Sei sulla pagina 1di 3

Cliniche per curare lomosessualit Esplode il caso, segnalazioni da tutta Italia. Democrazia Atea deposita altre denunce.

Democrazia Atea ha denunciato l'anomalo finanziamento erogato da una ASL in favore di una associazione che proponeva terapie riparative per curare lomosessualit. La notizia stata diffusa da molti giornali ed ha contribuito a far emergere un quadro del fenomeno piuttosto allarmante. Santoni, guaritori, comunit di recupero di stampo religioso, tutti si proiettano nel mercato delle guarigioni dall'omosessualit, ispirati dalle affermazioni del vescovo Giacomo Babini e dal sito omofobico denominato Pontifex. Una associazione di stampo cattolico propone i seguenti slogan: Abortire un gay un atto di fede ; Abortire un futuro sodomita non peccato ma il male minore"; "Abortire un futuro sodomita un dovere morale. I nuovi studi del dottor A.Hoffman hanno mostrato come l'omosessualit sia dovuta ad un gene. Inoltre, il dottor Hoffman ha mostrato al mondo come questi geni siano identificabili a partire dalla quarta settimana di gestazione. La Chiesa ferma nella sua nuova posizione: non peccato abortire un figlio gay. Anzi, pi grave tenerlo con s e farlo crescere come se fosse normale" ; "Abortire un futuro sodomita non peccato ma il male minore. Abortire un futuro sodomita un dovere morale. Si trovano dichiarazioni allarmanti come la seguente: Dieci giorni fa stata diagnosticata a mio figlio, che dentro di me da sette settimane, l'omosessualit. Nonostante il supporto dei vostri psicologi non so ancora cosa dovrei fare." Unaltra affermazione veicola invece considerazioni aberranti per ignoranza e disprezzo dell'intelletto: I feti che rimangono strangolati intorno al cordone ombelicale sono sicuramente i feti di carattere omosessuale. E' stata segnalata a Democrazia Atea anche l'esistenza di una Comunit la quale tranquillamente pubblicizza i suoi settori di intervento:"La Comunit altamente specializzata in un particolare settore di intervento, la dipendenza dallomosessualit, ed offre servizi per la prevenzione e la cura di questa piaga ormai comune tra i giovani d'oggi. La Comunit nata la notte di Natale del 1982, da un gruppo di uomini e donne che, guidati nel cammino di fede da Don Gennaro Esposito, hanno voluto incarnarlo nel servizio, accogliendo persone emarginate. Oggi la Comunit altamente specializzata in un particolare settore di intervento, la dipendenza dallomosessualit, ed offre servizi per la prevenzione e la cura attraverso itinerari educativi, percorsi dellanima, sentieri di liberazione, di guarigione (tramite terapia individuale/di gruppo), di crescita e di maturazione che, partendo dalla persona, la accompagnano nella ricerca della verit e dell'orientamento sessuale, conducendola allapertura agli altri e alla relazione con Dio, che porta all'Amore vero e cristiano e trova il suo fine nella famiglia e nel miracolo della procreazione. I centri nei quali vengono organizzate le terapie truffaldine, sono tutte di stampo cattolico, e in questi centri attraverso i preti, si abusa della credulit popolare spacciando di scientificit una pratica religiosa. E' necessario che la Magistratura intervenga presso queste realt che alimentano un diffuso sentimento omofobo fonte di crescente violenza. Francesco Zanardi Segretario DA