Sei sulla pagina 1di 10

Anna Frank

Anna Frank una bambina ebrea che durante la Seconda Guerra Mondiale stata costretta a rifugiarsi in un nascondiglio per fuggire ai nazisti.

La vita in Germania 1925


Dopo il loro matrimonio Otto e Edith Frank (12 Maggio 1925) si sistemano a Francoforte sul Meno. Presto avranno due figlie: Margot Betti, che nasce il 16 Febbraio 1926, e Annelies Marie, nata il 12 Giugno 1929. I primi anni sono felici, ma con la crisi economica il partito di Hitler, lNSDAP, guadagna pi terreno. Nel 1933 Hitler diventa il capo del governo tedesco. Otto e Edith si preoccupano seriamente e studiano delle possibili soluzioni.

L emigrazione in Olanda 1933


Un nuovo inizio
Otto Frank si trasferisce nellestate del 1933 in Olanda, dove ha lopportunit di avviare unazienda lOpekta in cui viene prodotta la pectina, un addensante per fare la marmellata in casa. In quel periodo Anne e Margot abitano dalla nonna materna ad Aquisgrana mentre Edith va spesso ad Amsterdam per cercare un abitazione per la famiglia. In Novembre trova un appartamento nella Werwedeplein che si trova in un quartiere nuovo.

Linvasione tedesca
Loccupazione
Adesso che lOlanda occupata, molte cose cambiano per la famiglia Frank. Sia nella vita che nel lavoro sono numerose le limitazioni imposte dal regime. Allorch Margot riceve una lettera di chiamata per essere inviata in una campo di lavoro in Germania, i Frank ritengono che la situazione sia ormai troppo pericolosa. La famiglia si rifugia nella clandestinit.

I preparativi per la clandestinit


Lalloggio segreto
Un nascondiglio segreto quasi pronto. Non solo per la propria famiglia, ma anche per i Van Pels: Hermann e Auguste e il loro figlio Peter. Hermann condirettore dellazienda di Otto Frank. I Frank si recano gi il giorno seguente nellalloggio, portando con s borse cariche di suppellettili. Naturalmente Anne ha anche il diario.

Una sezione non utilizzata dalla ditta il nascondiglio si trova nella sezione non utilizzata dalla ditta di Otto in Prinsengracht 263. Limpresa, situata nella sezione anteriore delledificio, continuer a funzionare normalmente mentre i clandestini vivranno chiusi nellalloggio segreto.

Un diario come migliore amica


Anne tiene un diario fin dal suo tredicesimo compleanno. Naturalmente porta il diario con s anche nel rifugio. NellAlloggio segreto Anne cresce e passa da bambina a giovane donna. Medita sempre pi spesso sulla vita e affida al diario i propri pensieri. Ma scrive anche brevi racconti e raccoglie in un quaderno le frasi celebri di altri scrittori. Ad Anne piacerebbe che il suo diario diventasse un romanzo e che fosse pubblicato alla fine della guerra. Si accinge perci a rielaborarlo. Ma non riesce a portare a termine la sua fatica. Prima che finisca di riscrivere il diario Anne viene scoperta e deportata.

Larresto: i clandestini sono stati traditi!


Il 4 Agosto 1944, i clandestini vengono arrestati. Qualcuno li ha traditi. Sono inviati al campo di smistamento di Westerborke poi internati ad auschwitz. Non sar mai scoperto da chi sono stati traditi!

Otto Frank: il solo a salvarsi


otto torna ad Amsterdam. Sulla via del ritorno apprende la morte di Edith. Una volta rientrato spera che Margot ed Anne siano ancora vive, ma ha la notizia che anchesse non ce lhanno fatta. Miep ha trovato il diario di Anne, dopo larresto, e lo ha conservato per tutto il tempo. Quando sente che Anne morta, lo d a Otto con le parole: Questa leredit di Sua figlia Anne. Anne avrebbe voluto che il diario si pubblicasse, finalmente questo avvenne nel 1947.

Le morti

Edith Frankmor il 6 gennaio 1945 di fame e stenti. Hermann Van Pels secondo la Croce Rossa dei Paesi Bassi mor in una camera a gas di Auschwitz il giorno stesso in cui arriv, il 6 settembre 1944. secondo Otto Frank fu ucciso solo un paio di settimane pi tardi, quindi in ottobre o novembre del 44, poco priam che le camere a gas cessassero di essere utilizzate. Di Auguste Van Pels non si conosce la data del decesso. Margot e Anne morirono a causa di unepidemia che scoppi nellinverno del44-45. la data deve essere tra la fine di febbraio e gli inizi di marzo. I corpi delle due ragazze probabilmente riposano nelle fosse comuni di Bergen-Belsen. Peter Van Pels il 16 gennaio 1945 fu portato con una marcia di evaquazione da Auschwitz a Mauthausen dove mor il 5 maggio 1945, appena tre giorni prima della liberazione.