Sei sulla pagina 1di 61

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

2 marzo 2013

fotografia Parliamo di immagini


http://www.fotocommunity.it http://trps1.blogspot.it

http://www.vogue.it

http://donneinsieme.wordpress.com

http://www.corriere.it

http://www.anyankasbassotti.it http://gemelliginevra.blogspot.it

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

IMMAGINE
Latino: IMAGINEM quasi IMITAGINEM, o meglio MIMAGINEM, dalla stessa radice del greco MIMOS imitatore, MIMEOMAI imito (v. Mimo e cfr. Imitare). Rappresentazione di un oggetto mediante la pittura, la stampa, ecc..; Ritratto, Sembianza; Ombra, Spettro, Idea

http://www.etimo.it

otografia

M A
on

mour

La vita ci offre miliardi e miliardi di secondi che corrono, scappano via con tutto quello che riescono ad acchiappare Il Destino, immobile, sorride Lo specchio si alza e lotturatore si apre... Metafora meccanica di un desiderio impossibile: fermare il tempo e fermare il mondo

1 ora = 60 minuti = 3.600 secondi 1 giorno = 24 ore = 1.440 minuti = 86.400 secondi 1 mese = 31 giorni = 744 ore = 44.640 minuti = 2.678.400 secondi 1 anno = 12 mesi = 372 giorni = 8.928 ore = 535.680 minuti = 32.140.800 secondi 80 anni = 960 mesi = 29.760 giorni = 714.240 ore = 42.854.400 minuti = 2.571.264.000 secondi

Storicamente, il secondo venne definito in termini di rotazione terrestre, come 1/86400 del giorno solare medio
http://it.wikipedia.org

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Anteprima Google Books

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Tempo e cronologie storiche


Fotografia e sociologia hanno approssimativamente la stessa data di nascita
(Becker, 1974)

1839

1824 scritto di Auguste Comte Plan des travaux scientifiques ncessaires pour rorganiser la socit - Sistema di Politica positiva (1824) - Corso di filosofia Positiva (1830-1842) nel 1839 propose ufficialmente il nome di sociologia - Sistema di politica positiva o trattato di sociologia che istituisce la religione dellUmanit (1851-1854) - Catechismo positivista (1852) Il 6 gennaio 1839 la scoperta di una tecnica per dipingere con la luce fu resa nota con toni entusiastici sul quotidiano Gazette de France e il 19 gennaio nel Literary Gazette. Si trattava del metodo di Daguerre e il Dagherrotipo presentato il 19 agosto 1839 allAccademia delle Scienze e delle Arti di Francia. - Sono riconducibili anche a quegli anni quella che viene comunemente indicata come la PRIMA FOTOGRAFIA di Joseph Nicephore Niepce. - Hippolyte Bayard il disegno fotogenetico su carta Due mesi prima lassemblea allAccademia aveva allestito una mostra ma non gli viene riconosciuto alcun merito. Stampa positiva diretta Il 25 gennaio dello stesso anno William Fox Talbot rese pubblico alla Royal Society il suo procedimento che permetteva la realizzazione di un immagine negativa su carta che veniva poi trasformata in positivo in camera oscura. Procedimento che venne perfezionato nel 1841. Quasi contemporaneamente Sir John Hershel, alloscuro delle sperimentazioni dei colleghi, utilizzava i sali dargento per ottenere una sostanza che permettesse un fissaggio migliore dellimmagine. A lui vengono attribuiti i nomi di fotografia, negativo e positivo. I suoi esperimenti iniziano nel 1800 e nel 1819 scopre che lIPOSOLFITO DI SODIO il mezzo per impedire che le parti chiare della figura siano scurite dalla luce.

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

LA CAMERA OSCURA

Dispositivo ottico composto da un ambiente completamente oscurato con un foro stenopeico usato come obiettivo di solito posizionato al centro. Venivano adoperate da scienziati e pittori per lavorare, poptevano essere anche delle vere e proprie stanze. Ne parla Leonardo da Vinci nel 500 ma anche Aristotele nel IV sec. a.C.

http://it.wikipedia.org

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Talbot, 1833

Herschel, 1824

La LUCIDATRICE

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Molte storie della fotografia hanno discusso polemicamente il primato della sua invenzione senza preoccuparsi di definire avanti quello che per fotografia si intende

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

1829 firma un contratto con Daguerre per 10 anni

1839-1859

NIEPCE
1814-1833

DAGUERRE
1838 scopre per caso un procedimento per fissare limmagine proiettata nella camera oscura sopra una lastra dargento

