Sei sulla pagina 1di 15

La Rabbia sembra essere una delle manifestazioni che ci spaventano di pi, in noi e negli altri.

Facciamo spesso di tutto per scacciarla, tenerla lontana, comprimerla, fingere che non esista come fosse una cosa solo distruttiva e negativa di cui avere paura. Eppure la rabbia pu anche essere un andare verso gli altri, un importante tentativo di comunicazione, seppure con una modalit inadeguata : in genere siamo arrabbiati con qualcuno, anche quando questo qualcuno pu essere semplicemente un aspetto della nostra personalit e se ci arrabbiamo vuol dire che c qualcosa che ci ha fatto o ci fa male. Questo un sentiero, Sulla via dei Tarocchi per riflettere su alcune facce della rabbia e su alcune situazioni che danno origine a rabbie represse o a vere e proprie rivolte e ribellioni. Spesso i riferimenti sono a situazioni estreme, ma ci sar sempre un richiamo o un riferimento a qualcosa di quotidiano su cui porre lattenzione. Sul Sentiero ci sono due postazioni video, una in cui poter vedere scene di rabbia da film famosi e unaltra in cui poter percorrere la via dei Tarocchi, attraverso i video creati da noi, che mettono in relazione Arcani ed Emozioni. C anche la possibilit di avere piccole consulenze Astrologiche e Tarologiche nei luoghi adibiti ad esse. Iniziamo dalla prima tappa dove incontreremo

1 TAPPA
IL MATTO
La Rabbia per la perdita pi grossa che si vive nei momenti di grande cambiamento, la perdita dellidea di s.
Re Lear giunto alle soglie della vecchiaia, decide di dividere il regno tra le sue tre figlie, ma chiede prima che loro gli testimonino il loro affetto. Mentre le figlie maggiori lo fanno con grande abbondanza di profferte, la pi piccola Cordelia, gli risponde di amarlo quanto il suo dovere di figlia comporta. Lear, offeso, prima cerca di convincerla poi la caccia dal regno, che resta in mano alle due sorelle, mentre Cordelia si rifugia in Francia dove andr in sposa al re. Lear viene privato di ogni suo potere dalle due figlie fino a quando queste gli vietano di tenere con s il suo seguito di 100 cavalieri. Il vecchio re fugge per la brughiera impazzito di dolore e accompagnato solo dal suo vecchio e fedele buffone di corte. Cordelia va in ricerca del padre, lo ritrova e lo soccorre, ma il suo esercito viene sconfitto e lei stessa viene uccisa mentre Re Lear muore di dolore sul suo cadavere.

Re Lear erra per la brughiera impazzito di RABBIA e di dolore. Dietro alla sua rabbia c il dolore intollerabile del tradimento e dellabbandono da parte delle proprie figlie, le persone di cui si fidato maggiormente, ma soprattutto c lo stupore attonito e senza parole della perdita pi grossa che si vive nei momenti di grande cambiamento, la perdita dellidea di s, il non ritrovare pi chi eravamo e il non sapere ancora chi siamo. Un re anche se vecchio, pu parlare, essere ascoltato, dare ordini, ricevere consigliMa un vecchio re senza seguito, regno e potere, senza testimonianze del suo passato solo un vecchio che erra impazzito per la brughiera. Lunica identit che gli resta quella del folle. Mi dai del folle, pazzo? chiede al buffone nel mezzo della tempesta, in cerca di una risposta che gli restituisca unidentit. Tutti gli altri titoli li hai gettati via gli risponde saggiamente laltro, il presunto pazzo. Ti resta quello col quale sei nato! La rabbia di Lear diventa furore quello che proviamo ogni volta che ci siamo allenati nel corso della vita a usare gli altri come uno specchio che ci rimandi la nostra immagine, ma non ne abbiamo coltivata una nostra interna, che le corrisponda. Ad un certo punto ci accorgiamo che questi altri non ci sono pi e con loro se ne andata anche la nostra immagine.

