Sei sulla pagina 1di 169

Brescia

QUALE SISTEMA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI?

Brescia QUALE SISTEMA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI?

Brescia

 Raccolta differenziata mediante cassonetti stradali  5 piattaforme ecologiche
Raccolta differenziata
mediante cassonetti
stradali
5 piattaforme
ecologiche

Dati 2012 Osservatorio Rifiuti Prov.BS

forsu plastica Inerti pneumatici 6% Raccolta Brescia 2012 1% 1% 1% vetro 4% carta 13% legno
forsu
plastica
Inerti
pneumatici
6%
Raccolta Brescia 2012
1%
1%
1%
vetro
4%
carta
13%
legno
RSU
3%
53%
vegetali
11%
spazzamento
2%
RSI
5%
Dati 2012 – Osservatorio Rifiuti Prov.BS forsu plastica Inerti pneumatici 6% Raccolta Brescia 2012 1% 1%

Rifiuto

Tonnellate

%

RSU

72915

53%

RSI

6841

5%

spazzamento

2587

2%

vegetali

14662

11%

legno

4605

3%

carta

18322

13%

vetro

6007

4%

plastica

1344

1%

forsu

7626

6%

pile

47

0%

accumulatori

0

0%

medicinali

13

0%

pneumatici

1168

1%

raee

429

0%

neon

0

0%

toner

39

0%

t e/o F

0

0%

Vernici

3

0%

Inerti

1168

1%

Olio Minerale

8

0%

Olio vegetale

26

0%

Metallo

503

0%

Porta a Porta o

Calotte?

COME UTILIZZARE IL MODELLO RIFIUTI ZERO PER

OTTENERE IL MASSIMO

RISULTATO NELLA SERVIZIO DI GESTIONE INTEGRATO DEL SERVIZIO RIFIUTI

Normative Vigenti e livelli di RD

Normative Vigenti e livelli di RD 1. Decreto Legislativo n. 152/2006 (T.U. ambiente) 2. Direttiva quadro
  • 1. Decreto Legislativo n. 152/2006 (T.U. ambiente)

  • 2. Direttiva quadro 2008/98/CE

  • 3. Decreto Legislativo n.3/2010, n. 205 Sistri

  • 4. LEGGE 24 marzo 2012, n. 28

Obiettivi percentuali relativi alla raccolta

differenziata:

  • almeno il 35% entro il 31 dicembre 2006

  • almeno il 40% entro il 31 dicembre 2007

  • almeno il 45% entro il 31 dicembre 2008

  • almeno il 50% entro il 31 dicembre 2009

  • almeno il 60% entro il 31 dicembre 2011

  • almeno il 65% entro il 31 dicembre 2012.

Soluzioni

Porta a Porta Cassonetti con Calotta
Porta a Porta
Cassonetti con Calotta

Vantaggi sistema a calotte

 Mantenimento del sistema cassonettizzato  Aumento RD immediato  Raggiungimento dei limiti di legge nel
Mantenimento del
sistema cassonettizzato
Aumento RD immediato
Raggiungimento dei
limiti di legge nel corso
del primo anno

Problematiche sistemi a calotte

 Deresponsabilizzazione cittadinanza  Frazione secca presente nelle frazioni differenziate  Avviato al riciclo non corrispondente
Deresponsabilizzazione
cittadinanza
Frazione secca presente
nelle frazioni differenziate
Avviato al riciclo non
corrispondente alla
percentuale di Raccolta
differenziata
Roè Volciano – Sistema a Calotte - Aprica

Roè Volciano Sistema a Calotte - Aprica

Sistema a Calotte Villanuova S/c

Sistema a Calotte – Villanuova S/c

Sistema a Calotte Villanuova S/c

Sistema a Calotte – Villanuova S/c
Vilanuova sul Clisi – Calotte - Aprica

Vilanuova sul Clisi Calotte - Aprica

Vantaggi sistema Porta a Porta

Vantaggi sistema Porta a Porta  aumento della raccolta differenziata, con il conseguente recupero di materiali
  • aumento della raccolta differenziata, con il conseguente recupero di materiali e risorse che possono essere riutilizzati;

  • una riduzione dei rifiuti indifferenziati che andranno in discarica;

  • la produzione, a partire dai rifiuti organici, di compost di qualità, un fertilizzante naturale per l’agricoltura;

  • contenimento dei costi di smaltimento del rifiuto in discarica che, altrimenti, aumenterebbero continuamente.

  • La tariffa puntuale (pago a seconda della quantità di rifiuti non-differenziati produco) ha un effetto positivo ulteriore soprattutto nel lungo periodo.

