Sei sulla pagina 1di 26

Grammatica della lingua italiana

Sostantivi in O e in A
Maschile: Normalmente i sostantivi in O sono maschile. Il plurale dei sostantivi in o I. Es: Libro Libri Ragazzo Ragazzi Tavolo - Tavoli
Maschile
Femminile

Femminile: Normalmente i sostantivi in A sono femminili. Il plurale dei sostantivi in a E. Es: Penna Penne Ragazza Ragazze Pizza - Pizze
Singolare Plurale

-o
-a

-i
-e

Sostantivi in E
I sostantivi in e sono maschile o femminile
Generalmente sono maschile : a) I sostantivi che indicano uomini b) I sostantivi in ORE Es: Ristorante Ristoranti Fiore - Fiori
Singolare Maschile Femminile -e Plurale -i

Generalame sono femmeinile: a) I sostantivi che indicano donne b) I sostantivi in zione; -sione; - gione Es: Madre Madri Moglie Mogli Stazione Stazioni Televisione Televisioni Stagione - Stagioni

Altri sostantivi

Esempio

I sustantivi in t e t sono femminili e con plurale invariable.


Pochi suntantivi femminili finiscono in o; questi hanno spesso il plurale invariable. Alcuni sostantivi in si sono femminili; questi sostantivi hanno il plurale invariable. Normalmente i sostantivi stranieri che finiscono in consonante sono maschili e con plurale invariable. Ci sono alcuni sostantivi maschili in a; questi hanno spesso il plurale in i. I sostantivi in ista possono essere maschili e femminili. Il plurale doppio: a) i se maschile / b) e se femminile. Normalmente i sostnativi in io al plurale hanno una sola i.

Citt Citt / Giovent - Giovent


Radio Radio / Moto Moto / Foto - Foto Crisi Crisi / Analisi Analisi / Tesi - Tesi Autobus Autobus / Bar - Bar Problema Problemi / Poeta Poeta / Cinema(tografo) Cinema(tografi) Farmacista > Framacisti/Farmaciste Giornalaio Giornalai / Orologio - Orologi

Alcuni sostantivi maschili in co e -go formail plurale in: chi e ghi. Tedesco Tedeschi / Albergo - Alberghi Altri sostantivi maschili in co e go formano il plurale in: -ci e gi. I sostantivi in ca e ga al plurale hanno una hI sostantivi in cia e gia, se preceduta da consonante perdono la ial plurale, se preceduti da vocale mantengono la i- al plurale. Il plurale del sostantivo uomo uomini Amico Amici / Psicologo - Psicologi Amica Amiche / Collega - Colleche Arancia Arance / Camicia Camicie Uomo Uomini

Altri sostantivi Il sostantivi maschile uovo,ha un plurale irregolare e femminile: uova. Uovo(m) Uova(f)

Esempio

Mano>mani un sostantivi femminile


I sostantivi maschili che indicano parti del corpo come braccio,gionocchio,dito e labbro, hanno il plurale femminile in -a

Mano Mani
Braccio Braccia / Gianocchio Gianocchia / Dito Dita / Labbro Labbra

Articolo Determinativo Ci sono due articoli determinativi maschili: il > i e lo > gli. Normalmente con parole maschili che iniziano con consonante usiamo larticolo il > i. Usiamo larticolo lo > gli con sostantivi maschili che cominciamo con: a) s + consonante; b) Z-; c) p + s; d) Y-; e)vocale (in questo caso larticolo lo perde la vocale o e diventa l) Larticolo determinativo femminile la > le. Larticolo la perde la vocale a e diventa l prima di sostantivi femminile singolari che cominciano con vocale

Esempio Il treno i treni / Lo spettacolo Gli spettacoli Il suono i suoni / il ristorante i ristoranti Lo studente gli studenti / lo zaino gli zaini / Lo psicologo gli psicologi / lo yogurt gli yogurt / Lamico gli amici / La donna le donne / la ragazza le ragazze Lamica le amiche / Litaliana le italiane / Lore le ore

Articolo Indeterminativo

Esempio

Ci sono due alticoli indeterminativi maschili: un e uno.