I SUSSURRI DI SIGNORA ASTROLOGIA


MARTE E URANO in transito sul nostro Tema Natale parlano di : AFFERMARE LA NOSTRA AUTENTICITA E una ginnastica attiva per svuotare le tasche dalle cianfrusaglie. E cosa pu esserci di pi valido di ci che si ? Solo se do a me stesso questo valore, sapr riconoscerlo allaltro. Solo se io sono il mio principio comprender che laltro il principio di se stesso e lo rispetter. E il gruppo di cui mi sentir parte non sar un insieme casuale omologante. Quindi sar normale e buono se mi riapproprier di quello che sono, se affronter lazzardo del volo. peggiore se forzer la mia natura distorcendola e alterandola o invalidandola. Migliore man mano che mi avviciner a essere Autentico.

E poi, applicher tutto questo allaltro e metteremo in comune quello che ognuno , nel rispetto reciproco. Non si tratta di cambiare, ma di essere autentico. Ritornare allintegrit (IL MATTO-URANO) da cui tutto iniziato. Spesso richiede il coraggio (MARTE ESPRESSO) di guardare al censurato, esiliato, negato e quindi ancora sconosciuto che si nasconde in noi perch disapprovato e emarginato. Dunque, peggiorato poich represso (MARTE NON ESPRESSO) E, allora, mettiamoci in viaggio per ritrovarla.

2 TAPPA
PAPESSA ED IMPERATRICE
La Rabbia silenziosa ed implosiva e quella esplosiva Raccontata dalle due immagini femminili dei Tarocchi La Papessa (Laccumulo, lincubazione) E LImperatrice (Esplosione improvvisa denergia).

Eh, s! Di rabbie ne ho provate tante, tutte intense, ma anche misteriosefinch non sono riuscita ad identificarle, a dar loro un nome. La pi cattiva stata cos profonda e totale che per molto tempo non lho riconosciuta. Mentre la vivi sai solo che ti blocca, ti impedisce di agire, di reagire. (La Papessa) Non sai cosa fare e senti solo una grande angoscia dentro, associata ad una specie di smarrimento e ad un grande senso di solitudine. LATTESA di Rossella Io sto in silenzio E resto in attesa che vengano parole Mi osservo mentre piango E resto in attesa che vengano risate Cammino nellombra E resto in attesa che spunti la luce Mi affanno, mi fermo, capisco, mi confondo Imparo, mi affatico, mi alzo, mi arrendo Mi odio, mi consolo, mi ascolto, mi deprimo Respiro In attesa In alcuni casi, come difesa si tenta di reagire, allontanando i conflitti, come se tutto andasse bene e non esistessero i problemi. E solo affrontando le differenze e gli inevitabili conflitti che ne derivano che si riesce a circoscrivere laggressivit, invece di reprimerla senza sperimentarla, per poi esserne travolti quando scoppia improvvisa Altra rabbia decisamente opposta quella che ti fa agire. (LImperatrice) Ti scateni fisicamente in tanti modi. Basta muoverti fisicamente. Il tuo corpo deve essere cos stanco, da non avere pi forza nemmeno per provare rabbia. Questa la rabbia che ti fa parlare, urlare, inveire contro tutto e contro tutti. Arrivano dei momenti in cui dobbligo liberare una rabbia che scuota i cieli. Esiste un momento in cui bisogna dar fuoco alle polveri. In risposta ad unoffesa grave contro lanima o lo spiritoprima bisogna provare con tutte le altre strade ragionevoli per ottenere un cambiamento, ma se non portano a nulla allora occorre scegliere il momento giusto Giusto come la pioggia Il momento in cui tirare fuori le viscere, il momento della collera giusta, della rabbia giusta! (da Donne che corrono coi lupi)

I SUSSURRI DI SIGNORA ASTROLOGIA


E una rabbia che spesso raccolta nel calice della nostra Luna Astrologica e in un transito pu essere stimolata da un aspetto LUNA-MARTE. Un aspetto difficile tra Luna e Marte rappresenta un conflitto interiore, un dilemma interno tra la parte che desidera essere avventurosa e indipendente (lImperatrice) e quella che desidera intimit, sicurezza e tranquillit (La Papessa). Lego, per, odia lambivalenza, cos pu succedere che ci si identifichi con la parte Marte e si proietti la Luna o viceversa, vale a dire laltro viene percepito come qualcuno che cerca di attaccarsi a noi o che ci tiene distanti. Per esempio avere una Luna congiunta a Marte trigono a Venere porter meno problemi rispetto ad una Luna congiunta a Marte quadrato a Venere. Nondimeno la congiunzione di questi due pianeti inevitabilmente associa limmagine di madre al Dio della Guerra (Marte). Si avr una visione di madre forte, potente e anche arrabbiata. Pu darsi che lei non mostri questa rabbia, questa frustrazione o questa energia; pu darsi che permanga in un continuo stato di ebollizione, che nasconda correnti sotterranee, che tuttavia ci sono. Inizialmente la figura materna rappresenta il mondo intero (luovo che cova la Papessa), perci quello che passer al bambino una indicazione piuttosto chiara di come successivamente il bambino vedr il mondo e di come si relazioner con esso. Se con nostra madre ci siamo sentiti sicuri, allora sentiremo sicuro anche il mondo; se avremo sentito nostra madre instabile o inaffidabile come contenitore, noi sentiremo il mondo come pericoloso. Chi avr dovuto combattere con la propria madre per stabilire un proprio spazio e una certa indipendenza, si trover continuamente in situazioni di rabbia ambivalente: fra implosione ed esplosione.

