Sei sulla pagina 1di 12

La Prima Guerra Mondiale

 
La Prima Guerra Mondiale D A I RA N C O RI D I FI N
 
   

D A I

RA N C O RI

D I

FI N E

O TT O C E N T O

A L TR A TT A T O

D I

V ER S A IL L E S

 

28 Luglio 1914

28 Luglio 1914  L’arciduca Francesco Ferdinando, erede al trono austriaco, viene assassinato a Sarajevo da
 
  • L’arciduca Francesco Ferdinando, erede al trono

austriaco, viene assassinato a Sarajevo da un

indipendentista serbo;

  • L’Austria manda un ultimatum alla Serbia che,

rifiutando di scendere a patti, dichiara guerra

all’Austria;

  • Questa lotta fra Austria e Serbia fa scattare i meccanismi di difesa delle due alleanze europee;

 

Triplice Alleanza e Triplice Intesa

 
Triplice Alleanza e Triplice Intesa Le grandi potenze europee erano divise in due fazioni: Triplice Alleanza
 

Le grandi potenze europee erano divise in due fazioni:

Triplice Alleanza • Germania • Austria • Italia
Triplice
Alleanza
• Germania
• Austria
• Italia
Triplice Intesa • Francia • Inghilterra • Russia
Triplice
Intesa
• Francia
• Inghilterra
• Russia
 

L’Italia nella Triplice Alleanza

L’Italia nella Triplice Alleanza  Il patto militare della Triplice Alleanza fu firmato nel 1882 tra
 
  • Il patto militare della Triplice Alleanza fu firmato nel

1882 tra Austria, Germania (che già formavano la

Duplice Alleanza) e Italia;

  • Il patto aveva carattere puramente difensivo, cioè le potenze firmatarie si impegnavano a difendersi a vicenda solo in caso di attacco;

  • Con la sua entrata nel patto l’Italia pose alcune

condizioni tra cui il non attaccare direttamente

l’Inghilterra.

 
 

Cause remote

Cause remote L’attentato di Sarajevo fu preso solo come pretesto: esistevano infatti vecchi rancori tra le
 

L’attentato di Sarajevo fu preso solo come pretesto:

esistevano infatti vecchi rancori tra le potenze europee.

Rivalità tra Germania

e Inghilterra

• Per l’accaparramento dei mercati e delle materie prime

Rivalità tra Francia e

• I francesi volevano riprendersi l’Alsazia e la Lorena che i

Germania

tedeschi avevano conquistato nel 1871

Rivalità fra Austria e Russia

Per il controllo dei Balcani e dello stretto dei Dardanelli perché la Russia voleva uno sbocco sul Mediterraneo

Rivalità fra Italia e

• L’Italia voleva riconquistare il Trentino e il Friuli presi

Austria

dall’Austria

Esaltazione dei nazionalismi

Ogni nazione esaltava la guerra e la violenza per nascondere gli interessi capitalistici e imperialistici

 
Le dichiarazioni di guerra TRIPLICE Serbia TRIPLICE INTESA ALLEANZA Austria Russia Germania Francia Italia Inghilterra (neutrale)
Le dichiarazioni di guerra
TRIPLICE
Serbia
TRIPLICE
INTESA
ALLEANZA
Austria
Russia
Germania
Francia
Italia
Inghilterra
(neutrale)
L’Italia divisa tra interventisti e neutralisti La situazione italiana era abbastanza complicata, da una parte la
L’Italia divisa tra interventisti e neutralisti
La situazione italiana era abbastanza complicata, da
una parte la presenza del patto della Triplice Alleanza,
dall’altro una situazione economica non adatta alla
guerra. L’Italia era dunque divisa in:
INTERVENTISTI
I maggiori esponenti di questa
NEUTRALISTI
I maggiori esponenti di questa
fazione furono Giolitti, i
fazione furono il ministro
socialisti e i cattolici. Essi
Salandra, Gabriele D’Annunzio,
i mazziniani, Mussolini e
Cesare Battisti. Volevano
intervenire per riprendersi il
Trentino e il Friuli e prendersi
ritenevano impossibile una
eventuale partecipazione
dell’Italia in quanto la
situazione economica non
avrebbe permesso un
una rivincita contro l’Austria.
sufficiente armamento.

L’entrata in guerra dell’Italia

L’entrata in guerra dell’Italia  Il 26 Aprile 1915 il governo Salandra stipula un patto segreto
 
  • Il 26 Aprile 1915 il governo Salandra stipula un patto

segreto con la Triplice Intesa, il patto di Londra, con

cui l’Italia si impegnava ad entrare in guerra in cambio del Trentino, del Friuli, dell’Istria e della

Dalmazia settentrionale tranne la città di Fiume;

  • Il 24 maggio 1915 l'Italia dichiarò guerra all'Austria entrando così nella Prima Guerra Mondiale;

 

Da “guerra lampo” a “guerra di trincea”

Da “guerra lampo” a “guerra di trincea”  La Germania attacca la Francia passando, e invadendo,
 
  • La Germania attacca la Francia passando, e invadendo, il

Lussemburgo, pensando di arrivare presto a Parigi e

sconfiggere la Francia, ma questo non si rivelò facile, tanto che si preparò una guerra di trincea lunga e con moltissime vittime.

  • Le trincee erano lunghi solchi scavati di fronte ai contingenti avversari da cui i soldati uscivano per assaltare i nemici. Le guerre di trincea sono le più dolorose e tragiche per il numero di soldati uccisi.

 

Le armi della Prima Guerra Mondiale

Le armi della Prima Guerra Mondiale  Nella Prima Guerra Mondiale furono usate le armi progettate
  • Nella Prima Guerra Mondiale furono usate le armi

progettate nell'800: troviamo i fucili a canna rigata e a

retrocarica, nel 1916 fanno la loro prima comparsa i carri armati, i sottomarini e i primissimi aerei da guerra e addirittura vennero usate armi biologiche.

  • La Prima Guerra Mondiale fu combattuta in tutti i

territori militari possibili, dalle coste inglesi a quelle

tedesche, dai territori francesi a quelli serbi, passando per i cieli di tutta Europa

 

Il 1917

Il 1917  Nel 1917 la Russia si ritira per via della Rivoluzione, firmando la pace
 
  • Nel 1917 la Russia si ritira per via della Rivoluzione, firmando la

pace con la Germania.

  • L’Italia viene sconfitta a Caporetto: fu una delle sconfitte più

brucianti della storia italiana. Un contingente austriaco, aiutato

da uno tedesco sfondano le linee italiane e si riversano nel Friuli.

Gli italiani disperano e pensano ad una futura sconfitta.

  • I tedeschi attaccarono anche alcune navi americane nei pressi delle coste inglesi, per questo gli americani entrarono in guerra.

Avendo un esercito “fresco” e non consumato da anni di guerra,

fecero arrendere i tedeschi sul versante Ovest.

 

La fine della guerra

La fine della guerra  Nel 1918 l’Italia entra e libera Trento e Trieste e firma
 
  • Nel 1918 l’Italia entra e libera Trento e Trieste e firma

l’armistizio con l’Austria

  • Sempre nel 1918 la Germania si arrende alla Francia.

  • Iniziano una serie di trattati di pace, l’ultimo è il trattato di

Versailles del 1919 che pone ufficialmente fine alla guerra.

  • Gli accordi del patto di Londra non vennero rispettati

appieno, quindi l’Italia esce dalla guerra vincitrice ma con un forte malcontento popolare che parla di “vittoria mutilata”.