Sei sulla pagina 1di 8

Cagliari - Gioved 5 Luglio 2012 - Anno I - N19- Edizione GRATUITA

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

AVNEWS

Cagliari - Carloforte
Avventuravela cera!

Estate Mode ON
Avanti tutta.... In questo numero: Limmancabile vignetta di Bruno Olivieri. Questa volta se la presa, giustamente, con Caronte! Chi Caronte? Evidentemente la notte state dormendo sogni tranquilli. Cagliari-Carloforte: Avventuravela cera nei panni di Isacco e Gianluca! E ancora: due risate con Barzellettando. Per la rubrica Prodotti Nautici introduciamo: Il giubbotto di salvataggio. Obbligatorio oltre i 300 mt dalla costa! Per gli Eventi AV Estate 2012: Crociera Costa Est Partenza sabato 21 luglio per una breve esplorazione dellarcipelado de la Maddalena e di tutta la costa, da Olbia a Cagliari. A pagina 6, con la rubrica Dallobl, dei carissimi Francesca e Egidio, la seconda parte del viaggio alla scoperta dei CROSTACEI! A pagina 4, la seconda parte del diario di bordo della prima esperienza di Alessandro su una barca a vela! A pagina 7 la traduzione del pri-

Ore, ore e ore di callazzo!

Anticipazione...

Le leggende della vela


Su Avnews n20 Velisti dalto bordo, navigatori veri che con le loro imprese hanno segnato la storia della vela e della marineria. Chiari esempi di vita e figure entrate nella leggenda che dimostrano come la vela e il navigare non sia solo un nobile sport, quanto piuttosto una vera scuola di formazione per la vita, per i valori che si conoscono ed apprendono. La lista lunga ed importante e piace iniziare raccontando di Tino Straulino, una vero e proprio mostro sacro, una figura addirittura leggendaria della vela italiana. Una vita per la vela, nato per essere marinaio, disse una volta: Sulla mia isola sono venuto al mondo e cresciuto. L ho capito il mare e il mare mi ha accolto tra i suoi abitanti. L ho conosciuto il vento e lho fatto diventare mio amico.

Lequipaggio di T come giro

La Cagliari-Carloforte una regata che aleggiava nelle mie fantasie gi da un anno, citata ed elogiata da JL diverse volte col suo tipico e coinvolgente raccontare da capitano di ventura. Questanno, per la sua 44esima edizione, proprio lui mi regala la possibilit di parteciparvi dapprima con una chiamata su Elixir, purtroppo sfumato con grande rammarico del capitano, Gabriele Marica, che ringrazio ancora tanto per il pensiero, e poi con leffettivo imbarco sulla mitica To Come Giro di Tore Plaisant! Laccoglienza a bordo calorosa e subito amichevole e familiare,

un equipaggio affiatato e sicuro di s... dopo un veloce trasferimento dal porto di Cagliari al cancello di inizio davanti a Marina Piccola, in men che non si dica ci troviamo in pieno countdown e a cimentarci in una emozionante partenza, prua a prua con le altre barche in gara! A differenza delle classiche regate per, in questa prova la tipica frenesia che si respira a bordo va pian piano scemando, dato lampio tratto di mare da navigare per giungere anche solo in vista del cancello darrivo Continua a pagina 2

Il primo articolo, in INGLESE, di Avnews! LA TRADUZIONE


(a pagina 7)

LANGOLO DELLE CURIOSITA VELICHE DIZIONARIO Crocette: aste situate nella parte superiore dellalbero che servono a tendere le sarte.

mo articolo in Inglese di Avnews! Fasciame: insieme delle parti che ricoproProseguiamo con un comu- no lossatura dello scafo. nicato zonale Tangone: unasta usata nelle barche a Open Bic: Sognando Miami. vela, per manovrare pi facilmente le vele Avnews, TUTTO DA LEGGERE! nelle andature di poppa. Viene fissato orizzontalmente rispetto allasse longitudinale Buona Lettura!
della barca, a prua dellalbero. di prua, pi specificatamente lo Spinnaker,