Problematiche sistema porta a porta

Problematiche sistema porta a porta  Necessita di un processo di formazione della cittadinanza e delle
  • Necessita di un processo di formazione della cittadinanza e delle categorie interessate pre-avvio del servizio

  • Necessita di un supporto da parte dell’amministrazione nella fase di start-up del servizio

  • Necessita di un piano industriale accurato che permetta di garantire un buon rapporto servizio/tariffa

Gardone Riviera esposizione PAP

Gardone Riviera – esposizione PAP

Gardone Riviera esposizione PAP

Gardone Riviera – esposizione PAP

Ipotesi

Brescia PaP

DATI CALCOLATI CON MODELLO ECONOMETRICO BASE

 I dati calcolati sono stati ottenuti basandosi sui singoli CER comunicati dal Comune di Brescia
  • I dati calcolati sono stati ottenuti basandosi sui singoli CER comunicati dal Comune di Brescia all’osservatorio rifiuti della provincia (2012)

  • Le variazioni sono state calmierate con i coefficienti di variazione ottenuti dal comune di Gardone Riviera nell’annualità 2013

  • Le ipotesi calmierate sono state basate su percentuali

«pessimistiche» del 65% di Raccolta Differenziata e una

RSU

36436,8

-50%

RSI

3418,56

-50%

spazzamento

1292,77

-50%

vegetali

16551,1

13%

legno

3479,4

-24%

carta

13667

-25%

vetro

17303,7

188%

plastica

4332,62

222%

forsu

18820

147%

pile

7,61296

-84%

accumulatori

0

#DIV/0!

medicinali

6,76707

-48%

pneumatici

1275,77

9%

raee

468,584

9%

neon

0

#DIV/0!

toner

42,5985

9%

t e/o F

0

#DIV/0!

Vernici

3,27681

9%

Inerti

1275,77

9%

Olio Minerale

8,73816

9%

2015 Inerti Metallo 1% forsu 0% RSU 16% 31% plastica 4% RSI vetro 3% 15% spazzamento
2015
Inerti
Metallo
1%
forsu
0%
RSU
16%
31%
plastica
4%
RSI
vetro
3%
15%
spazzamento
vegetali
1%
carta
14%
11%
legno

3%

Risultato operativo ipotizzato Indifferenziata 41148,1175 Differenziata 77820,80695 Totale 118968,9244 % Differenziata 65% Totale 2012 Riduzione Totale
Risultato operativo ipotizzato
Indifferenziata
41148,1175
Differenziata
77820,80695
Totale
118968,9244
% Differenziata
65%
Totale 2012
Riduzione Totale
Riduzione %
138313
19344,07555
13,99%

Esperienze

Esperienze SIMONE LARINI ESPERTO DI GESTIONE RIFIUTI <a href=HTTP://WWW.INFORIFIUTI.COM " id="pdf-obj-22-4" src="pdf-obj-22-4.jpg">

SIMONE LARINI ESPERTO DI GESTIONE RIFIUTI

 “Sebbene si tratti di un sistema nato per tracciare i conferimenti da parte degli utenti
  • “Sebbene si tratti di un sistema nato per tracciare i conferimenti da parte

degli utenti in modo da consentire di introdurre sistemi di tipo PAYT (Pay- As-You-Throw, cioè “chi più produce rifiuti più paga”) – inizia a spiegare in un ambito di raccolta a cassonetti stradali, si assiste alla diusione delle “calotte” in comuni in cui non c’è alcuna tassazione di tipo “puntuale”.

Premesso che le calotte non sono neanche una buona soluzione tecnica

per applicare i sistemi PAYT, introdurle senza alcun regime di tassazione

proporzionale alla quantità di rifiuti conferiti non porta alcun vantaggio,

mentre comporta inevitabilmente tutta una serie di problemi, a partire

dall’aumento della quantità di scarti e materiali non riciclabili conferiti nella raccolta differenziata”.

 “E’ infatti dimostrato – prosegue – che è proprio a causa della presenza delle calotte
  • “E’ infatti dimostrato – prosegue che è proprio a causa della presenza delle calotte che moltissimi utenti cominciano a scaricare abusivamente i propri sacchetti di rifiuti indierenziati all’interno dei contenitori stradali per la raccolta differenziata. Ci accade inevitabilmente, per i motivi più diversi: fretta, chiavetta dimenticata a casa o non ancora assegnata per

intoppi burocratici, temporaneo malfunzionamento della calotta,

conferimento di rifiuti speciali da parte di imprese o artigiani “al nero”,

abitudine al conferimento abusivo nei cassonetti di rifiuti speciali non assimilabili”.

 Perché, sottolinea, “è risaputo che associare la raccolta differenziata domiciliare con sistemi di tari ff
  • Perché, sottolinea, “è risaputo che associare la raccolta differenziata domiciliare con sistemi di tariazione puntuale consente tipicamente di ottenere in breve tempo rilevanti aumenti del tasso di differenziata (che può raggiungere il 70% nell’arco di poche settimane) unitamente ad un miglioramento della qualità. Munire i cassonetti per l’indierenziato di “calotte” fa tipicamente aumentare il tasso di differenziata, ma per buona parte questo incremento è dovuto all’incremento di rifiuti indierenziati conferiti nel flusso della raccolta. In pratica, l’adozione dei sistemi a calotta determina inevitabilmente un aumento della quantità di scarti nei contenitori per la differenziata situati accanto ai cassonetti. Tant’è che gli amministratori che vantano gli aumenti dei quantitativi della differenziata

provocati dall’adozione delle calotte, non forniscono mai alcun dato sull’aumento della quantità di scarti nei materiali”.

