Sei sulla pagina 1di 44

Stud i

o di

funz

ioni

Studio funzioni

Somma

rio

Premesse Definizione di funzione Considerazioni preliminari Campo esistenza Limiti Funzioni crescenti, decrescenti Massimi, minimi Derivate

Chiudi

Premesse
Intervalli di numeri o punti Gli intervalli possono essere : Limitati, Illimitati a seconda che un estremo o tutti e due siano + o - infinito a seconda che comprendano o no gli estremi

Aperti,

Chiusi

Intorno di un punto o numero reale

Si chiama intorno di un punto x (o di un numero reale x) ogni intervallo che contenga x.

Sommario

Disequazioni

Definizione di funzione
Dati due insiemi A e B, si dice funzione ( f : A B) una relazione di natura qualsiasi tale che ad ogni elemento di A associa uno ed uno solo elemento di B Esempi

3 4

2 5

37 4 5

ore Temp

7 8 -5 -5

9 -4

10 11 12 13 14 15 -3 -2 0 1 2 4

Continua

Sommario

Quando i due insiemi A e B sono insiemi di numeri allora si parla di funzioni numeriche. Spesso in questi casi la relazione esprimibile con espressioni algebriche.
Esempio : la funzione f definita nell' insieme dei numeri reali

x 3x - 2 Indicata normalmente come y = 3x - 2 cio si associa ad ogni valore di x un valore di y.


f :R R ( Es. : Se x = 1 y = 1 ; x = 2 y = 4) In questi casi la variabile x viene detta variabile indipendente ed y viene detta variabile dipendente.

Si pu farne il grafico sul piano cartesiano.

Nel nostro studio ci occuperemo solo di questo tipo di funzioni e come definizione di funzione prenderemo la seguente :

Si dice che una variabile dipendente y funzione di una variabile indipendente x quando esiste un legame di natura qualsiasi che ad ogni valore di x faccia corrispondere uno e uno solo valore di y.

Sommario

Campo di esistenza o dominio di una funzione

Si definisce campo di esistenza (dominio) di una funzione linsieme dei valori che posso assegnare alla variabile indipendente x in modo da poter calcolare il valore della variabile dipendente y.

Normalmente il dominio di una funzione formato da uno o pi intervalli di numeri reali (graficamente intervalli di punti) Clicca qui per semplici esempi di ricerca di dominio.

Linsieme dei valori assunti dalla y (variabile dipendente si chiama codominio Continua

Sommario

Noi sappiamo dal calcolo algebrico che :

Una frazione non pu avere un denominatore nullo Un radicale con indice pari non pu avere un radicando negativo

L argomento di un logaritmo deve essere positivo (non pu essere nemmeno il valore 0)

Qualora nellespressione delle funzioni che saranno oggetto del nostro studio non compaiano n frazioni, n radicali con indice pari, n logaritmi il campo di esistenza sar tutto lasse reale.

Esempi

Sommario

Negli esempi escluderemo il caso meno significativo in cui non ci siano limitazioni.

Puoi consultare :

Esempi con frazioni Esempi con radicali Esempi con logaritmi

Sommario

Trova il dominio della seguente funzione : x -1 y= 2 x 4 In questo caso il dominio dato da tutti i numeri reali che non annullano il denominatore. I valori da escludere sono le soluzioni dell' equazione x 2 4 = 0 cio x 1 = 2, x 2 = 2. Di conseguenza il dominio dato dai seguenti tre intervalli : x < -2, - 2 < x < 2, x > 2. Il primo illimitato a sinistra, aperto e limitato a destra Il secondo limitato ed aperto sia a destra che a sinistra Il terzo aperto e limitato a sinistra, illimitato a destra
Altro Es. frazioni Altri esempi Grafico

Sommario

Trova il dominio della seguentefunzione: x +1 y= x 2x + 1 In questo caso il dominio dato da tutti i numeri reali che non annullano il denominatore. I valori da escluderesono le soluzioni dell'equazione x 2 x + 1 = 0 cio x = x = 1. Quindi un solo valore.
2 2 2 1 2

Di conseguenza il dominio dato dai seguenti due intervalli : x < 1, x > 1.Si pu dire altrimenti, per x 1. Il primo illimitatoa sinistra,aperto e limitato a destra Il secondo aperto e limitato a sinistra,illimitatoa destra
Altri esempi

