Sei sulla pagina 1di 20

Come sopravvivere allo sviluppo

Serge Latouche

IL CONCETTO DI SVILUPPO
Concetto nato nel 1949 dal discorso del presidente degli
Stati Uniti Truman Divisione del mondo in paesi del Nord e paesi del Sud, ovvero paesi sviluppati e paesi sottosviluppati Visto inizialmente come aiuto che i paesi del Nord avrebbero dato ai paesi del Sud per raggiungere uno sviluppo economico finito per diventare il proseguimento mascherato della colonizzazione dei paesi di nuova indipendenza Teorie economiche: sviluppo = crescita Nascita dello sviluppismo, secondo il quale possibile ottenere la prosperit materiale per tutti

Lo sviluppo in teoria e ... in pratica


Nella letteratura lo sviluppo viene definito come la
realizzazione dei desideri e delle aspirazioni di tutti e di ciascuno, al di l del contesto storico, economico, sociale e culturale Una condizione del genere non si mai verificata in nessuna parte del mondo Lo sviluppo reale pare piuttosto un processo che porta a mercificare i rapporti tra gli uomini e tra questi e la natura. Troppo spesso sviluppo ha coinciso con

occidentalizzazione del mondo.

CORRENTE DEL DOPOSVILUPPO


Corrente di pensiero nata negli anni 60 (alla fine del

primo decennio dello sviluppo) da una riflessione critica sul fallimento delle politiche di sviluppo Composta da ricercatori e attori sociali del Nord e del Sud del mondo Ha mantenuto nel volgere degli anni un carattere quasi sempre confidenziale, tanto che si basa ancora oggi su legami per lo pi informali Pone al centro della sua analisi la messa in discussione del concetto di sviluppo

Nascita di nuovi sviluppi


Aggiunta di aggettivi eufemistici per dare un volto
umano alla crescita economica

Sviluppo sociale
Sviluppo umano Sviluppo locale Sviluppo durevole (o sostenibile)

Nonostante la ricerca di aggettivi di abbellimento


del concetto di crescita economica, nei fatti si continuato a dare importanza solo allaspetto economico.

Necessit di uno sviluppo alternativo, anzi, di


unalternativa allo sviluppo

Per realizzare unalternativa allo sviluppo si

dovrebbe avere unaltra economia, unaltra razionalit, unaltra concezione del tempo e dello spazio

Contraddizioni reali
Lo sviluppismo si basa essenzialmente sulla teoria del
trickle down effect (effetto sgocciolamento) in base alla quale la ricchezza arriverebbe goccia a goccia anche agli strati poveri della popolazione

Andiamo a vedere i paradossi del ragionamento sviluppista

IL PARADOSSO DELLA CREAZIONE DEI BISOGNI


attraverso la creazione di tensioni psicologiche e di
frustrazioni che lo sviluppo e la crescita economica pretendono di soddisfare i bisogni fondamentali dellumanit Leconomia quasi non pu realizzarsi se non appoggiandosi necessariamente sulla povert Limmaginario economico inventa la scarsit di sana pianta e, per di pi, la povert stessa diventa una condizione di crescita: niente crescita senza bisogni e niente rimedio alla povert senza affondare la popolazione nella miseria

IL PARADOSSO DELLACCUMULAZIONE
La crescita viene presentata come il rimedio miracoloso

delle disuguaglianze Lidea di fondo : piuttosto che disputarsi le fette di una piccola torta, meglio mettersi daccordo per ingrandire la torta, in modo che ognuno ne abbia una fetta pi grande e che tutti ne abbiano a sufficienza Contemporaneamente, per, laccumulazione non possibile senza una grande disuguaglianza dei redditi PER RIMEDIARE ALLA DISUGUAGLIANZA DELLE CONDIZIONI E NECESSARIO COMINCIARE AD AGGRAVARLA!!!

