Sei sulla pagina 1di 29

Impariamo assieme! La scuola meravigliosa!

LORGANIZZAZIONE AZIENDALE: La parola organizzazione (dal greco organon: strumento, organo fisico, ed ergon: lavoro, opera, esecuzione) indica la presenza di unattivit finalizzata svolta da pi parti di un insieme coordinato. Lorganizzazione aziendale studia il comportamento umano coordinato nelle aziende ed i fattori che lo condizionano ed analizzata sia come strumento di divisione del lavoro, che di coordinamento e controllo.
1

Per definire lassetto organizzativo, posso operare su tre variabili: i sistemi operativi, gli stili di direzione e sulla STRUTTURA. Vediamo adesso la variabile pi importante, la struttura. Questa definisce gli organi aziendali e le posizioni dei componenti di ciascun organo, stabilendo le responsabilit ed i compiti di ciascuna posizione e le relazioni gerarchiche tra i diversi organi.

MICRO-STRUTTURA: ci si riferisce alle posizioni individuali. La progettazione della micro-struttura comporta stabilire cosa devono fare le persone che occupano certe posizioni allinterno dellorganizzazione, stabilire come devono svolgere i compiti e che tipo di competenze devono avere per essere collocati in quella posizione. MACRO-STRUTTURA: composta dalle unit organizzative, non individuali. Si stabiliscono, cio, le modalit con cui aggregare le singole posizioni e come definire le relazioni gerarchiche tra le unit.
1

La progettazione della macro-struttura concerne la suddivisione di gruppi di compiti fra organi e la determinazione delle relative funzioni. Il risultato di tale operazione si formalizza attraverso lorganigramma che definisce le unit organizzative, non individuali e le loro posizioni gerarchiche

I MODELLI ORGANIZZATIVI: Struttura elementare Struttura per funzioni Struttura per divisioni Struttura a matrice

LORGANIZZAZIONE A RETE
- OUTSOURCING - SUBFORNITURA - fornitura: acquisto di un prodotto o di un servizio concepito, realizzato dal fornitore - subfurnitura: un prodotto concepito e ordinato dal committente, ma eseguito dal unimpresa subfornitrice :

-Subfornitura di capacit -Subfornitura di specialit


1

ORGANIZZAZIONI A RETE: -La grande impresa: ideazione del prodotto,vendita, assistenza - le imprese subfornitrici: realizzazione delle parti componenti

ORGANIZZAZIONE ORIENTATA ALLA CREAZIONE DI VALORE:


-REENGINEERING-RIPROGETTAZIONE -EMPOWERMENT-RIORGANIZZAZIONE
1

Gli organi aziendali si distinguono in:

-organi volitivi (V): stabiliscono le linee generali della strategia aziendale. Nelle aziende individuali coincidono con limprenditore. Nelle aziende collettive si identifica con lassemblea dei soci e con il consiglio damministrazione, nominato dal soggetto economico, di cui manifesta la volont.
- organi direttivi (D): traducono le linee generali in programmi concreti dazione, svolgono le funzioni aziendali di massimo livello assumendo le decisioni che determinano la gestione.

Linsieme delle persone che fanno parte degli organi direttivi costituisce il management. - organi consultivi o di staff (S): coadiuvano gli organi direttivi con attivit di studio, ricerca, analisi dei problemi, proponendo soluzioni alternative e prospettandone i conseguenti risultati. Per tali funzioni lazienda pu anche ricorrere a consulenti esterni.

- organi esecutivi (E): attuano le decisioni degli organi direttivi eseguendo materialmente le operazioni aziendali (uffici, reparti, officine in cui lavorano quadri intermedi, impiegati e operai).
1

Questi organi si possono raggruppare in 5 parti fondamentali componenti unazienda:


* vertice strategico: V * linea intermedia: D * nucleo operativo: E * tecnostruttura: S-E * staff di supporto: S.

VERTICE STRATEGICO: lorgano che assicura che lazienda assolva in modo efficace la sua missione e risponde ai bisogni di chi controlla (proprietari e/o top-manager) LINEA INTERMEDIA: la parte della struttura gerarchica che collega il vertice strategico con il nucleo operativo, le unit cio cd. di 1 livello. NUCLEO OPERATIVO : cura gli approvvigionamenti, la trasformazione e le vendite dei prodotti/servizi e la manutenzione degli impianti. Sono, cio, quegli operatori che svolgono tutte le attivit legate allottenimento dei prodotti/servizi.
1

TECNOSTRUTTURA : analisti e relativo personale amministrativo di supporto. Il compito della tecnostruttura quello di progettare i meccanismi di standardizzazione utilizzati dallazienda per coordinare lattivit dei suoi componenti. Si occupa della gestione del personale, della formalizzazione delle attivit per cui deve predisporre il mansionario, pianificare, occuparsi della programmazione e del controllo. Deve cio occuparsi di tutti i sistemi che consentono allimpresa di funzionare in modo integrato.
1

STAFF DI SUPPORTO : gli organi di staff non esercitano un potere gerarchico sul livello operativo, anche se le loro attivit sono collegate. Svolgono funzioni di servizio che potrebbero anche essere decentrate (acquistate cio dallesterno), e possono essere pi o meno qualificate (es. ufficio legale e servizio pulizie).

