Goditi questo podcast e tanto altro ancora

I podcast sono disponibili senza abbonamento, gratis al 100%. Offriamo anche ebook, audiolibri e tanto altro ancora a soli $9.99/mese.

Marinella Senatore - Monologhi al Telefono a cura di Donatella Giordano: Monologhi al Telefono di Donatella Giordano. L'artista si rapporta con un ipotetico
ascoltatore raccontando gli aspetti più intimi della sua ricerca. Un sistema che supera il
concetto dell'ntervista classica - precedentemente pianificata - a favore di...

Marinella Senatore - Monologhi al Telefono a cura di Donatella Giordano: Monologhi al Telefono di Donatella Giordano. L'artista si rapporta con un ipotetico ascoltatore raccontando gli aspetti più intimi della sua ricerca. Un sistema che supera il concetto dell'ntervista classica - precedentemente pianificata - a favore di...

DaArtribune


Marinella Senatore - Monologhi al Telefono a cura di Donatella Giordano: Monologhi al Telefono di Donatella Giordano. L'artista si rapporta con un ipotetico ascoltatore raccontando gli aspetti più intimi della sua ricerca. Un sistema che supera il concetto dell'ntervista classica - precedentemente pianificata - a favore di...

DaArtribune

valutazioni:
Lunghezza:
15 minuti
Pubblicato:
Jun 7, 2020
Formato:
Episodio podcast

Descrizione

Monologhi al Telefono di Donatella Giordano. L'artista si rapporta con un ipoteticoascoltatore raccontando gli aspetti più intimi della sua ricerca. Un sistema che supera ilconcetto dell'ntervista classica - precedentemente pianificata - a favore di un approcciolibero, dove l'artista simula una conversazione e l'utente diventa l'interlocutore. Al telefonooggi risponde Marinella Senatore (1977) artista che lavora da diversi anni con le persone, a stretto contatto con le emozioni, la cultura popolare e le strutture sociali.Ma la sua è una pratica multidisciplinare che nasce da studi ed esperienze di diverso tipo.Nel suo monologo Inizialmente analizza il problema delle etichette che si attribuiscono agliartisti. Successivamente avvia alcune riflessioni sulle Istituzioni e su come si possa portareun cambiamento nella società civile se solo i musei e i centri d'arte diventassero veri spazi diaggregazione. Infine muove una critica verso l'assenza di programmi di residenza in Italia, disostegno economico nei programmi di residenza all'estero, di diritti e doveri che riconoscanol'artista come un lavoratore, o di regolamentazione dei contratti.
Pubblicato:
Jun 7, 2020
Formato:
Episodio podcast

Titoli di questa serie (40)

Giovani giornalisti, critici d’arte, curatori, esperti di comunicazione, filosofi, intellettuali. Artribune è la più ampia e diffusa redazione culturale del paese.