3 TAPPA

CONDIVIDIAMO LA NOSTRA RABBIA

Se ti va gonfia o fatti gonfiare un palloncino e scrivi sopra una qualsiasi cosa o persona, che ritieni causa di una tua rabbia, lascialo nel cestino e fai scoppiare un altro palloncino, liberando cos la rabbia di unaltra persona.

4 TAPPA
ABUSO DI POTERE
La malattia di cui oggi soffre gran parte dell'umanit inafferrabile, non definibile. Tutti si sentono pi o meno tristi, sfruttati, depressi, ma non hanno un obbiettivo contro cui riversare la propria rabbia o a cui rivolgere la propria speranza. Un tempo il potere da cui uno si sentiva oppresso aveva sedi, simboli, e la rivolta si dirigeva contro quelli. [...] Ma oggi? Dov' il centro del potere che immiserisce le nostre vite? Bisogna forse accettare una volta per tutte che quel centro dentro di noi e che solo una grande rivoluzione interiore pu cambiare le cose, visto che tutte le rivoluzioni fatte fuori non han cambiato granch. T. Terzani
La rabbia a volte non pu essere raccontata. In questo caso lanima e il corpo sono gli unici testimoni di qualcosa che non pu essere detto a parole, ma che continua a vivere nel dolore quotidiano. Queste rabbie a volte sono agite con comportamenti autodistruttivi o scritte sul corpo di bambini, adolescenti , donne. Sono gli assassini danima che si possono svolgere a volte in maniera silenziosa, allinterno di pareti domestiche, in ambienti apparentemente ovattati , iperprotetti con la consapevole complicit di adulti che li hanno a loro volta subiti. "Carissimo padre, di recente mi hai domandato perch mai sostengo di avere paura di te. Come al solito, non ho saputo risponderti niente, in parte proprio per la paura che ho di te" "(...) Questa sensazione di nullit che spesso mi domina deriva abbondantemente dalla tua influenza. Io avrei avuto bisogno di un po' di incoraggiamento, un po' di gentilezza, di qualcuno che mi lasciasse un po' aperta la mia strada: invece me la sbarrasti, sicuramente con le migliori intenzioni, quelle di farmene imboccare un'altra. Ma io non ne ero capace". "Allora e dappertutto avrei avuto bisogno di incoraggiamento. Gi ero schiacciato dalla tua nuda fisicit. Ricordo ad esempio come, frequentemente, ci spogliavamo assieme in cabina. Io magro, debole, sottile, tu forte, alto, massiccio. Gi in cabina mi sentivo miserabile, e non solo di fronte a te, ma di fronte a tutto il mondo, perch tu eri per me la misura di tutte le cose". "Il coraggio, la risolutezza, la fiducia, la gioia per questo o per quell'altro non duravano fino in fondo se tu eri contrario o se la tua ostilit poteva essere anche soltanto percepita; e percepita poteva essere quasi per ogni cosa che facevo. Questo valeva per i pensieri come per le persone. Bastava che io nutrissi un po' d'interesse per qualcuno - data la mia natura non accadeva tanto spesso - che tu, senza riguardo alcuno per i miei sentimenti e senza rispettare il mio giudizio, attaccavi con gli insulti, le calunnie, le umiliazioni. Dovevano pagarne le spese persone innocenti e infantili, come l'attore Jiddish Lowy. Senza conoscerlo, lo paragonasti in un modo orribile, che ho gi dimenticato, ad uno scarafaggio (...)". (da lettera al padre di Kafka) La rabbia pu anche essere quella di una collettivit, per esempio di una minoranza su cui il potere ha esercitato non solo psicologicamente, ma anche materialmente, la sua arroganza dellImperatore)