 "I sistemi a "calotte" - spiega - a causa dei problemi che hanno provocato, sono
  • "I sistemi a "calotte" - spiega - a causa dei problemi che hanno provocato, sono invece già stati abbandonati ad Alessandria e Bolzano, che proprio il 5 agosto 2013 partirà con una nuova forma di raccolta differenziata mediante bidoni individuali/condominiali, associata a taria su base volumetrica. Si tratta di defezioni non di poco conto e piuttosto indicative, dato che il sistema è stato adottato in pochissimi capoluoghi (Belluno, Rimini, Venezia e prossimamente a Firenze)".

 Le calotte obbligano ad usare sacchetti da 15 litri, che sono assolutamente troppo piccoli per
  • Le calotte obbligano ad usare sacchetti da 15 litri, che sono assolutamente troppo piccoli per le esigenze di molte utenze non domestiche. Basta questo semplice problema per far diventare conferitori abusivi anche utenti regolarmente registrati e che pagano regolarmente la taria, che altrimenti non avrebbero alcun motivo per conferire in maniera scorretta i propri rifiuti.

  • L'aermazione da parte dei produttori che le calotte hanno "costi di raccolta inferiori del 25-30% rispetto ai costi del sistema porta a porta" non tiene conto dei maggiori costi per: il trattamento di materiali recuperabili più contaminati da frazioni indesiderate; il trasporto e smaltimento dei quantitativi addizionali di scarti in essi rinvenuti; l'acquisto e/o la gestione dei sistemi di controllo (telecamere, sorveglianza); la rimozione dei sacchetti abbandonati presso i cassonetti".

 "Quindi per definire i problemi registrati nei comuni che hanno adottato le calotte più che
  • "Quindi per definire i problemi registrati nei comuni che hanno adottato le calotte più che di inciviltà dei cittadini è probabilmente più il caso di parlare semplicemente di un sistema poco idoneo e funzionale. Tant'è che all'estero non è praticamente applicato da nessuna parte".

  • "Data la quantità e la rilevanza degli aspetti negativi inevitabilmente connessi ai sistemi a calotta - conclude Larini - appare semplicemente incomprensibile la diusione di un sistema così problematico nel nostro paese, in cui invece alcuni sistemi alternativi di PAYT stanno avendo un successo tale da rappresentare ormai un'eccellenza a livello mondiale".

Casi di Studio Buone Pratiche

Casi di Studio – Buone Pratiche

Sistemi visionati e studiati

  • Provincia di Treviso (consorzio Contarina Savno Priula)

  • Fiemme Servizi Val di Fiemme

  • Somma Campagna (Verona)

  • Ponte Nelle Alpi (BL)

  • Pietra Ligure e Noli (SV)

  • San Francisco (california)

Sistemi visionati e studiati  Provincia di Treviso – (consorzio Contarina – Savno – Priula) 

Gardone Riviera

Gardone Riviera

Gardone Riviera

 Gardone Riviera è un comune di 2700 abitanti  Ha un Estensione di 20,62kmq 
Gardone Riviera è un comune di
2700 abitanti
Ha un Estensione di 20,62kmq
Problematiche principali
Alto flusso estivo (200.000 presenze
stagionali)
Presenze Museali (Vittoriale, Giardino
Heller, Divino Infante con 260.000
ingressi/annui)
Seconde Case con un flusso di non
residenti estivi di circa 5-6000 unità

Situazione antecedente al 2009

Situazione antecedente al 2009  Raccolta differenziata mediante cassonetti stradali e mini isole interrate  Centro
  • Raccolta differenziata mediante cassonetti stradali e mini isole interrate

  • Centro di Raccolta autorizzato dal comune con problematiche evidenti di gestione

  • Flussi in ingresso di RD "sporcati" da una percentuale predominante di rifiuto vegetale

Comparativa RD 2009-2010

RD – Annualità 2010 RD – Annualità 2009 % raccolta differenziata raccolta differenziata VEGETALE 35% METALLO
RD – Annualità 2010
RD – Annualità 2009
% raccolta differenziata
raccolta differenziata
VEGETALE
35%
METALLO
1%
PLASTICA
4%
LEGNO
VEGETALE
3%
FERRO
75.2%
2.0%
LEGNO
3.5%
R.A.E.E.
R.A.E.E.
0.2%
1%
R.U.P.
0.0%
ALTRO
0.0%
CARTA
8.2%
VETRO
27%
CARTA
VETRO
26%
9.9%
PLASTICA
1.0%

