Sei sulla pagina 1di 78

IL 6° PROGRAMMA QUADRO

1
Genomica e biotecnologie per la salute

INTEGRARE LA RICERCA

priorità tematiche
Tecnologie per la società dell’informazione
Nanotecnologie, materiali intelligenti, nuovi processi di produzione
Aeronautica e spazio
EUROPEA

Sicurezza e qualità dei prodotti alimentari


Sviluppo sostenibile, cambiamento globale ed ecosistemi
Cittadinanza e governance nella società della conoscenza
Ricerca per il supporto Coopera- Attività del
ricerca più
Settore di

Attività
ampio

alle politiche zione Centro


specifiche
Ricerca di frontiera, inter- Comune di
per le PMI
sviluppi inattesi nazionale Ricerca

RAFFORZARE LE BASI
Ricerca e innovazione
STRUTTURARE LO
SPAZIO EUROPEO

EUROPEO DELLA
Coordinamento delle
DELLA RICERCA

DELLO SPAZIO
attività di ricerca

RICERCA
Risorse umane e mobilità

Infrastrutture di ricerca Sviluppo delle


politiche di
Scienza e società ricerca/innovazione

2
Base giuridica

Decisione VI PQ Regolamento finanziario


1513/2002 del 27-6-20021605 del 25-6-2002

Regolamento sulle regole


Modalità
di di attuazione
Partecipazione Reg. 2342/2002
2321/2002 del 16-12-2002 del 23-12-2002

Contratto
Tipo
17-3-2003
3
RENDICONTAZIONE
DEL 6° PROGRAMMA
QUADRO

4
Calcolo del contributo UE

Contributo UE

•Strumenti – Tipologia di Grant


•Attività
•Modello di costo
•Entrate (Receipts)
•Aiuti di Stato

5
Strumenti

6
Strumenti

 RETI DI ECCELLENZA
 PROGETTI INTEGRATI
 PROGETTI SPECIFICI MIRATI
 PROGETTI DI RICERCA SPECIFICI PER LE PMI
 AZIONI VOLTE A FAVORIRE LE RISORSE UMANE E LA MOBILITA’
 AZIONI DI COORDINAMENTO
 AZIONI DI SOSTEGNO SPECIFICO
 INIZIATIVE INTEGRATE DI INFRASTRUTTURA
 ARTICOLO 169
 AZIONI DIRETTE

7
Strumenti e Azioni del 6° PQ
 Reti di Eccellenza: - aree tematiche prioritarie
- supporto alle politiche e ricerca di frontiera
 Progetti integrati: - aree tematiche prioritarie
- supporto alle politiche e ricerca di frontiera
 Progetti specifici mirati: - aree tematiche prioritarie
- politiche di sostegno/ricerca di frontiera
- cooperazione internazionale
- ricerca e innovazione
- scienza e società
 Articolo 169: - tutte le attività del 6°PQ
 Progetti di ricerca specifici per le PMI: - attività per le PMI
 Azioni per favorire risorse umane e Mobilità: - promozione delle
risorse umane e della mobilità
 Azioni di coordinamento: - tutte le attività del 6° PQ
 Azioni di sostegno specifico:- tutte le attività del 6° PQ
 Iniziative integrate di infrastruttura: - sostegno a infrastruttura di
ricerca
 Azioni dirette: - attività non nucleari del Centro Comune di Ricerca 8
Strumenti – Reti di Eccellenza

Rafforzare e sviluppare l’eccellenza scientifica e


OBIETTIVO: tecnologica della Comunità, mediante
l’integrazione, a livello europeo, delle capacità di
ricerca.

ATTIVITA’: Programma di Attività Congiunto (JPA):


• ricerca congiunta
2) integrazione
3) diffusione dell’eccellenza

9
Strumenti – Progetti Integrati

Produrre nuove conoscenze nell’ambito delle 7


OBIETTIVO: priorità tematiche e nell’area “sostegno politico e
anticipazione delle esigenze scientifiche e
tecnologiche”.

