Sei sulla pagina 1di 13

a cura di Marco Gullo

UNIVERSIT DEGLI STUDI DI PALERMO


DIPARTIMENTO DI RICERCHE ENERGETICHE ED AMBIENTALI
PALERMO, 2004

Acustica Applicata - 2004
Correzione acustica di una sala 2
Indice

Normativa di riferimento
Argomenti teorici correlati
Misura sul posto del tempo di riverberazione di una sala
Correzione acustica di una sala
Esempio: correzione acustica dellaula T210
Appendice
Normativa di riferimento

UNI 10844:1999
Acustica - Determinazione della capacit di fonoassorbimento degli ambienti chiusi.
UNI EN ISO 3382:2001
Acustica - Misurazione del tempo di riverberazione di ambienti con riferimento ad altri
parametri acustici.

Argomenti teorici correlati

Rumore bianco, rumore rosa e analisi con filtri a larghezza di banda percentuale
costante

White noise (Rumore bianco)
Questo genere di rumore ha uguale energia (loudness o volume) sulle varie frequenze
(spettrogramma piatto), ovvero, se si misura l'ampiezza del suono nella banda di frequenze
da 100 a 200 Hz (Hz "Hertz" o "cicli per secondo") si ha la stessa ampiezza del suono che
nella banda da 3000 a 3100 Hz o anche da 19.000 a 19.100 Hz.


Pink noise (Rumore rosa)
Questo rumore ha una frequenza spettrale di 1/f con una caduta di 3dB per ottava e quindi
uguale energia per ottava. Di solito il rumore rosa prodotto con un filtraggio passa-basso
del rumore bianco. Il rumore rosa avr la stessa ampiezza nella banda da 110 a 220 Hz
come da 220 a 440 Hz o da 7.040 a 14.080 Hz. Se si ingrandisce o si restringe l'onda con
un oscilloscopio la forma d'onda ha sempre la stessa "trama".
Acustica Applicata - 2004
Correzione acustica di una sala 3
Lintervallo di ottava un intervallo fra due frequenze il cui rapporto K pari a 2.
Nel caso di bande di 1/n di ottava lo stesso rapporto K uguale a
n
2 (~ 1,26 per n=3).
Per il calcolo delle frequenze di taglio si ha: K f f =
1
e K f f =
2
, quindi K f f
1 2
=
Inoltre : f
K
K f f f

= =
1
1 2
e
2 1
f f f =

Larghezza di banda percentuale costante
K
K
f
f 1
=


K
K
1
vale 0,7071 per le bande di ottava e 0,2316 per le bande di terzi di ottava.

Se analizziamo lo spettro di un rumore bianco in bande di ottava e in bande di terzi di
ottava confrontando due bande aventi la stessa frequenza centrale troveremo una
differenza di 4,85 dB poich 85 , 4
2316 , 0
7071 , 0
log 10
10
= dB

Se analizziamo lo spettro di un rumore bianco in bande di 1/n di ottava, tra bande adiacenti
troveremo una differenza di (10log K) dB, infatti

( )


= = =
K
K
f f f f P
1
2 1 2 1 1

( ) ( ) 1
2 2 3 2 2
= = = K f f f f P
K
P
P
10
1
2
10
log 10 log 10 =

in particolare si ottiene 3 dB per n=1 (K=2) e 1 dB per n=3 (K~1,26).


Acustica Applicata - 2004
Correzione acustica di una sala 4
Formula di Sabine e formula di Eyring

( ) s
A
V
T 161 , 0 = formula di Sabine

dove ( ) [ ]
2
m

=
i
i i
S A larea di assorbimento equivalente


( )
( ) s
S
V
T
m

=
1 ln
161 , 0 formula di Eyring

dove

=
i
i
m
S
A
il coefficiente di assorbimento medio ponderato


Definizioni

Curva di decadimento
Decadimento del livello di pressione sonora in funzione del tempo in un punto della sala
dopo che la sorgente sonora viene spenta.

Metodo del rumore interrotto
Metodo per ottenere le curve di decadimento per mezzo di una registrazione diretta del
livello di pressione sonora dopo avere eccitato una sala con rumore a banda larga o a banda
limitata.