Grafico

Sommario

Trova il dominio della seguente funzione : x -1 x2 4 In questo caso il dominio dato da tutti i numeri reali x -1 che rendono 0. Infatti il radicando di una 2 x 4 radice di indice pari deve essere 0. Bisogna quindi risolvere una disequazio ne fratta, le sue y= soluzioni sono il dominio della funzione. Le soluzioni, in questo caso, sono date dagli intervalli : - 2 < x 1 ed x > 2. Il primo limitato, aperto a sinistra , chiuso a destra. Il secondo limitato, aperto a sinistra, illimitato a destra. Tali intervalli sono il campo di esistenza della funzione.
Altro Es. radicali Altri esempi Grafico

Sommario

Trova il dominio della seguente funzione : y = 3 + 2x x2 In questo caso il dominio dato da tutti i numeri reali che rendono 3 + 2 x x 2 0.( Il radicando di una radice di indice pari deve essere 0) Bisogna quindi risolvere una disequazio ne di 2, le sue soluzioni sono il dominio della funzione. Le sue soluzioni sono date dall' intervallo : - 1 x 3. Tale intervallo limitato, chiuso a sinistra ed a destra.
Grafico

Altri esempi

Sommario

Trova il dominio della seguente funzione : x+1 x 9 In questo caso il dominio dato da tutti i numeri reali x+1 che rendono > 0. Infatti l' argomento di un x 9 logaritmo pu essere solo positivo ( > 0). Bisogna quindi risolvere una disequazione fratta, le sue soluzioni sono il dominio della funzione. Le sue soluzioni, in questo caso, sono date dagli intervalli : y = log
2 2

- 3 < x < 1 ed x > 3. Il primo limitato, aperto a sinistra ed a destra. Il secondo limitato, aperto a sinistra, illimitato a destra. Tali intervalli sono il campo di esistenza della funzione.
Altro Es. logaritmi Altri esempi

Grafico

Sommario

Trova il dominio della seguente funzione : y = log (4 - x )


2

In questo caso il dominio dato da tutti i numeri reali che rendono 4 - x > 0, in quanto l' argomento di un logaritmo deve essere maggiore di 0. Bisogna quindi risolvere una disequazio ne di 2 grado,
2

le sue soluzioni sono il dominio della funzione. Esse sono date dall' intervallo : -2< x < 2. L' intervallo limitato, aperto a sinistra ed a destra. Tale intervallo il campo di esistenza della funzione.
Altri esempi Grafico

Sommario

Consideazioni preliminari
Ci poniamo prima questi quesiti :

Perch studiare una funzione ? Cosa significa studiare una funzione ?

Che strumenti matematici ci occorrono per lo studio di una funzione ?

Sommario

Concetto intuitivo di limite


Il concetto di limite uno tra i pi importanti concetti matematici ed anche uno tra i pi difficili da acquisire. Cercheremo di arrivarci in modo intuitivo adoperando anche termini e diciture non formalmente corretti. Partiamo da un fatto verosimile a cui voi sicuramente avete assistito, o forse ne potreste essere stati protagonisti. Un automobile sta percorrendo una strada, ad un certo momento incomincia a sbandare e va a finire contro un ostacolo. Come potremo dare una risposta al seguente quesito : Che velocit aveva lautomobile al momento dell impatto ?

Continua Limiti

Limite finito in un punto


Prendiamo in considerazione una funzione di cui riusciamo a calcolarci il valore:

x x y= x 1
3

Qui abbiamo una rappresentazione grafica di ci che abbiamo detto prima. Aggiungiamo che per indicare i valori di f(x) compresi tra

Possiamo scrivere

|f(x)-2|<
Detto altrimenti

2-<f(x)<2+ Il suo dominio formato daOsservando i valori di x ed i corrispondenti valori di y, tutti i numeri reali diversi 1. vediamo che tanto pi i valori di x si avvicinano al valore 1, tanto pi i valori di y si vediamo allora cosa Non possiamo quindi calcolarci il suo valore per x=1,avvicinano al valore 2. Teniamo presente che ad non possiamo dare il valore pi succede se diamo ad x valori leggermentexpi piccoli o leggermente 1. Constatiamo inoltre, osservando y o per meglio dire f(x), grandi di 1. che i valori compresi tra 2-0,003 e 2+0,003 sono assunti Cliccare qui. mentre x varia nellintervallo 1-0,001 e 1+0,001. Tale intervallo un intorno completo di 1. Ed ancora se consideriamo i valori di y compresi tra 2-0,00003 e 2+0,00003 essi vengono sono assunti mentre x varia Commenti tabella Commenti grafico nellintervallo 1-0,00001 e 1+0,000001. Tale intervallo pure un intorno completo di 1.

