Sei sulla pagina 1di 3

Circolo Didattico di Vinci – Classi 5^ - a.s.

2007/08

ITINERARIO 1
I PICCOLI MISTERI NELLA VITA QUOTIDIANA
Tempo di attuazione : 30 h (da metà ott.-a inizio dicembre ’07)
Raccordi: Arte e immagine-informatica- Ed. alla cittadinanza – Ed. dell’affettività
Narrazione – descrizione - esposizione - argomentazione
Legenda : A : IDENTITA’ B: STRUMENTI CULTURALI C: CONVIVENZA CIVILE

OBIETTIVI OBIETTIVI SPECIFICI ATTIVITA’ EDUCATIVE E METODI SOLUZIONI MODALITA’


FORMATIVI DI DIDATTICHE E TECNICHE ORGANIZZATIVE DI VERIFICA
APPRENDIMENTO UTILIZZATE
a)ASCOLTARE E La raccolta del materiale Si attuano le fasi Le attività Le
PARLARE linguistico della didattica educative e verifiche
Orientarsi 1. Prestare Fase della ricerca:.. laboratoriale didattiche tengono
nell’osser attenzione in Si chiede agli alunni di osservare e nella raccolta di si articolano di volta in presenti
vazione e situazioni trascrivere entro 15 gg. Situazioni materiali, analisi volta seconda i livelli
nella comunicative che possono risultare misteriose.. .. degli stessi; loro modalità diverse: cognitivi
comprensione orali diverse,tra  Riflessione e discussione : si utilizzazione - …..all’interno ,strumenta
di “testi” cui le situazioni leggono tutte le annotazioni nella del gruppo li e
orali e testi formali,in degli alunni; si osserva se le elaborazione di classe nei comporta
caratteriz contesti sia informazioni fornite sono testi scritti. momenti di mentali
zati da una abituali sia esaurienti (c’è il quando,il conversazione raggiunti
pluralità di inusuali. chi,il che cosa,il come ; non ci /discussione,di dagli
scopi 2. Prestare sarà il perché se il mistero Metodi attivi ed riflessioni alunni.
comunicativi attenzione non è stato ancora svelato.... interattivi comuni, Le prove
e di usi all’interlocutore  Produzione guidata: Si Cooperativi di lettura da
funzionali. nelle comincia a costruire un di analisi effettuare
conversazioni e racconto,prendendo in esame Problem del materiale (proposte
nei dibattiti. le varie parti che lo Solving raccolto e dei testi in periodi
Indagare le 3. Partecipare a costituiscono e fornendo proposti, significati
ragioni discussioni di degli esempi ( presi da brani o di stesura di vi
sottese a gruppo,individua dai taccuini degli stessi Operare sempre verbali condivisi. d’insegna
punti di vista ndo il problema alunni..) Si lavora sugli in un ambiente -…. A coppie o mento)
diversi dal affrontato e le incipit e quindi sull’esordio stimolante che in piccoli sono
proprio. principali del racconto breve. favorisca i gruppi eterogenei diversifica
opinioni espresse.  Negoziazione:si discute sulle rapporti di alunni te ,
4. Comprendere possibili ipotesi e sulla interpersonali (agli alunni con assegnate
semplici direzione che il racconto deve positivi. difficoltà in tempi
Esprimere il testi,cogliendone prendere; gli alunni si sono affiancati diversi e
proprio punto i contenuti esprimono il loro punto di alunni capaci di differenti
di vista in principali. vista e lo motivano. Si Individualizzazio svolgere per
forme 5. Esprimere socializza e si condivide il ne dell’ un’azione di tipologia.
corrette ed attraverso il significato di apprendimento tutoring)
argomenta parlato spontaneo antefatto,intreccio e fabula. Si per la stesura di Per la
te o parzialmente sottolinea la differenza tra Confronto narrazioni verifica
pianificato annotazione,racconto,cronaca: pluralistico (in base al materiale della
Attivare pensieri,opinioni, gli alunni si cimentano nella raccolto) con produzion
operazioni stati scrittura di forme brevi Linguaggi come specifici vincoli. e
cognitive per d’animo,affetti (annotazioni,cronache, mediatori -…. In forma orale si
affrontare e rispettando sintesi,..) e di veri e propri didattici: individuale per la scelgono
risolvere l’ordine causale e racconti. verbali, produzione anche dati
problemi di temporale.  Raccolta delle descrizioni: Si extraverbali e di testi con “in
comprensione 6. Usare registri invitano gli alunni a scrivere ludico-simulativi particolari scopi itinere”
e di linguistici diversi descrizioni di persone comunicativi, di ,registran
produzione di in relazione con il conosciute.Si cercano Ascolto e descrizioni,di do
una varietà di contesto. descrizioni sui testi letterari e conversazioni esercitazioni progressi
testi.. 7. Utilizzare non; alcune verranno grammaticali. su
tecniche di lettura utilizzate nell’elaborazione Brainstorming apposite
silenziosa con dei racconti. La riflessione sulla griglie di
scopi mirati.  La finestra di riflessione sulla frase prenderà osservazio
Orientarsi sul 8. Avvalersi di tutte lingua Si favorisce la spunto dalla lettura ne e
funzionament le anticipazioni Si lavora …. riflessione in collettiva delle mediante
o della lingua del testo …. sull’aspetto linguistico del comune,il annotazioni osservazio
riconoscendo (contesto,tipo,arg testo; confronto,il e dei testi ni
la funzione omento,titolo..)pe …..sulla tensione narrativa..; lavoro del gruppo prodotti a cui sistemati
delle singole r mantenere …sulla suspence…, ,ma si sottolinea seguiranno che.