BAYARD
-1839 Prima mostra fotografica - Processo di stampa positiva su carta -1943 Pubblicazione di Gian Maria Lo Duca

Se per fotografia si intende: a) Formare unimmagine negativa su un supporto che scurisce alla luce; b) Rendere stabile questa immagine; c) Stamparla in positivo su un altro supporto che si comporta nella stessa maniera
-1800 Primi esperimenti - 1819 scopre che lIPOSOLFITO di SODIO la sostanza che permette alle parti chiare di non scurirsi con la luce

-1835 Il primo negativo in cui non viene spiegato il metodo utilizzato per il fissaggio (probabilmente tramite un lavaggio prolungato in acqua salata)

(fine gennaio 1839)

TALBOT

HERSHEL

Propose la parola fotografia perch richiamava immediatamente nel suono la calcografia, la xilografia e la litografia. Us per primo anche le parole positivo e negativo.

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

NIEPCE
ELIOGRAFIA

PROTOINCISORE

LA MATRICE

LA FOTOMECCANICA

Procedimento messo a punto da JOSEPH NICEPHORE NIEPCE che nel 1814 sperimentava un nuovo sistema per semplificare lincisione sul metallo, sostituendo la tradizionale lastra di pietra utilizzata dalla stampa litografica con una lastra di stagno e sostituendo il lavoro della matita tipografica con lazione della luce sul bitume di giudea, sensibile alla luce che utilizz nel 1822 per produrre delle copie di un incisione del Cardinale di Reims, George DAmboise. Il bitume di giudea un tipo di asfalto normalmente solubile all'olio di lavanda, che una volta esposto alla luce indurisce. Niepce cosparse una lastra di peltro (lega a base di stagno) con questa sostanza e vi sovrappose l'incisione del cardinale. Dove la luce riusc a raggiungere la lastra di peltro attraverso le zone chiare dell'incisione, sensibilizz il bitume, che indurendosi non pot essere eliminato dal successivo lavaggio con olio di lavanda. La superficie rimasta scoperta venne scavata con dell'acquaforte e la lastra finale pot essere utilizzata per la stampa.

1826 quella che viene considerata erroneamente la prima vera fotografia della storia dellumanit. NIEPCE la ottenne con una posa di ben otto ore su una lastra di peltro per eliografia da lui stesso preparata utilizzando una camera oscura. Da una finestra al piano superiore della sua casa di campagna a Les Gras nei pressi di Saint Loup de Varennes

Cardinale Georges D'Amboise. A sinistra l'incisione originale del 1650 e a destra la copia fatta nel 1826 da Nipce.

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

1829 Eliografia eseguita da Niepce. Evidente lo stretto legame con le opere pittoriche

Produzione automatica di matrici, ricavate tanto da disegni, immagini gi realizzate, quanto direttamente dalla natura. Limitazione, il lavoro di replica comincia a diventare la violazione di un diritto di propriet che la legge comincia a proteggere.
Nel 1827 NIEPCE si reca alla Royal Society di Londra per una dissertazione sul suo procedimento, ma si rifiuta di svelarlo per intero e per difetto di comunicazione quanto egli ha comunicato non viene accolto agli atti. Tornato da Londra incontra Louis-Jacques-Mand Daguerre. Con cui firma un contratto nel 1829 di dieci anni. Muore nel 1833

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Le Figurine LIEBIG -1966


Storia della Fotografia

http://www.fotographiaonline.it

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Allegoria dellincisione manuale: il putto

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Allegoria dellindustria tipografica

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

DAGUERRE

PROTOFOTOGRAFO

LA NASCITA DELL INDUSTRIA FOTOGRAFICA

Dagherrotipo del 1837: probabilmente la prima buona immagine ottenuta da Daguerre Daguerre utilizz una lastra di rame con sopra applicata una sottile foglia di argento lucidato, che posta sopra a vapori di iodio reagiva formando ioduro d'argento. Segu l'esposizione alla camera oscura dove la luce rendeva lo ioduro d'argento nuovamente argento proporzionalmente alla luce ricevuta. L'immagine non risultava visibile fino all'esposizione ai vapori di mercurio. Una bagno in una forte soluzione di sale comune fissava, seppure non stabilmente, l'immagine.

1839 La prima fotografia in cui appare un essere umano realizzata per caso da Daguerre. Ancora, infatti non era possibile ritrarre le persone a causa dei lunghissimi tempi di esposizione richiesti e i passanti in movimento non rimanevano impressi sulla lastra del dagherrotipo. Luomo che invece qui appare stato pressoch fermo perch si stava facendo lucidare le scarpe ed diventato inconsapevolmente il primo uomo mai ritratto in una fotografia.