Continua

Limiti

Diamo la definizione di limite finito di una funzione in un punto con la speranza di capire almeno i termini matematici che vengono adoperati per formularla.
Dalla definizione si ammette per x tendente Si dice che la funzione y=f(x) evince che per verificare ad x0 , limite finito l lesistenza del limite finito di una funzione in un e si scrive punto bisogna vedere se soluzioni della disequazione | f(x) l | < Comprendono unx intorno completo del punto in cui si x0 vuole verificare il limite, se questo non avviene il Se fissato un numero >0 piccolo a piacere esiste un intorno completo H limite non esiste. del punto x0 tale che, per ogni x appartenente ad H eccetto al pi x0 , risulti Qualora la disequazione in questione si verifichi solo in un intorno destro, si dir che la funzione f(x) ammette limite destro per x c e si scriver : Lim f(x) = l

L im f ( x ) = l

X -> c+ .. Qualora la disequazione in questione si verifichi solo Lultima disequazione si pu anche scrivere sotto questa forma in un intorno sinistro,si dir chel la l < f(x) < + funzione f(x) Commenti ammette limite sinistro per x c e si scriver : Lim f(x) = l Limiti Esempi X -> c ..

f ( x) l <

Vogliamo verificare che x3 x =2 Lim x 1 x 1 per verificare questo limite dobbiamo risolvere questa disequazio ne x3 x 2 < x 1 x ( x + 1) 2 < x ( x 1)( x + 1) 2 < x 1 x2 + x 2 <

Questa disequazio ne equivale al sistema x 2 + x 2 < x 2 + x 2 < 0 2 x + x 2 > x 2 + x 2 + > 0 La prima disequazio ne ha per soluzioni l' intervallo - 1 - 9 + 4 - 1 + 9 + 4 <x< 2 2 La seconda disequazio ne ha per soluzioni gli intervalli x< - 1 - 9 4 2 x> -1 + 9 4 2

Grafico Limiti

Vogliamo verificare che x2 + x 2 =3 Lim x 1 x 1 per verificare questo limite dobbiamo risolvere questa disequazio ne x2 + x 2 3 < x 1 x+23 < x 1 < x 1 > Risolvendo : x < 1 + x > 1
Grafico Altro esempio Limiti

( x + 2)( x 1) 3 < x 1 x 1 <

Questa disequazio ne equivale al sistema

Limite infinito in un punto Prendiamo ora in considerazione la seguente funzione:


Qui abbiamo una rappresentazione grafica di ci che abbiamo detto prima. Vediamo che in tutta la zona colorata in verde i valori di f(x) In valore assoluto superano M

x y= x 1

vediamo che tanto pi i valori di x si avvicinano al valore 1, tanto pi i valori di y aumentano allora cosa Non possiamo quindi calcolarci il suo valore per x=1, vediamoin valore assoluto.Teniamo presente che leggermente pi succede se diamo ad x valori leggermente pi piccoli o ad x non possiamo dare il valore 1. Constatiamo inoltre, osservando y o per grandi di 1. meglio dire f(x), che i valori che superano in valore Cliccare qui. assoluto 999 vengono assunti mentre x varia nellintervallo 1-0,001 e 1+0,001. Tale intervallo un intorno completo di 1. Ed ancora se consideriamo i valori di y che superano in valore assoluto 99999, essi Commenti tabella Commenti grafico vengono sono assunti mentre x varia nellintervallo 10,00001 e 1+0,000001. Tale intervallo pure un intorno Continua completo di 1.

Il suo dominio formato daOsservando i valori di x ed i corrispondenti valori di y, tutti i numeri reali diversi 1.