Usiamo un con la maggior parte dei sostantivi maschili. Usiamo uno con sostantivi maschili che cominciano con: a) s + consonante; b) z-; c) p + s; d) y-. Larticolo indeterminativo femminile una.

Un treno / uno spettacolo


Un suono / un amico / un albergo Uno studente / uno zaino / uno psicologo / uno yacht Una madre / una pensione

Usiamo un con sostantivi femminili che cominciano con vocale.

Unitaliana / unora

Articolo Determinatico Maschile: il > i ; lo/ l > gli Femminile: la/l > le

Articolo indeterminativo Maschile: un / uno Femminile: una / un

Aggetivo Qualificativo
I Gruppo:

Gli aggetivi del I gruppo hanno quatro terminazione:


Maschile singolare: -o Maschile plurale: -i

2 Gruppo Gli aggetivi del 2 gruppo hanno due termianzioni (il maschile e femminile sono uguali): M/F singolare: -e M/F plurale: -i

Femminile Singolare: -a
Femminile Plurale: -e Es: Lalbergo caro > gli alberghi cari

La macchina cara > le macchine care

Es: Lalbergo grande > gli alberghi grandi La macchina grande > le macchine grani Il libro interessante > i libri interessanti il treno veloce > i treni veloci Lareo inglese > gli aerei inglesi

Aggetivo Qualificativo
Maschile Femminile

1 grupo
-o > -i -a > -e

2 gruppo
-e > -i -e > -i

Preposizioni di luogo
Normalmentela preposizione di luogo a si usa con i nomi di:

- Citt
- Isole piccole Es: Domani vado a Palermo.

Di solito facciamo le vacanze a Capri.

Normalmente la preposizione di luogo in si usa con i nomi di: - Nazioni - Regioni - Continenti - Isole grandi Es: Parigi in Francia. La montagna in Calabria molto bello. Lanno prossimo voglio andar in Africa. Sandro abita in Corsica.

Normalmente la preposizione di luogo da si usa con i : - Nomi di persona - Pronomi di persona Es: Vieni da Marco stasera? Domani c una festa da me.

Normalmente la preposizione di luogo per si usa con i verbi: - Partire - Passare Es: Quando parti per Vienna? Se vado a Torino passo per Genova.

Altre espressioni di luogo molto usate sono: - Essere di - Tornare da - Venire da - Vicino a - Lontano da

Es: Sono di Bari ma abito allestero. Alberto torna da Ischia sabato prossimo. Questo regalo viene da Parigi. Luniversit vicino a casa mia. Anna vive lontano da Roma.

Possessivi
I pronomi possessivi mio, tuo, suo, nostro, vostro, loro hanno 4 terminazioni come gli aggettivi del 1 grupo. Es: I possessivi concordano sempre con el nome a cui si riferiscono. Es: Conosci Susanna Tamaro? S, sto leggendo il suo ultimo libro. Carlo siciliano. La sua famiglia viene da Catania. I possessivi hanno quasi sempre larticolo determinativo. Es: Signore, posso vedere il suo passaporto? Il nostro giardino confina con il volstro.
MASCHILE SINGOLARE PLURALE

Il pronome e aggettivo possessivo loro invariable. Es: I ragazzi vengono alla desta con le loro fidanzate. Questa la loro casa.

El mio professore molto simptico.


Non Voglio spendere i miei soldi. Questa la mia casa. Le mie amiche sono americane.

