera di enzimi litici, tra i quali la pepsina, che serve per rendere le proteine sostanze pi semplici, e l'acido cloridrico, che rende acido il contenuto dello stomaco; queste sostanze, insieme all'acqua, costituiscono i succhi gastrici. Le pareti dello stomaco sono inoltre ricoperte da uno strato di muco, prodotto dalle cellule mucipare delle fossette gastriche,che ha il compito di proteggere la parete gastrica dall'azione corrosiva dell'acido cloridrico. Grazie ai movimenti peristaltici il bolo, trasformato in chimo, si muove verso il piloro che lo porter all'intestino tenue