Sei sulla pagina 1di 11

Dottorato in Ecologia Forestale

Università degli Studi di Padova

Supervisore: Tommaso Anfodillo


Dottorando: Claudio Fior

Modifiche strutturali e allocazione della


biomassa in Pino cembro
(Pinus cembra L.)
Scopo dell’esperimento

Sono stati fatti dei rilievi allometrici su giovani


alberi per verificare le implicazione della teoria
della “sink limitation”, proposta per spiegare a
livello globale la formazione del limite superiore
del bosco.
Se il limite superiore del bosco è causato da una
scarsa attività metabolica delle parti soggette ad
una minor temperatura, ed un minor
irraggiamento solare, questa limitazione in
termini di biomassa prodotta dovrebbe
interessare maggiormente le parti legnose delle
piante della chioma alterandone i rapporti
allometrici.
Descrizione dell’esperimento
Si sono raccolti delle giovani piante di pino cembro a diverse
quote durante il periodo vegetativo. Dopo aver raccolto alcuni
parametri morfologici le piante in esame sono state separate
nei principali comparti in cui allocano i fotosintetati: foglie,
fusto, radici e rami.
Queste frazioni sono state seccate in stufa a 80°C per almeno
due giorni ed infine sono state pesate.
Si è cercato di quantificare la massa radicale persa nelle
operazioni di scavo.
Localizzazione
Si è scelto il versante che da Cortina sale alla Croda dall’ago
passando dai 1.500 m di quota fino ai 2.300 m. I rilievi hanno
perciò interessato piante nate in bosco compatto (1.500 m), presso
il limite del bosco (2.000 m) ed al di sopra dello stesso (2200 m).
È stato possibile confrontare i dati con analoghi ottenuti l’anno
scorso sul larice.
Relazione età e diametro
Nel larice la relazione tra età e diametro, la più importante delle
variabili allometriche, pare significativa, non altrettanto dicasi
per il cembro.
R e la z io n e t r a d ia m e t r o e d e t à n e lle d u e s p e c ie
L a r ic e P in o c e m b r o
y = 1 0 ^0 .5 6 * x ^0 .6 3 R 2 = 0 .4 6 y = 1 0 ^1 .2 1 * x ^0 .1 6 R 2 = 0 .0 8
70 70

60 60

50 50
Diametro (mm)

40 40

30 30

20 20

10 10

0 0
0 10 20 30 40 50 60 70 10 20 30 40 50 60 70

E tà (a )
Competizione nelle due specie
La diversa influenza dell’età sulle principali variabili allometriche
probabilmente dipende dalla maggior competizione cui il cembro
è sottoposto.
D is ta n z a d a lla p ia n ta n e l la r ic e e n e l p in o c e m b r o
13
M e d ia M e d ia ± 0 . 9 5 * E S

12
Distanza pianta più vicina (m)

11

10

6
L a ric e 2 0 0 2 C e m b ro 2 0 0 3

C am pagna
Diversa allocazione di risorse
Nelle due specie vi è una diversa allocazione delle risorse, il
cembro investe una maggiormente in chioma rispetto alle pari
legnose.
P e r c e n t u a le d i c h io m a in la r ic e e c e m b r o
45%

40% L a ric e
C e m b ro
35%

30%
Chioma (%)

25%

20%

15%

10%

5%

0%
0 10 20 30 40 50 60 70
D ia m e tr o ( m m )
Percentuale di chioma
In entrambe le specie si osserva un incremento di massa investita
in chioma alle quote più elevate, come pure nel pascolo.
P e rc e n t u a li d i c h io m a a lle d ive rs e q u o t e
M e d ia M e d i a ± 0 . 9 5 I n t e r v . C o n fi d e n z a
L a ric e C e m b ro
24% 38%
36%
22%
34%

20% 32%
30%
18%
28%
Chioma (%)

16% 26%
24%
14% 22%
20%
12%
18%
10% 16%
14%
8%
12%
6% 10%
1500 2000 2200 P a s c o lo 1500 2000 2300

S t a z io n e (m )
Percentuale di fusto
La frazione di parte legnosa che maggiormente viene ridotta in
seguito all’aumento di quota è quella in fusto.
P e r c e n t u a l e d i fu s t o a l l e d i v e r s e q u o t e
M e d ia M e d i a ± 0 . 9 5 In t e r v . C o n fi d e n z a
L a ric e C e m b ro
32% 46%
44%
30% 42%
40%
28% 38%
36%
26% 34%
Fusto (%)

32%
24% 30%
28%
22% 26%
24%
20% 22%
20%
18% 18%
1500 2000 2200 P a s c o lo 1500 2000 2300

S t a z io n e (m )
Percentuale di radici
La frazione di parte legnosa che meno subisce delle variazioni è
quella radicale, forse la puntuale distribuzione delle risorse in alta
quota richiede un elevato e costante impegno metabolico per
raggiungerle.
L u n g h e z z a d e lla ra d ic e p iù lu n g a
M e d ia M e d ia ± 0 . 9 5 In t e r v . C o n fid e n z a
L a ric e C e m b ro
52 60
50
55
48
46 50
44
Lunghezza radice (cm)

45
42
40 40
38
36 35

34
30
32
30 25

28
20
26
24 15
1500 2000 2200 P a s c o lo 1500 2000 2300

S t a z io n e (m )
Conclusioni
I dati ottenuti nel caso del cembro sono comparabili con i
precedenti del larice e concordano con l’ipotesi della sink
limitation che prevede un aumento della biomassa invertita in
chioma alle quote più elevate.

Interessi correlati