Limiti

Definizione di limite infinito di una funzione in un punto. Si dice che la funzione y=f(x) , ammette per x tendente ad x0 , limite infinito e si scrive

f (x L im che, per ) = Dalla definizione si evince verificare lesistenza del


limite infinito di una funzione in un esiste bisogna vedere Se fissato un numero grande a piacere punto, un intorno completo H se le soluzioni della ogni x appartenente ad comprendono del punto x0 tale che, per disequazione | f(x)|>M H, eccetto al pi x0 , risulti un intorno completo del punto in cui si vuole verificare il limite, se questo non avviene il limite non verificato.
x 0 x

Si deve inoltre aggiungere che, se si verifica solo la disequazione f(x)>M,fallora si ha che ( x) > M Lultima disequazione equivalente all unione delle seguenti Se si verifica solo la disequazione f(x)<-M, allora si disequazioni: f(x) > M ed f(x) < - M ; cio soddisfatta dalle ha che soluzioni di ambedue. Lim f(x)= -
X - xo .. Commenti Esempi Limiti Lim f(x)= + X - xo ..

Vogliamo verificare che x +1 = Lim x 0 x per verificare questo limite dobbiamo risolvere questa disequazio ne x +1 > M le cui soluzioni si ottengono risolvendo le seguenti x x +1 x +1 disequazio ni > M; < M x x la prima soddisfatt a per 1 intorno destro di 0 M -1 la seconda soddisfatt a 1 < x < 0 intorno sinistro di 0 M +1 Uniti formano l' intervallo 1 1 <x< M +1 M -1 Chiarament e un intorno completo di 0. 0<x<
Grafico Altro esempio Limiti

Vogliamo verificare che 1 = + per verificare questo limite dobbiamo risolvere Lim 2 x 1 (x 1) questa disequazio ne 1 >M. 2 (x 1)

Se le soluzioni comprendon o un intorno completo di 1, il limite verificato . Risoluzion e : 1 M(x 2 2x + 1) >0 2 (x 1) 1 Mx 2 + 2Mx M > 0 Mx 2 2Mx + M - 1 < 0

Il denominato re per x 1 sempre positivo ( > 0) Vediamo il numeratore Soluzioni 2M 4M 2 - 4M 2 + 4M 2M 4M M M x= = = = 2M 2M M M M M 1 = =1 =1 M M M2 M La disequazio ne soddisfatt a dal seguente intervallo : 1 Chiarament e un intorno completo di 1. Nota il valore 1 va escluso perch annulla il denominato re. 1 1 < x <1+ M M Equazione associata : Mx 2 2Mx + M - 1 = 0

Grafico

Limiti

Limite finito per x tendente allinfinito Prendiamo ora in considerazione la seguente funzione: Qui abbiamo una rappresentazione
grafica di ci che abbiamo detto prima. Vediamo che in tutte due le zone colorate in verde i valori di f(x) in valore assoluto differiscono da 1 meno di un valore prefissato. Nel nostro caso una volta 0,0001 unaltra 0,000001.

x y= x 1

Il suo dominio formato da tutti i numeri reali diversi 1.


Osservando i valori valore i corrispondenti valori di y, Diamo ad x valori sempre maggiori in di x ed assoluto, cio valori grandi con vediamo segno positivo o negativo. che quanto pi i valori di x aumentano in valore

Cliccare qui.

Commenti tabella Commenti grafico Continua

assoluto, tanto i valori di y si avvicinano ad 1. Se guardiamo con maggior attenzione, vediamo che quando x supera in valore assoluto 10000, y (o f(x)) assume valori che differiscono da 1 meno di 0,0001, e se x supera in valore assoluto 1000000, y (o f(x)) assume valori che differiscono da 1 meno di 0,000001

Limiti

Definizione di limite finito di per x tendente allinfinito.

