Sei sulla pagina 1di 38

Le pensioni nel pubblico impiego

Sistema pensionistico pubblico

Modalit finanziamento a ripartizione


(pay-as-you-go PAIG)

Pensioni correnti sono finanziate dal gettito contributivo corrisposto dai lavoratori attivi e dai datori di lavoro

Si fonda sul rapporto LAVORATORI ATTIVI/PENSIONATI (sistema solidaristico, patto intergenerazionale)

Le pensioni nel pubblico impiego


Allungamento vita-media
(variabile demografica)

Fattori criticit sistema pensionistico pubblico


(a ripartizione)

Riduzione tasso natalit


(variabile demografica)

Incidenza su equilibrio finanziario del sistema

Modifiche mercato lavoro


(variabile economica)

Frammentazione e iniquit sistema pubblico

Crescita esponenziale spesa pensionistica

Le pensioni nel pubblico impiego

Riforma pensioni

salvaguardare stabilit finanziaria nel mediolungo periodo del sistema pubblico

Dlgs n. 503/92 (riforma Amato) Dlgs n. 124/93 (previdenza complementare) L. n. 335/95 (riforma Dini) L. n. 662/96 (finanziaria 1997) L. n. 449/97 (riforma Prodi) L. n. 448/98 (finanziaria 1999) L. n. 488/99 (finanziaria 2000) Dlgs n. 47/00 (previdenza complementare) L. n. 388/00 (finanziaria 2001) L. n. 289/02 (finanziaria 2003) L. n. 243/04 (riforma Maroni) L. n. 252/05 previdenza complementare) L. n. 247/07 (protocollo welfare) L. n. 133/2008 (manovra finanziaria) L. n. 122/10 (manovra finanziaria) L. n. 148/11 (manovra finanziaria) L. n. 214/11 (manovra Monti) L. n. 135/12 (spending review)

Stabilizzazione spesa pensionistica in rapporto al Pil

Le pensioni nel pubblico impiego


innalzamento requisiti anagrafici (1)

diritto
innalzamento requisiti contributivi

Riforma pensioni

incremento periodo per determinazione retribuzione pensionabile (regime retributivo) nuovo sistema di calcolo per pi giovani (regime contributivo) con periodica revisione dei coefficienti trasformazione (2)

misura

Tendenziale armonizzazione regole tra lavoratori privati e pubblici

(1) (2)

Incremento periodico con riferimento allaumento delle speranze di vita Dal 2012 il calcolo contributivo (pro-rata) stato esteso anche ai destinatari del sistema retributivo (legge n. 214/11)

Le pensioni nel pubblico impiego


Nel tempo per effetto delle riforme il tasso di sostituzione (rapporto reddito da pensione/reddito da lavoro) si ridotto
(penalizzate la classi pi giovani)

Et pensionamento
57 60 62 65

Anzianit contributiva al 31 dicembre 1995


18 anni (1) 69,4% 69,4% 69,4% 69,4% 14 anni 56,4% 59,9% 63,7% 66,8% 10 anni 54,8% 57,3% 60,6% 63,7% 6 anni 51,6% 54,9% 57,2% 60,3% nessuna 47,6% 50,7% 54,5% 56,9%

Da 1.1.2012, con estensione calcolo contributivo (pro-rata ) anche le pensione degli ex destinatari regime retributivo si ridurranno progressivamente nel tempo
(1)

Le pensioni nel pubblico impiego

Equo indennizzo e pensione privilegiata (art. 6)

Legge n. 214/11

Soppressione enti e organismi (art. 21)


Disposizione in materia di trattamenti pensionistici (art. 24)

Le pensioni nel pubblico impiego


Pro-quota contributivo (comma 2) Flessibilit e incentivazione (commi 4 e 16) Abolizione regime delle decorrenze (comma 5)

Nuovi trattamenti di pensione di vecchiaia e anticipata (comma 3) Requisiti di accesso alla pensione di vecchiaia (commi 6, 7 e 15-bis)