PAPA ED IMPERATORE

( Il potere mentale e seduttivo del Papa e quello materiale ed imponente

"Il gioco della guerra consiste nella distruzione fisica dell'avversario. Per questo vi ho ordinato di massacrare senza piet qualsiasi uomo, donna o bambino che non appartenga alla vostra razza. Cos soltanto potremo ottenere lo spazio fisico che ci abbisogna". "Esistono razze elette e superiori, destinate a comandare, e razze spregevoli e inferiori, destinate a servire. Non si pu parlare n di uguaglianza n di fraternit tra gli uomini; tali idee sono inaccettabili perch contro natura. E' giusto invece che certi individui e certe razze - quelli superiori - si impongano sugli altri e li costringano a obbedire. E poich i tedeschi eccellono su tutte le razze, essi hanno il dovere e il diritto di guidare il mondo". "A dominare sar una razza superiore, una razza di padroni, che disporr dei mezzi e delle possibilit di tutto il globo." "Il terrore lo strumento politico pi efficace. Non me ne lascer privare soltanto perch una massa di stupidi smidollati borghesi pretende di esserne offesa. E' mio dovere usare ogni mezzo per addestrare il popolo tedesco alla crudelt e per prepararlo alla guerra". "Chiunque cos codardo da non sopportare il pensiero che qualcuno che gli vicino debba soffrire, farebbe meglio ad entrare in un'associazione di sartine anzich iscriversi al mio partito". "Chiudete dunque il cuore alla piet! Agite brutalmente! Il pi forte ha ragione. Siate duri senza scrupoli! Siate sordi ad ogni moto di compassione! Chiunque abbia riflettuto sulle leggi di questo mondo sa che esse significano il successo dei migliori raggiunto attraverso la forza". Hitler

I SUSSURRI DI SIGNORA ASTROLOGIA


Quando Marte e Saturno aiutano Plutone a incontrare il nostro vero POTERE PERSONALE Quando questi pianeti si trovano legati da un qualche aspetto nel tema natale possono produrre unalchimia magica che pu portare lindividuo a forme elevatissime di coraggio, determinazione, forza, potere ed autorevolezza a dimostrazione che coscienza e inconscio lavorano di comune accordo in modo assolutamente creativo e per un fine elevato e superiore. Infatti, essere creativi a livello psicologico, significa poter contare su una continua elaborazione del potenziale innato confrontando pressoch incessantemente ci che giunge dallinterno (Plutone) e ci che, invece, arriva dallesterno sotto forma di conferma o di negazione del potenziale stesso. I rapporti tra Saturno, Marte e Plutone riportano in luce leterna diatriba tra natura e cultura in cui lessere umano si presenta al mondo con un bagaglio possente e fortemente istintivo (lImperatore) che gli serve per sopravvivere ed inserirsi in un ambiente che, nel bene o nel male, vorr fare di lui un essere educato e civile pronto a servire le esigenze di un collettivo (Il Papa) verso cui debitore. "Ogni creazione deve superare un'ansiet. Creare significa sciogliere un'angoscia"

5 TAPPA
LUNA E SOLE (Archetipi Universali del Femminile e Maschile realizzati) RABBIA ORIGINATA DA UNA MANCANZA DI AUTOSTIMA

Alleghiamo qua una favola sintetizzata e tratta dal libro: Il Bambino Arrabbiato. Quanti di noi si riconoscono nella principessina?