stampa

sulla

AVSTAFF per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

pagina 2

Cagliari - Gioved 5 Luglio 2012 - Anno I - N19- Edizione GRATUITA

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela Continua da pagina 1 e quindi la regata si trasforma in una simil crociera, fatta di momenti di calma, piacevoli chiacchierate, qualche barzelletta interrotti, magari senza preavviso, da concitate manovre per seguire il vento migliore o cambiare le vele. E poi di nuovo mangiucchiare qualcosa, bere una birra, sfottere un po Gianluca, che su questa barca un provetto prodiere a cui tutto lequipaggio molto affezionato! Il tratto centrale del percorso poi, si fa quasi onirico e surreale, quando prigionieri di una bolla di callazzo cerchiamo di evaderne sfruttando ogni minimo refolo daria si veda arrivare verso la barca, increspando leggermente lacqua liscia come olio. Come di Elixir comandato da Gabriele Marica. A terra, prima, durante e dopo la premiazione le disquisizioni sullandamento della regata non mancano, ma il comun denominatore sempre la grande felicit per aver condiviso tutti insieme questa esperienza. I momenti di convivialit non sono mancati anche durante la cena dove gli equipaggi hanno avuto modo di rifocillarsi e prendere qualche grammo denergie giusto per riprendere il mare e rientrare verso Cagliari, a vela guente, allalba, sempre lo stes- finch c vento! Grazie a tutti i partecipanti per aver contribuito so scorcio di costa a dritta! a rendere speciale anche questo Ma con grande pazienza e affia- evento. Alla prossima sempre tamento riusciamo a superare pi numerosi anche questa specie di maleIsacco Curreli dizione, e presto ritroviamo il piacere di solcare le onde di bolina, e poi con dei bei traversi e laschi, spinti dallo spinnaker il vento ci soffia di nuovo in faccia e le nostre gambe penzolano per fare peso in falchetta! Arriviamo a Carloforte e, come gi sapevamo, To come giro non ha fatto tris e non vincer il trofeo Challenger (trofeo per chi vince per tre volte questa competizione). Ci piazziamo comunque sul podio, terzi, i vincitori della nostra categoria, ovvero ORC, il forte equipaggio

Lequipaggio di Elixir

noi anche altre barche concorrenti ci ritroviamo letteralmente a galleggiare per circa 10 ore davanti al promontorio di Capo Teulada una situazione da paranoia che sembrerebbe uscita da un racconto di Edgar Allan Poe. Dalla sera alla mattina se-

Leggi AVNEWS
Sostienici

AVVENTURAVELA E....

Edizione AVNEWS N19

SEGUICI E CONDIVIDI

RINGRAZIAMENTI

Hanno collaborato alla realizzazione di questa edizione di AVNEWS: -Isacco Curreli -Francesca & Egidio -Gianluca Costa -Pierluca Fadda -Alessandro Milia Vignetta Bruno Olivieri www.brunoolivieri.com

Segui le edizioni online di AVNEWS collegandoti al sito www.avventuravela.it. Siamo presenti anche su Facebook alla pagina www.facebook. com/AvventuraVelaNews. Vieni a trovarci e sostienici cliccando in alto sul pulsante MI PIACE.
AVSTAFF

Avventuravela...

AVSTAFF

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

Cagliari - Gioved 5 Luglio 2012 - Anno I - N19- Edizione GRATUITA

pagina 3

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

Una risata? Il modo migliore per iniziare una giornata!


Un giorno un tizio decide di fare Il tizio e ancora piu irritato e unimmersione nelle acque di un confuso e allora prende la lavalago. gnetta subacquea e col suo gessetto da sub scrive: Ma come Sta osservando lambiente ma- fate a stare a questa profondita rino a 8 metri sottacqua quan- senza nessun equipaggiamendo nota un altro tizio alla stessa to?. profondita, ma senza lattrezzatura da sub. Il tizio prende la lavagnetta, cancella quello che laltro ha scritto Irritato e sentendosi sminuito e scrive a sua volta: Sto affoil nostro tizio scende a 15 metri gando, brutto imbecille!!. sottacqua, ma laltro tizio, pur senza bombole o altre attrezzature da sub, lo segue.

SBARZELLETTIAMO!

Buon Umore...