Legge n. 214/11
(art. 24)

Requisiti di accesso alla pensione anticipata (commi 10, 11 e 15 bis) Lavoratori derogati (commi 3, 14 , 15 e 18) Pensione anticipata lavori usuranti (commi 17 e 17-bis) Armonizzazione (comma 18) Pensione in totalizzazione (comma 19) Decontribuzione (comma 28)

Le pensioni nel pubblico impiego

Riduzione organici (art. 2, 16, 23-quinquies)

Legge n. 135/12
(spending review)

Reclutamento del personale (art. 2 e 14)


Disposizioni in materia di buoni pasto, ferie, riposi, permessi
(art. 5)

Le pensioni nel pubblico impiego


Legge n. 335/95 (riforma Dini)
Anzianit contributiva al 31.12.1995 Almeno 18 anni Regime applicabile Quote pensione

retributivo

Quota A periodi fino al 31-12-1992 Quota B periodi da 1-1-1993 fino a cessazione servizio

Meno di 18 anni (1)

misto (retributivo + contributivo)

Quota A periodi fino al 31-12-1992 (retributivo) Quota B periodo Quota C


1993-1995 (retributivo)

da 1-1-1996 fino a cessazione servizio (contributivo)

Nessuna

contributivo

Quota C da 1.1.1996 o da inizio attivit lavorativa fino a


cessazione

(1) Possibilit opzione regime contributivo (almeno 15 anni di contributi di cui almeno 5 dopo il 1995)

Le pensioni nel pubblico impiego

retributivo

contributivo

anzianit contributiva

retribuzione pensionabile

contributi versati

et anagrafica

aliquota rendimento

Coefficiente trasformazione

PENSIONE RETRIBUTIVA

PENSIONE CONTRIBUTIVA

Le pensioni nel pubblico impiego

Dal 1 gennaio 2012 estensione del calcolo contributivo (pro-rata) anche ai dipendenti con 18 anni di contribuzione al 31 dicembre 1995 (1)

(1) Legge n. 214/11, art. 24 c. 2.

Le pensioni nel pubblico impiego


Legge n. 214/11 (manovra Monti)
Anzianit contributiva al 31.12.1995 Almeno 18 anni Regime applicabile Quote pensione

Quota A periodi fino al 31-12-1992 (retributivo) misto (retributivo + contributivo) misto (retributivo + contributivo) Quota B periodi da 1-1-1993 fino a 31-12-2011 (retributivo) Quota C da 1-1-2012 alla cessazione (contributivo) Quota A periodi fino al 31-12-1992 (retributivo) Quota B periodo Quota C Nessuna contributivo
1993-1995 (retributivo)

Meno di 18 anni (1)

da 1-1-1996 fino a cessazione servizio (contributivo)

Quota C da 1.1.1996 o da inizio attivit lavorativa fino a cessazione

(1)

Possibilit opzione regime contributivo (almeno 15 anni di contributi di cui almeno 5 dopo il 1995)

Le pensioni nel pubblico impiego


Calcolo contributivo
periodo Quota C (1) retribuzione Montante contributivo da 1.1.2012 alla cessazione servizio
(Somma dei contributi annui, pari al 33% retribuzione onnicomprensiva, annualmente rivalutata in base alla variazione media quinquennale del pil)

aliquota Coefficiente trasformazione (valore


percentuale in relazione et anagrafica al momento del pensionamento)

Et anagrafica Coefficiente trasformazione 1996-2009 Coefficiente trasformazione 2010-2012 Coefficiente trasformazione 2013-2015

57

58

59

60

61

62

63

64

65

66

67

68

69

70

4,720

4,860

5,006

5,163

5,334

5,514

5,706

5,911

6,136

4,419

4,538

4,664

4,798

4,940

5,093

5,257

5,432

5,620

4,304

4,416

4,535

4,661

4,796

4,940

5,094

5,259

5,435

5,624

5,826

6,046

6,283

6,541

Montante X coefficiente = importo pensione (quota contributiva)


