Sei sulla pagina 1di 25

Poste Italiane spa Sped. abb. postale DL 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.

1, DCB Forl Redazione: via del Seminario, 85 47521 Cesena tel. 0547 300258 fax 0547 328812

Gioved 14 giugno 2012


anno XLV (nuova serie)

numero 23 euro 1,20 - contiene I.P.

23
10 Media e ambiente
Dal 14 giugno il Forum di Greenaccord
montagna non deve Disiquandoparlare solo capitano disgrazie

Testimonianze
Un cammino come esperienza di fede
l pellegrinaggio Macerata-Loreto si Itenuto la settimana scorsa

3 e 23

Diocesi
A Bagno di Romagna il Sacro corporale
scorsa il vescovo Domenicaha celebrato la solennit del Corpus Domini

Emilia
Terremoto, fra paure e speranze
testi on anza Iragazzimdelleitende: dellinviato del Sir a Crevalcore

11

EDITORIALE C in ballo il futuro


di Francesco Zanotti

Il settore della pesca fra luci e ombre

o spread torna sullottovolante. Nel pomeriggio di marted ha toccato i 490 punti di differenziale rispetto ai bund tedeschi. In soldoni, signica che i titoli di Stato tedeschi rendono quasi cinque punti percentuali in pi rispetto a quelli italiani. Una differenza no a pochi mesi inimmaginabile, alla quale stiamo ormai facendo labitudine. La speculazione si accanisce contro il nostro Paese. Dopo la Grecia e la Spagna, ora tocca al Belpaese essere sotto il tiro di chi vuole torchiarlo oltre misura. Non ci sono i motivi, si replica da pi parti, ma lo stress sui nostri bond non accenna a diminuire. un susseguirsi di notizie negative. Su Internet un tam tam impressionante fa il giro del mondo e rischia di innescare un circuito perverso in grado di mettere in difcolt chiunque. I governi nazionali non sanno con chi prendersela. Si combatte un avversario ignoto sicamente. Hanno di certo un notevole peso le difcolt economiche che acuiscono il periodo di stagnazione. Non si scruta allorizzonte nulla di positivo, mentre laumento delle tasse crea un clima di scoraggiamento generale che inibisce chiunque pensa di ampliare i propri acquisti. Torna la paura anche in materia di esodati. Il ministro Fornero ne aveva sempre dichiarati 65mila. Ora sembrano lievitati a quasi 400mila, come si legge in una nota dellAnsa dell11 giugno scorso, redatta dopo le 23. Il dato contenuto in una relazione tecnica trasmessa dallInps al Ministero del Lavoro lo scorso 22 maggio. Ma il bello, o meglio il brutto, che dallo stesso ministero ci si lamenta per la diffusione di queste cifre, non per la loro gravit. Come sempre, la colpa di chi racconta la realt, non di chi la crea. Rischiamo, come accade da diverso tempo, di vivere di emozioni. Lavoriamo solo sulle emergenze. Non ci preoccupiamo del domani. Agiamo solo sullorlo dellabisso, per poi dimenticare, un attimo dopo, che sul precipizio ci eravamo davvero. Siamo fatti cos. Arriviamo tutti allultimo istante, come quando ci mettiamo in la allo sportello dellufcio postale per pagare il bollo dellauto. Adesso in gioco, per, non c solo una sovrattassa di pochi euro. Nelle prossime settimane e nei prossimi mesi ci giochiamo il nostro futuro e quello dei nostri gli. Non possiamo permetterci di sbagliare nessuna mossa. Per questo ciascuno si deve spogliare dei propri interessi particolari per cercare di individuare vie duscita percorribili da tutti. A cominciare dalla famiglia, la vera base di questa nostra societ che rischia una disgregazione inarrestabile come conseguenza di troppi egoismi e di politiche miopi che la ignorano da lunghi anni.

Risorsa mare

Cesenatico: unimbarcazione attrezzata per le cozze (foto Cr)

Abbiamo trascorso nove ore di lavoro su unimbarcazione di un equipaggio che si dedica, al largo di Cesenatico, allallevamento delle cozze. un mestiere impegnativo e faticoso, ma tutto sommato con orari pi umani rispetto alla pesca a strascico o volante. Nelle scorse settimane si sono tenuti convegni durante i quali si discusso dello stato attuale del settore. Negli ultimi anni i costi di gestione sono aumentati notevolmente, mentre le quantit di pescato sono in calo, soprattutto per le piccole imbarcazioni tipiche della nostra marineria. E c chi suggerisce di bloccare totalmente la pesca per almeno tre anni. Primo piano alle pagg. 4-5

Cesena 14 Un cesenate fra i ghiacci della Groenlandia Sarsina 17 Un collezionista di cimeli del ciclismo

Cesenatico 15 Il primo negozio specializzato per celiaci Sport 21 Sabato a Cesena la podistica di San Giovanni