La principessa prigioniera degli specchi


Tanto tempo fa, in un piccolissimo regno nacque una principessina bella e buona di nome Artemisia. La principessina crebbe, come sempre succede, raccogliendo le cose che la circondavano per riempire il sacco di sicurezze che lavrebbe accompagnata per tutta la vita. Quando arriv il momento di arredare langolo della fiducia in se stessi, Artemisia incominci a preparare il ritratto da appenderci e per essere ben sicura che fosse fedele and in giro chiedendo a tutti: Chi sono io? Che cosa so fare? E vero che i miei occhi sono belli?... Il re e la regina, che erano quelli a cui lei rivolgeva pi spesso le domande, cercavano di risponderle ogni volta, anche se non sempre ci riuscivano, forse perch il loro stesso angolo della fiducia in se stessi era rimasto un po fragile. Un giorno il re e la regina furono cos impegnati in gravi situazioni, che riguardavano il regno, che non ebbero pi tanto tempo da dedicare alla principessina ed alle sue domande. Fu cos che il ritratto, che la principessina aveva iniziato a fare, rimase incompiuto in una cornice vuota e lei dovette incominciare ad uscire dal castello per proseguire la sua ricerca. And a finire che Artemisia prese labitudine di mettere al centro della sua vita quelle domande perch il bisogno da cui sorgevano era forte e vigoroso. A tutti coloro che incontrava chiedeva: Chi sono io? Quanto valgo? Che cosa so fare? Dato che era una principessina bella e intelligente tutti le davano buone risposte, cosicch lei, in mancanza di un ritratto, si abitu ben presto a usare gli altri come uno specchio che riflettesse il suo viso per dirle chi era, se valeva qualcosa, oppure proprio niente come a volte temeva. E fu cos che a poco a poco , Artemisia non solo rinunci a finire il suo ritratto ma, impegnata comera, non pot neanche aprire il cassetto delle sue risorse per sapere quante e quali erano. E cos si ritrovo prigioniera degli altri, senza neanche saperlo e fu costretta a cercare e a mettersi in mostra per essere ben sicura di attirare i loro sguardi e avere le loro risposte. E allora quando gli altri le facevano i complimenti la nostra principessa era molto a suo agio , perch in quel caso limmagine riflessa coincideva con la cornice vuota del suo angolo, ma quando da fuori le venivano delle osservazioni o semplicemente dei pareri diversi dal

suo, cadeva profondamente in crisi e si sentiva abbandonata, sola e senza unimmagine riflessa perch quella che gli altri le rimandavano in quel momento non la sentiva sua. E cos Artemisia camminava per la vita e ogni tanto si arrabbiava tantissimo con gli altri quando pensava che fossero loro a portarle via la sua immagine perch se ne andavano, oppure quando gliene restituivano una di s che non coincideva con la sua cornice vuota. E colpa degli altri! Non ci si pu proprio fidare di loro! Sono io che sono stupida a pensare di poterlo fare! Quando divent grande, un bel giorno, la nostra principessa incontr un principe che si chiamava Rodrigo e che era bravissimo e allenato fin da piccolo a fare da specchio alla sua mamma, perch anche a lei era rimasto vuoto langolo della fiducia in s. Quando Rodrigo e Artemisia si incontrarono si riconobbero e si innamorarono. Per un po di anni le cose andarono bene ma un giorno Rodrigo si trov impegnato in alcuni problemi del suo regno e non ebbe pi tempo per rimanere a casa a fare da specchio ad Artemisia e lei era sempre pi arrabbiata di non trovarlo ogni volta che cercava la sua immagine riflessa. Un giorno che il principe era lontano la principessa, che aveva disperatamente bisogno della sua immagine riflessa, pens: Ma allora io sono stata tradita! Non mi posso pi fidare di nessuno se anche lui mi ha abbandonato! Questo pensiero le scaten la rabbia pi furiosa che le fosse mai capitata, cos grossa che lei stessa si spavent allidea che potesse distruggere anche il principe Rodrigo, di cui aveva bisogno. Decise di partire per un viaggio insieme alla sua rabbia, che ormai era diventata una compagna inseparabile, alla ricerca di unimmagine che non si trovava pi. Mentre camminava, Artemisia scopriva pian piano che sotto al mantello di tutto questo furore cerano altre cose: un grandissimo dolore, langoscia di sentirsi abbandonati, la paura di non farcela da soli, limpotenza del trovarsi come davanti ad un muro e di non sapere pi che cosa fare e tante altre emozioni e sensazioni che si erano accumulate fino a riempire il sacco che si portava dietro da quando era bambina. E quando la nostra principessa arriv a sentirle, conoscerle e a viverle tutte , loro incominciarono a sentirsi un poco pi rincuorate ed incoraggiate. E fu cos che le emozioni poterono incominciare ad entrare e a uscire senza restare dentro prigioniere a far male. Finch un giorno la nostra principessa, pescando nel sacco, si accorse della presenza di un sacchetto che stava l silenzioso da tanto tempo. Lo apr e ci scopr una chiave piccola che era l da anni e che lei non sapeva di avere. Artemisia decise di provare a usarla per aprire i cassetti rimasti ancora chiusi nel suo angolo e, quando finalmente trov quello giusto, ecco che dentro scopr le piantine della raccolta delle sue potenzialit, che si era interrotta quando da piccola aveva iniziato a inseguire le immagini riflesse. E cos la nostra principessa cominci pazientemente a innaffiare le sue piantine e queste cominciarono a crescere e a prosperare. E allora la nostra Artemisia pot smettere di correre dietro agli altri alla ricerca di unimmagine riflessa e pot tornare casa.