Situazione Raccolta 2011

% raccolta differenziata % raccolta complessiva ORGANICO R.S.U. 4.9% 59% METALLO VEGETALE 2.4% 28.7% LEGNO 7.4%
% raccolta differenziata
% raccolta complessiva
ORGANICO
R.S.U.
4.9%
59%
METALLO
VEGETALE
2.4%
28.7%
LEGNO
7.4%
PLASTICA
R.A.E.E.
3.2%
1.5%
R.U.P.
0.1%
SPAZZAMENTO
VETRO
ALTRO
7%
29.8%
somma R.D.
0.4%
33%
CARTA
R.S.I
21.5%
1%

Situazione confronto 2012-2013

RSU: -59% Carta: +7% Vetro/Latt: +5% Plastica: +174%

Situazione confronto 2012-2013  RSU: -59%  Carta: +7%  Vetro/Latt: +5%  Plastica: +174% 

Vegetale: + 23% Organico: +922% Metalli: +40% Legno: +113%

Riduzione RSU e Rifiuto totale 2012-

2013

RSU

  • -628ton

  • -139kg a utenza

  • -14Kg a utenza/mese

Riduzione RSU e Rifiuto totale 2012- 2013 RSU  -628ton  -139kg a utenza  -14Kg

Rifiuto totale

  • -374 ton

  • -233Kg a Utenza

  • -23Kg a utenza/mese

Cosa si è fatto?

 Cosa si è fatto? Educazione ambientale per le scuole  Adesione al progetto “Il lago
Educazione ambientale per le scuole  Adesione al progetto “Il lago nascosto”  Adesione di un
Educazione ambientale per le scuole
Adesione al progetto “Il lago nascosto”
Adesione di un plesso scolastico al
progetto Eco-School della FEE-Italia
Adesione al Progetto “Puliamo il Mondo”
di Legambiente 2009-2010-2011-2012
Promozione di giornate educative con
laboratori sulla problematica dei rifiuti e
della raccolta differenziata (FEE-Italia)

Cosa si è fatto ?

Cosa si è fatto ?  Chiusura Centro di Raccolta e Progettazione del nuovo Ecocentro a
 Chiusura Centro di Raccolta e Progettazione del nuovo Ecocentro a cura di Garda Uno (progetto
Chiusura Centro di Raccolta e
Progettazione del nuovo Ecocentro a cura
di Garda Uno (progetto approvato dalla
sovraintendenza con decreto paesaggistico
e monumentale).
Eliminazione Ecobox e posizionamento
cassonetti vegetale da 1000lt per uso
domestico.
Nuova isola ecologica – inaugurazione settembre 2012

Nuova isola ecologica inaugurazione settembre 2012

AMNU Pergine Valsugana - Trento

AMNU – Pergine Valsugana - Trento

Sondaggio gradimento utenti 2010

il Suo
il
Suo

In generale, quindi, come

valuta

il

raccolta

sistema di

differenziata

attivo

presso

Comune?

Sondaggio gradimento utenti 2010

Sondaggio gradimento utenti 2010 Tornerebbe al vecchio sistema di raccolta?

Tornerebbe al vecchio

sistema di raccolta?

+ 48% personale - 8% Costi 95% gradi- mento cittadini - 73% rifiuti conferiti in discarica
+ 48%
personale
- 8%
Costi
95% gradi-
mento
cittadini
- 73% rifiuti
conferiti in
discarica
Fonte APAT L’analisi
Fonte APAT
L’analisi
Lo smaltimento
Lo smaltimento
Lo smaltimento
Lo smaltimento
OBBIETTIVI MINIMI DI RACCOLTA DIFFRENZIATA TARIFFA CON MISURAZIONE DEL RIFIUTO PRODOTTO La risposta normativa provinciale
OBBIETTIVI MINIMI DI
RACCOLTA DIFFRENZIATA
TARIFFA CON MISURAZIONE
DEL RIFIUTO PRODOTTO
La risposta normativa provinciale
R.D. 20% TOTALE RIFIUTO RACCOLTO 25.000 [t/anno] Il punto di partenza (2002)
R.D. 20%
TOTALE RIFIUTO RACCOLTO 25.000 [t/anno]
Il punto di partenza (2002)
il rifiuto UMIDO ORGANICO Ora (2012)
il rifiuto UMIDO ORGANICO
Ora (2012)
30.000 Indifferenziato Differenziato 25.000 4.936 6.345 3.950 3.457 8.603 20.000 11.147 15.000 13.389 16.882 15.363 15.453
30.000
Indifferenziato
Differenziato
25.000
4.936
6.345
3.950
3.457
8.603
20.000
11.147
15.000
13.389
16.882
15.363
15.453
15.192
20.106
20.060
10.000
19.968
18.881
16.009
11.932
5.000
7.462
5.373
5.175
5.180 5.404
0
2000
2001
2002
2003
2004
2005
2006
2007
2008
2009
2010
I risultati
6.000.000 - 1% 5.000.000 + 4% + 4% 4.000.000 3.000.000 - 4% + 10% 2.000.000 +
6.000.000
- 1%
5.000.000
+ 4%
+ 4%
4.000.000
3.000.000
- 4%
+ 10%
2.000.000
+ 28%
+36%
1.000.000
-
I risultati (2010)
Residuo
Umido
[Kg]
Carta
e cartoni
Vetro
e lattine
Verde
giardino
Imballaggi
plastica
Macerie
Legno
R.A.E.E.
Ferro Plastica Indumenti
Rifiuti pericolosi
Pneumatici
secondaria
Tetrapack