Opinioni

Gioved 14 giugno 2012

Al pellegrinaggio Macerata-Loreto in cammino la fede di un popolo U


n popolo in cammino. Una fede semplice e sincera. questo che ho visto nella notte illuminata dalle fiaccole di migliaia di pellegrini, lungo la via lauretana, tra i campi di grano, lucenti sotto la luna, che separano Macerata da Loreto. Abbiamo camminato, cantato e pregato, avendo come meta la Vergine dal volto scuro venerata nella Basilica della Santa Casa. Qui sono custoditi sin dal 1294 i resti della Casa di Nazaret, dove lAngelo fece lannuncio a Maria. La tradizione popolare vuole che le pietre siano giunte in terra marchigiana portate in volo dagli angeli. Non stata una passeggiata simbolica, della serie tanto conta il pensiero. stata una gran faticaccia di 28 chilometri, una notte intera che non passava mai, sperando che arrivasse presto lalba, cos pi vicino sarebbe stato anche larrivo, desiderando che la strada cominciasse a salire verso Loreto, cos sarebbe passato il sonno, implorando il meritato riposo alla stanchezza del corpo che a un certo punto rifiutava di proseguire. Pur nella chiarezza della meta, nulla ci viene risparmiato, ogni traguardo comporta un impegno e chiede di giocarci fino in fondo. Non si fa tanta strada solo per passare il tempo. Lo si vedeva negli sguardi degli abitanti che, al mattino appena fatto, ci hanno accolto per le vie di Loreto, nello stupore dei loro volti affacciati ai balconi o appoggiati alluscio delle case. Avevano una domanda e pareva volessero camminare anche loro con noi, solo per capire. Abbiamo cantato e pregato. stato un tuffo nellessenzialit della vita, che affidarsi a Chi la vita ce lha donata. Il pellegrino ha una fede concreta. Unisce in s, nella semplicit della religiosit popolare, lumano e il divino, la fatica e la salvezza, il centuplo quaggi e leternit. Cos ha cantato Martino Chieffo, prima di partire: Tu non credere mai allimperatore credi solo in nostro Padre che venuto e che verr, con le parole scritte dal padre Claudio e dedicate proprio a lui. Mi ha colpito la concretezza dei nomi di coloro che hanno chiesto una preghiera, snocciolati durante tutto il percorso, oppure il gesto di portare con s i biglietti con le richieste formulate dai propri cari o dagli amici, per gettarli, allarrivo, nel braciere acceso davanti alla Santa Casa. Mi hanno colpito i volti incontrati ai lati della strada, illuminati appena dai lampioni, con la corona del rosario in mano, che pregavano assieme a noi e ci facevano compagnia, con il loro semplice essere l, fino a notte inoltrata. Mi ha colpito una vecchia novantenne che camminava scortata da due baldi giovani, ai quali dava la mano, senza neppure appoggiarsi troppo e li ringraziava. Aveva ai piedi delle ciabatte mezze rotte. arrivata anche lei dalla Madonna Nera. Mi ha colpito chi non ce la faceva pi e si fermava ai lati della strada distrutto dalla fatica. Anche loro sono stati testimoni della piet popolare, offrendo quella sofferenza a Cristo. Eravamo in tanti. Novantamila, dicono i bene informati. Il numero preciso non lo so. So che l camminava la fede di un popolo, e si vedeva. Una lunga, interminabile processione di persone che avevano un bordone, il bastone da marcia, uno zaino e un rosario, come i primi pellegrini, ciascuno carico solo della propria umanit. Abbiamo recitato i misteri della Gioia, quelli della Luce, e pi avanti abbiamo ricordato il Dolore e infine la Gloria, sugli ultimi strappi che portano a Loreto e aprono lo sguardo sulla Basilica e sul mare. Ci siamo inginocchiati durante il percorso davanti al Santissimo esposto lungo la strada. Abbiamo seguito la croce illuminata nella notte. Abbiamo visto il mattino sorgere piano. A Loreto, la Madonna Nera ci venuta incontro, uscita dalla Casa ed venuta a salutarci in piazza, scortata da un picchetto di aviatori, di cui patrona. Stefano Spinelli

Euro 2012, iniziato il campionato europeo di calcio

Il pallone e la crisi. Quale messaggio pu venire dai campi in Polonia e Ucraina?


l momento di quelli terribili, con una crisi che morde alle caviglie e con la vecchia Europa che arranca e che vede, giorno dopo giorno, assottigliarsi la sua ricchezza, il benessere dei suoi abitanti, con Paesi sullorlo del default come la Grecia e altri come Spagna, Portogallo, Irlanda e la nostra Italia che rischiano di fare la stessa fine. Senza dimenticare la complessa situazione dellUcraina. In un contesto di grave preoccupazione, lo sport, come

La Vignetta

sempre, chiamato a risollevarci il morale, anche se i recenti scandali che hanno coinvolto il nostro calcio non lascerebbero molte speranze. Eppure abbiamo un po tutti lesigenza di crederci, di provare a risollevare le sorti del Vecchio Continente, di ritrovare quellunit che lEuropa delle banche e della finanza e degli egoismi nazionali hanno messo seriamente a rischio. Gioiamo dei primi risultati, con unItalia che tiene benissimo testa alla favorita Spagna (guarda caso le due nazioni pi zoppicanti sul debito, restano tra le pi blasonate sul campo), ma ricordiamoci soprattutto che questi Europei vanno al di l del mero risultato sportivo. Come ha ricordato bene il nostro presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che non ha voluto mancare allesordio a Danzica degli azzurri, importante che ci siano manifestazioni sportive che cementano lo spirito unitario di un Continente: importante che questo si consolidi, in ogni settore. Poi ha aggiunto che naturalmente la crisi economica e finanziaria restano sul tappeto in tutta la loro drammaticit, ma vincere ha spiegato Napolitano incoraggiando gli azzurri a fare un grande Europeo incoraggia i Paesi nei momenti di difficolt. successo spesso che i trionfi sportivi abbiano aiutato la politica e la finanza ad uscire dal tunnel: quando ci fu lattentato a Togliatti nel 1948, fu il trionfo di Bartali al Tour a stemperare in Italia tensioni che rischiavano di sfociare in una guerra civile, mentre il trionfo di Jesse Owens alle Olimpiadi di Berlino del 1936 inflissero un duro colpo alla propaganda nazista. Al di l dei conti da rimettere a posto, oggi la gente impaurita e impressionata da quanto sta succedendo non solo sui mercati finanziari, ma nella vita quotidiana: il potere dacquisto in caduta libera e la mancanza di certezze mina il nostro morale, gi fiaccato in molte parti dItalia anche dalla tragedia del terremoto emiliano. Abbiamo voglia di distrarci un po, ma soprattutto di ritrovare quella fiducia necessaria per ripartire, dopo una stagione di grandi sacrifici per tutti che, purtroppo, non ancora chiusa: se succeder, come gi altre volte avvenuto, che una squadra di calcio sapr donarci un sorriso, unoccasione per esultare, magari per scendere in piazza per un abbraccio collettivo come in occasione dei Mondiali vinti nel 1982 e 2006. Allora forse ripartire sar un po pi facile. Leo Gabbi

Gioved 14 giugno 2012

Primo piano
Foto Cr

Nelle scorse settimane si sono tenuti alcuni convegni sul settore della pesca Il mare sempre pi povero e a bordo i costi aumentano

