Sei sulla pagina 1di 1

HAPPENING dripping di Pollock e laction painting limportanza del processo esecutivo dellopera, Kaprok riconosce linfluenza di P e sottolinea la continuit

con gli assemblage e con lespansione del collage cubista. L'idea di performance, arriva alla fine anni '30, gli artisti che vi si rifugiavano che portavano la tradizione delle avanguardie alla cui base c'era la speranza di un'arte totale in cui venisse meno la differenza tra arte vita. Simpongono due filoni: le azioni casuali Cage e quelle programmatiche Kaprow. Cage dice: "l'arte non dovrebbe essere differente dalla vita, ma un'azione della vita La sua musica che definisce"non intenzionale", i suoi spartiti sono in buona parte non scritti, gli strumenti "tutto ci su cui possiamo mettere le nostre mani". Trova la sua met in Merce Cunningham che considera danza i movimenti di ogni giorni. 52 Black Montain College scuola d'arte, si svolse una serata storica: CAGE crea sul "metodo del caso, tiene una conferenza sulla relazione tra musica e zen, seguito da "concerto con radio" mentre R. suona dei vecchi dischi CUNNINGAM danza i due persone leggono brani di poesie. Cage defin la serata "anarchicosenza scopo, in cui non sapevamo cosa sarebbe accaduto". 58 MUSIC WALL: CAGE da ogni aspetto della vita si pu ottenere suono, senza schemi precostituiti o spartiti, senza intenzioni ma seguendo la casualit. Una partitura scarna, essenziale, che permette ai performer di camminare tra gli strumenti e di produrre ruoli sempre differenti, pianoforti, radio, fischietti, contenitori d'acqua e le voci degli esecutori stessi. Si pu girare intorno al pianoforte, tirare le corde anzich batterle, coprirlo, scambiarsi le parti, creando un traffico di suoni la destrutturazione, non dobbiamo percepire nulla di sensato: l'opera non un manufatto, uno spettacolo, ma un pezzo di vita a cui partecipare. 59 18 HAPPENINGS IN 6 PARTI: KAPROW NY Termine Happening to happen (accadere). Definisce happening come un "assemblage di eventi che si svolgono in pi di una situazione spaziale e temporale e attivato da performance e dal pubblico". Suddivisero la galleria con teli di plastica semitrasparenti in tre ambienti caratterizzati, tramite l'uso di specchi, luci, suoni e dipinti: il pubblico che partecipa su invito su cui sono allegate le necessarie istruzioni interagisce con l'ambiente e con i performan, tra cui lo stesso artista leggendo, mangiando, chiacchierando. Quello che + importa non cosa accade, ma il fatto che qualcosa stia accadendo. Due sono gli elementi che utilizza, prima scarsamente considerati, il tempo e il pubblico. Tutto ci che accade guidato dall'artista, studiato e definito, ma i risultati rimangono imprevedibili, per questo l'happening risulta, come diceva K "qualcosa di spontaneo, qualcosa che capita che accada. Gli inviti all'evento, delle buste bianche contenenti collage, fotografie, dipinti e figure e includevano l'affermazione "diventerai parte degli happening; li sperimenterai simultaneamente". Il pubblico non spettatore, ma diventa parte dell'opera, acquistando il valore e significato degli oggetti scelti. A differenza del teatro, l'happening non modifica la personalit dei protagonisti e non ricerca una realt inventata, n luoghi, n tempi. L'artista dirige l'azione che si compone di una parte programmata (materiali, durata) ma lascia che venga in fondo determinata dal caso. FLUXUS anni '60 a New York un altissimo numero di artisti si dedica agli happening, celebri esponenti del New Dada RAUSCHENBERG e DINE, della Pop art OLDENBURG, della Minimal come MORRIS. L'unico denominatore di questi eventi che si tengono in buona parte a NY in loft, gallerie e caff alternativi, il desiderio di uscire dagli schemi di un'arte con il desiderio di un'arte che non fosse pi lontana dalla vita ma che divenisse parte del vissuto quotidiano, un flusso