FEMMINILE SINGOLARE PLURALE

Il mio Il tuo Il suo Il nostro Il vostro Il loro

I miei I tuoi I suoi I nostri I vostri I loro

La mia La tua La sua La nostra la vostra La loro

Le mie Le tue Le sue Le nostre Le vostre Le loro

Possessivi e Articoli
Normalmente non usiamo mai larticolo prima di aggetivi possessivi che si riferiscono a sostantivi singolari che indicano persone della familia: padre, madre, nonno, nonna, zio, zia, fratello, sorella, cugino, cugina, ecc.
Es: Mio marito albanese. Tua sorella nono viene con noi. Signora Rossi, suo figlio tornato? Nostra nipote va alluniversit. Vostro zio in America?

Usiamo larticolo con: a) I nomi de familia al plurale: genitori, filgi, filgie, nipoti,mariti, mogli, ecc. b) I nomi de familia determiantivi: nonna materna, zio de Napoli, ecc. c) I nomi di familia colloquiali: pap, mamma, ecc. d) I nomi di familia alterativi: sorellina, fratellino,cuginetto, ecc. e) Laggetivo passessivo loro (singolare e plurale). Es: I miei genitori sono in pensione. i suoi figli vivono lontano. La sua nonna materna di Roma. Il mio zio de Napoli arriba domani. Ciao Anna! Dov il tuoi pap? La nostra mamma non lavora. La tua sorellina va a scuola? Il mio cuginetto ha 3 anni. Il loro fratello ha tre anni. I loro fratelli sono ingegneri.

Essere e Avere
ESSERE:
Sono stanco. Sei a csa oggi? Signor Rosi, lei umbro? Siamo in ritardo. Siete stressati? I libri sono a scuola. Io Tu Lui/Lei Noi Voi Loro ESSERE Sono Sei Siamo Siete Sono AVERE Ho Hai Ha Abbiamo Avete Hanno

AVERE Ho fame! Quanti anni hai? Abbiamo sempre sonno. Avete fretta? Sandro e Pia hanno paura

C (singulare) / CI SONO (plurale) - si unsa per ondicare la presenza di oggetti o persone in un posto

Presente dei verbi regolari


Verbi in are:

Io (comprare) compro
Tu (parlare) parli Lui/Lei (giocare) gioca Noi (lavorare) lavoriamo Voi (ascoltare) ascoltate Loro (suonare) suonano

Verbi in ere Io (vedere) vedo Tu (chiudere) chuidi Lui/Lei (scrivere) scrive Noi (mettere) mettiamo Voi (leggere) leggete Loro (rispondere) rispondono

Verbi in ire (A) Io (partire) parto Tu (dormire) dormi Lui/Lei (sentire) sente Noi (aprire) apriamo Voi (offire) offirite Loro (seguire) seguono

Verbi in ire (B) Io (capire) capisco Tu (capire) capisci Lui/Lei (finire) finisce Noi (pulire) pluiamo Voi (preferire) preferite Loro (costruire) costruiscono

-ARE IO TU LUI/LEI NOI VOI LORO -O -I -A -IAMO -ATE -ANO

-ERE -O -I -E -IAMO -ETE -ONO

-IRE (A) -O -I -E -IAMO -ITE -ONO

-IRE (B) -ISC-O -ISC-I -ISC-E -IAMO -ITE -ISC-ONO

Verbi modali e Verbo SAPERE


I verbi modali volere, potere e il verbo sapere hanno il presente irregolari: Es: - Voglio in po di silenzo! - Sandro deve fare la dieta. - Non puoi venire al parco. - No so guidare la macchina. Vogliere Io Tu Lui/Lei Noi Voi Loro Voglio Vuoi Vuole Vogliamo Voglete Vogliono Potere Posso Puoi Pu Posiamo Potete Possono Dovere Devo Devi Deve Doviamo Dovete Devono Sapere So Sai Sa Sappiamo Sapete Sanno Normalmente i verbi modali volere,dovere e potere sono seguiti da infinito: Es: - Volgio mangare un po. - Devo cambiare i soldi. - Posso fumare? SAPERE normalmente significa: avere labilit di fare una cosa. Es: - Non so giocare a tennis. POTERe di solito significa: avere la capacit fisica di fare una cosa o avere el permesso di fare una cosa. Es: - Oggi non posso giocare a tennis.