(1) Per i dipendenti privi di anzianit contributiva al 31-12-1995, quota C si calcola a partire dallinizio attivit lavorativa fino alla cessazione; con meno di 18 anni di contribuzione al 31-12-1995, la quota C si calcola a partire dal 1996 fino alla cessazione; con almeno 18 anni di contributi al 31-12-1995, quota C si calcola a partire dal 2012 fino alla cessazione.

Le pensioni nel pubblico impiego


Calcolo retributivo retribuzione rendimento montante Calcolo contributivo Et anagrafica
57 58 59

coefficiente
4,304 4,416 4,535

rendimento 1,419 1,457 1,497

60
61

4,661
4,796 4,940 5,094 5,259 5,435 5,624 5,826 6,046 6,283 6,541

1,538
1,583 1,630 1,681

100

33

62 63 64 65 66 67 68 69 70

1,735
1,794 1,856 1,923 1,995 2,073 2,159

Le pensioni nel pubblico impiego

Dal 2012 cambiano i requisiti


per il diritto a pensione (vecchiaia e anticipata) (1)

(1)

Legge n. 214/11 (manovra Monti-Fornero)

Le pensioni nel pubblico impiego


Soggetti che maturano diritto a pensione entro 31 dicembre 2011 (1) Requisiti per il diritto Mantenimento vecchi requisiti daccesso e regime delle decorrenze

Soggetti che maturano diritto a pensione dal 1 gennaio 2012

Applicazione nuovi requisiti daccesso e abolizione regime delle decorrenze

(1)

Compresi soggetti derogati e salvaguardati (anche se maturano diritto a pensione dopo il 2011)

Le pensioni nel pubblico impiego


Dipendenti che hanno maturato diritto a pensione entro 31-12-2011. Personale femminile optante in via sperimentale (2008-2015) per calcolo contributivo (almeno 57 anni di et Categorie che mantengono vecchi requisiti daccesso e il regime delle decorrenze
e 35 di contributi)

Lavoratori salvaguardati anche se maturano diritto a pensione dopo il 2011 (in mobilit, a carico dei
fondi di solidariet, prosecutori volontari, esonerati, esodati, in congedo biennale) (1)

Personale P.A. in esubero che matura entro 2014 diritto di accesso e decorrenza pensione in base ai vecchi requisiti (collocato a riposo dufficio) (2)

(1) Anche (2)

se maturano diritto a pensione dopo il 2011.

Legge n. 135/12 art. 2 c. 11, art. 16 c. 8 (spending review)

Le pensioni nel pubblico impiego

Soggetti che al 31-12-2011 hanno maturato diritto a pensione (anzianit contributiva 40


anni, quota o comunque requisiti previsti per la pensione)

Nel 2012 o negli anni successivi, collocati a riposo dufficio al compimento dei 65 anni (salvo
trattenimento in servizio) (1)

Non si applicano nuovi requisiti e mantengono finestra mobile

(1)

Circ. Dipartimento Funzione Pubblica n. 2/12

Le pensioni nel pubblico impiego


Pensione di vecchiaia (regime retributivo) anni Et anagrafica Donne 2010-2011 2012 61 anni (1) 65 anni 65 anni e 3 mesi uomini 65 anni Almeno 20 anni (2) contribuzione

Requisiti per il diritto a pensione vigenti al 31 dicembre 2011

2013

Pensione anzianit anni Requisiti et, contributi e quota (3) et 2011-2012 2013 60 anni 61 anni e 3 mesi contributi 35 anni quota 96 97 e 3 mesi Solo contributi 40 anni (4)