Metodo della risposta allimpulso integrata
Metodo per ottenere le curve di decadimento per mezzo della integrazione allindietro del
quadrato della risposta impulsiva.

Definizione del tempo di riverberazione
Tempo, espresso in secondi, necessario a che il livello di pressione sonora esistente
nellambiente, in condizioni stazionarie, decresca di 60 dB, ad un tasso di decadimento dato
dalla regressione lineare della curva di decadimento misurata da un livello 5 dB sotto il
livello iniziale ad un livello 35 dB pi sotto (T
30
). In altre parole, il tempo ottenuto
estrapolando su 60 dB il decadimento misurato tra -5 dB e 35 dB rispetto al livello in
condizioni stazionarie.
Se in alcune bande il rapporto S/N non permette tale dinamica possibile calcolare il T
20

nelle suddette bande e nel resoconto dovr essere opportunamente indicato.

Stato di occupazione dellambiente
Il tempo di riverberazione misurato in una stanza sar influenzato dal numero di persone
presenti, di conseguenza vengono definiti i seguenti stati di occupazione dellambiente in
esame:
- stato di non occupato: sala vuota (eccetto gli operatori acustici che eseguono la
misura);
- stato di studio (solo per il parlato e per la musica): sono presenti i musicisti ma non
il pubblico;
- stato di occupato: quando dall80% al 100% dei posti a sedere occupato dal
pubblico.
Bisogna inoltre tenere conto degli stati di straordinaria occupazione, orchestra pi grande
dellusuale, poltrone in pi, sipari e tendaggi
Acustica Applicata - 2004
Correzione acustica di una sala 5

Misura sul posto del tempo di riverberazione di una sala

Sorgente
Il pi omni-direzionale possibile. Deve essere in grado di generare un livello di pressione
sonora almeno 45 dB al di sopra del livello di rumore di fondo in ogni banda di frequenza
(35 dB se si misura il T
20
).

Microfoni
Omni-direzionali preferibilmente di 13 mm (1/2) di diametro ma sono ammessi anche di 26
mm (1) di diametro.
La sensibilit del microfono cambia con la direzione in cui puntato relativamente alla
sorgente sonora. I microfoni possono essere progettati per avere un andamento piatto con
la frequenza per onde sonore che arrivano da una direzione ma non piatto per onde che
arrivano da unaltra.

CAMPO LIBERO I microfoni per il campo libero sono pensati per misurare la pressione acustica
in una spazio aperto libero dalle riflessioni. Il microfono dovrebbe essere puntato
direttamente verso la sorgente sonora con un angolo di incidenza di 0. A 0 la risposta in
frequenza quasi piatta nel pi grande intervallo di frequenza. Onde acustiche ad alta
frequenza che arrivano da altri angoli vengono in parte attenuate.

INCIDENZA CASUALE I microfoni per lincidenza casuale sono pensati per misurare la pressione
acustica in un campo sonoro diffuso dove il suono arriva da tutte le direzioni come
allinterno di un ambiente rumoroso o in una area con molte riflessioni. I microfoni ad
incidenza casuale hanno la risposta pi piatta se puntati ad un angolo di circa 70 con la
sorgente sonora.

PRESSIONE I microfoni di pressione sono pensati per misurare la pressione acustica in una
cavit chiusa. La loro risposta spesso simile alla risposta dei microfoni ad incidenza
casuale.

Scelta della posizione della sorgente e dei microfoni
MIC pavimento =1,5 m (UNI)
MIC MIC > /2, cio 2 m (1,5 m UNI) per il normale range di frequenze
MIC Superficie riflettente > /4, cio 1m (1,5 m UNI)
MIC Sorgente > d
min
, (3 m UNI)

dove
cT
V
d 2
min
= e V = Volume, c = velocit del suono, T = tempo di
riverberazione

Copertura minima: 2 Sorgenti x 3 Microfoni x 3 misure temporali

Calibrazione dei canali microfonici e misura del rumore di fondo
Misura, per la calibrazione del guadagno del canale microfonico, nella banda di terzo di
ottava centrata a 1000 Hz mediante apposito segnale di riferimento (pistonofono a 1000 Hz,
94 dB o 114 dB). Misura preliminare generalmente in bande di ottava per il rumore di
fondo.

Metodo del rumore interrotto
Intervallo di frequenze di analisi: da 125 Hz a 4 kHz in bande di ottava, da 100 Hz a 5 kHz
in bande di terzi di ottava.

Acustica Applicata - 2004
Correzione acustica di una sala 6
Raggiungimento del regime stazionario prima di interrompere leccitazione:
t
off
t
on
> T/2, oppure pochi secondi per sale di grande volume.

Spettro del Livello di Pressione Sonora a regime il pi piatto possibile in bande di ottava.

Metodo della risposta allimpulso integrata
Dopo lintegrazione devo avere un livello di pressione sonora almeno 45 dB al di sopra del
livello di rumore di fondo in ogni banda di frequenza (35 dB se si misura il T
20
).

Intervallo di frequenze di analisi: da 125 Hz a 4 kHz in bande di ottava, da 100 Hz a 5 kHz
in bande di terzi di ottava.

Rapporto della misura
- Nome e localit della sala testata
- Pianta della sala in scala
- Volume dalla sala
- Per ambienti destinati al parlato o alla musica: numero e tipologia delle poltrone,
tipologia di tendaggio e materiali fonoassorbenti
- Materiale di cui sono composti il pavimento e le pareti
- Temperatura ed umidit relativa
- Tipo e posizione delle sorgenti sonore impiegate
- Descrizione del segnale di eccitazione utilizzato
- Tipo di microfono e posizione nello spazio
- Descrizione dellapparato di misura
- Data della misura e nome dello organizzazione che ha effettuato la misura
Acustica Applicata - 2004
Correzione acustica di una sala 7
Correzione acustica di una sala

Si effettuano delle misure del Tempo di Riverberazione o se ne fa una stima con la
formula di Sabine.

Dalle dimensioni geometriche della sala si calcolano il Volume, la Superficie Totale e si
calcola il coefficiente di assorbimento medio ponderato e larea di assorbimento
equivalente:

vuota
vvuota
vuota m
ST
V
S
A
= = 16 , 0
,


S A
vuota m vuota ,
=

Effettuate le misure a sala vuota si effettua una correzione (A
diff
) per il caso di sala piena
(A
piena
):

poltrona persona vuota piena diff
unit unit A A A = =

diff vuota piena
A A A + =

Si sceglie il tempo di riverberazione ottimale (T
ott
) e si calcola larea di assorbimento
equivalente ottimale e quindi quella aggiuntiva (A
ott
, A
agg
):

ott
ott
T
V
A = 16 , 0

piena ott agg
A A A =

Si sceglie la superficie da trattare ed il tipo di pannello e si calcola la superficie esatta
che deve essere coperta da pannelli (S
pannelli
)

:

soffitto pannello
agg
pannelli
A
S

=

A lavori ultimati si verficano i risultati con delle misure sul campo.

Per completezza si pu calcolare larea di assorbimento equivalente che si otterrebbe


ponendo i pannelli su tutto il soffitto (A
totale soffitto
):
( )
soffitto totale
soffitto soffitto pannello piena soffitto totale
A
V
T S A A = + = 16 , 0

Acustica Applicata - 2004
Correzione acustica di una sala 8
Esempio: Correzione acustica dellaula T210


Figura 1 Pianta dellaula T210 sotto esame.

Si effettuano delle misure del tempo di riverberazione o se ne fa una stima con la formula di
Sabine. Dalle dimensioni geometriche della sala si calcolano il Volume, la Superficie Totale e
si calcola il coefficiente di assorbimento medio ponderato e larea di assorbimento
equivalente:



Figura 2 Stima del tempo di riverberazione a sala vuota prima della correzione acustica.


Acustica Applicata - 2004
Correzione acustica di una sala 9

Figura 3 Stima del tempo di riverberazione dopo lapplicazione dei pannelli al soffitto.



Figura 4 Tabella riassuntiva dello studio teorico.


Figura 5 Tabella relativa alla misura del T
30
a sala vuota,
prima della correzione, tre misure temporali in una posizione
nello spazio.


Acustica Applicata - 2004
Correzione acustica di una sala 10


Figura 6 Grafico relativo alla tabella di Fig. 5.


Figura 7 Grafico dellandamento del T
30
in tre punti distinti dellaula dopo il processo di media
temporale per ogni posizione microfonica (sala vuota, prima della correzione).
Acustica Applicata - 2004
Correzione acustica di una sala 11

Figura 8 Grafico dellandamento del T
30
dopo la correzione (risposta impulsiva,
media temporale e backward integration) in due punti distinti della aula.


Figura 9 Esempio di andamento di Leq (T=4 ms), in blu, a seguito di una eccitazione impulsiva di
un ambiente generico in due bande i terzi di ottava distinte (100 Hz e 1000 Hz). In rosso viene
individuata la pendenza della curva su 30 dB di dinamica che permette di calcolare il tempo di
riverberazione.


Figura 10 Integrazione allindietro delle risposte impoulsive di Fig. 9. In rosso viene individuata
la pendenza della curva su 30 dB di dinamica che permette di calcolare il tempo di riverberazione.
Acustica Applicata - 2004
Correzione acustica di una sala 12
Appendice

Valore medio e valore efficace
Data una grandezza u funzione del tempo t, il suo valore medio (temporale) su un intervallo
di tempo (t
2
-t
1
) definito come:

( )

=
2
1
1 2
1
t
t
dt t u
t t
u

Il valore efficace della stessa grandezza, frequentemente indicato con il termine inglese di
root mean square (rms), definito dalla relazione:

( )

=
2
1
2
1 2
1
t
t
rms
dt t u
t t
u

Il valore di picco u
p
(positivo o negativo) della grandezza u(t) il valore massimo (positivo o
negativo) assunto dalla grandezza nellintervallo di tempo considerato. Il valore picco-picco
u
p-p
la massima escursione della grandezza nello stesso intervallo di tempo.

Il fattore di cresta (crest factor) definito come:

rms
p
u
u



Livello Equivalente Continuo
Il livello equivalente continuo L
eq
viene definito come il livello del rumore continuo
stazionario che, in un dato punto di osservazione, erogherebbe una quantit di energia
sonora (valutata in curva di ponderazione A) pari a quella effettivamente erogata dal
rumore fluttuante nello stesso intervallo di tempo; ossia:

( )
|
|

\
|
1
]
1

=

T
A
eq
dt
P
t P
T
L
2
0
10
1
log 10
Acustica Applicata - 2004
Correzione acustica di una sala 13
Metodo dellintegrazione allindietro della risposta impulsiva secondo Schroeder
Schroeder, M. R., J. Acoust. Soc. America, 37 (1965) 409

( ) t h
2
media statistica di tutte le possibili curve di decadimento, per una data
posizione e larghezza di banda del rumore (bianco) di eccitazione

( ) t g risposta impulsiva corrispondente

( ) ( ) ( ) ( )dx x g dx x g dx x g t h
t
t

= =
+ +
0
2
0
2 2 2


Si supponga che la stanza sia eccitata da rumore bianco r(t), che viene interrotto allistante
t=0.
Il decadimento sonoro dato da

( ) ( ) ( ) ( ) ( )dx x t r x g dx x t g x r t h
t

+

= =
0
per 0 t

elevando al quadrato ed estraendone il valore medio otteniamo

( ) ( ) ( ) ( ) ( )

+ +
=
t t
dy y t r x t r y g dx x g t h
2


poich il rumore di eccitazione bianco la sua funzione di autocorrelazione proporzionale
ad una delta di Dirac e quindi si ottiene

( ) ( ) ( ) ( ) ( ) ( ) ( ) x y x y R di t i p y t r x t r y t r x t r
r r i i
= = =

+

,

dove la densit spettrale di potenza del segnale r(t), e quindi

( ) ( ) ( ) ( ) ( )

+ + +
= =
t t t
dx x g dy x y y g dx x g t h
2 2