Sei sulla pagina 1di 44

Ret e NO C en tr ale

vedi anc he su sito :


www .citt adinanza ttiva pug lia.it

non è centr al e
la centr ale… .
ma il LAVORO
“ UN’ALLEANZA PER
IL LAVORO A SAN
SEVERO “
dalla preoccupazione di vincere,
alla priorità di convincere

dalla preoccupazione del leader,


alla priorità delle cose da fare

dalla crisi come problema,


alla crisi come opportunità

dalle appartenenze escludenti,


alle aperture includenti

un’alleanza per il lavoro per la Giustizia sociale, che


sappia cogliere le opportunità offerte dalla tutela dei
beni comuni, dall’approvvigionamento e dal
risparmio energetico, dalla valorizzazione e
ripopolamento delle nostre campagne, da una
mobilità intelligente, dai servizi sociali, dalla
connettività,dal consumo critico, per creare posti di
lavoro e una “sobrietà felice”
SOTTOSCRIVIAMO TUTTI IL PROGRAMMA!
Questo programma intende ribadire il NO
netto alla Centrale termoelettrica e
all’occupazione malavitosa-affaristica del
territorio, costruendo un’alleanza per il
lavoro
e pertanto va sottoscritto dai cittadini e da
quanti intendono candidarsi per realizzarlo,
non sulla base di una mera delega, bensì
riconoscendo e valorizzando competenze
(diritti e doveri), poteri e responsabilità a
quanti da anni o comunque intendano farlo
anche da ora, sono impegnati , a partire dalla
loro condizione e ruolo attuali, a lottare per il
cambiamento,con particolare riguardo a chi
sta in difficoltà, è sfruttato ed emarginato
dalla relazioni sociali e produttive.
http://www.youtube.com/watch?v=yZe5Y2cGAw0
“ Per uscire della crisi climatica e finanziaria bisogna puntare
sul risparmio e l’efficienza energetica. Pensiamo alle
centinaia di migliaia di posti di lavoro che si possono creare
ristrutturando secondo i canoni di efficienza e risparmio
energetico gli edifici privati e pubblici. Secondo un recente
lavoro del Peterson Institute, spendendo 10 miliardi di
dollari (7,9 miliardi di euro) per isolare termicamente le
abitazioni USA, potremmo creare più di 100.000 posti di
lavoro tra il 2009 e il 2011, portando un beneficio
duraturo all’economia stimato da 1,4 a 3 miliardi di dollari
tra il 2012 e il 2020.
Accanto allo sviluppo delle nuove tecnologie e delle fonti
rinnovabili attraverso una economia sempre a minor impatto
di anidride carbonica e fumi inquinanti, occorre porre
l’obiettivo di “rifiuti zero”, cioè programmi che prevedano il
riciclo totale dei materiali e la non produzione di rifiuti. Una
via intrapresa da grandi metropoli della California che
può portare benefici economici, lavorativi, ambientali.”
(Joe Stiglitz, premio Nobel per l'economia)
sole
Il Comune finanzia l’installazione di pannelli fotovoltaici su tutte le abitazioni
della città, su tutti gli edifici pubblici utilizzando il Conto Energia al fine di
giungere ad una produzione di 80 Mw ;nel contempo il Comune inserisce nel
Piano energetico comunale il divieto di impianti solari nelle campagne, che
sottraggono di fatto territorio e opportunità all’agricoltura, dequalificandola e
svendendola

Stante la non rischiosità dell’operazione (Conto Energia) le Banche concedono il


finanziamento;

il Comune per 20 anni incamera l’incentivo del GSE (guadagnandoci tra l’altro
essendo la percentuale ricevuta superiore a quella dell’interesse da versare alle
banche);

i cittadini – che non sostengono alcuna spesa – dimezzano la bolletta elettrica e alla
fine dei venti anni diventano proprietari dell’impianto;

Essendoci la previsione di installazione di circa 400.000 moduli fotovoltaici, il


Comune con Associazione industriali (utilizzando anche Fondi Europei) favorisce
la nascita di una fabbrica di produzione di moduli fotovoltaici a San Severo
Posti di lavoro

100 installatori e manutentori


+
altri posti non quantificabili nell’indotto
(ingegneri, muratori, …)
+
20 operai impiegati in fabbrica di
produzione moduli
Vantaggi

questa politica renderebbe insensata l’idea della


costruzione della centrale termoelettrica a San Severo (e
quindi i relativi costi ambientali, economici, di salute, di
lavoro in agricoltura perso che si dovrebbero sostenere)

eliminazione di ogni impatto ambientale (la produzione di


energia dal sole è a costo 0 per l’ambiente)

i cittadini diventano proprietari di un impianto di produzione


fotovoltaica a costo 0 e dimezzano la loro bolletta
elettrica

il Comune ha un vantaggio economico


rifiuti zero
Il Comune adotta la modalità di raccolta rifiuti
“porta a porta” (con adozione di forme di
incentivazione economica per cittadini “virtuosi”)
in vista dell’obiettivo rifiuti zero
(vedi Paul Connett su www.cittadinanzattivapuglia.it);