Noli - Savona

Noli - Savona

La raccolta differenziata

Per raggiungere gli obbiettivi posti dalla nostra dichiarazione di politica ambientale bisognava innanzitutto intervenire sulla

Raccolta Differenziata, che nel

giugno 2004 era al 7,61% su base

annua. Pertanto abbiamo iniziato ad aderire alle campagne di

Legambiente coinvolgendo a

queste iniziative prima di tutto le scuole e poi le associazioni di volontariato presenti nel nostro territorio. Abbiamo poi

incrementato i punti di raccolta e i

cassonetti stradali.

La raccolta differenziata Per raggiungere gli obbiettivi posti dalla nostra dichiarazione di politica ambientale bisognava innanzitutto
La raccolta differenziata Per raggiungere gli obbiettivi posti dalla nostra dichiarazione di politica ambientale bisognava innanzitutto

I primi due anni gli aumenti sono stati di circa due punti percentuali all’anno

 

anno 2004

 

anno 2005

 

anno 2006

       

aumento

   

aumento

% mese

% progress

% mese

% progress

percentuale

% mese

% progress

percentuale

     

gennaio

4,68

4,68

3,97

3,97

-0,71

8,28

8,28

4,31

febbraio

9,58

7,04

4,65

4,28

-2,76

12,96

10,57

6,29

marzo

12,09

8,86

4,91

4,53

-4,33

7,23

9,35

4,82

aprile

8,31

8,69

3,77

4,30

-4,39

9,46

9,38

5,08

maggio

7,57

8,42

2,77

3,88

-4,54

11,86

10,01

6,13

giugno

6,67

7,99

20,13

8,38

0,39

12,58

10,59

2,21

luglio

6,42

7,66

3,51

7,42

-0,24

11,43

10,77

3,35

agosto

9,14

7,95

5,04

7,03

-0,92

9,87

10,59

3,56

settembre

10,66

8,25

4,14

6,73

-1,52

14,89

11,06

4,33

ottobre

6,89

8,15

27,07

8,74

0,59

13,78

11,27

2,53

novembre

7,46

8,10

9,48

8,79

0,69

14,56

11,49

2,70

dicembre

4,92

7,93

13,06

9,04

1,11

16,76

11,82

2,78

continuando con le iniziative e con le campagne per il compostaggio domestico

l’incremento è stato di circa 8 punti l’anno, raggiungendo il 26,58% nel 2008.

   

anno 2007

 

anno 2008

 

Anno 2009

         

aumento

   

aumento

% mese

% progress

aumento percentuale

% mese

% progress

percentuale

% mese

% progress

percentuale

     

gennaio

16,80

16,80

8,52

27,44

27,44

10,64

34,44

34,44

7,00

febbraio

17,97

17,36

6,79

28,61

28,01

10,65

27,83

31,39

3,38

marzo

13,04

15,65

6,30

26,31

27,38

11,73

28,79

30,41

3,03

aprile

11,49

14,29

4,91

29,57

27,99

13,70

27,17

29,46

1,47

maggio

13,76

14,15

4,14

23,65

26,97

12,82

28,31

29,16

2,19

giugno

14,97

14,35

3,76

23,54

26,20

11,85

25,99

28,42

2,22

luglio

12,91

14,04

3,27

23,22

25,58

11,54

23,96

27,49

1,91

agosto

18,64

14,94

4,35

23,76

25,24

10,30

26,25

27,25

2,01

settembre

24,04

15,93

4,87

27,15

25,44

9,51

29,30

27,47

2,03

ottobre

30,90

17,30

6,03

28,71

25,69

8,39

28,17

27,52

1,83

novembre

29,56

18,13

6,64

33,35

26,16

8,03

30,10

27,69

1,53

dicembre

31,55

19,04

7,22

32,54

26,58

7,54

31,40

27,91

1,33

Nel 2009 nonostante le ulteriori campagne di sensibilizzazione l’aumento è

stato di un punto percentuale raggiungendo il 27,91%. Questo dato è

sicuramente il massimo, che dalla nostra esperienza può essere ottenuto con

I risultati ottenuti nel biennio 2010-2011

Nell'anno 2010 abbiamo raggiunto il 61,03% con solo 8 mesi e mezzo di raccolta

differenziata spinta, nel 2011 abbiamo raggiunto 72,47%, superando ampiamente i

 

limiti indicati dalla Legge.