Adriatico Un mare troppo sfruttato


ambiare le regole e i criteri di gestione delle risorse ambientali, per assicurare un futuro allAdriatico e al comparto ittico. E quanto hanno chiesto a gran voce pescatori ed esperti nel corso dei talk show organizzati di recente a Cesenatico, Goro e Rimini da Agrilinea/Maretv, la trasmissione televisiva condotta da Sauro Angelini prodotta dallo studio cesenate Lsp Multimedia. Dopo tre anni di attesa stata finalmente avviata loperativit del distretto Alto Adriatico, di cui fanno parte Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia e Veneto. Fermo biologico "Tra le prime questioni che il distretto affronter vi il prossimo fermo biologico estivo, una materia fin qui di esclusiva competenza ministeriale - ha

confermato lassessore alleconomia ittica regionale Tiberio Rabboni nel corso del talk show di Rimini -. E stata inoltre espressa la disponibilit a un lavoro comune per un futuro allargamento del distretto alle regioni rivierasche di Croazia e Slovenia". Il ministro per le Politiche agricole Mario Catania ha accolto anche altre richieste avanzate dalle tre Regioni. "Si tratta della possibilit di destinare unulteriore quota delle risorse del Fondo europeo sulla pesca assegnate alle singole Regioni per indennizzare larresto definitivo di imbarcazioni del piccolo strascico; di una diversa applicazione delle nuove norme sui controlli e sulle sanzioni con la possibilit di recuperare i punti di penalit accumulati sulla licenza attraverso la partecipazione a programmi di riduzione delle sforzo di pesca e a corsi di formazione; della stabilizzazione del fondo della legge 30 che ha fin qui garantito benefici fiscali e previdenziali alle cooperative di pescatori", ha spiegato Rabboni, precisando che interessanti opportunit sono offerte dai Piani di

gestione locali e dallo sviluppo dei Gruppi di azione costiera al fine di qualificare lattivit di pesca, per cui sono a disposizione risorse finanziarie distribuite da un bando regionale. La Regione inoltre impegnata nella riorganizzazione delle marinerie sul piano commerciale, allo scopo di creare un marchio di riferimento per valorizzare la qualit e la rintracciabilit dei prodotti ittici locali, incidendo sui prezzi di mercato. Sar affiancato al marchio collettivo Prodotto certificato dellAlto Adriatico che, ideato diversi anni fa, non ha per ottenuto i risultati sperati. Da una parte c un mare sempre pi povero di risorse ittiche, dallaltra imprese di piccola pesca a strascico che non sono pi in grado di sostenersi economicamente. Esigenze difficili da conciliare, cui prover a dare una risposta la nuova politica europea della pesca che alle porte. "La comunit scientifica sostiene che fino all80 per cento delle risorse ittiche nel mare Mediterraneo sono a rischio estinzione nei prossimi ventanni. LEuropa ha preso atto che le politiche fin qui seguite hanno dimostrato tutta la loro debolezza. E chiaro che la nuova riforma della pesca non potr che partire dalla

salvaguardia della biodiversit del mare: non pi considerato come una miniera da cui prendere, ma qualcosa di vivo che si riproduce", ha commentato Guido Milana, vice presidente della Commissione europea per la pesca, tra i promotori della campagna sul pesce bene comune. "Vietare la pesca per tre anni" Leuroparlamentare propone di delineare delle no fish area, in cui vietare la pesca per almeno tre anni dando cos il tempo al mare di rigenerarsi. Unipotesi che porterebbe a riconsiderare il fermo pesca, secondo cui per Milana non ha alcuna valenza biologica, ma funge esclusivamente da ammortizzatore sociale, consentendo ai pescatori di percepire un reddito mentre le barche sono ferme. "In quel periodo infatti meno dellun per cento delle specie ittiche si rigenerano", rileva. Ma per Massimo Gianella, vice presidente della Lega Pesca nazionale "non farlo sarebbe peggio perch si pescherebbero specie sotto misura", e oltre al mare "c un problema di sostenibilit economica delle imprese ittiche". Francesca Siroli

Licenza a punti

Oggi la pesca che non rispetta le regole, specie in talune zone del Mediterraneo, diventata un vero business. Per contrastare lillegalit in mare arrivata la "licenza a punti", un nuovo sistema di controllo, previsto dalle normative europee, entrato in vigore questanno e che pu portare alla sospensione della licenza e allo stop forzato del peschereccio che non rispetta i quantitativi di catture assegnati nel quadro della propria licenza di pesca. Una norma che non piaciuta molto alle organizzazioni italiane di settore. Secondo

Federcoopesca, la licenza a punti rischia di svalutare il mercato della vendita dei pescherecci, oltre 13mila imbarcazioni, perch al momento del passaggio si cede anche la licenza di pesca che, se penalizzata, vale di meno. Pollice verso anche per la Lega Pesca, secondo cui si tratta di una norma di difficile applicazione e percepita dalla categoria come punitiva, ispirata ad una aprioristica presunzione di colpevolezza che non giova alla condivisione e al rispetto della legalit. Il meccanismo simile a quello della patente a

punti per gli automobilisti: prevede che ogni volta che si commette uninfrazione vengano assegnati dei punti no al raggiungimento del numero massimo (90) che coincide con la perdita della licenza. Lunico modo per cancellare i punti accumulati non commettere infrazioni per tre anni. Le violazioni pi comuni riguardano gli attrezzi e lo sconnamento dalle zone di pesca, in particolare quelli delle barche che pescano a strascico che non rispettano fondali e distanza dalle coste.

Albergo Monte Fumaiolo ***


a nuov ne o gesti
Lalbergo MONTE FUMAIOLO (1.200 mt. slm) in localit Balze, situato in posizione tranquilla e in mezzo al verde. il punto ideale di partenza per escursioni e passeggiate e per vivere a stretto contatto con la natura. Si trova a 300 metri dalle sorgenti del Tevere. facilmente raggiungibile dalla superstrada E45. Il men del pranzo e della cena a scelta tra le due proposte dello chef. Buffet di verdure fresche a scelta.

Per le vostre vacanze... scegliete le sorgenti del Tevere... al Fumaiolo


dal 10/06 al 17/06 dal 02/09 al 09/09 prezzi per persona mezza pensione pensione completa 30 euro 38 euro dal 17/06 all1/07 dall1/07 al 29/07 dal 19/08 al 02/09 37 euro 45 euro dal 29/07 al 19/08

34 euro 42 euro

47 euro 55 euro

PER CAMERE SINGOLE O DOPPIE USO SINGOLA: SUPPLEMENTO + 15%

LHOTEL DISPONE DI QUESTI SERVIZI: sala bar, sala tv, sala colazioni, parcheggio, terrazzi, telefono in camera. PER GRUPPI contattare lhotel.