(1) Per le dipendenti degli enti pubblici non economici (parastato) il requisito anagrafico per il 2011 di 60 anni, come le lavoratrici private. (2) Resta fermo requisito minimale 15 anni di contribuzione per tutti i dipendenti pubblici con anzianit contributiva anteriore al 1993. (3) Requisiti minimi di et e di contribuzione per il raggiungimento della quota devono essere pieni, senza operare alcun arrotondamento (4) Decorrenza pensione: 12 mesi nel 2011; 13 mesi nel 2012; 14 mesi nel 2013 e 15 mesi nel 2014

Le pensioni nel pubblico impiego

Gli appartenenti alle forze armate e ai corpi di polizia (ordinamento civile e militare)

Sono esclusi da applicazione nuovi requisiti per il diritto (1)

Gli appartenenti al corpo dei vigili del fuoco I lavoratori occupati in miniere, cave e torbiere

Con decreti da emanarsi entro il 31 ottobre 2012 (2) verranno armonizzati i requisiti daccesso, tenuto conto delle peculiarit, esigenze e ordinamenti dei singoli settori

(1) (2)

Compresi i lavoratori che a compimento et pensionabile perdono titolo abilitante quali p.e. controllori traffico aereo, piloti, assistenti volo (Circ. Inps n. 37/12). Legge n. 135/12 art 12 c. 88.

Le pensioni nel pubblico impiego

Nuovi requisiti

Si applicano ai dipendenti che maturano diritto a pensione dal

1 gennaio 2012

Regime misto (1)

Regime contributivo (2)

Dipendenti con anzianit contributiva al 31 dicembre 1995 inferiore o superiore a 18 anni

Dipendenti con prima contribuzione successiva al 1/1/1996

(1)
(2)

Da 1-1-2012 estensione calcolo contributivo (pro-rata) anche ai lavoratori con pi di 18 anni di contributi al 31-12-1995 (legge n.
214/11)

Ai soggetti optanti per il sistema contributivo (meno di 18 anni al 31-12-1995), si applicano per il diritto i requisiti del regime misto mentre per la misura il calcolo interamente contributivo (cfr circ. Inps n. 37/12)

Le pensioni nel pubblico impiego


Per le dipendenti pubbliche e per i lavoratori dipendenti (pubblici e privati) 66 anni incrementati in base attese di vita
Per le lavoratrici private (parastato) oltre a graduale innalzamento et pensionabile (a partire da 62 anni) anche incremento attese di vita

Pensione di vecchiaia
(regime misto)

Almeno 20 anni di contributi (3)

Dal 2021 il requisito anagrafico non pu essere inferiore a 67 anni

Incrementi attese di vita (1) anni Incremento mesi 2013-2015 3 2016-2018 4 2019-2020 4 2021-2022 3 2023-2024 3 2025-2026 3 2027-2028 (2) 3

(1) Dal 2013 incremento con riferimento attese di vita di tre mesi. Gli altri incrementi sono stimati nella relazione tecnica di accompagnamento alla legge. (2) Dal 2029 incremento e di due mesi ogni biennio. (3) NON si applicano pi le deroghe del Dlgs n. 503/92

Pensione vecchiaia lavoratori dipendenti (regime misto) anni Private (1) 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019-2020 (4) 2021-2022 (5) 2023-2024 2025-2026 2027-2028 60 anni 62 anni 62 anni e 3 mesi 63 anni e 9 mesi 63 anni e 9 mesi 65 anni e 7 mesi 65 anni e 7 mesi donne Pubbliche (2) 61 anni 66 anni 66 anni e 3 mesi 66 anni e 3 mesi 66 anni e 3 mesi 66 anni e 7 mesi 66 anni e 7 mesi 66 anni e 7 mesi 66 anni e 11 mesi 67 anni e 2 mesi 67 anni e 5 mesi 67 anni e 8 mesi 67 anni e 11 mesi 65 anni 66 anni 66 anni e 3 mesi 66 anni e 3 mesi 66 anni e 3 mesi 66 anni e 7 mesi 66 anni e 7 mesi Almeno 20 anni (3) Uomini (2) contribuzione