 
   

Anno 2010

Anno 2011

% mese

% progress

aumento percentuale

% mese

% progress

aumento percentuale

   

gennaio

30,28

30,28

-4,16

72,13

72,13

41,85

febbraio

26,05

28,35

-3,04

72,77

72,44

44,09

marzo

28,27

28,32

-2,09

70,55

71,72

43,40

aprile

51,63

34,97

5,51

70,14

71,24

36,27

maggio

73,80

44,36

15,20

67,84

70,48

26,12

giugno

69,35

49,50

21,08

85,82

77,08

27,58

luglio

69,00

53,56

26,07

67,59

75,48

21,92

agosto

67,73

56,33

29,08

64,47

73,62

17,29

settembre

68,70

57,56

30,09

66,78

72,94

15,38

ottobre

71,93

58,68

31,16

65,69

72,47

13,79

novembre

68,61

59,27

31,58

71,91

72,44

13,17

dicembre

71,17

61,03

33,12

73,14

72,47

11,44

Ponte nelle Alpi - BL

Ponte nelle Alpi - BL
Prima

Prima

DOPO

DOPO

Comune di Ponte nelle Alpi % RACCOLTA DIFFERENZIATA 26 Novembre 2007 Raccolta porta a porta a

Comune di Ponte nelle Alpi

% RACCOLTA DIFFERENZIATA
% RACCOLTA DIFFERENZIATA

26

Comune di Ponte nelle Alpi % RACCOLTA DIFFERENZIATA 26 Novembre 2007 Raccolta porta a porta a

Novembre 2007 Raccolta porta a porta a

I RISULTATI
I RISULTATI

regime in tutto il Comune

Comune di Ponte nelle Alpi % RACCOLTA DIFFERENZIATA CON COMPOSTAGGIO 87.44% 90% 80% 70% 60% 50%

Comune di Ponte nelle Alpi

Comune di Ponte nelle Alpi % RACCOLTA DIFFERENZIATA CON COMPOSTAGGIO 87.44% 90% 80% 70% 60% 50%
Comune di Ponte nelle Alpi % RACCOLTA DIFFERENZIATA CON COMPOSTAGGIO 87.44% 90% 80% 70% 60% 50%

% RACCOLTA DIFFERENZIATA CON COMPOSTAGGIO

87.44%

90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% I RISULTATI
90%
80%
70%
60%
50%
40%
30%
20%
10%
0%
I RISULTATI
85.81% 64.87% 41.07% 29.62% 28.56% 29.42% 2006 gen-set 2007 OTTOBRE 2007 NOVEMBRE 2007 DICEMBRE 2007 2008
85.81%
64.87%
41.07%
29.62%
28.56%
29.42%
2006
gen-set 2007
OTTOBRE 2007
NOVEMBRE 2007
DICEMBRE 2007
2008
2009
51% UTENZE
pratica compostaggio domestico
26
Novembre 2007 Raccolta
porta a porta a regime in tutto
il Comune
Comune di Ponte nelle Alpi I RISULTATI PROCAPITE RIFIUTO SECCO INDIFFERENZIATO I RISULTATI 35 30 25

Comune di Ponte nelle Alpi

Comune di Ponte nelle Alpi I RISULTATI PROCAPITE RIFIUTO SECCO INDIFFERENZIATO I RISULTATI 35 30 25
I RISULTATI PROCAPITE RIFIUTO SECCO INDIFFERENZIATO
I RISULTATI
PROCAPITE RIFIUTO SECCO INDIFFERENZIATO
I RISULTATI
I RISULTATI
 

35

30

25

20

kg

 

15

10

5

0

32.9 28.6 29 23.8 8.0 3.47 3.35 MEDIA MENSILE 2006 MEDIA MENSILE gen-set OTTOBRE 2007 NOVEMBRE
32.9
28.6
29
23.8
8.0
3.47
3.35
MEDIA MENSILE 2006
MEDIA MENSILE gen-set
OTTOBRE 2007
NOVEMBRE 2007
DICEMBRE 2007
MEDIA MENSILE 2008
MEDIA MENSILE 2009
2007
26
Novembre 2007 Raccolta porta a porta a
regime in tutto il Comune
“LA TESTA NEL SACCO” “OVVERO L’ESPERIENZA DI DODICI ANNI DI RACCOLTA DIFFERENZIATA SPINTA IN UN NORMALE

“LA TESTA NEL SACCO”

“OVVERO L’ESPERIENZA DI DODICI ANNI DI RACCOLTA

DIFFERENZIATA SPINTA IN UN NORMALE PAESE DI UNA

NORMALE PROVINCIA DI QUESTA NOSTRA ITALIA”