IL SISTEMA INFORMATIVO

Il termine "Informazione" pu assumere diversi aspetti a seconda dell'ambito in cui si opera, ma l'elemento che accomuna tutti i significati quello di fornire una conoscenza su di un determinato oggetto o fenomeno. L'informazione un elemento che fornisce delle conoscenze a proposito di qualcosa o qualcuno. Da questa definizione generale, bisogna aggiungere che le informazioni possono assumere un carattere quantitativo quando sono espresse mediante valori matematici (numeri) o monetari, oppure qualitativo quando esprimono un giudizio o evidenziano una caratteristica dell'oggetto di riferimento.
1

IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE

Il sistema informativo aziendale l'insieme delle informazioni utilizzate dall'azienda, infatti: "Il sistema informativo un insieme di elementi, anche molto diversi tra di loro, che raccolgono, elaborano, scambiano e archiviano dati, con lo scopo di produrre e distribuire le informazioni alle persone che ne hanno bisogno, nel momento e nel luogo adatto per svolgere le proprie funzioni".

Il sistema informativo contabile


E quel sistema informativo creato e gestito dallazienda per prendere nota dei valori aziendali e delle variazioni subite dai valori aziendali nel tempo. Linsieme delle operazioni di inserimento dati nel sistema informativo aziendale prende il nome di rilevazione Es: rilevare una fattura significa annotare i dati della fattura nel sistema informativo contabile, rilevare il versamento di un acconto significa annotare quale fornitore stato pagato e quanto stato pagato compilando appositi documenti ecc.
1

Gli elementi del sistema informativo sono i seguenti: - i dati e le informazioni, cio le notizie quantitative e qualitative che vengono raccolte ed elaborate; mentre un dato rappresenta una notizia grezza, non ancora elaborata dal sistema informativo, l'informazione costituisce lo stadio successivo, quando il dato viene analizzato e rielaborato in base al suo destinatario. - le risorse umane, cio le persone che all'interno dell'azienda si occupano di raccogliere, elaborare e gestire le informazioni, indirizzandole ai destinatari. - i mezzi tecnici, rappresentano gli strumenti utilizzati e che oggi sono principalmente di natura elettronico - informatico (computer, stampanti, modem, reti telematiche ecc...) e che possiamo definire come risorse Hardware. - le procedure, vale a dire i programmi utilizzati per la raccolta, gestione ed elaborazione delle informazioni; risorsa Software. - la struttura organizzativa, intesa come l'articolazione del sistema, che definisce i rapporti e i collegamenti fra i vari elementi.
2

Il sistema contabile, in cui le informazioni sono caratterizzate dall'espressione monetaria (in valore, cio in lire o in euro) e organizzate in modo sistematico (cio in modo continuativo). Inventari Le contabilit elementari e sezionali La contabilit generale La contabilit gestionale (detta anche industriale) Budget

Il sistema extracontabile, in cui le informazioni non sono necessariamente espresse in moneta (possono essere, per esempio, anche delle quantit o rappresentare giudizi di qualit) e non sono organizzate sistematicamente, ma vengono richieste nei momenti in cui l'azienda ha necessit. statistiche interne aziendali statistiche e informazioni economiche accesso a banche dati pubblicistica tecnica analisi di mercato, socioeconomiche, tecniche,di settore ecc

I DOCUMENTI ORIGINARI Sono i documenti che danno origine alle rilevazioni aziendali Permettono di identificare e misurare le variazioni che intervengono nei valori aziendali Possono essere esterni quando derivano da operazioni che coinvolgono lazienda e il mondo esterno (es. fatture ricevute dai fornitori od emesse nei confronti dei clienti) Possono essere interni quando sono emessi in relazione ad operazioni interne di gestione (es. nota di scarico e carico per segnalare che il prodotto stato trasferito dal magazzino A al magazzino B)
1

IL SISTEMA INFORMATIVO CONTABILE, per poter raccogliere, elaborare, scambiare, produrre e distribuire le informazioni, si basa su una serie di strumenti: scritture elementari, contabilit sezionali, contabilit generale, contabilit direzionale. Le scritture elementari rappresentano il primo passo delle rivelazioni del sistema informativo contabile e consistono in annotazioni cronologiche non complesse dei fatti di gestione. Sono rappresentate da: prima nota, libro cassa, scadenzari, libri delle cambiali attive e passive, libri delle ricevute bancarie ecc... Le contabilit sezionali rilevano dati e situazioni relativi a una parte specifica dell'azienda, a una sua sezione Oggetto delle contabilit sezionali sono: il personale, i clienti, i fornitori, le banche, il magazzino, la cassa contabili, i titoli ecc..
1