Daguerre fu contattato da Franois Arago (deputato alla camera del distretto dei Pirenei orientali), che propose l'acquisto del procedimento da parte dello Stato. Il 6 gennaio 1839 la scoperta di una tecnica per dipingere con la luce fu resa nota con toni entusiastici sul quotidiano Gazette de France e il 19 gennaio nel Literary Gazette.

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Boulevard du Temple, Parigi, 1838

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Il DIORAMA 1822
Presentazione, su una piattaforma girevole, di vedute dpinte su tele di cotone trasparenti. Queste erano disposte prospetticamente su una profondit di 15-20 metri. Ogni quadro poteva raggiungere la lunghezza di 22 metri e la larghezza di 14 ed era illuminato con lausilio di una camera oscura in modo da ottenere un gioco di ombre e di chiaroscuri capaci di riprodurre con fedelt incredibile tutti gli effetti della luce in natura. Si trattava di un teatro circolare mobile. Evoluzione dellimmagine panoramica a 360.

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

La Mode (Paris) No. 4 26 ottobre 1839

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

La macchina a lastre costruita da Alphonse Giroux, cognato di Daguerre, lapparecchio misurava 30x37x50 cm., era corredato di alcune lastre sensibili e dei prodotti occorrenti per la stampa, costava 400 franchi e una dagherrotipia di piccolo formato veniva pagata da 80 a 120 franchi

Nella sola Parigi nel 1847 furono vendute 2000 macchine e mezzo milione di lastre. Dal 1841 in Francia e in Inghilterra si cominci a realizzare ritratti che andavano dai 4x5 cm. ai 17x22 cm. I ritratti venivano montati su cornici di cartapesta o su astucci di metallo dorato e venduti ad un prezzo tra le due e cinque sterline per lastra. Mentre i dagherrotipisti di professione accumulavano fortune, turisti, scrittori e artisti portavano nei loro viaggi la macchina di Daguerre. Molti pittori iniziarono a dedicarsi a questo nuovo mestiere e nelle immagini di quel periodo traspare evidente lo stretto legame con le composizioni pittoriche.

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Litografia di Maurisset Daguerrotypomanie Capodanno 1840

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Litografia di Maurisset Daguerrotypomanie Capodanno 1840 - Particolare

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Litografia di Maurisset Daguerrotypomanie Capodanno 1840 - Particolare

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Litografia di Maurisset Daguerrotypomanie Capodanno 1840 Gilardi, 1975

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Nadar (Gaspard Felix Tournachon) 1820-1910

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

BAYARD

PROTOFOTOGRAFO

IL MESSAGGIO FOTOGRAFICO

Autoritratto di Hippolyte Bayard come un annegato, 1840. Montaggio fotografico.

FOUQUE 1867 La verit sur linvention de la photographie In quellanno nessuno faceva pi dagherrotipi e nessuno aveva mai fotografato con il metodo di Niepce

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Disegni fotogenetici di Hippolyte Bayard

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Gilardi, 1975

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

TALBOT

PROTOFOTOGRAFO

IL NEGATIVO E IL POSITIVO
PROCEDIMENTO A IMMAGINE LATENTE

Fotografia di una finestra della Lacock Abbey realizzata da William Henry Fox Talbot nel 1835. Si tratta della pi antica immagine negativa esistente (National Museum of Photography, Bradford)

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Lo studio fotografico Talbot nel 1841

Talbot pubblic in sei puntate, fra il giugno 1844 e laprile 1846, il primo libro fotografico della storia: The pencil of Nature. Si tratta di 24 calotipi soprattutto architetture, nature morte e opere darte.

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

IL MITO PROMOZIONALE DELLINDUSTRIA FOTOGRAFICA


Al principio dellOttocento alla fabbricazione delle immagini corrispondeva un mercato in forte e veloce espansione. La ricerca di nuovi mezzi di produzione iconografica erano stimolati dal progredire dei mezzi per la stampa in generale, libri e giornali e specialmente dal conseguente sviluppo della PRODUZIONE DELLA CARTA. Dalla fine del 700 alla met dell800 il consumo di carta aumenta di circa 30 volte nei paesi europei (Gilardi, 1975)

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

PROCESSO di INDUSTRIALIZZAZIONE della fotografia.