I SUSSURRI DI SIGNORA ASTROLOGIA IL SOLE E LA LUNA sono i nostri luminarii veri protagonisti del nostro Cielo Interiore
E qui ,onorando questi due grandi simboli un piccolo consiglio strategico.in punta di piedi: Marte per Amico In breve, qualunque cosa o tecnica ci aiuti a sviluppare autostima e rispetto per noi stessi far bene al nostro Marte, il quale automaticamente si domer un tantino e ricorrer sempre meno a comportamenti bellicosi e forse poco civili allo scopo di attirare la nostra attenzione. Con un po di collaborazione da parte nostra, la parte marziana del nostro inconscio valorizzer invece gli aspetti positivi indicati da segno, posizione e aspetti del pianeta rosso nel nostro tema natale individuale. Con Marte dalla nostra parte, dopotutto, avremo un alleato fedele e coraggioso e useremo le nostre energie per manifestare i nostri desideri in modo ottimale e pi costruttivo. Perch, quindi, non tentare di farselo amico?

6 TAPPA

SUSSURRI DI RABBIA

Affidati alla sincronicit e ascolta un sussurro di rabbia girando una carta qualsiasi. La frase che hai trovato ti sussurra qualcosa?

7 TAPPA
IL CARRO (A volte Il Carro procede nel suo viaggio cos veloce e spedito che non si rende conto dei territori che attraversa e dei danni che produce) LINVASIONE DEL TERRITORIO
Anche se linvasione dei propri territori fatta per proteggerci, ci danneggia spesso inconsapevolmente nella ricerca o nella difesa della nostra stessa identit, che un bisogno fondamentale dellesistenza. Davanti ad uninvasione di territorio che diventa minacciosa per la propria identit non resta allora a volte altro da fare che proteggersi come facevano un tempo i castelli medioevali, alzando cio il ponte levatoio e interrompendo la comunicazione con lesterno. Fra i ponti levatoi che si possono alzare pi frequentemente ci pu essere quello del rifiutare il cibo oppure quello di tagliare la comunicazione, non parlando pi, rifiutando quindi uno dei primi e pi importanti legami non fisici che abbiamo avuto col mondo, la parola. La convinzione che lanoressica nutre solitamente, e che esprime con fermezza, quella di non aver bisogno di nulla, sul piano fisico. N di nutrirsi, n di curarsi, n di riposare. Tranne una: quella di muoversi. questa una delle caratteristiche dellanoressia mentale. Le passeggiate e le escursioni estenuanti, lo sport praticato fino ai limiti della propria resistenza, le attivit fisiche pi frenetiche, sembrano affascinare la fanciulla. Si ha limpressione che non riesca a stare ferma. Fatto che pu essere la conseguenza del desiderio esasperato di dimagrire, incessantemente e con ogni mezzo. M.Bernardi

I SUSSURRI DI SIGNORA ASTROLOGIA QUANDO MARTE INCONTRA VENEREproponendo un INCONTRO OMOEPATICO CON LEMOTIVITA
Con Venere-Marte occorre imparare ad amare differenziandosi e separandosi dall'altro, e vivendo appieno la tensione e il desiderio che ci spinge all'unione. un sottile gioco di avvicinamentoallontanamento che culminer in una sorta di equilibrio tra i due opposti. In Emotion J. Hillman affrontando il cavallo nero e indocile del mito di Fedro, violento e tuttavia aggiogato alla biga in cui sediamo e che cerchiamo di controllare affronta il problema delle emozioni e il loro valore. Scrive Hillman che alcuni padri della chiesa suggerirono di governare il cavallo indocile, mentre fanatici di varie sette hanno proposto chi il suo totale annichilimento attraverso la disciplina, chi lentusiastica perdita didentit nella fusione con lanimale dellesperienza orgiastica dionisiaca. In tempi pi recenti sono stati prospettati i metodi dellabreazione, dellacting out o terapie meccaniche e chimiche. Noi abbiamo respinto tutte queste proposte in favore della nozione di sviluppo, inteso per non come progressiva ascesa per sfuggire alla bestia oscura e neppure come abbandono delle redini in cambio della frusta (.) Platone stesso, del resto, ci offre unaltra immagine: Le briglie ci legano al cavallo e lo legano a noi. Questa esistenza emotiva: dirigere ed essere diretti, la vera immagine dellhomo patiens.