Giubbotto Salvataggio
Obbligatorio oltre i 300mt dalla costa
Il giubbotto galleggiante uno tipo di attrezzatura da utilizzare per il sostentamento delle persone anche con abiti indossati, in caso di necessit per salvataggio o per attivit sportive tipo sci-nautico o wind surf in caso di caduta e/o eventuale stato di incoscienza. prevalentemente utilizzato come prevenzione di annegamento in caso di naufragio di imbarcazione/i e navi e per questo obbligatorio per tutti i natanti e imbarcazioni che navighino ad una distanza di oltre i 300 mt dalla costa,. Quindi deve essere predisposto per legge limbarco e lo stivaggio di un numero sufficiente per il numero di persone trasportabili dal mezzo nautico o navale. La caratteristica principale e per cui deve essere certificato dal RINA, o di qualsiasi altro ente certificatore abilitato dallo Stato, di dover sostenere una persona con la testa fuori dallacqua anche in stato di incoscienza. W.

Prodotti Nautici

A.S.D. AVVENTURAVELA

EVENTI ESTATE 2012


Crociera Costa Est
Una settimana in barca a vela alla scoperta della costa Orientale della Sardegna! Tavolara, San Teodoro, Budoni, (da sabato 21 luglio a sabato 28 luglio La Caletta, Cala Gonone, Santa Maria Navarrese, Cocorocci, 2012) Quirra, Capo Ferrato, Cala Pira, Porto Giunco, Punta Molentis, Serpentara, Porto Sa Ruxi, Solanas, Geremeas sono solo alcuni dei luoghi che si incontrano lungo la nostra rotta Lunico stress? limbarazzo della scelta su quale rada visitare!

Crociera Costa Est da Olbia a Cagliari

porto di Cagliari. BARCA: SENZA REGOLE - Bavaria 50 Cruiser

ALLESTIMENTO E DOTAZIONI Acqua calda, Salpa ancora elettrico, Caricabatterie 220 volt, Pilota automatico, Log, Ecoscandaglio, Strumento del vento, Vhf, Radio - CD, Gps, Plotter cartografico, Frigorifero 12 volt, Forno, Randa steccata, Genoa rollabile, Winches selftailing, Portolano, Carte Nautiche, Lenzuola e coPROGRAMMA perte, Tender, Tavolo in pozzetto, Bimini top, Passerella in lePartenza da Olbia sabato 21 lu- gno, Capottina paraspruzzi, Elica glio e rientro a Cagliari sabato 28 di prua, Spy/Gennaker, Doccia luglio. esterna, Freezer. ITINERARIO Sabato 21 luglio: (previa disponibilit dei partecipanti) imbarco e sistemazione a bordo; Da Domenica 22 luglio a venerd 27 luglio: veleggeremo verso Sud percorrendo tutta la costa Est della Sardegna. Avremo la possibilit di visitare vere e proprie Sabato 28 luglio sera: rientro al

indispensabile essere muniti di scarpe con suola antisdrucciolo (anche da ginnastica) da usare esclusivamente in barca. Trasportare tutto in una sacca morbida di dimensioni contenute. LA QUOTA COMPRENDE: Tender e fuoribordo Assicurazione personale (AICS) Pulizia finale LA QUOTA NON COMPRENDE: Carburante Cambusa Spese portuali Sacco a pelo o copertina leggera

Per maggiori informazioni, sulla partecipazione alle attivit di COSA PORTARE Avventuravela: Un sacco a pelo o copertina, www.avventuravela.it cambi completi di abbigliamento sportivo, un maglione di lana scrivere allindirizzo: o di pile, un giubbotto, un ber- info@avventuravela.it retto, un paio di occhiali da sole, una cerata (anche leggera o un contattarci tramite Facebook: K-way), costume, protezione so- www.facebook.com/avventura. lare, per chi lo possiede consi- vela gliato portarsi anche un mutino www.facebook.com/Avventuper godersi pi a lungo lo snor- raVelaNews keling!

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

pagina 4

Cagliari - Gioved 5 Luglio 2012 - Anno I - N19- Edizione GRATUITA

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela VECCHI DIARI DI BORDO... VIAGGI TRA PENSIERI, EMOZIONI E SENSAZIONI... SCAMPOLI DI VITA VISSUTA IN MARE.