ALBERGO MONTE FUMAIOLO: via Tevere, 26 - 47028 Balze di Verghereto (Fc) - tel. 0543 906614 cell. 393 9234448
www.hotelmontefumaiolo.it info@hotelmontefumaiolo.it

Primo piano

Gioved 14 giugno 2012

La preparazione delle calze con il novellame

Alba in Adriatico

Le cozze pronte per essere sbarcate

La raccolta delle cozze e sistemazione nella barca Ogni calza pesa circa 80 chilogrammi (fotoservizio Cristiano Riciputi)

In mare aperto per scoprire i segreti delle cozze


Grazie alla disponibilit dellequipaggio dellimbarcazione "Luna" abbiamo trascorso una giornata di lavoro con alcuni allevatori di mitili di Cesenatico. Ecco il racconto di una notte al largo
supporto per le calze. Le calze sono sacchi di rete in nylon, allinterno delle quali sono messe le piccole cozze (novellame) per crescere fino a che non raggiungono la maturazione giusta per essere raccolte e quindi avviate alla commercializzazione. Le travi da cui si dipartono sottacqua le calze sono ancorate a "corpi marto", cio ancore artigianali fissate in fondo al mare per evitare che le mareggiate disperdano e provochino danni agli allevamenti di mitili. Un ciclo produttivo che al largo della costa dellEmilia-Romagna dura normalmente 10 mesi. Dopo aver fissato le calze col novellame, ci spostiamo nel secondo spazio dove avviene la raccolta vera e propria. La radio della cabina gracchia parole in romagnolo che altri pescatori, in alto mare, diffondono nelletere per divertirsi un po. Intanto il sole sorge e il mare acquista un colore dorato. La barca aggancia una trave e, tramite un paranco, le calze si sollevano fuori dallacqua. Tramite un agevolatore meccanico, che un nastro trasportatore, ogni calza, di circa 80 chilogrammi, viene issata a bordo e tre uomini dellequipaggio la trasportano verso prua. I motori sono tenuti ad alto regime in quanto danno la forza a tutto il sistema idraulico: il rumore, a bordo, molto forte. Il rientro A met mattina la pesca ha fruttato 80 quintali di cozze: "Sono di ottima qualit commenta Rossi- anche se sono ricoperte da mitili pi piccoli e questo le deprezza un po in quanto, a motivo di ci, gli sar applicata una tara del 20 per cento". Il lavoro prosegue meticoloso e le calze sulla barca vengono, una ad una, sovrapposte in maniera ordinata. In cabina Rossi ha spento la radio. Sopra al calendario vi un grande crocifisso. Di fronte una corona di rami dulivo intrecciata e, in un angolo, un quadro con la preghiera "Signore ascolta noi uomini di mare" dono degli amici Frati cappuccini. A un certo punto si rompe un tubo dellimpianto idraulico: i marinai si improvvisano meccanici e in venti minuti il guasto viene riparato. A met mattina si rientra in porto. La barca, appesantita da 80 quintali di cozze, ondeggia di pi rispetto alla partenza, complice il mare che si increspato. La fase successiva lo sbarco dei mitili: sempre con il solito agevolatore (che funziona a corrente elettrica) le calze vengono posate nei pallets sulla banchina del porto. Ogni pallet viene caricato con circa 12 quintali di cozze e occorre montarli con attenzione altrimenti tutto rischia di collassare. Sulla banchina c tempo per scherzare con i colleghi delle altre imbarcazioni. I pallets vengono prontamente caricati sui Tir frigo: le cozze della giornata sono destinate ai mercati spagnoli. Finito lo sbarco, c altro lavoro, cio la preparazione delle calze con le cozze piccole da mettere in mare il giorno dopo. Ezio lultimo arrivato ed il bersaglio bonario per scherzi e battute: diventato marinaio da soli due anni. Prima lavorava con una ditta che faceva i tetti di case e capannoni. Il clima sereno, si lavora con tranquillit, anche se laumento dei costi degli ultimi anni ha messo in difficolt anche questo settore. "Il mare un compagno di vita - conclude Rossi - e anche se noi pescatori diciamo di esserne stanchi, in realt non riusciamo a staccarcene".

Cristiano Riciputi
na giornata con gli allevatori di cozze, anche se il lavoro parte ben prima dellalba. Cesenatico, 30 maggio 2012, ore 4,30 del mattino: sul Porto Canale di Cesenatico c del movimento. Gli equipaggi delle cozzare, le barche degli allevatori di mitili si preparano ad uscire in mare. Il catamarano "Luna" ha accettato di imbarcarmi. Arnaldo Rossi (50 anni), Fiorenzo Fattori (54) e Flavio Polini (57) sono soci e hanno in concessione due campi di allevamento a 2,5 miglia dalla costa. Con loro c il marinaio Ezio Paiazzi (49), "lunico marinaio di terra" come ci tiene a sottolineare, dato che di Fiumicino di Savignano. Il mare calmissimo, la temperatura gradevole, i due motori da 150 cavalli ognuno vengono avviati e si prende il largo. "Allevare le cozze impegnativo - spiega Rossi, che anche presidente della cooperativa Casa del Pescatore - in quanto basta un errore nei vari passaggi e si rischia di perdere la produzioni. Per lo preferisco ad altri tipi pesca: per tanti anni sono stato imbarcato su un peschereccio tradizionale e l la vita molto pi dura, soprattutto per quanto riguarda gli orari. A volte si rischia di non vedere la famiglia per giorni e giorni. Invece noi maricoltori, in genere, nel primo pomeriggio siamo a casa". In mare aperto Dopo una ventina di minuti di navigazione arriviamo agli impianti dove si trovano i vivai di cozze. Il mare disseminato di grandi boe. Verso il largo si alza imponente una torre, una piattaforma metanifera per lestrazione degli idrocarburi. Lallevamento non altro che una divisione del mare in campi dove le "travi", cio grosse cime lunghe 180 metri, fungono da

Lequipaggio al completo: da sinistra Paiazzi, Rossi, Fattori, Polini

La porzione di mare di cui i soci del Luna detengono la concessione si trova a 2,5 miglia dalla costa La qualit del prodotto raccolto ottima e le cozze sbarcate vengono caricate subito sui camion con destinazione Spagna Salpati alle 4,30 del mattino, la giornata lavorativa terminata verso le 14