(1) Requisiti anagrafici innalzati per adeguamento et pensionabile e per incremento in base attese di vita

(2) Requisiti anagrafici innalzati per incremento in base attese di vita


(3) NON si applicano pi le deroghe previste dal Dlgs n. 503/92 (4) Dal 2019 lincremento in base alla speranza di vita biennale (5) Dal 2021 let minima di accesso alla pensione di vecchiaia non pu essere inferiore a 67 anni

Le pensioni nel pubblico impiego


anni

Incentivato proseguimento attivit lavorativa fino a 70 anni . Nel 2013 definizione nuovi coefficienti trasformazione con estensione fino a 70 anni (1).

Incremento speranze vita (2) 70 anni e 3 mesi 70 anni e 7 mesi 70 anni e 11 mesi 71 anni e 2 mesi 71 anni e 5 mesi

2013-2015 2016-2018 2019-2020 2021-2022 2023-2024

Prosecuzione attivit lavorativa

La possibilit di recesso ad nutum (datori lavoro privati) viene differita fino al limite max di 70 anni Per i pubblici dipendente non opera il principio di incentivazione alla permanenza in servizio sino a 70 anni (3)

Nel caso di superamento, per effetto degli incrementi in base allattesa di vita, di ununit del limite di 70 anni, coefficiente trasformazione viene esteso anche a valori superiori a 70 anni.
(1)
(2) Anche

requisito di 70 anni incrementato in base alle attese di vita. fino a 70 anni solo per consentire maturazione requisito contributivo minimo (Circ. Dip. Funzione Pubblica n. 2/12).

(3) Trattenimento

Le pensioni nel pubblico impiego

Dirigenza medica (1)

Limite di et 65 anni ma su istanza interessato prosecuzione attivit lavorativa fino a raggiungimento di 40 anni di servizio effettivo (2) e comunque non oltre limite di et di 70 anni

(1) Legge n. 183/10 art. 22 (2) Nel servizio effettivo sono ricompresi i servizi resi allo Stato, i periodi ricongiunti e riscattati (derivanti da attivit lavorativa), periodi totalizzati. E escluso il riscatto dei titoli di studio (cfr nota operativa Inpdap n. 56/10).

Le pensioni nel pubblico impiego

Dal 2012 donne 41 anni e 1 mese di contributi


(gradualmente incrementati)

pensione anticipata
(regime misto) Dal 2012 uomini 42 anni e 1 mese di contributi
(gradualmente incrementati)

Abrogato il sistema delle quote

Le pensioni nel pubblico impiego


Pensione anticipata (regime misto)
anni Et anagrafica Anzianit contributiva donne 2012 2013 2014-2015 2016-2018 2019-2020 2021-2022 2023-2024 2025-2026 2027-2028 Qualsiasi (1) 41 anni e 1 mese 41 anni e 5 mesi 41 anni e 6 mesi 41 anni e 10 mesi 42 anni e 2 mesi 42 anni e 5 mesi 42 anni e 8 mesi 42 anni e 11 mesi 43 anni e 2 mesi uomini 42 anni e 1 mese 42 anni e 5 mesi 42 anni e 6 mesi 42 anni e 10 mesi 43 anni e 2 mesi 43 anni e 5 mesi 43 anni e 8 mesi 43 anni e 11 mesi 44 anni e 2 mesi

2029-2030 (2)

43 anni e 4 mesi

44 anni e 4 mesi

(1) Riduzione importo pensione in caso di pensionamento anticipato prima del 62 anno di et
(2) Negli anni a venire lincremento di due mesi ogni biennio

Le pensioni nel pubblico impiego


Riduzione quota pensione relativa alle anzianit maturate al 31 dicembre 201:

Nel caso di pensione anticipata con et inferiore a 62 anni (1)