Che fantastica Avventura... a Vela


La prima esperienza di Alessandro, in occasione del Girotonno, in barca a Vela. Capitolo 2 Sabato 2 giugno 2012 Risveglio in allegria e grande colazione in compagnia, piacevole prendersi cura luno dellaltra e vedere come ogni momento buono per discutere delle cose pi disparate, limportante stare insieme, condividere le proprie esperienze e conoscersi sempre di pi. Indossati i costumi si parte per il porto di Carloforte dove avremo modo di riunirci a Free Star, nel frattempo ci gustiamo un p di costa e un p di lezioni di vela: questa volta al timone va Danilo, poi Manuela e io che ho il piacere di timonare allinterno di un insenatura presente sulla costa e, alluscita di questa, provare a veleggiare con il poco vento presente. Non impresa facile, e Mauro interviene spesso per ripristinare la rotta corretta in relazione al vento, nel contempo ci mostra come riconoscere in mare le zone in cui il vento risulta essere assente. tentati . Finito con la barca non rimane che riassettare noi stessi per la festa del Girotonno. Le tre barche sono vicine e la cena un vortice di risate e battute. Arriva il momento dellarrembaggio su Carloforte una capatina al concerto dei Matia Bazar cantando qualche canzone storica, e via per le vie del paese tra scherzi e risate che gruppo fantastico, la serata un crescendo Il timone sembra aver stregato di divertimento che viene condiDanilo! Appena pu lo afferra e, viso con gli stessi isolani! con mento austero, punta il vento nei pressi del porto Mauro La stanchezza inizia a sentirsi e ci d le direttive per lattacco e a tarda notte iniziamo a ritirarci ognuno di noi si posiziona ai per dormire, domani si parte per propri posti: a me tocca il parala visita delle altre coste carlobordo mobile simpaticamente fortine. ribattezzato monopalla! Arriviamo a Carloforte lormeggio tra Valentina III e unaltra barca, non facile ma Mauro manovra con disinvoltura. Arriva anche Free Star il gruppo Avventuravela si riunito. Giro turistico? NO! Tutti a lavorare! Valentina e Cinzia puliscono il ponte, io mi occupo del caricamento del serbatoi dellacqua e gli altri delle restanti pulizie. Volevamo vivere la barca? AcconDomenica 3 giugno 2012: La mattina presto c il tempo per partecipare alla Messa del mattino e cos mi alzo di buon mattino e mi reco in paese, e anche Danilo mi segue per comprare alcune paste per la colazione al rientro anchio mi diletto a portare qualche dolce del posto e cos la colazione diviene un grande buffet ricco di ogni prelibatezza! Continua a pagina 5

tato forte sulla costa e quasi assente al largo. Tuffo ristoratori in un mare smeraldo, fantastiche nuotate verso la costa e tentativi di tintarella sugli scogli A pranzo, tra una pietanza e laltra, i gabbiani si uniscono a noi piacevole giocare con questi ingordi volatili, che senza pudore una volta avvicinati alla barca reclamano con i loro suoni gutturali la loro porzione di cibo, che immancabilmente viene tra loro contesa.

Due chiacchere, due risate e via Buttiamo ancora, con Valentinuovamente in partenza verso il na III, in unaltra rada questa porto i gabbiani manifestano volta pi riparata dal vento che daver gradito e per un po ci fanstranamente a Carloforte risulno da apripista!