Le cozze vengono messe sui pallets

Ogni pallets viene cellophanato e caricato sui camion

Il lavoro si conclude, attorno alle 14, preparando le calze con il novellame

Gioved 14 giugno 2012

Vita della Diocesi

NOTIZIARIO DIOCESANO
TERREMOTO IN EMILIA,

Raccolta fondi per i terremotati


Presso la Caritas diocesana
7 GIUGNO: IL CROCIFISSO Continua limpegno della rete DELLA CHIESA DI CIVIDALE Caritas nelle zone colpite dal (FOTO SIR/NOTIZIE (CARPI)) terremoto, attraverso le Caritas diocesane coinvolte, supportate dal delegato regionale delle Caritas dellEmilia Romagna e la pronta mobilitazione di quelle delle altre regioni toccate dal sisma (Lombardia e Triveneto). A Finale Emilia stato allestito a un Centro di coordinamento Caritas per facilitare lincontro tra bisogni rilevati e disponibilit di risorse materiali e di volontari. In questa fase di emergenza gli interventi riguardano: monitoraggio della situazione e dei bisogni delle parrocchie coinvolte (vittime, sfollati, danni alle strutture pastorali); sostegno al lavoro dei parroci coinvolti; sostegno alle operativit della Chiesa locale tramite le Caritas diocesane (Caritas parrocchiali, centri di ascolto...); aiuto nei Centri di accoglienza (tendopoli, scuole, palestre) con lattivazione di azioni di incontro, relazione e ascolto, risposte ai bisogni primari (generi alimentari, vestiario, letti, coperte, igienico-sanitari). Tra gli interventi della rete Caritas, la cura e presa in carico di anziani, ammalati, disabili e minori, attivit di animazione con i volontari e aiuto nel disbrigo delle pratiche amministrative. Dopo la prima fase, Caritas Italiana assicurer un affiancamento duraturo, nel medio e lungo termine, nel periodo pi difficile della ricostruzione materiale e del tessuto sociale, con attenzione alla ricostruzione socio-economica, allanimazione e ai luoghi di aggregazione delle comunit. Per il nostro comprensorio, le offerte vengono raccolte presso la Caritas diocesana in corso Sozzi, 39 (la mattina, dal luned al venerd), oppure negli uffici della Curia. Possono inoltre essere versate direttamente sul conto corrente intestato alla Caritas n. 12130, presso la Cassa di Risparmio di Cesena con la causale Terremoto nord Italia 2012.

IL GIORNO DEL SIGNORE


bello rendere grazie al Signore
Domenica 17 giugno - Anno B XI Domenica del Tempo Ordinario Ez 17,22-24; Sal 91; 2Cor 5,6-10; Mc 4,26-34
nostra storia. Se dimentichiamo che Lui il protagonista e la forza intrinseca che hanno il Vangelo, i sacramenti e la sua zia, possono succederci due cose: se tutto va bene, pensiamo che sia merito nostro; se va male, ci abbattiamo. Dobbiamo evitare lorgoglio di pensare che il mondo si salva attraverso le nostre tecniche e i nostri sforzi. San Paolo diceva: lui seminava, Apollo irrigava, ma era Dio che faceva crescere. A volte Dio vuol farci capire che i mezzi pi piccoli producono frutti insperati. La forza della Parola di Dio viene da Dio stesso, non dalle nostre tecniche. Il protagonista sempre Dio. Il seme di Dio si far e produrr il suo frutto. Il seme ha il suo ritmo. Bisogna avere la pazienza dellagricoltore. Quello che noi dobbiamo fare collaborare con la nostra libert. Il Regno cresce dallinterno. Questo non significa che dobbiamo stare senza far nulla, ma lavorare con lo sguardo rivolto a Dio, senza impazienza, senza pretendere frutti immediati, senza assolutizzare i nostri meriti, senza avere paura dellinsuccesso. Ges ci ha detto: senza di me non potete far nulla. Dobbiamo perci lavorare, ma il nostro lavoro non il principale. Sauro Rossi

La Parola di ogni giorno


luned 18 giugno santa Maria verg. 1Re 21,1b-16; Sal 5; Mt 5,38-42 marted 19 san Romualdo abate 1Re 21,17-29; Sal 50; Mt 5,43-48 mercoled 20 san Ettore 2Re 2,1.6-14; Sal 30; Mt 6,1-6.16-18 gioved 21 san Luigi Gonzaga Sir 48,1-15; Sal 96; Mt 6,7-15 venerd 22 san Paolino da Nola 2Re 11,1-4.9-18.20; Sal 131; Mt 6,19-23 sabato 23 san Lanfranco 2Cr 24,17-25; Sal 88; Mt 6,24-34

on questa domenica, ritorniamo al Tempo liturgico chiamato Ordinario o per annum. Ci far da guida il Vangelo di Marco. Oggi dal capitolo 4 del Vangelo, Ges ci parla del Regno di Dio con due parabole. Il protagonista il seme. La prima parabola quella del seme che cresce da solo, senza che il contadino sappia come. Il Regno di Dio, la sua Parola, contiene dentro di s una forza misteriosa che, nonostante gli ostacoli che pur incontra, riesce a germogliare e portare frutto. Si suppone che il contadino compia tutti i lavori che gli competono. Ma Ges vuole sottolineare la forza intrinseca della grazia e dellintervento di Dio. Il protagonista non il lavoratore e neppure il terreno, ma il seme. Laltra parabola quella del granellino di senape, il pi piccolo di tutti i semi, ma che pu diventare una grande pianta. Si sottolinea ancora la sproporzione fra i mezzi umani e la forza di Dio. Il Vangelo di oggi ci aiuta a comprendere come Dio conduce la