1% per i primi due anni mancanti a raggiungimento 62 anni et; 2% per ogni ulteriore anno di anticipo rispetto a 62 se superire a 2 anni.
riduzione effettuata in modo proporzionale per frazioni anno

Esempio: lavoratore in pensione anticipata con 58 anni e 6 mesi. Periodo mancante a 62 anni, 3 anni e 6 mesi. Riduzione: per i primi due anni mancanti a 62 = 1% x 2 = 2% per lulteriore anno mancante a 62 = 2% x 2 = 2% per la frazione di anno (6 mesi) = 2% x 6/12 = 1%

Importo pensione relativo anzianit contributiva maturata al 31 dicembre 2011 ridotto del 5%

(1) Requisito 62 anni come et minima per non incorrere nelle penalizzazioni non adeguato alle attese di vita

Le pensioni nel pubblico impiego

La riduzione si applica alla sola quota di pensione calcolata con il sistema retributivo (1)

Nessuna riduzione per i soggetti che entro 2017 maturano requisito contributivo derivante da prestazione effettiva di lavoro (compresi periodi di
maternit, leva, infortunio, malattia, cig ordinaria) (2)

1) Per i soggetti con almeno 18 anni di contributi al 31 dicembre 1995, la riduzione opera sulla quota pensione relativa alle anzianit maturate al 31 dicembre 2011; per i soggetti con meno di 18 anni di contributi al 31 dicembre 1995, la riduzione si calcola sulla quota di pensione relativa allanzianit contributiva maturata al 31 dicembre 1995 (Cfr circ Inps n. 35/12). 2) Legge n. 14/12 di conversione del DL n. 216/11 (Cfr circ. Inps n. 35 e 37 del 2012).

Le pensioni nel pubblico impiego

Le pubbliche amministrazioni non possono collocare a riposo dufficio dipendente che matura requisiti pensione anticipata ma con et anagrafica inferiore a 62 anni (1)

1) Circ.

Dipartimento Funzione Pubblica n. 2/12

Le pensioni nel pubblico impiego

Pensione vecchiaia
(regime contributivo)

Da et pensionabile a prima di 70 anni, almeno 20 anni di contributi, importo pensione non inferiore a 1,5 volte assegno sociale
Almeno 70 anni, almeno 5 anni contributi (effettivi) indipendentemente importo pensione

Soggetti con primo accredito contributivo successivo al 1/1/1996

Le pensioni nel pubblico impiego


Pensione vecchiaia (regime contributivo)
Et pensionabile anni Donne (private) 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018 66 anni e 7 mesi 65 e 7 mesi 66 e 7 mesi Almeno 20 anni
(contribuzione utile)

contribuzione Importo pensione

Uomini e donne
(pubbliche)

62 anni 62 e 3 mesi 63 e 9 mesi

66 anni 66 e 3 mesi 66 e 3 mesi

Non inferiore a importo pi elevato tra:


1,5 volte importo AS dellanno 2012 ( 643,5) rivalutato in base a variazione PIL del quinquennio precedente anno da rivalutare 1,5 volte importo AS relativo anno pensionamento

2019-2020
2021-2022 2023-2024 2025-2026 2027-2028

66 e 11anni mesi
67 e 2 mesi 67 e 5 mesi 67 e 8 mesi 67 e 11 mesi

Le pensioni nel pubblico impiego

Pensione vecchiaia (regime contributivo)


anni 2012 2013-2015 2016-2018 et 70 anni 70 anni e 3 mesi 70 anni e 7 mesi Almeno 5 anni
(contribuzione effettiva)

contribuzione

Importo pensione

ininfluente

2019-2020
2021-2022 2023-2024

70 anni e 11 mesi
71 anni e 2 mesi 71 anni e 5 mesi

Le pensioni nel pubblico impiego

Anzianit massima contributiva (almeno 41


anni donne, 42 anni uomini gradualmente incrementati)

indipendentemente et anagrafica

Pensione anticipata
(regime contributivo)