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

Cagliari - Gioved 5 Luglio 2012 - Anno I - N19- Edizione GRATUITA

pagina 5

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela Continua da pagina 4 Poco dopo una gradita sorpresa ci attende: Patrizia, Donatella, Isacco e Salvatore ci vengono a trovare a Carloforte una sorpresa tra baci e abbracci riusciamo a convincerli a veleggiare con noi! Salvatore, senza costume, si cimenta nellindossare il costume di Danilo un p largo ma pu andare! Si parte per il Pan di Zucchero e sinnesca subito la sfida Valentina III ci precede accettiamo la sfida il vento sembra darci ragione e subito iniziamo a veleggiare con gran maestria sotto i comandi di Mauro Danilo, immancabilmente, al timone! tore che sempre pi lontano a poppa ma Ettore risponde che procedono spediti lasciandosi sfuggire un cenno di derisione nei nostri confronti dichiara addirittura che erano gi nei pressi del Pan di Zucchero e sarebbero arrivati prima di noi fu chiaramente un bluff oltre che un AFFRONTO! Raccogliamo la sfida meditando se una volta arrivati sarebbe pi opportuno salutare Valentina III con un memorabile televisore o con qualche 360. lanciano in una pagaiata di per- sioni di Danilo!) e il pilota autolustrazione. matico. Ripartiamo per Portoscuso molti compagni di viaggio sbarcheranno per rientrare a casa Il vento non fortissimo, andiamo a motore con il fiocco aperto per supportare la navigazione, superata la zona della tonnara Con il trascorrere delle ore, il fiocco, il boma, e la teoria della vele e del vento iniziano a diventare sempre pi chiari, Gianluca un grande! Con semplicit e chiarezza riesce a spiegarti concetti complessi ed astratti riuscendo farli diventare tuoi ora riesco a capire meglio ci che mi veniva comandato di fare! Si mangia qualcosa, mentre si controlla che la barca non incontri nel suo cammino altre imbarcazioni e boe di segnalazioni reti condizioni queste che richiederebbero modifiche tempestive della rotta. Scende la notte, e il vento sale non molto a dire il vero ci che invece inizia a farsi sentire una bella onda di ritorno, che via via ci aspetta unaltra operazione si fa pi pressante e inizia a far io e Manuela dobbiamo effet- dondolare la barca in gergo, tuare il trasbordo su Free Star inizia la lavatrice! che ora ha come equipaggio solo Gianluca come skipper. Alessandro Milia Il trasbordo avviene in mezzo al mare, le 2 barche si affiancano Continua su Avnews n20 con maestria e io e Manuela saltiamo avevo iniziato lavventura il 31 maggio sul Free Star e cos si accingeva a concludersi su Free Star una sorta di bentornato alle origini! Grandi abbracci con Gianluca e dopo alcune battute e risate subito inizia la lezione di vela, con Gianluca che ci spiega i primi rudimenti della navigazione indicandoci come gestire il timone (questa volta libero dalle effuAssociazione Sportiva Dilettantistica

Cavalchiamo le onde grazie ad un Buon Vento come previsto arriviamo per primi e iniziamo il conteggio dei 360 lHarlequin inizia a girare su se stessa e prima che arrivi Ettore (a motore) arriviamo a contare ben 4 Valentina III da prima in van- 360 WOW, il bluff di Ettore taggio, pian piano arretra fino saltato e lHarlequin ha avuto quando incontra una zona di ragione! piena bonaccia e rallenta clamorosamente Free Star invece Iniziamo la visita della costa non ancora visibile. Pan di Zucchero meravigliosa ma vista dal mare assume unatDecidiamo di affiancare Va- mosfera da favola ci aggiriamo lentina III e ci prepariamo per tra le varie insenature e caverunabbattuta sconfinante in una ne, nel frattempo arriva anche strambata Mauro approccia Free Star le barche si affiancala manovra ma appena eseguita no e prima di pranzo abbiamo il il vento cessa inspiegabilmente e tempo di un tuffo in un mare da la barca inizia a rallentare. favola. Dopo esserci cimentati in un tentativo di nuoto sincroMauro, recupera la situazione, nizzato, io, Cinzia e Salvatore ci riporta la barca in rotta e il vento lanciamo in una nuotata in direriprende con il solito vigore... lo- zione spiaggia facciamo diversi perazione affiancamento non at- metri ma, visto lapprossimarsi tuabile! Il vento non ci permette dellora di pranzo decidiamo di una veleggiata sicura e cos deci- rientrare! diamo di raggiungere per primi il Pan di Zucchero. Salta fuori anche una canoa gonfiabile la prima canoa AvvenCi preoccupiamo di sentire Et- turavela! Michele e Silvia P. si