Il Comune si fa promotore della nascita di un


servizio di recupero e trasformazione degli inerti
(il materiale verrà poi utilizzato dalla fabbrica di
produzione di materiali per la bioedilizia)

Il Comune si fa promotore della nascita di un


servizio di recupero e trasformazione di prodotti
elettronici (computer dismessi), di smaltimento
di elettrodomestici …
 Compostaggio: trattamento della frazione
organica (umido) trasformandola in concime
naturale

 Riciclaggio: I materiali riciclabili sono tutti i rifiuti


che possono venire riutilizzati per produrre nuovi
oggetti uguali allo scarto (vetro, carta, …)
oppure utilizzati per produrre nuovi materiali
(legno, tessuti, …).

 Frazione residua: minimizzarla con Iniziative di


riduzione rifiuti; Riuso, riparazione e de-
costruzione; Incentivi Economici
Sostenibilita’

Rifiuti Zero

Porta
A Porta
Educazione
Agricoltura
alla sostenibilità
sostenibile

Architettura
Progettazione sostenibile
industriale &
occupazione
sostenibile
Rifiuti Zero 2020

Energia
sostenibile
Sviluppo Sviluppo
della comunità economico
sostenibile
Po rta a Porta

 Si risparmia
 Crea lavoro
 E’ piu’ conveniente per I cittadini
 Scompaiano le campane e I
contenitorri dalle strade
 E’ piu’ attraente per il turismo
Novara (popolazione = 100,000) hanno
raggiunto il 70%
in soli 18 mesi !

Provincia di Napoli
San Sebastiano al Vesuvio > 70%
Volla > 70%
Meta di Sorrento > 70%
Vico Equense > 70%
Sorrento > 70%
Quartiere Colli Aminei = 73% (in tre mesi)
Posti di lavoro

Almeno 20 per la raccolta “porta a porta” in


aggiunta a quelli già operanti nella ditta
assegnataria dell’appalto
+
10 per recupero e trasformazione “rifiuti”
+
numero imprecisato per indotto da strategia
“rifiuti zero”
Vantaggi

Aumento dei rifiuti riciclabili, riduzione


tassa su rifiuti, oltre a riduzione e
pressoché azzeramento dell’impatto
ambientale;

abbattimento dei costi sostenuti dal Comune


per la bonifica delle periferie invase dagli
scarichi degli inerti e di altro materiale di
risulta
servizi
Il Comune organizza gruppi di cittadini, dislocati nei quartieri della
città, aventi funzione di: servizio di informazione (sul risparmio
energetico, sui servizi di pubblica utilità), di tutela integrata,
conciliazione (risoluzione di piccoli conflitti locali), vigilanza sulla
tutela dei beni comuni (spazi pubblici, verde attrezzato)

Il Comune istituisce un gruppo di lavoro per l’uso dei fondi


strutturali europei e dei fondi aree sottoutilizzate (FAS) finalizzati
alla ricerca e all’innovazione per la competitività, all’ambiente e
all’energia, all’edilizia scolastica, alla governance

Il Comune assicura l’atuazione del comma 461 della legge


finanziaria 2008, ovvero la partecipazione, la valutazione civica , il
governo condiviso dei servizi pubblici e di pubblica utilità, a gestione
diretta o in appalto

Il Comune si impegna alla internalizzazione dei servizi pubblici,


ancorchè oggi già appaltati, investendo sulla partecipazione e sulla
gestione sociale degli stessi, favorendo l’esercizio di diritti, dpveri,
poteri e responsabilità a tutti i livelli.
50 posti di lavoro
+ altri derivanti dalla internalizzazione dei
servizi appaltati
+
Vantaggi derivanti da:
abbattimento dei costi sostenuti dalla
collettività e dai singoli per arginare
fenomeni di vandalismo, di conflittualità
locali, di sprechi

recupero fondi europei


Casa, scuola, sicurezza
Il Comune organizza:

un piano sicurezza degli edifici scolastici con conseguenti


adeguamenti previsti dalla normativa vigente utilizzando i fondi ad
hoc;

un piano di “rottamazione” degli edifici a rischio, integrando


l’obiettivo sicurezza con quello di bioedilizia sostenibile
energeticamente

Il Comune modifica il regolamento edilizio affinché le nuove costruzioni


siano caratterizzate da scelte ispirate alla bioedilizia;

Il Comune incentiva economicamente le i ristrutturazioni edilizie


ispirate ai criteri di bioedilizia

Il Comune approva la mappa dei colori con conseguemente


aumento della domanda di adeguamento delle abitazioni,
incentivate economicamente;

