Goditi questo podcast e tanto altro ancora

I podcast sono disponibili senza abbonamento, gratis al 100%. Offriamo anche ebook, audiolibri e tanto altro ancora a soli $11.99/mese.

Quel bravo ragazzo di Jeffrey Lionel Dahmer: Il ragazzo è un po’ impacciato. Fa fatica ad esprimersi, ha problemi nel crearsi legami di amicizia duraturi. Anzi, direi proprio che non ha amici né conoscenti che lo salutino per strada.

Le persone che lo conoscono pensano a lui come uno di...

Quel bravo ragazzo di Jeffrey Lionel Dahmer

DaGiallo Psicologico


Quel bravo ragazzo di Jeffrey Lionel Dahmer

DaGiallo Psicologico

valutazioni:
Lunghezza:
11 minuti
Pubblicato:
11 ott 2022
Formato:
Episodio podcast

Descrizione

Il ragazzo è un po’ impacciato. Fa fatica ad esprimersi, ha problemi nel crearsi legami di amicizia duraturi. Anzi, direi proprio che non ha amici né conoscenti che lo salutino per strada.Le persone che lo conoscono pensano a lui come uno di quelli strani forte. Uno squilibrato che raccoglie animali morti trovati al limitare dei boschi e ne seziona le interiora con precisione e gusto preoccupanti.Si ma, gli animali mica li uccide lui. Quindi, ancora una volta, niente di male. Piccolino, timidino… di poche parole. Però un bravo ragazzo, tutto sommato.Uno che ha dovuto imparare a cavarsela da solo perché in famiglia nessuno si è preso cura di lui. I genitori, troppo presi dai loro litigi e dalle colpe da addossare l’uno all’altro, non hanno mai trovato il tempo di ascoltarlo davvero. E pensare che di cose da dire ne avrebbe avute…Certo quel ragazzo ne ha sofferto, ma non è colpa sua. Una vittima che si è visto arrivare l’insostenibile peso della vita addosso. Nei bui meandri della sua mente qualcosa, ad un certo punto, fa capolino. È un mostro che forse c’è sempre stato, ma che raramente si è fatto sentire.La prima volta non si scorda mai, soprattutto in fatto di amore. Nel caso di Jerffrey, l’amore ha il colore del sangue. La morte richiama il piacere, una pulsione sessuale incondizionata che ne determinerà le azioni future. Il ragazzo è ormai solo da tempo: la notte vaga nei night club alla ricerca degli ultimi. Persone alle quali la polizia non da credito. Non importa se puliti o meno: sono gli ultimi. E allora Jeffrey affina la tecnica: dopo averli attirati a casa sua li droga con un medicinale soporifero. Sa che è sbagliato, che non dovrebbe farlo, ma è più forte di lui. Ha bisogno di uccidere per sentirsi appagato. Nel macabro rituale alla droga segue, immancabilmente, un film. Un paio d’ore d’attesa prima che la droga entri nel torrente ematico. Poi è l’ora delle foto ricordo. Innocenti scatti alla vittima denudata. Decine, centinaia, migliaia di foto di vittime poi disciolte nell’acido.Nell’acido vengono sciolte le parti peggiori.Le migliori il ragazzo se le mangia. Prima di tutto le cuoce perché, come sappiamo, la carne cruda se non è fresca si riempie di germi, e nemmeno un abbattitore potrebbe garantirne la salubrità.Quindi meglio arroventare tutto per bene e poi servire. Il cuore, come insegna mastro Hannibal, è la parte migliore. Arrivati a questo punto occorre chiedersi: chi era veramente Jeffrey Dahmer? Uno spietato carnefice, o una triste vittima della vita?
Pubblicato:
11 ott 2022
Formato:
Episodio podcast

Titoli di questa serie (40)

Un viaggio straordinario nei bui meandri della mente umana, attraverso i più crudi e reali esperimenti della storia, che hanno ispirato macabre teorie psicologiche. A cura di Amedeo Draghi, libero professionista del settore digitale, laureato in psicologia cognitiva applicata, appassionato di storytelling.