1851 Data di nascita del COLLODIO Sostanza derivante dal fulmicotone, si utilizza un collante per i sali sensibili alla luce che vengono
applicati nelle lastre in vetro. Si abbassano cos i tempi di esposizione e di stampa migliorando la qualit delle immagini, che risultano essere anche pi economiche del dagherrotipo RIPRODUCIBILITA CHIAREZZA e RAPIDITA sono le parole chiavi che inaugurano questo periodo.

1854 - Andr-Adolphe-Eugne Disderi, brevett la carte de visite, applicazione della tecnica al collodio, che permetteva la realizzazione in serie
ed a basso costo di otto ritratti distinti di formato 6x9 da ununica lastra fotografica, ritratti che venivano incollati su un cartoncino di un formato di poco superiore a quello di un biglietto da visita.

1871 Richard Leach Maddox mise a punto una nuova emulsione, preparata con bromuro di cadmio, nitrato d'argento e gelatina. Questo nuovo
materiale venne adottato solo sette anni dopo, a seguito dei miglioramenti introdotti da Richard Kennet e Charles Harper Bennet. Le lastre cos prodotte permisero un trasporto pi agevole perch non necessitavano pi della preparazione prima dell'esposizione. Questo supporto molto pi pratico fu adottato da una nuova categoria di strumenti fotografici, gli apparecchi portatili.

1873 I processi allalbumina e alla gelatina permisero di usare come supporto per la sostanza sensibile una lastra di vetro e successivamente
anche una sottile pellicola trasparente al posto della carta.

1880 Ulteriore sviluppo dei materiali sensibili alla gelatina di bromuro dargento.

Gli apparecchi portatili e la RIDUZIONE dei tempi di posa favor lo sviluppo della fotografia di paesaggio che trov un mercato nei viaggiatori delle classe colte, archeologi e esploratori e fece comparire una nuova figura sociale: il mercante di fotografie e favor lulteriore democratizzazione del ritratto

1887 In Germania viene inventata lilluminazione al MAGNESIO, che permetter di lavorare con laiuto del FLASH - (Jacob Riis) 1888 Nasce la Kodak N.1, una fotocamera portatile con 100 pose gi precarite al prezzo di 25 dollari, introdotta da George Eastman con lo slogan "Voi premete il bottone, noi faremo il resto". Inizialmente il materiale fotosensibile era cosparso su carta che nel 1891 venne sostituita con
una pellicola di celluloide avvolta in rulli, la moderna pellicola fotografica.

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

LIMMAGINE - MERCE
Principalmente da distribuire al popolo con una funzione positiva, di rigenerazione dello spirito
- LIMMAGINE MENDICANTE: normalmente veniva distribuita dai frati o dai mendicanti in cerca di elemosina - LIMAGERIE DE REVE: consentiva di possedere qualcosa riferito agli oggetti/simboli delle classi superiori I DISEGNATORI DAL VERO - LIMAGERIE DE PRESERVATION: con lo scopo di scongiurare i malanni, eventi catastrofici - 1325 il pi antico esempio di Biblia pauperum: scritta a mano e stampata xilograficamente nel 1440 a Klosterneuburg, localit vicino a Vienna. E chiamata anche la bibbia di legno ed precedente a quella di Gutenberg, dellet del metallo, completata nel 1456

Nel giro di trenta o quarantanni lindustria fotomeccanica elimina completamente un antico mestiere quello dellincisore manuale. Il FOTO-OPERATORE sostituisce lINCISORE. Il negativo oltre che un mezzo semplicissimo e velocissimo di riproduzione anche un MEZZO DI TRASPORTO DELLIMMAGINE da un luogo allaltro e da un supporto allaltro.

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Imagerie de reve

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Giornalismo visivo

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Immagini di preservazione o di consumo popolare

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

PROBLEMI CONSEGUENZE NEGATIVE - Avvilimento del mestiere: anonimato della prestazione. Le immagini fotomeccaniche non sono pi firmate. Lillustrazione di libri e giornali si fa anonima. - Rischio e onere delle attrezzature a carico del fotografo che un lavoratore dindustria ambulante, a domicilio, occasionalmente in proprio - Mito della fotografia probatoria, ovvero che con la fotografia NON SI POSSA INGANNARE NESSUNO

Parola Chiave: SOGGETTIVO-OGGETTIVO

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

1.2 Tempo e confronti storici


I cambiamenti delle tecnologie di comunicazione

Mezzi a trasmissione

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

I cambiamenti attraverso una lettura tipografica

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Il DIGITALE LEVOLUZIONE MODERNA DEL SOGNO DI NIEPCE

it

Rappresentato dai soli valori 0 e 1 lunit elementare di informazione trattata da un elaboratore informatico

Liebniz, 1646-1716

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Abbattimento delle barriere tra le varie discipline. Interdisciplinit favorit dal processo di convergenza al digitale. Si ripresenta il TUTTOLOGO che non sa tutto di ogni cosa, ma ben informato su chi sa che cosa, su dove e come trovare le cose e ha una buona capacit di collegare tra loro problemi simili in campi diversi.

