Sei sulla pagina 1di 6

La formazione linguistica dellinsegnante di inglese nella scuola primaria Per un profilo di livello B1

A cura di Marina Bondi e Franca Poppi

___________________________________________________
Il profilo linguistico Il profilo linguistico inteso ad identificare il nucleo centrale di conoscenze e abilit linguistiche necessarie per un insegnamento efficace, cos come ad individuare ulteriori aree di sviluppo. I docenti di L2 nella scuola primaria devono raggiungere un livello di competenza nella lingua straniera sufficiente e necessario per: a. il lavoro da svolgere in classe: sia in termini di contenuti (la lingua da insegnare) sia in termini della lingua necessaria per gestire attivit e interazioni nella classe; b. lo sviluppo professionale, con riferimento sia al miglioramento linguistico che allaggiornamento professionale; c. raggiungere un certo grado di consapevolezza linguistica (intesa come capacit di utilizzare le proprie competenze linguistiche ed analitiche per migliorare sia il proprio insegnamento, sia il proprio apprendimento) che possa permettere di comprendere appieno le finalit, gli scopi e le strutture dei programmi di studio della L2 nella scuola elementare e, di conseguenza, identificare e selezionare forme e funzioni utili al processo di insegnamento/apprendimento. 1.1 Componenti del profilo linguistico 1.1.1. Linguaggio della classe I docenti devono conoscere e saper utilizzare: il linguaggio della routine quotidiana nella classe: dare istruzioni, fornire incoraggiamento e valorizzare il contributo degli alunni, fare correzioni, strutturare interazioni e attivit, ecc. la lingua da insegnare: a) aree lessicali e principali strutture grammaticali necessarie per fare riferimento, ad esempio, alla scuola, festivit, casa, strade e negozi, cibo, misure, giochi, vita familiare e di tutti i giorni, ambiente, vita sociale, e altre attivit, in modo da poter integrare le attivit ludicodidattiche con unanalisi comparata (avvalendosi della tecnica del brainstorming) di elementi di cultura e civilt, finalizzata ad una migliore comprensione e accettazione delle diversit culturali; b) caratteristiche del sistema fonetico: accenti, ritmo, intonazione, con particolare attenzione alle principali differenze tra il sistema fonetico inglese rispetto a quello italiano (discriminare tra per esempio: sheep e ship); il docente deve essere in grado di poter consultare un dizionario e saper riconoscere e capire lalfabeto fonetico per riuscire a determinare la pronuncia esatta. c) CLIL (Content and Language Integrated Learning), ovvero la lingua per larte, le scienze, la matematica e altre materie; d) il mondo dei testi immaginari: storie, canzoni, rime. 1.1.2 Lingua per lauto-aggiornamento professionale I docenti devono essere in grado di:

comprendere/consultare: facili materiali professionali in forma scritta, su supporto cartaceo o informatico; linee guida metodologiche in libri di testo e libri ad uso docenti, discussioni di problemi e brevi presentazioni lineari di esperienze in articoli da riviste, sunti di brevi saggi, direttive; interagire con altri professionisti nellambito di una discussione informale; relazionare su esperienze di insegnamento ed esprimere brevemente le proprie opinioni in proposito; ascoltare brevi conferenze e prendere note sui punti principali; richiedere chiarimenti o spiegare punti appena menzionati; scrivere un CV o una lettera a un responsabile della formazione dei docenti, seguendo un modello prestabilito.

1.2 Competenze linguistiche nelle diverse abilit I docenti devono sapere dimostrare e sviluppare le loro competenze nellambito delle cinque abilit previste dal Common European Framework of Reference, per quanto attiene il linguaggio della classe e la lingua per lauto-aggiornamento professionale. 1.2.1 Produzione orale I docenti devono essere in grado di produrre la lingua da insegnare con adeguata accuratezza a livello di pronuncia/intonazione, anche se con marcato accento straniero, leggendo ad alta voce da testi scritti, oppure elaborando da note e figure. Sono in grado di proporre molteplici situazioni, secondo la richiesta o lesperienza che si sviluppa nella classe; per esempio, sanno fornire chiare istruzioni sulle diverse attivit, correggere, incoraggiare e fare uso di strategie appropriate ad organizzare uninterazione allinterno della classe. Infine, sanno risolvere i problemi di comunicazione riformulando, sostituendo o descrivendo. I docenti che hanno raggiunto questo livello di competenza linguistica riescono a richiedere informazioni utilizzando una serie di domande redatte in precedenza, anche se con esitazioni, riformulazioni e circonlocuzioni in occasione di una breve presentazione su di un argomento comune o ben conosciuto, se strutturata in modo chiaro. Essi sono, inoltre, in grado di offrire brevi e semplici presentazioni su argomenti familiari. Per esempio, sanno descrivere succintamente un programma di insegnamento o un progetto per una lezione. 1.2.2 Linguaggio per la classe I docenti di L2 nella scuola elementare sono in grado di: produrre con adeguata accuratezza e propriet (pronuncia/intonazione, grammatica/lessico, discorso) un linguaggio orale rilevante per la classe; fornire istruzioni chiare, indicazioni e stimoli per lorganizzazione e lo svolgimento delle attivit in classe; utilizzare comandi / frasi semplici per strutturare lattivit di classe, per esempio now, lets, today, last week we learned colours, today, ecc.; selezionare e adattare (soprattutto semplificare) materiali sulla base della loro adeguatezza al contesto specifico in cui si opera; leggere ad alta voce da testi scritti, oppure elaborare da note e figure. 1.2.3 Lingua per lauto aggiornamento professionale I docenti di L2 nella scuola elementare sono in grado di: descrivere succintamente un programma di insegnamento o un progetto per una lezione; elaborare domande relative ad un programma di insegnamento o un progetto per una lezione

1.3 Interazione orale I docenti riescono ad articolare linterazione allinterno della classe utilizzando un repertorio di strategie adeguate alle varie situazioni comunicative nelle quali si vengono a trovare. Partecipano inoltre, seppur con difficolt, a laboratori e conversazioni di carattere sociale con colleghi; riescono ad affrontare diversi argomenti inerenti alla professione ed esprimere, entro certi limiti, la loro opinione. Allo stesso modo sanno manipolare, anche se in modo abbastanza semplice e a volte con qualche difficolt, situazioni di routine nellambito della comunicazione professionale, per esempio chiedere di ripetere o di chiarire informazioni. 1.3.1 Linguaggio per la classe I docenti di L2 nella scuola elementare sono in grado di: strutturare in modo adeguato linterazione allinterno della classe (iniziare, mantenere e portare a termine turni e sequenze); elicitare contributi orali da parte dei discenti; coinvolgere i discenti, utilizzando lintonazione e la gestualit; comprendere e utilizzare una variet di strategie comunicative, compensando cos possibili problemi di comunicazione (per esempio riformulare, sostituire, descrivere); fare uso di un linguaggio appropriato per esprimere funzioni affettive diverse, come ad esempio correggere, incoraggiare e lodare etc. leggere ad alta voce da testi scritti, oppure elaborare da note e figure. 1.3.2 Lingua per lauto aggiornamento professionale I docenti di L2 nella scuola elementare sono in grado di: partecipare, seppur con difficolt, a laboratori e conversazioni di carattere sociale con colleghi, affrontando diversi argomenti inerenti alla professione ed esprimendo, entro certi limiti, la loro opinione; fare uso di strumenti verbali e non-verbali per mostrare interesse nei confronti di quanto viene detto; rispondere a domande relative ad argomenti familiari inerenti la sfera personale o professionale; richiedere informazioni utilizzando una serie di domande redatte in precedenza, anche se con esitazioni, riformulazioni, e circonlocuzioni (anche in caso di conversazioni telefoniche); rispondere a domande inerenti alla propria presentazione. 1.4 Produzione scritta I docenti che acquisiscono questo livello linguistico sono in grado di produrre una serie di semplici documenti scritti con struttura lineare, su argomenti conosciuti relativi ai loro interessi personali e alla loro professione, ma, nel caso in cui registro e accuratezza formale siano importanti, devono avvalersi della consulenza di un esperto linguistico In particolare sanno produrre semplici materiali per la classe (didascalie, cue-cards, esempi ecc.) e riescono a scrivere semplici adattamenti di materiali autentici utilizzando dizionari e altri testi di riferimento. Allo stesso modo, in situazioni di comunicazione professionale, tali utenti sono in grado di prendere note a volte incomplete, durante conferenze o seminari su argomenti familiari e prevedibili purch le informazioni siano visibili (es. lucidi, presentazione power-point). Oppure riescono a prendere note ragionevolmente dettagliate, da fonti scritte su argomenti familiari, anche se ci potrebbe richiedere del tempo. Facendo uso di modelli dati e di lessico specifico , infine, si mostrano capaci di scrivere un CV, una domanda di iscrizione per un corso

di formazione, oppure un breve rapporto su unesperienza di insegnamento che ne illustri i punti principali con ragionevole precisione. 14.1 Linguaggio per la classe I docenti di L2 nella scuola elementare sono in grado di: produrre semplici materiali scritti (didascalie, cue-cards, esempi etc.) per la classe; scrivere semplici adattamenti di materiali autentici utilizzando dizionari e altri testi di riferimento; scrivere testi narrativi brevi e di facile comprensione per i discenti; selezionare e adattare (soprattutto semplificare) materiali sulla base della loro adeguatezza al contesto specifico in cui si opera; produrre /adattare / riassumere anche per punti materiali CLIL adatti al contesto e al livello della classe, seguendo modelli dati. 1.4.2 Lingua per lauto aggiornamento professionale I docenti di L2 nella scuola elementare sono in grado di: scrivere facendo uso di un linguaggio adeguato alla comunicazione professionale (CV, lettere, piani di lavoro), partendo da modelli dati; produrre una serie di semplici documenti scritti con struttura lineare, su argomenti conosciuti relativi ai loro interessi personali e professionali; prendere appunti, identificando parole chiave, in occasione di conferenze, seminari di formazione professionale, oppure facendo riferimento a documenti scritti. 1.5 Comprensione scritta I docenti riescono a leggere a comprendere in modo soddisfacente testi che sono pi estesi e complessi di brevi segnali, avvisi etc., caratteristici, peraltro, dei materiali per la lettura utilizzati in classe, e sono in grado di sviluppare un interesse per la lettura di argomenti conosciuti. Possono inoltre affrontare articoli da riviste e giornali per ragazzi. Con laiuto di dizionari, nella comunicazione professionale riescono ad affrontare brevi rapporti o articoli su argomenti tra i pi comuni o comunque familiari (ad esempio su argomenti inerenti alla scuola primaria) identificando i punti principali, ma non il dettaglio, e le conclusioni nel caso di testi argomentativi in cui queste siano segnalate in modo chiaro. Sono in grado di comprendere semplici istruzioni e descrizioni di procedure concernenti la loro area professionale (per esempio tratte da un teachers book), ma non testi pi teorici, neppure con il supporto di dizionari. Essi mostrano anche capacit sufficienti per affrontare i materiali scritti forniti in occasione di corsi di formazione su argomenti familiari e di loro interesse a carattere non accademico, tenuti nella L2. 1.5.1 Linguaggio per la classe I docenti di L2 nella scuola elementare sono in grado di: leggere e comprendere in modo soddisfacente materiali per la lettura utilizzati in classe; fare uso di una gamma di abilit di lettura efficaci per la classe (ad esempio leggere solamente le informazioni essenziali, leggere in dettaglio); sviluppare un interesse per la lettura di argomenti conosciuti; affrontare materiali on-line e articoli da riviste e giornali per ragazzi; leggere ad alta voce storie, poesie ed altre tipologie di testi adatti al livello dei propri discenti; leggere, comprendere e sintetizzare testi CLIL.

1.5.2 Lingua per lauto aggiornamento professionale I docenti di L2 nella scuola elementare sono in grado di: accedere alla letteratura rilevante per la L2 e utilizzarla per migliorare il proprio insegnamento; affrontare brevi rapporti o articoli su argomenti tra i pi comuni, con laiuto di dizionari; identificare i punti principali, e alcune informazioni fattuali, di brevi rapporti su argomenti familiari; comprendere semplici istruzioni e descrizioni di procedure concernenti la propria area professionale (per esempio tratte da un teachers book); affrontare i documenti relativi a corsi di formazione su argomenti familiari e di interesse professionale, a carattere non accademico, tenuti nella L2. 1.6 Comprensione orale I docenti che raggiungono questo livello di competenza linguistica riescono a comprendere i punti fondamentali di una conversazione su una gamma abbastanza ampia di argomenti fra i pi comuni e noti, come esperienze personali e esperienze lavorative. Comprendono i punti fondamentali di programmi / registrazioni TV su argomenti di interesse lavorativo e professionale se la dizione relativamente lenta e chiara. Nella vita professionale sono in grado di seguire e comprendere le presentazioni / dimostrazioni / conferenze / workshop di cui conoscono bene il contesto, e la dimostrazione o presentazione sia chiara, ben strutturata e si avvalga eventualmente di ausili visivi (corsi di aggiornamento professionale). 1.6.1 Linguaggio per la classe I docenti di L2 nella scuola elementare sono in grado di: comprendere i brani /le registrazioni audio da utilizzare nellambito della classe; comprendere i punti fondamentali di programmi TV su argomenti di interesse personale e adatti ai propri discenti, se la dizione relativamente lenta e chiara (video per la classe, canzoni, giochi, brevi storie animate, ecc.) 1.6.2 Lingua per lauto aggiornamento professionale I docenti di L2 nella scuola elementare sono in grado di: comprendere il significato complessivo e i principali contenuti del linguaggio orale di carattere professionale; comprendere i punti fondamentali di una conversazione su una gamma abbastanza ampia di argomenti fra i pi comuni e noti, come esperienze personali e di lavoro; seguire e comprendere presentazioni / conferenze / workshop di cui noto il contesto e la cui presentazione sia chiara, ben strutturata e si avvalga eventualmente di ausili visivi (presentazioni PowerPoint, grafici, handout) 1.7 Consapevolezza linguistica I docenti sanno selezionare i materiali pi adatti al contesto specifico e adattarli al livello linguistico dei loro alunni, laddove questo sia necessario. Ci significa, per esempio, che essi riescono a classificare le caratteristiche della lingua di un testo, secondo il livello degli studenti e le finalit dellinsegnamento, e valutarne la corrispondenza alle caratteristiche testuali, lessicali e grammaticali proprie del livello di competenza linguistica dei loro discenti. Sono in grado di fare uso di una gamma di abilit di ascolto efficaci per la classe (per esempio ascolto globale, ascolto mirato, ascolto periferico).

Sono, inoltre, in grado di parafrasare espressioni inadeguate, riformulandole attraverso luso di risorse linguistiche che i loro studenti siano in grado di affrontare. Sono in grado di dare risposte alle domande relative alla L2 elaborate dagli studenti, identificare le problematiche della lingua, fornire definizioni delle sue caratteristiche, metterle a confronto e offrire esempi e spiegazioni rilevanti, con riferimento alle competenze linguistiche degli alunni. Sanno analizzare, descrivere e spiegare le diverse tipologie di interazione di classe (studente-studente; insegnante-studente; insegnante-insegnate) e identificare il ruolo rispettivo della lingua intesa come contenuto da apprendere e successivamente utilizzare, oppure come strumento per la gestione della classe. Infine riescono ad individuare gli errori pi comuni degli studenti e a ricondurre lerrore ad una qualche fonte di confusione con la lingua madre o ad una mancanza di un riferimento analogo nella propria lingua madre. Riescono quindi a riproporre esercizi in classe che mirino a superare e comprendere lerrore linguistico frequente generando consapevolezza dellerrore stesso nello studente. In quanto apprendenti essi stessi, sono anche in grado di verificare la propria conoscenza della lingua, facendo uso di testi di riferimento (dizionari o grammatiche), ma necessitano di guida nella selezione di una bibliografia di base. Sanno far uso di attivit di auto-valutazione e confrontare il proprio livello ai livelli standard (cf. Common European Framework of Reference). Devono saper utilizzare diversi materiali e diverse modalit per la redazione di prove di valutazione.