Nell’ottica della creazione di una “filiera ecologica”, il Comune


favorisce la creazione di una fabbrica di materiali per la bioedilizia
Posti di lavoro

quantità definibile in centinaia di muratori e


altre professioni e mestieri dell’indotto per
le ristrutturazioni e adeguamenti alle
nuove disposizioni, nonché per la
manutenzione
+
15 operai per fabbrica materiali bioedilizia
Vantaggi

a fronte di un investimento maggiore iniziale, i cittadini nel


tempo risparmiano in una casa costruita con criteri di
bioedilizia (abbattimento costi riscaldamento,
condizionamento dell’aria, consumi di acqua, energia
elettrica…)

migliore vivibilità degli studenti negli istituti scolastici con


relative conseguenze sul successo formativo, nonché
sicurezza degli edifici in una realtà a grave rischio
sismico;

progressivo azzeramento del fenomeno del pendolarismo


settimanale di operai edili costretti a uscire dal proprio
territorio migrando fuori Regione per trovare il lavoro, di
fatto con gravi traumi sulle relazioni umane e familiari
cibo
Il Comune favorisce un progetto di conversione ad
agricoltura biodinamica di campagne di proprietà di
produttori disponibili (come scelta simbolica ad es. le
terre di Ratino dove si vorrebbe costruire una centrale
termoelettrica ) al fine di approvvigionare i G.A.S. (gruppi
di acquisto solidali) della città.;

si potrebbe raggiungere facilmente l’obiettivo di 1000


famiglie che settimanalmente si forniscono direttamente
dal produttore (o in un locale messo a disposizione dal
Comune nella città);

effetti: cibo sicuro e a prezzo controllato per i consumatori;


km 0 e quindi abbattimento dei costi ambientali per il
trasporto delle merci; prezzi più alti per i produttori e
sicurezza nella collocazione sul mercato del prodotto
essendo costante la richiesta dei G.A.S.
Posti di lavoro
50 lavoratori nelle campagne

Vantaggi:
Abbattimento costi di trasporto; risparmi per
i consumatori; risparmio sui costi per
patologie da inquinamento dei cibi
campagna
Il Comune favorisce la valorizzazione e il ripopolamento della
campagna circostante la città incentivando:

politiche agricole in grado di fare filiera tra produzioni locali,


trasformazione, conservazione, vendita tramite anche
Gruppi di acquisto solidali (G.A.S.), valorizzando i
prodotti tipici locali, investendo sul “ Kilometro zero”
(produzione e utilizzo di prodotti locali), evitando
l’inquinamento indotto da comportamenti individuali e
dall’uso di prodotti che fanno centinaia, migliaia di
chilometri per arrivare sulla nostra tavola, con il
connesso grave inquinamento da traffico legato alla
mobilità e al trasporto

politiche per il tempo libero finalizzate al godimento di


questo straordinario bene (agriturismo)

percorsi didattici per gli studenti delle scuole della città,


valorizzando e utilizzando i lavoratori agricoli, per la loro
riconosciuta competenza ed esperienza
Posti di lavoro

10 operatori nell’agriturismo , almeno altrettanti tra


lavoratori agricoli e altre professioni connesse

Vantaggi:
Aumento del benessere collettivo per la possibilità
di fruizione di un bene attualmente poco
godibile;
recupero delle tradizioni e del senso della nostra
identità;
maggior attaccamento al nostro territorio
Beni comuni
Il Comune favorisce l’aumento degli spazi comuni nei
quartieri della città (verde attrezzato) favorendo le
possibilità di gioco dei bambini, di incontro per gli adulti,
di attività sportive con conseguente aumento del
benessere collettivo
Il Comune adotta un Piano di utilizzo dei beni immobili
e delle risorse comunque a destinazione pubblica
(Scuole, Servizi socio-sanitari etc..) che ne consenta
la fruizione anche 24 ore su 24 per esigenze individuate
tramite metodo partecipato e con le finalità vincolate alla
prevenzione, promozione della qualità della vita e delle
relazioni, dell’accoglienza, della inclusione sociale, della
giustizia sociale.
Il Comune realizza un piano traffico teso a:
disincentivare l’uso dei mezzi propri e favorire l’uso di
mezzi pubblici non inquinanti; porre al centro il cittadino
con i suoi bisogni e non quelli dell’auto
Posti di lavoro
quantità non definibile di muratori ,
giardinieri, animatori ed altre attività
connesse
Vantaggi:
-abbattimento costi per i cittadini per
soddisfacimento di tali bisogni altrove;
-aumento delle possibilità d’incontro e di vita
negli spazi comuni togliendo tale possibilità
a soggetti delinquenziali;
-aumento della sicurezza nei quartieri;
-mobilità nella città a misura d’uomo
acqua
PREMESSA
Il Comune partecipa alla battaglia per la
pubblicizzazione del servizio idrico.