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

I cambiamenti attraverso una lettura fotografica

www.clickblog.it

colorir.kly.com.br

Roger Fenton - Photographic van, Crimea, 1854

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

CCD (Charge Coupled Device) - CMOS (Complementary Metal Oxide Semiconductor) sono due differenti tecnologie di sensori adatti a trasformare le immagini in una informazione digitale

FULL FRAME quando il sensore misura 36x24 mm.

PELLICOLE - Negativo colore (C41) - Negativo bw (manuale) - Diapositiva (E6) - APS

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

http://it.wikipedia.org

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

1 Lenti

2 Specchio
3 Pentaprisma 4 Mirino 5 Pellicola - CCD

Otturatore

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Numeri e terminologia
BIT = Lunit di definizione di uno STATO LOGICO la cui rappresentazione logica espressa da 0 o 1 (vero o falso). Sequenze di bit danno luogo a entit pi vaste che possono assumere valori in intervalli molto pi grandi rispetto al singolo BIT. 1 BYTE corrisponde a 8 BIT ed in grado di assumere 256 possibili valori (da 0 a 255) 1 Kbyte = 1024 byte PIXEL = Contrazione del termine inglese Picture Element. Indica il singolo elemento puntiforme che compone unimmagine digitale. Possono essere sia quadrati che rettangolari (pixel ratio). Immagine Monocromatica a 8 BIT il Nero=0 il Bianco=256 Nelle immagini a colori ogni pixel ha una sua luminosit e colore tipicamente rappresentate dalle tre tonalit di Rosso Verde e Blu (RGB) ciascuna delle quali composta da differenti valori chiamati Sub-Pixel o Sotto-Pixel BPP = Numero di bit per pixel 8 bpp=256 colori 16 bpp=65.536 colori 24 bpp=16.777.216 colori PROFONDITA COLORE 16 bit sul totale dei tre componenti RGB (5R, 5B e 6G) 24 bit = 8 bit per colore 48 bit = 16 bit per colore DPI = Indica la RISOLUZIONE di unimmagine riferita alla densit dei punti presenti in essa e rappresentati su qualunque supporto (carta o video) e si misura in punti per unit di lunghezza, in questo caso il pollice (dot per inch)

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Formati di salvataggio

JPEG (Joint Photographic Experts Group) - Compressione Perdita qualit Colore 16 milioni Trasparenza NO RAW (Read After Write oppure grezzo) - Non esiste come estensione, ovvero ogni produttore ha il suo raw. - Non compresso No perdit di qualit Colore 16 milioni Trasparenza SI- Per Photoshop il formato .dng TIFF (Tagged Image File Format) Non compresso (pu esserlo, anche senza perdita di qualit, compressione LZW) Colore 16 milioni Trasparenza SI GIF (Graphics Interchange Format) Compresso in LZW Colore da 256 a 16 milioni Trasparenza S PNG (Portable Network Graphics) Compresso Colore 16 milioni Trasparenza S BMP (Bitmap) Formato di visualizzazione proprio del sistema operativo Windows Compresso e Non compresso PSD Formato nativo del programma Photoshop Non Compresso Trasparenza S Mantiene i livelli attivi XCF Formato nativo del programma GIMP Non Compresso Trasparenza S Mantiene i livelli attivi

Cristiano Mutti - Centro di Ricerca Visuale - Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Bibliografia
Becker H., Photography and sociology, in Studies in the Anthropology of Visual Communication, 1974 http://lucy.ukc.ac.uk/becker.html Castells, M. (2002), Galassia Internet, Milano, Feltrinelli Ciotti F. e Roncaglia G. (2000), Il mondo digitale: introduzione ai nuovi media, Roma-Bari, Laterza Gilardi, A., (1981) Storia sociale della fotografia, Feltrinelli, 1975 Meyrowitz J., (1995), Oltre il senso del luogo. Limpatto dei media elettronici sul comportamento sociale, Bologna, Baskerville Thompson, J. B., (1998) Mezzi di comunicazione e modernit. Una teoria sociale dei media, Il Mulino, Bologna

Potrebbero piacerti anche