8 TAPPA
LA TEMPERANZAla carta della CURA
Ti protegger dalle paure delle ipocondrie,
dai turbamenti che da oggi incontrerai per la tua via. Dalle ingiustizie e dagli inganni del tuo tempo, dai fallimenti che per tua natura normalmente attirerai. Ti sollever dai dolori e dai tuoi sbalzi d'umore, dalle ossessioni delle tue manie. Superer le correnti gravitazionali, lo spazio e la luce per non farti invecchiare. E guarirai da tutte le malattie, perch sei un essere speciale, ed io, avr cura di te.

Qua troverai tanti modi suggeriti per affrontare, elaborare, gestire, trasformare la rabbia I SUSSURRI DI SIGNORA ASTROLOGIA
ONORARE MARTE... Quando Marte ascolta i sussurri degli Dei del Cambiamento : URANO NETTUNO PLUTONE

Chi in grado di domare il proprio cuore, capace di conquistare il mondo.

CHIEDIAMO AIUTO AL MITO Heracle e lIdra

Nella mitologia greca larchetipo junghiano del Guerriero pu trovare una rispondenza nella figura e nelle gesta del semidio Heracle, lErcole dei Latini, ricordato per le sue dodici fatiche, di cui la pi rappresentativa per lalto valore simbolico che racchiude, la lotta con lIdra di Lerna, potrebbe aiutare a comprendere il valore della vera forza, qualit specifica dellarchetipo compiuto, quando si siano ormai integrati in un tuttuno il coraggio con la paura, limpulso con la ragione, la volont con la flessibilit, laspirazione alla conquista col limite personale, attraverso lincontro con gli opposti psichici, unico ponte e collegamento tra la parte cosciente e quella inconscia della psiche (i due vasi della Temperanza) Prima di cominciare a cercare lIdra, Heracle si reca da Chirone, guaritore e suo maestro e gli chiede cosa debba fare per sconfiggere il mostro, perch nessuno tra quanti avevano provato ad ucciderlo cera riuscito. E Chirone gli parla cos: Lotta frontalmente e alla luce del sole e chiedi aiuto se non ce la fai; se c da inginocchiarti, fallo, ma soprattutto predisponiti a perdere, perch solo cos potrai vincere. Questo responso sulle prime sembra molto oscuro ad Heracle: un eroe come lui non poteva certo avere bisogno daiuto n tanto meno predisporsi a perdere. Nonostante ci e fidandosi ciecamente del suo maestro, Heracle si mette in cammino alla volta di Lerna. Arrivato alla palude, non riesce subito a trovare lIdra, non la vede; poi si accorge che immersa dentro una caverna piena di sudicio e di fango e decide cos di entrare, cominciando per ad affrontare il mostro solo lateralmente, perch non si vuole sporcare; comincia cos a tagliare via via le teste a lui pi vicine, ma per ogni testa che mozza, ne rispuntano altre due, che vanificano ogni sforzo di avere la meglio sul mostro. A quel punto, si ricorda le parole del maestro: lotta frontalmente e alla luce del sole e comprende che finch agir in difesa o con linganno non potr vincere lIdra; esce cos allo scoperto e costringe il mostro a doversi rivelare, ma