Crociere e avventure in barca a vela nella meravigiosa Isola della Sardegna e non solo...
per info: mail: info@avventuravela.it www.avventuravela.it www.facebook.com/avventura.vela www.facebook.com/AvventuraVelaNews

AVVENTURAVELA

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

pagina 6

Cagliari - Gioved 5 Luglio 2012 - Anno I - N19- Edizione GRATUITA

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

Mare: AV vi accompagner nel suo pi intimo, sollevando un lembo della sua immensa coperta blu...
Un viaggio alla scoperta del tesoro sommerso, nascosto tra grotte, coralli, alghe...
I CROSTACEI Parte 2 La maggior parte dei Crostacei ha sessi separati; negli Isopodi parassiti e nei Cirripedi si ha ermafroditismo. Lo sviluppo in genere, indiretto, cio prima di assumere laspetto adulto, il crostaceo attraversa stadi diversi di sviluppo assumendo forme molte diverse: dalluovo nasce un larva, che a seguito di numerose mute, si trasforma in individuo adulto. Hanno un sistema nervoso piuttosto complesso, con organi di senso concentrati nel capo. Oltre ad un paio di occhi, spesso portati da peduncoli allungati, hanno antenne (gamberi, aragosta) con funzione olfattiva e tattile. Numerosi studi scientifici, hanno dimostrano la presenza di unorganizzazione di un apparato nervoso e di una capacit di recepire gli stimoli negativi, di organizzarli e di ricordarli, quindi, la possibilit di percepire la sofferenza presente in questi animali. (EFSA, Agenzia Europea per la Sicurezza Alimentare, 2005). In alcune specie, si osserva la capacit di auto amputarsi gli arti (autotomia) quando devono sfuggire ad un predatore che li trattiene per una zampa. In genere queste appendici vengono rigenerate durante la muta successiva, ma questo avviene secondo la loro natura!. sospese. Al termine dello stadio larvale, fluttuante, aderiscono al substrato per mezzo di una specie di soletta, molto viscosa; su di essa, vari pezzi calcarei fusi tra loro, come tegole, formano una corona, la cui apertura superiore si pu chiudere per mezzo di un opercolo o tramite due valve. Francesca & Egidio

Dallobl...

Seppure sia tuttora oggetto di ricerca se i crostacei provino dolore, in attesa dei risultati di approfonditi e di ricerche pi specifici, se proprio non si riuscisse a fare a meno di pescare e mangiare aragoste e astici, sarebbe opportuno comportarsi sulla base del ragionevole dubbio che essi ne provino, Centro di Referenza Nazionale per il Benessere degli Animali-Istituto Zooprofilattico della Lombardia e Emilia Romagna, 2007. Le dimensioni di questi animali sono molto variabili: vi sono specie di pochissimi millimetri, come il KRILL nordico (Fig.3) che per laspetto ricorda un gamberetto, in genere luminescente, tende a vivere raggruppato in sciami vastissimi, costituendo

lo zooplancton, cibo primario di balene, mante, squali balena, pesce azzurro e uccelli acquatici e altre specie che invece, arrivano a misurare alcuni metri come alcuni granchi tropicali (Fig.4) e i granchi ragno del Giappone e del Mare del Nord (Fig. 5).

Fig.3

Fig.4

Dedicheremo la nostra attenzioFig.5 ne alle specie pi comuni e conosciute. Cirripedia: i Balani o Denti di cane (Fig.6) e le Lepadi (Fig.7), apparentemente simili a molluFig.6 schi, sono le uniche forme sessili tra i crostacei. I loro piedi sono trasformati in filamenti flessibili e mobili (cirri) che, a guscio aperto, vibrano sia per rimuovere lacqua per la Fig.7 respirazione, sia per trasportare alla bocca particelle alimentari (Continua su Avnews n20)

RICHIEDI LA TESSERA DI STILE ALPINO A NOME DI AVVENTURAVELA PER UN ULTERIORE SCONTO

Abbigliamento Tecnico per ogni esigenza


Viale Marconi, 10 - Cagliari

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

Cagliari - Gioved 5 Luglio 2012 - Anno I - N19- Edizione GRATUITA

pagina 7

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

Ecco a voi la traduzione dellarticolo di Stephen!

Stephen, the temerarious teacher!