SOMMACAMPAGNA

  • ANDAMENTO RACCOLTE DAL 1997 AL 2009

  • ANNO 1997 - racc. differenziata 20,14%

  • ANNO 1998 - racc. differenziata 48,24%

  • ANNO 1999 - racc. differenziata 72,00%

  • ANNO 2000 - racc. differenziata 72,30%

  • ANNO 2001 - racc. differenziata 68,30%

  • ANNO 2002 - racc. differenziata 79,60%

  • ANNO 2003 - racc. differenziata 77,50%

  • ANNO 2004 - racc. differenziata 77,10%

  • ANNO 2005 - racc. differenziata 76,90%

  • ANNO 2006 - racc. differenziata 79,80%

  • ANNO 2007 - racc. differenziata 80,80%

  • ANNO 2008 - racc. differenziata 85,08%

PLASTICA

CARTA-CARTONE

VETRO LATTINE

VETRO-LATTINE

CARTA-CARTONE

BIO-BIDONE UMIDO GRANDI UTENZE

NUOVI ORARI ECO-CENTRO

DAL 01 GENNAIO 2010

  • Via Cesarina Caselle-Sommacampagna

  • Lunedì 10.00-12.00////15.00-18.00

  • Martedì 10.00-12.00////15.00-18.00

  • Mercoledì 10.00-12.00////15.00-18.00

  • Giovedì 10.00-12.00////15.00-18.00

  • Venerdì 10.00-12.00////15.00-18.00

  • Sabato 08.00-12.00////14.00-18.00

  • Domenica 08.00-12.00

San Francisco

San Francisco
Results will be much higher by achieving 75% diversion through:  Increased Recycling  Increased Composting

Results will be much higher by achieving 75% diversion through:

  • Increased Recycling

  • Increased Composting

  • Increased Construction and Demolition Recovery

In 2002 we projected programs will reduce 302,000 tons eCO 2 per year toward ghg reduction goal

by 2012

FOG (Fat, Oil & Grease), Meat & Bones

Rendered Into Animal Meal & Tallow

FOG (Fat, Oil & Grease), Meat & Bones Rendered Into Animal Meal & Tallow

Home Composting Education & Bins

Home Composting Education & Bins
Home Composting Education & Bins

Composting & Recycling

Collection Designed For High Diversion Food Scraps 20% Recyclable Paper 21% Plant Trimmings Glass and Plastic
Collection Designed For High
Diversion
Food Scraps
20%
Recyclable
Paper
21%
Plant Trimmings
Glass and Plastic
5%
Aluminum and Steel
5%
Compostable Paper
& Fiber 10%
Construction and
Demolition Waste
30%
Other
10%

All % numbers by weight

Three Stream Collection

Program for Residents and Businesses

Three Stream Collection Program for Residents and Businesses
Three Stream Collection Program for Residents and Businesses

Easy to Understand Program &

Outreach

Easy to Understand Program & Outreach

Recyclable Paper, Glass Bottles,

Metal Cans, & All Rigid Plastics

Recyclable Paper, Glass Bottles, Metal Cans, & All Rigid Plastics

Food Scraps, Yard Trimmings and

Compostable Paper/Fiber
Compostable Paper/Fiber

Whats Left Over?

What ’ s Left Over?

Recyclables & Trash Collected

Using Dual Compactors Weekly

For Residents
For Residents

ommerc a

ecyc ng

Composting Collection With Many

Bin Options and Frequency of Collection Up to Daily

ommerc a ecyc ng Composting Collection With Many Bin Options and Frequency of Collection Up to

Fully Commingled Recycling Collection

in Offices With Desk-side 7 Lt Blue Bins

with <3 Qtr Black Trash Caddy
with <3 Qtr Black Trash Caddy

Material Recovery Facility (MRF) Sorts Mixed Recyclables For Shipping to

Markets
Markets

3 Single Stream & 2 Mixed Commercial Lines for over 1200 tpd

3 Single Stream & 2 Mixed Commercial Lines for over 1200 tpd

Initial Hand Sorting of Larger

Material

Initial Hand Sorting of Larger Material

Angled Rotating Bar Screens

Separate Fiber and Containers

Angled Rotating Bar Screens Separate Fiber and Containers

Screened Mixed Paper Fibers

Screened Mixed Paper Fibers

Sorting Small Fiber From Container

Unders

Sorting Small Fiber From Container Unders

Mixed Commercial Line, With Less

Containers, May Sort White Paper

Mixed Commercial Line, With Less Containers, May Sort White Paper

Plastic & Glass Hand Sorted

Plastic & Glass Hand Sorted

Ferrous Sorted by Magnets & Aluminum by Eddy Currents

Ferrous Sorted by Magnets & Aluminum by Eddy Currents
Ferrous Sorted by Magnets & Aluminum by Eddy Currents