Altri verbi con presente irregolari


Salire Uscire Esco Esci Esce Usciamo Uscite Escono Riuscire Riesco Riesci Riesce Riusciam o Riuscite Riescono Morire Muoio Muori Muore Muriamo Murite Muoiono Dire Dico Dici Dice Diciamo Dicite Dicono Venire Vengo Vieni Viene Veniamo Venite Vengono

Io
Andare Io Tu Lui/Lei Noi Voi loro Vado Vai Va Andiamo Andate Vanno Bere Dare Do Dai Da Diamo Date Donno Scegliere Scelgo Scegli Sceglie Scegliamo Scegliete Scelgono Fare Faccio Fai Fa Facciamo Fate Fanno Sedere Siedo Siedi Siede Sediamo Sedete Siedono Stare Sto Stai Sta Stiamo State Stanno Tenere Tengo Tieni Tiene Teniamo Tenete Tengono Rimanere Rimango Rimani Rimane Rimaniamo Rimanete rimangono Lui/Lei Noi Voi Loro Tu

Salgo Sali Sale Saliamo Salite Salgono

Io
Tu Lui/Lei Noi Voi loro

Bevo Bevi Beve Beviamo Bevete Bevono

Forma di cortesia
Per la forma di cortesia usiamo LEI (3 persona singolare femminile). Il verbi quindi la 3 persona singolare. - FORMA INFORMALE: -Scusa, sei il fratello di Mario? - FORMA DI CORTESIA: -Scusi, lei il fratello do Mario? -FORMA INFORMALE: -Giovanni, a che ora pensi di partire? -FORMA DI CORTESIA: -Signor Tesi, a che ora pensa di partire? Qualque volta, in situazioni molto formali, per la forma di cortesia plurale usiamo LORO (3persona plurale). - Buonasera Signori, cosa bevono? Spesso per la forma de cortesia usiama VOI (2 persona plurale). - Buonasera signorina, cosa bevete?

Presente Progressivo (stare + gerundio)


Il presente progressivo si forma con il presente del verbo stare + il gerundio. Il gerundi si forma dallinfinitivo del verbo. Le preminazione del gerundio cono: - are > -ando - ere > endo - ire > endo Es: Fai silenzio, sto ascoltando la radio. Isa sta mentendo i paiti sulla tavola. La lezione sta finendo. Es: I ragazzi stanno bevendo il vino. Piero sta facendo la doccia. Cosa sta dicendo? Non capisco. C troppo rumore. Alcuni verbi farmano il gerundiodalla prima persona del presente: Bevo > bevendo Faccio > facendo Dico > dicendo

Il presente progressivo si usa per espremere unazione che accade nel momento in cui la persona parla. Es: Presente: di solito telefono a mia madre ogni settimana. Presente progressivo: sto telefonando a mia madre (in questo momento).

Verbi riflessivi e reciproci


I verbi riflessivi descrivono unazione del soggeto su se stesso o che lo riguarda personalmente. Con i verbi riflessivi si usano i pronomi riflessivi: mi, ti, si, ci, vi, si. Es: - Mi lavo le mani con il sapone. - Come ti chiami? - Anna si trucca e esce per incontrate gli amici. I verbi reciprici descrivono unazione che si svolgle tra due o pi persone. La forma di cuesti verbi iguale a quella dei vervi riflessivi. - Mara e carlo si vedono ogni sabato. (Marta vede a Calro e Carlo vede a Marta). - Io e Claudia ci sposiamo a luglio. (Io sposo a Claudia e Cladia sposa a me).

- Putroppo mi alzo sempre alle 3:30. Sono un panettiere.


- Bruno si sente un po male oggi.