La posizione di un insegnante di inglese porta con s il peso di essere un catalizzatore per la comunicazione, la necessit di attingere le parole e i gesti delle persone, al fine di impegnarsi con chi e per lambiente che li circonda e per impartire la comprensione, cos gli studenti in grado di riconoscere i suoni e segni diretti verso di loro. Lambiente standard, vale a dire, la classe, finita. Si tratta di un piccolo spazio controllabile in cui un insegnante pu sentire a proprio agio con i parametri e le percorrere. Con questo come mio bagaglio ho messo piede possibilit. su Freestar per un weekend per Il mare aperto invece, definisce insegnare alle persone come le proprie regole, le sue infinite comunicare nella mia lingua possibilit ed i suoi parametri, madre, ci che accaduto per sia al di l del mio controllo e stato un week-end a guardare, la comprensione. Mio padre ascoltare e imparare da persone ha navigato con la marina che comunicano con il vento e mercantile irlandese fino al suo lacqua. scioglimento nel 1960. Io, daltra parte, non ho alcuna esperienza reale del mare, e con una limitata capacit di nuoto, lo vedo come un grande vuoto pericoloso in cui raramente il coraggio di i sentimenti e gli indizi celati in ogni onda che si infrangeva contro la nostra barca, le stesse onde che mi facevano sentire cos a disagio. stato allora che ho capito che la fiducia era la mia unica scelta. Il viaggio continuava, e cos la mia paura, ma qualcosa era cambiato. Al posto della paura unita al terrore, al pessimismo e a visioni della mia stessa morte arriv, in egual misura, la paura mista alleccitazione. il mio sguardo in ogni direzione. Paura con ondate di adrenalina, paura seguita dal canto delle onde, paura che danza nel mio stomaco con farfalle di risa. La presa sul tavolo si allentata, la mia sedia diventata un comodo sedile da cui godere il panorama di blu sconfinato. Forse stavo imparando a comunicare, forse stavo iniziando a vedere i gesti di questa classe non isolata, o forse stavo semplicemente cominciando a godermela. Stephen

I miei occhi guizzavano da Adriana a Gianluca, poi a Pierluca, il membro esperto dellequipaggio, e poi di nuovo ad Adriana che ha finalmente catturato il mio sguardo e mi ha chiesto: Sei nervoso, Stephen?, No, ho mentito, ho soltanto molto caldo. Ma lei non si Poco dopo aver lasciato il porto fatta ingannare. di Cagliari, Gianluca, il nostro skipper, ha iniziato ad affrettarsi Abbiamo continuato a prendere verso Villasimius e ha ordinato velocit. stato allora che ho di aprire la vela principale. Ha notato lespressione di Gianluca: diretto la barca verso il vento concentrato, assorto, eppure e questa si inclinata su un in qualche modo sereno e lato, a unangolazione che rilassato: aveva fatto quegli mi sembrata innaturale e stessi gesti migliaia di volte. inquietante. Guardava con attenzione verso il mare aperto davanti a noi e le Abbiamo iniziato a prendere onde intorno, il suo sguardo a velocit, molta velocit. cogliere la direzione del vento, Mi sono seduto e ho afferrato asciugandosi le gocce di sudore il tavolo, la sedia e tutto ci dalla fronte e impartendo ordini che sembrava potesse offrire incomprensibili allequipaggio qualche appiglio, potesse in e ai passeggeri. Questa era la qualche modo combattere la sua aula. I punti di riferimento forza di gravit che mi stava e le possibilit di questo tirando allindietro, verso il basso strano scenario gli erano e nel blu immenso che riempiva noti. Comprendeva i segnali,