ATTIVITA’: •ricerca, sviluppo tecnologico e innovazione


•valorizzazione e dimostrazione delle
conoscenze
•formazione
•gestione

10
Strumenti – Progetti mirati
specifici - STREP

OBIETTIVO: Migliorare la Competitività europea

ATTIVITA’: •ricerca, sviluppo tecnologico e innovazione


•valorizzazione e dimostrazione delle
conoscenze
•gestione

11
Strumenti – Azioni di Coordinamento

Le azioni di coordinamento mirano a stimolare e


OBIETTIVO: sostenere iniziative coordinate di vari soggetti
operanti nel campo della ricerca e dell'innovazione
in vista di una maggiore integrazione.

Organizzazione di conferenze e riunioni


Realizzazione di studi, scambi di personale,
ATTIVITA’: scambio e diffusione di buone pratiche,
Creazione di sistemi di informazione e di gruppi
di esperti
Sostegno alla definizione, all'organizzazione e
alla gestione di iniziative congiunte o comuni

12
Strumenti – Misure specifiche per le
PMI

a) progetti di ricerca cooperativa condotti a


OBIETTIVO: beneficio di alcune PMI su argomenti di interesse
comune;
b) progetti di ricerca collettiva condotti a
beneficio di associazioni o gruppi industriali in
interi settori dell'industria in cui predominano le
PMI

ATTIVITA’: •ricerca, sviluppo tecnologico e innovazione


•valorizzazione e dimostrazione delle
conoscenze
•gestione

13
Strumenti – Azioni Marie Curie

Le azioni sono volte a favorire e sviluppare le


OBIETTIVO: risorse umane e la mobilità saranno condotte a
scopi di formazione, sviluppo delle competenze o
trasferimento delle conoscenze.

•sostegno ad azioni condotte da persone fisiche,


strutture di accoglienza, tra cui reti di formazione,
ATTIVITA’:
come pure da gruppi europee di ricerca.

14
Strumenti – Iniziative Integrate di
Infrastruttura

OBIETTIVO: Rafforzamento e sviluppo delle infrastrutture di


ricerca, per la prestazione di servizi su scala
europea.

Attività di messa in rete


Attività di sostegno (come quelle relative
ATTIVITA’: all'accesso transnazionale)
Attività di ricerca necessarie al miglioramento
delle prestazioni delle infrastrutture

15
Strumenti – Azioni di Sostegno
Specifico - SSA

OBIETTIVO: Azioni per integrare l’attuazione del Programma


Quadro

•Completare tutte le attività del VI PQ


• Preparare le attività relative alla futura politica
di ricerca europea
ATTIVITA’:
• Facilitare la partecipazione, nelle priorità
tematiche, delle PMI, gruppi di ricerca piccoli o
recentemente creati in zone decentralizzate,
organizzazioni situate in Stati candidati.

16
Strumenti – Art. 169 TCE

OBIETTIVO: Permettere alla Comunità di partecipare ai


programmi di ricerca intrapresi congiuntamente da
diversi Stati membri.

ATTIVITA’: Tutte le azioni del 6° PQ

17
I Modelli di Costo

18
I Modelli di Costo

FC: Tutti i costi diretti e indiretti eleggibili; con


calcolo analitico di tutti i costi indiretti

FCF: Costi diretti eleggibili e una percentuale


forfetaria per i costi indiretti (pari al 20% dei
costi diretti eleggibili tranne i subcontratti); con
calcolo forfetario dei costi indiretti

AC: Costi diretti addizionali eleggibili e una


percentuale forfetaria per i costi indiretti ( 20%
dei costi diretti addizionali eleggibili tranne i
subcontratti); con calcolo forfetario dei costi
indiretti
19
Scelta del modello di costo

La scelta del Modello di Costo dipende


dalla tipologia di soggetto giuridico:

FC: tutti i Soggetti Giuridici ad eccezione delle


persone fisiche
FCF: PMI, organizzazioni non-commerciali o
non-profit, o organizzazioni internazionali
AC: organizzazioni non-commerciali o non-
profit, o organizzazioni internazionali,enti
pubblici
20
Scelta dei Modelli di Costo

E’ possibile nel corso del 6° PQ cambiare il


sistema di rimborso dei costi seguendo
però il seguente criterio:

FCF FC
AC FCF
AC FC

21
Percentuale massima di rimborso
per Modello di Costo
  Partecipanti in FC/  Partecipanti in 
FCF AC

Attività RTD  50% 100%

Attività dimostrative 35% 100%

Attività collegate  50% 100%


all’innovazione 
Attività di formazione 100% 100%

Attività di gestione  100% (max. 7%  100% (max. 7% 


del consorzio del contrib.  del contrib. 
comunitario) comunitario)22
TAVOLA RIASSUNTIVA
%max. di RTD & Dimostraz. Formazione Management Altre Attività
rimborso Innovazione Specifiche

100% (fino al 7% del  100%
NoE contributo)
AC: costi eleggibili
FC/FCF: 50% FC/FCF:35% 100% 100% (fino al 7% del 
IP AC : 100% AC : 100% contributo)
AC: costi eleggibili
FC/FCF: 50% FC/FCF: 35% 100% (fino al 7% del 
STREP AC : 100% AC : 100% contributo)
AC: costi eleggibili
FC/FCF: 50% 100% 100% (fino al 7% del 
PMI AC: 100% solo Collettiva contributo)
AC: costi eleggibili

Infra- FC/FCF: 50% FC/FCF: 35% 100% (fino al 7% del  100%


strutture AC : 100% AC : 100% contributo)
AC: costi eleggibili
100% 100% (fino al 7% del  100% 
CA FC: %forfetaria  contributo) FC: %forfetaria 
per costi indiretti AC: costi eleggibili per costi indiretti
100% (fino al 7% del  100%
SSA contributo) FC: %forfetaria 
AC: costi eleggibili per costi indiretti
23
Rendicontazione

24
Principi di Rendicontazione
Per essere considerati eleggibili i Costi devono
soddisfare contemporaneamente le seguenti condizioni:
Attuali

Di natura economica

Necessari

Determinati in accordo con gli usuali principi contabili del


contraente
Registrati nei libri contabili del contraente

Sostenuti durante il progetto

Le entrate derivate da terzi devono essere contabilizzate e


determinate dai terzi stessi e rispettare i principi contabili di questi
25
Principi di Rendicontazione

Attualità

I costi devono essere attuali (costi reali), devono cioè


corrispondere a quelli registrati nelle scritture
contabili e nei documenti fiscali, identificabili e
controllabili.

La regola dell’attualità impone che si evitino valutazioni fittizie dei


costi: alcune tipologie di “contributi in natura” (contribution in kind);
costi determinati da “ricevute interne” al contraente; valutazioni
soggettive o costi di opportunità.

26
Principi di Rendicontazione
Economicità

I costi sono economici quando si riferiscono ai principi


della “corretta gestione” per la spesa effettiva dei soldi
pubblici.

L’economicità può essere considerata come la


riduzione al minimo dei costi delle risorse per
un’attività, tenuto conto della qualità appropriata.

L’effettività dei costi sta a significare la relazione tra i


costi del progetto ed i risultati.

27
Principi di Rendicontazione
Necessarietà

I costi debbono essere necessari alla realizzazione del


progetto e devono essere direttamente legati ai
contenuti e agli scopi previsti nel progetto stesso.

Questi costi devono essere coerenti con le specifiche


del progetto e devono essere considerati nel budget
allegato al contratto o contenuti nella descrizione delle
attività allegata al Contratto

28
Principi di Rendicontazione
Determinati in accordo con gli usuali principi contabili del
contraente
Tutte le organizzazioni, incluse le università e le altre istituzioni
pubbliche devono tenere libri contabili e documentazione di
supporto per giustificare i costi eleggibili di cui si chiede il
rimborso.
I documenti devono essere conservati per un periodo di cinque
anni dalla fine del progetto.
I contraenti devono fornire prontamente ogni spiegazione e
giustificazione nell’ambito delle ispezioni della Commissione, e dei
suoi rappresentanti autorizzati, e delle ispezioni della Corte dei
Conti.

