Sei sulla pagina 1di 33

Impianti ORC

Simili ai tradizionali impianti a vapore ma utilizzano fluidi

diversi che consentono di avere un buon rendimento termodinamico del ciclo ed un dimensionamento ottimale della turbina per potenze che variano da pochi kW a qualche MW Tecnologia affidabile ed economicamente competitiva Molto diffusa impiegare fonti energetiche rinnovabili ed eco-compatibili (biomassa, geotermia, energia solare) o sorgenti termiche a bassa temperatura (recupero di calore da processi industriali o da MCI) per cogenerazione e generazione distribuita
1

Obiettivo
Selezionare turbine gi presenti sul mercato, per la produzione di energia elettrica mediante ORC di piccola taglia, appartenenti ai gruppi di sovralimentazione dei MCI, senza ricorrere alla progettazione ed alla realizzazione ad hoc

Si verifica su base fluidodinamica la possibilit di selezionare tali turbine mediante le relazioni analitiche della TS PORTATA MASSICA CORRETTA, RAPPORTI DI ESPANSINONE CORRETTI

ARIA (azoto)

FLUIDO DI NATURA ORGANICA


2

Sommario
Caratteristiche fluidi organici Teoria della Similitudine per le turbomacchine

selezione fluidi

Geometria della turbina, mesh computazionale e modelli per

lanalisi CFD
Risultati Conclusioni

Caratteristiche dei Fluidi Organici


Curva di saturazione a pendenza positiva (dT/ds > 0): questo evita la formazione di condensa durante lespansione Bassa temperatura critica: si raggiunge pi facilmente lo stato di vapore surriscaldato Alto calore di vaporizzazione ed elevata densit: le macchine saranno di dimensioni ridotte dT/ds > 0
dT/ds < 0

Caratteristiche ORC
Elevata efficienza della turbina (fino all85%) Minore velocit di rotazione Lunga vita della turbina per via delle basse sollecitazioni sulla macchina Assenza di condensato allo scarico della turbina Il condensatore lavora a pressione maggiore di quella ambiente

Teoria della similitudine


Macchine simili hanno uguale rendimento

1/3

Similitudine geometrica: diametri, altezza di pala, spessori in

scala, angoli costruttivi uguali Similitudine cinematica: stessi rapporti di velocit, stessi angoli di flusso TV simili Similitudine dinamica: stessi rapporti fra le forze stesso Re Stesso numero di Mach: effetto della comprimibilit
=
3 4 1 2 2

; = 1

1 4 1 2 2

Teoria della similitudine


= 3 1
1
1

2/3

= ( , 3 , , , )

~ 2 ~ 2

Essendo =

1 (1 (1)

2 )~ 1 3 1

Hp: , = ,

Teoria della similitudine: selezione fluidi organici 3/3


Le turbine radiali di gruppi di sovralimentazione di MCI realizzano

< 4,0
=f(

, ,

Sulla base di tale limitazione sono stati selezionati alcuni fluidi organici:

Fluido
ARIA

R143a
3,11

R428A
2,87

R507A
3,01

R404A
3,13

R245fa
30,3

Dimensioni e mesh computazionale

r1=2,4 cm
Z =9

Considerando un settore di 40

nNODI = 18030 nFACCE = 155863 nCELLE = 73925


9

Risoluzione del campo di moto relativo


Pressure - based Coupled Algorithm
Aggiornamento della propriet del fluido (, , Cp)
Risoluzione di un sistema di equazioni comprendente quantit di moto e conservazione della massa (coupled) Correzione del flusso di massa mediante la precedente equazione di continuit basata sulla pressione Risoluzione delle equazioni per la temperatura, turbolenza e altre grandezze scalari La soluzione non converge?

Fluent

Modello di turbolenza

Realizable K-
Regioni in prossimit di parete

Near Wall Function

10

Funzionamento con Aria


Condizioni operative turbina:
P01 = 4,1 bar T01 = 200 C P2 = 1 bar N=190986 [giri/min]

1/4
tt = 78,8 [%] ts = 65,8 [%]

Forze centrifughe compatibili con la resistenza meccanica delle pale della

girante
PARAMETRI OPERATIVI
[kJ/kg] [kg/s] [ /] [%]

PARAMETRI DI PRESTAZIONE
G.d.R G.d.R ** L [kJ/kg] P [kW]

7,7

30,1

3,13 4,1

156

0,102

0,100

21

0,51

0,34

0,90

103,8

10,6
11

Simulazione: Aria

2/4

Zone di ricircolo lato intradosso Vettori velocit relativa non tangenti alla pala nel bordo dingresso 12

Simulazione: Aria
shroud hub

3/4

13

Simulazioni: Aria

4/4

14

Simulazioni Fluidi Organici 1/3


Considerando che macchine simili hanno triangoli di velocit simili ed i moduli delle velocit sono definiti dalla velocit di rotazione della macchina, opportuno confrontare la velocit di trascinamento con quella del suono locale, introducendo il numero di Mach periferico:
0 0

