Sei sulla pagina 1di 2

3-CULTURA

1.RELIGIONE
Le nostre conoscenze della mitologia germanica pre-cristiana sono soprattutto relative ai Germani settentrionali. Qualche notizia precedente allet delle migrazioni ce la d Tacito nella sua Germania. Egli parla di divinit gi compiutamente antropomorfe, che vengono equiparate, sulla base della loro funzione e delle loro prerogative, alle note divinit romane (interpretatio romana). Risulta quindi che alla sua epoca i Germani veneravano soprattutto Woden-Odino (Mercurio) Thor (Ercole) Tyr(Marte) Nerthus, venerata dai germani del Mar del Nord, impersonava la terra madre. Le fonti pi importanti sono: -i Gesta Hammaburgensis Ecclesiae Pontificum (1070) di Adamo da Brema-descrive le otevol sopravvivenza di culti pagani in Svezia;
-i carmi mitologici dellEdda di Snorri; -la Ynglinga Saga, contenuta nella prima parte della Heimskringla di Snorri; -saghe islandesi; -Gesta Danorum di Saxo Grammaticus -1185 ca In ambito occidentale abbiamo formule magiche di Merseburgo incantesimi anglosassoni Larcheologia contribuisce inoltre alla conoscenza dei riti di sepoltura. Secondo SNORRI la divinit maggiore - Odino il padre di tutti, dio inquietante che ha ceduto un occhio in cambio della sapienza, della conoscenza della magia, della preveggenza. Odino conosce i segreti delle rune, dio della poesia e dellinvasamento poetico. E stato appeso allalbero del mondo per nove notti per conquistare questi poteri. Il suo cavallo, Sleinpnir, ha otto zampe. Ne abbiamo una raffigurazione graffita su una stele trovata nellisola di Gotand. I l dio guida le anime dei morti e accoglie i guerrieri caduti in combattimento nella Valhalla, la sala dei morti in battaglia. Che Odino appaia come la divinit pi importante dovuto anche al fatto che la letteratura poetica e Snorri che segue quella tradizione mostrano una particolare venerazione per il dio della poesia. -Cmq il dio di fatto pi venerato era Thor, protettore degli uomini e degli di contro i giganti , era stato protagonista di varie avventure. Dio del tuono e del fulmine, Thor attraversa le nubi su un carro tirato da capri. Per queste sue prerogative atmosferiche fu equiparato anche a Giove (infatti ingl. Thursday gioved ted. Donnerstag, sved Torsdag).

Tyr era un antico dio delle assemblee e delle procedure legali, ma prese poi in parte anche il carattere di divinit guerresca e fu approssimativamente paragonato a Marte (infatti ingl Tuesday, sved Tisdag marted) Thor, Tyr e Odino appartengono alla schiera degli Asi: gli di per eccellenza della mitologia nordica che avevano stabilito la loro posizione sovrana dopo un patto di pace con i vani, un altro gruppo di divinit. Tale patto port la pace e lordine.

Tra i Vani spiccano le dee Frigg, sposa di Odino, e Freyja equiparata a Venere; il dio del mare Njordr e suo figlio Freyr, dio della fertilit. I Vani sono divinit della natura, delle forze terrestri, dellabbondanza, della fecondit, dellamore. Si spartiscono con gli Asi le funzioni principali di potere cosmico, cio sovranit (Odino), forza (Thor) e fecondit (Freyr). Freyr risiede in Svezia, ed il capostipite della dinastia reale svedese, e ha ad Uppsla il suo tempio ancora esistente nellXI secolo, quando Adamo da Brema lo descrive.