29
Principi di Rendicontazione
Contabilizzazione

A norma dell’articolo II.19 lett. d) del Contratto tipo i


costi devono essere registrati nella contabilità del
contraente, non più tardi della data della elaborazione
del certificato di audit.
Le procedure utilizzate per la contabilizzazione dei costi e delle
entrate devono rispettare la disciplina contabile dello Stato in cui il
contraente è stabilito. Tali procedure devono permettere la diretta
corrispondenza tra i costi e le entrate relativi al progetto e le
situazioni contabili relative all’intera attività del contraente

30
Principi di Rendicontazione
Il costo deve essere sostenuto durante il progetto

I costi devono essere sostenuti durante il periodo del


Progetto, che è quello stabilito dal Contratto con la
Commissione (v. articolo II.19, lett. c), Contratto tipo).

Si possono imputare anche i costi per la redazione del


report finale, purché tali costi siano sostenuti entro 45
giorni dalla fine del progetto (o della fine del contratto)
(v. articolo II.19, lett. c), Contratto tipo).

31
Principi di Rendicontazione
Contabilizzazione delle entrate provenienti da terzi
L’articolo II.19 lett. e) del Contratto tipo stabilisce che,
in caso di contributo da parte di un terzo al progetto:
•vi sia un contratto tra il contraente ed il terzo
•i compiti del terzo siano stabiliti nell’Allegato I al Contratto con la
Commissione
•i costi del terzo devono essere sostenuti e contabilizzati dal terzo
nel rispetto delle usuali regole contabili;
•i costi del terzo sono sostenuti nel rispetto dei principi di
rendicontazione, previsti dall’articolo II.19 del Contratto con la
Commissione
• i costi del terzo devono essere registrati non più tardi della
elaborazione della certificazione di audit del contraente.

32
I Costi Eleggibili

33
I Costi Eleggibili
Sono ammissibili i costi relativi alle attività

Attività Costi

Personale
Attrezzatura
management Sub-contratti cost
i
dimostrazione
formazione
innovazione
ricerca

dire
tti
Viaggi e missioni
Materiale di
consumo
costi
Spese generali indire
tti

34
Attività

35
Attività di Ricerca

Attività rivolta ad ampliare la


conoscenza scientifica e
tecnologica non collegata ad
obiettivi commerciali o industriali
Attività rivolta all’acquisizione di
nuove conoscenze.I risultati
potrebbero essere utili allo sviluppo
o al miglioramento di nuovi prodotti
già esistenti

36
Attività di Dimostrazione

I costi di dimostrazione riguardano le attività del


progetto finalizzate alla validazione della
tecnologia per provare l’utilizzabilità di questa
nelle future applicazioni commerciali.

Disegno e assemblaggio di prototipi


Test di validazione
Infrastrutture di validazione (p.es. Galleria del
vento)
Precertificazioni per test

37
Attività per l’Innovazione

Sono costi legati all’innovazione:


 

Protezione della proprietà intellettuale
Studi sugli aspetti socio-economici
Attività che promuovono lo sfruttamento dei risultati

Può essere realizzata anche da partner


che svolgono solo questa attività
38
Attività di Formazione

I costi relativi all’organizzazione di corsi


organizzati dal contraente per il personale
interno ed esterno coinvolto nel progetto
(esclusi i costi di personale dei corsisti)

Può essere realizzata


anche da partner che
svolgono solo questa
attività

39
Attività di Management

I costi sostenuti per il


Management del progetto
possono essere rimborsati
fino al 100% (calcolato su
una percentuale massima
del 7% del contributo
comunitario).

40
Attività di Management

I costi sostenuti per il Management comprendono:

Certificazione della rendicontazione

Gestione del partenariato

Garanzie bancarie richiesta dalla Commissione

Consulenza contabile, legale, amministrativa

41
La Certificazione

Ogni contraente deve produrre un


certificato di audit redatto da un
revisore esterno per ogni periodo di
rendicontazione che cetrifichi che:
• I costi sostenuti corrispondono a quanto
stabilito nel contratto
• Le entrate siano quelle dichiarate
• L’ammontare del costo di certificazione

42
Art. II.25 La Certificazione
Contratto

La certificazione è effettuata da:


-Auditor esterno indipendente dal contraente
-Qualificato ai sensi VII Dir. 84/253/CEE del 10 aprile
1984
Per l’Italia v. Registro dei revisori contabili,
Istituito dal D.Lgs. n. 88/1992 presso il Ministero di
Giustizia

La certificazione degli enti pubblici può essere


effettuata da un pubblico funzionario competente
secondo quanto stabilito dall’autorità pertinente
43
Tipologie di costi

44
Costi Diretti

I Costi Diretti: sono costi che si riferiscono


all’attività del progetto e sono determinati dal
contraente secondo le proprie regole contabili

I Costi Diretti Addizionali: i costi diretti aggiuntivi


a quelli normalmente sostenuti dal contraente e
non coperti da altre fonti di finanziamento.

45
Costi indiretti

I Costi Indiretti: sono costi per la “struttura”


per i quali non è possibile individuare un
rapporto diretto con l’attività del progetto

FC: vengono individuati con un calcolo reale

FCF: calcolo forfetario – 20% dei costi diretti esclusi i subcontratti

AC: calcolo forfetario – 20% dei costi diretti esclusi i subcontratti

46
I Costi del personale

Costi per l’attività lavorativa, quando ricorrono le


seguenti condizioni:
- il lavoratore è impiegato secondo la
legislazione nazionale
- Il lavoratore è soggetto alla supervisione del
contraente
- Il lavoratore è pagato secondo le normali
pratiche del contraente, accettate dalla
Commissione
La definizione si riferisce ai lavoratori subordinati o
parasubordinati
47
I Costi del personale
Lavoratori parasubordinati
I lavoratori parasubordinati (intra-muros o intra-house
consultant) hanno le seguenti caratteristiche:

Lavorano nella struttura del committente;


Lavorano solo o principalmente per il committente;
Hanno un contratto di lavoro con il committente, in
cui sono spiegate le attività da realizzare
nell’ambito del Progetto;
Il committente può effettivamente controllare e
valutare le attività svolte dal lavoratore
parasubordinato.

48
…riepilogando…

modello di Attività di ricerca, Attività di


costo dimostrazione, management
formazione

Personale strutturato e Personale strutturato e


FC parasubordinato parasubordinato

Personale strutturato e Personale strutturato e


FCF  parasubordinato parasubordinato

Personale Personale strutturato e


AC parasubordinato parasubordinato

49
Personale

 DETERMINAZIONE

Costo del lavoro


Tempo produttivo
Tempo di lavoro effettivamente
dedicato al progetto

50
Subcontratti

DEFINIZIONE

Il subcontratto è un accordo concluso tra il


contraente ed uno o più subcontraenti per la
fornitura di servizi nell’ambito delle attività

previste dal progetto che


non possono essere svolte
dal contraente stesso.
(Paragrafo 26, Art. II.1, Allegato II)

51
Tipologie di Subcontrenti

• Subcontraente maggiore
svolge un’attività inerente al core work del progetto
Autorizzazione preventiva da parte della
Commissione
Inserimento nell’Allegato I
Tariffe in linea con i prezzi di mercato (preventivi)

2. Subcontraente minore
svolge un’attività collaterale al core work del
progetto
Tariffe in linea con i prezzi di mercato (preventivi)

52
Attrezzatura Durevole

DEFINIZIONI E PRINCIPI
Sono costi per beni che hanno uso durevole, che riguardano più
esercizi (cfr. Principio contabile n. 16), e che devono essere
registrati nei libri dei cespiti

Il costo ammissibile è l’ammortamento

Il costo comprende anche gli oneri accessori

Il costo del leasing non può essere superiore a quello di acquisto

53
Materiale di consumo

DEFINIZIONE

Costi sostenuti per l’acquisto di


materiale di consumo di ogni
genere utilizzato direttamente
per l’esecuzione delle attività
compreso il software

54
Viaggi e soggiorno

 DEFINIZIONE

Spese per i viaggi e soggiorni necessari per


l’esecuzione del progetto,
effettuati dallo staff.

