Sei sulla pagina 1di 11

Convegno internazionale interreg III – A

Italia Austria

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE


I.S.I.S. “ F. SOLARI” - TOLMEZZO

L’Istruzione Tecnica e professionale


nel settore del legno
per lo sviluppo del territorio montano

La scuola, ……prepara gli studenti alla vita lavorativa e alla vita associata,
consentendo a ciascuno di essere una risorsa e una fonte di sviluppo per la
società intera e creando le premesse perché ognuno possa trovare nella
società le occasioni per la realizzazione personale” (Dewei 1949)
PROGETTO AUTONOMIA I.S.I.S. SOLARI
TRIENNIO “EDILIZIA”

•la riscoperta di una vocazione del territorio


e
•la sua traduzione in opportunità di formazione

Azioni:
•Modifica triennio edilizia
•Introduzione corso di tecnologia del legno
Obiettivi specifici del Progetto

 formare allievi sensibili e competenti, capaci di


interagire efficacemente con territorio
circostante;
 far riscoprire e ri-interpretare un patrimonio di
conoscenze, tecniche, metodologie e tecnologie della
tradizione edilizia locale, coniugandole con le nuove
prospettive delle biotecnologie costruttive;
 formare figure professionali capaci di pensare e
progettare soluzioni costruttive non invasive e
rispettose del delicato equilibrio ambientale che
caratterizza le vallate alpine, e prevalentemente
quella carnica.
Coordinate generali del PROGETTO

Il PROGETTO è già in atto dall’a.s. 2002/03 (autorizzato con nota prot.


5214/C23 del 06/06/2002 dal Direttore Generale);
è stato riconfermato anche negli aa.ss. 2004/05 e 2005/2006 con
utilizzo di personale in soprannumero autorizzato dalla Direzione Generale
dell’Ufficio Scolastico Regionale Friuli Venezia Giulia.

Il Progetto coinvolge:
•le 4 classi del triennio Edilizia (due classi 3e, una 4a e una 5a);
•un totale di circa n. 85 allievi;
•un totale di n. 10 docenti nelle materie di indirizzo;
•notevoli risorse del Fondo per l’Istituzione Scolastica.
Soluzioni organizzative

 l’attivazione di laboratori specifici sulla Tecnologia del


Legno e su Impianti e Costruzioni, già in parte autorizzati
negli aa.ss. 2002/03 e 2003/04 con i docenti Rossitti Bruno,
Rossitti Amerigo e Rossitti Mauro, classe di concorso C370
(classe di concorso in esubero nell’a.s. 2004/2005);
 l’utilizzo di questi docenti tecnico-pratico, classe di concorso
C370, per n. 24 ore, nelle attività di Laboratorio del Legno
in Tecnologia;
 l’introduzione a completamento orario degli stessi della
classe di concorso C290, per n. 12 ore, per l’attività di
insegnamento di Impianti e Costruzioni
Descrizione aspetti essenziali
DIDATTICO-ORGANIZZATIVO del PROGETTO

SUL PIANO ORGANIZZATIVO E GESTIONALE


 Flessibilità di orari e strutturazione calendario scolastico in base alle
esigenze del percorso
 Utilizzo della flessibilità curricolare prevista dalla normativa e attivazione di
percorsi per gruppi e laboratori che superano il contesto della classe
come rigida unità di riferimento
 Struttura modulare dei percorsi
 Attivazione delle figure tutoriali per l’attività di laboratorio
 Attivazione di raccordi e di stages con il mondo produttivo
 Attivazioni di percorsi di approfondimento in orario extra curricolare (CAM –
CAD) con supporto di Agenzie esterne.
SUL PIANO DELLE RISORSE UMANE E FINANZIARIE
 Utilizzo del Fondo per l’Istituzione Scolastica per strutturazione laboratori,
programmazione, monitoraggio e verifica iniziale, in itinere, finale,
riprogettazione;
 Sviluppo del Progetto Montagna in raccordo con la Provincia di Udine
con la realizzazione di un’aula informatica (ambiente misto MAC - PC)
realizzata interamente su Progetto degli allievi.
COLLABORAZIONI, CONVENZIONI
ACCORDI DI PROGRAMMA

 Il Progetto, che da quest’anno coinvolge


tutte le classi del triennio, ha portato
risultati apprezzabili anche in termine di
crescita delle iscrizioni con la
formazione di

2 classi terze
COLLABORAZIONI, CONVENZIONI
ACCORDI DI PROGRAMMA

Ha trovato apprezzamento da:


 la Regione
 le realtà produttive del territorio
 inoltre, la sua valenza di novità
sperimentale è stata riconosciuta da

l’Università di Viterbo
Sezione scienze forestali
indirizzo tecnologia del legno

che ha proposto di far conoscere tale sperimentazione a


livello nazionale.
COLLABORAZIONI, CONVENZIONI
ACCORDI DI PROGRAMMA

Ist. Tec.
per
Geometri
“Marinoni”
Udine
Istituto
I.S.I.S.
d’Arte
“F: SOLARI”
“Sello” di
TOLMEZZO
Udine
RETE DI
Il Progetto si sta SCUOLE
evolvendo DEL
inoltre LEGNO
attraverso la
neo costituita IPSIA
“Mattioni”
l’IPSIA di
Brugnera
di Cividale

l’I.T.I.
“Malignani”
di Udine
COLLABORAZIONI, CONVENZIONI
ACCORDI DI PROGRAMMA

La prospettiva individuata è quella trans-


nazionale con:
 l’apertura sia verso i paesi di neo
ingresso nella Comunità Europea
 che quelli di futuro ingresso con una
stesura di un Progetto Europeo
INTERREG III con Scuole del legno della
Repubblica Austriaca
nuove prospettive

ISTRUZIONE
TECNICA E PROFESSIONALE

integrazione

FORMAZIONE

PROFESSIONALE