Sei sulla pagina 1di 12

I triangoli e i criteri di congruenza

Definizione

I triangoli
Un triangolo un poligono che ha tre lati e si individua con le lettere dei suoi vertici. Poich anche un angolo si individua con tre lettere, per distinguere il triangolo dallangolo si pone un simbolo diverso al di sopra delle tre lettere. Si scrive ad esempio: ABC per indicare il triangolo di vertici A, B, C ACB per indicare langolo di vertice C Ogni lato di un triangolo opposto a uno degli angoli: il lato AB opposto allangolo C; il lato AC opposto allangolo B; il lato BC opposto allangolo A. A B C

I triangoli e i criteri di congruenza

Classificazione

CLASSIFICAZIONE

DEI TRIANGOLI IN BASE AI LATI

possibile fare una prima classificazione dei triangoli in base ai lati:

Scaleno: un triangolo che ha tutti i lati disuguali.

Isoscele: un triangolo che ha due lati congruenti. I due lati congruenti si dicono obliqui e il terzo lato si chiama base.

Equilatero: un triangolo che ha tutti i lati congruenti.

I triangoli e i criteri di congruenza

Bisettrici e mediane

Si dice inoltre: bisettrice relativa allangolo interno del triangolo sia la semiretta bisettrice dellangolo, sia il segmento di bisettrice che ha un estremo nel vertice dellangolo e laltro sul lato opposto

mediana di un triangolo il segmento che unisce un vertice con il punto medio del lato opposto

I triangoli e i criteri di congruenza

I criteri di congruenza

Primo criterio di congruenza. Due triangoli sono congruenti se hanno ordinatamente congruenti due lati e langolo fra essi compreso. C C

CA CB ACB

CA CB ACB

ABC

ABC

I triangoli e i criteri di congruenza

I criteri di congruenza

Secondo criterio di congruenza. Due triangoli sono congruenti se hanno un lato e gli angoli ad esso adiacenti ordinatamente congruenti. A A

BC B C

ABC
ACB

BC

ABC
ACB

ABC

ABC

I triangoli e i criteri di congruenza

I criteri di congruenza

Terzo criterio di congruenza. Due triangoli sono congruenti se hanno i tre lati ordinatamente congruenti.

AB B C AC BC

AB AC BC B C

ABC

ABC

I triangoli e i criteri di congruenza Le propriet del triangolo isoscele

Teorema. In un triangolo isoscele gli angoli adiacenti alla base sono congruenti. Viceversa, si pu dimostrare anche che Teorema. Se un triangolo ha due angoli congruenti, esso isoscele. B AB

BC

BAC A C

BCA

I due teoremi si possono esprimere con un solo enunciato dicendo: condizione necessaria e sufficiente affinch un triangolo sia isoscele che abbia due angoli congruenti.

I triangoli e i criteri di congruenza

Le propriet dei triangoli

Il teorema dellangolo esterno


Teorema. In ogni triangolo ogni angolo esterno maggiore di ciascuno degli angoli interni ad esso non adiacenti. A

> >

B Da ci consegue che:

C S

un triangolo non pu avere pi di un angolo retto o di un angolo ottuso; gli angoli alla base di un triangolo isoscele sono acuti.

I triangoli e i criteri di congruenza

Classificazione

CLASSIFICAZIONE

DEI TRIANGOLI IN BASE AGLI ANGOLI

Acutangolo Un triangolo che ha tutti gli angoli acuti.

Ottusangolo Un triangolo che ha un angolo ottuso.

Rettangolo Un triangolo che ha un angolo retto.

I triangoli e i criteri di congruenza

Il quarto criterio di congruenza

Il quarto criterio di congruenza


Il seguente criterio una conseguenza diretta del teorema dellangolo esterno.

Quarto criterio di congruenza. Due triangoli sono congruenti se hanno due angoli e il lato opposto a uno di essi ordinatamente congruenti. A A

ABC BAC BC B C ABC

ABC BAC BC B C

ABC

10

I triangoli e i criteri di congruenza

Relazioni fra lati e angoli

C In ogni triangolo, se due lati sono disuguali, al lato maggiore opposto langolo maggiore.

AB > AC

ACB > CBA

Viceversa:

In ogni triangolo, se due angoli sono disuguali, allangolo maggiore opposto il lato maggiore.

B
C C

Se due triangoli hanno due lati ordinatamente congruenti e gli angoli compresi sono disuguali, allora i lati opposti a questi angoli sono anchessi disuguali nello stesso verso.

A A B

AC AC

CB CB

C > C

AB > AB 11

I triangoli e i criteri di congruenza

Disuguaglianze triangolari

Dalle propriet elencate precedentemente si pu dedurre che: in ogni triangolo rettangolo lipotenusa maggiore di ciascuno dei cateti;

in ogni triangolo ottusangolo, il lato opposto allangolo ottuso maggiore di ciascuno degli altri due lati.

Vale poi il seguente importante teorema: Teorema. In ogni triangolo ciascun lato minore della somma degli altri due ed maggiore della loro differenza. C

AC CB < AB < AC + CB
AC AB < CB < AC + AB AB CB < AC < AB + CB
A B

12