Da 63 anni di et a prima et pensionabile, almeno 20 anni contributi (effettivi), importo pensione non inferiore a 2,8 volte assegno sociale

Le pensioni nel pubblico impiego


Pensione anticipata (regime contributivo)
anni Et anagrafica Anzianit contributiva (2) donne 2012 2013 2014-2015 2016-2018 2019-2020 2021-2022 2023-2024 2025-2026 2027-2028 Qualsiasi (1) 41 anni e 1 mese 41 anni e 5 mesi 41 anni e 6 mesi 41 anni e 10 mesi 42 anni e 2 mesi 42 anni e 5 mesi 42 anni e 8 mesi 42 anni e 11 mesi 43 anni e 2 mesi uomini 42 anni e 1 mese 42 anni e 5 mesi 42 anni e 6 mesi 42 anni e 10 mesi 43 anni e 2 mesi 43 anni e 5 mesi 43 anni e 8 mesi 43 anni e 11 mesi 44 anni e 2 mesi

2029-2030 (3)

43 anni e 4 mesi

44 anni e 4 mesi

(1) Nessuna penalizzazione in caso di et inferiore a 62 anni (penalizzazione solo sulle quote retributive)
(2) Per la maturazione requisito contributivo non concorre contribuzione derivante da prosecuzione volontaria (3) Negli anni a venire lincremento di due mesi ogni biennio

Le pensioni nel pubblico impiego


Pensione anticipata (regime contributivo)
Et pensionabile anni Et minima Donne
(private)

contribuzione Importo pensione

Uomini e donne
(pubbliche)

2012 2013 2014 2015 (1) 2016 2017

63 63 e 3 mesi

62 anni 62 e 3 mesi 63 e 9 mesi

66 anni 66 e 3 mesi 66 e 3 mesi Non inferiore a importo pi elevato tra: Almeno 20 anni
(contribuzione effettiva)

65 e 7 mesi 63 e 7 mesi

66 e 7 mesi

2018
2019-2020 2021-2022 2023-2024 2025-2026 2027-2028 (2) 63 e 11 mesi 64 e 2 mesi 64 e 5 mesi 64 e 8 mesi 64 e 11 mesi

66 anni e 7 mesi
66 e 11anni mesi 67 e 2 mesi 67 e 5 mesi 67 e 8 mesi 67 e 11 mesi

2,8 volte importo AS dellanno 2012 ( 1.201) rivalutato in base a variazione PIL del quinquennio precedente anno da rivalutare 2,8 volte importo AS relativo anno pensionamento

(1) Trattandosi di lavoratori che hanno iniziato attivit lavorativa almeno dal 1996, requisito contributivo effettivo di 20 anni si raggiunge nel 2015. (2) Dal 2029 lincremento in base alla speranza di vita di due mesi ogni biennio

Le pensioni nel pubblico impiego


Requisiti diritto (soggetti optanti sistema contributivo)

tipologia prestazioni private Pensione vecchiaia (1)

Et anagrafica

Anzianit contributiva

donne
pubbliche
66 anni con aggiunta incremento speranza di vita Innalzamento graduale da 62 a 66 anni con aggiunta incremento speranza di vita
(parificazione con le pubbliche nel 2018)

uomini
66 anni con aggiunta incremento speranza di vita

donne

uomini

20 anni (2)

Pensione anticipata

Qualsiasi (3)

a partire da 41 anni e 1 mese


(gradualmente incrementato anche in base alle attese di vita)

A partire da 42 anni e 1 mese


(gradualmente incrementato anche in base alle attese di vita)

(1) Il diritto a pensione di vecchiaia si consegue indipendentemente dallimporto della stessa (2) Non si applicano le deroghe previste dal Dlgs n. 503/92 (3) Nessuna penalizzazione in caso di pensionamento anticipato con et inferiore a 62 anni