55
Viaggi e soggiorno

Tipologie di spese di viaggio e soggiorno

Viaggi
Vitto
Alloggio

N.B. Si imputa la diaria se questa è, secondo le regole


interne, sostitutiva in tutto o in parte delle spese
effettive
56
I Costi non Eleggibli

a) Qualsiasi tributo identificabile (IVA, dazi);


b) Interessi passivi;
c) Accantonamenti per perdite o passività future;
d) Le perdite su crediti
e) Costi relativi ad altri progetti comunitari;
f) Rendimento del capitale investito
g) Debiti
h) Costi “eccessivamente elevati” o “inutili”
I) Qualsiasi costo che non soddisfa i principi di
rendicontazioni.
57
Amministrazione del
contributo

58
Amministrazione del
contributo

•Presentazione dei rapporti


•Pagamenti da parte della Commissione
•Modalità di trasferimento e allocazione

59
Presentazione dei rapporti

Il consorzio presenta un rapporto


solitamente annuale che contiene:
 una relazione periodica sulle attività contenente una
panoramica delle attività svolte dal consorzio
 report finanziari relativi alle spese effettuate
una relazione sulla ripartizione del contributo
finanziario della Comunità tra i contraenti nel periodo di
riferimento
Relazioni integrative se richieste da contratto

60
Report finanziari

i) una giustificazione delle risorse fornite da ogni contraente,


collegate alle attività svolte, motivandone la necessità;
ii) il modulo C "Scheda finanziaria" di cui all'allegato VI,
fornito da ogni contraente per il periodo di riferimento;
iii) una relazione finanziaria sintetica contenente un
riepilogo delle spese presentate
da tutti i contraenti, in forma aggregata, sulla base delle
informazioni fornite nel modulo C

61
Presentazione dei rapporti

I rapporti devono essere approvati entro


45 gg. e si intendono per approvati:
-la relazione sulle attività del consorzio
dopo 90 gg. dal ricevimento
- no le altre relazioni
Art. II.8
Contratto

62
Pagamenti

Dopo l’approvazione dei rapporti si


procede a:
 il saldo del pagamento per il periodo
precedente (soggetto ad un
possibile ex-post audit)
 il pagamento dell’anticipo fino a
85% della contribuzione della CE per i
successivi 18 mesi
63
Responsabilità dei partecipanti
ai programmi comunitari

64
Responsabilità

1. contrattuale

2. amministrativa

3. finanziaria

4. civile

5. penale
65
Obblighi delle parti
Consortium Contraenti

1. Progetto conforme al contratto 1. Esegue correttamente la sua attività

2. Accordi dei contraenti conformi al 2. Informaz. commissione tramite


contratto coordinatore

3. Informa la Commissione di 3. Informa la commissione dei dati rilevanti e


qualsiasi evento rilevante fornisce i dati da essa richiesti

4. Fornisce tutti i dati dettagliati 4. Partecipa alle riunioni riguardanti il


richiesti dalla Commissione. progetto
5. Evita l’assunzione di impegni incompatibili
conil contratto
6. Realizza il prog. nel rispetto dei pr. etici e
promuove le pari opportunità
All. II art. 3 7. Evita i conflitti di interessi con l’esecuz.
del pr.

66
Obblighi delle parti

coordinatore Commissione

1. Assicura la tempestiva costituzione 1. Controlla l’esecuzione del progetto


del consorzio
2. Effettua nei termini indicati l’esame
2. È intermediario tra la Commissione delle relazioni ed altre prestazioni
e i contraenti
3. Garantisce la riservatezza dei dati
3. Riceve i pagamenti ed effettua le ricevuti.
ripartizioni
4. Assicura una contabilità che
permette di individuare la % versata a
ciascun contraente

All. II art. 3

67
Forza maggiore

Evento imprevedibile, fortuito ed eccezionale


Rende impossibile l’esecuzione del progetto

Non c’è responsabilità per inadempimento

I costi sostenuti e ammissibili possono essere


rimborsati

Il contratto può essere sospeso o risolto


anticipatamente.
All. II art. 4
68
Responsabilità contrattuale

presupposti Violazione di norme contrattuali

1.Risoluzione del contratto


conseguenze 2. Riduzione e Rimborsi delle sovvenzioni
3. Risarcimento dei danni

All. II art. 16
69
Responsabilità contrattuale All. II art. 16

1. Risoluzione del contratto


Se il consortium non continua il progetto, la Commissione
risolve il contratto ed emetterà nei confronti del consortium
un ordine di riscossione (All. II art. 16 par. 8).