Quasi tutti verbi italiani possono avere una forma riflessiva o reciproca. - Lavorare: Marco lava la macchina. - Lavarsi (riflessivo): Marco si lava con il sapone. - Amare: Marco ama Giulia. - Amarsi (reciproci): Marco e Giuli si amano

Quando c un verbo modale o fraseologico (potere, sapere, volere, dovere, comininciare a, stare per, stare + gerundio, finire di) + linfinitivo di un verbo riflessivi o reciproco, il pronome pu andare prima del verbo o dopo linfinitivo.

Es: - Domani mi devo alzare presto. - Domani devo alzarmi presto. - Ti vuoi sedere qui? - Voui sedeti qui?

Principale verbi riflessivi e reciproci


Abbracciarsi Abituarsi Alzarsi Amarsi Annoiarsi Arrabiarsi Baciarsi Chiamarsi Comportarsi Conoscersi Dimenticarsi di divertirsi Farsi Impegnarsi Innamorarsi Interessarsi Lamentarsi Mettersi Pettinarsi Preoccuparsi radersi Rilassarsi Sedersi Spazzolarsi Svegliarsi Trovarsi Truccarsi Vergognarsi Vestirsi

Forma impersonale
La forma informale esprime azioni generali, comuni a molte persone. - A Natale si mangia sempre troppo.(in generale tutti a Natale mangiano troppo). - Deste si beve pi che dinverno. (Destate la gente beve pi che diverno). Per fare la impersonale usiamo: si + verbo (3 persona singolare). - Da Roma a Milano si fa prima con el treno che con la macchina. Con i verbi essere e diventare usiamo gli aggetivi al plurale. - Quando si nervosi dificile dormire. - Se si mangia troppo si diventa grassi

Forma Impersonale Si + verbo (3 persona singolare) Si+ essere/diventare (3 persona singolare) + aggetivo plurale

Aggetivi dimostrativi: Questo e Quello


Questo si usa per indicare una persona o una cosa vicina a chi parla. SINGOLARE MASCHILE FEMMINILE Davanti a consonate Questo SINGOLARE Davanti a vocale Quest PLURALE Questi Questi

Davanti a consonante Davanti a volcale Questa Quest SINGOLARE

PLURALE Quei Quegli

Quello si usa pero indicare una persona o una cosa lontana da chi parla. Quello, quando aggetivo, si comporta come larticolo determinativo e laggetivo bello.

MASCHILE Davanti a consonate Davanti s + consonate, z, ps, gn, x. Quel Quello

Davanti a vocale
FEMMINILE Davanti a consonante Davanti a vocale

Quell
Quella Quell

Quegli
Quelle Quelle

Il pasato prossimo si forma con:

presente de AVERE/ESSERE + participio pasato del verbo


Questa mattina ho telefonato a mia madre. Paolo uscito con gli amici AVERE: Il participio pasato si firma cos: Verbi in are > paritcipio pasato ato

Pasato Prossimo
ESSERE Il participio pasato dei verbi con essere si comporta come un aggettivo con 4 terminazioni ( -o, -a, -i, -e) e concorda con il soggeto del verbo. Il pasato prossimo si forma cos: a) Verbi movimiento: ANDARE, TORNARE, VENIRE, PARTIRE, ARIVARE, SALIRE, SCERE, USCIRE, ENTRARE, RITORNARE, RIMANERE, RESTARE.

Verbi in ere > participio pasato uto*


Verbi in ire > participio pasato ito Es: Mangiare > Ieri sera abbiamo mangiato veramente bene! Conoscere > Alla festa ho conosciuto il fratello di Alessandro. Finire > Ornella e Titti hanno finito le vacanze.

b) Verbi di condizione: NASCERE, MORIRE, SUCCDERE, AVVENIRE, PIACERE, DISPIACERE, DIVENTARE, OCCOPIRE, ESSRE, STARE.
c) Tutti iverbi riflessivi. Es: Franco andato via. Ennio e Frano sono andati via. Francesca andata via. Fracesca e Lilli sono andate via.