A MESSA DOVE
8.45 9.00 Madonna del Fuoco, Tipano, Bulgaria, San Cristoforo, Ruffio, Roversano San Giuseppe (corso U. Comandini) Santo Stefano, San Bartolo, San Paolo, San Domenico, Diegaro, Pievesestina, Ponte Pietra, chiesa Benedettine, Santa Maria Nuova, San Vittore, San Carlo, Macerone, San Tomaso, Diolaguardia, Valleripa San Martino in Fiume Madonna delle Rose, Osservanza, SantEgidio, Villachiaviche, Santuario dellAddolorata, San Mauro in Valle, Bagnile, Casale Rio Marano, Bulgarn Cattedrale, Case Finali, San Rocco, Cappella del cimitero, Santa Maria della Speranza, Torre del Moro, San Pio X, Cappuccini, Basilica del Monte, Istituto Lugaresi, SantAndrea in Bagnolo, Carpineta Santuario del Suffragio, Bulgaria, Casalbono, Borello Ronta, Capannaguzzo San Pietro, Santo Stefano, San Paolo, San Bartolo, San Giovanni Bono, Villachiaviche, Addolorata, San Domenico, SantEgidio, Calabrina, Calisese, Gattolino, Madonna del Fuoco, San Giorgio, Martorano, San Demetrio, San Mauro in V., Pievesestina, Pioppa, Ponte Pietra, Santa Maria Nuova, San Martino in Fiume, Borello, San Carlo, San Vittore, Tipano, Macerone, Ruffio Torre del Moro Diegaro, Madonna delle Rose, Sorrivoli Cattedrale, Osservanza, San Rocco, Santa Maria 17.00 17.30 18.00 18.30 19.00 20.00 della Speranza, San Pio X, Basilica del Monte, Istit. Lugaresi Cappella del Cimitero Cappella osp. Bufalini Cattedrale, San Rocco, San Pietro, Cappuccini, San Domenico, Osservanza San Bartolo Mare; 21 San Giacomo, San Pietro (Ponente), Boschetto Festivi: 7 Gatteo a Mare; 7,30 Valverde; 8 Santa Maria Goretti, San Giacomo, Gatteo a Mare; 8,30 Bagnarola, Sala, Boschetto; 9 Cappuccini, San Giuseppe, Gatteo a Mare, Valverde; 9,15 San Pietro; 9.30 Cannucceto; 10 San Giacomo; 10,30 Cappuccini, San Giuseppe; 11 Bagnarola, Santa Maria Goretti, Gatteo a Mare; Sala, Villalta; 11.15 San Giacomo, Boschetto, Gatteo a Mare; 17.30 Cappuccini; 18 Gatteo a Mare; 18,30 Zadina (Park Hotel), Valverde; 20,30 Santa Maria Goretti; 20,45 Gatteo a Mare; 21 San Giacomo, Boschetto Longiano Sabato:18.00 Santuario SS. Crocifisso; 19.00 Crocetta 20.30 Budrio Festivi: ore 7,30 Santuario SS. Crocifisso; 8 Budrio; 8.45 LongianoParrocchia; 9,30 Budrio, Santuario SS. Crocifisso; 10 Badia, Balignano; 10 Montilgallo; 11 Budrio, LongianoParrocchia, San Lorenzo in Scanno; 11.15 Crocetta; 18 Santuario Santissimo Crocifisso Gatteo ore 20 (sabato); 9 / 11.15 / 18 SantAngelo: 20 (sabato); 8, 45 Casa di riposo, 9,30 - 11. Istituto don Ghinelli: 18,30 (sabato), 7,30. Gambettola chiesa SantEgidio abate: 8.30 / 10 / 11.15 / 18 Consolata: 19 (sabato); 7,30 / 9,30. Montiano ore 20.00 (sabato); 9 / 11. Montenovo: ore 20.30 (sabato, chiesina del castello), 10,30. Mercato Saraceno 10.00; Cella: 8.30, 11.15; San Damiano: 11.30; San Romano: 11.00; Taibo: 10; Montejottone: 8.30; Montecastello: 11; Montepetra: 8.30; Linaro: 18.00 (sabato), 11; Piavola: 17 (sabato, chiesa San Giuseppe), 10 (chiesa parrocchiale); Ciola: 8.30 Sarsina Casa di Riposo: ore 16 (sabato). Concattedrale: 7.30 / 9.00 / 11.00 / 18.00; Tavolicci: 16.00 (sabato); Ranchio: 20,30 (sabato), 8.00 / 11.00; 9.30; Sorbano: 9.30; Turrito: 17 (sabato), 10; San Martino: 9.30; Quarto: 10.30; Romagnano: 11,15; Pagno: 16 (seconda domenica del mese, salvo variazioni); Corneto: 11.00; Pereto: 10 Civitella di Romagna Giaggiolo 16 (sabato), 9.30; Civorio 9.30 San Piero in Bagno chiesa parrocchiale ore 17 (sabato); 8.30 / 11 / 17. Chiesa San Francesco: 7 / 10 / 15,30 Bagno di Romagna ore 18.30 (sabato); 8 / 11.15 / 18.30; Selvapiana: 11,15; Acquapartita: 16 (sabato) Alfero ore 18 (sabato); 11.15 / 17.30; Riofreddo: 10 Verghereto ore 16 (sabato), 9.15; Balze: 16 (sabato), 11.30; eremo di SantAlberico: 16; Montecoronaro: 17 (sab.), 10.30; Ville: 9.30; Trappola 9.30; Capanne: 11.00

Messe feriali a Cesena


7.00 Cattedrale, San Rocco, Cappuccine, Cappella dellospedale; 7.30 Basilica del Monte; 7.45 Chiesa Benedettine; 8.00 Cattedrale, San Pietro, San Bartolo, San Paolo, Santuario dellAddolorata; 8.30 Madonna delle Rose, San Domenico, San Rocco, Santo Stefano, Case Finali, SantEgidio, Cappella cimitero 9.00 Suffragio, Addolorata 9.30 Osservanza 10.00 Cattedrale 17.00 Cappella del cimitero Cappella dellospedale (no al sabato) 17.30 Istituto Lugaresi 18.00 Cattedrale, Madonna delle Rose, San Domenico, San Paolo, San Rocco, Osservanza 18.30 San Pietro, Santa Maria della Speranza, SantEgidio, San Bartolo, Cappuccini 20.00 San Giovanni Bono (Ponte Abbadesse) 20.30 San Giuseppe Artigiano (Villachiaviche), San Pio X

Sabato e vigilie
15.30 Macerone (Casa Lieto Soggiorno) 16.00 Formignano 17.00 Cappella del cimitero 17.30 Santuario del Suffragio, Istituto Lugaresi, Santuario dellAddolorata 18.00 Cattedrale, Santo Stefano, San Vittore, Diegaro, Madonna delle Rose, San Paolo, Torre del Moro, Luzzena (1 sabato ), Bora (2 sabato) 18.30 San Pietro, San Domenico, SantEgidio, San Rocco, Cappuccini, Case Finali, Santa Maria della Speranza 19.00 San Bartolo, San Giorgio, Osservanza 20.00 Gattolino, Tipano 20.30 San Giovanni Bono, Ponte Pietra, Martorano, Ruffio, Villachiaviche, San Pio X, Santa Maria Nuova, Bulgaria, Pievesestina, Pioppa, Bulgarn, Calisese, San Cristoforo, Borello

9.15 9.30

9.45 10.00

10.30 10.45 11.00

DIOCESI DI CESENA|SARSINA - SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1911

Messe festive
7.00 Cattedrale, San Rocco 7,30 Santuario dellAddolorata, Cappuccine, Cappella dellospedale Bufalini, Calabrina, San Mauro in Valle, Ponte Pietra, Macerone, San Giuseppe Artigiano 8.00 San Pietro, Santa Maria della Speranza, San Giorgio, San Pio X, Gattolino, San Giovanni Bono, SantEgidio, Basilica del Monte, Calisese, Torre del Moro, Capannaguzzo, Ronta, Borello 8.30 Cattedrale, San Rocco, Case Finali, Martorano, Cappella del cimitero,

Direttore editoriale Piero Altieri Direttore responsabile Francesco Zanotti Vicedirettore Ernesto Diaco
Membro della Federazione Italiana Settimanali Cattolici Associato allUnione Stampa Periodica Italiana

Comuni del comprensorio


Cesenatico Sabato: ore 16 Boschetto, Villamarina; 18 Gatteo a Mare; 18,30 Valverde; 18,45 San Giuseppe; 19 Camping Cesenatico; 20,30 Santa Maria Goretti; 20,30 Sala, Villalta; 20,45 Gatteo a