continuo di esperienze reali alla base del Fluxus. Il termine mutato dal latino, ha vari significati: scorrere, ondeggiare liberamente, infiltrarsi, fugace. il manifesto ufficiale scritto da Maciunas agiscono in modo del tutto autonomo BEUYS, ONO e Samuro MURAKAMI, Nam June PAIK e MOORMANN. Non si tratta di un gruppo definito, ma della libera collaborazione coinvolti in esperienze creative caratterizzate dalla massima libert espressiva: tutti possono fare arte e tutto pu essere arte. Higgins: "Fluxus esisteva prima di avere un nome e continua ad esigere oggi come, principio e modo di lavorareFluxus non un movimento, un momento della storia, una organizzazione. Fluxus un'idea, un modo di vivere". Fluxus per un'arte totale, come esigenza quotidiana, concepisce l'evento artistico come un fluire ininterrotto di situazioni, ogni forma artistica proveniente dalla cultura popolare come circo, il musical, il teatro, la rivista, la serata, viene riutilizzata. Dubbio allatto di nascita: tra il 62, anno del festival di Wiesbaden, altri lo anticipano di un anno e lo spostano a NY. Linfluenza di Cage si estende anche a coloro che frequentano la New School of Social Research di NY, dove un gruppo di giovani segu il corso di musica elettronica: tra gli allievi Manciunas, La Mounte Young, Higgins il nucleo americano del Fluxus, La componente europea stata la pi attiva sebbene non sul piano teorico, quasi del tutto affidato a Manciunas e Brecht. 61 YARD: KAPROW NY il pubblico invitato camminare su copertoni e spostarli, i copertoni frammenti della realt quotidiana, prelevati dal loro contesto e inseriti in un nuovo sistema di rapporti. La linea tra le arti visive e vita rimane indistinta: K ha deciso quei materiali e cosa farne, ma quello che verr in seguito alle sue disposizioni non si pu conoscere se non partecipando. STANDING BOX: MORRIS NY crea una scatola della grandezza del suo corpo, la porta in scena e vi rimane all'interno, effettua un'azione, per, nella loro forma geometrica essenziale e asettica, si possono collegare con la Minimal 62 Fluxus Internazionale Festspiele organizzato da Maciunas pu parteciparvi artista (arti visive, teatro, letteratura, danza) dest scandalo e fece conoscere Fluxus a livello internazionale. In precedenza le serate Fluxus erano organizzate da Ono a NY 62 Festum Fluxorum Fluxus all'Accademia di Dusseldorf Beuys invita artisti ne partecipano una trentina 65 COME SPIEGARE LA PITTURA AD UNA LEPRE MORTA BEUYS 65 CUT PIECE: ONO NY seduta invita il pubblico a tagliare i vestiti. Al termine si copriva il busto trattenendo gli ultimi scampoli. la 1 l'anno precedente in Giappone. 60 suo studio di NY sede di performance. La provocazione consiste nella distruzione delle relazioni intime umane, nello svelamento dei rapporti uomo e donna quali, vittime e carnefici al tempo stesso. 65 PELICAN RAUSCHENaBERG NY pattinatori con paracaduti, indaga le modifiche a causa di circostanze esterne. 69 TV BRA FOR A LIVING SCULTURE MOORMAN conosce Paik a NY 60, lei violoncellista, pioniere della video art 62 faceva esperimenti con la radio trasmissione televisiva, i magneti, i tubi catodici, combinando zen e scienza, caso e tecnologia. Dall'incontro con Moorman si rende evidente il gusto pi ludico e paradossale di Fluxus. La violoncellista suona il violoncello mentre due televisori, opera di Paik, le coprivano il seno e trasmettevano l'immagine filmata e riflessa dell'esecutrice. 71 TV CELLO MOORMAN un vero e proprio strumento, completo di corse e archetto ma, al posto della cassa armonica, tre televisori, di tre misure differenti, emulano le forme del violoncello classico. Lartista non traduce musica muovendo l'archetto, poich suona il video, strumento della visione per eccellenza, attraverso gli strumenti dell'udito, in un gioco sul filo del paradosso. 73 I LIKE AMERICA AND AMERICA LIKES ME BEUYS