Sei sulla pagina 1di 2

Soggettivit internazionale delle organizzazioni internazionali in materia di rapporti di lavoro: Caso Galasso Corte di cassazione 1986 -Il caso

Ricorso presentato dalla sign. Galasso al pretore di Roma convenendo in giudizio lIILA dichiarando di aver lavorato alle dipendenze di detto istituti in qualit di bibliotecaria. chiede il risarcimento dei danni in relazione ai contributi prescritti e la regolarizzazione della sua posizione assicurativa eccepisce la propria qualit di soggetto di diritto internazionale e dunque la propria immunit dalla giurisdizione dichiara il proprio difetto di giurisdizione ritenendo che la Galasso svolgesse una mansione funzionale allattivit pubblica dellente.

-accusa

-difesa

-il pretore di Roma

La signora adisce la suprema corte -accusa -per le controversie in materia di lavoro la convenzione di Basilea del Consiglio dEuropa sullimmunit sancisce la sussistenza della giurisdizione del foro qualora la controversia riguardi un contratto di lavoro stipulato da uno stato estero sul suolo dello stato del foro salvo che il lavoratore abbia la cittadinanza o la residenza nello stato datore di lavoro -lIILA ente non territoriale non dotato di soggettivit internazionale ne capace di produrre conseguenze giuridiche a livello giurisprudenziale su un piano internazionale -il lavoro svolto non di carattere pubblico, per cui non rientra tra gli scopi dellorganizzazione -ammettendo limmunit di detto istituto si produce una violazione ex art 24 cost -la corte il motivo non fondato

-nonostante i dubbi sul fondare limmunit, sulla personalit giuridica delle organizzazioni, essa comunque lipotesi maggiormente accolta dalla nostra giurisprudenza - la convezione del 1966 ratificata dallItalia e stipulata con 20 paesi dellamerica latina chiarisce che lIILA soggetto dotato di personalit giuridica -accertato quanto detto al punto precedente ad essa spetta limmunit indipendentemente dallesistenza di una norma convenzionale che gliela riconosca sulla base di una norma di diritto internazionale generalmente riconosciuta, quale il principio di par in parem non habet iurisdictionem. E non opponibile la convenzione richiamata dalla ricorrente perch non ratificata dallItalia dunque non applicabile - lattivit svolta coinvolta nelle finalit pubblicistiche dellente, nello stesso trattato istitutivo si richiede la presenza di una biblioteca specializzata nella storia del popolo latino-americano. -non si ha una violazione dellarticolo 24 cost perch ci si conforma a norme di diritto internazionale generalmente riconosciute sulla base dellart 10 cost per quanto riguarda limmunit