11.10 11.15 11.30

Testata che fruisce di contributi di cui allart. 3 comma 3 della legge n. 250 del 7/8/1990 Giornale locale ROC (Registro degli operatori di comunicazione)

Redazione via del Seminario, 85, 47521 Cesena (Fc) tel. 0547 300258, fax 0547 328812, www.corrierecesenate.it Segreteria e Amministrazione corso Sozzi, 39, Palazzo Ghini, Cesena, tel. e fax 0547 27234. Orario: feriali ore 9-11,30. Conto corrente postale n. 14191472 E-mail: redazione@corrierecesenate.it Abbonamenti annuo ordinario euro 45; sostenitore 70 euro; di amicizia 100 euro; estero (via aerea) 80 euro. Settimanale dinformazione Autorizz. Trib. Forl n. 409, 20/2/68 Iscrizione al Registro nazionale della stampa n. 4.234 Editore e Propriet Diocesi di Cesena-Sarsina Stampa Galeati Industrie Grafiche spa www.galeati.it via Selice, 187/189 - 40026 Imola

Tiratura del numero 22 del 7 giugno 2012: 8.000 copie Questo numero del giornale stato chiuso in tipografia alle 18 di marted 12 giugno 2012

Vita della Diocesi


Gruppo di preghiera
Padre Guglielmo
Venerd 15 giugno alle 21, al convento dei Cappuccini a Cesena, si terr il tradizionale appuntamento mensile di preghiera in ricordo del cappuccino padre Guglielmo Gattiani.

Gioved 14 giugno 2012

Ufficio Famiglia

Percorso per separati soli

Il percorso diocesano per separati soli e fedeli propone lappuntamento di giugno come ritiro di riessione sul Sacramento del Matrimonio. Si inizier con la messa alle 21 con un ampio momento di riessione e condivisione e poi, per chi lo vorr, il rito del rinnovo del s. Questo momento che da un po di anni viene celebrato, fa memoria del Sacramento del

Matrimonio come dono dato e vincolo che richiama la fedelt originaria. Il ritrovo per luned 18 giugno alle 20,45 presso la parrocchia di San Vittore di Cesena. Per informazioni: Floriana e Ivan, cell 388 6186867; don Virgilio cell. 339 3191586.

In breve
Pastorale giovanile Inaugurazione nuovi ambienti
Mercoled 20 giugno, presso il seminario a Case Finali di Cesena, verr inaugurata la sede del servizio diocesano per la Pastorale giovanile. Sar presente il vescovo Douglas Regattieri e i referenti dei giovani. Alle 18,30 accoglienza, preghiera del vespro e benedizione. A seguire, piccolo buffet.

una forma particolare di catechesi degli adulti. Vi hanno partecipato un centinaio di persone
SABATO 9 GIUGNO, FOTO DI GRUPPO DEI PARTECIPANTI ALLA SCUOLA DI TEOLOGIA

Incontri in preparazione al Matrimonio


Per i danzati in preparazione al sacramento del Matrimonio, in seminario a Cesena si terr un corso serale estivo. Gli incontri si terranno presso il seminario di Cesena a partire da luned 18 giugno alle 21. Per informazioni e iscrizioni: Terzo Foschi 338 5697521, terzo.foschi@tin.it

conclusione di un altro anno scolastico, il sesto, si tenuta sabato scorso, 9 giugno, in seminario a Cesena, lassemblea degli alunni e docenti della Scuola diocesana di Teologia. Il vescovo Douglas Regattieri e don Walter Amaducci hanno introdotto lincontro richiamando il valore e

Scuola diocesana di Teologia Incontro di fine anno A

limportanza di un percorso di approfondimento della fede attraverso lo studio delle discipline teologiche. unoccasione preziosa di formazione personale, sottolineano tanti iscritti, manifestando la gioia e la soddisfazione per aver frequentato con assiduit e impegno le lezioni. Per alcuni la Scuola di Teologia il necessario itinerario

formativo nel cammino di preparazione al diaconato permanente o ai ministeri istituiti. una forma particolare di catechesi degli adulti, o di riscoperta della fede che apre a nuovi e necessari servizi allinterno delle comunit parrocchiali. La Scuola di Teologia si conferma essere, ogni anno di pi, unesperienza di diocesanit per i legami di conoscenza e amicizia che si istaurano fra persone di varie provenienze. Questanno, hanno frequentato il triennio di studio, complessivamente, 62 persone, mentre al master (anno di specializzazione per i gi diplomati) hanno aderito in 38. Quindici sono coloro che hanno fatto un piccolo elaborato scritto sui temi della teologia morale, al fine di ricevere lattestato. Carico di emozione e di gioia, il momento nel quale il vescovo consegna il diploma a chi ha sostenuto tutti i colloqui del triennio, e il libretto agli iscritti del primo anno che hanno sostenuto almeno tre esami orali. Nove i diplomati del 2012, ma oltre un centinaio coloro che hanno portato a termine gli studi, a partire dal 1998 con la formula precedente della Scuola di formazione pastorale.

InvistadellaGiornatadelCreato

Al mare o in montagna le vostre foto sul Corriere


Una proposta dalla commissione diocesana Gaudium et Spes in preparazione alla Giornata della Salvaguardia del Creato che si celebrer sabato 1 settembre (e questanno avr luogo ai Cappuccini). Ai tantissimi gruppi (parrocchie, associazioni, privati...) in partenza per i campi scuola e le ferie estive in luoghi a stretto contatto con la natura, viene proposto di segnalare i propri clic pi belli e suggestivi allindirizzo creato@corrierecesenate.it. Le fotograe che arriveranno in redazione saranno pubblicate in uno Speciale nelle settimane che precederanno la festa di settembre.

Al Santuario di Martorano la festa del Sacro Cuore


ntra nel vivo la celebrazione del Sacro Cuore, nella parrocchia di Martorano di Cesena. Gioved 14 giugno alle 21, il vescovo Douglas Regattieri parler, nellambito della seconda serata del convegno teologico, di Spiritualit e riparazione. Venerd 15, giorno della festa, al mattino la

messa sar celebrata alle 8 e alle 10. Sar disponibile anche un sacerdote per le confessioni. Nel pomeriggio, alle 15, si terr ladorazione guidata mentre alle 16 saranno celebrati i vespri, seguiti dalla messa. Alle 21 la solenne concelebrazione eucaristica sar presieduta da monsignor Elio Tinti, vescovo emerito della diocesi di Carpi. Guider il canto il coro parrocchiale di Martorano. Sabato 16 si ricorda la solennit del Cuore immacolato di Maria con la celebrazione della messa alle 8 e, nel pomeriggio alle 15, ladorazione eucaristica, il rosario e la messa.

