Goditi questo podcast e tanto altro ancora

I podcast sono disponibili senza abbonamento, gratis al 100%. Offriamo anche ebook, audiolibri e tanto altro ancora a soli $11.99/mese.

227 Come preparare il discorso aziendale di fine anno: Perché è così difficile fare un discorso aziendale di fine anno? Perché le nostre emozioni di relatori potrebbero non coincidere con quelle (presumibilmente più leggère) del pubblico, e questo potrebbe spaventarci.

Come possiamo fare per...

227 Come preparare il discorso aziendale di fine anno: Perché è così difficile fare un discorso aziendale di fine anno? Perché le nostre emozioni di relatori potrebbero non coincidere con quelle (presumibilmente più leggère) del pubblico, e questo potrebbe spaventarci. Come possiamo fare per...

DaPublic Speaking Professionale


227 Come preparare il discorso aziendale di fine anno: Perché è così difficile fare un discorso aziendale di fine anno? Perché le nostre emozioni di relatori potrebbero non coincidere con quelle (presumibilmente più leggère) del pubblico, e questo potrebbe spaventarci. Come possiamo fare per...

DaPublic Speaking Professionale

valutazioni:
Lunghezza:
13 minuti
Pubblicato:
20 dic 2021
Formato:
Episodio podcast

Descrizione

Perché è così difficile fare un discorso aziendale di fine anno? Perché le nostre emozioni di relatori potrebbero non coincidere con quelle (presumibilmente più leggère) del pubblico, e questo potrebbe spaventarci.Come possiamo fare per relazionarci meglio con questa esperienza? Ne parlo in questo video, proponendovi i seguenti spunti e consigli:1. Ascoltare quello che proviamo, prima e durante la presentazione. Lo stress che proviamo non è giusto o sbagliato, è semplicemente quello che proviamo. Impariamo ad ascoltarci, anziché respingere sempre e comunque il nostro stato interno;2. Comprendere il contesto, e descriverlo nel discorso. Possiamo fare un esercizio di “decentramento cognitivo”, possiamo cioè cercare di metterci nei panni degli altri: “Se io fossi parte del pubblico, cosa proverei a pochi giorni dal Natale?". Cosa posso scoprire con questo esercizio? Per esempio l'importanza del contesto in cui mi trovo: il 2021 potrebbe essere la prima occasione, da due anni a questa parte, in cui è possibile fare una festa di Natale in presenza, ed è un elemento che potrebbe diventare parte del discorso;3. Le nostre emozioni, a Natale, potrebbero essere "eterodirette": è il contesto sociale a definire per noi che a Natale dovremmo essere più felici, gioiosi, disponibili e aperti al prossimo. Eppure, proprio perché non sono per forza emozioni che ci appartengono, non possiamo imporci ciò che proviamo, né dare per scontato che quelle emozioni appartengano per forza a tutti. Posso quindi dare per certo che tutte le persone sorridenti, in una festa di Natale, si stiano davvero divertendo? Che ricaduta può avere questa considerazione sul mio discorso?4. Forse, se fossi parte del pubblico, vorrei essere ringraziato: l'importanza di ringraziare i propri collaboratori, e coloro che hanno permesso che anche quest’anno l’azienda sia arrivata dov’è arrivata.5. Cosa vorrei per me e per i miei collaboratori l'anno prossimo: la parte finale del discorso è solitamente ispirazionale, ed è dedicata agli inviti all'azione. Definire le priorità e descrivere l'immagine mentale che ho in mente per l'anno a venire, può essere una buona idea per una conclusione.Il discorso di fine anno è un’occasione per rendere più calde e sincere le relazioni: facciamo, per quanto possibile, in modo che questo accada per davvero.--Mi chiamo Patrick Facciolo, sono dottore in tecniche psicologiche e giornalista. Realizzo corsi sui temi del Public Speaking e della comunicazione efficace per privati, professionisti e aziende. Ho un blog, https://www.parlarealmicrofono.it , in cui faccio divulgazione su questi argomenti.
Pubblicato:
20 dic 2021
Formato:
Episodio podcast

Titoli di questa serie (40)

Ogni settimana spunti, consigli e approfondimenti sull’arte di parlare in pubblico. Con Patrick Facciolo, dottore in tecniche psicologiche, giornalista e formatore.