il Comune in collaborazione con AQP diffonde i riduttori di


flusso tra i cittadini con conseguente risparmio di almeno
il 10% dell’acqua;

il Comune crea la figura degli Acquabusters per ridurre lo


spreco di acqua (oltre che ai nostri rubinetti, bisogna
pensare anche alle tubature, dove in Italia se ne spreca
tanta, troppa, fino al 40% di quella prelevata alla
sorgente) che muniti di uno strumento con sensori
acustici individuano le perdite per sostituire le tubature
Posti di lavoro

5 Acquabusters

Vantaggi:
utlizzo razionale dell’acqua con
conseguente risparmio di questo bene
comune fondamentale
Dalla sanità alla
salute, alla tutela
ambientale
Ridurre la “mobilità passiva” (cittadini malati che si fanno
curare fuori sede) riqualificando i servizi, puntando sulla
prevenzione,sulla tutela ambientale, sulla continuità
assistenziale, sulle Case della Salute, riducendo la spesa
per prestazioni che oggi vanno fuori provincia e fuori
Regione, incidendo sulle tasche dei sanseveresi e dei
pugliesi

Puntare sui servizi territoriali , reinvestendo i risparmi -


derivanti dalla riduzione della mobilità passiva - in servizi di
prevenzione al posto di intervenire a valle dei problemi, non
incidendo, così, sui rischi e le cause delle malattie

Si persegue la salute e non la mera cura di malattie invece


prevenibili lottando contro la Centrale termoelettrica, contro
il traffico urbano selvaggio, contro l’elettrosmog, puntando
sule piste ciclabili, utilizzando mezzi pubblici elettrici,
privilegiando l’energia solare, stili di vita sani, …
Posti di lavoro

Centinaia in servizi innovativi legati al


territorio , ala tutela ambinetale, e in grado
di valorizzare ad esempio la dieta
mediterranea e i prodotti tipici locali sani,
stili di vita salutari, la riappropriazione di
spazi di qualità di vita…

Vantaggi:
riduzione della spesa sanitaria
Quale Form-Azione per
Il Programma “Alleanza per il lavoro” ?
Il programma deve essere sostenuto tramite la form-
Azione che deve attraversare le Scuole e l’Università,
in grado di piegarsi ai bisogni, alla domanda di Salute,
Qualità della Vita, alla Produzione finalizzata alla
valorizzazione del territorio e agli pbiettivi contenuti nel
programma e non viceversa.

Le Facoltà universitarie, come le Scuole di ogni ordine e


grado devono prevedere un capovolgimento della
didattica, ovvero dalla “cattedra alla strada” , quindi
assicurare ruoli attivi degli “utenti” e del territorio con
percorsi didattici teorico-pratici che si radichino in
particolare nelle realtà, quartieri, ambienti di lavoro e
relazione, con grave disagio e soprattutto indirizzandosi
alla prevenzione, promozione, inclusione sociale.
Investire su tanti “SINDACI SCALZI”
Il programma, così come la form-Azione necessaria
a realizzarlo, dovranno avvalersi di tanti “Sindaci
Scalzi” (dai braccianti agli edili, dagli studenti ai
docenti, da impegnati nelle Associazioni a professio-
nisti …), ovvero persone, senza alcuna differenza
per età, sesso, religione, professione, che sono di
fatto già attivi e riconosciuti quali “costruttori di
pace, accoglienza, convivenza, giustizia sociale” ,nei
quartieri, condomini, scuole, ambienti di lavori, nei
luoghi di relazione, nelle attività culturali, nello
sport,nelle Chiese, nei centri sociali etc.
..…tanti Sindaci scalzi, a cui riconoscere
l’esercizio costituzionale di diritti, doveri, poteri e
responsabilità nelle attività e servizi da essi
promossi, con metodo partecipativo e
necessariamente inclusivo.
Il Comune contro la crisi
 1 - è necessario creare fondi di solidarietà per i lavoratori
in cassa integrazione finalizzati sia all’anticipazione delle
spettanze sia a misure di solidarietà e di sostegno alle
lotte;
 2 - esenzione dai pagamenti per i servizi pubblici locali
per persone senza reddito o con reddito non sostenibile
per una vita dignitosa, i giovani, i disoccupati, precari o
comunque provenienti da famiglie a basso reddito;
 3- politica della casa e del lavoro per tutti, utilizzando in
pieno il dovere di Giustizia sociale
 4-intensificare l’azione relativa all’evasione-elusione
 5. internalizzare i servizi pubblici oggi appaltati e
 deprecarizzare l’intero sistema
e si potrebbe continuare …