1
Circolo Didattico di Vinci – Classi 5^ - a.s. 2007/08

parole e le l’attenzione,orien …sull’aspetto logico ,con specifiche esercitazioni L’insegna


principali tarsi nella dell’indagine.., attività, il lavoro individuali. nte opera
strutture comprensione,por …sul lessico..(ricerca di individuale come in modo
della frase. si in modo attivo sinonimi,aggettivazione,avverbi,..) momento di Utilizzo che la
nell’ascolto Si utilizzano le annotazioni degli consolidamen della palestra per verifica e
9. Produrre brevi alunni per individuare tutte le to delle giochi la
Assumere un testi orali di tipo informazioni: si individua la frase conoscenze, motori valutazion
atteggiament descrittivo- minima,si dà il nome alle di verifica delle e..:
o narrativo. espansioni. competenze e di Utilizzo -
collaborativi b)  Attività di scrittura: si chiede autovalutazio del computer incidano
nello LEGGERE E agli alunni,a partire dalle ne del processo concreta
svolgere SCRIVERE annotazioni scelte,di formativo di mente sul
compiti con sviluppare e scrivere pezzi di ciascuno. Coppie miglioram
un obiettivo 1. Produrre testi racconto,come tanti puzzle. tutoriali e ento delle
comune. scritti coerenti in Si raccontano storie brevi di lavoro a coppie abilità e
forma adeguata allo personaggi,di eventi ,di scene Individuazione di per favorire sulla
scopo. (o sequenze)…Si leggono i schemi l’aiuto reciproco e crescita
2. Manipolare vari pezzi,si discute se trasferibili ad instaurare tra personale
semplici testi in base funzionano,come e perché,; altre situazioni. gli alunni un e
ad un vincolo dato. oppure si individua clima - siano
3. Giocare con le narrativa,suspense,lessico, rilassante e di testimonia
parole a livello stile,.. In seguito,a coppie, si collaborazione. nza della
grafico,fonico e assemblano i vari pezzi per fiducia
semantico dar vita ad un racconto unico. che l’ins.
(acrostico,doppi Per facilitare il lavoro e dare ripone
sensi,..) modelli, anche da imitare,si nelle
4. Produrre testi presentano agli alunni testi risorse
narrativi per d’appoggio (pagine di testi dell’alunn
comunicare letterari, parti di racconti,di o e nella
esperienze,idee ed libri di vario genere dove si sua
emozioni riscontra l’aspetto comune di disponibi
5. Utilizzare forme “mistero”). lità a
di lettura  Attività di comprensione: si fa cooperare
diverse,funzionali allo prendere familiarità con per il suo
scopo,ad alta voce, quesiti logici; si stimolano gli apprendi
silenziosa per ricerca alunni ad attività di men
di informazioni,per deduzione; si effettuano to.
studio,per piacere…) inferenze su brani narrativi.
6. Leggere testi Date alcune supposizioni ed
descrittivi e narrativi e ipotesi,si individuano i fatti
avviarsi al realmente accaduti da cui Verifica
riconoscimento di quelle derivano.. -Produzio
alcuni elementi  Schede di verifica.. ne di una
essenziali all’interno parte
di un racconto e di mancante
testi relativi a di un testo
situazioni narrativo
note(personaggi,ambie (Il lavoro continua con IL II^ di
nti,azioni e suspence..
successioni temporali). ITINERARIO
7. Produrre semplici testi “IL GIALLO: -Espansio
scritti dal pragmatico al letterario- ne di una
:descrittivi,narrativi breve
per comunicare Il GIALLO STORICO: annotazio
esperienze, Dal fantastico al reale…. ne con
idee ed emozioni. Nella villa medicea di…..i parti
c) descrittive
RIFLESSIONE SULLA per creare
LINGUA suspence
A livello morfosintattico.. e tensione
1. Riconoscere e narrativa.
raccogliere per
categorie le parole -Compren
ricorrenti sione del
(nomi,aggettivi, testo con
verbi,avverbi,..) risposte a
2. Operare domande
modifiche sulle parole date ,in

2
Circolo Didattico di Vinci – Classi 5^ - a.s. 2007/08

(derivazione,alterazion riferiment
e, composizione,..) o al testo
3. Riconoscere in un di
testo la frase semplice e appoggio.
individuare i rapporti
logici tra le parole che -
la compongono e Riconosci
veicolano senso mento di
4. Riconoscere la parti della
funzione del soggetto e frase,sia a
del predicato… livello
5. Usare e morfologi
distinguere i modi e i co che
tempi verbali. sintattico.
6. Riconoscere in un
testo alcuni
fondamentali connettivi
(temporali,spaziali,logi
ci,semantici..).
A livello semantico
7. Ampliare il
patrimonio lessicale
a partire dai testi e
contesti d’uso.
8. Usare il
dizionario
9. Individuare
relazioni di significato
tra le parole
(sinonimia,
polisemia,
omonimia,..).

Educazione alla
cittadinanza
1. Mettere in atto
comportamenti di
autonomia,
autocontrollo,
fiducia in sé.
2. Indagare le
ragioni sottese a
punti di vista
diversi dal
proprio,per un
confronto critico.

Educazione
dell’affettività

1. Attivare
atteggiamenti di
ascolto/conoscen
za di sé e di
relazione positiva
nei confronti
degli altri.

Arte e immagine

(vgs. UA specifica)