limpresa diventa ancor pi difficile perch lIdra fa uscire tutte le sue teste che si moltiplicano con una rapidit impressionante, non appena Heracle le afferra e le taglia via. La lotta sembra impossibile, ma soprattutto mpari e destinata ad essere perduta. Proprio quando Heracle sta per soccombere, ecco che ricorda ancora una volta le parole di Chirone solo laiuto di un vero amico ti potr salvare. Riconoscendo che ha bisogno di chiedere e che non potr superare la prova da solo, va da Iolao, suo nipote a lui affezionato, che lo aiuta cos nellimpresa: leroe accende un fuoco e non appena stacca una testa del mostro, la passa a Iolao che la raccoglie e la brucia, impedendo cos alla testa di potersi rigenerare. Quando i due stanno per tirare un sospiro di sollievo perch manca solo la testa centrale, lunica ad essere mortale, Heracle si accorge che lIdra mantiene la testa nel basso, sfidandolo a scendere gi pi gi e ad esporsi molto pi che con le altre ed ancora una volta leroe si ricorda le parole di Chirone: se c bisogno, inginocchiati. E cos far: inginocchiato nel fango della palude, si avvier verso luscita costringendo lIdra a seguirlo fuori della caverna, alla luce del sole e solo l sar in grado di staccare di colpo lultima testa, raccogliendo il gioiello in essa incastonato, nonch il veleno mortale che render vittoriose da quel punto in avanti tutte le sue imprese future.

IN GINOCCHIO. in un gesto di CURA , come la TEMPERANZA , per IL CORAGGIO (Marte) dei SENTIMENTI (Venere).

9 TAPPA

BUTTA LA TUA RABBIA


Scrivi su un foglietto qualcosa che riguarda la tua rabbia e di cui vuoi liberarti, accartoccialo e buttalo nel cestinoverso la fine della serata bruceremo tutta la nostra rabbia.

10 TAPPA

I SUSSURRI DI SIGNORA ASTROLOGIA

Usare creativamente i propri "talenti", oppure sprecarli od ignorarli.....ma prima serve conoscerli. IL TEMA NATALE...ovvero le " nostre impronte digitali" uniche e speciali Lascia qui le tue Impronte

E PER FINIREALCUNI SUSSURRI DI RABBIA DAGLI ARCANI MAGGIORI: Quando sei arrabbiato perch
Tra te e un bisogno da soddisfare, c un ostacolo. Allorizzonte si profila la paura di una sconfitta, di non farcela in una situazione difficile Qualcosa o qualcuno a cui teniamo si oppone volutamente alla realizzazione di un nostro bisogno

Ostacoli e Contrattempi: La Giustizia, Temperanza, Il Carro, Il Sole, Il Mondo Gravi Difficolt: La Forza, LArcano Senza Nome, Il Diavolo, La Torre Timore e Difficolt al Cambiamento: La Papessa, La Ruota della Fortuna, LAppeso, LArcano Senza Nome, Il Giudizio, Il Mondo E minacciata o invasa la tua privacy Ti Vengono Messi i Bastoni tra le ruote Vengono lanciate a te e/o a qualcuno a cui tieni accuse, critiche, commenti che ritieni ingiustificati, esagerati Con Egoismo: LImperatore, LEremita, La Ruota della Fortuna Arroganza: Il Matto, La Forza, Il Diavolo, Il Sole Superbia: La Papessa, La Forza Abusi di Potere: LImperatore Per Ambizione sfrenata: Il Carro Orgoglio Eccessivo: La Torre Qualcuno non ha mantenuto una promessa Sfiducia e speranze frustrate: La Stella Hai paura di perdere laffetto di qualcuno Gelosia: LAmante, La Papessa, Il Papa Viene minacciata limmagine di te ,la tua autostima Instabilit: LAmante, La Ruota della Fortuna Disarmonia e squilibrio: La Giustizia, La Stella, Il Sole Frustrazione: Il Mago, LEremita, La Temperanza, Il Giudizio

La Rabbia pu esprimersi in modi completamente diversi tra loro, pu colorarsi di Intolleranza: Il Papa, La Giustizia Impazienza: Il Mago, La Temperanza E portare a Piccole e brevi collere: La Luna, Il Mondo

Pu essere repressa e manifestarsi sotto forma di Freddezza: La Papessa, LEremita, La Temperanza Forzata Solitudine: La Papessa, LEremita, LAppeso, Il Sole Autocommiserazione: LAppeso Masochismo: LAppeso, La Luna

Pu essere Violenta: Il Matto, La Morte, La Torre, Il Diavolo Malvagia: LImperatore, La Ruota della Fortuna, Il Diavolo Colorata di Ribellione: Il Carro per un rifiuto dellAutorit: LImperatore Vendicativa: Il Matto, La Papessa, Il Carro, Il Diavolo Rancorosa: Il Papa