Sei sulla pagina 1di 24

I SISTEMI ANTINCENDIO WATER MIST

Introduzione alla tecnologia

Frazionare lacqua per usarla efficientemente

Quanto vale una goccia dacqua?

Sprinkler Mist
Bassa pressione (tipico)

>1000

300

40

10

0.1

Mist
Alta pressione

50

8000 400

0.003

Come funziona?
OSSIGENO

CALORE

UNBREAKABLE CHAIN REACTION

COMBUSTIBILE

Meccanismi destinzione dei sistemi Water Mist:


Raffreddamento Riduzione dellossigeno (inertizzazione locale) Assorbimento del calore radiante

Raffreddamento

Lacqua, per diventare vapore, assorbe una grande quantit di calore Le gocce ultra fini creano unestesa superficie di raffreddamento I moti convettivi dellaria aiutano la penetrazione delle gocce nella fiamma Contenendo le temperature, previene fenomeni di flash over

Riduzione dellossigeno (inertizzazione locale)


Le gocce pi piccole vaporizzano pi velocemente di quelle grosse Lacqua si espande di circa 1760 volte nel passaggio di stato a vapore La vaporizzazione allontana le molecole di O2 dalla base dellincendio

Assorbimento del calore radiante

Alta densit del mist (per il gran numero di micro gocce presenti) Assorbe il calore irradiato previene lespansione dellincendio Consente di avvicinarsi allincendio con mezzi di soccorso

Comparazione con altri estinguenti

Capacit estintiva Raffreddamento Schermo al calore Abbattimento dei fumi

YES* NO NO NO

YES* YES* NO NO NO NO NO NO

?** YES NO NO

YES YES YES YES

* Solo in ambienti a tenuta ** Hidden fires, Pool fires, Spray fires, 3D fires

Comparazione con altri sistemi


water mist sprinkler gas schiuma

pericolosit per l'uomo? ambienti a tenuta?

no no

no no

?? si

si no

tubazioni piccole?
sistema di rivelazione necessario?

si
si/no

no
no

no
si

no
si

ripristino costoso?
tempi elevati di fuori servizio? costi elevati d'impianto? scarica invasiva?
*: dipende da produttore a produttore **: dipende dalla delicatezza della singola applicazione

no
no* si/no no**

no
no no si

si
si si no

si
si si si

Le unit di pressurizzazione:
Sistemi a bombole acqua azoto su skid Sistemi a pompa di azoto Sistemi con pompe elettriche o diesel modulari

POMPE PNEUMATICHE AUTONOME


Pompa azionata ad azoto

Auto contenuta non richiede fonti energetiche esterne Minimo impiego dacqua twin fluid La prolungata autonomia del sistema permette di assicurare raffreddamento ed assenza di reignizione

Sistema a pressione decrescente le caratteristiche dipendono dalla singola applicazione


Massima pressione di linea 90 bar Utilizzata in sistemi tipo sprinkler e tipo diluvio

Gli erogatori: aperti o chiusi

erogatori tipo sprinkler a bulbo quarzoide ultra fast response

erogatori tipo aperto per sistemi a saturazione

Erogatore chiuso (tipo sprinkler)


A bulbo quarzoide Taratura e portata in funzione dellapplicazione Ricavati da pezzo intero

Erogatore aperto (tipo a diluvio)


Non hanno il bulbo Tantissimi modelli, variano portata, angolo di apertura, profondit di erogazione, Specifici per ciascuna applicazione

Le principali applicazioni di HI-FOG


Navale

Offshore

Terrestre

Gas Turbines & Machinery Spaces e rischi speciali


CARATTERISTICHE:
Sistemi approvati FM
Applicabili per aree EExd flame proof Zone 1 Basso costo di gestione e riempimento

APPLICAZIONI:
Piattaforme offshore Turbine a gas Stazione di pompaggio Raffinerie

Generatori diesel
Cabine verniciatura Sistemi ad olio idraulico

Ambienti Light Hazard


CARATTERISTICHE:
Sistema a teste chiuse con bassissimo consumo di acqua e bassissimo impatto da bagnamento Sistemi autocontenuti con pompe ad azoto o elettriche

Attivazione automatica a bulbo

APPLICAZIONI:
Alberghi Chiese Ospedali Uffici Archivi Musei Teatri Grandi CED Palazzi storici Grandi sottotetti lignei

Metropolitane & Tunnels


APPLICAZIONI:
Proteggono scale mobili, aree tecniche, sale controllo, aree macchine, power center, vagoni delle metropolitane, esercizi commerciali adiacenti Tunnel auto e ferroviari

REFERENZE:
London Underground Metropolitana di Madrid Tunnel autostrada A86 Parigi

Gallerie dellistituto di Nazionale di fisica nucleare del Gran Sasso

Altre applicazioni dei sistemi HI-FOG...

Friggitrici industriali Cucine per comunit Stoccaggio liquidi infiammabili Sale prove motori Hangar aeronautici Trasformatori elettrici, anche allaperto Wet benches per semiconduttori Clean rooms

e molti altri seguiranno!

Standards
NFPA 750
Standard for Water Mist Fire Protection Systems Questo standard contiene i requisiti minimi per la progettazione, linstallazione, la manutenzione ed il collaudo dei sistemi antincendio water mist. Non fornisce criteri prestazionali dellimpianto n offre una guida specifica alla progettazione del sistema.. Richiede il listing del SISTEMA per la specifica applicazione

Ci si riferisce ai singoli test effettuati in scala reale ed alle approvazioni che il sistema ha ricevuto da altri.

Standards
UNI/CEN TS 14972 / Water mist
Fire Fighting Systems, Watermist Systems - Design and Installation Anche se ogni sistema Water Mist progettato in accordo alle specifiche del singolo produttore, questo codice ribadisce alcuni aspetti fondamentali comuni a tutti i sistemi, per permettere un controllo qualitativo su progettazione, installazione ed affidabilit del sistema Richiede test in scala reale del singolo sistema sulla base di protocolli di test condivisi.

Alcuni protocolli di prova dei sistemi sono inseriti in questo standard

SONO TUTTI STANDARD DI TIPO PRESTAZIONALE


NON ESISTE UN SOLO WATER MIST UNIVERSALE! Il water mist del produttore A non uguale al water mist del produttore B Tutti i parametri critici di ingegnerizzazione ed installazione dei sistemi sono definiti per mezzo di test specifici in scala reale

Tipo di ugello Spaziatura Altezza dinstallazione Volume Pressione operativa Portata

RISPOSTA IDEALE ALLA DOMANDA: POSSO USARE UN SISTEMA WATER MIST IN QUESTO CASO?
Si classifica il rischio
Si accerta se un sistema approvato disponibile

Il diagramma a fianco riporta in sintesi il procedimento logico da seguire per verificare lapplicabilit di un sistema Water Mist ad un caso concreto:

SI

NO Sono stati condotti test in scala reale ?

USA IL SISTEMA APPROVATO

SI NO

Si usa il sistema come definito a seguito dei test condotti (*)

(*) deve essere coinvolto un ente terzo

Le responsabilit del progettista


Nella realizzazione dei sistemi antincendio Water Mist la responsabilit del progettista maggiore rispetto agli altri sistemi
Siamo in ambito 37/08 e sicurezza degli impianti ma non possiamo semplicemente richiamare la respon-sabilit dellinstallatore per la realizzazione dei sistemi a regola darte.

Il progettista deve produrre un progetto che deve essere adeguatamente supportato dalle approvazioni del sistema o dai risultati delle prove eseguite, come dice lo standard vigente che rappresenta lo stato dellarte della tecnologia ad oggi.

24