Paper & Metals to Asian Markets, Glass

Regional & Plastic Regional/Asian

Markets

Paper & Metals to Asian Markets, Glass Regional & Plastic Regional/Asian Markets

Backhaul low cost shipping to

China

Backhaul low cost shipping to China

Compostables Collected with Single

Chamber Compactors - Weekly For

Residents & Up to Daily for Businesses

Compostables Collected with Single Chamber Compactors - Weekly For Residents & Up to Daily for Businesses

Side Loading Hopper Good For

Monitoring And Quality Control

“Love Note” feedback to stop contamination
“Love Note” feedback
to stop contamination

Kitchen Pails for Food Scraps

Kitchen Pails for Food Scraps

Allow Only BPI Certified & Labeled or an

equivalent for Standard Specification for Compostable Plastics (ASTM D6400)

Allow Only BPI Certified & Labeled or an equivalent for Standard Specification for Compostable Plastics (ASTM

To Increase Participation,

Compostable Kitchen Pail Bags Were Provided as Samples and We Got

Stores to sell them

To Increase Participation, Compostable Kitchen Pail Bags Were Provided as Samples and We Got Stores to
To Increase Participation, Compostable Kitchen Pail Bags Were Provided as Samples and We Got Stores to

Strategies to Tackle Apartment

Building Composting

Strategies to Tackle Apartment Building Composting

Neighborhood Door to Door Outreach Campaign

.
.

SF Environment Staff and Volunteers offer

kitchen pail type and

bag options and education

Apartment Chutes Create Obstacles to Sorting City Exploring 3 Way Systems

Apartment Chutes Create Obstacles to Sorting – City Exploring 3 Way Systems

Single Chute can be converted to 3 Stream Collection System

Single Chute can be converted to 3 Stream Collection System

Multi-lingual

And Photo

Image Poster Used for

Commercial

Training and Bin Signage

Green Bin Set-up For Work Station

Sorting

Green Bin Set-up For Work Station Sorting

3 Stream Color-coded Sorting

3 Stream Color-coded Sorting

Building Cafeteria Diversion Station

Building Cafeteria Diversion Station

Office Building Kitchen Collection

Office Building Kitchen Collection

Office Building Restroom Paper Towel Composting Collection

(99% is paper waste, while separate nappies and sanitary products put in separate toilette stall bins)

Food Ware Accepted as

Compostable

Food Ware Accepted as Compostable  Paper or Plant Pulp/Fiber  Recycled Paper  Bagasse/Sugarcane 
 Paper or Plant Pulp/Fiber  Recycled Paper  Bagasse/Sugarcane  Poly coated paper allowed for
Paper or Plant Pulp/Fiber
Recycled Paper
Bagasse/Sugarcane
Poly coated paper
allowed for now (PLA
coated better)
Compostable Plastics must
meet ASTM D6400 and be
labeled compostable,
preferably with green print or

green band or green sticker.

Using Compostable Food Service Can Divert Up to 90+% at Public Events

Using Compostable Food Service Can Divert Up to 90+% at Public Events

Public Event Collection Station But Without Adequate Signage

Public Event Collection Station But Without Adequate Signage

Useful Sign Container Tops

Useful Sign Container Tops

Public Indoor Sorting Station at Ferry Building

Outdoor Farmers Market Station

Outdoor Farmer ’ s Market Station

Food Court Customized Signage Attaching Actual Food Ware Used

Food Court Customized Signage Attaching Actual Food Ware Used
Food Court Customized Signage Attaching Actual Food Ware Used

Hospital Cafeteria Sorting Station Signage Easier If Containers Are All Compostable or All Recyclable

Hospital Cafeteria Sorting Station Signage – Easier If Containers Are All Compostable or All Recyclable

Working Creativity with Space

Constraints

Working Creativity with Space Constraints

Options for Cleaning Containers

Options for Cleaning Containers

>100 Schools Have Food Composting

& Recycling Programs

>100 Schools Have Food Composting & Recycling Programs
>100 Schools Have Food Composting & Recycling Programs

Monitoring Contamination, Give Feedback

And Assistance To Ensure Quality Control

Monitoring Contamination, Give Feedback And Assistance To Ensure Quality Control
Monitoring Contamination, Give Feedback And Assistance To Ensure Quality Control

Environmental Stewards from the Community Can Provide Outreach in the Neighborhood

Environmental Stewards from the Community Can Provide Outreach in the Neighborhood

SFs Future MBT ZW Facility

SF ’ s Future MBT ZW Facility

San Francisco Zero Waste for

Everyone

San Francisco Zero Waste for Everyone
San Francisco Zero Waste for Everyone

Conclusione

Un ringraziamento a tutti i presenti per l'attenzione a me dedicata Stefano Ambrosini Innovazione Tecnologica ed
Un ringraziamento a tutti i presenti per l'attenzione a me dedicata
Stefano Ambrosini
Innovazione Tecnologica ed Ecologia
Comune di Gardone Riviera
innovazione@comune.gardoneriviera.bs.it
+39.3401452159