0
Velocit ridotta

Velocit del suono

, = ()
nota

() () () () () ()
15

Simulazioni fluidi Organici 2/3


Riferendosi ad una certa macchina, usuale trascurare larea di riferimento A, generalmente quella di gola per una turbina. Si introduce, come parametro di scalatura la cosiddetta portata massica corretta, a partire dalla portata ridotta
03() 03() () , = () 03() 03() () () ()

Portata massica ridotta


16

Simulazione fluidi organici 3/3


Temperatura massima (T3) pari a 200 [C], uguale alla temperatura di

ingresso in turbina. Temperatura minima del ciclo (Tcond) pari a 30 [C]. Pressione al condensatore, pari alla pressione di saturazione del fluido, alla temperatura di condensazione fissata. Pressione superiore (P2=P3) di ciclo calcolata mediante la relazione 2 = + 1

0,25 dove = 0,5 0,75 stato scelto pari al valore di 0,75 per valutare il rapporto di espansione considerando una pressione superiore del ciclo e quindi di ingresso in turbina massima 17

Funzionamento con R428A 1/4


PARAMETRI OPERATIVI
7,6

PARAMETRI DI PRESTAZIONE

[ /] 0,0363 [%] 11,4 G.d.R G.d.R ** 0,97 0,62 0,89 L [kJ/kg] 22,1 P [kW] 32,3

33,0

2,08

2,27

[kJ/kg] 29,2

[kg/s] 1,459

CONFRONTO
PARAMETRI CORRETTI 2,65

2,25

[Kg/s]
1,360

L
[KJ/kg]
26,0

P
[KW] 35,3

PARAMETRI
SIMULATI

2,27

2,08

1,459

22,1

32,3

18

Simulazione R428A

2/4

Zone di ricircolo lato intradosso Vettori velocit relativa non tangenti alla pala nel bordo dingresso
19

Funzionamento R428A

3/4

20

Funzionamento con R428A

4/4

Onda durto
21

Funzionamento con R245fa 1/5


Ncorr. = 79106 [giri/min] P2 = 1 bar
ARIA = 30
la macchina non riesce a realizzare R245fa = 5,84 fuori range operativo per questa turbina di piccola taglia

N=124141 [giri/min] P2 = 1 bar

R245fa = 5,84

22

Funzionamento con R245fa 2/5


PARAMETRI OPERATIVI
[ /] [%]

PARAMETRI DI PRESTAZIONE
G.d.R G.d.R ** L [kJ/kg] P [kW]

[kJ/kg]

[kg/s]

9,2

13,5

5,81 10,4

70,0

0,336

0,102

32

1,58

0,48

0,63

30,5

10,2

PARAMETRI
CORRETTI PARAMETRI SIMULATI

CONFRONTO 2,08 5,81 [Kg/s] 0,487 0,336 L [KJ/kg] 33,0 30,5 P [W] 16,1 10,2

2,40 10,4

23

Funzionamento con R245fa 3/5

Ampie zone di ricircolazione si estendono dallintradosso fino a giungere allestradosso della pala adiacente Elevata intensit di turbolenza Vettori velocit relativa incontrano la pala nel TE con un angolo ~90

24

Funzionamento con R245fa 4/5

25

Funzionamento con R245fa 5/5

26

Considerazioni generali
Urto della vena fluida contro la palettatura

1/2
perdite

fluidodinamiche ( R245fa)
Confronto prestazioni / perdita energia cinetica allo

scarico

Fluido
R143a R404A R507A R428A R245fa ARIA

[%] [%] [%]


16,1 16,6 14,0 11,4 32,0 21,0 67,7 67,6 70,2 72,4 45,6 65,8 78,6 78,8 80,4 81,4 60,6 78,8
27

Considerazioni generali

2/2

Flussi transonici/supersonici a valle della curva a 90 del

canale meridiano, in prossimit dello shroud Lato intradosso della pala ricircolazione e zone di turbolenza ( R245fa)

28

Risultati: beta_ts

= , [%]
29

Risultati: beta_tt

= , [%]
30

Risultati: portata massica

= , [%]
31

Impiego della turbina in ciclo semplice


L L L utile Fluido pompa turbina [J/kg] [J/kg] [J/kg]
R143a R404A R507A R428A R245fa

[J/kg]

[%] [%]
7,88 7,22

2729

30139

25111 347830

2414
2375 2186

25933
24924 22106

21535 313790
20637 309690 18218 292460

7,50
7,28 6,81

6,86
6,66 6,23

957,1

30497

27370 387860

7,62

7,06

E possibile migliorare i rendimenti sfruttando calore in cascata da cicli con microturbine a gas o da MCI
32

Conclusioni
Verifica su base fluidodinamica la possibilit di impiegare

in ORC turbine di gruppi di sovralimentazione MCI con efficienze elevate e pi basse velocit di rotazione Tali turbine si possono selezionare da catalogo applicando le relazioni derivanti dalla TS, essendo modesto lerrore tra valori simulati e valori calcolati analiticamente pur considerando un fluido di natura organica, le cui propriet ben si discostano da quelle dellaria In studi futuri si pu variare langolo costruttivo in ingresso per ottenere un angolo dincidenza tale da ottimizzare le prestazioni della macchina
33