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

pagina 8

Cagliari - Gioved 5 Luglio 2012 - Anno I - N19- Edizione GRATUITA

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

SOGNANDO MIAMI
Arsenale della Maddalena anno 2010 le barche in acqua sono quelle della Coppa America in match race nel suggestivo scenario dellarcipelago e catturano lattenzione di tutti gli addetti ai lavori, appassionati e curiosi e quasi nessuno nota le regate di flotta dei piccoli grandi timonieri che in barba alle raffiche di maestrale che costringono le pi blasonate sorelle maggiori a rientrare in porto, si danno battaglia tra scuffie e ingaggi allultima strambata a bordo delle loro piccole ma performanti derive chiamate Open Bic!!! Come spesso capita chi parte in sordina ha pi tempo per edificare solide basi e noi dellEnergized Sailing Sardinia ambiziosamente sogniamo in grande, portare la nostra isola al mondiale di Miami il prossimo novembre! Noi 10 Open Bic li abbiamo opzionati per i migliori isolani specialisti di Classe che nel frattempo sono impegnati nel circuito Zonale e in quello Nazionale! In questo momento siamo a bordo del volo che ci riporta a casa dopo il week end di regate trascorso allA.N.S. sullago dIseo per il terzo appuntamento stagionale, il primo stato il T.A.N. di Livorno dove per le avverse condizioni meteo marine non si potuto scendere in acqua, con il conseguente rinvio ad ottobre ad Alghero, in concomitanza dellultima prova del Nazionale e Zonale dove si premieranno gli atleti delle tre categorie: U.12/U.15/O.15; (ultimo appuntamento prima della partenza statunitense!) La seconda prova si svolta ad Arco nellalto Garda tempio della vela ad alti livelli tra centinaia di derive che regatavano su pi campi contemporaneamente (complimenti per lorganizzazione), il team sardo composto da ben nove rappresentanti suddiviso nelle tre categorie, ha ben figurato e malgrado la rottura dellalbero alla prima prova dovuto al forte vento Aurora Cadelano della L.N.I. di Villasimius ha sfiorato il podio con ben 2 secondi piazzamenti di giornata! Oggi invece siamo meno soddisfatti per via del vento debole e del campo di regata di difficile interpretazione per chi non conosce ilSebino lunico a tenere botta stato Mirko Farris sempre di Villasimius che si aggiudica un terzo e un secondo di giornata e per soli 2 punti non sale sul podio (pazienza Mirko la prossima sar quella buona) risalendo nella ranking. Il prossimo appuntamento in adriatico a Pescara tra due settimane. Facciamo ora il punto sullo Zonale! Dopo le 4 prove disputate di Cagliari, Pula, Villasimius e Quartu i giochi sono tuttaltro che definiti; cominciando nella categoria U.12 Enrico Mathieu (Campione in carica) deve difendersi dagli attacchi di Mirko Farris Gianmarco Mascia e Filippo Vincis per ripetersi per lultimo anno in questa categoria visto che dal prossimo dovr confrontarsi con la vela grande negli U.15 che nel frattempo vede incontrastata la supremazia di Giacomo Gasco che continua a sbaragliare la concorrenza e crediamo non abbia problemi ad affermarsi, sperando riesca ad esprimere le sue potenzialit anche fuori dellisola.(dai Giacomino potevi venire ad Iseo. saluti da S.benedetto!) Tra i pi grandi continua serratissimo il duello tra Gerina e Mereu e non solo sui campi di regata! (faccia di libro). La prossima sfida vede impegnato Porto Pino nellorganizzazione della quinta prova in data ancora da definire sempre con il solito sano spirito agonistico in acqua e a terra, zero proteste e tutti assieme a divertirsi sognando Miami.

CLASSIFICHE PROVVISORIE ZONALE DOPO 4 PROVE


U.12 Nome Enrico Mathieu Gianmarco Mascia Emanuele Vincis Mirko Farris Davide Mulas Giulia DAlise Circolo Y.C.Cagliari C.V.Porto dAgumu L.N.I. Sulcis L.N.I. Villasimius L.N.I. Sulcis L.N.I. Villasimius U.15 Giacomo Gasco Emanuele Vincis Cadelano Aurora Cuccu Maria Podda Alessandro Sotgiu Matteo L.N.I. Sulcis L.N.I. Sulcis L.N.I. Villasimius L.N.I. Villasimius L.N.I. Villasimius L.N.I. Sulcis O.15 Mereu Alberto Gerina Davide Dessi Lorenza L.N.I.Cagliari L.N.I. Villasimius L.N.I. Sulcis 20 26 33 22 48 53 58 65 78 Punti 20 20 20 22 42 48

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews