Sei sulla pagina 1di 52

www.gazzetta.

it domenica 17 giugno 2012 1,20


ITALIA

REDAZIONE DI MILANO VIA SOLFERINO 28 TEL. 0262821 REDAZIONE DI ROMA PIAZZA VENEZIA 5 TEL. 06688281 POSTE TALIANE SPED. IN A.P. D.L. 353/2003 CONV. L. 46/2004 ART. 1, C1, DCB MILANO

anno VI I n Anno LXVIII Numero 24

QUI INTER FUTURO DUBBIO PER JULIO CESAR E SNEIJDER

QUI JUVE MENTRE SI RIPENSA AL PORTOGHESE BRUNO ALVES

Debuchy, c lofferta Maicon verso il Real


3 Mathieu Debuchy, 25 anni AFP
DI CHIARA, TAIDELLI ALLE PAG. 2425

Marotta: Giovinco? LInter non pu trattarlo


3 Sebastian Giovinco, 24 anni BOZZANI
MONTI A PAGINA 28

DOMANI IL TRAP BUFFON DISCUTE DI BISCOTTI. IL C.T. INVECE...

MOTOGP OGGI MONDIALE A SILVERSTONE

PRANDELLI

CAMBIA
Stop al 352, gli azzurri MODULO passeranno al 4312. Rientrer Barzagli Provato lo schieramento a 4 DIFESA con Abate e Balzaretti terzini. Fuori Bonucci Riecco De Rossi, CENTROCAMPO interno con Marchisio. Motta dietro le punte Balotelli acciaccato, ATTACCO via libera al tandem CassanoDi Natale
SERVIZI ALLE PAGINE 235689101127 3 Cesare Prandelli, 54 anni. A questo europeo finora non ha ancora vinto SYNC

TUTTO
ilProgramma
Ieri GRECIARUSSIA REP. CECAPOLONIA Oggi PORTOGALLOOLANDA DANIMARCAGERMANIA Girone A 10 10 Girone B (20.45) (20.45)

3 Rossi a terra, la moto in aria: brividi a Silverstone MILAGRO

Rossi, che volo Hayden lo imita Bautista in pole


ALLE PAGINE 343536

NUOTO AL SETTECOLLI

Fede ritorna in formato olimpico nei suoi 200


3 Federica Pellegrini, 23 anni EIDON BASKET FINALE SCUDETTO: GARA5
PA ARCOBELLI A PAGINA 43

Siena, match ball in casa ma Milano ci crede ancora


BARTEZZAGHI A PAGINA 40

IL VICE L INTERVISTA

LE PARTITE DI IERI I VERDETTI DEL GIRONE A

Parla Tardelli: Se lIrlanda vince io esulto


CALAMAI A PAGINA 9

Clamoroso: Rep. Ceca e Grecia urla di gioia Russia e Polonia out


DA PAGINA 12 A PAGINA 17

IL ROMPI PALLONE
DI GENE GNOCCHI

RALLY LA TRAGEDIA

Ieri cresciuto di 3 punti il Pil polacco: le fidanzate al seguito di Balotelli hanno fatto shopping.

Schianto fatale alla Targa Florio muore Roberts


A PAGINA 37

20 6 1 7> 9 771120 506000

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

EURO 2012 GRUPPO C


Alla fiera dellest

CROAZIA

IRLANDA

ITALIA

SPAGNA

Leonardo Bonucci difensore 25 anni 16 presenze 2 gol

Christian Maggio esterno destro 30 anni 18 presenze 0 gol

Emanuele Giaccherini esterno sinistro 27 anni 2 presenze 0 gol

Mario Balotelli attaccante 21 anni 10 presenze 1 gol

Out

E SUCCESSO IERI...

Impresa Grecia: un calcio alla crisi Russia-Polonia out

Giorgos Karagounis, 35 anni AP


La Grecia oggi alle prese con le elezioni pi delicate della sua storia moderna, che potrebbero cambiare la storia del Paese. La popolazione depressa, arrabbiata e piena di paura per un futuro molto incerto. Per ieri la squadra di Santos ha regalato un sorriso alla gente del suo Paese: grazie a un gol dellex interista Karagounis nel recupero del primo tempo, gli ellenici hanno mandato a casa la Russia e si sono qualificati come secondi del girone. Al primo posto finita infatti la Repubblica Ceca che, grazie a una rete di Jiracek al 27 del secondo tempo, ha battuto ed eliminato i padroni di casa della Polonia, mai arrivata nei quarti agli Europei. Ora rimane solo lUcraina a difendere i colori degli organizzatori di Euro 2012.

ITALIA REVO
Fuori Balotelli, difesa a 4 e De Rossi a centrocampo
DAL NOSTRO INVIATO

SUCCEDE OGGI...

Olanda-Portogallo ultima chiamata per evitare il flop


Oggi i titoli di coda spettano al gruppo B con le due sfide in programma alle 20.45. A Kharkiv lOlanda cerca di evitare leliminazione contro il Portogallo. Gli oranje tentano loperazione (quasi) impossibile: battere la squadra di Cristiano Ronaldo con due gol di scarto ed evitare il flop. Ma in ogni caso gli olandesi devono sperare che la Germania (a cui basta il pareggio) batta la Danimarca, che per a sua volta, per essere al sicuro, ha bisogno di un solo risultato: la vittoria.

Domani contro lIrlanda Mario (leggero infortunio) partir dalla panchina Prandelli torna al 4-3-1-2, con 3 novit assolute e Di Natale titolare
MIRKO GRAZIANO CRACOVIA (POLONIA)

Cesare Prandelli vara loperazione Irlanda. Ieri il via alle grandi manovre. Quattro innesti freschi e una squadra camaleonte. Dentro Barzagli, Abate, Balzaretti e Di Natale. Fuori Bonucci, Maggio, Giaccherini e soprattutto Balotelli. A parte il Giac, tutti diffidati,

anche se lesclusione di Mario figlia soprattutto di un risentimento al ginocchio destro, emerso durante la partitella di ieri pomeriggio. Rivoluzione e duttilit: cambiano quattro undicesimi, in campo gente in grado di passare senza problemi dal 3-5-2 al 4-3-1-2. Solo questultimo sistema stato per provato per tutta la seduta tattica che ha chiuso la giornata lavorativa degli azzurri.

Mario da verificare Poco prima di cena, la Figc chiarisce che Mario Balotelli ha interrotto anzitempo la sessione pomeridiana di allenamento a causa di un leggero risentimento al ginocchio destro. Il giocatore sar valutato domani (oggi, ndr) dal responsabile medico della Nazionale, professor Castellacci. Limpressione che il 21enne baby fenomeno possa essere pronto almeno per la

panchina domani sera a Poznan. Arma fondamentale a gara in corso.


Virata obbligata Dunque, appa-

re praticamente certo il ritorno alla difesa a quattro, al progetto portato avanti per lintero ultimo biennio e accantonato solo dopo lallarmante batosta di Zurigo (0-3 contro la Russia) e linfortunio di Barzagli, il miglior difensore italiano as-

sieme a Chiellini. Una nuova virata tattica sicuramente figlia dei test fisici di ieri mattina, che pare abbiamo evidenziato una condizione generale degli esterni e dello stesso Balotelli poco incoraggiante. Come dire: non da escludere che Prandelli avesse deciso lesclusione di Mario gi dopo pranzo, quindi prima dello stop del pomeriggio. E con poca benzina sulle fasce e Di Natale-Cas-

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

In

Ignazio Abate difensore 25 anni 2 presenze 0 gol

Andrea Barzagli difensore 31 anni 29 presenze 0 gol

Federico Balzaretti difensore 30 anni 8 presenze 0 gol

Antonio Di Natale attaccante 34 anni 39 presenze 11 gol

Tanto un gioco
DI LUIGI GARLANDO

Carte rimescolate Anche per il Trap


Prandelli cambia ancora, chiss che non faccia pretattica con il maestro Il giorno prima Prandelli conferma fiducia a Balotelli (Tra tre giorni ci ripagher) e alla difesa a 3: Non tolgo alla squadra le sicurezze che ha acquisito, De Rossi resta dietro. Il giorno dopo, dallallenamento pomeridiano, rotolano fuori cose sorprendenti: attacco con Cassano e Di Natale; difesa schierata a 4 con Barzagli e Chiellini centrali e De Rossi avanzato a centrocampo. Vuoi vedere che il c.t., ex alunno di Trapattoni, nellimminenza dellincrocio col vecchio maestro, ha voluto intorbidire le acque per dimostrarsi attrezzato anche nella nobile arte della pretattica? Oppure ragiona qualcuno altro , nel dubbio di finire biscottato, Prandelli, da buon comandante, ha deciso: se devo affondare, affondo con i miei. E ha ridisegnato il 4-3-1-2 con due punte piccole di movimento, cio lItalia pi tipica e anche pi felice della sua gestione. Ci sta.
In realt il rivoluzionario allenamento di Cracovia (schema e 4 uomini nuovi) ha una logica. La parola chiave sicurezze. Come spiegato venerd, preso atto che molti azzurri non hanno potuto rinfrescare negli ultimi mesi le conoscenze del 4-3-1-2 e hanno frequentato nei club altre abitudini tattiche, Prandelli venuto incontro al gruppo col 3-5-2, per dare sicurezze, appunto. Ora il c.t. deve immettere forze fresche. I test fisici ne hanno confermato la necessit, specie sulle fasce dove, secondo i canoni anglosassoni, lIrlanda bussa forte. Maggio e Giaccherini hanno acquisito sicurezze difendendo a 3, Abate e Balzaretti, i sostituti, a 4. Barzagli e Bonucci nel cuore nellarea ci sguazzano comunque. De Rossi recupera il suo ruolo davanti alla difesa e ricostituisce il quadrilatero di palleggiatori che, allalba dellidea, dovevano scambiarsi posizioni e funzioni. A ognuno le sue sicurezze. Non solo. Il ginocchio che ieri ha fermato Balotelli ha lanciato Di Natale verso un posto da titolare. I due Tot, bravi a manovrare, si sposano bene con un centrocampo pi compatto e portato al fraseggio. Non c bisogno di allargare il campo alla ricerca dei cross. Cassano potrebbe arretrare un filo per agire alle spalle di Di Natale che, allUdinese, ama muoversi da prima e unica punta. A ognuno le sue sicurezze, appunto. Una rivoluzione del guscio tattico che, nelle intenzioni di Prandelli, vuole lasciare intatta la polpa: una squadra aggressiva, che prova sempre a recuperare palla lontano da Buffon e a giocarla anche davanti alla sua porta. Con forze fresche e un paradosso: provare a segnare di pi senza lunico attaccante di peso che abbiamo in rosa (Balotelli). E con un sospetto fastidioso: se siamo alla continua ricerca di sicurezze da trasmettere, significa che quelle sicurezze non le abbiamo ancora.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LUTION
sano come coppia dattacco, sicuramente meglio una squadra corta, che arrivi nella met campo avversaria col fraseggio, evitando il pi possibile le palle lunghe negli spazi laterali, non certo lideale sia per Tot sia per Cassano. Considerazioni che di fatto hanno costretto Prandelli a rimangiasi le parole di venerd, quando a Casa Azzurri spieg appunto come lo spogliatoio preferisse andare avanti con il 3-5-2. Insomma, lundici anti-Trap dovrebbe essere fatto: Buffon tra i pali; Abate e Balzaretti terzini, Barzagli-Chiellini coppia centrale; Pirlo in regia, Marchisio e De Rossi interni; Thiago Motta a ridosso di Cassano e Di Natale, con Tot vertice pi avanzato dellattacco. Detto questo, in caso di necessit, il ritorno in corsa al 3-5-2 non obbligherebbe a nessuna sostituzione: basterebbe abbassare Thiago Motta e riportare De Rossi

La virata tattica figlia dei test fisici di ieri: gli esterni e Balotelli non hanno brillato In caso di necessit, si pu tornare in corsa al 3-5-2 senza fare sostituzioni
fra Barzagli e Chiellini.
Occhio a Diamanti Unultima tentazione attraverser comunque i pensieri di Cesare Prandelli prima dellIrlanda. Si tratta di Alessandro Diamanti, uno dei pi in forma della pattuglia azzurra. Avevo pensato di metterlo dentro contro la Croazia ha rivelato il c.t.

, ma poi arrivato l1-1 e ho preferito puntare su Giovinco. Ebbene, occhio a unipotesi con Diamanti (al posto di Thiago Motta) affiancato a Cassano, in un lavoro di assistenza totale a Di Natale: pi facile, sulla carta, vederla applicata in corso dopera.
Spazio ai bomber Ripescato

Di Natale e avanzata la posizione di De Rossi, pure a livello statistico aumenta il peso specifico offensivo della banda Prandelli. In campo dal primo minuto ben 40 reti azzurre: undici quelle di Di Natale (39 presenze!), dieci a testa per Pirlo e De Rossi, nove i centri di Antonio Cassano. Tutto fa brodo. Contro gli irlandesi di Trapattoni occorrono almeno tre reti (subendone non pi di una) per evitare la beffa-eliminazione anche in caso di 1-1 fra Spagna e Croazia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

EURO 2012 GRUPPO C

CROAZIA

IRLANDA

ITALIA

SPAGNA

Mario trova solo guai


Settimana da incubo A Balotelli va in tilt anche il ginocchio
Contrasto con Ogbonna in allenamento: contusione Dai cambi alla mancanza di dialogo, un torneo in salita
DAL NOSTRO INVIATO

I NUMERI

4
10

IL BIANCONERO E IL CASO BALOTELLI

Marchisio gli aveva chiesto di svegliarsi


Prima o poi le chance finiscono, deve usare la sua rabbia per rifarsi
DAL NOSTRO INVIATO

le presenze di Balotelli in Nazionale: lesordio a Londra il 10 agosto 2010 in Italia-Costa dAvorio 0-1. Lattaccante del City ha giocato 7 volte da titolare, di cui 3 gare per intero

CRACOVIA

ANDREA ELEFANTE CRACOVIA (Polonia)

GIORNATA NERA LA CORSA, POI LO STOP


1 2

La settimana da dimenticare di Mario Balotelli tramontata incontro alloscurit quando lallenamento doveva ancora decollare verso le prove tattiche decisive: un contrasto con Ogbonna che leggero non una contusione al ginocchio destro, una smorfia sofferta, ampi cenni al fisioterapista Silvano Cotti e poi basta cos. Ma gi prima di quel colpo che gli ha gonfiato larticolazione, Mario era parso un po insofferente, tirato, meno intenso. Come se qualcosa si fosse insinuato nelle pieghe della sua fiducia, della sua sfrontatezza.
Quando Mario ha fatto tilt Non qualcosa: qualcosaltro. Perch in realt lEuropeo di Balotelli stato finora solo una lunga salita, dopo lillusione di poterlo valicare lungo sentieri meno tortuosi. La buona amichevole di Zurigo contro la Russia mentre gli altri annaspavano, i primi allenamenti a tavoletta, i complimenti di Prandelli per come stava lavorando. Poi, una settimana fa, Balotelli uscito come ipnotizzato da quella camminata sperduta verso la porta della Spagna, quando si era ancora sullo 0-0. Non era stato Casillas, si capito poi. Poteva essere il jackpot, e invece l Mario ha fatto tilt: una sostituzione e poi unaltra con la Croazia, le fredde analisi del c.t. sulla sua discontinuit nel giocare di squadra, le dispute nazionali sulla maturit e lefficacia di un attaccante su cui stata finora fondata lItalia, ma che per lItalia ha segnato appena un gol, e in amichevole. Qui zero, mentre i Mario degli altri

il gol di Mario con lItalia: l11 novembre 2011, 2-0 sulla Polonia a Breslavia (ultimo successo degli azzurri)

Claudio Marchisio scherza con Balotelli IPP 1 Mario Balotelli, 21, in azione contro Buffon nellallenamento di ieri INSIDE 2 Si ferma per la botta con Ogbonna
ARVEDA

Claudio Marchisio un buon termometro di questa Nazionale. Perch la vive da tre anni e ha vissuto tutta lera Prandelli, dalla prima partita, fino a giocarne con lattuale c.t. 16 su 22. Perch gioca nel suo cuore, a centrocampo, l dove si vede meglio cosa va e cosa non va. Volendo perch juventino, dunque vertebra importante della colonna che la sostiene. Ascoltarlo significa avere un aiuto per capire o intuire come la squadra respira il momento. E anche la presenza di Balotelli, che al netto del problema al ginocchio di ieri pare(va) comunque arrivato allultima chiamata. E qui il termometro di Marchisio aveva indicato con chiarezza la temperatura: Sar Prandelli a decidere se Mario merita una terza chance. Lui quando viene sostituito ci sta male: ora ha molta voglia di rifarsi, molta rabbia da tirare fuori. Per deve capire che le occasioni possono finire e dunque contro lIrlanda deve rifarsi. Se potr rifarsi.
Biscotto e dintorni Fiducia e rea-

no pi daccordo di quanto successo nella ripresa con la Croazia: La vera Italia quella del primo tempo, ma serve quella per 90. Se dai tanto con le gambe da subito, poi normale calare un po: l che serve equilibrio fra i reparti. Perch correre non basta, e lui che rischia di farlo fino a spomparsi lo sa: Non possono pressare solo i centrocampisti, dobbiamo essere un blocco unico, altrimenti giri a vuoto: gioved abbiamo corso pi nel secondo tempo che nel primo, ma male.

Noi siamo quelli del primo tempo contro la Croazia, ma bisogna durare 90 minuti
SULLA PROSSIMA GARA OCCHIO AI CALI

Con Asamoah e Isla la mia Juve torner grande in Europa. Le stelle? Conta lo scudetto
SUL CLUB CAMPIONE MERCATO OK

(Gomez, Mandzukic) volano.


Leterno dibattito Perch Balotelli da sempre, ovunque e per qualunque cosa al centro di un dibattito, pi o meno silenzioso: tipo quello (decisamente pi silenzioso) che esiste allinterno del gruppo, dove i discorsi sono poi gli stessi che si rincorrono da giorni anche allesterno. Dunque sullessere Mario elemento molto a s stante, non al limite del corpo estraneo ma comunque intermittente nella sua integrazione con la squadra. Uno che si tiene tutto dentro, spiegava ieri Marchisio: modo elegante per dire di uno che non si concede facilmente al dialogo con i compagni, che spesso se ne sta per i cavoli suoi. E poi sullopportunit di dare a Mario unaltra chance: il tormentone

3 Deluso per lo stop ANSA

Balotelli s-Balotelli no si propagato gi dopo la prima partita e le titubanze del ragazzo che si sono ripetute anche con la Croazia non sono sfuggite ai compagni. Come la puntualit di Tot Di Natale, nella partita con la Spagna e anche in allenamento. A Balotelli mancava solo il problema fisico, e ieri arrivata quella botta al ginocchio: lultimo scroscio dacqua gelata in faccia, ma sulla sua testa stava gi piovendo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

lismo al limite dellultimatum. Ma non vale solo per Balotelli: Rischiamo il fallimento? Dipende da come va con lIrlanda. Per Marchisio cos convinto che possa andar bene da bypassare i precedenti (Due 1-1 in Polonia come in Sudafrica? Il paragone non esiste, e non voglio neanche pensarci) e anche la prossima, possibile roulette degli incroci di risultati: Dobbiamo pensare a vincere noi, non a cosa far la Spagna: con la vittoria si passa. Mica vero, a meno che... Del Bosque e Xavi hanno detto di fidarci di loro: dobbiamo crederci, altrimenti non andiamo neanche in campo. La Spagna non pu non essere favorita.
Non correre a vuoto Come

Se riesci a stare nella loro met campo, serve meno strada per arrivare in area; con la squadra troppo lunga, diventa dura dover fare ogni volta 70 metri per tornare di l.
Due o tre stelle Sembra di sentire

parlare Prandelli, o anche Antonio Conte. Ma la testa di Marchisio va alla Juve solo con passaggi veloci: Isla e Asamoah ci rafforzano molto e sono un segnale chiaro: la societ si sta muovendo bene per farci tornare in Europa da protagonisti. La maglia con scritto "trenta in campo"? Lho vista, ma la vera cosa bella lo scudetto che c sopra e la responsabilit di difenderlo che avremo. Quanto alle due o tre stelle, non conta se sono sulla maglia, ma quanto uno se le sente dentro.
a.e.
RIPRODUZIONE RISERVATA

lItalia con lIrlanda, purch gambe e testa vada-

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

EURO 2012 GRUPPO C


DAL NOSTRO INVIATO

CROAZIA

IRLANDA

ITALIA

SPAGNA

SEBASTIANO VERNAZZA CRACOVIA (Polonia)

Le cose cambiano in fretta. Venerd Cesare Prandelli aveva seppellito le speranze di Tot Di Natale, aveva detto che non sarebbe stato titolare. La Nazionale non pu permettersi di giocare in esclusiva per lui come fa lUdinese, il senso delle sue parole. Ventiquattro ore pi tardi, il capriolone. Il ginocchio destro di Mario Balotelli scricchiola e Di Natale diventa il possibile partner di Antonio Cassano in attacco. Vai Tot, pensaci tu. Salva la patria, abbatti lIrlanda e sgretola un pezzo del biscotto. Un po scappa da ridere. Le cose cambiano troppo in fretta.
Numeri Le cifre dimostrano co-

Capriolone Di Natale 4 Ora sono tutti con lui 11


I NUMERI

Appunti di viaggio
IL PROGRAMMA

Tot sconta i pregiudizi, ma il cannoniere dellItalia Cassano, Pirlo e Buffon lo spingono: che occasione

le reti di Antonio Di Natale in Nazionale: tra i 23 di Prandelli il pi prolifico davanti a De Rossi e Pirlo (10 reti) e Cassano (9)

Azzurri eliminati? Marted il rientro


CRACOVIA (m.cec.) Gi stabilito il programma in caso di eliminazione. Una volta tornata nella notte di luned da Poznan, la Nazionale simbarcher marted intorno alle 17 da Cracovia per atterrare a Malpensa alle 18.40. Dopo il rifornimento, proseguir per Fiumicino: arriver alle 21.30.

me Di Natale non sia lultimo della griglia. Anzi, Tot sta in prima fila. Con i suoi 11 gol in 39 partite il cannoniere dei 23 azzurri a disposizione per lEuropeo. Daniele De Rossi e Andrea Pirlo lo incalzano con 10 reti, ma i due centrocampisti hanno accumulato pi partite, 74 presenze il primo e 85 il secondo. Cassano fermo a 9, anche se i suoi gettoni in Nazionale sono 31. Balotelli inchiodato alla partenza, la miseria di un gol in 10 partite: un vagito. Le credenziali dinatalesche sono migliori, ma Tot sconta pregiudizi. Gioca in provincia, non ha caratura internazionale, sta per compiere 35 anni. Soltanto a Udine lo amano senza condizioni. Anzi, in Friuli molti tifosi sono avvelenati perch in azzurro il loro capitano viene impiegato part time.
Amarezza Agli allenamenti To-

le doppiette segnate da Tot in azzurro: nel 2007 allUcraina, nel 2008 a Belgio e Cipro

3 3

IERI

Lambasciatore in visita nel ritiro


CRACOVIA (s.v.) Riccardo Guariglia, ambasciatore italiano in Polonia, ieri ha fatto visita allItalia nel ritiro di Wieliczka. Guariglia poi andato a Casa Azzurri, nella vicina Cracovia, e ha pranzato coi vertici della Figc: il presidente Giancarlo Abete, il vicepresidente Demetrio Albertini e il direttore generale Antonello Valentini.

t sorridente e composto, per dentro di s cova amarezza. Si aspettava maggiore conside-

Il destro al volo tentato da Antonio Di Natale, 34 anni, durante Italia-Spagna: proprio agli spagnoli ha segnato il suo unico gol a Euro 2012 ANSA

razione. Sulle ali del gol rifilato alla Spagna, pensava di giocare dallinizio contro la Croazia. Non andata cos e ci rimasto male, anche perch non passa allenamento senza che faccia gol. Reti bellissime, a grappoli. Due nella prima mezzora della seduta di ieri pomeriggio. Va cos dal 21 maggio, primo giorno di lavoro a Coverciano per Euro

2012. Di Natale-gol in partitella una costante, ma il lavoro quotidiano non ha scalfito le convinzioni di Prandelli su Cassano & Balotelli.
Considerazione Dentro il grup-

po c un partito pro-Di Natale. Gigi Buffon ne il segretario, Pirlo ha pagato la quota di iscrizione con lassist per la rete con-

tro la Spagna. Il pi grande sostenitore per Cassano. I due hanno legato. Scherzano, si abbracciano. Dentro e fuori dal campo usano la stessa lingua. FantAntonio sa che in partita i dialoghi con Tot verrebbero naturali. Aspettando che Balotelli cresca, affidiamoci ai due Antonio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

gli assist forniti allattaccante dellUdinese da Andrea Pirlo: con lUcraina il 12 settembre 2007, con il Belgio il 30 maggio successivo e infine quello di domenica contro la Spagna

VERSO LUNED

Per lIrlanda crescono le wags


CRACOVIA (fr.vell.) Sfida decisiva con lIrlanda, aumenta il numero della wags azzurre: saranno presenti le compagne di Cassano, Prandelli, Diamanti, le pi assidue, Chiellini, Giaccherini e De Rossi. Oggi si aggregano Cristina, fidanzata di Montolivo e Roberta, la moglie di Marchisio.

DONNE IL C.T. DEBUTTA CON UN 9-0 ALLA MACEDONIA

Con Cabrini le ragazze vanno allEuropeo

Il capitano Panico esulta con le compagne dopo il gol di Manieri RICHIARDI


FRANCESCA SALSANO

La nuova macchina dellItalia femminile targata Cabrini sgomma e d laccelerata che serve per mettere nel bagagliaio il pass all'Europeo 2013 in Svezia. Le Azzurre fanno della Macedonia una macedonia, travolgendola con 9 gol come allandata dello scorso ottobre. Una gara a senso unico, un tiro al bersaglio.
Solo Italia I due punti raccolti

no sinistro, quasi a dare il benvenuto al nuovo c.t....). Panico e ancora Manieri portano le azzurre sul 3-0 allintervallo.
Tutto troppo facile Poi le azzurre

dalle avversarie finora lasciavano pregustare il successo, ma vedere zero tiri in porta della Macedonia contro le 32 conclusioni azzurre (18 in porta) un certo effetto lo fa. stata sempre solo Italia, con un rigore negato a capitan Panico in avvio di gara e una pioggia di occasioni da gol (sfortunate) nei primi 20. Tra il caldo e l'atteggiamento iper-difensivo macedone, il risultato si sblocca per solo alla mezzora, con Manieri (terzi-

dilagano: altre due reti per il capitano, Iannella, Camporese, Sabatino (cucchiaio pregevole) e Tona fissano il risultato extralarge. Le azzurre escono da Torino con un bilancio di 8 vittorie su 8 e 34 gol allattivo (zero subiti!), guidano il proprio girone e possono godersi lestate pensando che le due gare di settembre saranno pura formalit. Soddisfatto Cabrini: Le ragazze hanno dimostrato grande maturit e hanno seguito tutte le mie indicazioni. Venderemo cara la pelle contro squadre forti come Germania e Inghilterra. Daltronde, lex c.t. Ghedin aveva rodato il motore e le ragazze hanno ingranato marcia su marcia nel cammino europeo. Bravo Cabrini, che ieri ha premuto sullacceleratore.
RIPRODUZIONE RISERVATA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

STAGIONE

CAMPIONATO EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA INFORMAZIONISUINTER.IT

INTER
CIVEDIAMO A SAN SIRO

2012/2013

ABBONAMENTI A PARTIRE DA 190 EURO

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

EURO 2012 GRUPPO C

CROAZIA

IRLANDA

ITALIA

SPAGNA

Ecco le facce nuove: in difesa c il Ba-Ba


Balzaretti e Barzagli pronti a debuttare nellEuropeo Lo juventino realista: Quel 2-2 non mi scandalizz
DAL NOSTRO INVIATO

I NUMERI

CASA AZZURRI LA CANTANTE E LA MAGLIA

le presenze di Federico Balzaretti nella stagione scorsa. Col Palermo 143 le presenze in totale

Nina Zilli si sgola 27 Ma per il dieci di FantAntonio

MASSIMO CECCHINI CRACOVIA

Finita la sgradevole sensazione di sentirsi solo un bagaglio ingombrante, uno spettatore con poltrona in zona vip. Andrea Barzagli tornato e ha voglia di riprendersi il tempo perduto. E non sar da solo, visto che in campo contro lIrlanda toccher anche ad un altro della vecchia guardia: Federico Balzaretti. Come dire, il Ba-Ba al posto del biscotto. Daltronde, vuoi mettere?
Rispetto Prandelli Quando mi

i gol totalizzati dal difensore torinese con la maglia del Palermo

Ci tenevo, troppo simpatico E non mi perdo neanche una partita


DAL NOSTRO INVIATO

FRANCESCO VELLUZZI CRACOVIA (Polonia)

e mezzo le stagioni coi siculi: Arriv nel gennaio 2008

sono fatto male avevo capito subito che linfortunio al polpaccio non era cos grave - spiega Barzagli -, per ho forzato usando sempre la testa. E adesso ho voglia di giocare e non di restare a guardare. Chiellini? Nessuno si aspettava un errore del genere, ma non ricapiter pi. In generale la difesa mi piaciuta, ci mancano solo i 3 punti con la Croazia. De Rossi ha fatto molto bene, sta dando sicurezza al reparto e in pi ha portato la visione e la capacit dimpostazione di un centrocampista. In attesa della possibile controriforma - cio il ritorno alla difesa a quattro - com noto la rivoluzione prandelliana nasce anche dal confronto tra la squadra e il c.t. Lallenatore si dimostrato intelligente ed elastico quando ha ascoltato la squadra. Confrontarsi con noi significa mostrare rispetto al gruppo. Per questo lottimismo non manca. Ad andare a casa non penso. So che c questa possibilit, per

le presenze di Andrea Barzagli con la Juventus

35

Andrea Barzagli, 31 anni, e Federico Balzaretti, 30 anni, durante un allenamento nello stadio di Cracovia
LAPRESSE

basta restare concentrati: se facciamo bene con lIrlanda passiamo il turno.


Assoluzione scandinava Il rischio del possibile 2-2 dal sapore al biscotto tra Spagna e Croazia non sfiora Barzagli. Era meglio non parlare di queste cose. Io non ho dubbi: spagnoli e croati non faranno nulla del genere. Certo, normale che vengano sospetti, per discuterne non serve a nulla. Nel 2008, vedendo il pareggio tra Svezia e Danimarca, non ebbi strane sensazioni e non mi sentii defraudato. Il 2-2 un risultato che nel calcio pu capita-

re. Insomma, in perfetto stile Juve, vale solo il campo. Come nella questione dei 30 scudetti. Nel mondo bianconero tutti sono convinti che il numero dei titoli sia quello, ma non si pu scrivere. Meglio pensare a traslocare la formula Juve (vincente) anche in azzurro. vero che noi bianconeri abbiamo portato in Nazionale la nostra mentalit, ma non la imponiamo, perch in gruppo ci sono tanti giocatori di carattere ed esperienza. Proprio come Barzagli e Balzaretti. Che adesso non vogliono pi fermarsi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

il gol del difensore toscano: lo segn allAtalanta su rigore (3-1)

1 1

Quella maglia deve essere mia. Antonio non puoi non darmela. Nina Zilli aveva fatto venerd la richiesta a Cassano in diretta ai microfoni di Radio Italia. Ieri a Casa Azzurri stata accontentata. Il vicepresidente federale Demetrio Albertini, che aveva applaudito la sua bella performance in prima fila col presidente Abete (marted tocca a Dolcenera chiudere i concerti di Radio Italia), le ha consegnato la 10 azzurra di FantAntonio. E lei ripartita felice: Ci tenevo, mi sta troppo simpatico. Quando gioca lItalia mi emoziono. Le partite le guardo sempre, quelle di campionato molto meno anche se sono un po interista e il mio fidanzato milanista.
Live Nina Zilli (si chiama Ma-

La cantante Nina Zilli VILLA/GETTY

e mezzo le stagioni coi bianconeri. Arriv nel gennaio 2011

ria Chiara Fraschetta), nome scelto per lamore per lartista Nina Simone e per il cognome della mamma, esplosa a Sanremo nel 2010 quando le stato assegnato il premio della critica per Luomo che amava le donne. Da allora la cantautrice di Gossolengo (Piacenza) ha cominciato la scalata che lha portata nuovamente a Sanremo e ora anche in tv accanto a Panariello. Unesperienza che mi ha lusingata e che mi ha insegnato. Giorgio mi parlava di "Canzonissima" e "Senza rete", programmi che hanno fatto la storia della tv. Poi c sta-

to lEurofestival che a un certo punto la vedeva favorita col brano Lamore femmina, col rischio onere organizzazione 2013 per lItalia: Ma poi sono finita nona e da quel momento mi faccio chiamare Nona Zilli. Io sentivo questa polemica della possibile organizzazione che nessuno vuole, ma quando faccio una gara vado per vincere, non per partecipare.
Irlanda Nina, un passato da ce-

stista a Piacenza, alla vigilia della sfida decisiva per gli azzurri, rivela anche unadolescenza irlandese: Andavo a fare met delle scuole medie l a Killala, e credo che un mio ex compagno di scuola sia diventato un giocatore importante. Ma non ho dubbi: domani mi sgoler per lItalia, come ho fatto allo stadio di Poznan gioved sera.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA CURIOSITA UNA VOLTA ERANO OGGETTI NASCOSTI, OGGI SONO DIVENTATI ANCHE UN MEZZO PER DISTINGUERSI

Figli, mogli, Hulk e il Colosseo Tutti proteggono gli euro-stinchi


Famigliari, ma pure personaggi famosi sui parastinchi ultratecnologici degli azzurri
DAL NOSTRO INVIATO

tezione per i malleoli.


Santi spagnoli Ma il made in Italy cura le estremit di tanti campioni qui allEuropeo. Si servono da noi Ibrahimovic, Gerrard, Podolski, Ribery, Nasri, Gerrard, Xavi, Xabi Alonso, Negredo e tanti altri, senza dimenticare che nostro cliente anche Messi. Che sceglie un look sobrio: La scritta Leo e un 10. I sudamericani invece spesso puntano sui versetti del Vangelo, mentre gli spagnoli preferiscono le immagini della Madonna o dei santi. E chiss che questo non spieghi gi molto. Ora i tacchetti Ma Campari non si ferma qui. Insieme a Diego Penocchio (vicepresidente del Parma, ndr) e coadiuvati anche da tecnici della Ferrari abbiamo brevettato dei nuovi tacchetti deformabili, i Saspik, che presto saranno sul mercato e aiuteranno a diminuire di parecchio gli infortuni. Insomma, ecco la nuova frontiera, ma senza dimenticare i parastinchi, tra laltro utilizzati anche dalle calciatrici. Per le decorazioni, a volte, hanno gusti pi letterari e scelgono di far scrivere delle poesie. Domanda: allestetica del parastinco tengono pi gli uomini o le donne? Non c dubbio: gli uomini. Come dire, i tempi cambiano. E anche i machos sotto i calzettoni scelgono raffinatezze da dandy.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Tecnologia Ferrari Lo spiega En-

MASSIMO CECCHINI CRACOVIA

Robusti per obbligo, leggeri per scelta, glamour per tendenza. E soprattutto cos curati anche sul piano dellestetica che, se non temessimo di suscitare tempeste (ormonali e non), li potremmo quasi definire metrosexual. Sembrer strano, ma stiamo parlando di parastinchi, ovvero di oggetti solitamente nascosti alla curiosit di taccuini e telecamere e forse, proprio per questo, ormai divenuti una sorta di zibaldone intimo del calcio del Terzo Millennio.

rico Campari, il 45enne imprenditore parmense che dal 1994 utilizza la miglior tecnologia automobilistica per realizzare artigianalmente oggetti personalizzati e realizzati in fibra di carbonio, kevlar e anche zylon, un materiale leggerissimo che serve anche per i cavetti delle ruote o per blindare i serbatoi delle Formula 1. Io vengo proprio da quel mondo- racconta Campari, che nel suo lavoro coadiuvato da Elisabetta Canossini e Randy Paredes - perch ho lavorato in Ferrari dal 1989 al 1993. Poi il gran salto nel calcio e la scoperta del binomio tecnologia e decorazione. Ovvero il business, Visto che a seconda dei materiali usati e del look scelto, il costo dei parastinchi varia dai 150 ai 3.000 euro al paio (e ne realizziamo 4.000 allanno).
Da King Kong a Superman Nella

Materiali sempre pi leggeri, come carbonio e zylon utilizzati per le monoposto di F.1

spedizione italiana sono ben 19 gli azzurri che si servono da Campari (mancano solo Balzaretti, Balotelli, Cassano e Ogbonna) e - se la base comune il numero, lo sfondo tricolore, le 4 stelle mondiali e lalloro dei vincitori (sperare non costa nulla) - le decorazioni sono le pi diverse. Occhio, i nostri gladiatori hanno il cuore tenero, perch i nomi o le iniziali di genitori, mogli, fidanzate e figli vanno per la maggiore. Poi ci sono le particolarit. Chiellini ha le imma-

gini di King Kong e di Hulk, De Rossi il Colosseo e il lungomare di Ostia, Buffon la ruota di Carrara, De Sanctis la S di Superman con la scritta SuperFly, Montolivo (anche) una bandiera tedesca (in onore della nazionalit della mamma), Diamanti uno smile che, in vista dellIrlanda, promette bene. In genere allinizio tutti vogliono parastinchi piccoli - spiega Campari - poi capiscono che occorre difendersi e cambiano. Pirlo, ad esempio, sceglie anche la pro-

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

EURO 2012 GRUPPO C

CROAZIA

IRLANDA

ITALIA

SPAGNA

Non chiedete regali allIrlanda E se vinco esulto


Tardelli, vice del Trap: Siamo gente leale. Se lItalia passasse sarei il suo primo tifoso
DAL NOSTRO INVIATO

CAMPIONE NELL82
Marco Tardelli nato a Capanne di Careggine (Lu) il 24 settembre 1954 Da giocatore Cresciuto nel Pisa e poi passato al Como, dal 1975 per 10 anni alla Juventus, con cui vince tutto. Nel 1982 campione del mondo con lItalia. Dal 1985 all87 allInter, chiude la carriera nel San Gallo. Da allenatore Dopo Como e Cesena, ha guidato lUnder 21 dal 1997 al 2000. Poi Inter, Bari, Egitto e Arezzo.

LUCA CALAMAI DANZICA (Polonia)

Se gli azzurri dovessero andare avanti diventer il loro primo tifoso. Sono amico di Cesare e sono italiano. Ma nessuno si aspetti regali da noi. Marco Tardelli si ferma in zona mista. Sono giorni complicati per lIrlanda. Tra processi e biscotti. Domani potrebbe essere lultima partita in nazionale per alcuni dei guerrieri del Trap. Lelenco degli ultratrentenni ricorda quasi la formazione titolare: Given, Dunne, OShea, Andrews, Duff, Keane. Giuan ha parlato con ognuno di loro. Lui un uomo di sentimenti, sa di avere un debito di riconoscenza nei confronti di un gruppo che ha riportato lIrlanda allEuropeo dopo una vita. Chi vorr giocare contro lItalia sar accontentato. Giusto cos. Tardelli non parla di formazione (potrebbe tornare Doyle e cambiare qualcosa a centrocampo), ma di un possibile 2-2 tra Spagna e Croazia che aleggia inquietante nellaria. La stessa domanda

gli viene fatta in cinque lingue. Insomma, il tema del giorno. Marco infastidito. Biscotti? Non un mio problema. Casomai riguarda Croazia e Spagna. Ma voi pensate che la nazionale campione del mondo potrebbe abbassarsi a certi livelli? Via, cerchiamo di essere seri.
I tifosi azzurri sono preoccupati.

Biscotto? Siamo seri: i campioni del mondo non si abbasseranno a certi livelli Gli azzurri finora mi sono piaciuti: ma speriamo non aggiustino la mira contro di noi
Marco Tardelli, 57 anni, con Giovanni Trapattoni, 73: in carica dal 2008, dopo 24 anni hanno riportato lIrlanda alla fase finale dellEuropeo
RICHIARDI

Noi italiani siamo formidabili nellimmaginare intrighi e complotti. Perch dobbiamo creare questi dubbi? Cos come nessuno deve chiedere aiuto allIrlanda, noi siamo gente di sport, gente leale. Avete visto come si sono comportati i 25.000 tifosi dopo leliminazione? Loro cantavano e io li guardavo. Commosso.
Biscotto a parte, lItalia deve vincere a ogni costo.

comporterebbe?

Esulterei, perch non dovrei farlo? Poi, magari qualche minuto dopo mi dispiacerebbe per lItalia, ma luomo di sport deve sempre esultare per una vittoria.
Come valuta la marcia degli azzurri?

che non aggiustino la mira proprio contro di noi.


Il giocatore che toglierebbe a Prandelli?

rienze internazionali. Anzi, pochi giocano in grandi club. Era un rischio che avevamo messo in preventivo.
Il Trap pronto ad affrontare lItalia?

E noi vogliamo tornare a Dublino con almeno un punto. Anzi, Keane stato chiaro: la squadra vuole chiudere lEuropeo con un successo.
Se vincesse lIrlanda come si

A me sono piaciuti.
sincero?

Sicuramente Pirlo. Lo avevo detto prima dellinizio del torneo e lo ripeto oggi con ancora pi convinzione. Ogni pallone che tocca unidea. E ha segnato un gol fantastico su punizione, il pallone sembrava telecomandato.
Perch lIrlanda ha fallito?

Lui sempre pronto a qualsiasi battaglia.


La Nazionale di Prandelli non ha mai battuto il Trap.

Fate il conto delle occasioni da gol che lItalia ha creato nelle prime due partite: poteva segnare due-tre reti. Speriamo

Ci ha tradito la pressione. Non dimenticate che pochi dei nostri vivono durante la stagione espe-

Questo vuol dire che non siamo arrivati per caso allEuropeo. Ma le statistiche sono solo indicazioni.
RIPRODUZIONE RISERVATA

PREGI E DIFETTI DEGLI IRLANDESI GI INCASSATI SETTE GOL IN DUE PARTITE, LA MANCANZA DI ESPERIENZA HA TOLTO SOLIDIT ALLA SQUADRA DI TRAPATTONI

Difesa in crisi, ma Keane rimane un pericolo


COSA NON VA / 1 COSA VA / 1 COSA NON VA / 2 COSA VA / 2 COSA NON VA / 3

Dunne larmadio vulnerabile uno contro uno

Sui calci piazzati St Ledger pu far male di testa

Niente protezione dei centrali di centrocampo

Keane da sinistra attacca lo spazio sui lanci lunghi

Gli attaccanti esterni hanno poca autonomia

Trapattoni, c.t. dellIrlanda AFP


LIrlanda di Giovanni Trapattoni non si presentata in Polonia. Un dato conferma questo scenario: una difesa a prova di bomba, sette gol in 10 partite di qualificazione, ha incassato lo stesso numero di reti in appena due gare della fase finale. Come se i verdi avessero lasciato a Dublino la loro solidit e la loro carica agonistica. Una crisi didentit che il tecnico di Cusano Milanino spiega con la poca abitudine a vivere tornei cos importanti. Travolti dallo stress, insomma. Se cos fosse il fatto di essere gi eliminati, quindi senza pi responsabilit, potrebbe rimettere in pista la vera Irlanda. Quella che attacca in sei-sette uomini e difende in dieci. Compatta come una testuggine. Andiamo a vedere pregi e punti deboli dei prossimi avversari degli azzurri. l.cal.

Richard Dunne, 32 anni LAPRESSE


Il Trap lo chiama affettuosamente larmadio. Dunne, gigante dellAston Villa, una delle delusioni del torneo. Colpa, quasi certamente, di un infortunio che gli ha impedito di arrivare in Polonia nelle migliori condizioni fisiche. Il Dunne di oggi di una lentezza imbarazzante. Le prime due partite lo hanno visto andare in grande difficolt ogni volta che gli avversari lo hanno puntato. Il difensore centrale dei verdi soffre soprattutto quando viene attaccato da sinistra. E allora la rapidit di attaccanti come Cassano o Di Natale pu permettere agli azzurri di sfondare e anche di conquistare molte punizioni dal limite. Una manna per Pirlo. In questo momento lo schema tattico pi pericoloso dellIrlanda: lavanzata di St Ledger sui calci piazzati. Il difensore centrale del Leicester si muove con grande abilit dentro larea di rigore avversaria. Quasi sempre sfrutta il blocco di un compagno per eludere la marcatura e andare a piazzarsi sul secondo palo. Naturalmente bravo di testa ma svelto anche a raccogliere eventuali palloni vaganti. St Ledger lunico irlandese che andato a segno in questo Europeo. Nello schema previsto dal Trap di solito sale in area anche un altro difensore: finora toccato al terzino sinistro Ward, che attacca centralmente sfruttando una bella elevazione.

Keith Andrews, 31 anni AFP


Il centrocampo il reparto in cui potrebbero esserci novit. Ma la sostanza non cambia. Il piatto passa comunque poco al Trap. Whelan e Andrews, titolari nelle prime due partite, e Green e Gibson, le naturali alternative, sono tutti giocatori di poca personalit. Incapaci, almeno in questo Europeo, di far alzare la squadra e di proteggere la linea difensiva. Un handicap che gli azzurri possono, anzi devono sfruttare per trovare palloni importanti vicino allarea di rigore irlandese. Marchisio e Pirlo, in questo caso, possono diventare molto pericolosi con le conclusioni dalla distanza. Iniesta e Xavi insegnano. Keane sta disputando un mediocre Europeo e la partita contro gli azzurri potrebbe coincidere con il suo addio alla nazionale. Lattaccante del Galaxy resta comunque il giocatore di maggior talento e personalit. Trap gli ha disegnato uno schema su misura che prevede il lancio lungo dalla difesa (o addirittura dal portiere) corretto di testa dalla punta che arretra: Doyle o Walters o Cox, dipender dalle scelte del tecnico di Cusano Milanino. Keane parte largo a sinistra per andare poi a cercare centralmente il pallone. Un movimento che di solito gli permette di trovarsi in velocit, palla al piede, contro il difensore centrale avversario. Una situazione molto favorevole.

Aiden McGeady, 26 anni REUTERS


Duff e McGeady sono stati determinanti per la qualificazione allEuropeo. Corsa e dribbling al servizio del Trap. I due esterni dattacco sembrano ora improvvisamente sgonfi e uno dei due potrebbe ritrovarsi in panchina. Il problema soprattutto di natura fisica. Dopo una trentina di minuti si spengono e, quindi, non riescono pi a garantire adeguata copertura sulle corsie esterne. Gli azzurri potrebbero trovarsi spesso due contro uno sulle fasce, condizione ideale per proporre cross preziosi dal fondo. Un pizzico in pi di brillantezza potrebbe arrivare da Hunt, che per opera quasi sempre solo in fase offensiva.

10
#

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

EURO 2012 GRUPPO C

CROAZIA

IRLANDA

ITALIA

SPAGNA

Un biscotto indigesto
Buffon: Basta cercare alibi Pensiamo a far bene noi
Gigi torna su un tema a lui caro: Non accordo, a 20 dal termine, accontentarsi di un risultato che va bene a entrambi
DAL NOSTRO INVIATO

MASSIMO CECCHINI CRACOVIA

Potremmo chiamarlo il post del come se. Gigi Buffon apre ancora la sua finestra su Facebook e si lancia in una tagliente prolusione sulla comunicazione in tempo di gay, sospetti e biscotti, approfittandone - tra le righe - anche per difendere la sua contestata affermazione: Meglio due feriti che un morto. Impressioni? I nostri media ora gli piacciono poco.
E allora Trap? Si parla solo di

biscotto, come se avessimo gi vinto con lIrlanda, come se gli altri non avessero il sacrosanto diritto di sentirsi offesi da tali illazioni che appartengo-

no solo a noi, come se gli altri non avessero il privilegio di pensare che Trapattoni potrebbe avere un occhio di riguardo nei confronti nostri (cosa assolutamente da escludere), come se la cultura del sospetto appartenesse solo a noi e noi fossimo gli unici a poterla esercitare, come se pareggiare fosse uguale a fare 2-2, come se accontentarsi di un risultato (che soddisfa entrambi) negli ultimi 20 fosse uguale a mettersi daccordo, come se i colpevoli fossero sempre gli altri, come se le responsabilit non spettassero mai a noi, come se il potersi trovare in una situazione favorevole non fosse mai frutto del merito ma sempre e solo della fortuna sfacciata o del caso, come se ammettere che gli avversari sono stati pi bravi fosse uno smacco inaccettabile per il nostro ego, come se per nascondere le nostre insicurezze e fragilit avessimo sempre bisogno dellalibi, come se sapere se ci sono due omosessuali in Nazionale fosse lunico interesse del Paese, come se alla fine di questi giorni di caccia alle streghe si scoprisse che allestero sono migliori di noi. Il finale da chiamata alle armi. Pensiamo a noi e cerchiamo di vincere, il resto aria fritta, discorsi da bar, congetture da mediocri, argomentazioni da perdenti. Commenti al post? Quasi tutti favorevoli. Il popolo del web d ragione a Buffon. Quelli brutti sporchi e cattivi, al solito, siamo noi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

clic
IL BISCOTTO MANCATO TRA EIRE E NORVEGIA AL MONDIALE 94

OBIETTIVO VITTORIA MA TUTTO PUO SUCCEDERE

A tutti gli italiani ossessionati dal biscotto far certamente piacere ricordare quanto accadde ai Mondiali di Usa 94. LItalia nel girone E con Messico, Norvegia e Eire e alla vigilia della terza giornata la classifica vede le quattro squadre appaiate a quota 3 punti. Nellultimo turno Italia-Messico termina 1-1 (nella foto il gol di Massaro AP) e Eire-Norvegia invece finisce 0-0. Con un 2-2 Eire e Norvegia si sarebbero qualificate entrambe a prescindere da Italia-Messico. La classifica avulsa premia quindi Messico e Eire, mentre lItalia viene ripescata come migliore terza. Gli azzurri di Sacchi arrivarono poi fino alla finale contro il Brasile persa ai calci di rigore.

La Spagna si allena a Griewino in vista della sfida con la Croazia EPA

Spagna cinica Italia, dovevi pensarci prima


Negredo: Se gli azzurri restano fuori, peggio per loro. Albiol: Pu finire 1-0 o... 2-2
DAL NOSTRO INVIATO

carta possibile come lo sono lo 0-0 o l1-0. Per noi vogliamo battere la Croazia, il girone non deciso, e neanche la nostra qualificazione.
La porra Nel ritiro della Spa-

FILIPPO MARIA RICCI Twitter @filippomricci GNIEWINO (Polonia)

Gigi Buffon, 34 anni REUTERS

TU

vuoi pi semplicit nella gestione del tuo business.

NOI

Beh, adesso tutta la Spagna sa cosa sono i biscotti. Quelli veri, commestibili, e quelli falsi, costruiti per sistemare partite o corse di cavalli. La prima pagina della Gazzetta ha fatto furore tra i colleghi che seguono la Spagna, la parola biscotto entrata ufficialmente nel vocabolario calcistico iberico. Potenza del made in Italy, viene da pensare. Certo, esportiamo un prodotto un minimo avariato per il concetto ha fatto breccia rapidamente e la Spagna, dove le partite si sistemano come da noi ma che un termine cos non ce laveva, ha adottato la nostra metafora pasticcera.
Vogliamo vincere Alla partita mancano ancora due giorni ma grazie al vento che parte dallItalia si parla quasi solo del fatidico 2-2. Gli spagnoli insistono col proprio tiki-taka dialettico. Luned scenderemo in campo per vincere, e punto, ha detto Arbeloa. E Xavi, alla tv spagnola: Ma quale patto per un pareggio, la Spagna sa solo giocare per battere lavversario. Vogliamo tener palla e cercare di dominare lincontro, come sempre. Peggio per voi Altre parole.

ti offriamo CONTO BUSINESS INSIEME.

gna tutti i giocatori, lo staff e i tecnici, partecipano a una mega porra: si danno i risultati di tutte le partite del torneo, vince chi fa pi punti. Al momento in testa c Piqu, campione anche al Mondiale 2010 dopo che Del Bosque aveva vinto nella Coppa Confederazioni. Secondo Silva, terzo lo stesso Albiol. Io su Spagna-Crazia ho messo 1-0 o 2-0, non ricordo e non aiuta chi pensa male, perch i risultati vanno dati prima dellinizio della competizione. Negredo ha messo un 2-0. A compilare il tabellone pensa Busquets, che ha raccolto il testimone lasciato dallinfortunato Puyol. Non vogliamo dipendere da nessuno, non ci sar nessun accordo ha aggiunto Albiol . Non ci da fastidio che la gente parli di una cosa del genere, non ci sentiamo insultati da chi pensa male. Noi giochiamo sempre per vincere. Lidea del patto una tonteria. Una stupidaggine.
RIPRODUZIONE RISERVATA

TRA GIOIE E POLEMICHE

La soluzione migliore sempre quella pi semplice. Per questo nasce Conto Business Insieme, il conto corrente essibile che aiuta i piccoli imprenditori ad amministrare il proprio business. Permette di scegliere il canone pi adatto, riducibile con la sottoscrizione di nuovi prodotti, gestire incassi e pagamenti, eseguire bonici tramite internet e telefono senza commissioni e accedere al servizio POS di Sete. Inoltre, con le due carte Commercial e Superash Commercial, consente di fare acquisti ovunque con un alto grado di sicurezza. Perch gestire una piccola impresa sempre un grande lavoro.

Lippi, il titolo in Cina vicino E punge la Spagna


(f.li.) Il campionato cinese ripreso ieri, dopo la lunga sosta, e le due rivali nella lotta per il titolo (Guangzhou R&F e Pechino) non sono riuscite a vincere negli anticipi della 13a giornata. Anzi, i cugini dellR&F sono finiti k.o. a Dalian. Oggi il Guangzhou Evergrande allenato dallex c.t. azzurro ospita lo Jangsu, 4 in classifica, alle 13.35 ora italiana: con un successo allungherebbe a +4. Nel frattempo Lippi, al tg1, dice la sua sul possibile biscotto della Spagna: Gli spagnoli hanno criticato gli italiani. Nell'ultima giornata del loro campionato per il Villarreal retrocesso perch due squadre (Rayo Vallecano e Granada) hanno raggiunto un risultato di comodo... Perci i biscotti li fanno anche loro.

Vieni in Filiale a parlarne con uno dei nostri gestori. www.smallbusiness.intesasanpaolo.com


Messaggio Pubblicitario con nalit promozionale. Per le condizioni economiche e contrattuali dei prodotti/servizi/nanziamenti consultare i Fogli Informativi a disposizione in Filiale e sui siti internet delle Banche che commercializzano il conto. La concessione delle carte e dei nanziamenti soggetta alla valutazione della Banca.

Negredo in conferenza stampa ha ammesso di essersi sentito col compagno di squadra, e croato, Rakitic: Siamo amici, ma non abbiamo parlato della partita. Solo di come stavamo e delle famiglie. Poi ha aggiunto: Noi giocheremo per vincere, nostro dovere e lobiettivo chiaro, chiudere il girone al primo posto. Se lItalia resta fuori sfortuna per loro, per dovevano pensarci prima. In una partita secca pu succedere di tutto, anche che larbitro ci pregiudichi. Sul tema del "tutto pu succedere" torna Raul Albiol: Quella di luned una partita di calcio, e il 2-2 un risultato che sulla

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

11

EURO 2012 GRUPPO C

CROAZIA

IRLANDA

ITALIA

SPAGNA

Cori shock. Ora la Croazia rischia


Platini in allarme per petardi e saluti nazisti: procedimento disciplinare, marted la sentenza
DAL NOSTRO INVIATO

FABIO LICARI WROCLAW (Polonia)

Se due indizi fanno una prova, la Croazia rischia grosso. Il primo indizio il coinvolgimento diretto, personale, di Michel Platini. Alla vigilia aveva detto: Tolleranza zero verso il razzismo. Se un arbitro interrompe la partita, lUefa sar con lui. Ieri, preoccupato, il presidente Uefa ha lanciato un appello ai tifosi per chiedere rispetto e dignit. Secondo indizio: la storica sentenza della Disciplinare contro la Russia per le violenze dei tifosi, -6 (con la condizionale) da scontare nelle qualificazioni a Francia 2016. Mai successo: non sar facile, ma vuol dire che lo stadio deve finalmente ripulirsi. Cos ieri lUefa ha aperto un procedimento disciplinare verso la Croazia per introduzione e lancio di petardi e per canti e simboli razzisti dei tifosi. Marted pu arrivare unaltra sentenza che far epoca.
I cori a Balotelli Dai rapporti

di un fotografo dellAfp. In pi, la banana lanciata dalle tribune allazzurro durante la sostituzione e raccolta in campo. Il direttore esecutivo del Fare, Piara Powar, spiega che i cori a Balotelli sono stati intermittenti durante la gara e si sono intensificati quando stato sostituito. Abbiamo due osservatori a partita che parlano le lingue delle squadre: quello italiano era scioccato.
La Croazia si dissocia Temendo

non associarla a persone che sono non sono tifosi ma hooligan da tenere lontani. Quattro anni fa la Croazia stata multata di 18.500 euro per offese razziste allinglese Heskey, a Zagabria, e anche per cori razzisti contro i giocatori turchi durante Euro 2008.
Appello Platini Chiedo ai tifosi a Wroclaw e Varsavia di comportarsi con dignit e rispetto e di avere un comportamento esemplare lappello a sorpresa di Platini ieri, preoccupato per il comportamento dei tifosi. LEuropeo una festa e invito i tifosi, la cui grande maggioranza s comportata correttamente, a continuare con questo atteggiamento fino alla fine. Il torneo stato

una celebrazione del calcio.


Altri casi LUefa sta investigan-

Il lancio di fumogeni dei tifosi croati durante la partita con lItalia GHIOTTO

il peggio, la Croazia ha preso le distanze da comportamenti deviati dei suoi tifosi: Chiediamo allUefa di non punire la squadra, da anni ai vertici del calcio mondiale con il suo gioco e il suo comportamento dentro e fuori dal campo, e di

do anche su canti razzisti degli spagnoli contro Balotelli (Italia-Spagna) e su offese a Gebre Selassie (Russia-Rep.Ceca): primo giocatore nero nella nazionale ceca, ha detto di aver sentito cori razzisti. Sotto indagine atteggiamenti razzisti allallenamento dellOlanda a Cracovia. Punire la squadra per il comportamento dei tifosi una responsabilit oggettiva che pu avere conseguenze devastanti, anche rendere le nazionali ostaggio degli hooligan, ma era ormai tempo di misure estreme. Limportante, poi, che siano applicate davvero.
RIPRODUZIONE RISERVATA

non c scampo. Descrizioni precise, foto di saluti nazisti, video. Inequivocabile il rapporto del Fare, lorganizzazione antirazzista che collabora con la Uefa e le cui relazioni con speciale valore testimoniale integrano quelle del delegato. Secondo il Fare, 300-500 tifosi croati hanno rivolto offese razziste a Balotelli. C anche la testimonianza

Gazzetta.it
Gazza

T f v

Raul Blanco, 34 anni INFOPHOTO

E RAUL VA AL MARE A FORMENTERA CON FAMIGLIA


Stavolta non protagonista allEuropeo come lo stato per tanti anni. Lattaccante spagnolo Raul in vacanza con moglie, lex modella spagnola Mamen Sanz, e 5 figli in attesa di trasferirsi in Qatar.

RIVEDI IN 3D TUTTI I GOL DELLEUROPEO


Ti sei perso qualcosa dellEuropeo in Polonia e Ucraina? Vuoi rivedere meglio lo sviluppo dellazione che ha portato a un determinato gol? Su Gazzetta.it trovi tutte le reti della rassegna continentale animate in 3D e visibili da diverse angolazioni. Pi che un videogioco.

12

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

EURO 2012 GRUPPO A


REPUBBLICA CECA POLONIA
GIUDIZIO 777 PRIMO TEMPO 0-0 MARCATORE Jiracek (RC) al 27 s.t. REPUBBLICA CECA (4-2-3-1) Cech; Gebre Selassie, Sivok, Kadlec, Limbersky; Hubschmann, Plasil; Jiracek (dal 39 s.t. Rajtoral), Kolar, Pilar (dal 42 s.t. Rezek); Baros (dal 46 s.t. Pekhart). PANCHINA Lastuvka, Drobny, Suchy, Hubnik, Petrzela, Rosicky, Darida, Lafata, Necid. ALLENATORE Bilek. POLONIA (4-3-3) Tyton; Piszcek, Wasilewski, Perquis, Boenisch; Polanski (dall11 s.t. Grosicki), Dudka, Murawski (dal 28 s.t. Mierzejewski); Blaszczykowski, Lewandowski, Obraniak (dal 27 s.t. Brozek). PANCHINA Sandomierski, Sczescny, Wojtkowiak, Kaminski, Rybus, Matuszczyk, Wawrzyniak, Sobiech, Wolski. ALLENATORE Smuda. ARBITRO Thomson (Scozia). ESPULSI nessuno. AMMONITI Limbersky, Plasil, Pekhart (RC); Murawski, Polanski, Wasilewski, Blaszczykowki, Perquis (P).
NOTE spettatori 40mila. Tiri in porta 5-5. Tiri fuori 2-6. In fuorigioco 4-1. Angoli 6-6. Recuperi: p.t. 0, s.t. 4.

GRECIA

POLONIA

REP. CECA

RUSSIA

1 0

la festa JIRACEK E GLI ALTRI

Bravi e fortunati Ce la siamo meritata


Petr uno juventino mancato: lo sugger Nedved come suo erede Polacchi in lacrime: Troppi errori
netico ma tecnicamente grezzo, i cechi, senza Rosicky, simpadroniscono della palla e non la cedono pi. Il triangolo di centrodestra Gebre Selassie, linfaticabile Hubschmann e Jiracek conserva e gestisce. Sullaltro versante Pilar, appoggiato da Limbersy, affonda sul deludente Piszczek. E non c mai risposta: perch il 4-3-3 finisce col lasciare Blas troppo alto e gli impedisce le progressioni che avevano schiantato russi e cechi. Spesso, anzi, lesterno del Dortmund resta schiacciato oltre la met campo, saltato dallazione e pi alto di Lewandowski. Pi solo che in passato e, probabilmente, con energie al minimo come laltro collega tedesco, il centravantone non si vede mai.
Affondo Jiracek Con la mira da

Casa triste casa: la Polonia esce colpita dai cechi


Jiracek sigla la rete che condanna la squadra di Smuda e il c.t. a fine partita si dimette
DAL NOSTRO INVIATO

S
Petr Jiracek, 26 anni, centrocampista del Wolfsburg, ha segnato il gol qualificazione per la Repubblica Ceca
REUTERS

DAL NOSTRO INVIATO

G.B. OLIVERO WROCLAW (Polonia)

FABIO LICARI WROCLAW (Polonia)

Nella notte delle beffe incrociate tocca alla Polonia abbandonare in lacrime lEuropeo. Singinocchiano e piangono i polacchi, a un passo dalla storia e da un probabile quarto di finale, sognato a lungo, contro la Germania a Danzica. Sono fuori e in compagnia di chi mai si sarebbero aspettati, la Russia, subito tremenda ma presto normalizzata. Una combinazione di risultati da non crederci, soprattutto l1-0 dei greci che sia un segnale della voglia di restare nellEuro? , e passa chi sembrava destinato a tornare a casa: la Grecia, appunto, e la Repubblica Ceca. Doveva essere assalto polacco, una nazione a spingere anche dai megaschermi sotto la pioggia, ma i conti erano stati fatti senza contemplare la saggezza tattica dei cechi, il risultato dellaltra sfida che cambia allim-

provviso lo scenario, e le scelte, come sempre cervellotiche, del c.t. Smuda (che a fine gara lascia la nazionale). Un gol Jiracek e classifica riscritta.
Smuda inventa Troppo facile

la Moviola
di M. IAR.

prendersela con loperaio specializzato Murawski subito sostituito, naturalmente per aver perso a centrocampo una palla e innescato il contropiede micidiale, al 27 st. La Polonia va a pezzi ben prima. Smuda, che dopo il debutto ha giustamente inserito un mediano in pi (Dudka), sinventa una novit da matita blu: dal 4-2-3-1 al 4-3-3. Lidea liberare gli assalti di Blaszczykowsi e linutile Obraniak sulle fasce, leffetto opposto. Il giochino dura una ventina di minuti, nei quali la Polonia si presenta al tiro impreciso otto volte. Il gol, pensano tutti, sta arrivando.
Controllo ceco Il contrario. Lasciato sfogare un avversario fre-

Baros in barriera palla sul braccio I dubbi restano


Allo scozzese Thomson, grazie anche a una scientifica distribuzione dei cartellini gialli, la partita non sfugge mai di mano. Peraltro, le azioni nel mirino della moviola sono limitatissime. Tutte nel secondo tempo. Prima il ceco Kadlec si lamenta per una trattenuta in area da parte di Wasilewski: non ci sono gli estremi per il rigore. Poi le recriminazioni polacche per un braccio allargato da Baros in barriera: il penalty per la Polonia potrebbe pure starci ma i dubbi sono tanti.

ricalibrare dei polacchi, improvvisamente senza pi fiato, sarebbe finita 0-0 se, a fine primo tempo, non fosse stato comunicato lincredibile a Varsavia: il gol di Karagounis che qualifica, per qualche minuto, Grecia e Russia. Visto che cechi e polacchi si ritrovano entrambi fuori, comincia unaltra partita nella quale dovrebbero attaccare entrambe. Sbagliato. Va avanti solo la Repubblica Ceca, con precisione, senza perdere mai la testa: invece la Polonia non c pi, sbaglia passaggi, commette falli, prende il gol di Jiracek, rischia ancora. Anche sfigata perch, al 49, Kadlec salva in acrobazia sulla linea, negando il pari e rispedendo la Russia a Mosca. Ma sarebbe stata lultima beffa, la peggiore: perch l1-1 avrebbe qualificato lodiata Russia ed eliminato i cechi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Pi di un anno fa Pavel Nedved aveva suggerito alla Juve lacquisto di Petr Jiracek scegliendolo come suo erede. E il centrocampista ceco, che allora giocava nel Viktoria Plzen, diede una scossa ai lunghi capelli e sorridendo disse: Pavel una leggenda, sono felice che mi si paragoni a lui. Voglio interpretare il calcio allo stesso modo. Ancora non so quale sar il mio futuro. Adesso Jiracek gioca nel Wolfsburg, ma soprattutto ha dato al popolo ceco una gioia come quelle che tempo fa regalava Nedved: gol-qualificazione per i quarti dellEuropeo. E nello stile di Nedved: inserimento senza palla (ieri da sinistra, contro la Grecia da destra), dribbling e tiro immediato. Sono felice per la squadra racconta a fine gara, talmente obnubilato da lasciare sul tavolo il premio di migliore in campo , sul gol sono anche stato fortunato. Comunque abbiamo dimostrato di meritare la qualificazione. Mentre Petr si gode i festeggiamenti, accanto a lui Michal Bilek se la ride: Siamo stati attenti nel primo tempo e abbiamo accelerato nella ripresa. Alla fine abbiamo rischiato di subire il pareggio, ma siamo stati bravi.
La delusione Erano circa 10mila i tifo-

si della Repubblica Ceca, ma a tornare a casa tristi sono stati i 30mila polacchi che al gol di Jiracek hanno capito che era finito tutto. Per la verit anche prima la Polonia solo raramente aveva creato qualche buona azione: la prestazione peggiore nella serata pi importante. Colpa della confusione creata dal c.t. Franciszek Smuda, eletto Gran Colpevole del fallimento anche se il pubblico si impietosito e ha applaudito anche lui dopo la fine: Abbiamo commesso degli errori abbozza Smuda , peccato perch potevamo passare il turno. In ogni partita abbiamo avuto un rendimento alterno. Resta un grande rimpianto. E Kuba Blaszczykowski pensa al dolore della gente polacca: Siamo dispiaciuti soprattutto per i tifosi. Eravamo partiti abbastanza bene, ma nella ripresa abbiamo costruito poco. Troppo poco per allungare il sogno.
RIPRODUZIONE RISERVATA

le Pagelle

di GB. O.

KADLEK SALVA LA QUALIFICAZIONE, HUBSCHMANN SUPER, LEWANDOWSKI FA LO SPETTATORE


REPUBBLICA CECA 7
KADLEK 7 Salva la qualificazione allultimo secondo con un colpo di testa davanti alla linea. LIMBERSKY 7 Nella ripresa accende il turbo e la partita cambia. HUBSCHMANN 7 Europeo da protagonista, sui livelli di qualche anno fa. CECH 6 Serata imprevedibilmente tranquilla. La parata pi difficile su un tiro da fuori di Boenisch. GEBRE SELASSIE 6 Spinge poco per non lasciare spazio dietro di s. SIVOK 6 Ex dellUdinese, prestazione di sostanza. PLASIL 6 Alterna buone giocate a errori di distrazione. con una gran giocata. (Rajtoral s.v.) KOLAR 5 Non Rosicky e si sapeva. Ma non si sforza nemmeno di far vedere cosa sia. PILAR 6 (nella foto) Si mangia un gol enorme dopo pochi minuti, ma non accusa il colpo. Zanzara fastidiosa. (Rezek s.v.) BAROS 6 Nel primo tempo non la prende mai. Con il risveglio arriva anche lassist gol e altre iniziative. (Pekhart s.v.) All. BILEK 6,5 Sembra Bruce Willis e alla sua squadra ha dato carattere e una buona organizzazione. Non ha concesso nulla alla Polonia. TYTON 6 Viene centrato da Sivok da due metri: fortuna pi che istinto. Comunque se la cava sempre. PISZCZEK 5 La catena sulla destra stavolta non funziona. WASILEWSKI 5 Preferiremmo incontrare qualcuno di piu

POLONIA 5

rassicurante in un vicolo buio. Palla o gamba lo stesso, chiedete a Limbersky. Saltato sul gol.

MIERZEJEWSKI 6 Entra quando tutto finito. BLASZCZYKOWSKI 5 Buona partenza, poi il crollo. Taglia, incrocia, scatta, ma non arriva mai. LEWANDOWSKI 5,5 (nella foto) Una partita in cui ti chiedi perch hai deciso di fare il centravanti. Nessuna palla per tirare. OBRANIAK 5 Ha un buon sinistro, lo usa male. BROZEK 6 Il cambio della disperazione. All. SMUDA 4,5 Passa al 4 3 3 per dare ancora pi libert dazione a Blaszczykowski, ma fa solo confusione.

6 PERQUIS

IL MIGLIORE

Attento e puntuale quasi sempre. BOENISCH 6 Copre bene, sbaglia poco. POLANSKI 5,5 Corre, mena (ammonito), ma lascia poche tracce. Un tiro da buona posizione finisce fuori. GROSICKI 5 Impalpabile. DUDKA 6 Prova a mettere ordine. MURAWSKI 5 Poche gambe e poco cuore. Perde la palla del gol.

7 JIRACEK

IL MIGLIORE

Molto fumo nel primo tempo, arrosto da grande chef nella ripresa. Porta i suoi capelli su qualunque zolla del campo e segna

GLI ARBITRI

THOMSON 6,5 Partita facile facile, lui la dirige con serenit e attenzione. Ross 6-Rose 6; Collum 6-Norris 6.

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

13

14

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

15

EURO 2012 GRUPPO A

GRECIA

POLONIA

REP. CECA

RUSSIA

NUOVA KIA CEED


le cifre
POSSESSO PALLA
Il dominio della Repubblica Ceca si nota soprattutto nel secondo tempo quando la Polonia costretta nella propria met campo. La precisione nei passaggi piuttosto buona per la Repubblica Ceca. Soprattutto le verticalizzazioni sono ben eseguite.

Ala, terzino e mediano Jiracek dappertutto


Sgobba lungo la fascia, aiuta i compagni e recupera palloni. Dopo 50 metri di corsa sinventa un dribbling e il tiro-gol
ANDREA SCHIANCHI

REP. CECA

58%
PASSAGGI UTILI

REP. CECA
la Sfida
PETR JIRACEK 26 ANNI REP. CECA JAKUB BLASZCZYKOWSKI 26 anni POLONIA

A parit di valori tecnici, a dir la verit non eccelsi, la differenza sta nellaspetto fisico. In pratica: chi corre di pi vince. E la Repubblica Ceca, soprattutto nel secondo tempo, spinge con maggiore convinzione sullacceleratore e costringe la Polonia a starsene nella sua met campo: non travolgente lazione degli uomini del c.t. Bilek, per sulle fasce laterali la manovra si sviluppa in modo piuttosto continuo e i polacchi vanno in affanno. Non hanno la forza, i ragazzi di Smuda, per ribaltare il fronte e andare a dare una mano a Lewandowski. Qui sta la chiave della sfida.
Numero da applausi E Jiracek

82%
PALLONI RECUPERATI

HBSCHMAN

PALLONI TOCCATI

47
TIRI EFFETTUATI

42 1 0 2 5
Si rischia moltissimo pur di conquistare il pallone: ecco un duello aereo tra il polacco Polanski e il ceko Plasil. Occhi chiusi e speriamo bene... AP

6
Piazzato in mezzo al campo a fare da schermo alla difesa, Hbschman recupera tanti palloni (6) interrompendo le iniziative della Polonia.

1
GOL REALIZZATI

1 4
PALLONI PERSI

PALLONI PERSI

PALLONI RECUPERATI

OBRANIAK

luomo-gol, ma va detto che il laterale destro si fa notare anche prima della marcatura. Corre avanti e indietro senza risparmiarsi, aiuta i difensori, si propone per il disimpegno e scatta per arrivare al cross. La manovra che porta alla rete decisiva un manuale di contropiede: Baros imposta, con il pallone tra i piedi, Jiracek bravissimo a seguirlo e ad affiancarlo sulla sinistra e poi, una volta ricevuta la sfera, ecco il numero: Jiracek dribbla un difensore polacco e piazza un diagonale imparabile. Fare una cosa del genere dopo una corsa di cinquanta metri non da tutti. Complimenti.
Tanta sostanza A questo picco-

13
to sul campo, c pure un bellissimo lancio che taglia il campo da destra a sinistra e mette in condizione il compagno Limbersky di calciare in porta. Ma ci che pi impressiona di Jiracek la capacit di sacrificarsi in nome del collettivo: mai unazione sopra le righe, mai un rischio, sempre diligente e sempre prezioso. Ala destra quando la Repubblica Ceca in attacco e terzino destro aggiunto quando c da difendere: questo s che spirito di gruppo.
Niente decollo Nella Polonia, a

Sulle fasce, grazie allottima condizione fisica, i cechi sono superiori


per sovrastare fisicamente lavversario. In pratica Blaszczykowski non riesce a strappare, ad allungare (o allargare) la difesa della Repubblica Ceca e cos lazione offensiva della Polonia non decolla mai. Lui ci prova con 3 cross, 3 sponde e 2 assist, ma i compagni non lo seguono. Su 20 passaggi ne sbaglia soltanto 2, ma alla nazionale di Smuda mancano soprattutto i passaggi filtranti. Un dato spiega pi degli altri la sconfitta della Polonia: la Repubblica Ceca tocca 688 volte il pallone, la nazionale di casa soltanto 537. Con meno gioco, ovvio, ci sono meno possibilit di segnare.
RIPRODUZIONE RISERVATA IN COLLABORAZIONE CON

Troppi palloni persi da Obraniak in zona offensiva, l dove la Polonia dovrebbe iniziare a rendersi pericolosa. Gli errori sono 13 su un totale di 45 palloni toccati.

FALLI COMMESSI

BAROS

6
A parte il passaggio-gol per Jiracek, Baros si fa notare soprattutto per i falli commessi: ben 6. Strano per un attaccante...

FALLI SUBITI

lo capolavoro Jiracek unisce altre ottime azioni. In tutto tocca 47 palloni, ne perde 7 e ne recupera 4, subisce 2 falli, piazza un buon dribbling e sbaglia soltanto 6 passaggi su un totale di 26. Da notare che, oltre alle corse e al sudore lascia-

parte il tanto atteso (e poco ammirato) Lewandowski, gli occhi sono puntati su Blaszczykowski, esterno destro di buona gamba e discreto piede. Contro la Repubblica Ceca, tuttavia, non gliene va bene una. Tocca 42 palloni, ne perde 5 e ne recupera 2, riesce a effettuare 3 dribbling e a calciare una volta in porta, ma ci che gli manca (e manca a tutta la squadra) la benzina

LEWANDOWSKI

6
PALLONI TOCCATI

Bloccato con le buone e con le cattive (6 falli subiti) Lewandowski non mai riuscito a trovare la via della porta avversaria. Impostazione elementare, ma efficace, quella di Hubschman che ha in mano le chiavi del gioco della Repubblica Ceca.

HBSCHMAN

98

FINANCE

RECOMMENDS

Amplica le tue emozioni con lauto ufciale di Uefa Euro 2012. Con il suo design innovativo, una qualit garantita 7 anni e il massimo della sicurezza e della tecnologia, trasforma la guida in unesperienza unica. Tua a partire da 14.900 *
Scopri la nuova ceed.

KIA METTE IN MOTO QUELLO CHE VI PIACE

Garanzia 7 anni/150.000 km escluso parti e/o componenti che hanno un limite naturale legato alla loro deperibilit temporale come: batterie (2 anni), sistemi audio, navigazione e intrattenimento audio/video (3 anni) e la verniciatura (5 anni). Dettagli e condizioni su www.kia.it e nelle concessionarie. Consumo combinato (l x 100 km) da 3,7 a 6,1. Emissioni CO2 (g/km) da 97 a 145. *Con incentivo Kia di 1.500 . Versione 1.4 CVVT benzina Active 100 cv I.P.T. Esclusa. Offerta dei concessionari che aderiscono alliniziativa, valida per le auto disponibili in rete no al 30/06/2012, non cumulabile con altre iniziative in corso. La foto inserita a titolo di riferimento.

16

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

EURO 2012 GRUPPO A


Zupping
di VICENZO CITO

GRECIA

POLONIA

REP. CECA

RUSSIA

Tutti sicuri: passavano le altre due


Loro lo avevano detto. Enrico Varriale: La Russia favorita, onestamente ci vorrebbe un miracolo della Grecia cui non credo. Ivan Zazzaroni: Io credo che passino Russia e Polonia per diverse ragioni. Bruno Giordano: Sono daccordo, credo che Russia e Polonia possano passare. Il parere di Serse Cosmi S, sono daccordo. Sono passate Repubblica Ceca e Grecia. Franco Lauro si avventura LItalia potrebbe giocare col 4-1-3-2. Ivan Zazzaroni Guarda che questo modulo non lo contemplano neppure a Coverciano. Serse Cosmi: Mamma mia, altre tre serate con voi... Non ne posso pi, a sentire Bacconi sembra di ascoltare le lezioni di trigonometria del Consorzio Nettuno che danno alle 4 del mattino! Ma come, Cosmi gli ha appena dato ragione e tu parli di lezioni di trigonometria! E poi alle 4 del mattino io dormo! (Gene Gnocchi tenta senza successo di alleggerire una delle Notti europee, stoppato dallaccigliato conduttore Andrea Fusco). Marino Bartoletti alle 9.54 del mattino ci prova con Sabrina Gandolfi in diretta tv su RaiSport1 Sembri una bella conduttrice polacca, sei molto carina. Lei (lusingata) Sai che me lhanno gi detto? Quando giro per le strade, quando vado a fare le interviste mi dicono: tu sei polacca!. Quando una pizza insieme? Marco Civoli su Giovanni Trapattoni Avr un po di eliche girate per come andata la sua Irlanda (Dribbling, Rai) Hai visto lo sviluppo dellazione?. Vedi i segni che fa lallenatore? Vedi? Samaras ai margini Vedi come Arshavin evita lintervento del difensore? Vedi, se sei cos lento difficile trovare spazi Ecco vedi, qui la sponda dellattaccante lenta Vedi? La Russia gioca con palla lunga. (ore 20,45-22.30, lezione di calcio di Fulvio Collovati a Marco Lollobrigida durante Grecia-Russia su Raisport2) Matteo Dotto (Tg4) La parola dordine categorica: vincere. Questa lavevamo gi sentita. In attesa che vincano gli azzurri, consoliamoci con le ragazze della nazionale femminile, che sotterrano la Macedonia e si qualificano allEuropeo. La spalla tecnica Katia Serra inquadra il debutto come commissario tecnico di Antonio Cabrini E la prima volta che segue la squadra dal vivo, finora laveva vista solo in dvd. Il telecronista Luca Pisinicca: Daltronde un po una prima volta per tutti. Quando si cambia... manico.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Incredibile Grecia
Karagounis-gol lEurobond Russia eliminata
Clamorosa qualificazione: anche nel calcio in rotta di collisione con la Germania La squadra di Advocaat crea ma non segna
DAL NOSTRO INVIATO

Il gol vittoria di Giorgios Karagounis, 35 anni LAPRESSE

MATTEO DALLA VITE VARSAVIA (POLONIA)

Il calcio una cosa meravigliosa. Perch se il disarmo della talentuosissima Russia avviene per mano di una squadra mezza spacciata che pensa e lotta e gioca nel nome di un Paese sullorlo di una crisi di nervi, beh, davvero qualcosa da applaudire c. C sempre. La Grecia che oggi va al voto per scegliersi il futuro, ieri ha visto la propria nazionale sovvertire le urne del Gruppo A: segna il suo capitano Karagounis, che per loccasione diventa (con 120 caps) il giocatore ellenico

pi presente della storia dopo Zagorakis. E con Kara saltano i 5.000 tifosi greci in faccia ai 20.000 russi sconvolti per la morbida e inutile bellezza di Arshavin & C.
Ma la porta dov? Pronti-via e

la Russia mostra i soliti giochi offensivi che scuotono il cervello greco. Roba da Alta Ingegneria: fra Arshavin, Kerzhakov e Dzagoev (e per 5 pieni del primo quarto dora di gara) sembra un tiro a segno, con pochissima mira per. Alla fine i tiri russi fuori dallo specchio saranno 12: uno spreco assoluto. Advocaat deludente commissario tecnico e prossimo tecnico del Psv decide per un approccio meno

fulminante del solito: attende di pi e poi parte in elettriche repliche. E la Grecia? Primo quarto dora da Termopili, resistenza ignifuga e attacco cieco: dopo 6 Katsouranis (su angolo di Karagounis) schiaffeggia di piede e Malafeev butta via distinto come un minuto dopo su altro assalto. Il c.t. Santos fa tutto questo cambiando modulo: 4-2-3-1 e Samaras ornamentale negli altri match diventa un credibile attaccante esterno. Il problema della Grecia che Glushkov (titolare al posto di Zhyryanov) si sposta alto e sulla trequarti nella fase dattacco costringendo Karagounis a rincorrere per tapparlo: non sempre il tappo greco riesce e

cos la Russia gode spesso di superiorit nei giochi.


Mio capitano Ma Karagounis

suoi Calma, calma.


Rigorissimo e squalifica Gi, cal-

capitano e condottiero: si fa un mazzo cos, e quando gli arriva la palla della serata la sbatte dentro senza tanti salamelecchi. Succede tutto al minuto 47 p.t.: Zhirkov regala un fallo laterale, retrozuccata folle di Ignashevic che dona metri su metri allavanzata diagonale del graduato greco capace di sfruttare lo sgranamento della difesa russa per cavalcare e forare i guanti di Malafeev. E 1-0. La panca greca non ci crede, Kara (che riscatta il rigore sbagliato contro la Polonia) esce dal campo, fa la faccia da vecchio saggio e dice ai

ma perch la fregatura sempre dietro langolo: in questo caso ha (anche) la forma panzuta e rotonda dellarbitro svedese Eriksson che al minuto 17 s.t. ritiene che una zampata dellimpastato Ignashevic su Karagounis non sia meritevole di un calcio di rigore. Valutazione sbagliatissima: tutto lo stadio nota la topica, Karagounis si sgola, impazzisce, fa vedere lo stemma della Grecia sulla maglia, sembra lottare contro i giganti, ha la faccia deformata dalla rabbia, prende lammonizione che gli far saltare i quarti di finale. Rabbia legittima, ma la Grecia non si

ilPersonaggio IL CAPITANO

Orgoglio da leader: Cara Merkel, adesso rispettaci


Il leader della nazionale d un calcio alla crisi che attanaglia Atene e dedica la vittoria al suo popolo: Un regalo alla nostra gente in queste ore terribili
La grinta del match winner Karagounis, 35 anni, a fine partita REUTERS
DAL NOSTRO INVIATO

ALESSANDRO CATAPANO VARSAVIA (Polonia)

Signora Cancelliera, lo sa che ai quarti la sua Germania potrebbe incontrare la Grecia? Angelona Merkel, che ad Atene di questi tempi suscita la stessa simpatia di una bolletta della luce, lo aveva detto: Tifiamo tutti per Samaras. Lei intendeva Antonis, leader conservatore di Nea Democratia, il partito che dopo aver portato la Grecia sullorlo dellabisso, oggi si candida a tenerla in vita grazie allossigeno dellEuropa.
Eroici Non sapeva, la Cancellie-

ra, che di Samaras ce n un altro, pi giovane, pi alto, pi bello, da ieri pure molto pi popolare del suo omologo politico. Grande Giorgos, con quel-

latteggiamento da fricchettone chi se laspettava una partita cos? Tutta orgoglio e cuore, scatti e sudore, sportellate e accelerazioni, botte. Quante ne ha date e quante ne ha prese. Ma rimasto sempre in piedi, nonostante gli scossoni, e ha continuato a lottare. Come i suoi compagni, come il suo capitano, quel Karagounis, Giorgos pure lui, che ieri diventato il pi presente di sempre in Nazionale, ha segnato il gol della qualificazione e al fischio finale, a stento, tratteneva lacrime di felicit. Lui, eroe di una partita che rester negli occhi e nei cuori di ogni greco per molto tempo. E una serata importantissima per il nostro grande Paese dice , volevamo fare un regalo alla nostra gente in queste ore terribili. Sono molto emozionato, davvero una delle partite pi belle della mia carriera, forse seconda

solo alla conquista dellEuropeo nel 2004.


Cos imparate Ieri pomeriggio, lo aveva detto anche il nostro Premier Mario Monti: LEuropa ha fiducia nella Grecia. Ecco, la Grecia di Karagounis e Samaras oggi torna a votare, ma senza grandi prospettive: se vince il blocco conservatore, resta nellEurozona versando altre lacrime e sangue; se prevale la Syriza di Tsipras, forse torna alla dracma e a quel punto chi pu dire dove andr a finire? Intanto, ieri la Grecia rimasta eroicamente dentro lEuropeo. Abbiamo sbattuto fuori i ricchi russi..., si lascia scappare Karagounis. Gi, sa bene che i greci non riescono pi a pagare le bollette, e le aziende di gas ed elettricit non sanno pi come pagare le forniture ai russi della Gazprom. Il futuro

Luomo partita: stata una delle pi belle gare della mia carriera La rivincita: Abbiamo sbattuto fuori dallEuropa la ricca Russia

resta un buco nero, ma almeno ieri che soddisfazione...


Attacco e difesa E stata una partita epica, da calcio antico: un gol trovato per caso e il resto della partita in difesa a respingere gli assalti russi. Fernando Santos, portoghese con la faccia da greco per via di quella tristezza negli occhi, dice con orgoglio: Io mi sento greco e vorrei dire alla Merkel che non c popolo pi antico e democratico di questo. Meritiamo rispetto. Sulla partita, si limita a dire: Dio stato con noi. La Russia che torna a casa con i suoi ragazzi viziati e il suo allenatore spocchioso, si merita giusto un passaggio. Abbiamo avuto tante occasioni per segnare racconta Advocaat , loro si sono soltanto difesi. Cos il calcio, Dick.
RIPRODUZIONE RISERVATA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

17

GRECIA RUSSIA
GIUDIZIO 777 PRIMO TEMPO 1-0 MARCATORI Karagounis (G) al 47 p.t.

1 0

RUSSIA, TANTI TIRI E ZERO GOL


1

le Pagelle

di ALESSANDRO CATAPANO

SAMARAS INCONTENIBILE IGNASHEVICH, CHE DISASTRO


GRECIA 6,5
SIFAKIS 7 La parata su Pogrebnyak basta e avanza. TOROSSIDIS 6 Ha il cliente pi scomodo, Arshavin. Resiste. K. PAPADOPOULOS 6,5 Gli arrivano dappertutto, chiude alla Samuel.

GRECIA (4-3-3) Sifakis; Torossidis, K. Papadopoulos, S. Papastathopoulos, Tzavellas; Katsouranis, Maniatis; Salpingidis (dal 37 s.t. Ninis), Karagounis (dal 23 s.t. Makos), Samaras; Gekas (dal 20 s.t. Holebas). PANCHINA Chalkias, Tzorvas, Malezas, Fetfatzidis, Fotakis, Fortounis, Liberopoulos, Mitroglou. ALLENATORE Santos. RUSSIA (4-3-3) Malafeev; Anyukov (dal 36 s.t. Izmailov), Berezutsky, Ignashevich, Zhirkov; Glushakov (dal 27 s.t. Pogrebnyak), Denisov, Shirokov; Dzagoev, Kerzhakov (dal 1 s.t. Pavlyuchenko), Arshavin. PANCHINA Akinfeev, Shunin, Sharonov, Granat, Nababkin, Semshov, Glushakov, Kombarov. ALLENATORE Advocaat. ARBITRO Eriksson (Sve). ESPULSI nessuno. AMMONITI Karagounis (G) e Holebas (G) per comportamento non regolamentare; Anyukov (R), Zhirkov (R), Dzagoev (R) e Pogrebnyak (R) per gioco scorretto.
NOTE spettatori 54.000. Tiri in porta: 3-3. Tiri fuori: 1-12. Angoli: 5-9. In fuorigioco: 2-1. Recuperi: 2 p.t., 4 s.t.

RUSSIA 5
MALAFEEV 5,5 Il pallone di Karagounis gli passa sotto la pancia. ANYUKOV 5 Samaras gli fa vedere i sorci verdi (Izmailov s.v.) BEREZUTSKI 6 Limita Gekas, ha senso della posizione. IGNASHEVICH 4 Offre a Karagounis la sponda perfetta. Disastro. ZHIRKOV 5 Contribuisce alla pasticciosa rimessa laterale. SHIROKOV 5 Pi impreciso e piagnone del solito. DENISOV 5 Solita storia: un diesel, ma ieri doveva cambiare marcia.

PAPASTATHOPOULOS 6,5 Si oppone in tutti i modi. Commovente. TZAVELLAS 6,5 Una punizione da 10, come la sfortuna. KATSOURANIS 6 Unghia un pallone pazzesco sotto porta. Poi, sbaglia praticamente tutto il resto. Ma nel finale. MANIATIS 6,5 Piccolo guardiano, grande cuore. Mitico. SALPINGIDIS 6 Punge come una zanzara (Ninis s.v.). KARAGOUNIS 7 Tutto arrugginito, pure bruttarello a vedersi. Ma in una partita lacrime e sangue, la cosa pi bella lui: il gol, lorgoglio, soprattutto il cuore grande della Grecia. Salter i quarti, giustamente maledice Eriksson. MAKOS 6 Rintuzza dove pu.

6 GLUSHAKOV

IL MIGLIORE

Piace a Spalletti, buon trequartista per il suo 4 2 3 1. POGREBNYAK 5 Ha la palla che vale i quarti. La sbaglia. DZAGOEV 5 Oggi compie 22 anni, li festeggia a casa. Ragazzino. KERZHAKOV 5 Pasticcione. Altra serata magrissima. PAVLYUCHENKO 5 Dribblomane incallito. ARSHAVIN 5,5 Un paio di aperture al bacio, poi piano piano si spegne. ALL. ADVOCAAT 5 Fino ai sedici metri la sua Russia una macchina da guerra, ma dentro larea spara a salve. Merita di andare a casa.

butta per terra e la Russia cambia uomini, prende campo ma rischia il tracollo.
Advo-ko I palloni buoni per la

la Moviola
di D.ROM.

Grecia sono due: con uno, Tsavellas prende lincrocio su punizione; col secondo Gekas non arriva su assist di Torossidis. Russia che rischia il naufragio, troppo bellina per graffiare: e la conferma si ha quando Denisov, Arshavin e Dzagoev cercano la porta senza mai prenderla e soprattutto quando Sifakis annulla Pogrebnyak in zona-chiosa. Morale: Karagounis e Katsouranis i Reduci del 2004 non parteciperanno assieme ai loro piccoli eroi alle Elezioni di oggi in patria. Mentre Advocaat ha gi straperso.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sul 10 greco era rigore Con il giallo salta i quarti


Quella di Eriksson una direzione di gara macchiata da un rigore negato alla Grecia. Lepisodio al 16 del s.t.: Karagounis salta due uomini e in area di rigore subisce lintervento falloso di Ignashevich. Per larbitro simulazione e cartellino giallo per il capitano greco. Oltre il danno la beffa: Karagounis era diffidato e salter i quarti di finale. Nel primo tempo proteste russe al 36: Dzagoev serve Shirokov in area di rigore che dopo un contatto con Karagounis cade a terra: non rigore. Al 24 del s.t. fallo di Zhirkov su Salpingidis al limite dellarea: giusta lammonizione.

7 SAMARAS

IL MIGLIORE

Lunico schema della Grecia: palla al capellone, che tanto difende e attacca per tutti. Applausi. GEKAS 5,5 Ha un po il sedere di piombo. HOLEBAS 6 Entra con uno scopo: respingere tutto quello che pu.

1 La Grecia recrimina a inizio secondo tempo per il contatto Karagounis-Ignashevich: rigore evidente, larbitro ammonisce il greco per simulazione. 2 Al 38 della ripresa Dzagoev stacca di testa: conclusione che sfiora il palo. 3 Nel finale infuocato il portiere greco Sifakis salva una palla pericolosa durante lassalto dei russi REUTERS

All. SANTOS 6 Non brilla per intelligenza calcistica, ma con quel faccione invoca solidariet.

GLI ARBITRI: ERIKSSON 4,5 Pesa il rigore non dato ai greci. Wittberg 6-Klasenius 6; Strombergsson 6-Johannesson 6

Fiat abbatte il prezzo del carburante

a 1 euro al litro
e lo congela per 3 anni.

FIAT ti offre unoccasione senza precedent . Scegli oggi unauto della gamma FIAT e avrai il prezzo d ti S li i l del carburante bloccato a 1 al litro fino al 2015. Una promozione trasparente e chiara che abbatte subito il prezzo della benzina e del gasolio e ti mette al riparo da possibili futuri aumenti.
ANCHE DOMENICA 17. OFFERTA VALIDA PRESSO I DISTRIBUTORI DI CARBURANTE ADERENTI.

PER CHI SCEGLIE UNA FIAT FINO AL 31.7.2012, IN BASE ALLE SOGLIE MASSIME DI LITRI PREVISTE PER OGNI MODELLO. NON CUMULABILE CON TUTTE LE ALTRE INIZIATIVE*. Valida su tutta la gamma FIAT (salvo bi-fuel), presso le Concessionarie aderenti. *Chiedi informazioni al tuo concessionario sulla cumulabilit con altre promozioni in corso. Soggetta a limitazioni e per
sola clientela privata. D diritto, no al 31.12.2015, allacquisto di benzina e gasolio IP (esclusi i carburanti speciali) a 1/l. Dettagli disponibili su www.at.it/supercard. Consumi: da 3,5 a 11,3 l/km. Emissioni CO2 : da 90 a 262 g/km.

www.at.it/supercard

18

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

EURO 2012 GRUPPO B

DANIMARCA

GERMANIA

OLANDA

PORTOGALLO

VAN PERSIE Chiede aiuto a Huntelaar per limpresa


Incisivo nellArsenal, spento con lOlanda. Van Marwijk gli affianca unaltra spalla per non affondare
DAL NOSTRO INVIATO

la Sfida
ROBIN VAN PERSIE 28 ANNI OLANDA CRISTIANO RONALDO 27 ANNI PORTOGALLO

PRESENZE IN NAZIONALE

67
RETI IN NAZIONALE

92 32 0 8 4

29 1
TIRI NELLO SPECCHIO

RETI NELLA FASE FINALE

RONALDO E il primo gol? Il Portogallo resta in attesa


Dopo 60 gol nel Real Cristiano deve sbloccarsi in nazionale. E c chi lo stuzzica con i numeri del rivale Messi
DAL NOSTRO INVIATO

6
FALLI SUBITI

ALESSANDRA BOCCI KHARKIV (Ucraina)

Prima dellEuropeo, quelli del Telegraaf hanno avuto una bella pensata: portare insieme a pesca Patrick Kluivert, goleador oranje di tutti i tempi, e Klaas-Jan Huntelaar, lanciatissimo dopo il titolo di capocannoniere della Bundesliga. Peccato che finora Huntelaar di gol non ne abbia pescato neanche uno, anche perch rimasto a lungo in panchina, imbalsamato come tanti pesci-record di cui si parla nei libri degli umoristi inglesi. Il simpatico c.t. Van Marwijk per ha finalmente deciso di cambiare qualcosa, e stasera Huntelaar potr andare a pesca con Van Persie, un altro rimasto abbastanza a secco: un gol, pur avendo giocato sempre.
Top e flop Lattaccante dellArsenal, uno degli obiettivi di mercato della Juve (ma pare vicinissimo al rinnovo con il club di Londra) arrivato all'Europeo con il titolo di capocannoniere e miglior giocatore della Premier, e una legittima aspirazione a entrare quanto meno nella rosa dei favoriti per il Pallone dOro. Parlavano per lui i 45 gol segnati nella stagione (30 nel campionato inglese) e soprattutto il raffinatissimo talento. Peccato che Van Persie, come due anni fa al Mondiale, in nazionale abbia mandato suo fratello, almeno per una partita e mezza. Poi, il gol contro la Germania e il risveglio. La coppia buona? Guarda caso

to di un gol con il Brasile e Stekelenburg li salva dal tracollo, si risvegliano. Van Marwijk spera che i giocatori ritrovino lo spirito sudafricano: nel gruppo cerano magari pochi amici veri, ma molta coesione.
Compattezza Quella che mancata in questi giorni. Huntelaar immusonito sempre a parlottare con laltro escluso Van der Vaart, Van Persie scortato da Afellay, Sneijder preso in un improbabile lavoro diplomatico e soprattutto impegnato a convincere il commissario tecnico a cambiare qualcosa. Gli oranje nei giorni scorsi venivano descritti cos, come la classica truppa in fase di fuga e dispersione. Ma oggi, Van Marwijk fa lultimo tentativo per salvare l'Olanda e la sua panchina, e Van Persie cerca di rimettere la testa nel gruppo dei dominatori dEuropa. Sia lui che Huntelaar sono lontanissimi dai 40 gol del recordman Kluivert, ma, per dire, il divino Cruijff a quota 33 diventa quasi abbordabile: Huntelaar a 31, Van Persie a 29. Se riusciranno a segnare i gol che servono per sperare nella qualificazione, avranno gi fatto un balzo avanti. Prontezza La corsa diffici-

STEFANO BOLDRINI KHARKIV (Ucraina)

Champions. Sar la volta buona?


Nervosismo nervoso, Ronal-

I GRANDI

Sembra lEuropeo dei pasticcieri: si parla di biscotti dappertutto. Anche a Kharkiv, dove i cartelli indicano la strada verso Mosca 634 km per la precisione , va in scena Portogallo-Olanda nel timore di un accordo tra tedeschi e danesi. Magari i giornalisti portoghesi scelgono una formula pi elegante, pacto, ma il succo quello. Lallenatore Paulo Bento rifiuta per di pensare a un risultato combinato nella gara di Lviv: Sono uno sportivo. Ho giocato quindici anni e alleno da otto. Credo nellonest di calciatori, allenatori e dirigenti. Il giorno in cui non dovessi pi avere fiducia in una di queste componenti, cambier mestiere. Non qualificarsi ai quarti di questEuropeo potrebbe essere per sufficiente per cambiare il suo futuro immediato: tornare a casa dopo la prima fase potrebbe infatti far scattare il suo esonero. Oggi, pi che mai, lorgoglioso Bento si aggrappa a Cristiano Ronaldo, portabandiera delle delusioni di questa prima settimana di Europeo.
Il digiuno rimasto a secco, divorando occasioni da riempire la pancia per un anno. Una notizia, per un fuoriclasse che questanno ha firmato 66 gol in 66 partite. Un ciclone dellarea, Ronaldo, con 60 reti col Real Madrid (46 in campionato, tre in Coppa del Re, zero in Champions e una in Supercoppa di Spagna), e sei col Portogallo, dove per fermo alla doppietta alla Bosnia nello spareggio del 15 novembre. Ronaldo cerca un guizzo per tornare protagonista dopo aver mancato la finale di

do, nonostante le parole al miele di Bento (Cristiano un professionista super, lasciamolo in pace). I tifosi danesi lo hanno preso in giro, urlandogli Messi a ogni tocco al pallone. Lui ha reagito impugnando male la storia (vorrei ricordare che Messi con lArgentina in Coppa America andato male) ed scattata, immediata, la reazione dei media argentini, dove il fuoriclasse portoghese stato letteralmente impallinato. C per un dato di fatto sul quale c poco da discutere. Cristiano Ronaldo il giocatore pi pagato della storia del calcio (93 milioni di euro il prezzo del suo trasferimento dal Manchester United al Real Madrid nel 2009), ha lo stipendio pi elevato (12 milioni di euro lanno) e una clausola di rescissione da fantascienza (1 miliardo di euro), ma in nazionale non riesce mai a spiccare il volo.
Solitudine Il Portogallo non la Spagna, ma non neppure da buttare. Il problema un altro: come tutti i calciatori divi, Ronaldo quando gioca in nazionale cerca dimporre agli altri la sua regalit. un magnifico tenore solitario, che nei momenti di difficolt fatica a trovare una spalla alla quale aggrapparsi. Il gol che non arriva un motivo in pi per essere nervosi e, come sempre, si trova sfogo nei giornalisti. C solo Mourinho sempre e comunque al suo fianco, forse perch i due si assomigliano: nella regalit, nellindividualismo sfrenato, nello stipendio. Ma Mou lontano e Cristiano deve sbrigarsela da solo. Oggi uno di quei giorni che possono lasciare il segno nella carriera di un giocatore. Il calcio open degli olandesi incoraggia lottimismo. Un gol pu cambiare lEuropeo di Ronaldo. Biscotti e patti permettendo, naturalmente, ricordando per che i veri maestri della pasticceria siamo noi. Gli italiani dalla memoria corta.
RIPRODUZIONE RISERVATA

quando in campo era arrivato Huntelaar, finalmente scongelato dal c.t. sono loro, con i quasi cento gol di dote e nessuna stanchezza evidente nonostante le partite accumulate, a tentare loperazione impossibile: battere il Portogallo con due gol di scarto e portare lOlanda avanti (Germania permettendo). Mai nessuna nazionale si qualificata dopo aver perso due partite, ma il magico mondo degli oranje un mondo alla rovescia: se sono favoriti si afflosciano, se hanno partite facili si bloccano. Se stanno sot-

le, almeno quanto quella di Van Persie fino al Pallone doro. Dal top al flop il passo breve in competizioni del genere. E il problema e il bello dellEuropeo, dice l'allenatore. Non come un campionato, giochi poche partite e per non trovarti fuori devi essere sempre al massimo, che proprio quello che lOlanda non ha fatto. Ora, Van Persie e Huntelaar sono chiamati a dimostrare di non essere solo tipi da gran fondo. Olanda-Portogallo, tutto in cento metri. E quando lo starter spara bisogna evitare false partenze.
RIPRODUZIONE RISERVATA

RVP
Robin Van Persie
nato a Rotterdam il 6 agosto 1983. attaccante dellArsenal e della nazionale olandese. Nel club, dal 2004 ha giocato 194 partite con 96 reti. La prima partita in nazionale stata Olanda-Romania il 4 giugno 2006. Con gli oranje vanta 29 gol in 67 incontri. Durante Euro 2012 ha segnato contro la Germania REUTERS

CR7
Cristiano Ronaldo
E nato a Funchal il 5 febbraio 1985. attaccante del Real Madrid e della nazionale portoghese. Dopo le esperienze con Sporting Lisbona e Manchester United, gioca nel club madrileno dal 2009, dove ha segnato 112 reti in 101 partite. In nazionale dal 2003, vanta 32 gol in 92 match. In Euro 2012 non ha ancora segnato EPA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

19

EURO 2012 GRUPPO B

DANIMARCA

GERMANIA

OLANDA

PORTOGALLO

Lukas Podolski, 27 REUTERS

DISPETTI CONTINUI

Germania-Uefa Parla Bierhoff No, serve il c.t.


DANZICA (p.f.a.) Uefa e Dfb, la federazione tedesca, spesso non hanno le stesse idee, ma nessuno cede. Gi stato accettato male, da anni, lobbligo di conferenza stampa della vigilia nella sede della gara: cos i tedeschi ne tengono due, una al mattino in ritiro, una nel pomeriggio allo stadio. Le difficolt di rientro da Kharkiv dopo lOlanda hanno aumentato i dissapori come limpossibilit di provare ieri il campo di Lviv, rovinato. Cos la Germania ha designato per la conferenza Uefa il manager (Bierhoff) e Boateng (squalificato). Ma la confederazione ha preteso il c.t. Lw, pena multa salata. Altro cambio di programma nel divertimento di chi vede da fuori questi dispetti.

AI QUARTI SE...
Germania qualificata Se non perde contro la Danimarca; se il Portogallo non vince; se col Portogallo che vince perde contro la Danimarca ma con un gol di scarto e segnandone almeno due. Danimarca qualificata Se vince; se pareggia e il Portogallo perde.

LO SCENARIO

Pari e tifo oranje Danesi tentati dal biscottino


Se lOlanda batte i portoghesi la Danimarca passa anche pareggiando coi tedeschi
DAL NOSTRO INVIATO

NICOLA CECERE LVIV (Ucraina)

Podolski
Germania, sei come il Colonia Lw tocca ferro
Il Cassano tedesco verso quota 100 presenze e si sente come nel suo ex club retrocesso...
DAL NOSTRO INVIATO

ri comunque basta anche per tenere il primo posto, fondamentale per giocare a Danzica il quarto ed evitare viaggi stressanti: Il ritorno da Kharkiv stato difficile, ne abbiamo parlato con la Uefa, spiega Bierhoff.
Cassano tedesco Se ci sono dei

PIERFRANCESCO ARCHETTI DANZICA (Polonia)

Il soldato Andreas sal nel vagone sicuro di andare a morire: e cos fu. La resa psicologica e inevitabile, prima di quella in battaglia, il tratto dominante del romanzo Il treno era in orario di Heinrich Bll, scrittore tedesco, poi anche premio Nobel per la letteratura. Il treno del soldato Andreas puntava su Lemberg, conquistata nel 1941 e persa a fine guerra. Adesso si chiama Lviv, in Ucraina (anche se i polacchi lhanno a lungo reclamata), in italiano si chiama Leopoli e oggi ospiter per lultima volta la Germania intesa come squadra calcistica. La quale, con sei punti, non seguir il destino del protagonista del romanzo ma, se le buscas-

se dalla Danimarca (e il Portogallo battesse lOlanda), uscirebbe dallEuropeo che doveva vincere. Lasciarci la faccia anzich la pelle: sono i vantaggi dei moderni tempi occidentali che i contemporanei spesso disprezzano.
Ragazzo centenario La situazione cos strana che va maneggiata con cura, per almeno ci terr in guardia, racconta Lukas Podolski, cui baster anche un minuto per toccare le cento presenze in nazionale. Debutt il 6 giugno 2004 contro lUngheria, nessuno in Europa arrivato cos giovane in tripla cifra; il figlio di emigrati polacchi ha appena compiuto 27 anni: Il numero fa sensazione, ma pi che le statistiche mi interessano i quarti. La Germania non batte i danesi dal 27 marzo 1996, doppietta di Oliver Bierhoff, allora at-

taccante dellUdinese, alla prima presenza da titolare con i bianchi (e ai primi gol). Unamichevole che ai pi nobili sembrava inutile, mentre il semi-esordiente centravanti la prese come una finale: Sempre meglio che la partitella a Tavagnacco, disse ricordando le escursioni in provincia dei friulani. La Germania ha vinto le ultime 13 partite ufficiali (finalina al Mondiale, 10 su 10 nelle qualificazioni, due qui), ma non ha mai prevalso in tutte le tre gare della prima fase allEuropeo. Un pa-

Precedenti sul neutro I danesi hanno vinto due volte, in partite ufficiali, 1 successo tedesco in amichevole

dubbi sullimpiego di Podolski perch nelle prime due uscite stato lunico sempre sottotraccia, con difficolt evidenti nella fase offensiva, per a Lw piace il suo supporto in quella difensiva. Poldi il Cassano della Germania, ha sempre la battuta pronta, a ogni risata picchia sulle spalle del corpulento addetto stampa e a fine conferenza qualche dolore rester. Usa espressioni estreme come quella di sentirsi bene come un maiale, nella nazionale, e che se la Germania fosse un club, sarebbe come il mio Colonia. Dunque: il suo Colonia, che lui lascer per lArsenal regalando alle casse esangui circa 13 milioni, in questa stagione retrocesso in B; un giocatore stato picchiato da tifosi in maschera durante la festa di Carnevale; un altro ha scambiato i binari del tram per la strada ed uscito dai tracciati con lauto distrutta; un terzo salito su un taxi ed era talmente alticcio che ha compiuto atti di vandalismo, cos che il taxista non lo ha portato a casa ma direttamente alla caserma di polizia. Altro che soldato Andreas: la Germania, a Lemberg/Lviv/Leopoli, ha paura di fare la fine del Colonia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Portogallo qualificato Se batte lOlanda e la Danimarca non vince; se batte lOlanda e la Germania perde 1-0, 2-1 o con almeno due gol di scarto; se pareggia e la Danimarca non vince; se perde con un gol di scarto e la Danimarca perde Olanda qualificata Se vince con due gol di scarto e la Danimarca perde.

E adesso vogliamo proprio vedere, con curiosit interessata, se i danesi offriranno ai tedeschi i loro rinomati biscottini al burro, vanto nazionale da esportazione con la birra Carlsberg. In un girone dove tutto pu accadere, i maestri pasticcieri di Danimarca come ben ricorda il Trap con gli azzurri dellEuropeo 2004 , potrebbero scommettere sullorgoglio olandese pi che su loro stessi. Puntando al pari con la prima in classifica di questo gruppo della morte, lunico dei tre rimasti, con tutte le partecipanti ancora in corsa. Col pari la Germania sicuramente prima mentre la Danimarca sale a quota 4, dove non potrebbe arrivare lOlanda, ma il Portogallo s. Non perdendo con gli oranje, per.
Calcoli E qui sta il punto. Ai danesi conviene affrontare i panzer a viso aperto, col rischio di rimetterci le penne o piuttosto non stuzzicarli in attesa di buone notizie da Olanda-Portogallo? Probabilmente fra gli scommettitori questa seconda opzione a meritare la quota pi bassa. Gi, ma i tedeschi nel caso capissero che la Danimarca punta al pari, come si comporteranno? Accetteranno la tacita tregua o daranno battaglia alla ricerca del successo, pur sapendo che in caso di scivolone rischiano di tornarsene a casa? Se la Germania perdesse stasera e il Portogallo battesse gli olandesi la classifica avulsa fra le tre a sei punti punirebbe proprio gli uomini di Lw (a meno che i tedeschi non perdano con una rete di scarto, ma segnandone almeno due). E, in fondo, la Danimarca ha gi sconfitto lOlanda: hai visto mai... La faccia La scelta della Germania ci interessa

Nicklas Bendtner, 24 anni AFP

moltissimo. Perch pure i tedeschi, come gli spagnoli, sono conosciuti a livello mondiale e perci sulla carta non possono perdere la faccia con un comportamento palesemente finto. Questo almeno speriamo noi degli spagnoli. Solo che in questo gruppo B non c un risultato prefissato da ottenere, come il famigerato 2-2 che tanto ci inquieta. Qui ai tedeschi basta il punto. Esperienza insegna che in queste occasioni il primo tempo vero. Dopo di che, se finisce in parit, di solito prevale la prudenza.
Portogallo Inutile dire che sia lOlanda, sia il

Portogallo confidano in una partita seria dei tedeschi. I portoghesi possono passare pur perdendo col minimo scarto, a patto che anche la Danimarca venga battuta. Sono avvantaggiati sui danesi grazie allo scontro diretto (3-2) e sugli olandesi farebbero valere il maggior numero di reti fra le tre squadre a quota tre. In questo girone si pu approdare ai quarti con tre punti mentre lItalia pu essere eliminata con cinque. Inutile rodersi il fegato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

20

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

EURO 2012 LA GUIDA


TUTTO LEUROPEO IN UNA PAGINA

IL GIORNO DEL GIRONE DI FERRO

GAZZETTA DELLO SPORT

MARCATORI

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI

la guida Avulsa, gol, coefficienti Uefa Tutti i calcoli in caso di parit


Se pi squadre si trovano a pari punti, per determinare la classifica il regolamento del torneo prevede nellordine: A) punti negli scontri diretti; B) differenza reti negli scontri diretti; C) maggior numero di gol realizzati negli scontri diretti; D) se, dopo avere applicato i criteri da a) a c), 2 squadre sono ancora appaiate, i criteri da a) a c) si applicano esclusivamente alle partite tra le 2 squadre in questione. Se tale procedura non dovesse produrre un verdetto, sapplicano i seguenti criteri: E) miglior differenza reti in tutte le partite della fase a gironi; F) maggior numero di gol segnati nelle partite della fase a gironi; G) posizione in classifica Uefa per coefficiente delle nazionali, ottenuto con le qualificazioni e la fase finale di Euro 08, qualificazioni e fase finale al Mondiale 10 e le qualificazioni di Euro 2012. H) classifica fair play delle squadre nella fase finale del torneo; I) sorteggio. N.B. Se due squadre che hanno gli stessi punti, gol segnati e subiti, si affrontano nellultimo match del gruppo e sono ancora in parit al termine della gara, la classifica delle due squadre determinata dai calci di rigore.

Gomez pu andare in fuga


3 gol: Dzagoev (Russia); Gomez (Germania). 2 gol: Shevchenko (Ucraina); Bendtner (Danimarca); Pilar e Jiracek (R. Ceca), Mandzukic (Croazia), Torres e Fabregas (Spagna). 1 gol: Lewandowski e Blaszczykowski (Polonia); Salpigidis, Gekas e Karagounis (Gre); Shirokov e Pavlyuchenko (Rus); Krohn Dehli (Dan); Di Natale e Pirlo (Ita); Silva (Spa); Jelavic (Cro); St Ledger (Irl); Lescott, Carroll, Welbeck e Walcott (Ing); Nasri, Menez e Cabaye (Fra); Ibrahimovic e Mellberg (Sve); Pepe, Postiga e Varela (Por); Van Persie (Ola).

la Polonia la squadra con pi cartellini gialli


ESPULSIONI: Papastathopoulos (Gre); Szczesny (Pol). 2 AMMONIZIONI: Holebas e Karagounis (Gre); J. Boateng (Ger); S. Poulsen (Dan); Polanski (Pol); Dzagoev (Rus). 1 AMMONIZIONE: Van Bommel, De Jong e Willems (Ola); Kvist, Jacobsen e Zimling (Dan); Postiga, Coentrao, Meireles e Ronaldo (Por); Badstuber (Ger); Balotelli, Bonucci, Chiellini, Maggio, Montolivo e Motta (Ita); Arbeloa, Jordi Alba, Torres, Xabi Alonso e Javi Martinez (Spa); Andrews, St Ledger, Whelan, Keane (Irl); Modric, Kranjcar e Schildenfeld (Cro); Young, Oxlade Chamberlain e Milner (Ing); Kallstrom, Elm, Mellberg, Svensson e J. Olsson (Sve); Rosicky, Jiracek, Kolar, Limbersky, Pekhart e Plasil (R. Ceca); Blaszczykowski, Lewandowski, Wasilewski, Perquis e Murawski (Pol); Zhirkov, Anyukov e Pogrebnyak (Rus), Selin e Tymoshchuk (Ucr); Debuchy, Mexes e Menez (Fra).

Diamo i numeri
VITTORIE SULLOLANDA

Portogallo

6
ULTIMA VITTORIA

Portogallo bestia nera degli olandesi: nei 10 precedenti, si sono imposti 6 volte, hanno pareggiato in 3 occasioni e perso una sola partita. Ruolino eccezionale, visto il blasone degli oranje. Lultimo (e unico) successo degli oranje sul Portogallo vecchio di quasi 21 anni. 16 ottobre 1991, 1-0 casalingo per la corsa a Euro 1992. In campo Gullit, Rijkaard e Van Basten. Il fantasista dellInter e Arjen Robben hanno esordito con la casacca oranje nella stessa occasione: 1-1 in amichevole col Portogallo (gol di Kluivert e Simao). Era il 30 aprile 2003.

Olanda

1991
DEBUTTO IN NAZIONALE

Sneijder

2003

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

21

PORTOGALLO-OLANDA

Nel Portogallo nessun cambio Van Bommel o Van der Vaart?


KHARKIV Le ultime dai ritiri portoghese e olandese. Qui Portogallo Tutti confermati. Fedele al motto che non si cambia una squadra vincente, Bento ripropone gli undici giocatori che hanno battuto 3 2 la Danimarca. Il c.t. del Portogallo teme la voglia di rivincita della squadra di Van Marwijk: Mi aspetto unOlanda allassalto, ma noi replicheremo. Cercheremo di giocare il nostro calcio con un unico obiettivo: vincere. Nel Portogallo c lincubo diffidati, ben quattro, con un nome pesante: Cristiano Ronaldo. Discreto sostegno di tifo: saranno in 5 mila a incitare la nazionale di Bento. Qui Olanda Cambiamenti in vista per lOlanda allultima spiaggia: Van Marwijk si finalmente deciso a schierare Huntelaar e Van Persie insieme dal primo minuto. Ieri rifinitura sul

prato del Metalist che diventato un po la casa dellOlanda in questo Europeo imprevedibile. Non avrei mai pensato che ci saremmo trovati ad aver bisogno dellaiuto degli altri per passare il turno ammette il capitano Van Bommel. Potrebbero esserci novit in vista anche per lui, visto che potrebbe partire dalla panchina (al suo posto Van der Vaart). Ma questo un dubbio che, a differenza di quelli dattacco, il c.t. non ha ancora sciolto. Oggi allo stadio arriveranno compagne e bambini, compresa Yolanthe Cabau, la moglie di Sneijder. LOlanda cerca di farsi coraggio nel momento pi difficile degli ultimi anni.

DANIMARCA-GERMANIA

Rommedahl e Zimling in tribuna Kroos si lamenta per la panchina


LVIV Le ultime dai ritiri tedesco e danese. Qui Danimarca Olsen garantisce che la sua squadra non far calcoli. Saremo troppo concentrati sulla nostra partita per badare a quello che succede fra Portogallo e Olanda. Certo sappiamo benissimo che con una determinata coincidenza di punteggi si pu passare il turno con un pareggio. Noi rispettiamo ma non temiamo la Germania. Abbiamo le nostre armi per contrastarli. Innanzitutto Nicklas Bendtner, il cannoniere, che pure il calciatore pi affermato del Paese. Sul piano delle scelte difficili i recuperi di Rommedahl (soprattutto) e di Zimling (si spera): al loro posto due fra J. Poulsen, Mikkelsen, C. Poulsen e Lasse Schne. Per il resto tutti confermati. Qui Germania Il laterale destro Jerome Boateng,

squalificato, sar rimpiazzato probabilmente da Lars Bender, con Benedikt Hwedes come altra opzione. Qualche problema di affaticamento per Mesut zil e dubbi per Lukas Podolski, non al massimo. Il ruolo di riserva non piace a Toni Kroos, che si lamentato in alcune interviste. Lw: normale che reclami un posto, titolare nel Bayern. Io devo fare delle scelte, ci sar spazio anche per lui. Su chi vorrebbe aiutare per il passaggio del turno, il c.t. ha detto: Guardo solo a noi e non voglio sentire il risultato dellaltra gara ogni 10 minuti. Se necessario, sar informato.

Le quote 0-2

Le quote GOMEZ

12,00
Olanda all'ultimissima spiaggia. Vincere non basta, serve uno scarto di almeno 2 gol sul Portogallo. E poi sperare nella buona fede di tedeschi e danesi.

2,20
Occhi puntati su Gomez, alla fine della 2a giornata goleador del torneo assieme a Dzagoev. A 2,75 la possibilit che resti in vetta fino alla fine.

RONALDO GOL

2,30
Ronaldo e Van Persie hanno deluso, ma restano i bomber pi temibili. Stessa quotazione per un gol: 2,30.
LA GIOCATA SUL RISULTATO 1 2,65 X 3,50 2 2,45

0-2

7,50
La vittoria della Germania con due gol di scarto considerata come uno dei risultati pi probabili.
LA GIOCATA SUL RISULTATO 1 5,00 X 3,50 2 1,70

GDS

GDS

laFotonotizia Dopo lEuropeo tocca alleuro Niente tragedie


Ieri limpresa allEuropeo. Oggi un voto che decider il destino del Paese, sospeso fra recessione e addio alleuro. Giorni di verdetti per la Grecia: e per quanto gli eventi non siano paragonabili, anche il successo a sorpresa della nazionale avr il suo impatto sulle urne. Preoccupazioni che sembrano lontanissime da questa coppia di tifosi classici, ritratta a poche ore dal calcio dinizio con la Russia. Good night and good luck. AFP

CONCORSO BETTER

Gazzetta.it
STATISTICHE E TUTTO QUELLO CHE SERVE NELLO SPECIALE
Gazzetta.it vi offre uno speciale sullEuropeo in corso fra Polonia e Ucraina, completo con tutto quello che vi serve sapere. Calendari, classifiche, statistiche, formazioni, cronache, commenti e i video, soprattutto quelli dellItalia con i nostri azzurri protagonisti: in particolare con Marchisio che, nonostante la giovane et, parla da leader e stimola il compagno Balotelli. Tutto questo e tanto altro anche nei nostri blog dedicati, come Azzurri, il dietro le quinte.

Lultimo appello per Ronaldo: lascer il segno?


Non ancora andato a segno, ma la fiducia in Ronaldo non diminuita. La sfida contro l'Olanda sembra essere l'occasione giusta per la prima gioia del bomber portoghese. E naturalmente partita la corsa alla scommessa su di lui nel concorso di Better Lui Segna e Tu Vinci. Da quando cominciato lEuropeo possibile puntare su un marcatore del match del giorno: in palio i premi quotidiani e un viaggio per due persone a New York.

22

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

MAGIC EUROPEO
I NUMERI: LE QUOTAZIONI, I PUNTI CONQUISTATI E LE CLASSIFICHE DEL 2 TURNO

Gomez il migliore, disastro olandese


Con lattaccante esulta anche Alessio, vincitore di giornata: Non pu mancare nel mio team
GUIDO CASAVOLA

PORTIERI
Cod. 107 123 111 128 137 150 102 124 126 105 127 145 147 133 140 108 119 148 117 115 144 114 104 110 134 136 143 122 138 149 132 103 112 101 125 106 130 141 120 118 146 129 121 116 Nome CECH LASTUVKA DROBNY PLETIKOSA SUBASIC LINDEGAARD ANDERSEN LLORIS MANDANDA CARRASSO NEUER WIESE ZIELER SIFAKIS TZORVAS CHALKIAS HART BUTLAND GREEN GIVEN WESTWOOD FORDE BUFFON DE SANCTIS SIRIGU STEKELENBURG VORM KRUL SZCZESNY TYTON RUI PATRICIO BETO EDUARDO AKINFEEV MALAFEEV CASILLAS REINA VALDES ISAKSSON HANSSON WILAND PYATOV KOVAL GORYAINOV Squ. (CEC) (CEC) (CEC) (CRO) (CRO) (DAN) (DAN) (FRA) (FRA) (FRA) (GER) (GER) (GER) (GRE) (GRE) (GRE) (ING) (ING) (ING) (IRL) (IRL) (IRL) (ITA) (ITA) (ITA) (OLA) (OLA) (OLA) (POL) (POL) (POR) (POR) (POR) (RUS) (RUS) (SPA) (SPA) (SPA) (SVE) (SVE) (SVE) (UCR) (UCR) (UCR) Costo Punti 10 4 1 1 7 5 1 1 1 3 13 6 1 1 15 5,5 1 1 5 6 3 1 3 13 4 1 1 7 1 1 1 14 5 1 1 12 4 1 1 8 1 5 9 4 1 1 8 2 5,5 15 6 1 1 8 3 1 1 5 5 3 2 -

Doma36 in onore di Dominika, moglie polacca. Una scelta di cuore quella di Alessio Parisi, 30 anni, vincitore della seconda giornata del Magic Europeo. Il nome della squadra un omaggio romantico alla sua compagna, sposata due anni fa. Sul campo le scelte di Alessio sono ponderate e facilitate da tanti anni di passione per il calcio e il fantacalcio. Non a caso nel 2010 stato il vincitore della Magic Champions. Un anno doro per lui: la sua Inter fa il Triplete e la sua Magic squadra domina il torneo. Nella vita Alessio un tecnico informatico e, da esperto di numeri e algoritmi, la forza di Doma36 si basa su dati certi. Uno su tutti, Mario Gomez, capocannoniere di questo europeo (insieme a Dzagoev) con tre reti. Dopo tutti i gol realizzati in Bundesliga, il centravanti del Bayern Monaco non poteva mancare nella mia squadra. Come dargli torto?
La sorpresa Se sul centravanti tedesco cerano pochi dubbi, la vera sorpresa nel suo tridente si chiama Bendtner. Lariete danese con la doppietta al Portogallo stato il migliore di giornata proprio insieme a Gomez (14 punti per entrambi). E Alessio stato uno dei pochi fantallenatori a credere in lui: La scelta di Bendtner non casuale, compare spesso nelle mie formazio-

Il vincitore Alessio Parisi, 30 anni

ni. Ho deciso di puntare molto sul cosiddetto girone di ferro, ero convinto che si sarebbe segnato molto. E infatti a completare il reparto c Van Persie che con il suo gol alla Germania ha rivitalizzato un po il suo Europeo non proprio allaltezza delle aspettative. Poca Italia: Fra gli azzurri ho scelto solo Pirlo. Lui il punto cardine di tutta lItalia, i suoi voti sono sempre una garanzia E in vista del rischio accordo tra Spagna e Croazia nella prossima giornata, Alessio sicuro: La Spagna campione del mondo e dEuropa non si abbasser a certe scorrettezze. Se fossimo stati noi al loro posto avremmo sicuramente pensato al biscotto. Sincero. E se ieri sera, nella sua casa a Montecarlo in provincia di Lucca si tifato Polonia, Prandelli e gli italiani perdoneranno il tradimento. Al cuor, si sa, non si comanda.
RIPRODUZIONE RISERVATA

DIFENSORI
Cod. 250 236 298 242 258 229 283 305 300 291 297 316 202 253 245 282 215 309 234 231 285 226 265 254 287 256 216 243 209 264 292 240 276 302 241 274 275 303 Nome Squ. KADLEC (CEC) GEBRE SELASSIE (CEC) SIVOK (CEC) HUBNIK (CEC) LIMBERSKY (CEC) CORLUKA (CRO) PRANJIC (CRO) VIDA (CRO) STRINIC (CRO) SCHILDENFELD (CRO) SIMUNIC (CRO) BULIJAT (CRO) AGGER (DAN) KJAER (DAN) JACOBSEN (DAN) POULSEN S. (DAN) BJELLAND (DAN) WASS (DAN) EVRA (FRA) DEBUCHY (FRA) RAMI (FRA) CLICHY (FRA) MEXES (FRA) KOSCIELNY (FRA) REVEILLERE (FRA) LAHM (GER) BOATENG (GER) HUMMELS (GER) BADSTUBER (GER) MERTESACKER (GER) SCHMELZER (GER) HOEWEDES (GER) PAPASTATHOPOULOS(GRE) TOROSSIDIS (GRE) HOLEBAS (GRE) PAPADOPOULOS A. (GRE) PAPADOPOULOS K. (GRE) TZAVELLAS (GRE) Costo Punti 10 6,5 6 7,5 6 5,5 5 2 6,5 8 6 6 6 5 5 7,5 4 5,5 4 3 9 6 7 5 6 6,5 5 5,5 4 2 9 8 5,5 8 6 7 6 7 6 6 5 13 7 9 5,5 8 6 6 6 5 4 3 8 7 4,5 6 5 6 5 4,5 4 -

CLASSIFICA GENERALE
POS. MAGIC MANAGER CITT SQUADRA PUNTI

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

Davide Collareta Luca Spatari Giuseppe Russo Luca Blarasin Luca Blarasin Flavio Spione Marco Cinelli Franco Sidoti Davide Collareta Ermes Dovico

Genova (GE) Giaveno (TO) Caltanissetta (CL) Sesto San Giovanni (MI) Sesto San Giovanni (MI) Roma (RM) Anagni (FR) Milano (MI) Genova (GE) Capo D'Orlando (ME)

Europec56 Il Bomber 48 Tex Del Laf Zagor 17 Zagor 29 Coachfla21 Eurosbaffoni41 Italy 3 Europec64 Interlude

184 183 177 176 176 175 175 174,5 174,5 174,5

228 301 246 257 247 210 317 319 273 307 233 299 252 269 315 261 225 212 219 201 211 270 304 239 262 221 311 306 220 281 279 310 308 218 251 227 277 222 289 278 288 266 313 244 206 213 318 314 280 294 248 207 203 249 272 263 238 260 271 205 290 267 293 284 320 223 255 295

COLE A. TERRY JOHNSON LESCOTT JONES BAINES JAGIELKA KELLY M. O'SHEA WARD DUNNE ST LEDGER KELLY O'DEA MC SHANE MAGGIO CHIELLINI BARZAGLI BONUCCI ABATE BALZARETTI OGBONNA VAN DER WIEL HEITINGA MATHIJSEN BOUMA WILLEMS VLAAR BOULAHROUZ PISZCZEK PERQUIS WAWRZYNIAK WASILEWSKI BOENISCH KAMINSKI COENTRAO PEPE BRUNO ALVES ROLANDO PEREIRA RICARDO COSTA MIGUEL LOPES ZHIRKOV IGNASHEVICH ANYUKOV BEREZUTSKI A. KOMBAROV SHARONOV PIQUE SERGIO RAMOS JORDI ALBA ARBELOA ALBIOL JUANFRAN OLSSON M. MELLBERG GRANQVIST LUSTIG OLSSON J. ANTONSSON SAFARI MIKHALIK SELIN RAKITSKIY KHACHERIDI BUTKO KUCHER SHEVCHUK

(ING) (ING) (ING) (ING) (ING) (ING) (ING) (ING) (IRL) (IRL) (IRL) (IRL) (IRL) (IRL) (IRL) (ITA) (ITA) (ITA) (ITA) (ITA) (ITA) (ITA) (OLA) (OLA) (OLA) (OLA) (OLA) (OLA) (OLA) (POL) (POL) (POL) (POL) (POL) (POL) (POR) (POR) (POR) (POR) (POR) (POR) (POR) (RUS) (RUS) (RUS) (RUS) (RUS) (RUS) (SPA) (SPA) (SPA) (SPA) (SPA) (SPA) (SVE) (SVE) (SVE) (SVE) (SVE) (SVE) (SVE) (UCR) (UCR) (UCR) (UCR) (UCR) (UCR) (UCR)

12 11 11 6 5 5 3 3 7 5 5 4 4 2 2 13 11 10 7 6 6 3 12 8 6 6 5 4 4 11 7 5 5 4 4 12 9 7 6 6 4 1 11 7 6 4 3 3 14 13 10 6 4 1 7 6 5 5 4 2 1 7 5 5 4 4 4 2

5,5 6 4 6 5,5 4,5 4 4,5 5 5 6 5 6 6 4,5 5,5 5,5 6 5 6 9 6 5 5,5 6 6,5 5,5 6,5 6,5 6 6 6 9 5 5,5 4,5 4,5 4 5 -

CENTROCAMPISTI
Cod. 602 550 591 599 589 542 637 639 575 615 597 558 526 588 544 625 503 529 Nome ROSICKY JIRACEK PLASIL REZEK PETRZELA HUBSCHMAN DARIDA KOLAR MODRIC SRNA RAKITIC KRANJCAR DUJMOVIC PERISIC ILICEVIC VUKOJEVIC BADELJ ERIKSEN Squ. (CEC) (CEC) (CEC) (CEC) (CEC) (CEC) (CEC) (CEC) (CRO) (CRO) (CRO) (CRO) (CRO) (CRO) (CRO) (CRO) (CRO) (DAN) Costo Punti 13 5,5 8 9,5 7 6,5 7 5 4 7,5 4 4 4,5 19 6 13 6,5 11 6 7 5 5 6 4 4 6 2 12 5,5

CLASSIFICA DI GIORNATA
POS. MAGIC MANAGER CITT SQUADRA PUNTI

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

Alessio Parisi Andrea Paoletti Roberto Cinque Alessio Parisi Andrea Bartolucci Andrea Ledonne Luca Blarasin Claudio Liuni Alessandro Furnari Alessandro Furnari

Montecarlo (LU) Firenze (FI) Novara (NO) Montecarlo (LU) Umbertide (PG) Foggia (FG) Sesto San Giovanni (MI) Fonte Nuova (RM) Taranto (TA) Taranto (TA)

Doma 36 Spain3 Faiv 186 Misia 28 Spa2 Evolution Zagor 17 Bulldozer Spagnolo Gs7 Af10

97 97 96 96 96 95,5 95,5 95,5 95,5 95,5

560 593 612 633 551 594 600 582 564 512 580 567 569 521 586 609 559 598 578 538 555 608 540 507 532 584 554 553 533 565 640 535 632 574 522 587 638 571 525 543 627 502 537 570 636 590 566 518 576 618 520 585 536 601 614 622 616 621 516 606 509 605 592 524 629 579 573 581 572 577 623 596 604 635 515 527 611 547 634 519 641 610 545 613 631 530 630 513 511 549 552 528

KVIST POULSEN C. SILBERBAUER ZIMLING KAHLENBERG POULSEN J. RIBERY NASRI MALOUDA CABAYE M'VILA MARTIN MATUIDI DIARRA A. OZIL SCHWEINSTEIGER KROOS REUS MUELLER GOTZE KHEDIRA SCHUERRLE GUENDOGAN BENDER L. FETFATZIDIS NINIS KATSOURANIS KARAGOUNIS FOTAKIS MANIATIS FORTOUNIS GERRARD YOUNG MILNER DOWNING PARKER HENDERSON McGEADY DUFF HUNT WHELAN ANDRES GIBSON McCLEAN GREEN P. PIRLO MARCHISIO DE ROSSI MONTOLIVO THIAGO MOTTA DIAMANTI NOCERINO GIACCHERINI ROBBEN SNEIJDER VAN DER VAART STROOTMAN VAN BOMMEL DE JONG N. SCHAARS BLASZCZYKOWSKI RYBUS POLANSKI DUDKA WOLSKI MURAWSKI MIERZEJEWSKI NANI MEIRELES MOUTINHO VELOSO QUARESMA RUBEN MICAEL VIANA CUSTODIO DZAGOEV SHIROKOV IZMAILOV ZYRYANOV DENISOV GLUSHAKOV SEMSHOV INIESTA SILVA XAVI FABREGAS XABI ALONSO CAZORLA BUSQUETS JAVI MARTINEZ KALLSTROM ELM

(DAN) (DAN) (DAN) (DAN) (DAN) (DAN) (FRA) (FRA) (FRA) (FRA) (FRA) (FRA) (FRA) (FRA) (GER) (GER) (GER) (GER) (GER) (GER) (GER) (GER) (GER) (GER) (GRE) (GRE) (GRE) (GRE) (GRE) (GRE) (GRE) (ING) (ING) (ING) (ING) (ING) (ING) (IRL) (IRL) (IRL) (IRL) (IRL) (IRL) (IRL) (IRL) (ITA) (ITA) (ITA) (ITA) (ITA) (ITA) (ITA) (ITA) (OLA) (OLA) (OLA) (OLA) (OLA) (OLA) (OLA) (POL) (POL) (POL) (POL) (POL) (POL) (POL) (POR) (POR) (POR) (POR) (POR) (POR) (POR) (POR) (RUS) (RUS) (RUS) (RUS) (RUS) (RUS) (RUS) (SPA) (SPA) (SPA) (SPA) (SPA) (SPA) (SPA) (SPA) (SVE) (SVE)

7 5 5 4 4 4 21 16 10 8 7 7 4 3 20 17 13 13 13 12 8 8 4 3 9 8 7 6 5 4 4 17 14 7 6 5 4 9 9 6 6 5 4 2 1 22 13 11 8 7 7 6 3 22 21 12 8 7 5 5 12 7 6 4 4 4 4 17 13 10 9 8 4 3 2 15 11 7 7 6 5 4 22 20 19 16 13 12 8 5 11 9

6,5 5,5 7 5 10 6 6 6,5 6,5 9,5 6 7 5 5,5 6 5,5 5 7,5 6 4,5 6,5 5 5 4,5 5,5 5 10 6,5 7 5 6 5,5 5,5 6,5 6,5 5 5,5 10 6 6 5,5 6 7 4,5 6 6 9 5,5 6 5 7 11 7 9,5 6 6,5 5,5 6,5 6

562 628 617 504 626 557 501 619 583 534 603 541

LARSSON WILHELMSSON SVENSSON BAJRAMI WERNBLOOM KONOPLYANKA ALIYEV TYMOSHCHUK NAZARENKO GARMASH ROTAN GUSEV

(SVE) (SVE) (SVE) (SVE) (SVE) (UCR) (UCR) (UCR) (UCR) (UCR) (UCR) (UCR)

8 8 4 3 3 10 8 6 5 4 4 4

7,5 6 5,5 4,5 5 5

ATTACCANTI
Cod. 851 858 859 806 844 831 822 833 808 863 837 847 809 826 846 874 807 836 827 860 824 868 867 841 865 879 881 813 856 817 834 821 880 815 843 805 820 825 814 810 875 829 838 802 816 850 840 854 811 870 864 828 803 853 876 804 835 857 861 842 873 845 883 832 852 830 823 872 866 882 869 848 878 819 884 Nome Squ. NECID (CEC) PEKHART (CEC) PILAR (CEC) BAROS (CEC) MANDZUKIC (CRO) JELAVIC (CRO) EDUARDO DA SILVA (CRO) KALINIC (CRO) BENDTNER (DAN) ROMMEDAHL (DAN) KROHN-DEHLI (DAN) MIKKELSEN (DAN) BENZEMA (FRA) GIROUD (FRA) MENEZ (FRA) VALBUENA (FRA) BEN ARFA (FRA) KLOSE (GER) GOMEZ (GER) PODOLSKI (GER) GEKAS (GRE) SAMARAS (GRE) SALPINGIDIS (GRE) LIBEROPOULOS (GRE) ROONEY (ING) WALCOTT (ING) WELBECK (ING) CARROLL (ING) OXLADE-CHAMBERLAIN (ING) DEFOE (ING) KEANE (IRL) DOYLE (IRL) WALTERS (IRL) COX (IRL) LONG (IRL) BALOTELLI (ITA) DI NATALE (ITA) GIOVINCO (ITA) CASSANO (ITA) BORINI (ITA) VAN PERSIE (OLA) HUNTELAAR (OLA) KUYT (OLA) AFELLAY (OLA) DE JONG L. (OLA) NARSINGH (OLA) LEWANDOWSKI (POL) OBRANIAK (POL) BROZEK (POL) SOBIECH (POL) RONALDO (POR) HELDER POSTIGA (POR) ALMEIDA (POR) NELSON OLIVEIRA (POR) VARELA (POR) ARSHAVIN (RUS) KERZHAKOV (RUS) PAVLYUCHENKO (RUS) POGREBNYAK (RUS) LLORENTE (SPA) TORRES (SPA) MATA (SPA) PEDRO (SPA) JESUS NAVAS (SPA) NEGREDO (SPA) IBRAHIMOVIC (SVE) ELMANDER (SVE) TOIVONEN (SVE) ROSENBERG (SVE) YARMOLENKO (UCR) SHEVCHENKO (UCR) MILEVSKIY (UCR) VORONIN (UCR) DEVIC (UCR) SELEZNYOV (UCR) Costo Punti 16 14 6 13 10 11 5,5 16 10 14 5 12 5 18 14 12 5 11 7 5 5 26 7,5 20 15 9,5 13 10 25 6 22 14 20 5,5 15 9 13 4 11 4,5 8 23 16 11 15 9,5 14 9 12 11 18 5 11 11 5 10 4,5 7 21 5,5 20 6 19 16 6 7 31 9 21 5,5 14 10 5 8 2 23 5,5 13 5,5 8 6 34 3,5 13 9,5 11 8 6 6 10,5 16 7 15 5 13 5 12 20 19 13,5 15 13 8 7 31 6,5 16 5 12 7 16 5,5 16 6 11 5,5 8 4,5 7 5 5 -

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

23

MAGIC EUROPEO

Ritorna Rooney Carroll-Welbeck: e ora chi esce?


Il centravanti titolare ha scontato la squalifica. E per lInghilterra stavolta c un problema di abbondanza

MAGIC MERCATO SOTTO LA LENTE DINGRANDIMENTO

Reti, assist, voti alti Ma ti compro solo se passi ai quarti


Da Bendtner a Pilar, i fantallenatori snobbano le rivelazioni dellEuropeo e vanno sul sicuro con Torres-Hummels

Wayne Rooney, 26 anni, ha gi partecipato a Euro 2004 AFP


DAL NOSTRO INVIATO

Nicklas Bendtner, 24, due reti ma poco appeal al Magic Europeo REUTERS
MATTIA BAZZONI

STEFANO BOLDRINI KHARKIV (Ucraina)

Strano davvero il calcio. Fino a due giorni fa, il grande problema dellInghilterra era lassenza di Wayne Rooney, ma ora che il centravanti del Manchester United pu finalmente tornare in campo dopo aver scontato i due turni di squalifica, la questione unaltra: chi mandare in panchina, tra Carroll e Welbeck, per cedere il posto allunico fuoriclasse dOltremanica? Roy Hodsgon, che ieri ha visitato la fabbrica-museo di Oskar Schindler, luomo che salv oltre 1.100 ebrei durante la Seconda guerra mondiale, dopo il 3-2 sulla Svezia ha detto: Carroll e Welbeck sono stati bravissimi. Hanno segnato e ci hanno permesso di vincere, ma Rooney un giocatore speciale. E in grande forma e linserimento di un campione come lui metter ulteriore pressione sugli ucraini.
Rooney pronto Il ballottaggio cominciato. Sar il tormentone di questa lunga vigilia che porta alla gara con lUcraina, in cui lInghilterra ha due risultati su tre per qualificarsi. Rooney scalpita. Ha seguito le gare come un tifoso qualsiasi, esultando al gol di Welbeck e intristendosi quando la Svezia, in un quarto dora, ha spalancato le porte dellinferno

Prestazione super contro la Svezia: Walcott dorme sonni tranquilli, giocher dal 1
agli inglesi: Mi rende decisamente pi nervoso guardare le partite che giocare ha cinguettato Wayne su twitter . Contro la Svezia stata durissima, ma per fortuna andata bene. Ora non vedo lora di debuttare in questo Europeo. La moglie Coleen e il figlio Kai sono al seguito: non manca nulla per affrontare da protagonista la prima gara della competizione e spaccare la porta. Rooney di gran lunga il miglior attaccante inglese. Questanno ha firmato 35 gol in totale, ma non segna nei grandi tornei internazionali dal 2004. LInghilterra salt lEuropeo di Austria e Svizzera del 2008, mentre Wayne stecc al Mondiale sudafricano del 2010. Stavolta la musica potrebbe essere diversa.
Il gioco della torre Nel gioco della torre, ci sono buoni motivi per credere che il sacrificato possa essere Andy Carroll. Hodgson dovrebbe infatti schierare il trio United, con Young esterno di sinistra, Rooney centravanti arretrato e Welbeck in posizione pi avanzata. Ma contro gli svedesi andato

meglio Carroll, nonostante il gol-partita firmato da Welbeck. Il centravanti del Liverpool sa gestire meglio il pallone e ha il fisico per lottare contro i centrali dellUcraina. In teoria, Hodgson potrebbe anche compiere una scelta pilatesca e cio non scegliere, togliendo ad esempio Young e schierare unInghilterra con tre attaccanti: Rooney arretrato e il duo Carroll-Welbeck davanti, ma una formula come questa non nelle corde del tecnico dellInghilterra.
Walcott In attesa degli eventi,

LE SCELTE DI ROY

Andy Carroll, 23 anni ANSA

Walcott pu dormire in beata tranquillit. I 34 minuti giocati contro la Svezia dovrebbero garantirgli la maglia da titolare: il gol, lassist per il 3-2 di Welbeck e gli allunghi in velocit che hanno mandato in tilt la difesa degli scandinavi hanno cambiato la gara. Theo non segnava in nazionale dalla famosa tripletta di Zagabria, ai tempi di Fabio Capello, quasi quattro anni fa: 10 settembre 2008. Walcott ha solo 23 anni ed in grado di ritrovare il tempo perduto, tra infortuni e cali di forma inspiegabili. Lui e Rooney possono compiere un autentico miracolo: far diventare protagonista unInghilterra sulla quale nessuno era disposto a scommettere. Neppure i tifosi: laltra sera, a Kiev, appena 5 mila contro i 28 mila svedesi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lintimo in mondovisione gli valso i rimbrotti Uefa, non la fiducia dei Magic manager. Del resto, statistiche alla mano, il fantacalcio non mestiere per il gentil sesso. Ma pare che la doppietta di Bendtner contro il Portogallo non abbia sedotto nemmeno laltra met del cielo. Lattaccante danese ha una media punti pi alta di quella di Ibrahimovic (10 a 8), ma compare in un decimo delle squadre rispetto allo svedese dal volo prenotato (380 contro 3.793, solo il 2,1% dei fantallenatori crede in lui). E nellultima giornata non si neppure scatenata la corsa allacquisto (+10 squadre soltanto).
Campagna acquisti Confeziona-

190 fantallenatori, nonostante abbia gi messo a segno un gol e servito un assist vincente; talento-Eriksen perde quota, in 20 lhanno ceduto nella scorsa giornata. Il discorso vale per tutte le Euro sorprese che rischiano il rimpatrio. Lucraino Konoplyanka gioca in 206 Magic team, la prima giornata erano 194: praticamente nessun cambiamento; Pilar il bomber della Repubblica Ceca, ma ha la fiducia di soli 136 manager (e uno striminzito +10 rispetto alla prima giornata); Mandzukic esalta la Croazia, non i fantallenatori: in 295 team con una variazione appena percettibile di +16.
Occhio lungo In altre parole, il Magic manager guarda lontano. E al momento dellingaggio misura i voti con le probabilit di passaggio del turno. Si spiega cos la fuga di massa dai giocatori olandesi (Robben -279 team, Sneijder -128, profondo rosso Van Persie, cacciato da 301 squadre) e la corsa parallela per accaparrarsi tedeschi (Gomez +339, Hummels +260), spagnoli (Torres +305, Fabregas +154) e francesi (Benzema +176, Debuchy +139). Una piccola osservazione: anche Di Natale e Chiellini sono in deciso rialzo. A pensarci bene, non forse questo lanti-biscotto migliore?
RIPRODUZIONE RISERVATA

Theo Walcott, 23 anni LAPRESSE

Danny Welbeck, 21 anni REUTERS

re un abito arte, mettere le toppe perizia. La vicenda-Bendtner mostra che la tendenza dei fantacalcisti quella di centellinare le 25 compravendite a disposizione e di farsi sordi al richiamo delle sirene. La Danimarca non partita con i favori del pronostico, e nemmeno il bellinizio con lOlanda smuove lo scetticismo che riguarda un po tutti i suoi giocatori. Il terzino Jacobsen, 1 assist allattivo, 6,25 di media voto, fra i meno acquistati in assoluto (lo si trova in 85 Magic team); la rivelazione del Brondby, Krohn-Dehli, ha solo

24
#

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

MERCATO

TABELLA DI MARCIA
Gli impegni estivi dei nerazzurri

4
S

5 luglio Ritrovo ad Appiano Gentile e partenza per Pinzolo (Trento)

S
12 luglio Prima amichevole contro un avversario da definire

Viavai allInter
Operazione tesoretto 10 milioni per Maicon e il Real a un passo
Moratti vuole tagliare gli ingaggi: futuro incerto per Julio Cesar e Sneijder. Castaignos verso il West Ham
FILIPPO DI CHIARA LUCA TAIDELLI MILANO

S
15 luglio Seconda amichevole con un avversario da definire e rientro a Milano

S
20 luglio Sorteggio dei preliminari di Europa League

S
21 luglio Trofeo Tim con Juventus e Milan

S
24 luglio Amichevole a Como contro avversario da definire

S
28 luglio Ultimo test pre Europa League

S
2 agosto Andata del primo turno preliminare di Europa League

S
9 agosto Ritorno del primo turno preliminare di Europa League

Eppur si muove. Il mercato in uscita dellInter sta per decollare, sbloccando le manovre in uscita. Dopo aver incassato 8 milioni dalla cessione a titolo definitivo di Goran Pandev al Napoli, i nerazzurri potrebbero aumentare il tesoretto piazzando Maicon e Castaignos. Ma nei piani di Moratti, Branca e Ausilio il taglio del monte ingaggi, con relativa rivoluzione della rosa, porterebbe ad altre partenze eccellenti. Quelle per certi versi annunciate di Forlan e Lucio, ma anche di Julio Cesar, Pazzini e Sneijder, malgrado un Europeo moscio che rischia di abbassarne il valore.
Partenza vicina I pi prossimi al-

laddio sono Castaignos, Lucio e Maicon. Su questultimo c il Chelsea sullo sfondo e molto forte il Real Madrid, che con 10 milioni pu chiudere a breve. Una cifra inferiore rispetto ai 25 offerti due anni fa. Ma ora il Colosso, per trovare una collocazione al quale i nerazzurri hanno dato mandato a un agente Fifa, va verso le 31 primavere (26 luglio), ha un contratto in scadenza tra dodici mesi e

prende 4 milioni netti a stagione. Ecco perch lInter finirebbe per incassarne 18: i 10 di cartellino pi gli 8 lordi di ingaggio. Diverso il discorso di Castaignos. Sul 19enne attaccante olandese ci sono West Ham (che nei giorni scorsi ha messo sul piatto 8 milioni), Swansea, Psv, Feyenoord ed Hoffenheim. E certe cifre di questi tempi si rifiutano a fatica. Anche se ci si priverebbe di un ragazzo su cui si puntava parecchio, ma con cui si rotto qualcosa dopo le tre giornate di squalifica per lo sputo a Raggi. Discorso opposto per Lucio. Ieri il 34enne brasiliano ha spiegato: Andrei al Fenerbahce, ma lultima parola spetta allInter. Tradotto: avendo altri due anni di contratto, mi aspetto una buonuscita. Che alla fine potrebbe arrivare, perch 16 milioni di stipendio risparmiati (4 netti per due anni) valgono comunque la pena.
Tempi pi lunghi Cos come per

Forlan, che ha un altro anno di contratto a 4 milioni. Elemento che scoraggia i possibili acquirenti, che anche per questo proveranno e non scucire un euro per il cartellino del Cacha, la grande delusione di una stagione deludente per quasi tutti i nerazzurri. Se a pesare sono

gli ingaggi, il primo che andrebbe piazzato Wesley Sneijder. Con altri tre anni a 6 milioni netti a stagione, lolandese libererebbe 36 milioni lordi. Cui bisognerebbe aggiungere quelli del cartellino, che per difficilmente sarebbero non pi di 15-20. I grandi club europei per ora restano alla finestra. Cos come tutti vogliono i ragazzi della Primavera (incontrato il Catania per Crisetig e Roman), ma mancano le offerte per Julio Cesar, 33 anni a settembre e lombra lunga di Handanovic alle spalle. Il brasiliano (4,5 milioni garantiti per le prossime due stagioni) ha annusato laria e gi il 25 maggio, alla festa della Curva Nord, ribadito che vuole restare. In compenso ieri la moglie, Susana Werner, ha twittato un pi sibillino neanche io so cosa succeder. Cedere Julio significherebbe un paio di milioni di cartellino e 18 risparmiati in ingaggio. Pazzini, infine. Lui prende appena 2,5 allanno, che sono pur sempre 15 lordi sino al 2015. Ma nel gennaio 2011 ne era costato 19 quindi, malgrado gli ammortamenti vari, lInter non pu cederlo per meno di 12-13. Non facile. Ma se Ancelotti...
RIPRODUZIONE RISERVATA

RECOBA VINCENTE
Alvaro Recoba segna e il Nacional di Montevideo conquista il titolo uruguaiano. E dellex giocatore dellInter il gol dell1-0 nella finale con il Defensor. Nei prossimi giorni Recoba potrebbe trasferirsi nel campionato cinese. Il mancino uruguaiano vicino a trovare laccordo con lo Shangai Shenhua dove milita Nicolas Anelka

i 18 milioni
Maicon
Il Real Madrid pagherebbe 10 il cartellino e lInter risparmierebbe gli 8 lordi per lultimo anno di contratto

Chi pu partire

Le cifre indicano anche il risparmio per gli ingaggi

i 16 milioni
Lucio
C il rischio buonuscita, ma verranno risparmiati 8 milioni lordi di ingaggio per due anni

i 20 milioni
Julio Cesar
Il portiere ha due anni di contratto a 4,5 milioni netti. Anche vendendolo a 2, in tutto ne entrerebbero 20

i 56 milioni Wesley Snejider


Lolandese pu valere 20 milioni e ne prende 6 netti a stagione per i prossimi tre anni, quindi 36 lordi

i 8 milioni
Diego Forlan
Ha un altro anno di contratto a 4 milioni. Anche a cederlo gratis, lInter risparmierebbe 8 milioni lordi

i 28 milioni
Giampaolo Pazzini
Ha altri 3 anni di contratto a 2,5 milioni. Oltre ai 15 di ingaggio, dalla cessione potrebbero arrivarne 12 13

Debuchy: prima offerta Nuove fasce con Kolarov


Ecco 5 milioni per il francese: il Lilla vuole di pi. Destro, Giovinco e Silvestre: si decide
MILANO

La cessione di alcuni big si avvicina e lInter apparecchia la tavola per una serie di operazioni in entrata. Per ora sono stati riscattati Guarin dal Porto e Poli dalla Sampdoria ed arrivato Palacio dal Genoa. Con i rossobl di Preziosi si cercher di chiudere nei prossimi giorni per Destro, attualmente a met con il Siena. Ma in settimana potrebbe arrivare la stretta anche per Aleksandar Kolarov e Mathieu Debuchy.

h 10 milioni
Mathieu Debuchy
Per il 27enne nazionale francese il Lilla vuole 10 milioni. Ma lottimo Europeo non fa il gioco dellInter

h 10 milioni
Aleksandar Kolarov
Per il 26enne serbo il City ha detto no ad unofferta di 8 milioni. Salendo fino a 10 lInter pu chiudere

Juan Jesus. In settimana ci sar anche un altro contatto col Palermo per risolvere la compropriet di Emiliano Viviano (poi destinato ad essere girato alla Fiorentina) e riprovarci per Silvestre. Dopo aver offerto - senza successo - la met del portiere e 4 milioni per largentino, lInter ha proposto ai rosanero di scorporare le due trattative. Ma Zamparini per ora insiste nel chiedere almeno 12 milioni. E sullo sfondo c sempre Andreolli, anche se il d.s. del Chievo Sartori ha sparato alto malgrado il centrale vada in scadenza lanno prossimo.
Attacco ingarbugliato Pi ingarbugliato il discorso sugli attaccanti. Giovinco si potr fare solo se la Juve non lo riscatter

E SE A FINE RIVOLUZIONE FOSSE COSI?

Chi pu arrivare

Indicato solo il valore dato dai club di appartenenza

h 10 milioni
Matias Silvestre
Tanto chiede il Palermo per il difensore 27enne. LInter gioca al ribasso e sullo sfondo c Andreolli

h 13 milioni
Mattia Destro
E il valore minimo che il Genoa d allattaccante marchigiano, 21 anni, che verr riscattato dal Siena

h 25 milioni Sebastian Giovinco


Lazzurro a met tra Juventus e Parma, che devono decidere cosa fare entro il 22 giugno

Gli esterni Per il 26enne mancino del City a fine maggio fu rifiutata unofferta da 8 milioni. Nei giorni scorsi sono ripresi i contatti, anche se lex Lazio a Manchester prende un ingaggio importante (oltre 3 milioni, che superano i 5 con premi e bonus). Lui vuole una grande che gli prospetti una maglia da titolare e continua a lanciare messaggi chiari. Debuchy invece tace e corre sulla destra per la Francia. Il suo ottimo Europeo per non aiuta lInter, con la quotazione a rischio impennata. Tanto che il presidente del Lilla ha gi iniziato il giochino del non intendiamo cedere il giocatore. Respinto un primo assalto da 5, con 8-10 milioni laffare si pu chiudere. Centralone e centrali Con il City

Cambiamenti anche in societ. Umberto Marino nuovo direttore organizzativo


dal Parma. Emiliani con cui viene sempre monitorato Borini, a sua volta a met con la Roma. Per Gaston Ramirez invece c una richiesta da 20 milioni del Bologna, ammortizzabile per inserendo delle contropartite tecniche.
Ecco Marino Ma la rivoluzione nellaria anche in societ. Dopo il d.g. Marco Fassone dal Napoli, l1 luglio arriver Umberto Marino, direttore organizzativo e segretario generale per 11 anni alla Sampdoria, destinato a ricoprire lo stesso ruolo nellInter, dove far il trait dunion tra squadra e segreteria.
lu.tai.
RIPRODUZIONE RISERVATA

h 20 milioni
Gaston Ramirez
Tanto vuole il Bologna, ma lInter inserirebbe diverse contropartite tecniche gradite ai rossoblu

Nigel De Jong
GDS

h 8 milioni

Allolandese scade il contratto nel 13, quindi il City o lo vende subito o lo perder a parametro zero

verr fatto un altro tentativo per Nigel De Jong, mastino di centrocampo anche lui messo ai margini da Roberto Mancini e in scadenza nel 2013. Senza dimenticare il preferito Yann MVila (21enne per il quale per il Rennes chiede 20 milioni), lInter ha di fatto bloccato Gaby Mudingayi, 30enne belga del Bologna, cui andrebbero tre contropartite tecniche, tra cui

Fissaggio chimico Mapex


Fissati per forza!
Prova la

Dal 1 giugno, presso i migliori rivenditori specializzati Mapei, la forza della qualit, i vantaggi di una grande promozione: un set completo di 8 cartucce e 20 miscelatori per il tuo lavoro, pi un fantastico zaino trekking per il tuo tempo libero.

Qualit!
8 Mapex
in un fantastico zaino da trekking!*
MAPEFIX PE SF 300/380 FISSAGGI LEGGERI E SU MURATURA

MAPEFIX VE SF 300/380 FISSAGGI PESANTI E STRUTTURALI

* Fino ad esaurimento scorte.

Mapei e i professionisti: approfondiamo insieme su www.mapei.it

26

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

GAZZETTA SUMMER
TUTTO IL ROSA DELL ESTATE

ANCHE QUESTANNO LA GAZZETTA DELLO SPORT APPRODA IN RIVIERA PER INONDARE LA CITT E LA SPIAGGIA DI EVENTI, GIOCHI, FESTE E SPORT. INSOMMA, DIVERTIMENTO DALLA MATTINA ALLA SERA, PASSANDO PER GLI EUROPEI E LE OLIMPIADI. PER UNESTATE TOTAL PINK.
SPIAGGIA RISTORANTE SPA
Cerv a / Mi ano Maritt ma

PARTE GAZZETTA SUMMER E MILANO MARITTIMA SI TINGE DI ROSA.

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

27

lAvventuroso
di REINHOLD MESSNER

UN POSTO PER ENZO COZZOLINO NEL PANTHEON DELLALPINISMO


di altrettanta fama. E invece la merita pienamente. Enzo Cozzolino morto esattamente 40 anni fa. Ne aveva soltanto 23. Stava salendo la Torre di Babele, nel gruppo del Civetta. Cose normali per lui, che aveva certamente fatto il 7 grado in quegli anni in cui tale difficolt ancora non era stata ufficialmente riconosciuta. Avevo un grandissimo rispetto per lui. Ammiravo il suo stile. Lho incontrato pi volte in quegli anni in cui anche io frequentavo la verticale. Era pi giovane di me di cinque anni e veniva da Trieste, per cui lo vidi in azione in Val Rosandra, tradizionale palestra per gli scalatori di quella citt. E poi soprattutto sul Civetta. Sulle Dolomiti - dall'Agnr alla Marmolada alle Tofane - Enzo ha aperto, anche in velocit, vie estremamente difficili. Per questo il Monte Rite, che circondato a 360 gradi dalle pi famose cime dolomitiche, il posto adatto per ricordarlo. L gli ho dedicato una piccola mostra. stato il Comici di una generazione che ha cambiato il modo di affrontare la verticale. Nellera dellartificiale, lui saliva perfino in free solo. E non immaginate con quale eleganza.
RIPRODUZIONE RISERVATA

eroi muoiono giovani GLoli dicevano nell'antichiperch sono cari agli dei. t i greci. Anche ben pi tardi intere generazioni sono state mandate al macello con quella scusa. Tuttavia vero che spesso chi muore nel pieno delle forze viene ricordato pi a lungo. Ma non vale per tutti. Anche per quel che riguarda la storia dell'alpinismo, che pure di questi eroi ne conta molti. Whymper, Preuss, Mallory, Buhl. Nomi che sono leggenda. Tra i quali dovrebbe stare anche quello di un italiano che, ingiustamente, non gode

caroNemico

laVignetta
di LORENZO CASELLANI

ilCommento

PRIMA DI PREOCCUPARSI DEL BISCOTTO VA ESORCIZZATA LA MALEDIZIONE TRAP


di LUCA CALAMAI

L o chiama Cesarino. E questodi gi un segnale dallarme. Trapattoni ha un rapporto da padre protettivo nei confronti Prandelli. Lo
elogia, lo incoraggia, se necessario lo difende. Una volta, durante una riunione dellUefa, ha guardato di traverso Platini e Boniek che scherzavano, velenosi come sempre, sul Prandelli calciatore: Non poteva che diventare un grande allenatore visto quanta panchina ha fatto con la nostra Juve. Se non fosse stata una serata di gala li avrebbe mangiati vivi. Cesarino era ed rimasto uno dei suoi ragazzi. E Prandelli questo affetto lo sente. Lo respira. E, probabilmente, non ancora riuscito a tagliare in maniera netta il cordone che lo lega a Giuan. Che ammira come uomo prima ancora che come allenatore. Il problema, pe-

r, lapproccio del Cesarino citt nei confronti di questo mito. LItalia di Prandelli ha affrontato tre volte il Trap. I risultati? Disastrosi. Due pareggi e una sconfitta. Tre indizi che fanno una prova: il tecnico azzurro fatica a trovare le giuste contromosse quando sfida il suo maestro. Come se fosse incapace di sorprenderlo, di aggredirlo, calcisticamente parlando naturalmente. Di considerarlo alla pari di un Del Bosque, di un Lw, di un Hodgson o di un Mourinho. Colleghi che non gli hanno mai tolto il sonno. Con questa scenario ci avviciniamo alla decisiva sfida con lIrlanda. Si parla tanto di biscotto, della lealt sportiva della Spagna dimenticando che la prima impresa sar esorcizzare la maledizione-Trap. Nessuno si aspetti regali da Giuan. Lui lo ha detto, anzi, lo ha urlato: Giocheremo per vincere. Ed era sincero. Gi sul pullman che riportava i verdi nel ritiro ovattato di Sopot, unora dopo la bruciante eliminazione, spiegava al suo braccio destro Tardelli e a capitan Robbie Keane che con gli azzurri dovremo provare a vincere. Giusto cos. Non sarebbe Trapattoni. E se per caso questo bellicoso progetto si fosse annacquato, ci hanno pensato i venticinquemila tifosi irlandesi a ricordaglielo in queste ore continuando ad accompagnare la nazionale con il loro abbraccio commovente. La gente sceglie il c.t. e il popolo irlandese mi ha riconfermato fiducia. Come potrebbe tradirlo? Casomai stato il calcio italiano a costringerlo allesilio dopo la delusione dei mondiali in Giappone e Corea. Noi lo abbiamo trattato da pensionato, gli irlandesi da giovane settantatreenne. Capite perch affronter questa sfida come la solita partita da provare a vincere? Cesarino ha lobbligo di prepararla in maniera diversa. Per almeno 90 minuti deve smontare il mito Giuan e considerarlo solo un caro nemico. Da battere, finalmente.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lironia della sorte: si va verso Germania-Grecia


Subito dopo le elezioni i greci rischiano di incontrare la locomotiva tedesca

TwitTwit

IL CINGUETTIO DEL GIORNO

NICKY HAYDEN
Pilota Ducati dopo lincidente

Lex primo ministro greco Papandreou e la cancelliera tedesca Merkel


di PAOLO COND

Grazie ad #arai per il grande casco.


@NickyHayden69

C ilaeravamo innamorati delprospettiva (storica) di un quarto Germania-Polonia a


Danzica, ma a ben guardare Germania-Grecia qualche giorno dopo le elezioni di Atene una spiritosaggine del destino molto pi adeguata ai tempi. Il gol del solito Karagounis firma la prima sorpresa del torneo e, battuta inevitabile e beneaugurante, mantiene i greci nellEuro a danno dei russi; a Wroclaw va in scena lo psicodramma della Polonia, che esce dalla festa organizzata in casa sua quando il meglio deve ancora venire. Passano i cechi, meritatamente, e Varsavia una bolla di depressione. Oggi tocca alla Germania vidimare il biglietto per il quarto coi greci. Era la favorita per molti (noi compresi) alla vigilia del torneo, certo non retrocessa nella considerazione generale dopo il brillante successo sullOlanda. La Germania piace perch ciascuno dei suoi componenti ha le doti necessarie in quantit extralarge, dal portiere Neuer al centravanti Gomez, passando per il centrale Hummels, il ruggente Schweinsteiger, il raffinato Ozil. La vecchia regola della spina dorsale, che nel calcio allitaliana richiedeva forza e personalit in portiere, libero, regista e bomber, in tempi di 4-2-3-1 maggioritario (lo giocano 8 delle 16) ha aggiunto alla conta un gran mediano, in questo caso Schweini. Ed proprio la presenza di qualit nei giocatori cui si chiedono innanzitutto corsa, tackle e pressing - il discorso vale anche per Khedira - a rendere la squadra di Lw una sorta di Germania 2.0, solida eppure dotata di un suo stile pure nei momenti pi spettinati. Lulteriore crescita della Germania rispetto al gi eccellente standard del Mondiale sudafricano uno degli elementi che

VALENTINO ROSSI
Sfida a distanza Jovanotti

Giovanni Trapattoni con Cesare Prandelli REUTERS

ilParadosso

@lorenzojova Ciao Lor, ti ho appena superato, ma prevedo una bella battaglia. peccato avere sorpassato il Lorenzo sbagliato!
@ValeYellow46

fanno considerare questEuropeo, almeno sin qui, un torneo di buon calcio. Rispetto a due anni fa due grandi come Francia e Italia sono ripartite discretamente bene da un disastro, la Germania come si diceva salita un altro po, la Spagna non pare scesa dal livello top mentre Inghilterra e Portogallo devono ancora decidere dove andare; lunica ad aver fatto un brusco passo indietro lOlanda (che comunque stasera ha unultima chance), ma qui il discorso chiama in causa turbolenze interne e la stanchezza di chi arriva dalla stagione dei grandi club. Gi sopravvalutato di suo - fa sempre lo stesso movimento e non la passa mai - Robben arrivato allEuropeo sulle ginocchia, e si vede. Nei grandi tornei la prima partita tante volte serve a inchiodare certe vacche sacre allevidenza della loro scarsa condizione, per poi essere liberi di innovare dalla seconda: se Van Marwijk non ha tolto Van Bommel e Afellay come avrebbe dovuto, Laurent Blanc invece ha preso atto delle mediocri condizioni di Evra e Malouda per immettere Clichy e Menez, cambiare modulo e far decollare la Francia. Una gara poco per dare giudizi definitivi, ma siccome i giocatori gi si conoscevano stata la prova di poter stare assieme data contro lUcraina a entusiasmare. La Francia, ostacolo che si profila sul nostro cammino se domani dovesse andare tutto bene, unaltra nazionale completa: gioca 4-2-3-1 ma il suo, pi che una variazione del 4-4-2, un adeguamento del 4-3-3, con gli esterni Menez e Ribery che possono sostenere Benzema in zona gol, i terzini portati allarrembaggio e il mediano Cabaye capace di trasformarsi in mezzala per allentare la pressione difensiva su Nasri. Se ci passate il paradosso: la Francia non una sorpresa, eppure ci ha sorpreso.
RIPRODUZIONE RISERVATA

NELLA SUA STAGIONE PI PROLIFICA IBRAHIMOVIC RIMASTO A MANI VUOTE


di ALESSANDRA BOCCI

SERGIO RAMOS
Difensore della Spagna e del Real

paradosso Ibrahimovic si I lnerd a Kiev. Trentacinquecompletato vegol, pi uno, per non vincere niente. Zlatan Ibrahimovic ha chiuso la stagione nera della sua storia dopo aver segnato pi di sempre: ha perso un campionato di serie A per la prima volta, e la Svezia si ritrovata aritmeticamente eliminata dall'Europeo senza neppure arrivare all'ultima partita. Non era mai successo e gli svedesi sono scioccati. Zlatan sa che un grande solista non fa un'orchestra, quindi probabilmente non immaginava di arrivare in finale, ma neppure di uscire di scena cos. Nell'ultima partita ufficiale vinta dalla Svezia in questa stagione, quella contro l'Olanda che ha dato la qualificazione senza i playoff, Ibra era assente per squalifica. Gli resta la Francia, fra due giorni, per cercare di togliere lo zero dalla casella punti della sua nazionale e per provare a scollare da se stesso la fastidiosa etichetta di magnifico perdente. Ma la partita non conta pi e nella parolaccia sibilata al portiere inglese Hart c' la frustrazione di un campione rissoso e soprattutto deluso. Sono delusi anche i milioni di svedesi che criticano il commissario tecnico Erik Hamren per averlo fatto giocare troppo lontano dalla porta. Allenare

Zlatan un privilegio, eppure un allenatore pu restarne schiacciato: se vinci per merito di Ibra, se perdi perch non hai saputo gestirlo, allenarlo, sfruttarlo al meglio dal punto di vista tattico. Ibrahimovic materia che scotta: un campione con il palmares carico di titoli nazionali, ma anche l'uomo che non ha mai giocato una finale di Champions League. Constatazioni banali, diventate dure come il marmo. L'ultima meraviglia utile di Ibra a livello europeo il colpo di tacco con il quale ha punito l'Italia nellEuropeo del 2004 in Portogallo. Per il resto, alti, bassi, risse e riconciliazioni. Per troppi, Ibrahimovic resta il campione che perde. E questa etichetta non farebbe piacere a nessuno. Non colpa di Ibra se la Svezia non ha lottato per qualificarsi ai quarti di finale, non colpa sua se il Milan ha perso lo scudetto. Eppure le delusioni restano sulla pelle dello svedese come ferite difficili da rimarginare. Ibrahimovic un uomo diversamente sensibile, una personalit forse insospettabile sotto la maschera da bad boy. Insieme agli undici tatuaggi, ha inciso addosso qualcosa che non sopporta. Un Ibrahimovic arrabbiato pu far comodo al Milan, perch forse nella prossima stagione avr una motivazione in pi. Un Ibrahimovic deluso pericoloso. Adesso verr l'estate dei mal di pancia e dei sospetti, e dopo 35 gol, pi uno, certo non se lo sarebbe aspettato neppure lui.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Buona sera amici. Bel particolare. Vi ringrazio molto per il tempo, la dedizione e la fiducia. Incredibile ..!
@SergioRamos

FERNANDO ALONSO
Pilota della Ferrari

4h al simulatore oggi, 109 giri in totale simulando le prove del venerd, le libere del sabato e qualifica... ;)) #valenciaAlo
@alo oficial

28

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

MERCATO
LE STRATEGIE LESTATE SCORSA IL CENTRALE ERA STATO IN BALLO PER UNO SCAMBIO CON BONUCCI
di Bruno Alves, alto 190 cm utilizzati benissimo sulle palle alte e nei contrasti. Il Porto nellestate 2010 lo cedette allo Zenit di Spalletti per 22 milioni di euro. Davanti a Buffon la Juve in questo momento contata: accanto ai centrali Chiellini, Barzagli e Bonucci c bisogno di un quarto dotato di personalit ed esperienza in Europa. Cos la Juventus tornata su Bruno Alves, vecchio pallino: lo scorso agosto con lo Zenit era stato a lungo in ballo uno scambio Bonucci-Bruno Alves, questanno i due potrebbero ritrovarsi in bianconero. Infatti, la Juventus ha gi avviato i contatti con lo Zenit e con gli agenti del giocatore: si punta al prestito con diritto di riscatto facendo leva sulla volont del portoghese (attualmente impegnato agli Europei; contratto a scadenza nel 2014) di giocare in un campionato con pi visibilit rispetto a quello russo. Chili, centimetri, motivazioni: musica per le orecchie di Conte.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la scheda
BRUNO ALVES 30 ANNI DIFENSORE

Nuovo assalto al muro di Spalletti Bruno Alves torna nel mirino


I bianconeri per la difesa puntano sul portoghese dello Zenit
FILIPPO DI CHIARA MILANO

A volte ritornano: il mercato storia lunga, con nomi e obiettivi per mesi tenuti sottotraccia salvo poi rispuntare allimprovviso. E il caso del portoghese Bruno Alves, 30 anni, difensore centrale di origine brasiliana, a lungo nel mirino della

Juve giusto un anno fa. A fine agosto mancano oltre due mesi e mezzo ma le strategie del duo Marotta-Paratici sono chiare: il centrocampo stato sistemato col doppio colpo Isla e Asamoah (per Pogba manca lufficialit e marted si chiude per Verratti). A questo punto, a parte il caso Giovinco, i nodi del mercato Juve riguardano il top player per lattacco (Van Persie il sogno, Suerez, Cavani e Higuain) e un rinforzo in difesa.
Chili e centimetri Antonio Con-

Il portoghese, di origini brasiliane, nato a Pvoa de Varzim (Oporto). Nel 1999 inizia la carriera al Porto B, la squadra delle riserve, dove gioca per tre stagioni. In Portogallo ha vestito anche le maglie di Farense e Vitria Guimares.

2005 Torna al Porto, dopo


lesperienza greca dellanno precedente allAEK Atene, allepoca allenato dal portoghese Fernando Santos.

2007 Esordisce in nazionale. Nel 2010, al Mondiale in Sud Africa, il Portogallo eliminato agli ottavi di finale dalla Spagna. 2010-11 Il 3 agosto 2010 viene
ceduto allo Zenit: con Spalletti allenatore ha vinto due campionati in Russia.

te in vista della prossima stagione e soprattutto dellimpegno in Champions ha chiesto chili e centimetri: in difesa lidentikit giusto potrebbe essere quello

Bruno Alves, 30 anni, difensore dello Zenit e del Portogallo AFP

Giovinco? Inter contro le regole Non pu trattarlo


Marotta, d.g. Juve: E a met tra due club... Col Parma buoni rapporti, troveremo lintesa

che il club bianconero riporti il trequartista a Torino riscattandone la met del cartellino. Ieri, dopo la svolta della Juve che ha deciso di riscattare Giovinco, e dopo il contatto di venerd tra i due club, il d.g. Pietro Leonardi ha fatto capire che gli emiliani vogliono monetizzare: Se i bianconeri valutano Giovinco nel modo corretto, allora sono in vantaggio rispetto alle altre societ perch gi detengono il 50% del ragazzo. L'investimento fatto dal Parma sul giocatore deve per essere valorizzato, anche perch ritengo Giovinco il pi forte calciatore italiano in circolazione. Quindici milioni per la met? Non ho mai parlato di cifre. Il Parma, in realt, chiede almeno 13 milioni per al seconda met del cartellino e le parti, comunque, si rivedranno a giorni per evitare le buste e la Juve ribadir al Parma l'intenzione di riprendersi Giovinco perch Conte deciso a puntare su di lui. Tuttavia, lInter ha manifestato in pi occasioni, dal presidente Moratti al d.s. Ausilio, il forte interesse per l'attaccante della Nazionale ed allora Marotta, come un consumato schermidore, risponde con una stoccata nei confronti della societ nerazzurra: Non capisco come l'Inter possa fare dei sondaggi per un giocatore che in compropriet tra due societ. Il comportamento del d.s. Ausilio vietato dai

identiKit & CARRIERA

v Il Flamengo
SEBASTIAN GIOVINCO
DAL NOSTRO INVIATO

LAL NASR PRONTO A INGAGGIARLO

e Zenga in fila per Del Piero


G.B. OLIVERO WROCLAW (Polonia)

Nato il 26/1/1987 a Torino

Si sta allenando gi da dieci giorni. Alessandro Del Piero in vacanza, per ogni giorno dedica un po di tempo alla preparazione atletica. Il suo futuro ancora unincognita, ma potrebbe diventare presente allimprovviso e a lui non va di farsi trovare impreparato. Il ritorno di Del Piero in Italia fissato per l8 luglio, ma entro quella data possono succedere tante cose.
Verso la svolta Gi la prossima settimana sar

Ruolo Attaccante Altezza 164 cm Peso 62 kg Le sue squadre Juventus 2006-2007 Empoli 2007-2008 Juventus 2008-2010 Parma dal 2010

Il dirigente: Cavani? Il Napoli fa bene a tenerlo stretto. Verratti? Siamo ai dettagli


Sebastian Giovinco, 25 anni, ha segnato 15 gol in campionato nellultima stagione con il Parma GETTY IMAGES
GIANLUCA MONTI NAPOLI

importante. Il fratello Stefano far una prima scrematura delle varie offerte ricevute finora e poi riferir ad Ale. Partendo magari dai due messaggi arrivati negli ultimi giorni. Attraverso alcuni intermediari, uno dei quali italiano, si sono fatti vivi il Flamengo e lAl Nasr. Nessun contatto diretto, nessuna telefonata, nessun appuntamento gi fissato. Per un messaggio: Ale prenderebbe in considerazione il trasferimento da noi? Si tratta naturalmente di due proposte completamente diverse. Da una parte il fascino di una dei club pi famosi del mondo, che tra un anno torner a giocare nella sua rinnovata casa del Maracan; dallaltra parte il calcio in via despansione, il nuovo polo arabo ben rappresentato dalla squadra di Dubai allenata da Walter Zenga.
Ciao Europa Del Piero curioso di capire che tipo di proposta gli verr presentata. Ale non vuole solo sposare una squadra, ma un progetto: motivo per cui tramontata di nuovo, un mese fa, la trattativa con i Montreal Impact. Per quanto riguarda il Flamengo, lincognita maggiore legata alla sicurezza: per i giocatori importanti in Brasile il rischio di rapimenti molto alto. Resta la sensazione, comunque, che il futuro di Del Piero sia lontano dallEuropa: il Malaga non si mai fatto vivo seriamente e le trattative con alcuni club di Premier League non sono mai decollate.
RIPRODUZIONE RISERVATA

E stato un sabato di assoluto relax quello trascorso a Capri da Beppe Marotta, insieme alla sua signora. Il direttore generale della Juve ha partecipato in serata al premio Biagio Agnes, ma prima ha fatto il punto sulle trattative che il club bianconero sta portando avanti. Marotta ha chiarito subito di non aver incontrato Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, segnalato ieri mattina in barca ad Amalfi. Dunque, nessun discorso relativo a Cavani stato portato avanti: Non ho visto De Laurentiis e non credo di farlo. Il Napoli fa bene a volersi tenere stretti i suoi grandi giocatori, compreso Cavani che certamente tra questi.
Non ancora al top Largomento

speso anche perch Marotta in merito chiaro: Non vogliamo primedonne, ma gente in grado di inserirsi al meglio nei nostri meccanismi di gioco. Logico, dunque, che la chiacchierata viri su due nomi molto caldi in questi ultimi giorni: Verratti e Giovinco. Il regista del Pescara ha da tempo espresso il suo gradimento per la maglia bianconera e nei giorni scorsi stata praticamente raggiunta lintesa col club abruzzese, e tutto verr ratificato marted a Milano in occasione dellassemblea di Lega. Non a caso, Marotta appare fiducioso circa il buon esito della trattativa: Stiamo monitorando i giovani pi interessanti che ci sono nei vivai italiani. Verratti un talento, speriamo di concludere positivamente questa operazione.
Parata e risposta Quanto a Gio-

regolamenti. Comunque, noi siamo certi che visti i buoni rapporti che intercorrono con il Parma anche questa trattativa possa avere esito positivo.
Uscite e obiettivi Infine, Marot-

top player, dunque, resta in so-

vinco, invece, Juve e Parma stanno discutendo dell'eventualit

ta si dedica pure al mercato in uscita: Krasic, Felipe Melo ed Elia non rientrano nei nostri piani tecnici, ma ci non vuol dire che li svenderemo. Anche perch dalle loro cessioni dovr essere ricavata parte del gruzzoletto che servir per rendere la rosa ancor pi competitiva. La Juventus, infatti, attesa da una stagione ricca di impegni che comincer l'11 agosto con la disputa della Supercoppa: Il nostro obiettivo conclude Marotta partire in prima fila per il campionato ed essere competitivi anche in Champions. In tal senso, avere Conte in panchina un valore aggiunto.
Giuseppe Marotta, 55 anni ANDREOLI
RIPRODUZIONE RISERVATA

UFFICIALIZZATO IL RITIRO

I bianconeri in Valle dAosta A Chatillon dal 12 al 23 luglio


TORINO (a.m.) La Juventus ha ufficializzato le date del ritiro estivo in Valle dAosta. La stagione 2012/13 inizier a Chtillon/Saint Vincent il 12 luglio, il ritiro durer fino al 23 luglio. Sabato 21 luglio amichevole da definire. Nei prossimi giorni verranno ufficializzate date e sedi delle altre amichevoli post ritiro. Intanto la tourne in Usa e Canada, prevista a inizio agosto, con ogni probabilit sar annullata perch l11 agosto c la la Supercoppa col il Napoli a Pechino.

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

29

MERCATO

Milan, il Malaga non molla Robinho


Il procuratore del brasiliano conferma: Piace al club spagnolo, che intanto ha nel mirino anche Zarate
FABIANA DELLA VALLE MILANO

Il corteggiamento continua. Linteresse di Robinho per il Malaga non una novit: ora per arrivata la conferma del procuratore del brasiliano. Ieri Juan Figer ha dichiarato a Calciomercato.com: Al Malaga piace il mio assistito, ma non credo che possano permettersi un giocatore di tale livello. La pista brasiliana? Nel calcio tutto pi succedere. Se sono pi alte le possibilit di restare al Milan o quelle di partire? Lui sta bene a Milano, quindi molto dipender dalla volont del club rossonero.
Sirene Champions Adriano Gal-

La partenza dellattaccante permetterebbe ai rossoneri di fare mercato Binho il pupillo di Allegri ma questanno non ha brillato: finito pure in tribuna
pions League (far i preliminari). Secondo i giornali spagnoli, il club avrebbe gi pronta una proposta da sottoporre allattenzione di Adriano Galliani: 15 milioni pi un ingaggio di 6 allanno per il giocatore.
Ingaggio pi alto Dopo Ibrahimo-

lasciato andare (collezionando anche parecchi ritardi agli allenamenti, cosa che non ha fatto piacere n ai compagni n alla societ). Anche per questo, oltre che per diverse prestazioni opache, Allegri lha mandato addirittura in tribuna per un paio di partite. Binho quindi non pi considerato un intoccabile. In pi il suo arrivo permetterebbe al Milan di fare cassa ed eventualmente di reinvestire il ricavato della vendita. Robinho arrivato lultimo giorno del mercato estivo del 2010 dal Manchester City, dove non trovava spazio. Il Milan lha pagato 18 milioni di euro e, se il Malaga fosse veramente disposto a tirare fuori almeno 15 milioni, Galliani potrebbe farci un pensierino. Il brasiliano si ambientato molto bene a Milano e, nel caso in cui la societ dovesse decidere di cederlo, preferirebbe tornare a casa, in Brasile, piuttosto che trasferirsi in Spagna, per conosce gi la Liga (ha giocato nel Real Madrid) e il Malaga potrebbe convincerlo offrendogli un ingaggio pi alto.
Pista Zarate Intanto per il club spagnolo continua a guardarsi intorno. Laltro nome sul taccuino degli sceicchi un attaccante che gioca nel campionato italiano: stiamo parlando dellargentino Mauro Zarate. Maurito appena rientrato alla Lazio dopo un anno allInter: era in prestito con diritto di riscatto ma i nerazzurri hanno giudicato la cifra troppo alta (15 milioni) e hanno scelto di non tenerlo. Adesso per il Malaga sarebbe disposto ad offrire intorno ai 13 milioni per il suo cartellino e Zarate allettato dallidea di proseguire la sua carriera in Spagna, in una squadra molto ambiziosa.

GLI OBIETTIVI

A
S

A CENTROCAMPO

Nodo Flamini Il rinnovo sallontana


MILANO Tutto ruota attorno a Mathieu Flamini. Il Milan potr prendere un altro centrocampista solo se il francese decider di cambiare squadra. La situazione la seguente: Flamini ha un contratto in scadenza e guadagna 4 milioni di euro allanno. Il Milan gli ha proposto il rinnovo per altri due anni ma a una cifra decisamente inferiore (1,6 milioni a stagione). Il giocatore si preso un po di tempo per pensarci, ma pi passano i giorni pi sembra difficile che Flamini possa continuare la sua avventura in rossonero. Il problema non di natura economica (Mathieu sarebbe disposto a ridursi lingaggio) ma soprattutto tecnica: il francese, rientrato in primavera dopo linfortunio al crociato, si sentito poco considerato da Allegri, per questo non cos propenso ad accettare il rinnovo. Anche perch ci sono diverse squadre interessate a lui (tra cui Roma, Arsenal e Galatasaray). Se Flamini dovesse rifiutare la proposta del club, salirebbero le quotazioni di Alberto Aquilani. Il Milan non lha riscattato dal Liverpool perch considerava la cifra troppo alta, per il giocatore ha fatto bene e, in caso di risoluzione del contratto con i Reds, sarebbe disposto a un ingaggio da 2 milioni netti. AI rossoneri andrebbe bene anche un altro prestito, ma questa soluzione non molto gradita ad Aquilani.

Francesco Acerbi, 23 anni, difensore centrale del Chievo, in compropriet tra i giallobl e il Genoa. I rossobl dovrebbero riscattarlo per girarlo al Milan

S
Federico Balzaretti, 30 anni, terzino sinistro del Palermo. Potrebbe essere unalternativa in pi per Allegri, ma piace anche a Napoli, Lazio e Roma

liani stato chiaro: a parte Acerbi e un centrocampista (se Flamini non rinnover) non arriver nessun altro. A meno che non parta qualcuno. Tolti dal mercato Thiago Silva e Ibrahimovic, la lista dei possibili partenti si restringe e il primo nome resta Robinho. Il brasiliano corteggiato da tempo dal Santos, la sua ex squadra, che a breve potrebbe presentarsi al Milan con unofferta consistente. Per piace anche al Malaga dello sceicco del Qatar Al Thani, che cerca rinforzi per la Cham-

vic, Robinho , insieme a Thiago Silva, Flamini e Mexes, il secondo giocatore con lingaggio pi alto nella rosa del Milan. Guadagna 4 milioni netti a stagione (pi i premi) ed uno dei preferiti di Allegri, che non vorrebbe privarsene. Per il brasiliano, dopo una prima stagione esaltante (14 gol in campionato come Ibrahimovic e Pato) lanno scorso non riuscito a tenere gli stessi ritmi e si un po

Robinho, 28 anni, arrivato al Milan nel 2010 AFP

RIPRODUZIONE RISERVATA

ALTRE TRATTATIVE IL PESCARA FORZA PER PAULINHO

Lazio, idea Polanski Il Chievo punta Greco e Caracciolo


Bologna: buste per Diamanti, domani Elkeson pu dire s Idea Cagliari: Canini per Bianchi
CALVI-DANGELO-DI FEO

Punto Lazio Su Yilmaz ci sono

Obiettivo compropriet, con parecchie buste che contano in arrivo. Per Diamanti sembra la soluzione pi probabile: il Bologna non ha trovato laccordo col Brescia, che valuta 4 milioni la sua met. Intanto gli emiliani hanno chiuso per Pasquato (via Udinese) e domani pu esserci il s di Elkeson (il Botafogo deve rispondere allofferta di 4 milioni pi il 10% sulla vendita). A destra piace Motta (Juve), si aspetta una risposta dallInter per Juan e Benedetti.
Mosse Torino I granata rinnovano la compropriet di Stevanovic con lInter, sono vicini a riscattare Antenucci dal Catania (poco pi di un milione) e dovrebbero andare alle buste col Genoa per Meggiorini. Continua il dialogo col Cagliari: ai sardi piace Bianchi, ai granata Canini, entrambi sono a scadenza 2013, se rinnovano si potrebbe anche pensare a uno scambio. Si tratta in avanti per Barreto (Udinese), in mezzo per Gazzi (Siena) e in porta il primo obiettivo resta Gillet (Bologna).

Fulham e Tottenham, ma a Formello contano di ufficializzarlo a breve. La Lazio poi guarda allEuropeo: il polacco Blaszczykowski una vecchia idea, pi fattibile il connazionale Polanski, lultima idea il terzino danese Poulsen, svincolato dallAz, e offerto anche al Napoli. Il Bayer Leverkusen ha sondato Gonzalez, Lotito chiede 4 milioni.
Altre trattative La prossima setti-

mana potrebbe essere quella buona per Parolo (Cesena) e Perbet (Mons) al Parma, che lavora per Maxi Lopez. Il Chievo riscatta Hetemaj, tratta Greco (Roma) e Rigoni (Novara) in mezzo e in attacco ha varie piste: Caracciolo (via Genoa, che deve prima per riscattarlo dal Brescia), Paloschi (i veneti vogliono tenerlo, ma occhio a Pescara e Atalanta) e Mezquida (Penarol). Il Pescara mette le mani su Paulinho (Livorno, offerti 2 milioni per la met), ha chiuso per Chiaretti (Taranto) e pensa a Sosa (River Montevideo). Oltre a Poulsen, il Napoli a sinistra non molla Cissokho (Lione) e Armero (Udinese) e a centrocampo tratta Miranda (A, Madrid). Il Catania vuole Frison (Vicenza) in porta, ma si fatto sotto anche il Wba; offerto il mancino spagnolo Garcia (Cordoba), a centrocampo si punta Silva (Un. Catolica). LUdinese non molla il messicano Fabian (Chivas).
RIPRODUZIONE RISERVATA

30

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

MERCATO

Samp, un blitz e un progetto per il s di Benitez


Domani a Liverpool il d.s. Sensibile incontrer il tecnico: pronta lofferta di un triennale
la scheda
RAFAEL BENITEZ 56 ANNI ALLENATORE

no fa il tecnico aveva risposto cos ai giornalisti spagnoli per illustrare la sua squadra ideale: Non conta il nome, ma piuttosto il progetto e, soprattutto, poter sviluppare il tuo lavoro per far crescere la tua squadra e i tuoi giocatori. Ho avuto offerte da societ dellest, qualcuna anche milionaria, ma non un problema di ingaggio, di denaro, come ho detto, punto a un progetto e ad avere un piano preciso per il futuro. La Premier resta la mia preferita, ma non certo il paese che conta di pi.
Condizioni fondamentali Parole chiare, che alimentano le speranze della Sampdoria. I blucerchiati non potranno certo offrire contratti milionari, pi o meno resteranno sulle proposte fatte a Pochettino: contratto pluriennale a un milione e mezzo a stagione. Il tutto condito con un progetto proiettato sui giovani di qualit, con la voglia di costruire unavventura importante senza farsi condizionare dalla fretta. Dietro le parole Sensibile dovr riuscire a far intravvedere i fatti. Lo stesso Benitez ha illustrato la sua gestione ideale di un club: Serve avere obiettivi chiari e i mezzi per conseguirli. La Sampdoria dei Garrone potrebbe avere entrambi. C una cosa che lallenatore spagnolo sottolinea spesso e che lo porta a preferire il calcio inglese a quello italiano e spagnolo: sta tutto nella figura di manager e direttore sportivo, vissute in maniera diversa. AllInter ricorda non cera un "plan de negocio", un progetto di sviluppo, ne ho scoperto lesistenza solo allultimo giorno di mercato, quando mi hanno comunicato che avremmo seguito il fair play finanziario. In Inghilterra sono sempre stato informato di tutti i piani del club. La Sampdoria dovr renderlo partecipe e protagonista di ogni fase del lavoro. Progetto e chiarezza: convincerlo non impossibile, ma non sar semplice, entrambe le cose sono rimaste un po nascoste in questi ultimi frenetici giorni vissuti alla ricerca di un tecnico. In attesa Nel frattempo Giuseppe Iachini resta in attesa, forte del suo contratto rinnovato e delle parole spese per lui dai dirigenti. Spera in uno sviluppo a sorpresa anche Marco Giampaolo, il terzo incomodo. Anche se la Sampdoria ha dimostrato di avere sempre idee nuove e di puntare a qualcosa di innovativo e mediaticamente importante.
RIPRODUZIONE RISERVATA

PANCHINE DI SERIE A

DOPO LAGGUATO AI SAMPDORIANI

Nasce a Madrid il 16 aprile 1960. La prima esperienza da tecnico di squadre non giovanili non un successo: viene licenziato dal Real Valladolid dopo 2 vittorie in 23 partite. A seguire Osasuna, Extremadura e Tenerife

2002 Vince la Liga col


Valencia. Due anni dopo bissa e conquista la Coppa UEFA

2005 A Liverpool vince la


Champions e Supercoppa Europea, la stagione successiva

2010 Con lInter conquista la Supercoppa italiana e il Mondiale per club. Poi lesonero
Rafael Benitez, 56 anni, durante il Mondiale per club con lInter IMAGE SPORT
ALESSIO DA RONCH GENOVA

LALTRO CLUB ANCORA SENZA ALLENATORE

Domani la Sampdoria scoprir se il suo sogno destinato a restare tale o pu trasformarsi in una realt sorprendente. Di sicuro il club blucerchiato dimostra di essere ambizioso e propositivo, magari un pochino confusionario, ma sicuramente coraggioso e desideroso di crearsi un futuro importante.
Lappuntamento Rafa Benitez in-

Siena: manca lufficialit per Cosmi E i tifosi contestano Mezzaroma


(g.cal.) Sembra ormai tramontata lipotesi di una cessione del Siena al gruppo imprenditoriale che, nei giorni scorsi, avrebbe manifestato interesse direttamente al Montepaschi. Salvo ulteriori sorprese, toccher a Mezzaroma disegnare limmediato futuro del club bianconero dopo il passaggio di Perinetti e Sannino al Palermo. Il presidente ha gi incontrato due volte Serse Cosmi, che, libero a fine mese dallimpegno col Lecce, chiede un biennale e dovrebbe essere accontentato. Mezzaroma vorrebbe affidare la responsabilit dellarea tecnica ad Antonelli, fin qui consulente di mercato per lUdinese. Ma il presidente del Siena valuta ancora lopportunit di ingaggiare il d.s. Osti (con Mezzaroma si visto a Roma 8 giorni fa). Il neo d.g. sar Luca Magnoni (ex Monza). Intanto ieri un centinaio di tifosi ha contestato il presidente Mezzaroma e il la Banca Monte dei Paschi sotto la cui sede hanno esposto lo striscione 1/2 roma vattene!!).

ATALANTA Colantuono (confermato) BOLOGNA Pioli (confermato) CAGLIARI Ficcadenti (confermato) CATANIA Maran (nuovo) CHIEVO Di Carlo (confermato) FIORENTINA Montella (nuovo) GENOA De Canio (confermato) INTER Stramaccioni (confermato) JUVENTUS Conte (confermato) LAZIO Petkovic (nuovo) MILAN Allegri (confermato) NAPOLI Mazzarri (confermato) PALERMO Sannino (nuovo) PARMA Donadoni (confermato) PESCARA Stroppa (nuovo) ROMA Zeman (nuovo) SAMPDORIA Benitez? (nuovo) SIENA Cosmi? (nuovo) TORINO Ventura (confermato) UDINESE Guidolin (confermato)

Tentato omicidio sono 4 gli ultr genoani indagati


FILIPPO GRIMALDI GENOVA

E salito a quattro il numero degli indagati tutti ultr genoani per tentato omicidio e lesioni in seguito allaccoltellamento di cinque tifosi sampdoriani (due dei quali ancora ricoverati in ospedale) avvenuto otto giorni fa a Genova, nel quartiere di Molassana, durante i festeggiamenti per la promozione in serie A dei blucerchiati. Uno di loro, Mattia Marzorati, 19 anni (gi protagonista di una rissa con alcuni tifosi ospiti il 12 ottobre 2010, prima dellinizio di Italia-Serbia al Ferraris), che si era costituito marted scorso ammettendo le proprie responsabilit, stato poi arrestato gioved e subito trasferito nel carcere di Marassi.
Responsabilit da definire Venerd scorso altri

due giovani, di 22 e 25 anni, sono stati ascoltati in Questura e successivamente anchessi indagati. Ieri, infine, un quarto soggetto, di 19 anni, ascoltato come persona informata dei fatti, sarebbe caduto pi volte in contraddizione, aggravando il suo ruolo nella vicenda e diventando cos anchegli indagato per i medesimi reati. I primi due si sarebbe giustificati sostenendo che il loro intervento avrebbe avuto lunico scopo di fermare il loro compagno poi arrestato.
Perizia in arrivo Il pubblico ministero Terrile,

che indaga sullaccoltellamento, ha tuttavia gi nominato un perito che dovr stabilire se tutte le ferite da arma da taglio sui cinque tifosi aggrediti siano state provocate dallo stesso coltello (quello che il Marzorati ha ammesso di avere usato), oppure se numerosi i colpi siano stati inferti da diversi oggetti contundenti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LE FOTO CON LA PORNOSTAR

Foggia ricattato, ora a Roma si indaga per estorsione


GENOVA Una serie di fotografie (non in atteggiamenti compromettenti) del giocatore sampdoriano Pasquale Foggia (nella foto FOTOPRESS) con una pornostar che lo aveva casualmente incontrato in un albergo dove lui era in ritiro. Da questo episodio sarebbe nato un tentativo di estorsione ai danni dello stesso Foggia, da parte della donna e del suo agente, gi iscritto sul registro degli indagati. Secondo quanto rivelato dal Secolo XIX, Foggia avrebbe versato ai due una cifra decisamente cospicua, ufficialmente per un investimento poi non andato a buon fine.
RIPRODUZIONE RISERVATA

contrer Pasquale Sensibile a Liverpool, allora di pranzo, pronto ad analizzarne il progetto. I suoi propositi sono noti, cos come la sua grande voglia di tornare ad allenare una squadra di successo. Qualche gior-

CALCIO A 5 GARA-5 DELLA FINALE SCUDETTO A BASSANO

Luparense stellare, torna campione dItalia


Una doppietta di Vampeta mette k.o. la Marca. E lazzurro annuncia Forse resto qui
MARCO CALABRESI

lalbo doro il quarto titolo negli ultimi sei anni


1983/84 Roma Barilla 1984/85 Roma Barilla 1985/86 Ortana 1986/87 Marino Calcetto 1987/88 Roma RCB 1988/89 Roma RCB 1989/90 Roma RCB 1990/91 Roma RCB 1991/92 BNL Roma 1992/93 Torrino S.Club 1993/94 Torrino S.Club 1994/95 BNL Roma 1995/96 BNL Roma 1996/97 BNL Roma 1997/98 Lazio 1998/99 Torino 1999/00 Intercart Genzano 2000/01 Roma Lamaro 2001/02 Furpile Prato 2002/03 Furpile Prato 2003/04 Samia Arzignano 2004/05 Perugia 2005/06 Arzignano 2006/07 Luparense 2007/08 Luparense 2008/09 Luparense 2009/10 Montesilvano 2010/11 Marca 2011/12 Luparense

ha dominato la regular season, ha sofferto le pene dellinferno nei playoff costretta alla bella anche nei quarti e in semifinale , e ha pure ha respinto il match point degli ex campioni della Marca in gara-4. Ma nel giorno pi importante, non ha fallito.
Pokerissimo Delle cinque partite della serie, quella decisiva stata la pi brutta: a ravvivare un primo tempo avaro di emozioni (lunica, un palo di Fortino) stato Honorio, che a 11 secondi dallintervallo ha messo in rete un assist di Canal. Nella ripresa, la deviazione di Fortino sul destro di Fabiano (al secondo scudetto consecutivo, lanno scorso era alla Marca) ha creato il solco, reso ancor pi profondo dalla doppietta di Vampeta, che assieme a Honorio e allex Luparense

nale, prima dei playoff aveva annunciato laddio: Ma devo ancora valutare tante cose dice -. Non ho ancora deciso. Cambiasse maglia, avrebbe lasciato un ricordo indelebile. Anzi, quattro.
ALTER EGO LUPARENSEMARCA FUTSAL 5-1 (1-0 p.t.) MARCATORI Honorio (L) al 1949 p.t., Fortino (L) al 443, Vampeta (L) al 16 e al 1659, Canal (L) al 1806, Jonas (M) al 1912 s.t. ALTER EGO LUPARENSE Putano, Munaretto, Fabiano, Bertollo, Pedotti, Merlim, Euler, Honorio, Vampeta, Canal, Fortino, Andretta. All.: Fernandez. MARCA FUTSAL Miraglia, Caverzan, Chilavert, De Luca, Duarte, Baptistella, Foglia, Nora, Jeffe, Calmonte, Jonas, Taborra. All.: Polido. ARBITRI Daidone, Cossu e Merenda. CRONO Di Resta. NOTE spettatori 2500 circa. Espulso Jonas (M) al 1912 s.t. per doppia ammonizione. Ammoniti Baptistella (M), Pedotti (L), Foglia (M).
RIPRODUZIONE RISERVATA

Rieccola, tre anni dopo. Lo scudetto del calcio a 5 lo vince lAlter Ego Luparense, che torna sul trono dItalia a distanza di tre stagioni dal trionfo del 2009, il terzo consecutivo dellera Velasco. Da uno spagnolo allaltro, dal Mago a Julio Fernandez: Ora devo dirgli di fare un po di spazio anche per la mia foto, scherza il tecnico. Ma ha tutte le ragioni per dirlo: la Luparense stata la squadra pi continua,

La gioia della Luparense per lo scudetto conquistato CASSELLA

Lallenatore Fernandez: Con Velasco adesso sono nella storia del club anche io

Sandrinho diventa il giocatore in attivit pi scudettato (quattro titoli, tutti quelli della Luparense), e dal gol finale di Canal. Buono solo per la statistica il 5-1 di Jonas, anche espulso. Vampeta, capitano della Luparense e stella della nazio-

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

31

MERCATO

CESSIONI IN VISTA

A Paura per Zeman


S

dini. Poi via, da ieri al mare in Sicilia a godersi le ferie.


Mercato Nel summit il boemo

Marco Borriello 29 anni Ruolo Attaccante Piace a Fiorentina e Juventus

Ma gi al mare a studiare la Roma


Per il tecnico piccolo intervento ad unarteria E sul mercato tesoretto da 15 milioni in arrivo
ANDREA PUGLIESE ROMA

S
David Pizarro 32 anni Ruolo Centrocampista Piace a Fiorentina e Malaga

S
Stefano Guberti 27 anni Ruolo Centrocampista Piace a Pescara

Non conto le sigarette che fumo ogni giorno, altrimenti mi innervosirei e ne fumerei di pi. Zeman ha sempre esorcizzato cos il vizio del fumo. Venerd, per, lasciando lospedale i medici sono stati chiari: Lideale sarebbe smettere, ma se proprio non ce la fa, veda di diminuire. Zeman terr a cuore il consiglio, anche perch ieri a Roma le voci si sono rincorse: ricovero improvviso, malore, per qualcuno addirittura infarto. Niente di tutto questo, ma un piccolo problema s: unarteria ristretta, a cui stato applicato uno stent (divaricatore) per tenerla larga e garantire la regolare circolazione sanguigna.
Al Gemelli Il tecnico della Roma gioved si recato al Policlinico Gemelli per le visite didoneit sportiva. Su sua richiesta, sono stati fatti anche esami pi approfonditi, visto che la morte (per infarto) dellamico Franco Mancini lo ha scosso e messo addosso un

Zdenek Zeman, 65 anni, tornato alla Roma dopo 13 anni BARTOLETTI

Sabatini in questi giorni lavora sulle cessioni: in lista anche Juan, Julio Sergio e Simplicio

po di apprensione. stato fatto un check-up al cuore e una coronarografia ed stato trovato il problema allarteria. Cos, tramite un piccolo intervento endoscopico stato applicato lo stent e, probabilmente, prima del ritiro ci saranno altri esami. Uscito dal Gemelli, Zeman si poi recato a Trigoria: riunione con lo staff medico sullalimentazione e summit di mercato con Sabatini e Bal-

ha confermato la sua idea: troppi giocatori, bisogna vendere. Ed infatti Sabatini in questa settimana si dedicher soprattutto a questo, per poi concentrarsi da sabato sul mercato in entrata (per il quale si aspetta anche lesisto delle compropriet del 22). I sei giocatori che si cercher di piazzare sono Borriello, Pizarro, Guberti, Jos Angel, Greco e Brighi, per i quali la Roma conta di portare a casa 8-10 milioni di euro, risparmiando anche molto sul monte ingaggi (dovessero andar via tutti e sei la prossima stagione si risparmierebbero 13,3 milioni lordi, pi eventuali premi), soldi che potrebbero essere poi reinvestiti sul mercato. In tutto, quindi (considerando il peso dei contratti di eventuali sostituti in entrata), un tesoretto di circa 15 milioni da riversare sulla campagna acquisti. Che potrebbe aumentare in caso di partenza anche di Juan, Julio Sergio e Simplicio. Intanto, la Roma sta lavorando per riportare a casa Florenzi dal Crotone (a cui andranno soldi e uno tra Pettinari e Piscitella). Sabatini, poi, continua a lavorare anche sulla pista polacca: dopo aver provato con lesterno sinistro Piszczek del Borussia Dortmund (che per vuole fare le coppe), ha messo sul suo taccuino il nome del trequartista 19enne Rafal Wolski (ma il Legia Varsavia ha gi rifiutato 3,5 milioni di euro da un club tedesco). In difesa piace anche Albiol del Real Madrid, mentre Kjaer sempre pi lontano: la Roma punta a rinnovare il prestito con il Wolfsburg, ma su Simon (dopo la buona prova con lOlanda) si stanno muovendo 4-5 club europei.
RIPRODUZIONE RISERVATA

CESSIONI IN VISTA

A
S

INGHILTERRA

Matteo Brighi 31 anni Ruolo Centrocampista Piace a Torino e Bologna

Andr Villas Boas, 34 LIVERANI

C Villas Boas per il Tottenham Swansea: Laudrup chiama Bendtner


Il Tottenham prepara unaltra sorpresa. Dopo aver licenziato Harry Redknapp, pronto a rimpiazzarlo con Andre Villas Boas, esonerato questo inverno dal Chelsea che per portarlo via dal Porto la scorsa estate aveva pagato 15 milioni di clausola rescissoria. Laccordo tra gli Spurs e il portoghese, che ha bruciato la concorrenza dellallenatore del Wigan, Roberto Martinez, gi stato trovato sulla base di un contratto triennale, ora Villas Boas dovr trovare lintesa col Chelsea per la rescissione. Intanto Micheal Laudrup il nuovo allenatore dello Swansea: sostituisce Rodgers, passato al Liverpool. Il tecnico danese ha firmato un biennale, ed ha subito iniziato a pressare lArsenal per avere il connazionale Bendtner, autore di una doppietta allEuropeo contro il Portogallo.

S
Leandro Greco 25 anni Ruolo Centrocampista Piace a Chievo

S
Jos Angel 22 anni Ruolo Difensore Piace a Benfica, Getafe e Granada

32

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

33

SERIE BWIN LA SQUADRA

le idee
Ecco i primi nomi per consegnare al tecnico Calori una squadra da A

I NUMERI

4 Gautieri, biennale
MERCATO LE PANCHINE

Babacar Attaccante Fiorentina Khouma el Babacar, 19 anni, senegalese, alla Fiorentina dal 2009: in questa stagione era in prestito al Racing Santander

Plasmati Attaccante Varese Gianvito Plasmati, 29 anni, da gennaio attaccante del Varese, che adesso potrebbe riscattarlo dalla Nocerina

Bellazzini Trequartista Cittadella Tommaso Bellazzini, 24 anni, un trequartista dal 2009 in forza al Cittadella e piace molto anche al Cesena

Gran rilancio di Corioni Brescia di alto livello


Il presidente esce allo scoperto dopo un torneo anonimo Ho meno debiti, abbiamo il dovere di essere protagonisti
GIAN PAOLO LAFFRANCHI BRESCIA

promozioni in A del Brescia, che in tre occasioni ha vinto il campionato: nel 1964-65, nel 1991-92 e nel 1996-97

11

per il Lanciano Ascoli su Bucaro


Empoli, Baroni per ripartire? Giocatori: Spezia su Crisetig Il Crotone fa il colpo Piscitella

senza prendere gol, i 907 di imbattibilit di Arcari.


Viavai Il tarlo che arrovella Calori essere etichettato come difensivista: per fare di necessit virt ha scelto spesso uno schieramento prudente, ma il suo sogno un Brescia dattacco. Come il Portogruaro che con lui centr una storica promozione in B. Corioni la pensa allo stesso modo, ma per attaccare servono le punte giuste. La caccia scatter dopo le compropriet, ma qualche preda gi stata individuata: Plasmati, Babacar, Bellazzini. Tre punte per una notevole variet di soluzioni: Plasmati (reduce dalla finale playoff persa con il Varese) un classico centravanti; Babacar (di nuovo alla Fiorentina dopo lavventura al Racing Santander) pu fare la prima o la seconda punta; Bellazzini (uomo-simbolo del Cittadella) alloccorrenza seconda punta, ala o trequartista. Tre giocatori di esperienza da acquistare, 3-4 giovani da inserire e la squadra sar fatta, prevede Corioni. Possono arrivare Vydra e Battocchio, classe 92 dellUdinese. Piacciono Esposito (in compropriet fra Genoa e

la scheda
GINO CORIONI 75 ANNI PRESIDENTE DEL BRESCIA

Un anno di purgatorio pu bastare. Gino Corioni ha deciso: il suo Brescia non fatto per vivacchiare. Una stagione di transizione va bene, visto che un anno fa il primo cruccio era trovare i soldi per rimettere in sesto un bilancio disastrato. Adesso ho decisamente meno debiti riconosce il presidente lallarme sempre alto, bisogna stare attenti, ma senza spendere troppo lobiettivo fare meglio dellanno scorso. Meglio di un ottavo posto ci sono i playoff. La lotta per salire. La voglia di tornare protagonisti, come normale che sia: habitu della Serie B, il Brescia vanta comunque 22 campionati di Serie A. Soltanto Bari e Verona (rispettivamente 30 e 24) ne hanno collezionati di pi. Dobbiamo evitare gli alti e bassi dellultimo anno, avere continuit e giocare bene: il pensiero di Corioni lo stesso di Calori, lallenatore che ha risollevato la squadra prendendola in zona playout a dicembre e appuntandosi al petto un paio di record mica male: 5 vittorie esterne consecutive, 10 partite

Settantacinque anni compiuti il 9 giugno, gi alla guida dellOspitaletto e del Bologna, Gino Corioni presidente del Brescia da 20 anni. A Brescia ha portato Baggio, Guardiola e Toni. Fra i giovani lanciati spicca Pirlo: Un grande campione e un grande uomo che un giorno potrebbe prendere il mio posto ha detto Corioni

Lecce, che dovrebbe avere lultima parola) e Lisi (in scadenza con il Piacenza). Confermati Arcari, Budel e Zambelli, se ne andranno El Kaddouri (vicino alla Juve) e Jonathas (cercato dallEspanyol e dalla Samp). Calori rivorrebbe con s Rossi (possibile) e Caldirola (difficile). Mandorlini interessa allo Spezia. Kone, al rientro dal Bologna, piace a Fiorentina e Catania. Le compropriet sono la chiave del mercato: il Brescia conta di incassare con Diamanti (a met con il Bologna, con il Parma che resta alla finestra) e ha chiuso Hetemaj con il Chievo: in arrivo 800 mila euro e il brasiliano Finazzi, finora in prestito al Lumezzane.
Caso Iaconi Per concludere le

stagioni in A del Brescia, la prima nellanno di fondazione del girone unico, 1929-30, lultima nel 2010-11: soltanto Bari (30 anni) e Verona (24) hanno fatto pi Serie A tra le 22 formazioni della prossima B

22

Giammario Piscitella, 19 anni, esterno della Roma ANSA


BINDA-DANGELO

gli anni di presidenza a Brescia per Corioni, al vertice del club da gennaio 1992 (la squadra era in B e in quella stagione arrivata la prima vittoria del campionato)

20

operazioni, Corioni non potr contare su Iaconi in caso di squalifica (domani il verdetto della Disciplinare per il processo sul calcio-scommesse): Iaconi confermato, il punto-cardine del nostro progetto, ma il Brescia deve rispettare i regolamenti. La soluzione interna prevede nei panni di direttore sportivo Visci, da un anno segretario generale.
RIPRODUZIONE RISERVATA

posto per il Brescia nellultima stagione: solo sfiorati i playoff

8o

Altre importanti novit per le panchine. Carmine Gautieri ha firmato un biennale con il Lanciano, dopo averlo portato in B. LEmpoli si sta organizzando per ripartire dopo laddio del d.g. Vitale e la volont del presidente Corsi di cedere il club: domani il d.s. Carli dar una risposta per dire se rester e come allenatore potrebbe prendere Marco Baroni (ex Primavera Juve), mentre se come manager dovesse arrivare Gazzoli (ex Grosseto) lallenatore potrebbe essere Beppe Scienza (ex Brescia). LAscoli aspetta una risposta da Massimo Silva fino a marted: se il tecnico non dovesse accettare, al suo posto potrebbe arrivare Giovanni Bucaro (ex Avellino), che ha chiesto Zigoni (rientrato al Milan) come rinforzo per lattacco. Ci vorr ancora qualche giorno per il Modena: prima ci dovr essere il cambio di propriet, con Bonacini e il d.s. Giuntoli in arrivo da Carpi, poi si sceglier lallenatore e al momento i nomi sono tre: Franco Lerda (ex Torino), Devis Mangia (ex Palermo) e Alessandro Dal Canto (ex Padova).
Giocatori Il Crotone ha preso Piscitella (Roma)

e ha chiesto al Catania il prestito di Donnarumma (ex Lanciano). Lo Spezia in pole position per il giovane Crisetig, che in compropriet tra lInter e il Parma. La Reggina, in attesa del s di Davide Dionigi, stringe i tempi per i primi rinforzi dal Taranto: c laccordo per Di Bari (biennale), ma altri lo seguiranno (Sosa, Di Deo). Il primo rinforzo per la Pro Vercelli dovrebbe essere lattaccante Zaza della Samp, reduce da un ottimo finale di stagione a Viareggio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

PRIMA DIVISIONE Il personaggio

Stellone, nuova vita da tecnico Il 4-3-3 il modulo completo


Lex attaccante stato promosso dal Frosinone dopo aver vinto con la Berretti
sissimo ballerino, rubato praticamente alla danza.
La storia Roberto Stellone era

lo per la fase difensiva e offensiva, e ancor pi utile ad interdire tutti gli altri moduli), ma non integralista (Si adatta la rosa al modulo, e non viceversa, a meno che non hai la forza di farti creare una rosa fatta su misura...).
Gol... danzando Il presidente Stirpe lo insedier a met settimana, lui fa il vago pi per scaramanzia che per ordini impartiti: Se il presidente affidasse a me la prima squadra? Direi di s, subito, me la sentirei ci mancherebbe. Porter in prima squadra un bel po di Berretti coi quali ha vinto la finale contro il Cuneo (2-0). Gol di Luca Paganini (figlio di Raffaele, che entr nelle case italiane con Fantastico 2) e Campagna. Sono tutti uguali per me, ha vinto il gruppo. Stellone, altro debuttante su una panchina di prima squadra, frequenta Coverciano, ha vinto uno scudetto e gi ha imparato le frasi fatte. Programmi? presto. Cauto, il bomber che con forza fisica travolgeva difesa e portieri, va a sedersi in panchina in punta di piedi. Proprio come il pap del suo Paganini.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ARBITRI PROMOSSI
Ecco i nomi dei 5 arbitri che dalla Can Lega Pro dovrebbero passare alla Can B

h
S

MERCATO LE PANCHINE

Como e Gubbio: domani il s di Paolucci e Sottil Carpi, lipotesi Cioffi


Sono sempre gli allenatori a tenere banco. Dopo la scelta del Latina, che ha gi presentato Fabio Pecchia (ex Gubbio), domani dovrebbero arrivare altri due annunci: il Como ha lincontro decisivo con Silvio Paolucci (ex Chieti), mentre il Gubbio attende la firma di Andrea Sottil (ex Siracusa); lo stesso Gubbio come obiettivi di mercato ha P. Baiocco e Moi (Siracusa), Guerri (Barletta), De Bode (Genoa, ex Juve Stabia), Doninelli (Genoa, ex Verona) e Beretta (Milan, ex Juve Stabia). Il Carpi sta pensando di affidare la panchina a Gabriele Cioffi, il difensore e capitano che ha ancora un anno di contratto e, pur non avendo il patentino, potrebbe smettere di giocare per iniziare la nuova carriera; intanto a Carpi torna Cortesi (dallAtalanta, era a Foggia) e resta De Paola ( a met con la Juve), mentre dovrebbero essere riscattati Concas e Memushaj (piace al Benevento). Dopo la retrocessione invece il Monza punta su Tonino Asta (ex Toro Primavera), gi giocatore brianzolo: nelle prossime ore attesa la sua risposta.
Societ Venerd Tra i club a rischio iscrizione,

GAETANO IMPARATO

Tutto in una settimana. La prossima. La nascita del primo figlio, Geremia, e la prima panchina da allenatore professionista, quella del Frosinone, consegnatagli dal presidente, per il quale, fino a due tornei fa, andava (poco) in gol. Roberto Stellone sembra un predestinato a bruciare le tappe. S, perch difficile vedersi affidare una squadra (la Berretti del Frosinone, lestate scorsa) e vincere subito uno scudetto con un gol del figlio dun famo-

Roberto Stellone, 34 anni LAPRESSE

sotto contratto col Frosinone, quello dei miracoli e allenato da Checco Moriero. Ma infortuni a raffica ne hanno centellinato limpiego anche nellanno successivo, quello della retrocessione: Solo una decina di gare ricorda e un gol al Sassuolo e al Varese. Poi, in estate, daccordo con la societ, ho cambiato vita: allenatore, ne sono felicissimo. E per di pi strappando un contratto che lo vincolava con Stirpe fino al 2013: s abbassato lingaggio portandolo ai costi dun tecnico delle giovanili. Il passato da calciatore? Le promozioni col Napoli, il Genoa, il Torino sono tutte bellissime. Come stupendo per me stato giocare con Milito. Bravo ragazzo, ottimo professionista: lui il giocatore pi forte col quale ho fatto coppia. Gioca col 4-3-3 ( il migliore modu-

I NOMI Eugenio Abbattista (Molfetta) Michael Fabbri (Ravenna) Gianluca Manganiello (Pinerolo) Luca Pairetto (Nichelino) Fabrizio Pasqua (Tivoli)

anche un paio di neopromosse. Oltre al Martina, si apre una crisi per il Castiglione, che avrebbe perso il sostegno dello sponsor principale.

34

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

MOTOMONDIALE GP GRAN BRETAGNA


LA GARA ALLE 14 SU ITALIA 1 E ITALIA 2

METEO: MOLTO NUVOLOSO CON RISCHIO PIOGGIA; TEMPERATURA ATTORNO AI 15

I NUMERI

Piloti spagnoli in pole in 125, 250 e MotoGP: Dani Pedrosa, Jorge Lorenzo ed ora Alvaro Bautista

Bautista, il tempo 3
DAL NOSTRO INVIATO

FILIPPO FALSAPERLA SILVERSTONE (Gran Bretagna)

Pole per Bautista Per lo spagnolo 8 pole in 125 e 9 in 250, tutte con lAprilia, a cui si aggiunge la prima in MotoGP e con la Honda

18

Partenze in prima fila per Bautista in MotoGP Nei precedenti 37 GP della classe regina lo spagnolo era partito in prima fila solo in Australia nel 2011 dove fu 3O

Sia che piova o che sia asciutto (decisamente pi probabile secondo le previsioni meteo) sar difficile che oggi Alvaro Bautista riesca a centrare la sua prima vittoria in MotoGP. Per d una boccata di novit vedere lo spagnolo debuttare in pole position. Anche perch dietro ci sono tante storie italiane. Il Team Gresini e uno sponsor che lo hanno accolto per cercare di lenire in qualche modo il dolore per Marco Simoncelli. Alvaro un ragazzo molto simpatico, ben voluto e anche veloce. Si aspettava il salto di qualit dopo belle cose fatte con la Suzuki. Il passaggio alla Honda aveva invece finora mostrato che forse la moto di Hamamatsu non era poi cos male e che avrebbe fatto meglio a restare nel paddock, mentre lo spagnolo doveva impegnarsi ancora di pi. Pungolato dal suo capomeccanico Antonio Jimenez, sta cercando di farlo e ieri ha avuto un aiutino dalla fortuna che potrebbe completare il processo mentale.
Disturbo Stiamo parlando ovvia-

In pole prima della pioggia Lo spagnolo beffa i big


Circuito insidioso, scivolano 21 piloti Crutchlow lesione a una caviglia: forse salter il GP Dovizioso (8) fa autocritica: Sono mancato nel giro veloce Ora niente dolce
me ha gi fatto Karel Abraham e le prove altalenanti non hanno permesso di capire esattamente gli equilibri in campo. Visto che anche il secondo nome in lista, Ben Spies, in questo momento non esattamente al top della brillantezza.
Guizzo Casey Stoner riuscito ad agguantare la prima fila. Ma se si lamenta quando in pole, figuriamoci come possa essere contento per essere stato frenato dalla pioggia quando stava per montare la gomma morbida. Al di la di questo, per, solo ieri pomeriggio riuscito a sistemare un po il solito chattering. Sotto accusa sempre la nuova gomma anteriore Bridgestone. Adesso, pare che il problema sia ammorbidito, ma tutto da verificare in gara. Ben peggio va a Da-

Precede il ritrovato Spies e uno Stoner stoppato sul pi bello Pedrosa (5) lotta col chattering, Vale e Hayden cadono in fotocopia
Podio cercasi
Dopo la 18 pole in carriera, oggi Alvaro Bautista va a caccia con la Honda del primo podio in MotoGP ANSA

me resta l, scritto nel libro dei record.


Battaglia La gara, anche se lo

Pole spagnole nel 2012 in MotoGP Lorenzo ne ha fatte segnare 2: in Qatar e Spagna. Pedrosa in Francia numeri a cura di Giovanni Cortinovis

mente della pioggia che, dopo il martellamento del primo turno di venerd, ieri si fatta vedere con una scrollatina quando mancavano 8 alla fine e tutti avevano il colpo in canna per sparare le gomme morbide. Alvaro era stato il pi lesto con quelle da gara e si trovava nel posto giusto al momento giusto: conta anche questo e il no-

spagnolo assicura che ci prover, sar probabilmente unaltra cosa. E tutta da scoprire. Perch la pista difficile e insidiosa ben 21 cadute, vittime illustri i due ducatisti, Valentino Rossi e Nicky Hayden, Stefan Bradl (ferita a un dito della mano sinistra) e Cal Crutchlow (lesione alla caviglia sinistra), che potrebbe rinunciare a correre, co-

PROTAGONISTI MANCATI FUORIGIOCO I DUE SFIDANTI AL TITOLO

Lorenzo: Sar una gara dura


Casey: Peccato per lo scroscio, ho potuto fare solo un giro tirato
GIOVANNI ZAMAGNI SILVERSTONE

tetizzato Stoner, uno che, solitamente, non si fa troppi problemi di fronte a un po di acqua sulla visiera. Ma a Silverstone le condizioni erano gi cos estreme, a causa del vento e del freddo, che forzare ulteriormente sarebbe stato un azzardo inutile, anche se si trattava solo di qualche goccia di pioggia, che non aveva neppure bagnato lasfalto.
Recriminazioni Cos tutti hanno chiuso le qualifiche recriminando su quello che avrebbe potuto essere, in particolare Jorge Lorenzo, 4 e quindi fuori dalla prima fila. S conferma purtroppo non ho potuto fare un giro veloce perch ini-

ziato a piovere, mentre gli altri avevano gi fatto il tempo. Ho per un buon ritmo: non sono fiducioso come in altre occasioni, ma lobiettivo sempre salire sul podio.
Impegno Il campione della

mente sorridente (si fa per dire, naturalmente). Purtroppo si dispiace con la gomma morbida ho commesso un paio di errori e, in definitiva, sono stato pi rapido con quella dura. La mia moto a posto: si pu fare bene.
Pole mancata Il pi indispettito per aver perso i minuti finali per Stoner, pi che convinto che la pole fosse a portata. Sono stato veloce in tutte le sessioni la sua analisi anche sullacqua, ma allinizio delle qualifiche, nel tentativo di migliorare lassetto, abbiamo un po perso la giusta direzione. Abbiamo fatto delle modifiche e, alla fine, la mia RC213V era competitiva: ho potuto fare un solo giro tirato, prima che iniziasse a piovere. Avrei potuto essere pi veloce.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Erano tutti pronti per lattacco alla pole, ma quando a 7 minuti dalla fine arrivata un po di pioggia, Ben Spies, Casey Stoner e Jorge Lorenzo hanno dovuto rinunciare al tentativo di battere Alvaro Bautista. Sarebbe stato troppo rischioso provarci, ha sin-

Finalmente Ben!
Ben Spies (a sinistra), secondo tempo ieri, si congratula con Casey Stoner, terzo IMAGESPORT

Yamaha si aspetta una gara molto impegnativa. La pi difficile di tutto il campionato a causa della pioggia, del vento e del freddo. In pi, questa pista davvero ostica, facilissimo commettere un errore: una gara che richiede ancora pi concentrazione del solito, dove la regolarit conter pi della velocit. Cos, per una volta, il primo pilota Yamaha Ben Spies, secondo e final-

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

35

MOTO2
PILOTA (NAZ-TEAM) TEMPI 1. P.ESPARGARO (SPA-KALEX) 208"011 media 165,923 km/h 2. IANNONE (ITA-SPEED UP) 208"396 3. REDDING (GB-KALEX) 208"616 4. SMITH (GB-TECH 3) 208"844 5. MARQUEZ (SPA-SUTER) 208"864 6. CORTI (ITA-KALEX) 208"883 7. LTHI (SVI-SUTER) 209"120 8. ZARCO (FRA-MOTOBI) 209"353 9. DE ANGELIS (RSM-SUTER) 209"639 10. CORSI (ITA-KALEX) 209"776 11. AEGERTER (SVI-SUTER) 209"801 12. KRUMMENACHER (SVI-KALEX) 209"830 13. ROLFO (ITA-SUTER) 209"994 14. REA (GB-SUTER) 210"077 15. DI MEGLIO (FRA-SPEED UP) 210"080 16. NEUKIRCHNER (GER-KALEX) 210"092 17. NAKAGAMI (GIAP-KALEX) 210"154 18. KALLIO (FIN-KALEX) 210"202 19. WILAIROT (TAI-SUTER) 210"276 20. RABAT (SPA-KALEX) 210"298 32. ANDREOZZI (ITA-FTR) 214"633

MOTO3
PILOTA 1. VIALES (NAZ-TEAM) TEMPI (SPA-FTR HONDA) 216"187 media 155.962 km/h 2. VAZQUEZ (SPA-FTR HONDA) 216"385 3. MASBOU (FRA-HONDA) 217"043 4. CORTESE (GER-KTM) 217"123 5. KENT (GB-KTM) 217"337 6. SALOM (SPA-KALEX KTM) 217"485 7. ROSSI (FRA-FTR HONDA) 217"539 8. KHAIRUDDIN (MAL-KTM) 217"873 9. FENATI (ITA-FTR HONDA) 217"904 10. RINS (SPA-SUTER HONDA) 217"908 11. OLIVEIRA (POR-SUTER HONDA) 218"090 12. TONUCCI (ITA-FTR HONDA) 218"151 13. ANTONELLI (ITA-FTR HONDA) 218"238 14. KORNFEIL (R.CEC-FTR HONDA) 218"422 15. SISSIS (AUS-KTM) 218"535 16. MONCAYO (SPA-KALEX KTM) 218"832 17. TECHER (FRA-TSR HONDA) 218"937 18. AJO (FIN-KTM) 218"978 19. FOLGER (GER-IODA) 219"015 20. MARTIN (SPA-FTR HONDA) 219"033 25. GROTZKYJ (ITA-SUTER HONDA) 220"041 31. MORCIANO (ITA-IODA) 221"310

la guida Warm-up dalle 10 La gara di Moto2 inizia alle 12.20


Oggi si corre a Silverstone il GP di Gran Bretagna, sesta prova del Motomondiale 2012. La pista misura 5.900 metri. Warm-up su Italia2 ore 10 Moto2; 10.30 MotoGP; 11 Moto3. Gare su Italia1: ore 12.20 Moto2 (18 giri per 106,200 km); 14 MotoGP (20 giri per 118 km); 15.30 Moto3 (17 giri per 100,300 km). CLASSIFICHE IRIDATE MotoGP: 1. Lorenzo p.115; 2. Stoner 95; 3. Pedrosa 85; 4. Dovizioso 60; 5. Crutchlow 56; 6. Rossi 51; 7 Bautista 45; 8. Bradl 43; 9. Hayden 40. Moto2: 1.Luthi p.88; 2. Marquez 86; 3. Espargaro 71; 4. Iannone 71. Moto3: 1. Cortese 87; 2. Viales 80; 3. Salom 55; 4. Fenati 52. PROSSIMA GARA: Il 30 giugno ad Assen (Olanda)

OSPITE AI BOX CERA FINNIGAN LAUTORE DI RISE AGAIN. A MISANO IL CONCERTO

Disco e chitarra speciali per il Sic


SILVERSTONE

ma in famiglia s. Ho scritto Rise Again (sorgi ancora; n.d.r.). Poi ho letto che Paolo Simoncelli stava realizzando la Fondazione e ho chiesto alla casa discografica di devolvere lincasso a questa iniziativa. I Simoncelli sono incredibili. A loro piaciuto il progetto e abbiamo fatto il filmato (visibile su YouTube; n.d.r.) a Coriano.
Asta Ieri Martin ha visitato lo

In alto la copertina del DVD sotto Martin Finnigan MILAGRO

(f.f.) Capello lungo a caschetto, occhialone, maglietta nera col 58: cos si presentato ieri Martin Finnigan, leader dei Rainband, il gruppo che ha realizzato un disco dedicato a Marco Simoncelli. Non seguivo le gare dice Martin ,

stand della Fondazione per vendere (5 sterline, 6 euro) il disco e mostrare una specialissima chitarra Fender bianca personalizzata con i colori, il nome di Marco e i controlli elettrici tarati a... 58. La user nel concerto di Misano e poi sar messa allasta.
RIPRODUZIONE RISERVATA

giusto
ni Pedrosa (in qualche modo 5o, dietro un Jorge Lorenzo molto carico visto che ha il ritmo gara migliore) che proprio non digerisce la novit.
Accusa Chi lavora con lui ha

ilPersonaggio ALVARO BAUTISTA

una spiegazione: Dani frena molto bruscamente e la gomma, pi soffice di struttura, si comprime molto rendendo lavantreno instabile. Ci sono state tante cadute in prova

azzarda Pedrosa e la colpa della nuova copertura, perch per evitare questo effetto si deve gonfiare di pi e quindi diventa meno precisa. Lo contraddice Stoner: Lo scorso anno Rossi caduto nello stesso punto con la vecchia gomma. E rincara Valentino: Avessimo avuto ancora le gomme della stagione passata sarebbe stato pi pericoloso. Insomma, Dani dovr risolvere il problema

senza lappoggio dei colleghi.


Fotocopia Ma il capitombolo in parallelo di Valentino prima e Nicky Hayden dopo ha allarmato. Stessa curva, stessa dinamica, ma velocit completamente diversa. Perch Rossi (10o) stava andando a 2" abbondanti dai migliori, mentre lamericano era vicinissimo (48 millesimi) alla pole al terzo intermedio. Insomma, una scivolata che ci pu stare quando si spinge, ma anche Valentino lha attribuita a una serie di concause: Una caduta dopo tutti i test invernali e 5 gare normale. Non si assolve (non manger il dolce), invece, Andrea Dovizioso, 8o: Non ho interpretato bene la mia moto nel momento in cui bisognava spingere. Ma per la gara non siamo messi male.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Dedicato a Marco resta inimitabile E se parto bene...


Gresini ritrova il sorriso: Gli altri dicono che siamo davanti solo per lacqua, ma perch non sono scesi in pista prima? Chiudo un periodo duro, ho pensato di mollare tutto
DAL NOSTRO INVIATO

MAURO CASADIO SILVERSTONE

CELEBRATION AGO CON I RIVALI DI UN TEMPO

Agostini festeggia i 70 anni con la famiglia Yamaha Valentino gli regala un casco
SILVERSTONE (f.f.) Briciole di storia, un po di commozione e tanto affetto. Celebration Ago stata una giornata dedicata dalla Yamaha ai 70 anni delluomo che le ha regalato il primo titolo della 500, nel 1975: Giacomo Agostini. Un grande abbraccio che il paddock ha voluto dare al 15 volte iridato che ha preso sul ridere la ricorrenza: da questa mattina che squilla il telefono. Auguri da tutte le parti, ma siamo in Inghilterra, qui pago io il telefonino!. Colleghi di ieri e di oggi a fargli da corona. C anche Redman, con una ragazza finlandese molto bella: glielho presentata io.... Oltre allinglese, 6 titoli, il grande ex nemico Phil Read (7), Angel Nieto (13), John Surtees (7), Jorge Lorenzo (3), Ben Spies (uno in Superbike), Loris Capirossi (3), Franco Uncini (1) e Valentino Rossi (9) che gli regalato un casco AGV coi colori di Ago. E come in ogni compleanno che si rispetti, oltre alla torta, il regalo: un bellissimo T Max personalizzato. Buon compleanno Mino!
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sopra Giacomo Agostini con Valentino Rossi che gli ha regalato un casco. Sotto Mino con la prima pagina della Gazzetta del 24 agosto 75 per il 15o titolo MILAGRO

Chiss, magari Marco Simoncelli ci ha messo davvero lo zampino. Con quelle gocce di pioggia a una manciata dalla fine delle qualifiche, che ha di fatto consegnato su un piatto dargento la pole nelle mani di Alvaro Bautista, il suo successore sulla Honda del team di Fausto Gresini. Uneredit pesante, quella dello spagnolo. Che stato catapultato in una squadra ancora scossa per la perdita del suo faro. Ma questo ragazzo con gli occhi dolci e i capelli ossigenati non si scomposto pi di tanto, ha lavorato sodo ed riuscito a entrare perfettamente nella parte. Qui un anno fa, subito dopo la pole di Montmel e subito prima di quella di Assen, Simoncelli era stato secondo in qualifica; idealmente, con il primo posto di ieri Bautista ha completato il lavoro iniziato da Marco. Ma lui insostituibile si affretta a specificare lo spagnolo . Dopo questo risultato il pensiero andato certamente a Sic e a tutte le persone del team.
Promessa La prima pole della

Alvaro Bautista, 27 anni, lanno scorso correva con la Suzuki MILAGRO

Dal Portogallo abbiamo fatto tante modifiche e penso che si possa migliorare Qui ho trovato condizioni molto difficili e non ho potuto avvicinare il nostro limite
ALVARO BAUTISTA PILOTA HONDA-GRESINI

squadra di Gresini nel dopo-Simoncelli anche la prima pole firmata da Bautista nella classe regina. Campione del mondo 2006 in 125, a quasi 28 anni Alvaro considerato leterna promessa che non ancora riuscita a sbocciare. Magari lexploit di ieri pu aiutarlo a sbloccarsi definitivamente, dopo i due anni difficili passati in Suzuki. Tanti dicono che siamo in pole solo grazie alla

pioggia dice Fausto Gresini, capo del team ma lacqua cera per tutti, non solo per noi. E prima dellacqua tutti potevano fare il tempo sullasciutto... Naturalmente dedico questo primato a Marco. Per me questo un periodo durissimo. Ho pensato molte volte di mollare tutto e ancora, spesso, ci penso.

Partenza E adesso, la gara. Con tutte le sue incognite. Il vento, il freddo. I colleghi sembrano non credere molto alle potenzialit di Bautista (Gli ho tirato io la volata per il suo giro, ha detto Andrea Dovizioso) e lo spagnolo in conferenza stampa incrocia indice e medio in segno di scaramanzia. Speriamo di fare una buona partenza e di riuscire a rimanere con i migliori. Dal Portogallo abbiamo apportato tante modifiche alla moto, e penso che abbiamo ancora dei margini di miglioramento. Qui ho trovato delle condizioni molto difficili e non ho potuto avvicinarmi al limite. Per ora. Le previsioni meteo per oggi danno infatti percentuali bassissime di pioggia. Se cala anche il vento, la situazione potrebbe tornare di nuovo normale. E chiss che anche stavolta, da lass, Marco Simoncelli ci metta lo zampino...
RIPRODUZIONE RISERVATA

36

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

MOTOMONDIALE GP GRAN BRETAGNA

Doppio crash

MOTO 2 ITALIANI OK

Iannone 2 Ma si pu fare di pi
Espargaro in pole, pace con Marquez Moto 3 Fenati 9
GIOVANNI ZAMAGNI SILVERSTONE

Tutti gi per terra


COMINCIA ROSSI...

Unaltra tripletta per la Spagna: Pol Espargaro (Moto2) e Maverick Viales (Moto3) si aggiungono ad Alvaro Bautista e completano un sabato dominato, per la terza volta questanno, da piloti iberici. Ma gli italiani non sono lontani, specie nella categoria di mezzo, dove Andrea Iannone ha conquistato un incoraggiante secondo posto, con Claudio Corti sesto, il sanmarinese Alex De Angelis nono, Simone Corsi decimo e Roberto Rolfo 13o.
Scontento Al di l della posizio-

Brividi per la Ducati Rossi picchia duro e Hayden lo imita


Il pesarese: In quel punto mi ero gi steso nel 2011 Per fortuna che lair-bag mi ha salvato la schiena
DAL NOSTRO INVIATO

La caduta alla chicane Vale


Dopo 15 dallinizio delle qualifiche Valentino Rossi affronta la chicane Vale, dove era gi caduto nel warm-up 2011. Su un avvallamento il pesarese perde lanteriore e scivola, la moto vola per aria e si disintegra AFP IPP MILAGRO

ne, per, Iannone non soddisfatto ed ancora alla ricerca di una messa a punto ottimale. Andrea, per la verit, difficilmente contento dopo le prove e, considerando che in gara riesce spesso a dare qualcosa in pi che in qualifica, si pu essere ottimisti. Sono state giornate difficili commenta per il vento e la minaccia della pioggia: allultimo giro sono mi sono migliorato conquistando la prima fila: cresciamo GP dopo GP.
Senza rancore Cos come Espargaro, per la prima volta in pole in Moto2: lo spagnolo, gi vincitore a Jerez, sempre pi a suo agio con la Kalex e, assicura, senza alcun rancore verso Marc Marquez, leterno rivale ieri quinto, con il quale si era toccato a Barcellona finendo a terra. Ho parlato con Marquez dice con il sorriso sulle labbra , ci siamo chiariti. Le gare della Moto2 sono difficili, si pu sbagliare, inutile pensare al passato. Il distacco rifilato al secondo (0"385) potrebbe far pensare a una possibile fuga di Espargaro, ma dura fare gara in solitario in Moto2. Nono Grande il distacco rifilato dai primi due Viales e Vazquez in Moto3, con il terzo, Masbou a 0"856 e il capoclassifica Sandro Cortese quarto a quasi un secondo. Nono Romano Fenati, poco efficace sul giro secco, ma con un discreto passo gara. Dodicesimo Alessandro Tonucci, 13o Niccol Antonelli.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MAURO CASADIO SILVERSTONE


S
Botto In alto, Valentino Rossi, 33 anni, rassicura il pubblico sulle sue condizioni dopo la caduta. Sopra, pap Graziano si preoccupa al box Ducati IPP
sfruttare per abbassarmi di almeno mezzo secondo. Lacqua ha rovinato tutto....
Meglio Nicky Il risultato un

Rossi che cade alla chicane Vale sarebbe un bel gioco di parole. Il problema che qui non c niente da ridere: lo scivolone dopo un quarto dora dallinizio delle qualifiche stata la ciliegina sulla torta di un weekend per ora da dimenticare per il pesarese. Ma siccome al peggio non c mai fine, ecco che 35 minuti dopo toccato allaltro ducatista, Nicky Hayden, cadere nello stesso punto. Destino beffardo, si dir. Anche se a guardarle sembrano praticamente identiche, c per una sostanziale differenza nel contesto in cui sono avvenute: lamericano stava pestando come un dannato, aveva due caschi rossi e se non fosse caduto avrebbe potuto tranquillamente firmare la prima fila; il Dottore invece arrancava cercando di limitare i danni con una moto che ancora non va nemmeno lontanamente come vorrebbe. Gi alla mattina avevo rischiato di andare per terra ricorda Rossi , poi al pomeriggio non ho potuto fare niente per evitare la caduta. Quello l proprio un punto sfortunato per la Ducati. Nel 2011 ero scivolato nel warm up. C un piccolo dosso, quando la moto torna a salire dopo essere leggermente scesa perdi il davanti e finisci gambe allaria. La pioggia, che iniziata a scendere a 8 dalla fine, ha completato il sabato nerissimo: Siamo stati anche un po sfortunati. Avevo fatto il tempo con le dure e mi rimanevano ancora due morbide da

Nicky va pi forte. Io ho fatto un errore a girare su questa pista con la Superbike


VALENTINO ROSSI NOVE VOLTE IRIDATO

Cadere fa parte delle corse, ma ero al top: avrei proprio voluto finire quel giro
NICKY HAYDEN IRIDATO 2006

Valentino Rossi 10 in griglia e ultimo dei prototipi. A qualcosa come 2"1 dal leader Bautista. Vale anche distante ben pi di 1" anche dagli altri due ducatisti Barbera (6) e Hayden (7). Sono sincero, qui Nicky riesce a guidare meglio di me, soprattutto nellinserimento della moto in curva. Non servito caricare maggiormente lanteriore, non servita neppure la nuova gomma anteriore, che comunque va meglio rispetto alla vecchia. Il problema altro. Nella miriade di eventi sfortunati di questo weekend (lultimo in ordine di tempo riguarda le condizioni meteo: solo il 10% di pioggia per la gara di oggi), Valentino trova un unico appiglio a cui aggrapparsi: Per fortuna lairbag mi ha salvato la schiena. Una caduta

cos, se non ti fai male, la dimentichi in fretta. Sono dolorose quelle che ti ricordi per sempre... Gli obiettivi per la gara? Se piove posso fare una bella prestazione, con lasciutto punto ad avvicinarmi a Barbera e Hayden.
Stradale Il rapporto tra Rossi e

...FINISCE HAYDEN

Nicky k.o. nella stessa curva


Quando mancano 10 al termine della sessione di prove ufficiali, Nicky Hayden finisce per terra con una dinamica simile al compagno di squadra e la Ducati subisce la stessa sorte: finisce a pezzi IPP REUTERS

CROSS IN BELGIO

Laltro incidente

Silverstone non mai stato rose e fiori. Dopo aver saltato il GP del 2010 a causa dellinfortunio subto poco prima al Mugello, nel 2011 il Dottore ci aveva girato anche con una Ducati Superbike e con una stradale, in un evento promozionale: stato un grande errore farlo, perch interpreti la pista allincontrario di come va affrontata con una MotoGP. Qui bisogna correre solo con i prototipi. In serata Valentino ha provato a togliersi un po damarezza andando alla cena in onore dei 70 anni di Agostini, allhospitality Yamaha.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Fango e pioggia a Bastogne Cairoli scatta 7o


(m.z.) Pioggia e fango al GP del Belgio: cos per salvaguardare la pista di Bastogne che ospita l8 prova iridata, lordine di partenza stato formato coi tempi delle pre qualifica, che nella Mx1 ha visto emergere Clement Desalle (Suzuki). Settimo Antonio Cairoli (Ktm) davanti a Davide Guarneri (Ktm) e David Philippaerts (Yamaha). Nella Mx2 il migliore stato Jeremy Van Horebeek (Ktm); dodicesimo Alex Lupino (Husqvarna).

Crutchlow decide stamani


Linglese della Yamaha Tech 3 caduto nelle ultime libere alla Stowe, e ha saltato le qualifiche. Forse si rotto la caviglia sinistra. Se i medici stamattina gli daranno il via libera, scatter ultimo, ma dovr per fare il warm-up. Difficile comunque che riesca a correre IPP DA TV

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

37

RALLY INCIDENTE A CEFAL

Targa Florio tragica


ROBERTO URSO PALERMO

DOVE SUCCESSO

clic
NEL FEBBRAIO 2011 UN BOTTO SIMILE HA FERMATO KUBICA

finita in tragedia la 96 Targa Florio, gara che aveva preso il posto dellungherese Mecsek Rally ed era valida per lInternational Rally Challenge. Un drammatico incidente, che ricorda nella dinamica quello occorso nel febbraio 2011 a Robert Kubica, costato la vita a Gareth Roberts, 24 anni di Camerthen (Galles), navigatore dellirlandese Craig Breen, rimasto incolume. E accaduto sulle Madonie a met della prova speciale dapertura della seconda giornata, la Cefal 1 di 18 chilometri, tra Gratteri e Gibilmanna, in localit Campella.
Guard-rail Lequipaggio anglo-

GDS

Il 6 febbraio 2011, al Rally di Andora, Robert Kubica centra il guard-rail con la propria Skoda Fabia: rischia lamputazione dellavambraccio destro

La Peugeot 207 di Craig Breen dopo lincidente costato la vita a Gareth Roberts (a sinistra), 24 anni LANNINO

sassone gareggiava su una Peugeot 207 S2000 e occupava il sesto posto assoluto, quando nellimboccare una curva a sinistra la vettura ha sbandato, finendo contro la parte iniziale del guard-rail, che si infilato nella macchina tra il motore e la sospensione destra, entrando nellabitacolo. Una lama di sei metri trasformatasi in una lancia micidiale, che ha centrato Roberts. Colpito in parti vitali del corpo, il giovane gallese morto sul colpo, nonostante i soccorsi immediati, visto che unambulanza si trovava a circa 100 metri dal luogo in cui avvenuto limpatto.
Stop La gara, che era valida anche per il Tricolore rally, stata interrotta e la classifica fina-

Schianto sul guard-rail Muore il gallese Roberts


La lama entra nella Peugeot 207 di Breen Resta ucciso il navigatore
le stilata in base ai piazzamenti fino al momento dellincidente, con la vittoria che andata al ceco Jan Kopecky (Skoda Fabia), mentre Giandomenico Basso (Ford Fiesta) si aggiudicato il successo nella prova dellitaliano, con il campione tricolore Paolo Andreucci (Peugeot 207) che ha chiuso sesto.
Inchiesta La Procura di Termini

Precedenti Non la prima tra-

Imerese ha aperto immediatamente uninchiesta: su ordine del sostituto procuratore Antonia Pavan, che coordina le indagini, i carabinieri di Cefal hanno sequestrato la Peugeot 207. una tragedia avvenuta per un incidente banale, in una curva non impegnativa. Non riusciamo a spiegarci come sia potuto accadere, ha commentato Vincenzo Crescimanno, pre-

sidente del comitato organizzatore. La salma del giovane gallese stata portata allobitorio di Cefal per gli esami medico-legali. Esprimo le mie condoglianze alla famiglia ha detto il presidente dellAci, Angelo Sticchi Damiani . Ci siamo gi attivati per sostenerla assieme alla squadra, negli espletamenti burocratici italiani e internazionali.

gedia che coinvolge la Targa Florio, ideata nel 1906 da Vincenzo Florio come corsa di velocit su strada e per anni tappa storica del Mondiale Marche. La prima avvenne nel 1926 e cost la vita al conte Giulio Masetti che correva su una Delage. Ma fu la morte nel 1977 di due spettatori sul rettilineo di Bonfornello, investiti dalla Osella PA5 di Gabriele Ciuti, che ne decret la fine come prova di velocit su strada. Negli anni seguenti venne trasformata in rally. Lultimo pilota a morire nella gara siciliana risale al 1985: si trattava Sandro Picone, avvelenato dai gas di scarico entrati nellabitacolo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

38

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

Gli annunci si ricevono tutti i giorni su:

www.piccoliannunci.rcs.it agenzia.solferino@rcs.it
oppure nei giorni feriali presso lagenzia:

Milano Via Solferino, 22


tel.02/6282.7555 - 02/6282.7422, fax 02/6552.436
Si precisa che ai sensi dellArt. 1, Legge 903 del 9/12/1977 le inserzioni di ricerca di personale inserite in queste pagine devono sempre intendersi rivolte ad entrambi i sessi ed in osservanza della Legge sulla privacy (L.196/03).

RESPONSABILE amministrativo, laureato economia, esperienza societ nazionali, multinazionali: reporting, bilanci, fiscale, controllo gestione, tesoreria, inglese fluente, esamina proposte. 347.89.53.011. COPPIA filippina da 20 anni in Italia, esperienza e referenze. Liberi subito. 327.87.52.787. RAGAZZO srilankese, offresi come domestico, badante, part-time, eventualmente ristoranti. Ottime referenze, regolare, esperienza. 388.93.06.393. SRILANKESE 50enne offresi come domestico fisso, badante, custode, stagionale, con documenti, esperienze, referenze. 328.66.99.176. CONTABILE neopensionato, autonomo fino bilancio, adempimenti/dichiarazioni, Pc, AS400, offresi contabilit piccola azienda. 328.68.59.679.

A ancora indecisi: vacanze o investimento? A Courmayeur... tutte e due! Euro 159.000,00 spettacolare appartamento con signorili finiture. CE: B IPE: 92 kWh/mq valore di progetto. Proprio a 2 minuti isola pedonale. 035.51.07.80. A davanti mare Bordighera: spiaggia privata, piscina, villino piano unico tutto arredato. 99.000 euro + mutuo convenzionato. CE: D - IPE 83,91 kWh/mq acquisto da privato con tassazione agevolata. 035.51.07.80. ABBAGLIANTE lago Garda, 200 metri spiaggia Sirmione, esclusiva mansarda terrazzatissima. Euro 49.000 subito vostra + 599,00 euro mutuo. CE: B - IPE: 56 kWh/mq. Piscina caraibica, parco, giochi bambini. 035.51.07.80. ANTICIPO zero! Gressoney, proprio davanti funivia Monterosa, alloggio nuovissimo in tipico rascard valdostano: non siamo impazziti! Zero acconto, euro 1.890,00 per 18 mesi... poi euro 499,00 mensili. CE: C - IPE: 105 kWh/mq valore di progetto. 035.51.07.80. LIGURIA ponente, nuovissime villette indipendenti, affacciate mare, piscina da 199.000,00 euro. 035.75.11.11.

RECCO - Camogli appartamenti ristrutturati sul mare varie metrature affittasi minimo annualmente. 333.49.17.956. SANTA MARGHERITA LIGURE affittasi agosto confortevoli appartamenti fronte spiaggia zona Regina Elena. Tel. 335.65.89.592.

CATTOLICA Hotel Leondoro tre stelle. www.hotelleondorocattolica.it Tel. 0541.95.40.66. Piscina, vicinissimo mare, climatizzato, parcheggio. Uso piscina spiaggia. Scelta men specialit marinare, buffet antipasti. Giugno settembre 49,00. Luglio 56,00. Agosto 60,50/70,50. Sconto famiglie. CATTOLICA Hotel London tre stelle 0541.96.15.93. Sul lungomare. Camere climatizzate. Tutti comfort. Piscina. Garage. Parcheggio. Speciale luglio euro 49,00. Bimbi gratis. www.antonellihotels.it

MILANO CENTRO Disponiamo di magazzino Mq. 1.000 + 1.500 di cortile. 02.33.90.144.

AFFITTO numero 1 posto barca di m. 18 - estensibile a m. 20 - in Chiavari - Porto turistico. Tel: 331.61.30.201. BERTRAM 28 Moppie natante ormeggio Santa Margherita secondo proprietario vende permuta auto lusso. 336.25.03.88. VENDO Gozzo Ligure San Germani anni 50 mt 6,50x2,30 motore diesel 25 cv carena legno e ponte teck accessoriato e perfetto. Euro 17 mila. Email: gafalco7@gmail.com Tel: 0041.79.50.13.458.

automobili e fuoristrada, qualsiasi cilindrata, pagamento contanti. Autogiolli, Milano. 02.89504133 - 02.89511114.

ACQUISTIAMO

CASTEGGIO (Pv) prestigiosa villa padronale, casa custode, quattro rustici, terreno, vendita in blocco o frazionata. 333.43.37.518. IRPINIA UFITA vendesi azienda agricola, casa, pertinenze, depositi, uliveto, vigneto, frutteto, orto irriguo. Libera, servita utenze, ideale vacanze, agriturismo. Svendita 347.09.74.939. SALICE TERME in elegante zona residenziale vendesi prestigiosa villa con parco. 0383.92.902.

Hotel Astra 3 stelle tel. 0541.64.74.60. Direttamente mare. Parcheggio. Wi-fi. Camere tv, cassaforte, climatizzate. Scelta men, buffets. Gita barca, convenzioni parchi. Piano famiglia. Giugno/Settembre da euro 49,00. Luglio/Agosto da euro 62,00. Affittasi nuovissimi appartamenti. RIMINI Hotel Villa del Prato tel. 0541.37.26.29 Vicinissimo mare. Tranquillo, confortevole, cucina curata dai proprietari, scelta men, colazione buffet. Giugno Settembre euro 33,00, Luglio 38,00, Agosto 38,00/48,00. Sconto bambini. Richiedete speciale formula tutto compreso. RIMINI Rivazzurra Hotel Eva tel. 0541.37.25.26. Rinnovato, climatizzato. Vicinissimo mare. Confortevole. Cucina casalinga, specialit marinare. Buffet antipasti. Bevande gratis Giugno 37,00/40,00, Luglio 45,00. Agosto 47,00/57,00. Settembre 39,00. Sconto famiglie. RIMINI Torrepedrera Hotel Riccardi tel. 0541.72.01.62. Centralissimo, sul mare. Camere Tv, parcheggio, pernottamento, prima colazione fino mezzogiorno da euro 25,00. Mezza pensione da euro 35,00 offerte famiglia.

RICCIONE

HADO SPA: il tuo lusso quotidiano con coccole e massaggi olistici con percorso acqua. Tel. 02.29.53.13.50. PADRONCINO con motrice 115 quintali allestimento adr cerca lavoro zona Milano sud Lodi. Cell. 338.16.99.793. AMICHE meravigliose 899.89.79.72. Spiami 899.11.14.84. Euro 1,80 min./ivato. Solo Adulti. Mediaservizi, Gobetti 54 - Arezzo.

SIAE SRL

ABBIAMO GRUPPI acquirenti interessati ad investire in aziende anche in difficolt. Telefono 02.89.28.06.00.
ASILO nido cedesi Milano ampio giardino, bella, luminosa localizzazione. Informazioni: nidomilano@yahoo.it ATTIVIT da cedere/acquistare artigianali, industriali, turistico alberghiere, commerciali, bar, aziende agricole, immobili. Ricerca soci. Business Services 02.29.51.80.14.

A Rimini offertissima giugno Hotel Consul 3 stelle fronte mare. Cucina casalinga. Doppio men e buffets. Pensione completa all inclusive Euro 35,00. Agosto interpellateci. Tel. 0541.38.07.62, www.hconsul.it APPROFITTATE!!! Offerta Giugno all inclusive da Euro 40,00. Bambini scontatissimi. Gatteo Mare Hotel Azzurra 3 stelle Tel. 0547.87.301. www.azzurrahotel.com Piscina. Acquascivolo.

Annunci Giallo Evidenziato


PORTOFINO piazzetta splendido attico 80 mq, terrazzino vista incantevole, finemente ristrutturato, disponibilit immediata, possibilit parziale permuta con imbarcazione. 335.83.50.876. S. MARGHERITA Cervara. Bijoux! Spettacolare 65 mq, terrazzo 30 mq. Vista mare. Rara opportunit 690.000! portofinoimmobiliare.it 340.76.49.777. SARDEGNA STINTINO Country Paradise. Ville indipendenti vendita met prezzo da acquisto Tribunale, piscina, pavimenti cotto, travi vista/supermercato ristoranti animazione. Euro 180.000 anzich euro 340.000. Mutuo totale. Tel. 030.22.40.90 335.21.85.03 - www.gruppor.it

FAI RISALTARE I TUOI ANNUNCI! Rendili riconoscibili e di sicuro impatto, evidenziandoli di giallo! Sulle edizioni stampa e Digital Edition di

ACQUISTIAMO ORO Argento, Monete, Diamanti. QUOTAZIONI:

ATTICO Spiga mq. 135, CE: G, IPE: 198,05 kWh/mqa. Appartamenti Magenta 150 mq. Box. CE: G, IPE: 170,61 kWh/mqa. Melzi D'Eril 170 mq. Box. CE: E, IPE: 127,4 kWh/mqa. 335.68.94.589. SOCIET d'investimento internazionale acquista direttamente appartamenti e stabili in Milano. 02.46.27.03.

ORO USATO: Euro 27,15/gr. ARGENTO USATO :


Euro 390,00/kg.

MM DUOMO - MISSORI

Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport

Gioielleria Curtini, via Unione 6 02.72.02.27.36. 335.64.82.765.

www.piccoliannunci.rcs.it agenzia.solferino@rcs.it

ACQUISTIAMO brillanti, gioielli firmati, orologi marche prestigiose, monete, argenteria. Il Cordusio 02.86.46.37.85.

Gli annunci si ricevono tutti i giorni feriali anche nella tua citt: BARI : tel. 080/57.60.111, fax 080/57.60.126 BOLOGNA : tel. 051/42.01.711, fax 051/42.01.028 BRESCIA : Sales Solutions tel. 030/3758435, fax 030/3758444 COMO : tel. 031/24.34.64, fax 031/30.33.26 CREMONA : Uggeri Pubblicit s.r.l. tel. 0372/20.586, fax 0372/26.610 FIRENZE : tel. 055/55.23.41, fax 055/55.23.42.34 GENOVA : tel. 010/218783 MONZA : SPM Monza Brianza s.r.l. tel. 039/394.60.11, fax 039/394.60.55 NAPOLI : tel. 081/497.7711, fax 081/497.7712 OSIMO-AN : tel. 071/72.76.077 071/72.76.084 PALERMO : tel. 091/30.67.56, fax 091/34.27.63 PARMA : Publiedi srl tel. 0521/46.41.11, fax 0521/22.97.72 RIMINI : InAdrias Servizi Pubblicitari s r.l. tel. 0541/56.207, fax 0541/24.003 ROMA : In Fieri s.r.l. tel. 06/98.18.48.96, fax 06/92.91.16.48 TORINO : tel. 011/50.21.16, fax 011/50.36.09

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

39

CICLISMO
IL CASO IL VICENTINO COINVOLTO NELLINDAGINE DI PADOVA: RISCHIA LOLIMPIADE DI LONDRA
Frequentarlo, anche per telefono o email, vuol dire rischiare 6 mesi di squalifica. Di Luca lha provato con il dottor Santuccione: stop di 3 mesi per frequentazione di un medico inibito. Ecco perch la posizione di Pozzato delicata. La Federciclismo ha una via duscita: i corridori devono essere convocati. E ieri il presidente Di Rocco diceva chiaro: Il c.t. Bettini deve ancora valutare le condizioni di Pozzato, si era fratturato il polso al Giro. Era nella rosa, ma quando stringi la rosa a cinque.... Il Coni, al quale spetta lultima parola sulle convocazioni olimpiche, non ha ancora digerito la positivit di Rebellin a Pechino 2008, e mai accetterebbe di portare a Londra un atleta in odore di rapporti (anche passati) con Ferrari.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Pozzato, il medico Ferrari e lItalia La Fci pronta a lasciarlo a casa


LUCA GIALANELLA

Cerano gi Scarponi e il tricolore Visconti, Bertagnolli e i russi Menchov, Kolobnev, Karpets, Gusev. Tutti indagati dopo le perquisizioni della primavera 2011 eseguite dalla Guardia di Finanza di Padova e dai Carabinieri del Nas di Brescia e Firenze, su mandato del p.m. di Padova, Benedetto Roberti. E la maxi-inchiesta sul medico Michele Ferrari e su Lance Armstrong, sulle trame internazionali del doping, sui canali che portano a fondi neri e conti svizzeri, evasione fiscale, vantaggi sui diritti di imma-

Sempre in vigore una sentenza del 2002: vietato frequentare il medico ferrarese
gine. Scatole cinesi e tanti soldi: 30 milioni di euro. Adesso emerge che al tavolo del preparatore Ferrari si sarebbe seduto anche Filippo Pozzato (a destra, 30 anni, nella foto Bettini), secondo unintercettazione telefonica del 2009 pubblicata ieri dalla Repubblica. Un pesce grosso. Ieri sera lavvocato Pierfilippo

Capello ha precisato che abbiamo fatto pi volte verifiche presso la Procura di Padova ed altre Procure incaricate a svolgere indagini antidoping, e il mio assistito non risulta iscritto in nessun registro degli indagati. Dal punto di vista penale, non esiste al momento alcuna indagine nei confronti di Pozzato e lo stesso si pu dire dal punto di vista sportivo, in quanto sia presso la Procura Antidoping sia presso la Federciclo, non abbiamo alcuna notizia di indagini. Tutto vero, anche perch linchiesta di Padova non chiusa. Ma limbarazzo grande, in casa Italia. Pozzato, 4 al Mondia-

le 2010, fa parte del Club Olimpico, ha corso i Giochi 2004, era pronto a vestirsi di azzurro a Londra. E per quella frequentazione di Ferrari (tutta ancora da dimostrare, chiaro) rischia di veder giungere al capolinea la sua avventura in Nazionale. Dal 2002 c una sentenza della Commissione Disciplinare Federale (13 febbraio, numero 8/02) che inibisce a tutti i soggetti tesserati per lUci di utilizzare le consulenze e comunque le prestazioni professionali del deferito Ferrari. La norma tuttora in vigore.

La vetta del Gavia alle spalle dellamericano Joseph Dombrowski, 21 anni SCANFERLA

PENASA TERZO GIRO DI SVIZZERA, GIORNATA FINALE

y In breve

Ad Arosa fa festa Albasini Che incertezza: 8 in 1 minuto


Pi che Giro di Svizzera, chiamiamolo giro dellequilibrio: alla vigilia della tappa finale, oggi sullimpegnativo traguardo in quota di Sorenberg, 215 km, ci sono ben 8 corridori in appena 1. Ieri ad Arosa, successo per distacco dello svizzero Michael Albasini (Orica GreenEdge), gi vincitore del Giro di Catalogna. A 1'16" Nieve, Leipheimer e Frank Schleck, a 2'05" il leader della corsa, il portoghese Rui Costa, che riuscito a conservare il primato per 14" su Schleck, 21" su Leipheimer (1 nel 2011), 25" su Gesink, 40" su Nieve, 42" su Kreuziger, 43" su Danielson e 101" su Kruiswijk. Lontani gli italiani: al traguardo, Cunego ha perso 2531". Oggi diretta su Sky Sport 2 dalle 15.30.

Fabio Aru, sardo, 21 anni

Show sul Gavia C un americano padrone del Giro


Dilettanti Impresa di Dombrowski, che stacca Aru nella tappa pi spettacolare. Oggi chiusura
DAL NOSTRO INVIATO

2620 del Passo, ai piedi del Corno dei Tre Signori, del Tresero e del San Matteo.
Attrazione Per questi ragazzi

MARCO PASTONESI PASSO DEL GAVIA (Brescia)

A 1500 metri dal Passo del Gavia, versante camuno, c uno dei pi affascinanti panorami del mondo. E del mondo del ciclismo. Avreste dovute vederle, le montagne: un anfiteatro di cattedrali gotiche granitiche, di basiliche romane indistruttibili, di campanili innevati e di torri senza tempo. E avreste dovuto vederli, i corridori: setacciati, scremati, sfilacciati, salire a uno a uno. A 1500 metri dal Passo, e dal Rifugio Bonetta, e dal traguardo, sindividuavano e si seguivano e si ammiravano queste formiche arrampicarsi e dondolarsi, aggredire i tornanti e i pedali, aggrapparsi al manubrio e allanima. Davanti, Joseph Dombrowski, statunitense, uno scheletro con il viso rotondo di un fanciullo.

Dietro, Fabio Aru, sardo, tutto sopracciglia e denti. Ancora pi dietro, Donato De Ieso, beneventano, dagli occhi imploranti. E ancora pi dietro, laltoatesino Penasa, il toscano Bongiorno, il russo Zakarin, il bergamasco Villella, il bresciano Gaffurini, il pavullese Giacobazzi. Ognuno con la sua sofferenza, il suo ciclismo, il suo Gavia.
Palcoscenico Ieri era una gior-

nata magica di ciclismo, o forse una giornata di ciclismo magico. Per il palcoscenico e le logge: certo. Per i corridori: ovviamente. E per una luce brillante, scintillante, sfolgorante. Un cielo che avrebbe reso indimenticabile una gara di tricicli in discesa, figuriamoci una corsa di bici in salita. Non una, ma cinque: Ballino, Durone, Campo Carlo Magno, Tonale e Gavia, il pi bello di tutti. Sulle strade

Dombrowski in rosa SCANFERLA

non il popolo del Giro dItalia, ma quasi, tanta gente comunque, e tanta in bici da corsa, in mountain bike, oltre a Luciano Berruti con il suo velocipede del 1907 e a Tarcisio Persegona il Signor Gavia che proprio ieri asceso (le sue non sono salite, n tantomeno scalate o arrampicate, ma ascensioni) per la trecentodecima volta dai 1258 metri di Ponte di Legno ai

del GiroBio, ventenni o su di l, stato un battesimo, una iniziazione, il primo giorno di una nuova esistenza (o lultima della loro innocente adolescenza). Cera chi aveva gi affrontato il Gavia per quella curiosit da esploratore tipica dei ciclisti, ma ieri la montagna di Massignan e Gaul, di Van De Velde e Hampsten, di Simoni e Tschopp, e delle migliaia di anonimi pedalatori della domenica, esercitava unattrazione mistica, terribilmente fisica e profondamente spirituale. Dombrowski, allievo di Axel Merckx, 12 al California professsionisti e primo al Giro Bio gi sul Terminillo, ha vinto la tappa e conquistato la maglia rosa e bianca di leader. Ha confessato di essere scattato alla prima rampa nel bosco (tra Ponte dei Buoi e SantApollonia) e di non avere mai avuto il coraggio di guardarsi attorno, limitando limpegno ottico al mozzo. Aru, secondo allarrivo e in classifica, ha confidato di avere inseguito, pi che lo statunitense, quello stato di grazia che rende pi leggeri e aeronautici e cicloalpinisti, per senza riuscire a trovarlo. E Giancarlo Brocci, il patron della manifestazione che viaggia su una Fiat Punto stanca e perdipi in prestito, pur convinto del suo ateismo, ringraziava gli dei del ciclismo e gli spiriti delle montagne che hanno regalato al GiroBio una giornata gi leggendaria.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Arrivo 1. Joseph DOMBROWSKI (Usa) 168 km in 5.24'42", media 31,081; 2. Fabio Aru (Team Palazzago) a 43"; 3. Matteo di Serafino (Vega) a 255"; 4. Ciavatta a 255"; 5. Penasa a 320"; 6 Zardini a 324"; 7. De Ieso a 339"; 8. Formolo a 5'22"; 9. Di Remigio a 5'40"; 10. Jumabekov (Kaz) a 5'47".

GIRO DI SLOVENIA

Pozzovivo, chi si rivede In salita batte Brajkovic


Dopo la vittoria a Lago Laceno al Giro, Domenico Pozzovivo ha regalato unaltra grande soddisfazione alla Colnago Csf. Il lucano ha vinto il tappone del Giro di Slovenia, Ivancna Gorica Skofja Loka, 219 km, battendo lidolo locale Brajkovic (Astana); terzo, a 147", Koren, davanti a Ratto, Di Luca, Failli e Rabottini. Pozzovivo, maglia blu di leader, oggi si dovr superare nella crono finale di Lubiana (km 17,8): ha appena 4" su Brajkovic. Cavendish 2 Liridato Mark Cavendish ancora battuto in Olanda: nella 3 tappa dello Ster ZLM Toer lha superato lolandese Lars Boom (Rabobank).

S
Classifica 1. Joseph DOMBROWSKI (Usa) 31.54'; 2. Aru (Palazzago) a 25"; 3. Penasa (Zalf) a 1'10"; 4. Di Serafino a 2'10"; 5. Ciavatta a 3'49"; 6. Zardini a 5'12"; 7. De Ieso a 5'23"; 8. Formolo a 7'03"; 9. Zakarin (Rus) a 7'07"; 10. Di Remigio a 8'54.

CAMPIONATI ITALIANI CRONOMETRO

Titolo allievi a Ganna Ma non parente di Luigi


Due titoli al Piemonte, uno alla Lombardia e uno al Veneto: ecco il bilancio della seconda giornata dei Tricolori in Trentino. Cos le cronometro. Juniores: Nicola Da Dalt e Stella Riverditi. Allievi: Filippo Ganna (non parente di Luigi, primo vincitore nel 1909 del Giro dItalia) e Silvia Persico. Crono anche per le categorie handbike e paralimpici: titoli, tra gli altri, per Alex Zanardi, Fabrizio Macchi e Michele Pittacolo. Oggi in gara gli amatori (280 al via); domani riposo. Si riprende marted a Sant'Orsola con la prova in linea juniores. Il clou con i professionisti arriver sabato (prova in linea) e domenica con la cronometro

S
Oggi 9 e ultima tappa, Asiago-Asiago, km 123, per velocisti

GIRO DEL TRENTINO

Vince la tricolore Cantele La crono? Su pista ciclabile


A una settimana dalla prova tricolore, bel segnale della campionessa italiana Noemi Cantele. Davanti al presidente federale Di Rocco, la varesina della Be Pink si imposta nella prima tappa del 19 Giro del Trentino, battendo in volata Villumsen (Nuova Zelanda) e Malgorzata (Polonia): settima linglese Pooley e ottava Rossella Ratto. Sono davvero contenta di questa vittoria, perch mi ha permesso di onorare la maglia tricolore fino alla fine. Oggi conclusione con due semitappe a Sarnonico, in Val di Non: alle 9.30 in linea (km 62) e dalle 14.30 la crono di 5 km sulla nuova pista ciclabile dellAlta Val di Non.

40

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

BASKET LE FINALI SCUDETTO

STEFANO MANCINELLI

8 3

dal campo super, siamo molto amici. Ha talento, conosce il basket. Far una bella carriera.
o

Suoi punti nel 3 quarto In gara-4, la svolta di Milano stata dopo lintervallo. Il Mancio ha chiuso con 17 punti

E Bourousis?

ORE 20.30 RAISPORT

Ioannis devastante in attacco, secondo me uno dei migliori pivot in Europa. E vero che ha faticato nelle prime tre partite, ma contro i lunghi atipici di Siena dura per tutti, non solo per lui.
Il contratto con Milano in scadenza: cosa succeder questestate?

Le finali perse da Siena Dal 2004 a oggi, Siena ha giocato 28 partite di finale e ha perso solo tre gare-4.

Sono tranquillo. Adesso non il momento di parlarne, lobiettivo finire bene la stagione. Poi vedremo.
Con Marco Materazzi, avete appena inaugurato un negozio

Da stamani alle 10 saranno messi in vendita i biglietti disponibili per gara-5 non confermati dai possessori di abbonamento alla Mens Sana. Le finali scudetto si giocano al meglio di 7 partite. Siena in vantaggio 3-1 come un anno fa contro Cant.


Stefano Mancinelli, 29 anni, ala di 2.03, a Milano dal 2009 CIAMILLO

Abbiamo perso la terza partita per un errorino. E se adesso fossimo stati sul 2-2... Gentile un grande giocatore Il contratto in scadenza? Sono tranquillo

S
GARA-1 Siena-Milano 86-77

S
GARA-2 Siena-Milano 86-58

S
GARA-3 Milano-Siena 79-82

Milano, giochiamocela Le possibilit ci sono


Alle 20.30 a Siena la 5a sfida: Mens Sana a un passo dal titolo Non potevamo subire un altro 0-4. Che rimpianti per gara-3
PAOLO BARTEZZAGHI

sportivo a Milano: il futuro in questa citt?

Oltre a Milano, c una sede a Perugia e presto ne apriremo altre. Con Marco siamo amici da un po. Sono stato molto contento che allinaugurazione sia venuto il signor Armani e tutta la squadra. Adesso per ci sto dedicando meno tempo. C la finale scudetto.
Poi ci sar la Nazionale: come andr la squadra senza Bargnani e probabilmente senza Belinelli?

GARA-4 Milano-Siena 88-83.

S
GARA-5 Siena-Milano Arbitri: Facchini, Chiari, Weidmann. alle 20.30 Tv: RaiSport2

S
EV. GARA-6 Milano-Siena, marted 19 giugno.

Della Milano che due anni fa perse 4-0 in finale con Siena, i superstiti dalle successive rivoluzioni sono Stefano Mancinelli e Mason Rocca. Lanno prima, altro 4-0. Rocca era infortunato. Venerd Milano tornata a vincere una partita finale 7 anni dopo quella sfida per il titolo contro la Fortitudo persa 1-3 dalla prima Olimpia

firmata Armani. Quella volta Mancinelli era dallaltra parte e vinse lo scudetto proprio a Milano.
Mancio, che atmosfera cera nello spogliatoio di Milano dopo la vittoria in gara-4?

Sicuramente. Le possibilit ci sono, come abbiamo dimostrato in gara-3 e 4. Ce la giocheremo fino alla fine. Alla morte.
Cos cambiato dopo il brutto primo quarto di gara-4?

Bilancio delle finali finora?

Io sto bene, sono contento di come stiamo giocando. C il rimpianto per non aver vinto la terza partita. Adesso saremmo 2-2 e la serie sarebbe apertissima.
Siena avanti 3-1: si pu ribaltare?

Contenti. Era da troppo tempo che a Milano non arrivava una vittoria in finale.
Sentite di potercela fare ad allungare la serie?

Niente in particolare. Abbiamo perso gara-3 solo per qualche errorino nel finale. Avevamo voglia di prenderci la partita. E non era possibile prendere un altro 4-0 da Siena, in pi davanti al nostro pubblico.

Perdiamo pezzi importanti. Sar uno stimolo e unoccasione per tutti gli altri per fare meglio. Mi sento carico rispetto allItalia. Il cambio generazionale partito un po tardi ma sono stati due anni positivi anche senza risultati. C un bel gruppo, un grande coach, un bel futuro.
Come Milano?

S
EV. GARA-7 Siena-Milano, gioved 21 giugno.

Ci proveremo.
Com Alessandro Gentile?

S, proprio come lOlimpia.


RIPRODUZIONE RISERVATA

Un grande giocatore. Fuori

in contropiede
di DAN PETERSON

Serie A pi tecnica Spagna, numero 1


Il confronto tra i campionati europei: occhio alla Turchia
Visto che noi a SportItalia abbiamo trasmesso questanno le partite di Eurolega, Acb (Spagna) e la serie finale dei playoff in Grecia, mi viene chiesto di fare una valutazione dei tre grandi campionati in Europa: Spagna, Grecia, Italia. Parto con la mia Top Ten del Vecchio Continente, senza metterle in ordine. Tre squadre dallItalia: Siena, Milano, Cant. Due dalla Grecia: Olympiakos e Panathinaikos. Due dalla Spagna: Barcellona e Real Madrid. Una dalla Russia: Cska Mosca. Una da Israele: Maccabi Tel Aviv. Poi, una fra Efes Istanbul, Zalgiris Kaunas e Khimki. Se dovessi dare unopinione sui tre campionati in questione, direi questo: la Grecia ha un campionato pi atletico; la Spagna ha un campionato pi spettacolare; lItalia ha un campionato pi tecnico. Ovvio, i tre campionati principali hanno tutti e tre gli elementi in diverse proporzioni. Anche se

lItalia lunico Paese con tre squadre nella mia Top Ten, penso che il campionato pi forte sia lAcb della Spagna, perch ha pi squadre, dopo Real Madrid e Barcellona, che possono competere a qualsiasi livello dEuropa: Malaga e Bilbao sono arrivate alle Top 16 di Eurolega poi Vitoria e via dicendo. Un campionato molto profondo. La Grecia lunico Paese ad aver mandato due squadre alle Final Four questanno. Dopo di loro, per, la qualit delle squadre ha un notevole calo. Quindi la nostra Serie A, a mio avviso, ha pi squadre forti della Grecia, meno della Spagna. Ovvio, questa differenza di potenza nei tre Paesi pi forti nasce dai club: budget, societ, tradizione, lavoro, bravura. Poi, super allenatori. La Spagna ha Xavi Pascual, Pablo Laso, Dusko Ivanovic, Fotis Katsikaris e altri top. La Grecia ha Dusan Ivkovic e ha avuto Zelimir Obradovic. LItalia ha Simone Pianigiani, Sergio Scariolo, Andrea Trincheri e altri importanti. La sfida a questa Big Three arriver dalla Turchia. Sono almeno quattro club di Istanbul, Anadolu Efes, Fenerbahce, Galatasaray e Besiktas, con grandi ambizioni, impianti quasi al livello Nba (hanno ospitato il Mondiale nel 2010 e la Final Four nel 2012), con budget importanti, con allenatori importanti, con vivai che producono giocatori per il loro campionato e, addirittura, per la Nba. E occhio alla Russia, specie con il ritorno di Ettore Messina al Cska Mosca. Khimki, che ha vinto lEurocup, e Unics Kazan (ai quarti di Eurolega) hanno fatto una grande impressione quest'anno. Ma, per ora, lordine Spagna, Italia, Grecia.

ESTERO IL 3o SUCCESSO NELLE ULTIME 4 STAGIONI

Taccuino
NEOPROMOSSE

Barcellona campione Lorbek mvp delle finali


Battuto il Real Madrid. Francia: titolo al Chalon
(pe.m.) Il Barcellona ha vinto il titolo spagnolo battendo in casa nella decisiva gara-5 il Real Madrid 73-69. Mvp delle finali stato eletto Erazem Lorbek, lala centro slovena, ex Fortitudo, Treviso e Roma. il secondo titolo consecutivo per i blaugrana allenati da Xavi Pascual, il terzo nelle ultime quattro stagioni durante le quali hanno vinto anche un Eurolega e due coppe del Re. Davanti a un Palau Blaugrana esaurito, il Barcellona ha accumulato fino a 9 punti di vantaggio trascinati da un ottimo Fran Vasquez che ha chiuso con 16 punti. Uno dei canestri decisivi stato realizzato da Pete Mickeal, miglior realizzatore con 17 punti. il settimo titolo spagnolo vinto da Juan Carlos Navarro che ha cos eguagliato il record di Jimnez e Martnez. Per il Real Madrid, che questanno ha vinto la Coppa del Re, 16 punti dellex teramano Jaycee Carroll, 12 di Llull e Singler. Il Barcellona ha chiuso la partita con due tiri liberi di CJ Wallace, lala centro ex Capo dOrlando e Treviso, alla prima stagione in blaugrana con passaporto congolese. Il Real aveva perso gara-1, dopo essere stato lungamente in vantaggio, a causa di una tripla da poco oltre met campo sulla sirena dellex fortitudino Huertas.
Francia Chalon Sur Saone ha

Festa a Brindisi Taylor resta a Reggio


Oggi dalle 19.30 Brindisi fe steggia la promozione in serie A al PalaPentassuglia. Ingresso libero, in vendita le magliette celebrative e raccolta di fondi a favore dei ter remotati dellEmilia. Mentre Brindi si ha gi confermato il centro ser bo Borovnjak, laltra neopromossa Reggio Emilia ha ufficializzato il pro lungamento del contratto della guardia statunitense Donell Taylor per per la prossima stagione.

SERIE A

Hickman da Pesaro al Maccabi


(cam.ca. g.d.) JR Hickman la scia Pesaro e va al Maccabi Tel Aviv. Il Banco di Sardegna ha pro lungato il contratto di sponsorizza zione con Sassari sino al 2015.

vinto per la prima volta nella storia il titolo francese battendo nella finale di Parigi Bercy il Le Mans 95-76. Miglior giocatore lala statunitense Blake Shlib che ha chiuso con 20 punti, 10 rimbalzi e 5 assist. Chalon, che si qualificata per lEurolega, aveva gi vinto la Semaine des As (il titolo di met stagione) e la Coppa di Francia completando un en plein realizzato solo dal Pau Orthez nel 2003.
RIPRODUZIONE RISERVATA

EUROCUP

Dal prossimo anno niente Final Four


LEurocup cambia formato: dalla prossima edizione, la secon da coppa europea sar assegnata non pi in una Final Four, ma dopo semifinali di andata e ritorno e in una finale secca.

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

41

BASKET LE FINALI NBA

Wade, il leader che ha lasciato la scena a LeBron


Il protagonista del titolo di Miami nel 2006 cambiato per non pestare i piedi a James
DAL NOSTRO INVIATO

HEAT-THUNDER

Stanotte gara-3 Jackson: Knicks squadra goffa


Phil Jackson non mai stato contattato per diventare lallenatore di New York. Anzi, in unintervista, lex allenatore di Chicago e Lakers ha dichiarato: Non avrei allenato i Knicks se me lo avessero chiesto: la squadra goffa, Melo Anthony e Stoudemire non possono coesistere. Le finali Nba riprendono questa notte con gara 3 a Miami (ore 2 diretta Sky Sport 3). La serie, al meglio di 7, sull1 1 dopo la vittoria di Oklahoma City in gara 105 94 e degli Heat in gara 2 100 96.

MASSIMO ORIANI MIAMI

Dwyane Wade cambiato. Per necessit, per spirito di squadra, perch anche un maschio dominante sa quando arrivato il momento di farsi da parte e lasciare che sia un altro Alpha a dominare la scena. Ma lorgoglio intatto, la voglia di dimostrare che ancora il numero uno, la stessa di quando venne scelto nel draft 2003 da Miami dietro a LeBron James, Darko Milicic (s, non un errore di stampa...), Carmelo Anthony e Chris Bosh. Ecco allora che le finali 2012 diventano il perfetto palcoscenico dove mettere in mostra la sua nuova versione doubleface: da un lato buon compagno di squadra, dallaltro fenomeno che sa ancora vestire i panni di salvatore della patria. E le cose si erano messe molto male per Miami dopo gara-1, con Wade di nuovo al centro dellattenzione per lennesima prestazione opaca nei playoff (dove segna 22.8 punti di media col 46% dal cam-

po). Qualcuno insinuava il dubbio che il giocatore che una volta si faceva chiamare Flash fosse finito. Ovvio che a 30 anni non pu avere lesplosivit di 6 anni fa, quando domin le finali con Dallas a 34.7 punti a partita, ma qualcosa da dire ce lha ancora.
Critiche Non ho prestato attenzione alle critiche, al fatto che la gente si domandasse se riesco ancora a saltare, non sono il tipo che se la prende dice Ma sono un essere umano, normale che un pochino mi abbiano dato fastidio. Larrivo di LeBron lo ha cambiato e non poteva essere altrimenti. Quando, nellestate del 2004, Shaquille ONeal sbarc a South Beach, la prima cosa che disse fu: Questa la squadra di Wade, sono qui per aiutarlo a vincere un titolo. E cos fu. Di certo James, arrivato in Florida a ben altro punto della carriera rispetto a Shaq, non poteva assumere lo stesso ruolo. Ma fu naturale chiedersi subito se questi Heat sarebbero stati la squadra di LeBron o quella di Wade. La real-

t che a livello caratteriale, non c paragone. Dwyane decisamente pi leader di James (fu lunico ad urlare in faccia a Stern durante i negoziati per mettere fine alla serrata, seduto in prima fila al tavolo con LeBron seminascosto alle sue spalle) ma ha saputo farsi da parte lasciando, almeno in apparenza, che sia King James a tracciare il sentiero. Quando per si scatena la bufera, lui che fa un passo avanti. Ed anche normale che sia cos, visto che veste la maglia degli Heat da 9 stagioni, essendo passato dagli anni bui al primo titolo e poi ancora attraverso la fase della (rapida) ricostruzione. In gara-1 ero stato troppo passivo spiegava ancora lex stella di Marquette dopo la vittoria in casa dei Thunder che ha pareggiato la serie Per essere pi efficace, devo aumentare laggressivit, cercar palla nei punti del campo dove sono pi a mio agio. Senza pestare i piedi a LeBron. Equilibri delicati. Il campo nei prossimi giorni ci dir se sono anche vincenti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

AL GAZZETTA STORE

Le stelle Nba Presentazione il 17 giugno


S
DWYANE WADE La guardia, 30 anni, ha gi vinto il titolo Nba con Miami nel 2006. Qui sopra durante una conferenza stampa con gli occhiali. Anche LeBron, Durant e Westbrook indossano gli occhiali nel dopo partita pur non essendo miopi.
Inviando una mail a gazzettastoremilano@rcs.it con oggetto Stelle NBA, si potr partecipare alla presentazione de Le Stelle della Nba ai Raggi X il 20 giugno al Gazzetta Store di Milano con Federico Buffa, Dan Peterson e Flavio Tranquillo e ricevere il libro autografato su Michael Jordan.

ATLETICA AD ANGERS

Lemaitre nel vento vola sui 100 in 9"94


(si.g.) Ai campionati francesi, gran prova di Christophe Lemaitre che ad Angers vola nei 100 in 9"94, ma con un vento oltre la norma (+2.6 m/s), a 2/100 dal personale di Albi 2011. E lottava volta nella carriera che il 21enne transalpino scende sotto il muro dei 10"00, la prima non omologabile. In altri campionati nazionali, spicca il 44"56 di Kevin Borle nei 400 a Bruxelles, record belga e terzo tempo al mondo 2012. In Germania, dopo la rinuncia di Christian Reif, oro europeo del lungo (tendine), quella di Matthias De Zordo, iridato del giavellotto (braccio sinistro): Olimpiade a rischio per entrambi. In luce, nellasta, Silke Spiegelburg con 4.70.
Ad Angers (Fra). Uomini. 100 (+2.6): Lemaitre 9"94; Vicaut 10"05; Biron 10"10. Decathlon: Geffrouais 8118. 10.000 marcia: Diniz 3946"74. 4x100: Aix les Bains (con Lemaitre) 39"73. Donne. 100 (+1.6): Zang Milama (Gab) 11"03; Soumar 11"21; Arron 11"34. 100 hs (+1.3): Decaux 12"88. A Bochum (Ger). Uomini. 100 (+2,7): Jakubczyk 10"16. Donne. 100 (+3.0): Sailer 11"22. 100 hs (+1.7): Nytra 12"74. Alto: Friedrich 1.87. Asta: Spiegelburg 4.70; Ryzih 4.65. Peso: Kleinert 19,18. Disco: Muller 66.47. Martello: Heidler 73.65. A Bruxelles (Bel). Uomini. 400: K. Borle 44"56. Ad Atene (Gre). Uomini. 400 hs: Iakovakis 49"19 (b. 49"04). Donne. Triplo: Perra 14.71 (+1.4); Papachristou 14.58 (+0.9); Paneta 14.50 (+1.7). A Bratislava (Slk). Donne. Triplo: Veldakova 14.35. Martello: Hrasnova 73.09. A Vyskov (R.Ceca). Uomini. Lungo: Novorny 8.05. A Bielsko Biala (Pol). Uomini. 100 (+0.3): Kuc 10"20. 400: Wiaderek 45"46; Marciniszyn 45"63. Asta: Michalski 5.60. Peso: Majewski 21.07. Disco: Malachowski 66.89. Martello: Fajdek 80.32. Donne. 400 hs: Jesien

Christophe Lemaitre, 21 anni AFP


55"74. Martello: Wlodarczyk 74.71. A Bucarest (Rom). Donne. Lungo: Tigau 6.76 (+1.3); Sandu 6.70 (+2.7). Martello: Perie 70.05. A Yalta (Ucr). Donne. 400 hs: Titimets 54"98. Triplo: Knyazheva 14.71 (+2.0); Demydova 14.50 (+1.9); Tsyhotska 14.36 (+2.1).

Phillips, addio Olimpiade


E finita prima di cominciare la stagione di Dwight Phillips, quattro volte iridato del lungo e oro ai Giochi di Atene 2004: lo statunitense non ha risolto i problemi ai tendini dAchille e non parteciper ai Trials, come Deena Kaster che rinuncia ai 10.000 per problemi alla schiena. ROBLES OK Dyron Robles, primatista del mondo dei 110 hs, ha risolto i problemi alla gamba sinistra che lo hanno limitato nelle ultime settimane: il cubano torner alle gare luned 25 a Szczecin, in Polonia. MEMORIAL ZNAMENSKY Oggi a Zhukovskiy (Rus), non lontano da Mosca, 54 memorial Znamensky (meeting Eaa): spicca la presenza delliridata del martello Tatyana Lysenko e di DECATHLON AFRICANO (si.g.) A Ratingen (Ger), record africano nel decathlon dellalgerino Larbi Bouraada con 8332 punti. Uomini. Decathlon: Bouraada (Alg) 8332; Knobel 8228. Donne. Eptathlon: Machtig 6345.

ALTRE NOTIZIE a pagina

46

&

42

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

OLIMPIADI LEZIONI DI STORIA

SETTEMBRE NERO

Il sangue israeliano sui Giochi del 1972


(greg) Mark Spitz ha gi completato la collezione di 7 ori, quando, alle 4.30 del mattino del 5 settembre 72, una storia di terrore

insanguina i Giochi: 8 feddayn di Settembre Nero irrompono nel Villaggio, palazzina n. 31 che ospita alcuni israeliani. Fanno 2 morti e prendono 9 ostaggi. Chiedono il rilascio di 200 prigionieri e un salvacondotto: aprono drammaticamente gli occhi del mondo sulla causa palestinese.

Ottengono un aereo, ma alle 22.40 allaeroporto di Frstenfeldbruck fallisce il blitz antiterrorismo, preparato dalla polizia tedesca. In 8 minuti di fuoco muoiono i 9 ostaggi, 5 terroristi e 1 poliziotto. Il bilancio terribile: 17 morti. Dopo una pausa di 34 ore il Cio ordina la ripresa delle gare.

Belov, la stella che dur un secondo


Basket: il siberiano allo scadere spezza il dominio Usa a Monaco, poi la cacciata dalla nazionale Urss e la morte
di CLAUDIO GREGORI Questa la 6 di 9 pagine dedicate alla storia dellOlimpiade.

Sabato 9 settembre 1972, ore 23.45, incomincia la finale Usa-Urss. LUnione Sovietica la prima potenza olimpica del mondo, gli Stati Uniti la seconda. Ma nel basket gli Usa non sono mai stati battuti. Ai Giochi hanno vinto 62 partite di fila. Dal 52-28 allEstonia a Berlino 36, fino al 68-38 allItalia di Meneghin a Monaco. Il basket il loro gioco. Pi che mai ora che non ci sono pi barriere per i favolosi neri dAmerica, elastici come liane, rapidi come giaguari. Quando il basket esord, proprio nel 1936, cerano solo bianchi in squadra. A Londra, nel 48, nel quintetto Usa compare il primo afro-americano, Don Barksdale.
Berlino 36 A Berlino gli Stati

nitensi hanno unarma, la velocit, ma il coach Hank Iba, The Iron Duke of Defense, difensivista convinto, due ori a Tokyo e Citt del Messico, sceglie il gioco ragionato. Cos i sovietici vanno in vantaggio. Conducono tutta la gara, trascinati da Sergey Belov, autore di 20 punti. Chiudono il primo tempo 26 a 21. Gli Usa balbettano spaesati. A met ripresa i sovietici hanno 10 punti di vantaggio. Allora Iba ordina il pressing a tutto campo e i sovietici patiscono. Gli statunitensi si fanno sotto. A 17" dalla fine lUrss ha un solo punto di vantaggio: 49-48 e palla in mano. Ma il tiro di Belov viene stoppato. Doug Collins ruba il pallone e subisce fallo. Il tabellone segna 0.03. Mancano 3 secondi.
Due liberi Collins realizza il pri-

Il bielorusso Ivan Edeshko rimette a 3" dalla fine e lancia a Shasha Belov che da sotto brucia Bantom e Forbes: il 51-50

La protesta clamorosa degli Stati Uniti che decidono di rifiutare la medaglia dargento, non salendo neppure sul podio della premiazione

Uniti vinsero il primo oro battendo in finale il Canada 19-8 in un campo di sabbia allaperto che la pioggia battente aveva trasformato in palude. I sovietici comparvero solo a Helsinki 52. Hanno affrontato 6 volte gli statunitensi perdendo sempre. LUrss campione dEuropa. Ha rastrellato cestisti da 7 repubbliche: Russia, Lituania, Estonia, Lettonia, Ucraina, Georgia e Kazakistan. Ma a Monaco tutto mirato sugli Usa, anche quellorario assurdo, calibrato sul pubblico televisivo americano. Sin dallinizio la difesa sovietica ferrea. Gli statu-

mo tiro libero e pareggia. Il ct sovietico Kondrain, per infastidirlo, chiede timeout. Larbitro brasiliano Righetto non viene avvertito dal tavolo. Collins, impassibile, realizza il punto del sorpasso: 50-49. Il lituano Paulauskas rimette dal fondo. Ma, intanto, Kondrain irrompe in campo pretendendo il timeout. Righetto ferma il gioco. Esultano gli statunitensi, pensando di aver vinto. Il cronometrista Chopard, francese, dice a Righetto che il fischio arrivato a 1" dalla fine. Sul tabellone elettronico compare 0.01. A quel punto il segretario della Federazione Internazionale William Jones, britannico, entra in campo e sostiene che bisogna gioca-

re 3". Lo speaker annuncia che ci sono ancora 3", ma sul tabellone resta 0.01. Alla ripresa del gioco suona istantanea la sirena. Gli Usa festeggiano di nuovo. Ma Jones ribadisce che si deve giocare per 3". Nuova rimessa del bielorusso Ivan Edeshko. Il suo lancio trova scoperti gli americani. Pesca alla perfezione Sasha Belov, che brucia tutti e segna da sotto: 51-50. Esultano i sovietici. Gli Stati Uniti sporgono reclamo. Hanno buoni motivi per farlo: Jones non aveva alcun titolo a intervenire; lirruzione di Kondrain andava sanzionata; larbitro ha sospeso la partita con la palla in gioco. Mentre fa reclamo, Iba viene alleggerito del portafoglio con 370 dollari. Questa piccola ferita si aggiunge alla vergogna di essere il primo coach Usa battuto ai Giochi.
Guerra Fredda La Giuria dAppel-

Casa Italia in Tour

giocatori esprimono disperazione e sgomento. La pena del capitano Kenneth Davis affiorer addirittura nel testamento: nessun membro della famiglia, nemmeno dopo la sua morte, dovr accettare quellargento, come fecero i figli di Jim Thorpe il 18 gennaio 1983. Il risultato, per, rispecchia il gioco. Gli Usa sono stati davanti solo sul 50-49, nei tre secondi fatali tra il secondo tiro libero di Collins e il canestro di Sasha Belov.
A 26 anni Il Fato ha scelto Alek-

NUMER0

Hope Relay in piazza Duomo


Da sinistra Silvia Salis (guarda la sua intervista video su www.gazzetta.it), Margherita Granbassi e Aldo Montano con il presidente di Samsung Italia, S.W. Myung, a Casa Italia Coni in tour, in unaccaldatissima Piazza Duomo a Milano per presentare Samsung Hope Relay unapplicazione per smartphone che permetter di vivere da protagonista Londra, facendo qualcosa di utile. La tecnologia GPS infatti terr traccia della distanza percorsa. Per ogni km, Samsung dona 1 euro a SOS Villaggi dei Bambini Italia, unorganizzazione impegnata nellaccoglienza di bambini privi di cure familiari in Italia e in altri 132 paesi del mondo. In Italia presente con 7 Villaggi, attraverso i quali aiuta 539 persone, di cui 448 bambini e ragazzi. Marco Lottaroli

Il siberiano Shasha Belov a 20 anni realizza il canestro della vita

lo si riunisce nella notte. Sono lungherese Hepp (presidente), il polacco Beglajewski, il cubano Keizer, il portoghese Lopez, litaliano Coccia. Non trovano accordo. Il voto finale, alle 5, rispecchia gli schieramenti della Guerra Fredda. Ungherese, polacco e cubano sono per i sovietici, portoghese e italiano per gli americani: 3-2. Loro va allUrss. Il team Usa rifiuta la medaglia dargento. Le lacrime dei

sndr Aleksandrovic Belov, ventanni, centro, alto 2.01, per il canestro pi famoso. Aleksndr nato in Siberia, vicino a Tomsk. Vive a Leningrado, antica Pietroburgo di un altro Aleksndr, Pukin il poeta. Allo Spartak Leningrado incontr Kondrain. La vita gli sorride, ricca di stupori. Pukin avrebbe detto che per lui la fonte della giovinezza - fonte rapida e tumultuosa / ribolle, corre, scintillando e mormorando. A 17 anni campione dEuropa, a 18 vince lUniversiade, a 19 il europeo, a 22 il Mondiale. Un predestinato, illuminato dal sole. Poi conoscer lombra. Sar espulso dalla nazionale per commercio di icone. Il Fato lo rapir a 26 anni: un angiosarcoma, rara forma di tumore cardiaco, lo uccide il 3 ottobre 1978.

vittorie Prima di quella partita del 9 settembre 1972: gli Stati Uniti vantavano una striscia di successi consecutivi impressionante: addirittura 62. Fin dallOlimpiade del 1936 (la prima per il basket). Ma quella notte (si giocava tardissimo per favorire le televisioni americane), fra polemiche e ricorsi lUnione Sovietica e Shasha Belov cambiarono la storia di questa disciplina, in tre soli secondi

62

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

43

NUOTO SETTECOLLI A ROMA


200 SL: LA TOP TEN
LE MIGLIORI 10 DEL 2012: FEDE 6 1. Camille Muffat (Fra) 154"66 2. Allison Schmitt (Usa) 155"04 3. Sarah Sjoestroem (Sve) 155"23 4. Bronte Barratt (Aus) 155"99 5. Kilye Palmer (Aus) 156"04 6. FEDERICA PELLEGRINI 156"32 7. Femke Heemskerk (Ola) 156"54 8. Dana Vollmer (Usa) 157"25 9. Wang Shijia (Cina) 157"26 10. Barbara Jardin (Can) 157"34

IPPICA

TUTTI I RISULTATI
FINALI UOMINI 100 sl: 1. Verschuren (Ola) 49"09; 2. Garcia (Cuba) 49"10; 3. Gilot (Fra) 49"12; 4. Orsi 49"30; 7. Gimondi 49"55; 8. Leonardi 49"88 (b.49"87); fin.B: 1. Mallet (Fra) 48"96; 2. Cielo (Bra) 49"07; 3. Magnini 49"34. 1500 sl: 1. Paltrinieri 1458"33; 2. Detti 1502"45; 3. Pizzetti 1516"32. 200 dorso: 1. Irie (Gia) 155"05; 2. Kawecki (Gia) 157"62; 3. De Deus (Bra) 158"79; 5. Milli 159"90; 6. Aversa 200"31. 200 rana: 1. Koch (Ger) 208"74; 2. Tateishi (Gia) 208"85; 3. Bizzarri 212"76; 4. Perez D. (Fra) 213"16; 5. Bossini 213"49; 6. Pizzini 214"12. 200 mx: 1. Pereira (Bra) 157"94; 2. Hagino (Gia) 159"11; 3. Le Clos (Saf) 200"03; 4. Turrini 200"89; 5. Cova 202"29.

TROTTO EUROPEO

Main Wise re a Parigi Commander in Finlandia

400 SL: LA TOP TEN


LE MIGLIORI 10 DEL 2012: FEDE 7 1. Camille Muffat (Fra) 401"13 2. Rebecca Adlington (Gb) 402"35 3. Kilye Palmer (Aus) 403"40 4. Coralie Balmy (Fra) 405"31 5. Allison Schmitt (Usa) 405"40 6. Mireia Belmonte (Spa) 405"45 7. FEDERICA PELLEGRINI 405"70 8. Bronte Barratt (Aus) 405"74 9. Kathleen Ledecky (Usa) 405"79 10. Lauren Boley (N.Zel) 405"83

Main Wise As vince il Balliere FORNI

Fede, finalmente Lultimo test spazza via i dubbi


La Pellegrini domina i 200 sl con un buon tempo: 156"32 Ora mi sento pi sicura, il lavoro fatto inizia a vedersi
STEFANO ARCOBELLI ROMA

do, non avrebbe voluto perdere proprio qui, proprio adesso.


Risposta e dedica La risposta lha data come forse mai da quando la gestisce Claudio Rossetto: non perch l156"32, ormai assestatosi al sesto posto nel ranking mondiale, migliora sotto carico il crono degli Europei dove arriv pi lucida. Ma perch appunto, la vittoria sta cominciando a far venire fuori il lavoro, me lo diceva Castagnetti, prima o poi esce. Certe magie che stanno ritornando, che qui sono tornate, cominciano a contagiare anche lallenatore perch ci danno pi serenit a 40 giorni dallOlimpiade, e queste sensazioni laiuteranno ad arrivarci sicura: di sicuro dal Settecolli usciamo meglio che dagli Europei, mi piaciuto come ha controllato e chiuso la gara, mi piaciuta la nuotata lunga: la miglior Pellegrini sta tornando? Io vedo tutti i giorni quanto forte, questa gara le serviva solo per dare fiducia. Dedica Questa gara tutta, ag-

Italiani a 2 facce nelle grandi prove europee. La vittoria di Main Wise As a Parigi, la delusione in Finlandia.
Parigi Main ha colori, training

dice che le hanno lasciato pi sicurezza.


Cattiva Se una prova che recita a memoria e nessuna come lei ha memorizzato bracciate e metri, non la solita replica, lennesimo scontato dominio: Fede in versione cattivissima perch non si dubiti proprio adesso di lei dopo loro europeo con un tempo non soddisfacente (156"76) perch non si illudano due delle ambiziosi rivali come lolandese Femke Heemskerk che and pi forte di tutte nella semifinale mondiale di Shanghai 2011, e la svedese Sara Sjostroem, respinta di quasi 2". La tulipana appassisce nellultima vasca (30"61 contro 28"89 dellazzurra) e torna a Marsiglia con 83/100 di pensieri. Ma almeno lha impegnata, e questo in fondo cercava Federica: limbattibilit comporta sempre dei rischi, leccessiva sicurezza pericolosa e Fede che non una macchina ma la nuotatrice pi cerebrale del mon-

Tutti pazzi per Fede. Dai Fede urlano dalla tribuna dello stadio del nuoto, e Federica Pellegrini come se si fosse accesa, ispirata ai ricordi mondiali del 2009. Ora in rotta sui Giochi di Londra, nel guado sottolinea nel suo blog di un caos mai visto, diremmo di un assedio da cui lei stessa cerca di divincolarsi per non rimanere schiacciata. Lattesa olimpica enorme su di lei, ma lei che non ama fare pronostici spiega che vorrebbe essere lasciata nuotare in pace, a divertirsi come sempre. Al bando le responsabilit, e magari i dubbi. Cos, la prova generale per Londra, diventa la prova pi attendibile e convincente. Lultimo test prima di salire sul blocco a cinque cerchi quello che poi resta nella testa, il riferimento finale. Poteva sbagliarlo? Ora che ha domato i 200 stile libero che non perde dal 2007, Fede

giunge lei, per Emiliano Brembilla che lascia il nuoto attivo ma sempre stato e sempre sar nel mio cuore un mio punto di riferimento. Cera Brembo vicino a lei ad Atene 2004, quando Fede si rivel dargento come pi giovane medagliata azzurra individuale a 16 anni. La stuzzicano se un giorno vorr farsi allenare da lui, ma lei sgombra ogni dubbio: Non succeder mai, mi conosce troppo bene e non avrei scampo da ogni punto di vista. Cera pure Magnini ad Atene a prenderla in braccio: ora Filippo anche il fidanzato che reclama pazienza e serenit per la sua Fede. Arrivederci a Londra, prima puntata i 400.
Federica Pellegrini, 23 anni, 1.79 per 65 kg INSIDE
RIPRODUZIONE RISERVATA

NEI 1500 TRASCINA DETTI A UN OTTIMO 1502"45 DELUSIONE SUI 100 SL PER MAGNINI E DOTTO

Paltrinieri supera tutti gli esami: 1458"33


Paltrinieri non si ferma pi. E trascina Detti nei 1500 sl che vedono sul podio lex medagliato europeo Samuel Pizzetti, trasferitosi a Ostia proprio per allenarsi con i nuovi gemelli del mezzofondo. Saranno minorenni, ma in acqua non sono affatto timidi: e poi si sfottono in beata allegria. La merito lOlimpiade? fate voi? fa il livornese, in arte Mi-nipote, perch lallena lo zio Stefano Morini che si trova tra le mani lultimo talento precoce del nuoto azzurro. Paltrinieri torna ad abbattere il muro dei 15 minuti, passando dal 1448"92 delloro europeo a questo 1458"33 del Settecolli dopo aver sostenuto gli esami di ammissione al quinto anno di liceo, dopo le visite militari, dopo aver nuotato anche una sola volta al giorno, dopo aver sofferto le preoccupazioni del terremoto a Carpi, casa sua. Eppure in acqua un portento che si lascia cadere ogni cosa: Per dai 700 non avevo pi braccia, tantero cotto, ma il grande tempo venuto lo stesso. S trascinato il compagno livornese che in 1502"45 centra il 12 crono mondiale stagionale e il 5 italiano di sempre. Unenormit: secondo le previsioni pi ottimistiche lobiettivo era un 1508".
Cento lenti Dai 100 stile libero tutti si aspettavano una finale dalto rango, finita con personaggi attesi come Cielo

Gregorio Paltrinieri, 17 anni, di Carpi (Modena): 1.91 per 72 kg


DI LUCA

(49"07), Magnini (49"34) e Dotto (29 in 50"53) rimandati, con un vincitore (lolandese Verschuren) autore di un tempo peggiore (49"09) di quello della finale di consolazione (48"96 del francese Mallet) e con Marco Orsi ancora quarto (49"30) ma impegnato a crescere nella gara regina in vista della staffetta veloce olimpica che coltiva grandi speranze olimpiche. Ma, adesso, preoccupa soprattutto il recupero di Dotto, vicecampione mondiale dei 50, che si mostra fiducioso: Soprattutto nei 100 ho pagato i 25 giorni fermo per linfortunio, ma ora ho solo bisogno di lavorare sodo per recu-

perare, a me basta poco per andare in forma. Podi rosa Tre azzurre sono finite sul podio: Alessia Filippi nei 200 dorso in 211"59 (prima la nipponica Terakawa in 207"74); Elisa Celli nei 200 rana (vinti dalla danaese Pedersen da 224"35), col 7 tempo italiano di sempre in 227"90; e la neo olimpica Stefania Pirozzi nei 200 misti in 215"24, a 11 centesimi dal personale. Di gran livello il 208"74 del tedesco Koch nei 200 rana, che vedono sfumare lultimo sogno di Flavio Bizzarri di scendere da 212"; l155"05 nei 200 dorso del nipponico Irie e l157"94 del brasiliano Pereira nei 200 mx.
s.a.
RIPRODUZIONE RISERVATA

DONNE 200 sl: 1. Pellegrini 156"32; 2. Heemskerk (Ola) 157"15; 3. Sjoestroem (Sve) 158"08; 5. Mizzau 159"19. 800 sl: 1. Friis (Dan) 822"10; 2. Trott (Saf) 825"71, 3. De Memme 836"67; 4. Caramignoli 839"41. 200 dorso: 1. Terakawa (Gia) 207"73; 2. Zueva (Rus) 209"27; 3. Filippi 211"59; 6. Sorriso 213"57. 200 rana: 1. Pedersen (Dan) 224"35; 2. Watanabe (Gia) 225"54; 3. Celli 227"90 (7 t.ital. alltime); 4. De Ascentis 228"56; 5. Fissneider 228"95; 6. Boggiatto 229"50; 7. Scarcella 229"57. 200 mx: 1. Kato 213"64; 2. Pirozzi 215"24; 3. Buratto 215"78; 5. Dal Rio 217"18.

e driver stranieri, ma italianissimo di nascita (allevamento la Serenissima) ed pure un campione. Lo ha confermato anche con un po di fortuna, vincendo il Prix Balliere in 1.10.5, a 4 decimi dal record di Jag De Bellouet (2005). Fortuna perch dopo essersi trovato al largo di Texas Charm (1.08.5 il km), Main ne ha sfruttato la rottura sulla curva finale isolandosi, mentre la varennina Lana del Rio (sempre in scia a Texas) cedeva (7) e Roxane Griff finiva 2 con Leben Rl 5. Main Wise si conferma tra i pi forti dEuropa, In carriera ben 12 GP vinti fra cui: a 2 anni Gran Criterium (S. Siro), a 3 anni Italia (Bologna), Berlin e Rome (Enghien), a 4 anni Uet (Croise Laroche), a 5 anni Le Gonidec e Laurent a Parigi, Atlantique (Enghien) e a 6 (2012) Atlantique (Enghien) Kerjaques e Balliere a Parigi.
Kouvola In Finlandia altro assolo del fuoriclasse Commander Crowe che ha dominato di prepotenza il Kymi GP. Per il sauro di propriet svedese e allenato da Souloy il 4 grande successo del 2012 dopo Elitlopp, Oslo GP e Olympiatravet. Ha rotto subito Marlon Om (P. Gubellini), 4 Napoleon Bar, ma dopo rottura e poi autore di buon recupero.
A PARIGI Prix Balliere - m 2100: 1 Main Wise As (S. Ernault) 1.10.5; 2 Roxane Griff; 3 Rodrigo Jet; 4 Renomme d'Obret; Tot. in Italia: 4,42; 1,66, 2,02, 3,19 (36,66). Tris: e 82,47. A KOUVOLA Kymi GP - m 2100: 1 Commander Crowe (C. Martens) 1.12; 2 Womanizer S; 3 Maxwell Mayday; 4 Napoleon Bar. Tot.: 1,08; 1,12, 8,03, 2,92 (21,42) Trio: 348,63.

OGGI GALOPPO

San Siro, le 2 anni si giocano il Crespi


Oggi a S. Siro due listed: il Crespi per femmine di 2 anni (favorita Virgin Queen) e le Royal Mares (la francese Alchimia la pi attesa). SALTI A MERANO A Maia c il Grande Steeple Chase dEuropa (m 4600): il francese Allen Voran il favorito. PRIX DE DIANE A Chantilly il giorno del Diane: attesissima limbattuta (4 corse) Beauty Parlour, Dettori non c. IERI QUINT 6-2-5-1-15 A Siracusa: 1 Rio Torto (Bologna); 2 Smidolf; 3 Big Love; 4 Milenkovic; 5 Mister Galli; Tot.: 30,82; 9,24, 3,52, 2,55 (367,05). Quint: n.v. Quart: e 11.916,99. Tris: e 972,01 SI CORRE ANCHE Trotto: Bologna (15) e Torino (15.15).

44

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

PALLANUOTO WORLD LEAGUE

PALLAVOLO WORLD LEAGUE

La Spagna spegne il Settebello ai rigori


In semifinale il primo k.o. Il c.t. Campagna: Bel match gi con un clima olimpico
DAL NOSTRO INVIATO

Gli azzurri illudono ma alla fine cedono alla Francia


LIONE (Francia)

FRANCO CARRELLA ALMATY (Kazakistan)

la prima sconfitta azzurra nell'intera World League e arriva nel modo pi beffardo. In una semifinale avvincente, i rigori fanno felice la Spagna. stata una bella partita, proprio come me laspettavo. Da clima olimpico commenta Sandro Campagna. E infatti ritroveremo la squadra di Aguilar ai Giochi di Londra, il 6 agosto, nellultima gara della prima fase. Oggi, dovremo accontentarci della finale di consolazione con gli Usa, mentre gli iberici affronteranno la Croazia.
Emozioni Dominano le difese,

controfuga, assieme alla rete di Figlioli vale il 4-4 (per la Spagna va a segno un vivacissimo Minguell). Ai due metri, sono scintille tra i due Perez, Amaurys e Ivan, ex nazionali cubani. Nellultimo tempo, al gol di Minguell che sembrava irregolare (palla sotto) replica Felugo con luomo in pi. Si va dunque ai rigori e sono fatali gli errori di Rizzo e dello stesso Felugo.
No Superleague A bordovasca, intanto, arriva leco dellattesa riunione di Zagabria tra le societ intenzionate a lanciare la Superleague, tra cui la Pro Recco. Il progetto tramontato: Ma non volevamo la secessione dice Predrag Sloboda, presidente della Federazione croata . Abbiamo apprezzato lallargamento della Champions League deciso dalla Len. E nasce lAssociazione europea dei club, aperta a tutti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Un tiro del siracusano Valentino Gallo, 26 anni, alto 1.93 per 92 kg

SPAGNA-ITALIA

| 9-7 rig.
LA GUIDA

gli arbitri pasticciano. In avvio ha la meglio la zona spagnola, mentre il Settebello stenta pure in superiorit numerica. Sotto 3-1, con la rabbia accumulata per due rigori negati a Premus, lItalia si scuote trascinata da Presciutti: la sua doppietta con una palombella e una

(2-1, 1-0, 1-3, 1-1) MARCATORI: 4'20" Valles, 6'36" Perrone, 7'07" Gallo s.n.; 8'56" Perrone; 17'51" C.Presciutti, 21'01" Figlioli s.n., 22'57" Minguell s.n., 23'58" C.Presciutti; 27'26" Minguell, 29'15" Felugo s.n. SPAGNA: Lopez, Minguell, Martin, Espanol, Valles, Perrone, J.Garcia; M. Garcia, Mallarach, Sziranyi, Molina, I.Perez. N.e. I.Aguilar. All. R. Aguilar. ITALIA: Tempesti, Figlioli, Felugo, Gallo, C.Presciutti, D.Fiorentini, Deserti; A.Perez, Rizzo, Giorgetti, Figari, Premus, Marcz. All. Campagna. ARBITRI: Koganov (Aze) e Sadekov (Rus). NOTE: sup. num. Spagna 5 (1 gol), Italia 8 (3). Usc. 3 f. A.Perez 29'40". Amm. R.Aguilar e Campagna. Spett. 500. Tempi regolamentari 5-5. Sequenza rigori: Figlioli gol, M.Garcia gol, Gallo gol, Espanol gol, Rizzo parato, X.Garcia gol, Felugo parato, Molina gol.

Oggi finale per il 3 posto contro gli Usa


Cos nella penultima giornata della World League. Semifinali: Croazia Usa 11 10, Spagna Italia 9 7 rig. Semifinali 5-8posto: Kazakistan Australia 7 6, Cina Brasile 10 7. Oggi: finale 7 posto Australia Brasile (7.10 italiane, 11.10 locali), 5 posto Kazakistan Cina (8.30), 3 posto Usa Italia (9.50), 1 posto Croazia Spagna (11.10).

(a.a.) LItalia lotta combatte, si procura alcune possibilit, ma poi alla fine si deve arrendere (senza incassare punti) con la Francia. Resta la curiosit su che partite si sarebbero viste in questo secondo weekend di Wolrd League, se la squadra di Montagnani (che va ricordato non ha mai giocato assieme) avesse avuto qualche amichevole preparatoria. Anche ieri gli azzurri hanno avuto la palla del rigore, nel terzo set: si sono trovati avanti 23-21 (grazie al primo punto in maglia azzurra con un muro di Luca Vettori), ma anzich chiudere, esattamente come contro gli Usa, hanno balbettato quel tanto che bastava per lanciare la Francia, che ora vola in testa alla classifica. E mancato il muro, si sono visti troppi errori banali e qualche ingenuit (come normale) nei momenti delicati della gara, che Blain - per portare a casa - ha faticato. Dando fondo alla panchina e riuscendo alla fine a mettere la museruola ai giovani azzurri. Oggi la conclusione del torneo contro la Sud Corea.

Giulio Sabbi in attacco TARANTINI


le 114. Francia: battute sbagliate 14, vincenti 4, muri 12, errori 29; Italia: b.s. 19, v. 6, m. 8, e. 33. SITUAZIONE Girone A a Santo Domingo (Dom). Serbia-Russia 3-1 (25-23, 20-25, 25-20, 25-23), Cuba-Giappone 3-1 (25-21, 25-20, 22-25, 25-21); Giappone-Russia, Serbia-Cuba. Oggi: Giappone-Serbia e Cuba-Russia. Classifica: Serbia 9; Cuba 8; Russia 5; Giappone 2. Girone B a Tampere (Fin). Brasile-Canada 3-2, Finlandia-Polonia 0-3; Canada-Polonia 0-3 (24-26, 22-25, 23-25), Finlandia-Brasile 0-3 (22-25, 18-25, 23-25). Oggi: Polonia-Brasile e Finlandia-Canada. Classifica: Polonia, Brasile 26; Canada, Finlandia 7. Girone C a Lione (Fra). Francia-Sud Corea 3-1, Italia-Stati Uniti 0-3; Stati Uniti-Sud Corea 3-1 (22-25, 25-23, 27-25, 25-16), Francia-Italia 3-1. Oggi: (15 diretta Raisport) Italia-Sud Corea e Francia-Usa. Classifica: Francia 11; Italia, Usa 8; Sud Corea 3. Girone D a Buenos Aires. Portogallo-Germania 1-3 (17-25, 20-25, 25-23, 19-25), Argentina-Bulgaria 3-1 (25-22, 24-26, 25-21, 25-17); Portogallo-Bulgaria, Argentina-Germania. Oggi: Germania-Bulgaria, Argentina-Portogallo. Classifica: Germania, Argentina 9; Bulgaria 6; Portogallo 0. FORMULA Alle final six di Sofia (Bul) dal 4 all8 luglio le prime di ogni girone, la migliore seconda e la Bulgaria.

FRANCIA-ITALIA

| 3-1

(25-17 22-25 25-23 25-20) FRANCIA: Ngapeth 14, Le Roux, Rouzier 9, Samica 10, Trefle 10, Pujol 2; Grabennikov (L), Hardy-Dessources 6, Moreau 10, Toniutti 1, Tuia 1. N.e. Tillie. All. Blain ITALIA: Maruotti 14, Buti 10, Baranowicz 1, Kovar 10, De Togni 5, Sabbi 15; Giovi (L), De Marchi 1, Vettori 1, Falaschi, Cester. N.e. Rossini. All. Montagnani. ARBITRI: Piasetski (Bie) e Karampetsos (Gre). NOTE Durata set: 24, 28, 32, 30; tota-

RUGBY TRE DEBUTTI E UNA META DI DAPICE

LITALDONNE NEL GRAND PRIX IN BRASILE

La mischia e il piede di Burton Italia ok in Canada


ANDREA BUONGIOVANNI

altri test Blacks e Wallabies vittorie thrilling


Vittorie al fotofinish per Nuova Zelanda e Australia conto Irlanda e Galles. Gli All Blacks 22-19, a Christchurch (successo simbolico, nella citt terremotata), con un drop di Dan Carter a 27" dal termine e un uomo in meno per un giallo al 72 a Dagg (1 meta a testa). I Wallabies 25-23, a Melbourne, con un piazzato di Mike Harris a tempo scaduto (1 meta a 2). Con ancora uno scontro diretto da giocare, entrambe si aggiudicano la serie. Come il Sudafrica che a Johannesburg batte lInghilterra 36-27 (4 mete a 3). A Lautoka, Figi-Scozia 25-37 (3 a 4). Nella notte italiana, a Cordoba, Argentina-Francia. EMERGENTI Oggi a Bucarest lItalia Emergenti (ore 20 locali, le 19 italiane), dopo i successi su Russia e Portogallo, sfida la Romania padrona di casa nellultimo turno di Nations Cup: in palio la vittoria nella rassegna. Assenti per infortunio M. Pratichetti e Van Niekerk. Intanto Cristiano, terza linea titolare, va da Rovigo alle Zebre. Italia Emergenti: Buso; Bacchetti, Majstorovic, Castello, Iannone; Chiesa, Palazzani; Belardo, Cristiano, Caffini; Van Vuren, Cedaro; Chistolini, Ceccato, Lovotti. A disp.: Cazzola, Morelli, Fazzari, Mar. Barbini, Alb. Chillon, Wilson, Terga. Secondo turno (completamento): Romania-Argentina Jaguars 23-21; Russia-Uruguay 19-13. Classifica: Italia E. 9; Romania 8; Jaguars 6; Russia 4; Uruguay, Portogallo 1. AZZURRINI Oggi (ore 12.30) a Citt del Capo (Saf) ai Mondiali u. 20, Italia-Scozia nella semifinale 9-12 posto. Nellaltra Figi-Samoa (la 12 retroceder). 1-4 posto: Galles-N. Zelanda; Argentina-Sudafrica.

Le ragazze ci provano Gli Usa le schiantano


SAN BERNARDO DO CAMPO (Bra)

semmai, qualche problema iniziale in touche (due perse).


Dubbi Ma la fattura del gioco

Il dominio della mischia e il piede di Kris Burton. Con queste due armi e poco altro, in verit lItalia supera il Canada. Cio un esame non facile, per tanti motivi. Serviva la vittoria, la seconda della gestione Brunel, pena il sorpasso dei nordamericani al 12 posto del ranking mondiale. E la vittoria arrivata. Per il gioco, il bel gioco, appuntamento a unaltra volta. Magari a sabato, quando Castrogiovanni e compagni (che saranno ancora privi dellinfortunato Parisse) sfideranno gli Stati Uniti a Houston. Gli azzurri intanto, anche con una sorta di seconda squadra (e soli quattro titolari non di formazione), confermano pregi e difetti noti. Alla prima voce, con una prima linea decisamente efficace, va inserita la prestazione complessiva del pacchetto, che fa quel che vuole del reparto avversario, portato a spasso per il campo e costretto a uninfinit di penalit, dalla quali arrivano i 20 punti di Burton con un finalmente eloquente 7 su 8 ai calci. Da notare,

che lascia a desiderare: la mediana Burton-Tebaldi ha idee confuse, ne produce poco e si macchia anche di gravi errori. Come quello che, poco dopo la mezzora, porta alla meta canadese: Tebaldi, di ritorno in Nazionale dopo quasi due anni, manca una presa alta e addio. LItalia della ripresa pi fluida e la meta di DApice, la prima della sua carriera azzurra, figlia di una devastante rolling maul, lo specchio del match. La mischia stata decisiva ammette il c.t. Jacques Brunel e, in assoluto, sono soddisfatto dellapporto offerto dai tanti giovani. Tre debuttanti compresi: Benettin, Andrea Pratichetti e Fuser. Questultimo (distorsione tibio-tarsica) per in dubbio per il match contro gli Stati Uniti al pari di De Marchi, Minto, McLean e Mauro Bergamasco. A Toronto, intanto, per i molti oriundi presenti tra i 12.220 del Bmo Field, festa grande: soprattutto per la famiglia di Robert Barberi, figlio della citt.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Tommaso DApice, 23 anni GETTY/FIR

CANADA-ITALIA

| 16-25

MARCATORI: p.t. 3 c.p. Pritchard, 11 e 25 c.p. Burton, 28 c.p. Pritchard, 33 m. Trainor tr. Pritchard, 40 c.p. Burton; s.t. 3 c.p. Burton, 10 m. DApice tr. Burton, 13 c.p. Pritchard, 22 e 32 c.p. Burton. CANADA: Pritchard; Trainor, Van der Merwe, Scholz (22 s.t. Hearn), Mackenzie; Evans, White (18 s.t. Fairhurst); Carpenter, OToole, Ardron (27 s.t. Dala); Hotson (35 s.t. Phelan), Sinclair; Marshall, Pletch (18 s.t. Tiedemann), Buydens (16 p.t. Dolezel). All. Crowley. ITALIA: Benettin (3-7 s.t. e 25 s.t. Toniolatti); Venditti, A. Pratichetti, Sgarbi, Benvenuti; Burton, Tebaldi (18 s.t. Gori); Barbieri, Favaro, Zanni; A. Pavanello, Furno (21 s.t. Fuser, 35 s.t. Ma. Bergamasco); Castrogiovanni, DApice (27 s.t. Festuccia), Rizzo (39 s.t. Romano). All. Brunel. ARBITRO: Pearson (Inghilterra). NOTE: p.t. 16-9. Spettatori 12.220. Gialli: nessuno. Calci: Pritchard 4 su 5 (11 punti); Burton 7 su 8 (20 punti). Uomo del match: Burton.

(a.a.) E iniziata con una sconfitta la avventura brasiliana nel Grand Prix. Laltra notte le azzurre affidate a Marco Bracci sono state battute nettamente dagli Stati Uniti, 3-0 (27-25 25-20 25-17), imbattuti finora. LItalia migliore si vista nel primo set, quando ha creato pi di una difficolt alla squadra statunitense. Piccinini (ha chiuso il suo match con 15 punti) e compagne sono arrivate a condurre 18-15 prima di subire la rimonta. Gli Usa hanno raggiunto la parit a 22-22 e chiuso ai vantaggi il punto finale siglato dalla veterana Haneef-Park. Nel secondo e nel terzo set la squadra di McCutcheon ha avuto vita facile. Bracci ha cambiato ancora formazione: con Rondon in palleggio, Ortolani bomber, Anzanello e Barazza centrali, Piccinini e Lucia Bosetti schiacciatrici.

ITALIA-USA

| 0-3

(25-27 20-25 17-25) ITALIA: Rondon, Bosetti L. 13, Anzanello 3, Ortolani 6, Piccinini 15,

Barazza 5; De Gennaro (L). Barcellini 6, Folie 1. N.s. Gennari, Sirressi e Signorile. All Bracci. STATI UNITI: Berg, Larson 13, Harmotto 10, Hooker 15, Tom 12, Akinradewo 9; Davis (L), Haneef 1, Miyashiro. N.e. Bown, Hodge e Thompson. All. McCutecheon. ARBITRI: Macias (Mes) e Ormonde (Por). NOTE Durata set: 30, 28, 24; totale 82. Italia: battute sbagliate 4, vincenti 2, muri 5, errori 21; Stati Uniti: b.s. 5, v. 4, m. 13, e 18. SITUAZIONE Girone E a San Bernardo (Bra). Italia-Stati Uniti 0-3, Brasile-Germania 3-1 (18-25, 25-14, 25-18, 26-24); Ieri notte: Stati Uniti-Germania e Brasile-Italia. Oggi: Brasile-Stati Uniti e (20.20) Germania-Italia. Girone F a Komaki (Giap). Thailandia-Portorico 3-1, Giappone-Dominicana 3-0; Dominicana-Thailandia 0-3 (14-25, 22-25, 19-25), Giappone-Portorico 3-0 (25-20, 25-18, 25-16). Oggi: Domenicana-Portorico, Giappone-Thailandia. Gruppo G a Foshan (Cina). Sud Corea-Polonia 0-3, Cina-Taiwan 3-0; Taiwan-Polonia 0-3 (10-25, 24-26, 19-25), Cina-Sud Corea 3-0 (25-22, 25-16, 25-18). Oggi: Taiwan-Sud Corea e Cina-Polonia. Gruppo H a Belgrado (Ser). Serbia-Argentina 3-1, Cuba-Turchia 1-3; Cuba-Serbia 3-0 (25-14, 25-15, 25-17), Turchia-Argentina 3-1 (25-15, 25-20, 21-25, 25-15). Oggi: Serbia-Turchia e Argentina-Cuba. Classifica: Cina 15; Stati Uniti, Turchia, Thailandia 12; Cuba 11; Brasile, Polonia, Giappone 9; Serbia 8; Germania 6; Italia 4; Portorico, Dominicana 3; Sud Corea 1; Argentina, Taiwan 0.

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

45

SCHERMA GLI EUROPEI DI LEGNANO

BEACH VOLLEY A ROMA

Allarme Italia
DAL NOSTRO INVIATO

HANNO DETTO

A
S

LA TAPPA ITALIANA DEL WORLD TOUR

MARISA POLI LEGNANO

Cicolari e Menegatti che peccato!


Le azzurre crollano a un passo dalla finale. Lupo e Nicolai qualificati per Londra

La fabbrica delle medaglie momentaneamente chiusa. Il secondo giorno degli Europei si spegne di nuovo senza podi per lItalia e a restare a secco, ieri, oltre alla sciabola femminile, stato il fioretto maschile nelle ultime tre edizioni doro sia nellindividuale che a squadre. Andrea Cassar fuori agli ottavi, Andrea Baldini e Giorgio Avola al turno precedente, Valerio Aspromonte al primo assalto della diretta. Un allarme, a un mese e mezzo dallOlimpiade, con diverse ragioni. A parziale sollievo c il fatto che met degli otto fiorettisti delle finali non sono qualificati per Londra. A dimostrazione che, con levento pi importante del quadriennio cos vicino, testa e allenamenti sono concentrati su quellappuntamento e che i migliori non sono arrivati qui in forma brillante.
Ballottaggio A complicare tutto

Cicolari/1 E la pi grande delusione sportiva che potessi immaginare: avevamo davanti una finale che potevamo vincere

S
Menegatti/1 Siamo molto molto molto amareggiate, perch ci credevamo, eravamo convinte di vincere e abbiamo sperato fino allultimo
Ci mancato tanto cos... GMT MEZZELANI-FERRARO
MARIO SALVINI ROMA

ci si messo il sovraccarico di tensione causato dalla non scelta dei convocati. Ovvero, chi parteciper alla prova a squadre chiaro: Andrea Cassar, Andrea Baldini, Valerio Aspromonte e Giorgio Avola. Non ancora deliberato, invece, chi rester fuori dalla prova individuale (riservata a 3 atleti per nazione), perch il Consiglio federale (domani riunito in forma ristretta) ha preso tempo sulla relazione (e le scelte) presentata dal c.t. Stefano Cerioni.
Risultato La prova costata ca-

La delusione di Andrea Baldini il simbolo dellattuale stato danimo di tutta la squadra azzurra BIZZI

Troppa tensione Anche il fioretto senza medaglie


Oro nelle ultime tre edizioni, gli azzurri fuori subito Pesa lincertezza su chi far la gara individuale olimpica
la situazione
sta di un avvio da fenomeno (9 stoccate prese nei 6 incontri del girone, uno spettacolare 15-7 rifilato al 4 volte campione del mondo Peter Joppich) per poi spegnersi con il polacco Majewski agli ottavi (rimonta non riuscita, da 2-11 a 12-13). Spiegher: Ho avuto solo 10 minuti dopo lassalto con Joppich, alla fine non ce la facevo pi. Ero curioso di vedere come andavano i compagni, so come stanno soffrendo per questa scelta. Cos dopo aver vinto tutto negli ultimi tre Europei, il fioretto maschile senza medaglie come non succedeva dal 2006. Con lOlimpiade dopodomani stata una gara atipica, come gi accaduto negli Europei 2008 spiega Cerioni. Nessun allarme, basta non sbagliare pi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

S
Cicolari/2 Abbiamo perso lucidit nel secondo set, io avrei dovuto sostenere Marta, ma ho avuto i miei problemi e non ce lho proprio fatta

ra ai due pi giovani, Giorgio Avola e Valerio Aspromonte. Giocarsi Londra in pochi assalti li ha fatti salire in pedana con un fioretto che pareva pesare 5 chili invece dei 500 grammi regolamentari. Tensione a mille gi nei gironi, 5 assalti che si chiudono in tre minuti e si vincono a 5, invece che al 15 come per gli assalti di tabellone. Quattro vittorie e due sconfitte per Aspromonte, 3 a 3 per Avola. Tutti e due finiti nel tabellone dei trentaduesimi, mentre Cassar (0 sconfitte) e Baldini (5 vittorie su 6) sono stati promossi ai sedicesimi. Aspromonte (n. 3 al mondo) stato eliminato subito dal ceco Kundera (n. 198), allassalto successivo Avola (2) ha perso con Jovanovic (170). Senza gloria Baldini, sconfitto alla prima sfida di diretta, nei sedicesimi, dal 18enne ceco Choupenitch (Non una questione di scherma, mi mancata la lucidit. In questa stagione ho avuto buone sensazioni). Solo un assalto in pi per Andrea Cassar, protagoni-

Fino alle 21.06 la data di ieri aveva tutto per poter essere segnata sui calendari come una delle giornate pi belle della storia del beach azzurro. Daniele Lupo e Paolo Nicolai che accedono allOlimpiade. E soprattutto Marta Menegatti e Greta Cicolari meravigliose. Capaci di battere per la seconda volta in carriera le divine Walsh-May, le statunitensi bi-olimpioniche. Per un successo che spianava loro la strada verso la finale. Un evento che, in casa, al Foro Italico, sarebbe stato da mozzare il fiato e da far luccicare gli occhi ai tanti che da 25 anni e 536 tornei di Swatch World Tour aspettano invano un successo azzurro. Una finale che sarebbe stata contro Goller-Ludwig, tedesche regolarmente messe sotto dalle azzurre. Una finale che sembrava spettare di diritto a Greta e Marta. Da signora straordinaria quale , appena sconfitta, Misty May stringendo le mani sottorete alle azzurre aveva detto loro: E adesso andate a prendervelo: questo il vostro torneo. E invece no, maledizione: il volo delle nostre aviere azzurre finito in semifinale con Kuhn-Zumkehr, svizzere.
I precedenti Era tutto perfetto. Limpresa di Gre-

Kharlan e Cheremisinov doro Sciabola donne: la Bianco 5a


Si ferma a un passo dalle medaglie Ilaria Bianco, la migliore delle azzurre della sciabola stata eliminata ai quarti. Oro allucraina Kharlan, mentre il titolo del fioretto del russo Cheremisinov. FIORETTO UOMINI. 32esimi: Kundera (R.Cec) b. Aspromonte 15-14; Avola b. Or (Isr) 15-4. 16esimi: Choupenitch (R.Cec) b. Baldini 15-10; Cassar b. Joppich (Ger) 14-6; Jovanovic (Cro) b. Avola 15-14. Ottavi: Majewski (Pol) b. Cassar 15-12. Semifinali: Cheremisinov (Rus) b. Kruse (Gb) 15-11; Kleibrink (Ger) b. Majewski (Pol) 15-14. Finale: Cheremisinov (Rus) b. Kleibrink (Ger) 15-7. SCIABOLA DONNE. 32esimi: Vecchi b. Marcos (Spa) 15-7. 16esimi: Lucchino b. Berder (Fra) 15-13; Bulica (Rom) b. Marzocca 15-14; Bianco b. Nicoll (Gb) 15-11; Vecchi b. Khomrova (Ucr) 15-8.Ottavi: Socha (Pol) b. Vecchi 15-10; Stoltz (Fra) b. Lucchino 15-13; Bianco b. Lembach (Fra) 15-11. Quarti: Stoltz (Fra) b. Bianco 15-12. Semifinali: Vougiouka (Gre) b. Stoltz (Fra) 15-9; Kharlan (Ucr) b. Socha (Pol) 15-9. Finale: Kharlan (Ucr) b.Vougiouka (Gre) 15-14. OGGI Spada donne a squadre (Fiamingo, Del Carretto, Navarria, Moellhausen), sciabola uomini a squadre (Occhiuzzi, Samele, Murolo, Pastore). Tabellone dalle 9 (PalaBorsani di Castellanza), semifinali e finali dalle 18 (al Castello di Legnano). IN TV Diretta SkySport2 e Federschermatv.

S
Menegatti/2 Purtroppo abbiamo sprecato occasioni che non si possono sprecare in una partita cos importante. Speriamo che ci sia utile...

ta e Marta con le americane, e al contempo il colpo di scena: Kuhn-Zumkehr che eliminano le cinesi n. 1 al Mondo, Xue-Zhang Xi, e si presentano a una semifinale che una rivincita. Erano state loro a battere le nostre nel girone. Avevamo un conto in sospeso, ha detto la Cicolari, con riferimento a certe parole volate in quella sfida. Ed era come se si stesse pregustando la rivincita. Anche perch le svizzere in 46 tornei solo una volta sono arrivate in finale (vincendola, nel 2009). E sapete chi avevano battuto in semifinale? Greta e Marta: 20-18 al tiebreak. Ieri al 3 finita 19-17 (21-16, 19-21 gli altri). Dopo che le italiane avevano sciupato due match ball, su uno dei quali lo speaker ha fatto incautamente partire lInno di Mameli. Dopo un primo set ottimo, Greta e Marta sono entrate nel secondo pi rilassate, forse certe di avercela fatta. Senza sospettare degli errori che avrebbero commesso (tre alzate di fila di Greta) nel finale di tiebreak. E alla fine, il muro di Kuhn e il sempre micidiale cross (il colpo a scavalcare in diagonale) di Zunkehr hanno fatto piangere Greta e rovinato la giornata di tutti. Oggi si cerca di consolarsi con un bronzo dalle 17.

CANOTTAGGIO COPPA DEL MONDO

Quattro di coppia, labbondanza fa sperare


DAL NOSTRO INVIATO

RICCARDO CRIVELLI MONACO (Ger)

per rinfocolare le speranze olimpiche di una barca che per noi ha fatto la storia.
Testa a testa Il solleone non brucia voglia ed energie: per 1750 metri una lotta entusiasmante, con Raineri che parte meglio, tiene il comando fino ai 1000 e poi ai 1500 vede sfilare di una punta larmo gemello. Simone si affida nei carrelli centrali al motore potente di Fossi e Frattini e a prua confida nella

Caldo equatoriale insolito per un fine primavera in Baviera. E febbre altissima al via, dove la sorte si divertita a giocare con le ferventi aspirazioni dei quattro di coppia azzurri. Nello stesso recupero, a due corsie di distanza, Italia 1 di Raineri e Italia 2 di Galtarossa, il duello in famiglia tra titani

Il 4 di coppia arrivato in finale SEYB

forza di Stefanini, argento iridato con lui nel 2010, mentre Rox ha in barca Perino da capovoga e soprattutto Venier e Agamennoni, con cui ha condiviso il secondo posto a Pechino. Quarti di nobilt assortiti che fanno sognare fino alla torre darrivo addirittura in una doppia qualificazione alla finale, senonch Italia 2 non trova il serrate da ricordare e sarrende di mezzo secondo alla Gran Bretagna, mentre Italia 1 con-

quista il pass da prima, per la gioia di Fossi: Siamo dove volevamo. E Raineri: Bravi a controllare, siamo ambiziosi, ma Croazia e Germania per ora ci sono superiori.
Scelte La competizione ha fatto bene, rendendo frizzanti i due armi e ora spetter al c.t. De Capua trovare le alchimie giuste a Livigno, tenendo conto che alcuni possono andare a rafforzare un 4 senza bisogno-

so di un surplus di potenza e che Galtarossa scalpita come un giovanotto: Due barche sullo stesso livello. In finale approdano anche il due senza di Mornati e Carboncini, che oggi prover ad avvicinare i mostri neozelandesi (Buone sensazioni dice Mornati e per Londra stiamo arrivando) e il doppio pl di Luini, salvo per 10 centesimi dalla Norvegia, ma perch negli ultimi 50 metri sono crollato, spiega il compagno Bertini. Bocciato invece il 4 senza pl, che non trova pi la scintilla dellargento iridato. Umilt e fatica per ripartire.
RIPRODUZIONE RISERVATA

46
#

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

TUTTENOTIZIE & RISULTATI


Tennis / 1 SULLERBA TEDESCA
UNDER 16

Boxe A FREGENE ORGOGLIO DELLA ROSA

Halle: per Federer la settima finale Oggi trova Haas


Roger Federer a 30 anni ha conquistato la settima finale in carriera sullerba di Halle. In Germania lo svizzero (foto REUTERS) ha avuto vita facile in semifinale con Mikhail Youzhny, battuto 6-1 6-4 in unora di match: per il numero 3 del ranking Atp si tratta della vittoria numero 13 in 13 match con il russo . Al primo appuntamento stagionale sullerba, Federer cercher oggi il suo quinto successo ad Halle (lultimo nel 2008) sfidando in finale il 34enne Tommy Haas, che nel derby tedesco di semifinale ha battuto 7-6 (5) 7-5 il campione in carica Philipp Khlschreiber, che si era distinto per aver eliminato venerd ai quarti Rafa Nadal, Per la prima volta dal 2007 a Umago (Moya contro Pavel) si troveranno di fronte nella finale di un torneo Atp due giocatori ultratrentenni. Se gioco il mio miglior tennis, come negli ultimi due match, posso farcela, ci crede Haas.
Vinci fuori Finisce lavventura di Roberta Vinci al torneo Wta di Birmingham. Testa di serie n.4, stata eliminata ai quarti dalla cinese Jie Zheng 6-3 5-7 6-4 dopo il rinvio per pioggia del giorno (avanti 6-5 nel 2 set). Rinviati anche ieri i quarti tra le statunitensi Oudin e Falconi e tra la serba testa di serie n.1 Jankovic e la giapponese Doi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Spada, che impresa batte Cendrowski mondiale silver medi


Baldi: l Avvenire di nuovo in Italia dopo 43 anni
(m.l.) Cresce la giovane Italia del tennis. Filippo Baldi (foto PANUNZIO) ha vinto il 48 Trofeo Avvenire (U16, terra). Era da Ettore Fontana nel 1969 che un italiano non vinceva il torneo pi importante del Circuito dellEuropean Tennis Association. Due settimane fa laltro 16enne Gianluigi Quinzi aveva vinto il Bonfiglio Internazionali dItalia Jrs (U18, terra). Baldi, nato a Milano e pavese di adozione (si allena allo Sporting Club Selva Alta di Vigevano con Stefano Dolce) col mito di Rafa Nadal, in finale contro Lautaro Pane (Arg) ha vinto il primo set 7 6 (9 7 al tie break) e poi ha dominato nel 2. Ora si dedicher ai tornei Itf (U18). AllItalia la Coppa delle Nazioni. Uomini. Finale: Baldi (15) b. Pa ne (9, Arg) 7 6 (7) 6 0. Donne. Finale: Shymanovich (5, Bie) b. Bondar (2, Ung) 6 1 6 3.

meritiamo rispetto. Questa vittoria per tutti i Rom. Poi spiega: E stato un match scorbutico, non bello da vedersi, difficile, contro un campione come Cendrowski. Ma lo sono anchio e adesso mi merito il match per il Mondiale assoluto.
Serata dura Tutti i match per i titoli sono comunque duri e tirati, con molti elementi di spattcolo. Emanuele Della Rosa difende per la terza volta la corona internazionale Wbc superwelter con un match sofferto contro Al Harbi, bandiera inglese, pi alto di lui, agile e veloce, con un buon allungo di destro. Cos, Ruspa ha difficolt a trovare il tempo giusto per entrare nella guardia dellavversario. Riesce per ad assicurarsi un piccolo vantaggio. Nellinternazionale silver Wbc medi, Emanuele Blandamura si mostra pi tecnico contro Luca Tassi e vince per kot alla 10ma ripresa.
Gennaro Bozza
RIPRODUZIONE RISERVATA

ROMA Un Vulcano sulla spiaggia. Domenico Spada deve soffrire, rischia di veder svanire il sogno di conquistare il mondiale silver Wbc, contro un bravissimo Cendrowski, ma alla fine tira fuori lorgoglio determinante per vincere un match durissimo. Il polacco, da lui gi battuto nel 2008, mette in mostra un solo colpo, il gancio destro, ma micidiale, tanto

che Spada si ritrova in parit fino all8o round. Il romano prova a doppiare i colpi, ma si ritrova sempre sotto tiro e qualche volta deve anche barcollare sotto quel destro potente. Poco alla volta, per, riesce ad accorciare gli scambi e a colpire. I giudici lo premiano. Lui si sfoga e rivolge una dedica speciale alla comunit Rom, di cui fa parte: Siamo in Italia da 600 anni,

Ad Halle (Ger, Atp 750.000 euro, erba) semifinali: Haas (Ger) b. Kohlschreiber (Germany) 7-6(5) 7-5; Federer (Svi) b. Youzhny (Rus) 6-1 6-4. Al Queens (Gb, Atp 625.000 euro, erba) semifinali: Nalbandian (Arg) b. Dimitrov (Bul) 6-4 6-4; Cilic (Cro) b. Querrey (Usa) 6-3 3-6 6-3. A Birmingham (Gb, Wta 167.000 euro, erba) quarti: Zheng (Cin) b. VINCI 6-3 5-7 6-4; Makarova (Rus) b. Su-Wei Hsieh (Taiw) 3-6 6-3 6-3.

Una fase dellincontro fra Domenico Spada e Cendrowski KEYPRESS

Risultati. Mondiale silver Wbc medi, vacante: Domenico Spada (35-4, kg 72) b. Mariusz Cendrowski (Pol, 22-4-2, kg 72,300) 12 t. Giudici: Green (Ing) 115-112, Aleksic (Mon) 115-113, Lehtosaari (Fin) 115-113. Internazionale Wbc superwelter, 12 t.: Emanuele Della Rosa (29-1, kg 69,850) b. Nasser Al Harbi (Ing, 13-1-1, kg 68,800) 12. Giudici: Green (Ing) 117-112, Aleksic (Mon) 116-114, Lehtosaari (Fin) 115-114. Internazionale silver Wbc medi, vacante, 12 t.: Emanuele Blandamura (17-0, kg 71,850) b. Luca Tassi (15-1, kg 72,100) kot 10. Mediomassimi, 4 t.: Sinacore (1-0) b. Kratki (Ung, 6-37-4) ko 1.

Hockey pista CON VIAREGGIO

Golf BUON SECONDO GIRO DI MANASSERO

Valdagno, ecco il 2 scudetto

Tiger Woods tornato in testa allo US Open


Per il momento come andr a finire ha poca importanza: allo U.S. Open Tiger Woods monopolizza comunque lattenzione. Era in testa dopo due giri (-1), assieme a Jim Furyk (vincitore allo U.S. Open 2003) e David Toms (Pga Championship 2001), gli unici sotto il par, e tanto basta: nei 9 Major in cui era stato leader a questo punto del torneo, Woods (foto REUTERS) aveva finito con 8 successi. La storia lo spinge e lo incoraggia.
SAN FRANCISCO

Atletica Tricolori giovanili Bene Chiari e Bruni


(m.m.) A Misano (Rn), nella 2a giornata dei Tricolori giovanili, record italiano nellasta junior di Roberta Bruni con 4.35, con un progresso sul proprio fresco primato di 5 cm (poi tre nulli a 4.50). Nella categoria quattrocentisti ok, con titolo a Michele Tricca in 46"77. Tra le promesse Andrea Chiari vola a 16.83 (+2.0) nel triplo, minimo per gli Europei di Helsinki confermato. Nellalto 1.86 di Chiara Vitobello ed Elena Vallortigara. Nel peso 18.02 fuori gara di Chiara Rosa. Uomini Jr. 400: Tricca 46"77; Lorenzi 46"95; Re 46"96; Incantalupo 47"26. 800: Lahbi 154"52. 110 hs (+0.9): Perini 13"85. 3000 sp: Quazzola 911"91. Alto: Gasparin 2.12. Martello: Di Blasio 69.98. Giavellotto: Figliolini 60.62. Marcia 10 km: Fortunato 4307"08. 4x100: Atl. Imola 41"52. Batt. 200: Desalu 21"13 (+3.7). Promesse. 400: L. Valentini 47"11; Raimondi 47"37. 800: Moretti 150"37. 5000: Cominotto 1411"05. 110 hs (+2.4): Devarti 13"99. Batt. I: Fofana 13"91 (+1.9). 3000 sp: Gerratana 854"75. Asta: Buldini 4.90. Triplo: Chiari 16.83 (+2.0). Peso: Seci 18.04. Martello: Ferretti 64.96, 4x100: Atl. Bergamo 41"64. Batt. 200: Marani 20"77 (+2.6). 400 hs: Bencosme 50"45; Haliti 51"49. Donne. Jr. 400: Battaglia 55"02. 800: Baldessari 211"05. 5000: Abate 1727"06. 100 hs (+3.1): Paniz 13"84 (b. 14"12/+0.4). Asta: Bruni 4.35. Triplo (+2.7): Derkach 13.64 (+2.7). Martello: Rizzi 55.40. 4x100: Valsugana 47"49. Marcia 10 km: Poli 4904"16. Batt. 200: Siragusa 23"68 (+2.8); Ekeh 23"70 (+2.1). Promesse. 400: Maffioletti 55"31. 800: Cornelli 209"42. 5000: Inglese 1602"72. 100 hs (+1.0): Feudatari 13"65. Alto: Vitobello 1.86; Vallortigara 1.86. Triplo: Moro 13.12. Peso: Stevanato 14.49. 4x100: Camelot 47"06. Batt. 200: Hooper 23"80 (+2.6); Amidei 24"06 (+3.4). OBRIST SFIORA Oggi scadano i termini per i minimi per gli Europei di Helsinki: mentre Fabio Cerutti insegue il 10"28 di quello sui 100 a Sassari, Christian Obrist ieri sera Villafranca ha mancato quello dei 1500 per 41/100. Uomini. 400: Juarez 46"60; Galletti 47"31; Salvucci 47"79. 1500: Obrist 340"41; Crespi 340"80; Floriani 341"12. Donne. 800: Milani 202"75; Berlanda 205"24; Cusma rit. Lungo: Vicenzino 6.33 (+0.8).

gara2: Grosseto-Parma 5-10, 1-5; Novara-Godo 2-13 (8), 4-7; Bologna-Rimini 2-6; San Marino-Nettuno 3-2 (15), 3-2. Classifica: Rimini, S.Marino 719 (23-9); Bologna 688 (22-10); Nettuno 625 (20-12); Parma 515 (17-16); Godo 406 (13-19); Grosseto 242 (8-25); Novara 094 (3-29).

208 colpi (67 70 71) la romana a -3 dalle leader Yadloczky (Usa) e Artis (Aus). Veronica Zorzi invece scesa dal 2 al 25 posto: affianca Stefania Croce.

Judo
FACENTE (e.d.d.) A Walter Facente nei 90 kg lEuropean Cup senior a Celje (Slo) con 408 atleti di 30 Paesi. Terzo Alessio Mascetti (+100) e quinte Anna Bartole (48), Alessia Regis (57) e Valentina Giorgis (63). I vincitori. 48 kg: Amelie Rosseneu (Bel); 57: Hedvig Karakas (Hun); 63: Tina Trstenjak (Slo); +78: Lucija Polavder (Slo); 60: Aram Grigoryan (Rus); 73: Cristopher Voelk (Ger); 90: Facente; +100: Stanislav Bondarenko (Ucr).

Boxe
WBA LEGGERI (r.g.) A Piacenza, Max Ballisai (15-1) perde limbattibilit contro il dominicano residente in Spagna, Felix Lora (15-9-5), impostosi nella sfida per il titolo Intercontinentale Wba leggeri per ko al 4 round con un gancio sinistro al mento sullitaliano fin l in vantaggio ai punti. Spettacolare pari tra i welter Paolo Lazzari (12-0-2) e Alfredo Di Feto (19-11-2), premiato dai giudici. Massimi leggeri: Lovaglio (12-8) b. Dolzanelli (16-4-1) p. 6 t. Supergallo: Limone (9-1) b. Marinov (4-1-1) p. 6 t. Medi jr.: Sabau (Rom. 1) b. Zankov (Bul. 1-4) ko 1 t.

La festa di Valdagno SPINELLI-LNH

Nuoto
FONDO (al.f.) Oggi ad Anzio (Roma) si assegna il titolo italiano della 10 km nella selezione per gli Europei di Piombino (12-16/9); gi qualificati Cleri, Bolzonello e Grimaldi. Nella 47a Capri-Napoli il vincitore 2011 Vitek e Geijo e lazzurro Volpini.

(m.nan) In gara-4 per lassegnazione dello scudetto dellHockey pista, Valdagno ha piegato Viareggio 7-4 nellinferno di caldo e tifo (1500 tifosi ma solo locali) del Palalido, scucendo cos lo scudetto ai bianconeri. Una partita meno spettacolare delle altre, decisa dai molti tiri liberi e dalle tante espulsioni (addirittura otto). A un certo punto, a inizio stagione, i veneti erano settimi e con un tecnico esonerato. Poi arrivato Franco Vanzo, bancario che per diletto o quasi allena (2a finale vinta su Mariotti), e per i veneti la stagione si trasformata. Fino allarrivo ieri sera del secondo scudetto della propria storia, vinto alla 3a finale di fila.
Valdagno-Viareggio 7-4 (serie 3-1). Marcatori: 2 De Oro, 2 Nicolia, 3 Tataranni; 3 Orlandi, Motaran. Albo d'oro recente: 2005-2008 Follonica, 2009 Bassano, 2010 Valdagno, 2011 Viareggio, 2012 Valdagno.

Italians C poi il buon risultato

La rimonta ancora lunga, ma

sono soddisfatto, diceva. Venerd era partito con un birdie, anche se poi aveva infilato tre bogey consecutivi. Il Tiger mentalmente stressato da tre anni di scandali e infortuni avrebbe perso le staffe come due mesi fa al Masters. Stavolta ha recuperato con due birdie nelle back nine e ha fallito di un soffio altre ghiotte occasioni: Ora ho fiducia nel mio swing e su questo campo basta saper rimanere pazienti. Se vincer il suo 15 Major o sfiorer il successo, che gli sfugge da quattro anni, non sembrano rimanere dubbi sul fatto che sia tornato.

del secondo giro di Matteo Manassero che fa segnare uno dei migliori score (69), ma poi inizia il 3 con 4 boogie nelle prime 6 buche. Mentre Francesco Molinari distrugge gi nel secondo giro (76) quanto di buono aveva costruito gioved. Un po di gloria c anche per il 17enne Beau Hossler, che sbuca in cima al leaderboard e diventa per una manciata di buche il centro di interesse, prima di tornare nellanonimato.
Massimo Lopes Pegna
RIPRODUZIONE RISERVATA

Canoa Slalom, Molmenti 6


(a.fr.) In Coppa del Mondo di canoa slalom, a Pau (Fra), nel K1 Daniele Molmenti spacca il punta piede destro, commette 3 penalit e termina 6, a 861 dal vincitore, Etienne Daille (Fra). In semifinale out, nel K1, lu. 23 Zeno Ivaldi (13) e nel C1 Stefano Cipressi (21): vittoria di Tony Estanguet (Fra) su Kiljanek (Pol) e Slafkovsky (Slk). Nel K1 femminile Clara Giai Pron 40 ed esce in qualifica, 16 il C2 di Camporesi-Ferrari oggi in semifinale.

Pallavolo
MERCATO (a.r. f.c.) Offerta per Daniele Bagnoli dal Fenerbahce Istanbul. A Conegliano arriva Crozzolin. Nikolay Jeliazkov, allenatore della Bulgaria giovanile (ex Olympiakos e giocatore a Bologna e Ferrara), il nuovo coach di Corigliano. Rosalba resta per la quarta stagione a Citt di Castello.

Pesi
SCARANTINO OK Ripescato per i Giochi di Londra, il 17enne Mirco Scarantino vince i 56 kg agli Assoluti di Caltanissetta. Oggi donne. Uomini. 56 kg: 1. Scarantino 231 (100 strappo+131 slancio). 62 kg: 1. Guarnaccia 265 (120+145); 2. Rubino 244 (106+138). 69 kg: 1. Mannella 276 (125+151); 2. Dellino 257 (115+142). 77 kg: 1. De Luca 294 (132+162). 85 kg: 1. Mannella 317 (145+172). 94 kg: 1. Di Marzio 325 (150+175). 105 kg: 1. Grando 326 (146+180). +105: Di Salvo 310 (140+170).

Ghiaccio
CONGRESSO ISU Il Congresso Isu, a Kuala Lumpur (Mal), oltre a quanto gi reso noto, per la figura ha anche definito lintroduzione nellartistico, dal 2014-2015, di musiche cantate. Nelle grandi rassegne eliminate da subito le qualificazioni. Nella pista lunga, dai Mondiali singole distanze 2015-2016, le mass starts.

Risultati dopo il 2 giro: 1. Furyk (Usa 70, 69), Woods (Usa, 69, 70), Toms (Usa, 69, 70) -1 139; 4. Peterson (Usa, 71,70), Colsaerts (Bel, 72, 69), McDowell (NIr, 69, 72), Thompson (Usa, 66, 75) +1 141; 29. Manassero (76, 69) +5 145; 51. F. Molinari (71, 76) +7 147.

Ginnastica Pozzo e Ferrari ok


CATANIA (l.m.) A Catania (2500 spettatori) bis tricolore e 6 titolo assoluto nel concorso generale sia per Enrico Pozzo sia per Vanessa Ferrari. La Ferrari (13,800 alle parallele, 14,100 alla trave, 14,350 a corpo libero e 14,600 al volteggio), ha preceduto la beniamina di casa Carlotta Ferlito (14,650 alla trave). Oggi alle 15 (diff. RaiSport 1 ore 17) finali di specialit e di trampolino elastico: Flavio Cannone avviato verso il 10 tricolore. Concorso generale. Uomini: 1. Pozzo 85,800 p.; 2. Principi 84,800; 3. Cingolani 83,500; 4. Ottavi 82,500; 5. Ticchi 82,050; 6. Edalli 81,900. Solo tre attrezzi per Morandi. Donne: 1. Ferrari 56,850 p.; 2. Ferlito 55,950; 3. Meneghini 55; 4. Mori 52,300; 5. Gandolfi 51,850; 6. Buro 51,700.

Scherma
AGOR Arte, scienza, storia e cultura della scherma: c tutto nellAgor di Busto Arsizio (nella sede della Pro Patria) inaugurata ieri con una mostra, allestita dal maestro Toran con larchitetto Pensa.

Tennis / 2 AVEVA 77 ANNI

Oggi marcia a Sesto


SESTO SAN GIOVANNI (Mi) Oggi, in una data inedita rispetto al tradizionale 1 maggio, 55 appuntamento con la marcia a Sesto, campionato italiano della 20 km e tappa del Challenge Iaaf. Tra gli uomini (ore 16) favoriti gli australiani Adams e Tallent, il messicano Sanchez e il giapponese Suzuki: con loro gli azzurri Nkouloukidi, Tontodonati, Macchia e Di Bari. Tra le donne (ore 10) le russe Sibileva e Korotkova, lirlandese Loughane e laustraliana Tallent, con Di Vincenzo e Ferraro.

Morto McKay, vinse a Roma nel 1960


Barry McKay, uno dei migliori tennisti americani, morto ieri a 77 anni. Era nato il 31 maggio 1935. Nel 1960 aveva vinto da quinta testa di serie i Campionati Internazionali dItalia al Foro Italico in finale contro il cileno Luis Ayala in cinque set con uno dei pi bizzarri punteggi nella storia del torneo: 7-5 7-5 0-6 0-6 6-1. Era stato numero uno nelle classifiche Usa nel 1960. Ha giocato in Coppa Davis dal 1956 al 1961 con 17 vittorie e 7 sconfitte in singolare, 5 vittorie e 2 sconfitte in doppio. Di lui si ricorda un doppio fallo sul match point nella finale interzone a Perth nel 1960 con lItalia. Nella prima giornata aveva battuto Pietrangeli 13-11 nel 5 set ma nellincontro decisivo, sul 2 pari, perse da Sirola 9-7 6-3 8-6. stata una delle sole due volte in cui lItalia ha rimontato dallo 0-2 iniziale. stato semifinalista a Wimbledon nel 1959 battendo Graser nei quarti e ha perso in cinque set da Rod Laver. Ha fatto parte della troupe professionistica di Jack Kraner ed stato commentatore per la tv americana. Rino Tommasi

Triathlon
BETTO E AURELIEN (al.f.) Cos nel 29 triathlon olimpico di Bardolino (Vr)). Uomini: 1. Aurelien (Fra) 1h53'52; 2. Casadei a 58; 3. D'Aquino a 1'14. Donne: 1. Betto 2h08'56; 2.Vodickova (R.Ceca) a 39; 3. Simic (Slo) a 3'00.

Vela
PEDOTE TERZO (m.nan.) Giancarlo Pedote su Prysmian ITA 787 3 alla Minifastnet per Mini 6,50. Il timoniere fiorentino in coppia con Remi Aubrun ha condotto a lungo salvo poi accusare unavaria che lo ha frenato. Vince Chasseur de Primes. Fra i serie, 8 M-Pharma Italia timonato da Luca Del Zozzo. Entrambi gli equipaggi qualificati per la Les Sables-Azzorre-Les Sables.

Baseball
QUARTA (m.c.) Nelle prime due gare della 4a di ritorno, Rimini fa il bis con Bologna e lo scavalca. San Marino va in testa con le valide di Avagnina al 6 supplementare e di Mazzuca al 9 inning. 11 turno, gara1 e

Golf
LUNA E ZORZI Diana Luna difender il successo 2011 al Ladies Swiss Open (European Tour) al Golf Gerre Losone (par 72) iniziando oggi il giro finale dal 5 posto. Con

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

47

ALTRI MONDI

Il fatto del giorno


DI GIORGIO DELLARTI gda@gazzetta.it

_dopo il decreto sviluppo


curo se ne andrebbe e garantirebbe il sostegno al governo. Probabilmente in numero sufficiente a farlo restare in piedi, con una maggioranza meno numerosa, ma pi compatta.

IL CASO LUSI

A
S

OGGI LE NUOVE ELEZIONI

Il segretario del Pdl, Angelino Alfano, ha rovinato la festa per gli 80 o 100 miliardi che il governo avrebbe stanziato per lo sviluppo, e che hanno prodotto, sulla maggior parte dei quotidiani di ieri, grossi titoli di prima pagina. Sui giornali avevo visto che erano stati stanziati 80 miliardi per la crescita ha detto Alfano poi ho capito che erano uno reale e 79 virtuali. come se noi, approvando il piano casa, avessimo detto che venivano non affidati ma stanziati 50 miliardi. Se noi avessimo fatto un decreto sviluppo con un solo miliardo, i giornali avrebbero detto di tutto e di pi.

1 dichiarazione dimostra Questa


che nel Pdl c molto malumore.

Nonostante gli 80 miliardi Monti rischia di cadere?


Lattivismo del premier crea malumori nel Pdl che perde consensi ed tentato dal togliere lappoggio al governo

Atene vota Lappello: Restate nelleuro

3 cosa dicono adesso questi Che


sondaggi?

Aspetti, le devo completare la cronaca di ieri. Mentre Alfano demoliva il piano Passera, Monti parlava prima a Milano e poi a Bologna, avvertendo che gli effetti di un decreto sviluppo si possono contare probabilmente in anni, non in mesi o trimestri. Quando ho iniziato non stato facile decidere di provare a farcela da soli, mi veniva autorevolmente consigliato di non rischiare troppo ed accettare la protezione e laiuto del Fondo Monetario Internazionale e del Fondo Salva Stati, di abbassare il capo. Ma ci siamo assunti il rischio di dire di no. Un Paese cos pronto, spesso a torto, ad autoflagellarsi avrebbe retto molto male, preferisco che lItalia sia governata da un gruppo di persone italiane, che pure tengono conto di vincoli maggiori, e da una strana, generosa e temporanea coalizione. LItalia si spostata dallorlo del precipizio, solo che il cratere si sta allargando e siamo di nuovo in una crisi. vero, tuttavia, che il Pdl di malumore.

Sostanzialmente che vincerebbe la coalizione formata da Pd-Idv-Sel (Sel, cio Vendola, Sinistra e Libert) a cui andrebbero, restando in vigore la legge elettorale attuale, 340 seggi (stiamo parlando della Camera). Il secondo partito sarebbe il Movimento 5 Stelle, accreditato di 104 seggi. Il centrodestra cio lalleanza Pdl-Lega-Destra arriverebbe malamente a 80 seggi, e conterebbe poco o niente. Allasse Casini-Fini-Rutelli andrebbero una cinquantina di seggi, ma Rutelli non riuscirebbe a superare la soglia di sbarramento. Un grande affare per Di Pietro e Vendola, che forse, stando nella maggioranza ma in posizione critica, finirebbero per essere la vera opposizione. Sono per valutazioni piuttosto astratte, perch non detto che si voti con la legge elettorale attuale, lUdc potrebbe allearsi con un centrodestra privato di Berlusconi, il Pdl comunque a forte rischio scissione, eccetera. Ma, in ogni caso, per il Cav non sono numeri incoraggianti.

4 capisco la convenienza, se Non


i numeri sono questi, a far cadere Monti adesso e andare al voto subito.

Mario Monti, 69 anni, a Milano per linaugurazione della nuova sede di Vodafone Italia ANSA

2 Perch?
Berlusconi convinto, o dice di essere convinto, che il calo di consensi del Pdl, verificato dai sondaggi, dipenda dallappoggio al governo Monti. Ergo: togliere lappoggio a Monti sarebbe elettoralmente conveniente, secondo lui. Salvo temere i contraccolpi europei. Quello che si dice adesso che il centrodestra aspetta il vertice con la Merkel di fine giugno. Se Monti torner a casa con un pugno di mosche, i pidiellini ritireranno la fiducia. Che cosa significa, per? Un Pdl deciso a buttar gi Monti potrebbe svalutare ri-

sultati importanti. E viceversa, un Pdl timoroso delle conseguenze di un gesto tanto dirompente potrebbe trovare succosa qualunque mosca Monti avr catturato. Quindi, per il momento, segnaliamo il malumore, che si concretizza anche nel fastidio per linsistenza con cui il governo vuol far passare la legge anti-corruzione (Berlusconi dice che non la voter se nel provvedimento non ci saranno sanzioni per i magistrati che sbagliano) e per la rabbia delle mosse di Monti sulla Rai. Con la caduta, invece, ci andrei piano, perch nel momento in cui il Pdl ufficializzasse la sua uscita dalla strana maggioranza, un gruppo di pidiellini di si-

Lidea di partenza (forse) che appoggiare Monti costa e quindi ritirare il sostegno ai tecnici far recuperare consensi. Forse c anche unaltra considerazione: lo sgretolamento inarrestabile e allora meglio votare prima che sia completato. Di questo passo, quanti consensi avr ancora lattuale centrodestra nel maggio 2013?

Margherita: Si scioglie il partito La Margherita sparisce giuridicamente dal panorama politico italiano, dopo lo scandalo legato ai fondi sottratti dal suo tesoriere Luigi Lusi. Lo ha deciso, ieri a Roma, lAssemblea Federale del partito, gi archiviato nel 2007. Lufficializzazione arrivata col lapprovazione del bilancio, mentre i fondi restanti sono stati destinati allo Stato. Lex presidente Francesco Rutelli ha parlato di un partito di gente per bene, ingannato da Lusi. Non sono mancati per i veleni. Arturo Parisi se n andato sbattendo la porta: un golpe. Si impedito ogni controllo. stato impossibile ogni tipo di dibattito

5 che toglie consensi al Grillo


centrodestra?

Gli scontri Ieri pomeriggio Monti stato a Bologna per un convegno: alcuni giovani dei centri sociali lo hanno contestato e ci sono stati scontri con la polizia (12 i feriti lievi) ANSA

Anche. Berlusconi sta studiando i suoi discorsi e i video dei suoi comizi. Quando faceva limprenditore televisivo e un programma della concorrenza aveva successo, lo copiava fin nei minimi particolari mandandolo in onda alla stessa ora. Forse pensa che sia possibile fare lo stesso in politica.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli occhi del mondo sono puntati sulla Grecia, che oggi torna alle urne per le elezioni politiche, primo passo verso la nomina di un nuovo governo che deve decidere la permanenza o meno nelleuro. Un affare globale che ha sollecitato appelli dai maggiori leader mondiali. La pi diretta stata Angela Merkel: molto importante che il risultato sia la formazione di un governo che dica: "Ok, terremo fede agli accordi". Anche Barack Obama ha rivolto un monito ai 10 milioni di elettori sulle conseguenze del voto, per loro stessi e per leuro. Il presidente dellEurogruppo, Jean-Claude Juncker, ha ribadito: Unuscita della Grecia dalleuro avrebbe effetti devastanti. A stimolare gli elettori ellenici, ora pi spaventati che arrabbiati, ci pensa anche Mario Monti, che ipotizza: Immagino che lUe potrebbe considerare qualche dilazione sul Memorandum sottoscritto da Atene con Bce, Ue e Fmi che prevede una rigida politica di austerity in cambio di aiuti economici. Il caso Grecia in cima allagenda del vertice del G20 che si apre domani a Los Cabos, in Messico, dove si terr un summit parallelo Stati Uniti-Ue per studiare interventi immediati sulla scia del voto ellenico. Che rimane pi incerto che mai. I sondaggi ondeggiano tra la vittoria di Nuova Democrazia, il partito conservatore di Antonis Samaras, appoggiato dalla comunit internazionale, e della Sinistra radicale guidata da Alexis Tsiparas, per il quale il Memorandum gi carta straccia. Lago della bilancia sono i socialisti del Pasok, che potrebbero riversare tutti i propri voti sui conservatori per evitare al Paese un salto nel vuoto.

IL GRUPPO RCS PRESENTA

MAKINGEXCELLENCE STORIE_PERCORSI_VISIONI
20_24 06 2012
INSTALLAZIONE MULTIMEDIALE IN PIAZZA DELLA REPUBBLICA
COL PATROCINIO DI CON LA PARTECIPAZIONE DI SPECIAL THANKS TO

condividi la tua idea su www.renzeandfashion.rcs.it

48

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

ALTRI MONDI

IL LEADER IRANIANO

Ahmadinejad sicuro Mi ritiro nel 2013


Otto anni sono sufficienti: il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad (nella foto Ap) ha annunciato che intende ritirarsi

dalla vita politica alla scadenza del secondo mandato, nel 2013. Forse mi impegner politicamen te nelluniversit ma non rimette r piede in un partito ha detto Ahmadinejad. Va comunque ricordato che la legge di Teheran non gli permetterebbe di presen tarsi per un terzo mandato.

IL DATO DI UNIMPRESA

Domani scade lImu Non in regola il 40%


Il termine per il pagamento dellImu, la nuova tassa sugli immobili, scade domani, ma per molti italiani non un problema:

secondi i dati di circa 900 Caf di Unimpresa, fino al 40% dei contribuenti potrebbe non ri spettare la prima rata, e il man cato gettito per le casse di Stato e Comuni potrebbe essere fra i 2 e gli 8 miliardi di euro. Il 25% non la pagher nemmeno con il saldo finale a dicembre.

lafrase DEL GIORNO

Siria, assediata Homs Via gli osservatori Onu


Nella citt simbolo della rivolta anti-regime si teme un massacro Le Nazioni Unite: Nel Paese ci sono troppi rischi, ci fermiamo
VINCENZO DI SCHIAVI

d notizie Tascabili
Pochi danni, la matrice politica

Lamezia Terme, bomba allAgenzia delle Entrate


Una bomba artigianale stata fatta esplodere venerd notte davanti alla nuova sede dellAgenzia delle Entrate di Lamezia Terme, dove tra breve si trasferir anche Equitalia. Lordigno di medio potenziale era costruito con polvere pirica e ha provocato danni alla vetrata dingresso. Lattentato non stato rivendicato, ma potrebbe avere una matrice politica, come alcuni dei recenti atti contro altre sedi del Fisco. La pista legata alla ndrangheta, invece, viene ritenuta tra le meno percorribili.

LALTRO FRONTE CALDO

Homs, la citt simbolo della rivolta siriana, assediata da 30 mila soldati di Assad a un passo da un bagno di sangue. Pi di cento arresti tra gli oppositori a Damasco. Gli osservatori delle Nazioni Unite, inermi, hanno sospeso la missione. La Siria galoppa veloce verso il punto di non ritorno, mentre la comunit internazionale cerca soluzioni immediate per evitare una strage. Lo chiede a gran voce lOsservatorio Siriano per i Diritti Umani, long che ha sede in Gran Bretagna e che ha sollecitato lOnu a intervenire immediatamente con i caschi blu.
Diplomazia Il bilancio di ieri di almeno 36 vittime e la situazione di Homs appare drammatica: circondata dalle truppe lealiste, stata bombardata per tutto il giorno ed allo stremo. Oltre un migliaio di famiglie, con un numero elevatissimo di donne e bambini, intrappolato nella citt. Secondo il Consiglio nazionale siriano (principale organizzazione dellopposizione) le truppe di Assad si

LEgitto alle urne I Musulmani: Abbiamo vinto


Scontri e tensione in Egitto, ieri e oggi alle urne per il ballottaggio delle elezioni presidenziali. In corsa per il dopo Mubarak ci sono Mohammed Morsi, candidato dei Fratelli Musulmani, e lex premier Ahmed Shafiq. Laffluenza per adesso stata sotto le aspettative. I Fratelli Musulmani, per, cantano gi vittoria: stando alle loro proiezioni, Morsi sarebbe al 69%. Intanto il Consiglio supremo delle forze armate, in base a una sentenza della Corte Costituzionale, ha ratificato lo scioglimento del Parlamento, controllato da Libert e Giustizia (il braccio politico dei Fratelli Musulmani) insieme ai salafiti di Al-Nour. Gli islamici, per, considerano illegittimo e nullo lo scioglimento, che deve essere sottosposto a referendum popolare.

Il fumo delle bombe su Al Khalidieh, nei sobborghi di Homs REUTERS

preparano a lanciare un attacco selvaggio che potrebbe risolversi in un massacro. Ieri intanto il generale Robert Mood, capo della missione Onu, ha annunciato: Sospendiamo lattivit degli osservatori, che riprender quando ci saranno le condizioni idonee. Surreale la nota del governo di Damasco, che dice di comprendere la decisione degli osservatori, contro cui si sono intensificate le azioni dei gruppi terroristici. Al momento il piano di pace dellinviato Onu Kofi Annan lettera morta e da pi parti si spinge per un intervento arma-

to internazionale. La svolta, in questo senso, potrebbe arrivare dal G20 che si apre domani in Messico: Barack Obama, infatti, incontrer Vladimir Putin e Hu Jintao, leader di Russia e Cina, da sempre contrari ad un intervento militare dellOnu nel Paese di Assad, per studiare una contromossa tesa a fermare la mattanza. Il regime siriano deve rispettare gli impegni previsti nel piano Annan, inclusa la completa attuazione del cessate il fuoco, afferma il portavoce della Casa Bianca, Tommy Vietor.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA PROTESTA CORTEO A ROMA PER CHIUDERE GREEN HILL, LALLEVAMENTO BRESCIANO PER LA VIVISEZIONE

In 10 mila contro lo sterminio dei beagle


Indossano maschere con baffi e lunghe orecchie, urlano assassini! e mostrano cartelli con la loro indignazione: I cani da vivisezionare andate a prenderli in Parlamento. In oltre diecimila ieri pomeriggio hanno manifestato a Roma per chiedere limmediata chiusura di Green Hill, lazienda di Montichiari (Brescia) che alleva beagle per i laboratori di vivisezione. Green Hill un lager in cui sono rinchiusi 2700 cani: ogni mese oltre 250 vengono mandati a morte certa dicono gli organizzatori di Occupy Green Hill e del coordinamento antispecista del Lazio. Una sfilata da piazza della Repubblica a piazza San Giovanni per invitare i politici ad inserire nel nostro ordinamento il divieto di allevamento di cani, gatti e altri primati per vivisezione, provvedimento che allo studio della XIV commissione del Senato e che secondo gli animalisti potrebbe avere difficolt a passare. Tra i manifestanti anche lex ministro del Turismo Michela Brambilla e il presidente dei Verdi Angelo Bonelli. In mattinata cerano state tensioni a piazza Navona tra militanti di Centopercentoanimalisti e alcuni conducenti di botticelle: in quattro erano arrivati nella piazza per protestare contro lo sfruttamento dei cavalli, uno dei vetturini lha presa male e ha aggredito un manifestante rendendo necessario lintervento dei carabinieri.

QUIRINALE: NESSUN MISTERO soltanto risibile parlare di misteri del La manifestazione di Roma Quirinale e sono illazioni I sindacati in piazza irrespon- per difendere il lavoro sabili quelle Faremo resistenza che vengono diffuse dal "Fatto Quotidiano" sul caso della cosiddetta trattativa tra stato e Mafia (in cui coinvolto il senatore Mancino, La protesta dei sindacati in Piazza del Popolo OMNIROMA ndr): Un lungo corteo ha invaso ieri Roma per il presidente nazionale di Cgil, Cisl e Uil a Napolitano la manifestazione Siamo in 200 mila, hanno difesa del lavoro. ha gestito la urlato dal palco di piazza del Popolo. Faremo vicenda resistenza al modo di procedere del governo e secondo non staremo zitti ha detto Bonanni (Cisl). E le sue Angeletti (Uil): Questa politica economica ci responsa- porta allo sfascio. Bisogna spostare le risorseci sul lavoro. Camusso (Cgil): Se risposte non bilit e nei saranno, torneremo nelle piazze molto presto. limiti delle sue prerogative. Dopo lincontro con Monti
IL QUIRINALE
LA NOTA UFFICIALE SULLA VICENDA DELLA TRATTATIVA STATO-MAFIA

Expo, Pisapia rimane: Potr anche delegare


Giuliano Pisapia per ora resta commissario straordinario di Expo 2015, ma potr delegare i suoi poteri speciali. Il sindaco di Milano, che luned aveva annunciato le dimissioni, ha visto Mario Monti: stato un incontro molto cordiale e positivo, anche se interlocutorio ha detto . Ho posto dei pro blemi al premier, che rafforzer la collaborazione del suo governo. Laltro commissario Formigoni: La responsabilit e i poteri sono miei e di Pisapia.

Uno degli animalisti ieri a Roma ANSA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

49

ALTRI MONDI

FIRENZE/1 LATTORE IN CRISI

Ceccherini ubriaco La gente lo filma


Beccato in pieno giorno nel centro storico di Firenze totalmente ubriaco. E inevitabil mente ripreso con i telefonini.

Che brutta figura per Massimo Ceccherini (nella foto Lapresse): lattore toscano era sdraiato per terra, incapace di tenere la schie na dritta, ma pronto a bestem miare e insultare chiunque gli si avvicinasse. I passanti hanno chiamato il 118 ma il comico si rifiutato di salire sullambulanza.

FIRENZE/2 CONTO DI 1250 EURO

Lo staff di Madonna beve ma non paga


Hanno passato la serata di venerd sulla terrazza di un locale vicino a Piazzale Michelangelo, a Firenze, bevendo alcolici a pi

non posso, ma quando cera da pagare il conto da 1.250 euro sono andati via: il colpo stato tentato da alcuni giovani dello staff di Madonna, che ieri si esibita al Franchi. Il titolare del locale andato nellhotel dei bevitori ed riuscito a incassare solamente 800 euro.

A CONFRONTO I QUATTRO MODELLI LANCIATI TRA FINE MAGGIO E LA PRIMA SETTIMANA DI GIUGNO

5
topfivelibri LA CLASSIFICA
GDS

MORTO GIUSEPPE FRATELLO DI BERNARDO

Addio Bertolucci Il regista che invent Benigni

Telefoni che fanno altro Arrivano gli specialisti


Ondata di smartphone che puntano a differenziarsi per vincere la sfida: c quello resistente allacqua, il "social" e quello che parla
MASSIMO ARCIDIACONO

Montalbano meglio di tutti. Una lama di luce, il nuovo romanzo di Camilleri sul commissario siciliano, stato il libro pi venduto della settimana dal 4 al 10 giugno secondo le rilevazioni Nielsen Bookscan. Ecco la top 5. 1 Una lama di luce Andrea Camilleri (Sellerio) 2 Sua Santit Gianluigi Nuzzi (Chiarelettere) 3 Fai bei sogni Massimo Gramellini (Longanesi) 4 Lonie Sveva Casati Modignani (Sperling & Kupfer) 5 Se ti abbraccio non aver paura Fulvio Ervas (Marcos y Marcos)

Giuseppe Bertolucci ha diretto Roberto Benigni in Berlinguer ti voglio bene, film del 1977 ANSA
ELISABETTA ESPOSITO

Una tendenza si fa largo nel mondo degli smartphone: quella della specializzazione. Superato con un nulla di fatto lannuale conferenza Apple (niente iPhone 5 e rivoluzione conseguente), il mercato pu limitarsi ad assorbire i modelli lanciati tra fine maggio e la prima settimana di giugno. Tra questi, i produttori hanno cominciato a proporre telefoni che fanno di una caratteristica in particolar modo, la loro prerogativa dacquisto (la cosiddetta killer application). Posto che tutti fanno tutto, infatti, almeno in una cosa meglio eccellere. Unavvertenza, per: la nostra selezione non tiene conto dei prezzi, che non saranno comparabili, dunque.
Intelligente Non si pu che par-

ne (Super Amoled, 4.8 pollici), il pi avanzato dei sistemi operativi, ma soprattutto la funzione S Voice: cio il riconoscimento vocale che permette al telefono di sentire e persino riconoscere lutente.
Foto super Anche chi non sente

il bisogno di parlare col proprio telefono, per, ha quello di fare belle foto. Lattivit pi diffusa tra gli italiani possesso-

ri di smatphone. Il Nokia 808 Pureview il massimo, tanto da essersi guadagnato il premio Best Imaging Innovation. dotato di un sensore da 41 megapixel e permette di zoomare mantenendo livelli di dettaglio elevatissimi. Risultato: scatti di qualit professionale e i video sono full HD.
Social- fonino Lultimo arrivato

della messe di BlackBerry

sfornati negli ultimi sei mesi il Curve 9320, un telefono davvero sorprendente per il rapporto qualit-prezzo (senza rinunciare allaffidabilit del marchio canadese) e rivolto al social networking. La caratteristica quella di montare sul lato un tasto per laccesso immediato al BlackBerry Messenger, la messaggistica con 56 milioni di utenti attivi. Preinstallate anche le applicazioni di Facebook e Twitter.
Impermeabile Un telefono resi-

IL CELLULARE BRANDIZZATO A COSTI CONTENUTI

E Vodafone ci riprova con Smart 2


Ha tutto ci che serve: sistema Android, display da 3,2 pollici, 3G, wifi, navigatore, accesso ai social network. Eppure costa poco: 99 euro. Dopo il successo del 2011 (500 mila pezzi venduti), Vodafone ci riprova con Smart 2, brandiz zato dalla compagnia telefoni ca, prodotto in Cina ma pensato in Europa (soprattutto in Italia).

tire dal Samsung Galaxy SIII, sorta di Ferrari degli smart, prezzo compreso. LSIII ha uno schermo da alta definizio-

stente allacqua, tanto da funzionare anche dopo 30 minuti di immersione. questa la caratteristica del Panasonic Eluga. Lo smart giapponese ha anche il pi alto rapporto schermo/telefono del mercato (66%), sottilissimo (7,8 mm) e leggerissimo, ma il waterproof a farne un oggetto quasi unico. Almeno fino allarrivo del Sony Xperia go previsto entro settembre e con ulteriori qualit di robustezza.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunica cosa che conta continuare a porsi domande, tante domande. Era questa la raccomandazione di Giuseppe Bertolucci, uomo darte, cinema e passione. Il regista e sceneggiatore, nato a Parma 65 anni fa, scomparso ieri dopo una lunga malattia mentre si trovava nella casa che aveva acquistato nel centro storico di Diso, paesino in provincia di Lecce. Nei suoi lavori si riconosceva la visione intimistica del padre, il poeta Attilio, e limpronta cruda del fratello maggiore Bernardo. Ma Giuseppe aveva una profonda originalit, visibile gi dagli esordi teatrali. Nel 1975 scrive un monologo teatrale, Cioni Mario di Gaspare fu Giulia, e lo affida a uno sconosciuto comico toscano, Roberto Benigni. La cosa funziona: la versione tv Televacca diventa cult e due anni dopo arriva lindimenticabile Berlinguer ti voglio bene. Per questo si dice che abbia inventato Benigni, anche se poi erano soprattutto grandi amici. Io gli devo tutto ha detto lattore che ieri ha trascorso due ore nella camera ardente ho passato con lui gli anni pi belli della mia giovinezza. Era il mio amico. Il mio primo amico, il mio primo regista, il mio primo autore. Mi ha insegnato a leggere la poesia, a muovermi, a camminare nel mondo, a guardare il cielo, a capire da che parte arriva la bellezza e a riconoscerla. E laudacia, e il coraggio. Tanti i film di successo, da Oggetti smarriti a Segreti segreti con Stefania Sandrelli (Era intelligente e sornione ricorda lei), da I cammelli con Abatantuono a Troppo sole con Sabina Guzzanti. Per anni presidente della Cineteca di Bologna, aveva restaurato film straordinari. Voleva ricordare, raccontare. E voleva che lItalia continuasse a porsi domande, tante domande.
RIPRODUZIONE RISERVATA

DOMANI LA FESTA DELLEX BEATLE

McCartney compie 70 anni e si rilassa a Montalcino


Vacanze italiane per Paul McCartney alla vigilia del settantesimo compleanno. Lex Beatle, che compie gli anni domani, ieri arrivato a Montalcino, la terra del Brunello, ospite del resort di lusso Castiglion del Bosco. Il cantante pi ricco del mondo secondo Forbes atterrato a Roma con un jet privato insieme alla moglie Nancy Shevell e ha poi raggiunto Montalcino. possibile che proprio nella grande tenuta toscana si tenga la festa di compleanno, ma si tratterebbe di una cosa per pochi intimi.

la Foto
Dopo ventuno anni

VOTATO A PARMA

San Suu Kyi riceve il Nobel per la pace Serve pi fiducia


Ventuno anni dopo, finalmente. Ieri a Oslo, in Norvegia, Aung San Suu Kyi, la 66enne leader dellop posizione birmana, ha ricevuto il premio Nobel per la pace, asse gnatole nel 1991, quando era ancora agli arresti. Nel discorso di ringraziamento, San Suu Kyi (nella foto Ap) ha chiesto la liberazione dei prigionieri politici birmani e ha detto che il premio ha aperto una porta nel suo cuore. Poi, tra le due standing ovation, ha aggiunto: Senza la fiducia nel futuro, sono certa che il nostro movimento non sarebbe riuscito a sopravvivere

Cucinare la pasta Lo chef campione un giapponese


Bavette alle vongole, cozze e calamari. il piatto con cui Yoshi Yamada, chef giapponese che ha studiato a Napoli, si aggiudicato a Parma il Pasta World Championship. A votarlo, nella prima gara internazionale della pasta nellambito del Forum sulla cucina italiana nel mondo, stata una giuria popolare. Yamada, che si definito giappoletano, ha imparato a cucinare a Napoli con Iaccarino al Don Alfonso ed ora lo chef del ristorante Tempo di Londra. In finale ha battuto tre cuochi italiani, ma che lavorano allestero.

LOTTO
BARI CAGLIARI FIRENZE GENOVA MILANO NAPOLI PALERMO ROMA TORINO VENEZIA 21 45 7 28 80 64 5 80 37 6 44 10 27 2 34 90 30 52 12 74 7 51 86 10 68 18 43 45 72 77 49 30 40 27 59 46 67 1 56 9 42 58 37 57 44 20 42 28 54 14

SUPERENALOTTO
LA COMBINAZIONE VINCENTE 1 9 37 69 71 83 Jolly: 48; Superstar: 40 Jackpot e 7.500.000 Punti 6: nessuno Punti 5+: nessuno Punti 5: 16 totalizzano: e 23.167,87 Punti 4: 1.282 totalizzano: e 291,62 Punti 3: 49.623 totalizzano: e 15,00 QUOTE SUPERSTAR Punti 4: 5 totalizzano: e 29.162 Punti 3: 247 totalizzano: e 1.500 Punti 2: 3.222 totalizzano: e 100 Punti 1: 18.429 totalizzano: e 10 Punti 0: 37.464 totalizzano: e 5 Montepremi di concorso e 2.471.239,15 10 e LOTTO Numeri vincenti

NAZIONALE 78 11 79 89 37 ESTRAZIONE DEL 16 GIUGNO

5 7 10 18 20 21 27 30 42 43 44 45 46 49 51 58 64 67 80 90

50

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

ALTRI MONDI
Oroscopo
LE PAGELLE
23/9 - 22/10 21/3 - 20/4 21/4 - 20/5 21/5 - 21/6 22/6 - 22/7 23/7 - 23/8

Bilancia 8
IL MIGLIORE. Talento, fiuto ed esperienza compongono una terna vincente. Che porta serenit, incontri proficui e colpi di glutei. Ormoni allassalto, briosamente!
ANTONIO DI NATALE

Ariete 7+
Avete idee azzeccate e le energie giuste per realizzarle. Viaggi e svaghi riescono bene, gli affetti vi premiano. Ma lormone si modera.
23/10 - 22/11

Toro 6Per il futile o per lutile che sia, oggi spendete bene. E incassate meglio, pure. Il lavoro vi premia, voi rompete meno (anche suinamente).
23/11 - 21/12

Gemelli 7,5
Vi aspetta una domenica da protagonisti. Ma state lontani da chi fa le cose ad fallum. Sport, lavoro e fornicazione alla grande.
22/12 - 20/1

Cancro 6+
Potreste sentirvi sfigatini. A torto. Cambiate registro e impegnatevi: da soli farete davvero cose egregie. C scarsit suina, per.
21/1 - 19/2

Leone 7+
Il lavoro di squadra, il relax con gli amici e la vostra forma fisica sono nella manica della Luna. Sudombelico vispo, ma con discrezione.
20/2 - 20/3

DI ANTONIO CAPITANI
24/8 - 22/9

Vergine 6Il vostro morale cala. Perch la Luna vuol caricarvi di rotture XL: pianificazione, fiducia e calma auspicansi. Insieme a svaghi suini.

Scorpione 6State su, perch il malumore non porta nulla di buono. E siate cauti con luso dei soldi. Confronti suini tamponano comunque la cupezza.

Sagittario 5,5
Lumoraccio incombe. Non lasciatevi disorientare da una rivelazione, n cedete alle stizze infantili. E impegnatevi di pi, pure suinamente.

Capricorno 6C qualche giramento di zebedei per questioni di vita domestica e di lavoro, ostiche ma risolvibili. Il sudombelico chiede attenzione.

Acquario 7,5
La Luna vi fa vincere in ogni ambito, nonostante qualche gufo around. Lievita leconomia insieme allormone e voi trasudate felicit suina.

Pesci 5,5
Intralci, tensioni e, forse, ansie finanziarie vi licantropizzano. State calmi e non trascurate dettagli utili. Amore e fornicazione latitano.

Lattaccante dellUdinese e della Nazionale nato a Napoli il 13 ottobre 1977 (Bilancia)

Televisioni in chiaro
RAIUNO
TG1 EASY DRIVER TG 1 LA CASA DEL... LINEA VERDE A SUA IMMAGINE SANTA MESSA LINEA VERDE ESTATE TG1 OLTRE L'OCEANO IL COMMISSARIO REX REAZIONE A CATENA TG1 DANIMARCA GERMANIA 23.05 RAI SPORT NOTTI EUROPEE 23.15 PORTOGALLO OLANDA 1.00 TG1 - NOTTE 8.00 8.20 9.00 9.05 9.55 10.30 10.55 12.20 16.30 16.35 18.00 18.50 20.00 20.45

Gazzetta.it
RAITRE
9.35 11.15 12.25 12.55 13.25 14.00 15.05 15.30 17.00 19.00 20.00 20.25 20.45 22.35 22.45 22.50 0.35 I DUE COMPARI TGR - TG3 TELECAMERE PRIMA DELLA PRIMA IL CAPITALE TGR - TG3 GEO MAGAZINE POVERI MILIONARI K-PAX - DA UN ALTRO MONDO TG3 - TGR RAI SPORT BLOB PANE, AMORE E GELOSIA TG3 TGR IL MATRIMONIO DI LORNA TG3

RAIDUE
8.00 10.00 11.20 13.00 14.15 16.15 CARTONI ANIMATI MCBRIDE LA NAVE DEI SOGNI... TG2 IL COMMISSARIO... OMICIDI NELL'ALTA SOCIET - IL VOLTO DELLA MORTE TG2 L.I.S. DISEGNO DI UN OMICIDIO IL CLOWN TG2 N.C.I.S. LOS ANGELES Telefilm TG2 SORGENTE DI VITA BODY ARMOUR IN DIFESA DEL NEMICO

CANALE 5
8.00 9.11 10.11 13.00 13.40 16.00 TG5 - MATTINA CIRCLE OF LIFE GUARDO, CI PENSO E NASCO TG5 L'ONORE E IL RISPETTO LILLY SCHONAUER AMORE APPESO A UN FILO I DELITTI DEL CUOCO TG5 SPECIALE TG 5 CATERINA E LE SUE FIGLIE 3 IL FIGLIO PI PICCOLO TG5 - NOTTE TG BAU E MIAO L'ALTRA FACCIA DI..

ITALIA 1
10.00 CARTONI ANIMATI 11.55 STUDIO APERTO 12.00 GP DI INGHILTERRA MOTO 2 14.00 GP DI INGHILTERRA MOTO GP 15.30 GP DI INGHILTERRA MOTO 3 16.30 SUPERMAN IV 18.30 STUDIO APERTO 19.00 BAU BOYS 19.40 SUMMERTIME SOLE, CUORE... 21.30 ARCHIMEDE - LA SCIENZA SECONDO... 0.30 CONFESSIONE REPORTER 2.00 POKER1MANIA 2.55 STUDIO APERTO LA GIORNATA

RETE 4
8.50 9.25 10.00 11.00 11.30 12.00 13.20 14.00 14.25 16.20 18.55 19.35 21.30 23.50 0.05 0.10 1.50 SLOW TOUR CORRENDO PER IL MONDO S. MESSA PIANETA MARE TG4 MELAVERDE PIANETA MARE DONNAVVENTURA QUELLO STRANO... TELEFILM TG4 COLOMBO IL SENSO DI SMILLA PER LA... L'ITALIA CHE FUNZIONA I BELLISSIMI DI R4 BAMBOLA TG 4 NIGHT NEWS

LA 7
7.00 7.30 10.00 11.45 13.30 14.05 16.10 16.15 18.05 20.00 20.30 21.30 24.00 0.05 0.10 OMNIBUS TG LA7 TI CI PORTO IO TOTTRUFFA 62 TG LA7 MISSIONE NATURA ALBUM MOVIE FLASH THE DISTRICT LISPETTORE BARNABY TG LA7 IN ONDA THE KENNEDYS Telefilm TG LA7 TG LA7 SPORT TURBULENCE LA PAURA NELL'ARIA

IL SONDAGGIO Ci sar il biscotto? Votate sul 2-2 di Spagna-Croazia


Sperando che gli azzurri battano lIrlanda, attenzioni puntate sullaltra partita: secondo voi finir 2 2?

18.00 18.05 19.35 20.30 21.05 23.55 0.15 0.45

18.00 20.00 20.40 21.15 23.30 1.30 2.01 3.11

IL VIDEO Cascate Niagara attraversate in sospensione

Film sul Digitale Terrestre

Lo Sport in chiaro, sul satellite e sul digitale terrestre


IN DIRETTA
CALCIO
20.45 PORTOGALLO OLANDA
Euro 2012 Da Kharkiv, Ucraina Rai Sport 1

PREMIUM
14.20 8 MILE STEEL 15.15 UNO SBIRRO TUTTOFARE PREMIUM CINEMA 16.15 I DISCEPOLI DELLA 36A CAMERA STEEL 17.15 IL TOCCO DEL MALE PREMIUM CINEMA 19.25 PAURA PRIMORDIALE PREMIUM CINEMA 21.15 SE SEI COS TI DICO S PREMIUM CINEMA 23.10 SOTTO IL VESTITO NIENTE L'ULTIMA SFILATA PREMIUM CINEMA 23.10 INSIDE MAN JOI

19.30 WASHINGTON NATIONALS NEW YORK YANKEES


MLB ESPN America

CANOTTAGGIO
17.00 COPPA DEL MONDO
Da Monaco di Baviera, Germania Rai Sport 2

14.00 GP DI INGHILTERRA
Gara. Moto GP Da Silverstone Italia 1 e Italia 2

TENNIS
11.00 WTA HERTOGENBOSCH
SuperTennis

13.00 CALCIO: VARESE - SAMPDORIA


Serie B

12.00 COPPA DEL MONDO


Da Monaco di Baviera, Germania Eurosport 2

15.00 GP DEL BELGIO


Gara 2. Mx2 SportItalia 2

13.15 ATP HALLE


SuperTennis

02.00 CHICAGO CUBS BOSTON RED SOX


MLB ESPN America

14.00 WTA BIRMINGHAM


Eurosport 2

15.30 GP DI INGHILTERRA

CICLISMO
14.50 GIRO DELLA SVIZZERA
Nona tappa Nafels-Lintharena - Sorenberg Sky Sport 2

20.45 DANIMARCA GERMANIA


Euro 2012 Da Lviv, Ucraina. Rai 1 e Rai HD

BASKET
20.30 MONTEPASCHI SIENA EA7 EMPORIO ARMANI MILANO
Serie A maschile Finale Playoff. Gara 5 Rai Sport 2

Gara. Moto 3 Da Silverstone Italia 1 e Italia 2

15.30 ATP QUEEN'S


Eurosport

15.30 WTA BAD GASTEIN


SuperTennis

16.00 GP DEL BELGIO


Gara 2. Mx1 SportItalia 2

16.30 ATP HERTOGENBOSCH


SuperTennis

00.15 BOCA JUNIORS ARSENAL SARAND


Torneo Clausura Campionato argentino. SportItalia

GOLF
22.00 US OPEN
Da San Francisco Sky Sport 2

RUGBY
17.00 GALLES NUOVA ZELANDA
Mondiale Juniores Eurosport 2

VOLLEY
15.00 ITALIA - SUD COREA
World League Da Lione, Francia Rai Sport 1

AUTOMOBILISMO
09.30 24 ORE DI LE MANS
Da Le Mans, Francia Eurosport e Eurosport 2

02.00 MIAMI HEAT OKLAHOMA CITY THUNDER


NBA. Finale Playoff. Gara 3 Sky Sport 3

MOTOCICLISMO
12.00 GP DEL BELGIO
Gara 1. Mx2 SportItalia 2

19.15 ARGENTINA SUDAFRICA


Mondiale Juniores Eurosport 2

15.00 CALCIO: FAN CLUB MILAN 15.30 CALCIO: FAN CLUB ROMA 16.00 CALCIO: FAN CLUB INTER 16.30 CALCIO: FAN CLUB LAZIO 17.00 CALCIO: FAN CLUB NAPOLI 17.30 CALCIO: FAN CLUB JUVENTUS 21.00 CALCIO: LECCE - MILAN
Serie A

Nik Wallenda (nella foto) attraversa le cascate, sospeso a 60 m di altezza, per 550 metri sul dirupo di Horseshoe Fall.

IL BLOG Laddio di Veron allEstudiantes: la Brujita saluta


Nel Tropico del calcio post per il fuoriclasse argentino che si ritira con una maglia ricordo speciale del club.

BEACH VOLLEY
23.25 GRAND SLAM
Finale maschile Da Roma Rai Sport 2

12.00 GP DI INGHILTERRA
Gara. Moto 2. Da Silverstone Italia 1 e Italia 2

SKY SPORT 1
11.00 CALCIO: INTER - LILLA
Champions League

BASEBALL
23.00 COLLEGE WORLD SERIES
NCAA. ESPN America

SCHERMA
17.45 EUROPEI
Da Legnano. Sky Sport 2

13.00 GP DEL BELGIO


Gara 1. Mx1. SportItalia 2

23.30 CALCIO: REAL MADRID BARCELLONA


Liga

www.gazzetta.it

GazzaMeteo
A CURA DI

Ieri
ALGHERO ANCONA AOSTA BARI

min max
15 14 15 16 16 17 15 15 14 20 16 17 18 20 13 14 20 17 17 15 17 17 31 26 25 29 31 28 27 29 29 26 27 27 33 31 28 26 32 32 26 28 29 28

Oggi
Si rinforza ulteriormente l'alta pressione dal Nord Africa con cieli sereni quasi ovunque e clima caldo estivo. Da rilevare solo locali addensamenti con qualche temporale sulle Alpi di Nord Est.

Domani
Sole e caldo estivo ovunque salvo addensamenti e locali temporali su Ovest Alpi, tra Nord Piemonte e Valle d'Aosta. Pi caldo con 32/35 C diffusi, fino a 36/37 C su Sardegna e al Sud.

Dopodomani
Pi nubi per tutto il giorno sul Piemonte con rovesci e locali temporali, in sconfinamento anche verso l'alta Lombardia. Tanto sole e ancora pi caldo altrove con temperature massime fino a punte di 37/38 C, localmente anche sulle pianure del Nord.

Trento Aosta
16 28 15 30

Legenda CIELO
Sole Nuvolo Rovesci Coperto Pioggia Temporali Neve Nebbia

BOLOGNA

Milano
18 30

Trieste Venezia
17 30 16 31

VENTI
Deboli Moderati Forti Molto forti

CAGLIARI CAMPOBASSO CATANIA FIRENZE GENOVA L'AQUILA MILANO NAPOLI PALERMO PERUGIA POTENZA REGGIO CALABRIA ROMA TORINO TRENTO TRIESTE VENEZIA

Torino
18 29

Bologna Genova
18 27 18 33

Ancona

Firenze
16 31

Perugia
17 30

18 27

LAquila
15 28

MARI
Calmi Mossi Agitati

ROMA
18 34

Campobasso
13 29

Bari Potenza
11 28 17 31

Napoli
18 35

Cagliari
19 28

Catanzaro
15 31

Il sole oggi MILANO


Sorge Tramonta

ROMA
Sorge Tramonta

Palermo
20 33

Reggio Calabria
18 34

Il sole domani MILANO


Sorge Tramonta

La luna ROMA
Sorge Tramonta Nuova Primo quarto Piena Ultimo quarto

Catania
22 30

5:33

21:13

5:33

20:47

5:33

21:14

5:33

20:47

19 giu.

26 giu.

4 lug.

11 lug.

DOMENICA 17 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

51

TERZO TEMPO
GazzaFocus

Cimeli, maglie, ricordi: a due passi da Trento la collezione della pi grande famiglia del ciclismo
DA ALDO A IGNAZIO

2
S

Sono 8 i Moser corridori. Il capostipite Aldo (foto sopra), 78 anni, in maglia rosa il 21 maggio 1958 a Superga; un altro giorno in rosa nel 1971
DAL ROSA AL PAVE Francesco Moser, 61 anni marted, tra le bici allineate sulla pista dabete lunga 16 metri. A destra, maglie e trofei
FOTOSERVIZIO REMO MOSNA

S
CLAUDIO GREGORI GARDOLO (Trento)

Io non sono pio come Bartali, dice Francesco Moser e, aprendo armadi antichi, mostra i piviali e i messali della cappella di Villa Warth, il suo maso. La cappella, con altare barocco in marmo policromo, del Settecento, ma del maso c' traccia in un documento del 1339: era il manso ubi vache manent. C' il sacro e il profano. L'anima e il corpo. La pisside e, a pochi metri, la bottiglia. Anzi centoventimila bottiglie. C' il pozzo in pietra, il giardino delle rose, la Loggia che guarda sul Bondone e sulla Paganella. Intorno, vigne favolose. E biciclette.
Inimitabili Qui oggi si inaugura il museo dei Moser. Lo hanno chiamato, con arguzia, Moser in Museo. Come se i campioni fossero cimeli, faraoni nei loro sarcofaghi. Invece i Moser sono vivi. Tutti, tranne Enzo, perito tra le vigne sotto il trattore. Moreno guerreggia al giro della Svizzera. Gli altri sono qui. Oggi si disputa la 24 Francesco Moser, cicloturistica di 73 km, con amatori e vecchie glorie. Francesco c e pedala. Questa la pi grande famiglia del ciclismo italiano. Dal 1951 i Moser imperversano negli ordini d'arrivo. Sono 8 i Moser corridori. I 4 della prima generazione: Aldo, il capostipite, Enzo, Diego e Francesco. E 4 della seconda generazione: Leonardo, Matteo e Moreno, figli di Diego, e Ignazio, figlio di Francesco. Poi c' Gilberto Simoni, vincito-

Casa Moser
La dinastia della bici ha ora il suo museo
Oggetti che parlano, persino una pista in legno. Apre oggi nel maso Villa Warth a Gardolo un luogo speciale
Le vittorie di Francesco Moser, nato a Pal (Tn) il 19 giugno 1945: nessuno come lui in Italia. Ha vinto Sanremo e Giro nel 1984, il Mondiale 1977, 3 Roubaix, 2 Lombardia. E lOra
re di due Giri, due volte legato ai Moser: Cecilia, mamma di Francesco, una Simoni e Anna, sorella di Francesco, la mamma di Arianna, moglie di Gilberto. Sono tutti di Pal di Giovo, unico paese al mondo che vanti 4 maglie rosa: Aldo, Enzo, Francesco e Simoni. La prima la indoss Aldo il 21 maggio 1958 a Superga e poi la riconquist 13 anni dopo. Enzo la vest il 18 maggio 1964. Francesco la conquist 11 volte e la port per 57 giorni, pi di Bartali, Coppi, Hinault: solo Merckx e Binda leader pi a lungo.
Pav Il Museo racconta la saga

Tra bottiglie di Mller Thurgau, Chardonnay, Riesling renano, Gewrtztraminer, Moscato giallo, Lagrein, Schiava, Pinot Nero, c' il 51,151 Brut con etichetta rosa, la punta di qualit della cantina, che celebra il 1984, l'annata eccezionale.
Storia Questa una famiglia pa-

Enzo stato maglia rosa per 2 giorni al Giro 64: morto nel 2008. Poi Diego, pro dal 1970 al 73, e Francesco, 57 volte rosa: da Ostuni 76 a Busto Arsizio 85

261

della famiglia. Francesco fa la parte del leone. C la bici del record dell'ora di Citt del Messico 1984, 51,151 km, e la Benotto con cui ha vinto il Mondiale di San Cristobl nel '77. C' la maglia rosa del Giro 1984 e il cubo di pav del 1980, quando vinse la terza Roubaix. Ci sono le coppe della Sanremo e del Giro. La prima bici di Aldo, una Torpado. Una gigantografia di Francesco lanciato verso il record con le ruote lenticolari e Enzo, piegato a bordo pista, che lo incita, bello come un "revenant". Vivo, nella mente e nel cuore. Perfino la cantina sembra una dependance del Museo.

triarcale. Francesco il nono dei 12 figli di Cecilia e Ignazio, contadini. I Moser sono cresciuti tra i porfidi, tra campi verticali. Parlano il linguaggio del sole. Sfidano la pioggia e il vento. Uniti. Hanno scelto la strada come campo di giochi. Quando gareggiavamo, mamma Cecilia era sempre nella chiesa di San Valentino. Ha consumato i banchi, ricorda Francesco. Il Museo non un monumento alla "grandeur". una bella storia di famiglia. Invece di parole, oggetti. Lo abbiamo fatto per gli sportivi, per la gente che passa. Chi viene a prendere il vino da noi, ci fa mille domande. Qui ci sono risposte, spiega Francesco. Gli oggetti, per, hanno un'anima, parlano. La maglia rosa per me il ricordo pi caro. Ho inseguito la vittoria al Giro per 11 anni prima di coglierla. Le biciclette, come insetti eleganti, sono allineate su una pista di legno d'abete lunga 16 metri. Le bacheche contengono maglie e medaglie. Le coppe scintillano nelle vetrine. Sar una questione genetica. Forse una tradizione culturale. Ma ci troviamo bene in sella, dice Francesco. La bicicletta stata il nostro cavallo dei sogni, ma anche della realt.
RIPRODUZIONE RISERVATA

S
Della nuova generazione, il primo stato Leonardo (figlio di Diego), che ha smesso. Il migliore suo fratello Moreno (sopra), 21 anni, neopro con la Liquigas

S
Ha corso anche Matteo, ma lultimo della saga Ignazio (sopra), figlio di Francesco: 20 anni il 14 luglio. Possente come il padre, dilettante nella Trevigiani

Moser e il vino: da applausi lo spumante 51,151 MOSNA

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DIRETTORE RESPONSABILE ANDREA MONTI andrea.monti@gazzetta.it VICEDIRETTORE VICARIO Gianni Valenti gvalenti@gazzetta.it VICEDIRETTORI Franco Arturi farturi@gazzetta.it Stefano Cazzetta scazzetta@gazzetta.it Ruggiero Palombo rpalombo@gazzetta.it Umberto Zapelloni uzapelloni@gazzetta.it PRESIDENTE Angelo Provasoli VICE PRESIDENTI Roland Berger Giuseppe Rotelli CONSIGLIERI Umberto Ambrosoli, Andrea Bonomi C., Fulvio Conti, Luca Garavoglia, Piergaetano Marchetti, Paolo Merloni, Carlo Pesenti, Giuseppe Vita

RCS MediaGroup S.p.A. Divisione Quotidiani Sede Legale: Via A. Rizzoli, 8 - Milano Responsabile del trattamento dati (D. Lgs. 196/2003): Andrea Monti privacy.gasport@rcs.it - fax 02.62051000 COPYRIGHT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano pu essere riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione sar perseguita a norma di legge DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA Via Solferino, 28 - 20121 Milano - Tel. 02.62821 DISTRIBUZIONE m-dis Distribuzione Media S.p.A. Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano Tel. 02.25821 - Fax 02.25825306 SERVIZIO CLIENTI Casella Postale 10601 - 20110 Milano CP Isola Tel. 02.63798511 - email: gazzetta.it@rcsdigital.it PUBBLICIT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE PUBBLICIT Via A. Rizzoli, 8 - 20132 Milano Tel. 02.25841 - Fax 02.25846848

Testata di propriet de "La Gazzetta dello Sport s.r.l." - A. Bonacossa 2012

DIRETTORE GENERALE DIVISIONE QUOTIDIANI Giulio Lattanzi

EDIZIONI TELETRASMESSE Tipografia Divisione Quotidiani RCS MEDIAGROUP S.p.A. - Via R. Luxemburg - 20060 PESSANO CON BORNAGO (MI) - Tel. 02.95743585 S RCS PRODUZIONI S.p.A. - Via Ciamarra 351/353 - 00169 ROMA - Tel. 06.68828917 S SEPAD S.p.A. - Corso Stati Uniti, 23 - 35100 PADOVA - Tel. 049.8700073 S Editrice La Stampa SpA - Via Giordano Bruno, 84 10134 Torino S Tipografia SEDIT - Servizi Editoriali S.r.l. - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - 70026 MODUGNO (BA) - Tel. 080.5857439 S Societ Tipografica Siciliana S.p.A. - Zona Industriale Strada 5 n. 35 95030 CATANIA - Tel. 095.591303 S Centro Stampa Unione Sarda S.p.A. - Via Omodeo - 09034 ELMAS (CA) - Tel. 070.60131 S BEA printing bvba Maanstraat 13 - 2800 - MECHELEN (Belgio) S Speedimpex USA, Inc. - 38-38 9th Street Long Island City, NY 11101, USA S CTC Coslada - Avenida de Alemania, 12 - 28820 COSLADA (MADRID) S La Nacin - Bouchard 557 - 1106 BUENOS AIRES S Taiga Grfica e Editora Ltda - Av. Dr. Alberto Jackson Byington n. 1808 - OSASCO - SO PAULO - Brasile. S Miller Distributor Limited - Miller House, Airport Way, Tarxien Road - Luqa LQA 1814 - Malta S Hellenic Distribution Agency (CY) Ltd - 208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia - 1300 Nicosia - Cyprus

PREZZI DABBONAMENTO C/C Postale n. 4267 intestato a: RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI ITALIA 7 numeri 6 numeri 5 numeri Anno: e 299,40 e 258,90 e 209,10 Per i prezzi degli abbonamenti allestero telefonare allUfficio Abbonamenti 02.63798520

INFO PRODOTTI COLLATERALI E PROMOZIONI Tel. 02.63798511 - email: linea.aperta@rcs.it

COLLATERALI * Con Soldatini d Italia N. 54 e 11,19 - con Indistruttibili N. 33 e 11,19 - con Paperinik N. 19 e 11,19 - Capolavori delle grandi civilt N. 17 e 11,19 - con Holly e Benji N. 16 e 11,19 con War Movies N. 13 e 11,19 - con Alberto Sordi N. 25 e 11,19 - con Aerei Collection N. 10 e 14,19 - con Gilles Villeneuve e 14,19 - con Avengers N. 8 e 8,19 - con Grande Alpinismo N. 7 e 12,19 - con Panini N. 6 e 6,19 - con Libro Juve e 9,19 - con la Grande Storia del Giro N. 5 e 8,19 con Libro della Salute e 14,10 - con Lupin N. 6 e 11,19 con Alessandro Del Piero e 11,19 - con Grandi Club Raggi X N. 2 e 4,19 - con T-shirt Invincibili e 16,19 - con DVD Inzaghi e 14,19 - con Magic Europeo Card e 11,19 - con SportWeek e 2,70 - con Max e 3,50 PROMOZIONI Non vendibili separatamente in Calabria: La Gazzetta dello Sport e 1,00 + il Domani dello Sport e 0,20 ARRETRATI Richiedeteli al vostro edicolante oppure ad A.S.E. Agenzia Servizi Editoriali - Tel. 02.99049970 - c/c p. n. 36248201. Il costo di un arretrato pari al doppio del prezzo di copertina per lItalia; il triplo per lestero.

Testata registrata presso il tribunale di Milano n. 420 dell1 settembre 1948 ISSN 1120-5067 CERTIFICATO ADS N. 7334 DEL 14-12-2011

La tiratura di sabato 16 giugno stata di 414.993 copie

PREZZI ALLESTERO: Albania e 2,00; Argentina $ 14,00; Austria e 2,00; Belgio e 2,00; Brasile R$ 7,00; Canada CAD 3,50; Cz Czk. 64; Cipro e 2,00; Croazia Hrk 15; Danimarca Kr. 18; Egitto e 2,00; Finlandia e 2,50; Francia e 2,00; Germania e 2,00; Grecia e 2,00; Irlanda e 2,00; Lux e 2,00; Malta e 1,85; Marocco g 2,20; Monaco P. e 2,00; Norvegia Kr. 22; Olanda e 2,00; Polonia Pln. 9,10; Portogallo/Isole e 2,00; Romania e 2,00; SK Slov. e 2,20; Slovenia e 2,00; Spagna/Isole e 2,00; Svezia Sek 25; Svizzera Fr. 3,00; Svizzera Tic. Fr. 3,00; Tunisia TD 3,50; Turchia e 2,00; Ungheria Huf. 600; UK Lg. 1,80; U.S.A. USD 4,00.

52

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 17 GIUGNO 2012