Lossessione del PIL (Prodotto Interno Lordo)fa s che

IL PARADOSSO ECOLOGICO DELLA CRESCITA

vengano considerate positive TUTTE le produzioni e tutte le spese (comprese le produzioni nocive o addirittura distruttive) Non c distinzione tra una produzione effettiva e una produzione che volta a neutralizzare gli effetti di unaltra produzione Si continua a produrre qualsiasi cosa, anche a prezzi elevati, senza tenere conto del fatto che man mano che passa il tempo aumentano anche i costi per far fronte allinquinamento ambientale

Herman Daly e Clifford Cobb hanno costruito un indicatore sintetico: il Genuine Progress Indicator (Indicatore di Progresso Autentico). Il GPI corregge il PIL sulla base delle perdite dovute allinquinamento e al degrado dellambiente. Dai calcoli fatti su questa base risulta che negli Stati Uniti a partire dagli anni 70 lIndice del Progresso Autentico stagna, e addirittura si riduce (mentre ovviamente quello del PIL aumenta costantemente). A questi dati economici bisognerebbe poi aggiungere limpatto politico e culturale, senza contare che con lo sviluppo il prezzo che si paga sul piano sociale e umano enorme.

Non esiste altro sviluppo oltre quello realmente esistente Lo sviluppo realmente esistente il saccheggio senza
limiti della natura, loccidentalizzazione del mondo e lomologazione del pianeta, il genocidio di tutte le culture differenti

Lo sviluppo e la mondializzazione sono macchine per

affamare i popoli: prima degli anni 70 in Africa le popolazioni erano povere rispetto ai criteri occidentali, nel senso che disponevano di pochi beni manufatti, ma nessuno, in tempi normali, moriva di fame. Dopo 50 anni di sviluppo la morte per fame la norma.

Due forme di alternativa allo sviluppo:


Decrescita conviviale Localismo

Decrescita
Rinunciare allimmaginario economico, cio alla credenza

che di pi uguale a meglio Uscire dallottica della necessit dei bisogni socialmente costruiti Bisogna mettere in discussione il dominio delleconomia sulla vita, ma soprattutto il dominio delleconomia sulle nostre teste La decrescita ha come obiettivo quello di segnare il fondamentale abbandono del perseguimento della

crescita per la crescita

?
VERAMENTE POSSIBILE OTTENERE LO STESSO NUMERO DI PIZZE DIMINUENDO IN CONTINUAZIONE LA QUANTITA DI FARINA MA AUMENTANDO IL NUMERO DEI FORNI O DEI CUOCHI?
Mauro Bonaiuti

Le sei R:
Rivalutare i valori nei quali crediamo e sui quali
organizziamo la nostra vita Ristrutturare lapparato di produzione e i rapporti sociali in base al cambiamento dei valori Ridistribuire le ricchezze e laccesso al patrimonio culturale Ridurre limpatto sulla biosfera dei nostri modi di produrre e di consumare Riutilizzare i beni duso Riciclare

Tutto questo non necessariamente

antiprogressista e antiscientifico:
si tratta di unaltra crescita per il bene
comune

LOCALISMO
necessario rivitalizzare lhumus locale sia nel Nord che

nel Sud del mondo perch anche in un mondo globalizzato si vive localmente Evitare che il glocale serva da alibi al proseguimento della desertificazione del tessuto sociale In quei paesi esclusi dalleconomia mondiale riuscita a nascere unaltra economia (cosiddetta economia informale, anche se Latouche preferisce parlare di societ vernacolare): i naufraghi dello sviluppo producono e riproducono la loro vita, al di fuori del circuito ufficiale, attraverso strategie relazionali

CONCLUSIONI
I vari tipi di sviluppi moderni che ci hanno presentato

dopo la crisi della cooperazione, altro non sono che un abbellimento linguistico Gli addetti ai lavori continuano a prediligere uno sviluppo economico, dunque una mera crescita che produca semplicemente altra crescita Forse la soluzione di tutto sta nel tornare al significato di sviluppo, senza tanti giri di parole, senza voler nascondere quelli che sono i limiti e i problemi dei Paesi in Via di Sviluppo

FINE

Silvia Pelliciardi
silvia.pelliciardi@libero.it