Forma Impersonale
La forma impersonale esprime azioni generali, comuni a molte persone Per fare la forma impersonale usiamo: si + verbo (3 persona singolare). Con i verbi essere e diventare usiamo gli aggettivi al plurale. Es: Se si mangia troppo si diventa grassi. Quando si nervoi difficile dormire.

Es:
A Natale si mangia sempre troppo. Destate si beve pi che dinverno.

Es: Da Roma a Milano si fa prima con il treno che con la macchina.

Forma Impersonale Si + verbo (3 persona singolare) Si + essere/diventare (3 persona singolare) + aggettivi plurale

Forma Impersonale dei Verbo riflessiv


La forma impersonale del verbo riflessivo : Ci + si + verbo (3 persona singolare) Sporsarsi ci si sposa Divertirsi ci si diverte ES: Quando si stanchi e stressati ci si deve rilassare un po. In Italia ci si sposa sempre pi tardi. Quando non ci si ama pi ci si separa. O no?

La forma impersonale del verbo riflessivo:


ci + si + verbo (3 persona singolare)

Usimao i pronomi diretti per sosotituire un oggetto dirertto (senza preposizione). I pronomi diretti si usa sempre prima del verbo. Es: Usi il computer per lavoro? S, lo usi spesso (lo=il computer). Mi ammi? (mi = me).

Pronomi Diretti
Con la forma de cortesia si usa il pronome diretto di 3 persona femmenile la. Il pronome diretto pu sostituire anche una frase. Es: Dov la scuola? Non lo so (lo = dov la scuola).

Es:
Signora, la chiamo domani (la = lei).

Quando c un verbo modale o fraseologico (poter, volare, dovere, sapere, sapere, cominciare a, stare per, stare + ferundio, finire di) + linfinitivo, il pronome diretto pu andare orima del verbo o dopo linfinitivo. Es: Ho comprato unauto nuova. La vuoi vedere? Ho comprato unauto nuova. Vuoi vedela? Singolare 1 persona 2 persona 3 persona maschile 3 persona femmenile Mi Ti Lo La (la) Plurale Ci Vi Li le

Qualche volta si usa il pronome diretto insime alloggetto diretto. una forma enfatica, che d pi rilievo alloggetto. Es: Il biglietto? Lo compro domani. Sandra, la chiamo pi tardi.

I Pronomi Diretti con il verbo AVERE


Nella lungua parlata la particella ci su usa spesso nella risposta ad una domanda con il verbo avere. In questo caso ce. Es: Scusi segnora, ha il passaporto? S, ce lho. Hai un po di soldi? No, non ce li ho.
Part. Loc. CI Pron. Dir. Pron. Com.

Particella ne con significato partitivo


Di solito la particella ne si usa per esprimere quantit, numeri o quantit negative (niente, nessuno,ecc.). In questo caso ne detto pronome partitivo es si comporta come un pronome diretto. Es: Vupi ancora della torta? Grazie, ne prendo ancora un po.

LO CI + LA LI LE =

CE LO CE LA CE LI CE LE

Belle quelle mele*, ne prendo due chili. (ne = di mele) Con tutto/a/i/e non si usa la particella ne (solo si usa cuando non totalit) ma i pronimi diretti lo,la,li,le. Es: Quanti panini vuoi? Li voglio tutti / Ne voglio due. *mele: manzanas

La particella ci e ne forma il promomen combinato ce ne. Es: Quianti libri ha messi nella borsa? Ce ne ho messi 3.

Particella locativa ci con significato locativo

Spesso usimao la particella ci per non ripetere un luogo di cui abbiamo gi parlato.Questo il ci locativo. Es: Vai al cinema? S, ci vado (ci = al cinema). Sei stato in Sicilia? No, non ci sono mai statto. (ci = in Sicilia).

La particella ci si usa sempre prima del verbo. Es: Quando vai a Milano? Ci vado domani.