Si dice che la funzione y=f(x) , ammette limite finito l per x tendente ad , e si scrive

L im f ( x ) = l
x

Se fissato un numero piccolo a piacere, esiste un numero N tale che, per ogni |x|>N, risulti

Dalla definizione si evince che, per verificare lesistenza del limite finito di una funzione per x che tende allinfinito, bisogna vedere se le soluzioni della disequazione | f(x)-l|< Lultimasoddisfatta per tutti i valori di xscrivere sottoin valore forma disequazione si pu anche che superano questa assoluto l se f(x) < l non Commenti un valore N prefissato, < questo + avviene il limite non verificato. Esempi Limite infinito per x tendente allinfinito Limiti

f ( x) l <

Vogliamo verificare che x +1 =1 Lim x x per verificare questo limite dobbiamo

risolvere questa disequazio ne

x +1 1 < ; x e constatare che soddisfatt a per valori di x che superano assoluto un numero N molto grande. x +1 x +1 x 1 < ; < ; x x si ottengono unendo le soluzioni 1 1 x> ed x < .

i valore

1 1 < x > le cui soluzioni x delle seguenti disequazio ni :

Essendo molto piccolo


Grafico Altro esempio

= N molto grande.

Limiti

Vogliamo verificare che 2 x 2 +1 =2 Lim x x2 per verificare questo limite dobbiamo risolvere la disequazio ne 2 x 2 +1 2 < x2 e vedere se verificata per x in valore assoluto maggiore di un numero N molto grande 2 x 2 +1 2 x 2 +1 2 x 2 2 < ; < ; x2 x2 che equivale a : x2 > 1 1 < x2 x2 > 1

Disequazio ne di 2 grado. Equazione associata : x 2 = 1

; Soluzioni x = 1

= .

Disequazio ne verificata per x < -

e per x > N= 1

Essendo un numero molto piccolo

sar molto grande.

Grafico

Limiti

Definizione di limite infinito di per x tendente allinfinito.

Si dice che la funzione y=f(x) , ammette limite infinito per x tendente ad , e si scrive

L im f ( x ) =
x

Lultima disequazione equivale alle seguenti due disequazioni


f(x) >M ; f(x)< -M Commenti

Se fissato un numero grande a piacere, esiste un numero N tale che, per ogni |x|>N, risulti si evince che, per verificare lesistenza del Dalla definizione limite infinito di una funzione per x che tende allinfinito, bisogna vedere se le soluzioni della disequazione | f(x)|>M soddisfatta per tutti i valori di x che superano in valore assoluto un valore N, se questo non avviene il limite non verificato. La disequazione in questione si risolve trovando le soluzioni delle disequazioni f(x)>M ed f(x)>-M.

f ( x) > M

Limiti

Limiti
Concetto intuitivo di limite Limite finito in un punto Limite infinito in un punto Limite finito all infinito Limite infinito all infinito Utilit dei limiti Calcolo dei limiti Funzioni continue Asintoti

Sommario

Utilit dei limiti nello studio di funzione


Dopo aver dato le varie definizioni di limite, vediamo a cosa servono ilimiti nello studio di funzioni. Essenzialmente il calcolo dei limiti ci serve per conoscere il comportamento della funzione, che si sta studiando, agli estremi del campo di esistenza. Cio, dopo che noi abbiamo trovato gli intervalli che formano il campo di esistenza, dobbiamo vedere come si comporta la funzione avvicinandosi a gli estremi di detti intervalli. Dobbiamo vedere se la funzione tende ad un valore finito, se ha un andamento asintotico, o un ramo parabolico .

Limiti

Calcolo dei limiti


Abbiamo dato il concetto di limite, abbiamo visto come si possa verificare l esistenza oppure no di un limite in un punto o allinfinito. Vediamo ora come si opera, normalmente, per calcolare un limite. Come prima operazione si sostituisce, nell espressione della funzione, ad x il valore per cui si deve trovare il limite e si vede cosa capita. I casi, che si possono presentare, si possono assimilare, nella maggior parte delle volte, a questi tre :(Note per il calcolo)
1.

Il calcolo si pu fare senza nessun problema: il valore trovato proprio il limite cercato. (Esempi) Nel calcolo entrano, come operandi, 0 (zero) o (infinito), ma ciononostante, calcolare il limite. (Esempi) Nel calcolo si presenta una forma indeterminata, ed allora si cerca qualche artificio per cercare il valore del limite.(Esempi)(Esempi)

2.

3.

Limiti

Funzioni continue
Si dice che una una funzione f(x) definita in un intervallo (a,b) continua in un punto c (interno a questo intervallo), se risulta: Lim f(x) = f(c)

x c

. .

In altre parole, f(x) continua in un punto c quando:


1.

La funzione f(x) esiste nel punto c La funzione f(x) ammette limite per x --> c Il valore del limite coincide col valore della funzione in c

2.