La

contabilit generale un sistema di rilevazioni che ha come scopo la determinazione del risultato economico (utile o perdita). Riguarda l'azienda nel suo complesso, intesa come entit unica. Strumenti fondamentali della contabilit generale sono il giornale in partita doppia e il mastro. La contabilit direzionale svolge un ruolo di supporto nei confronti dell'attivit di gestione e di controllo dell'azienda. Fanno parte della contabilit direzionale la contabilit analitico-gestionale, il budget e il reporting. La contabilit analitico-gestionale (o industriale) ha come oggetto la predeterminazione, rilevazione localizzazione, imputazione, assegnazione, controllo e analisi dei costi e dei ricavi della gestione. Dal momento che i costi rappresentano loggetto principale di tale tipo di contabilit, nelle aziende essa spesso definita come tipo di contabilit dei costi. 1

Per Budget sintende un programma annuale, espresso in termini monetari, che si riferisce allazienda nel suo complesso e strutturato in sottoprogrammi relativi a singoli settori dellazienda, a capo di ciascuno dei quali viene assegnato un responsabile. Si avr cos un budget generale (che studia lazienda nel suo complesso sotto gli aspetti economico, patrimoniale e finanziario) e budget settoriali variabili per azienda: vendite, produzione, consumi, approvvigionamenti, manodopera diretta, costi generali di produzione, rimanenze, scorte di prodotti finiti, costo del venduto, costi di ricerca, costi commerciali, costi amministrativi e generali ecc.
1

Il reporting linsieme delle informazioni che il sistema informativo aziendale produce e che viene trasmesso ai destinatari perch possano assumere le necessarie decisioni di gestione. Il reporting assume un ruolo di estrema importanza anche nellattivit cruciale di controllo della gestione, laddove mediante un processo di feedback, cio ritorno delle informazioni dalle passate esperienze, queste vengono utilizzate per impostare i piani futuri e assumere le decisioni successive. In tale fase, il reporting viene ad assumere la caratteristica di insieme di rapporti informativi di controllo della gestione
1

Sistema informativo e sistema informatico


Internet permette il collegamento e interscambio di informazioni dellazienda con lambiente generale; per esempio, possibile sfruttare internet mediante lallestimento di un sito in cui viene illustrata lattivit dellazienda e che, eventualmente, consenta forme di E-Commerce (Commercio Elettronico); Intranet consente allazienda di colloquiare al suo interno, scambiando informazioni tra i soggetti che vi operano, magari in sedi tra loro lontane migliaia di chilometri; Extranet offre la possibilit di collegamento con lambiente specifico, inteso come insieme di input e output, con particolare riferimento ai fornitori e ai clienti.

Il sistema informativo costituito dall'insieme delle informazioni utilizzate, prodotte e trasformate da un'azienda durante l'esecuzione dei processi aziendali, dalle modalit in cui esse sono gestite e dalle risorse sia umane sia tecnologiche coinvolte. Tutto questo partendo da dati che descrivono fenomeni di carattere aziendale o ambientale. Non va confuso con il sistema informatico, che indica la porzione di sistema informativo che fa uso di tecnologie informatiche e automazione.

- 1970: i primi studi sull'applicazione dell'informatica ai sistemi informativi aziendali da parte di software house, tesi a coprire particolari esigenze o particolari funzionalit. - 1980: si sviluppano i Materials Requirements Planning (MRP), cio moduli software dedicati alle esigenze di informatizzazione legate soprattutto alle problematiche di approvvigionamento dei materiali necessari alla produzione dell'azienda, con l'obiettivo di mantenere consistenti le informazioni nelle varie fasi di pianificazione dell'approvvigionamento, trasporto e consegna dei materiali. Negli anni a seguire, iniziano a comparire i primi sistemi di Enterprise Resource Planning (ERP), che oggi rappresentano uno standard de facto all'interno dei sistemi informativi aziendali. Negli ultimi anni i sistemi informativi sono entrati a far parte delle architetture telematiche nel duplice ruolo di punto di partenza tecnologico e scopo ultimo del lavoro di 1organizzazione delle informazioni prodotte.

Il sistema informativo contabile deve: rilevare i rapporti con i terzi; far fronte a quanto stabilito dalla legge in materia di scritture obbligatorie; valutare i risultati conseguiti con la gestione, esaminata negli aspetti reddituali finanziari e patrimoniali; consentire il controllo della gestione; fornire informazione su cui poggiano le loro decisioni a tutti coloro (stakeholder) che sono coinvolti direttamente o indirettamente nellimpresa.

Il bilancio desercizio evidenzia la situazione patrimoniale e finanziaria e risultati economici ottenuti dallimpresa. I prospetti contabili che lo compongono sono lo Stato patrimoniale e il Conto economico.