L’esecuzione del progetto rientra nella responsabilità


collettiva tecnica dei contraenti.Ciascuno è responsabile in
proporzione alla propria quota.

La risoluzione può essere evitata se il Consortium prova alla


Commissione le sue capacità tecniche necessarie alla
prosecuzione del progetto.

70
Responsabilità contrattuale All. II art. 16

1. Risoluzione del contratto

• La Commissione notifica la decisione al


coordinatore.

• La risoluzione acquista efficacia entro 45 g.


Procedura dalla notifica.
di
risoluzione • Il coordinatore notifica a sua volta ai
contraenti

• entro 45 g. dall’efficacia il contraente


presenta le
relazioni dovute.
71
Responsabilità contrattuale

2. Riduzione e restituzione della sovvenzione

• Riduzione del saldo della sovvenzione


dovuta al termine del contratto;
Modalità:

• restituzione degli importi pagati in


eccesso.

All. II art. 28 par. 5 e 6


All. II art. 31
72
Responsabilità contrattuale All. II art. 30

3. Risarcimento del danno

Presupposto: dichiarazione di spese eccessive con


conseguente ricevimento del contributo finanziario.

Calcolo del risarcimento: contr. Finanziario x (spese


dichiarate in eccesso/totale della richiesta).

Procedura: La Commissione trasmette la richiesta scritta al


contraente;
Il contraente ha 30 g. per rispondere

73
Responsabilità contrattuale

Responsabilità collettiva
finanziaria

No responsabilità collettiva finanziaria:


-Ente pubblico
-Azioni PMI

74
Responsabilità finanziaria
Presupposti:
1 false dichiarazioni o rifiuto di dichiarazioni

2.che siano stati dichiarati gravemente inadempienti nell’esecuzione


delle loro obbligazioni contrattuali nell’ambito di un precedente
appalto,

3.Si trovano in una delle seguenti situazioni:


a)Sono sottoposti ad una procedura concorsuale (fallimento, liquidazione,
amministrazione controllata, concordato preventivo…);
b)C’è stata una condanna passata in giudicato per reati che incidono sulla loro
moralità professionale
c) Errore grave in materia professionale accertato dalle amministrazioni aggiudicatrici
(frode, corruzione, partecipazione ad una organizzazione criminale, riciclaggio);
...
d)Mancato pagamento dei contributi, delle imposte e delle tasse;
e)Sentenza passata in giudicato per qualsiasi attività illecita che leda gli interessi
finanziari delle Comunità;
f)Si trovino in conflitto di interessi art. 175 reg. 2342/02
75
Responsabilità finanziaria

Sanzioni:

• Esclusione dagli appalti e dalle sovvenzioni per


max 2 anni (o 3 in caso di recidiva nei successivi 5 anni)

2. Sanzioni pecuniarie tra il 2% ed il 10% del


valore totale del contratto (dal 4% al 20% in caso
di recidiva nei successivi 5 anni).

art. 133 reg. 2342/02

76
Art. 5 Reg. 2988/95
Responsabilità amministrativa

Qualsiasi tipo di irregolarità, siano esse


intenzionali
Presupposti: o causate da negligenza.

1. Pagamento di una sanzione amministrativa


2. versamento di un importo superiore alle somme
indebitamente percepite
Sanzioni: 3. privazione di un vantaggio concesso
4. esclusione o revoca di un vantaggio per un
periodo. successivo a quello dell’irregolarità
5. revoca temporanea di un’autorizzazione
6. perdita di una garanzia o cauzione
7. altre sanzioni di carattere esclusivamente
economiche.

Procedura: Stabilita dagli Stati membri


77
Responsabilità civile e penale

Stabilita dagli ordinamenti nazionali

Italia:
-Art. 2043 ss. c.c.: Fatti illeciti

-Artt. 640 e 640-bis c.p.: Truffa

-Art. 316-bis c.p.: Malversazione

78