3.

Quando una funzione continua in tutti i punti dellintervallo (a,b), si dice che la funzione continua nellintervallo (a,b). Continua

Limiti

Abbiamo visto quando una funzione continua in un punto.Se non continua si dice discontinua. Il punto in cui non continua si dice punto

di discontinuit.

I punti di discontinuit possono essere di tre specie :


Prima specie: Un punto di discontinuit si dice di Ia specie, se in tale

punto la funzione ammette limite destro, ammette limite sinistro, ma tali limiti non coincidono.(Esempio)
Seconda specie: Un punto di discontinuit si dice di IIa specie, se in tale

punto almeno uno dei limiti destro o sinistro, o infinito o non esiste(Esempio)
Terza specie: Un punto di discontinuit si dice di IIIa specie, se in tale

punto la funzione ammette limite destro, ammette limite sinistro, tali limiti coincidono ma la funzione in quel punto o non esiste, o se esiste ha un valore diverso dal valore del limite. In questo caso si parla di discontinuit eliminabile. (Esempio)

Limiti

As in to ti
Una retta r detta asintoto della curva y=f(x) se la distanza, di un punto P(x,y) della curva, dalla retta r tende a zero, quando il punto indicato si allontana indefinitamente dallorigine delle coordinate.(Quando almeno una delle due coordinate del punto P tende allinfinito)

Se la retta r parallela allasse x si dir asintoto verticale cio sar del tipo x=k. Esempio Se la retta r parallela allasse y si dir asintoto orizzontale cio sar del tipo y=k. Esempio Se la retta r non parallela n allasse x, n allasse y si dir asintoto obliquo, cio sar del tipo y=mx+q. Bisogna trovare sia m che q per determinarlo. Esempio

Limiti

Derivate

Concetto di derivata Definizione di derivata Regole di derivazione Significato geometrico della derivata

Sommario

Concetto di derivata
Consideriamo due problemi gi incontrati anche in altre discipline : il calcolo del costo marginale (Tecnica, Economia), la ricerca della tangente ad una curva. Costo marginale : Il costo marginale sicuramente stato definito come il costo che si sostiene per produrre una unit aggiuntiva di prodotto e per calcolarlo supposto che C(x) sia la funzione costo totale si opera in questo modo : C(x0+1)-C(x0) (x0+1)-x0 Supponiamo che invece di produrre una unit in pi volessimo vedere la tendenza del costo totale per produrre qualcosa ( h ) in pi, il costo sarebbe : C(x0+h) C(x0) (x0+h) - x0 Il costo marginale si definisce come : C(x0+h) C(x0) h C(x0+h) C(x0) h

Lim h ->0

Continua Derivate

Vediamo ora il problema della tangente ad una curva :

Prendiamo due punti sulla curva P e Q corrispondenti alle ascisse x0 ed x0 +h, avranno come ordinate f(x0 ), f(x0 +h) troviamo la retta congiungente i due punti, che taglier la curva in P ed in Q :

Retta per due punti P(x 1 , y 1 ), Q(x 2 , y 2 ) :

Il coefficien te angolare

y - y1 x - x1 y y1 y 2 y1 = y - y1 = 2 ( x - x1 ) y 2 y 1 x 2 x1 x 2 x1 x a x 1 Possiamo aggiungere che, se noi riusciamo 2


calcolare il limite del rapporto incrementale, Nel nostro conosciamo il), Q(x 0 + h, f(x 0 + h) ) : della tangente in caso P(x 0 , f(x 0 coefficiente angolare quel punto, e quindi sar sufficiente, per trovare la f(x 0 + h) f(x 0 ) f(x 0 + h) f(x ) y - f(x 0 ) = tangente, adoperare ) formula della retta per un 0 ( x - x 0 ) ( x - x 0 la y - f(x 0 ) = (x 0 + h punto h) x-0 y0= m ( x - x0) y sostituendo il f(x 0 + h) f(x 0 ) Il coefficien te angolare coefficiente angolare col limite trovato. h Commenti Grafico Derivate

Definizione di derivata Definizione di derivata


Si chiama derivata della funzione f(x) nel punto x0 il limite, se esiste ed finito, del rapporto incrementale, al tendere a 0 dell incremento h della variabile indipendente.

f ( x 0 + h) f ( x 0 ) f ( x0 ) = Lim h 0 h
'
Quando si vuole generalizzare prendendo invece di x0 un punto generico qualsiasi si scrive :

f ( x + h) f ( x ) f ( x ) = Lim h 0 h
'

Esempio

Altro esempio

Derivate

Regole di derivazione
Abbiamo dato la definizione di derivata, abbiamo visto che la derivata di una funzione, calcolata per un generico valore x, essa stessa una funzione. Ci chiediamo ora se, per calcolare una derivata, dobbiamo sempre calcolarci il limite del rapporto incrementale. Rispondiamo subito di no. Ci sono le regole di derivazione, applicando le quali, data una qualsiasi funzione f(x) possiamo calcolarci f (x). Abbiamo visto da esempi precedenti, calcolando il limite del rapporto incrementale, che : Data f(x) = x2 2x + 3 Data f(x) = x3 + 3 f (x) = 2x 2 f (x) = 3x2

Continua

Derivate

Enunciamo ora le regole di derivazione pi semplici che per ci daranno la possibilit di derivare la quasi totalit delle funzioni che ci si presenteranno :

f(x)= k xn f(x)*g(x) f(x) g(x) f(g(x))

f (x)= 0 nxn-1 f (x)*g(x)+f(x)*g(x) f (x)*g(x) - f(x)*g(x) g(x)2 f (g(x))*g(x)


Esempi Esempi Esempi

Esempi Esempi

Derivate

Funzioni crescenti,decrescenti
Una funzione f(x), definita in un intervallo (a,b), si dice crescente nellintervallo (a,b) se per ogni coppia di valori x1 , x2 con x2> x1 risulta f(x2)> f(x1) (esempi 1, 2) (Detto in altre parole :Una funzione crescente in un intervallo (a,b) se al crescere di x cresce anche y)

Una funzione f(x), definita in un intervallo (a,b), si dice decrescente nellintervallo (a,b) se per ogni coppia di valori x1 , x2 con x2> x1 risulta f(x2)< f(x1).(Esempi 1, 2) (Detto in altre parole :Una funzione decrescente in un intervallo (a,b) se al crescere di x , y decresce)

Esempi di funzione con intervalli di crescenza e intervalli di decrescenza 1, 2

Sommario

Massimi e Minimi
Diciamo subito, visto che spesso si fa confusione che si deve distinguere tra due Si deve aggiungere che quando si parla di tipi di Massimo(Minimo): Massimo assoluto e Massimo relativo. I due concetti massimo(minimo) relativo ci deve essere un sono profondamente diversi.

intorno del punto x0 e quindi x0 di Il massimo assoluto (Minimo assoluto)all intorno che il pi grande (il pi piccolo) massimo(minimo) relativamente non altro in valore assunto dalla funzione ed unico. cui si trova.
Un punto x0 di massimo relativo (minimo relativo) se esiste un intorno H di tale Il massimo(minimo) assoluto invece il valore f (x0 ) minimo relativo]. punto tale che per ogni x H risulta f(x)f(x0 ) [f(x)

pi grande assunto dalla funzione, e quindi va ricercato tra i valori assunti dalla funzione agli estremi del campo di esistenza, nei punti isolati, e tra i massimi (minimi) relativi.

Commenti

Esempi(1,2,3,4)

Sommario

ignificato che la derivata di una funzione ci d il coefficiente geometrico della derivata Abbiamo visto
angolare della tangente alla curva nel punto in cui si calcola la derivata. Ricordiamo che se una retta ha coefficiente angolare nullo parallela allasse x, se ha coefficiente angolare > 0 (positivo) forma un angolo minore di 90 con lasse x, se ha coefficiente angolare < 0 (negativo) forma un angolo maggiore di 90 con lasse x. Possiamo dire che: dove la derivata prima > 0(positiva), la tangente ha coefficiente angolare >0 e di conseguenza la funzione crescente. (Grafico) Dove la derivata prima < 0(negativa), la tangente ha coefficiente angolare <0 e di conseguenza la funzione decrescente. (Grafico) . Dove la derivata prima =0 (nulla), la tangente ha coefficiente angolare =0 e di conseguenza la funzione ha un massimo relativo o un minimo relativo o un flesso. (Grafico)

Derivate