Pellegrinaggio a Fatima Ultimi posti liberi


La diocesi di Cesena-Sarsina propone - dal 16 al 18 agosto - un pellegrinaggio a Fatima (Portogallo), guidato dal vescovo Douglas Regattieri. Quota individuale complessiva: 650 euro. Per info e iscrizioni: Centro Pastorale di Palazzo Ghini (corso Sozzi, Cesena), tel. 0547 611001.

Bagno di Romagna Celebrazione ancora pi solenne per il 600esimo anniversario del Miracolo Eucaristico

Tanta gente in festa per il Corpus Domini


rande partecipazione, domenica scorsa, alla celebrazione solenne del Corpus Domini nella piazza di Bagno di Romagna, presieduta dal vescovo Douglas Regattieri, in occasione del 600esimo anniversario del Miracolo Eucaristico del Sacro Corporale. Il presule ha ricordato i drammatici eventi legati al terremoto dellEmilia, che ha colpito anche la localit di cui originario, e ha ringraziato tutti per la vicinanza e la solidariet. Ha ricordato come la festa del Corpus Domini, del dare il proprio corpo e il proprio sangue, sia la festa della solidariet vera e profonda con tutte le persone.

Il vento, come ha detto il parroco don Alfio Rossi al termine della celebrazione, ha voluto scherzare un po, ha messo a dura prova la pazienza degli infioratori, persone in gran parte della Accademia delle Grazie, coordinate da Alessio Atzeni, impegnate nella realizzazione di immagini sacre colorate dai colori dei petali di diversi fiori. Purtroppo si dovuto rinunciare alla realizzazione dellopera floreale ispirata allUltima Cena di Leonardo da Vinci. stata una celebrazione molto partecipata, sia dai cittadini residenti che da quelli provenienti dalle zone limitrofe - dichiara il parroco don Alfio Rossi -. Cerano numerosi gruppi, e famiglie con

bambini. Era presente circa una trentina fra sacerdoti dellintera vallata, seminaristi e diaconi. Un pullman di fedeli arrivato dal Comune di Cesenatico. Hanno preso parte alla celebrazione il sindaco di Verghereto Guido Guidi, il sindaco e il vicesindaco di Bagno di Romagna, Lorenzo Spignoli e Liviana Zanetti. Al termine della messa si svolta la lunga processione, per le vie infiorate. La celebrazione del Corpus Domini di Bagno di Romagna sar trasmessa da TeleRomagna, sul canale 14 (presente tutto il giorno in piazza Ricasoli con la regia mobile) venerd 15 giugno alle 23. Alberto Merendi

Gioved 14 giugno 2012

Vita della Chiesa

Intervista con monsignor Capovilla, segretario particolare di Giovanni XXIII


ROMA, 25 GENNAIO 1959: PAPA GIOVANNI XXIII ANNUNCIA IL CONCILIO VATICANO II (UNA FASE DEI LAVORI) (FOTO SICILIANI-GENNARI/SIR)

Catholica
di Stefano Salvi

MESSAGGIO DEL PAPA PER GLI EUROPEI DI CALCIO


In occasione dei campionati europei di calcio, papa Benedetto XVI ha inviato il 6 giugno scorso al presidente della Conferenza Episcopale Polacca un messaggio nel quale afferma: Questevento sportivo coinvolge non solo gli organizzatori, gli atleti e i tifosi, ma in diversi modi e nei diversi campi della vita tutta la societ. Anche la Chiesa non rimane indifferente a tale evento, in particolare alle necessit spirituali di coloro che ne prendono parte. Con riconoscenza accolgo le informazioni che giungono di programmati incontri catechetici, liturgici e di preghiera. Ha poi citato un intervento di papa Giovanni Paolo II del 28 ottobre 2000, nel quale si affermava: Il senso di fratellanza, la magnanimit, lonest e il rispetto del corpo virt indubbiamente indispensabili a ogni buon atleta contribuiscono alledificazione di una societ civile dove allantagonismo si sostituisca lagonismo, dove allo scontro si preferisca lincontro e alla contrapposizione astiosa il confronto leale. Cos inteso, lo sport non un fine, ma un mezzo; pu divenire veicolo di civilt e di genuino svago, stimolando la persona a porre in campo il meglio di s e a rifuggire da ci che pu essere di pericolo o di grave danno a se stessi o agli altri. Papa Benedetto XVI ha poi proseguito: Lo sport di squadra, poi, qual il calcio, una scuola importante per educare al senso del rispetto dellaltro, anche dellavversario sportivo, allo spirito di sacrificio personale in vista del bene allinterno del gruppo, alla valorizzazione delle doti di ogni elemento che forma la squadra. In una parola, a superare la logica dellindividualismo e dellegoismo, che spesso caratterizza i rapporti umani, per lasciare spazio alla logica della fraternit e dellamore, la sola che pu permettere a tutti i livelli di promuovere lautentico bene comune.

oVaticano II 50 Concili

Mitezza e umilt, gli insegnamenti


gni giorno mi domando: ma tu, piccolo Capovilla, che ti chiami addirittura vescovo della Chiesa, sei cristiano? Perch non basta essere vescovo o cardinale. Per essere cristiano bisogna essere fedele e costante discepolo di Ges, e questo molto arduo per tutti noi". Segretario particolare di Giovanni XXIII per oltre un decennio, quindi arcivescovo di Chieti-Vasto e delegato pontificio del Santuario di Loreto, monsignor Loris Francesco Capovilla vive dal 1988 nel ritiro di Sotto il Monte, paese natale di papa Roncalli. qui che Riccardo Benotti per il Sir lo ha raggiunto, in occasione dei cinquantanni dallapertura del Concilio Vaticano II, per ricordare quella "esperienza straordinaria" e gettare uno sguardo sulla vita della Chiesa. Eccellenza, oltre al valore storico e rinnovatore, il Concilio stato anche un evento di grande spiritualit per la Chiesa? A Roma, nei contatti con le Case religiose, ho assistito a una ininterrotta lode perenne, in particolare tra le suore di clausura, che si innalzata al trono di Dio dalle nostre piccole dimore terrene in aiuto allazione del Papa e dei vescovi, perch potessero accogliere per davvero la voce dello Spirito Santo e lavorare secondo la grande tradizione della Chiesa cattolica, che procede custodendo gelosamente il deposito della fede e si sforza di offrirlo come salvezza e stella polare per il cammino di tutti coloro che vivono su questa nostra terra benedetta. Quale ricordo conserva di quegli anni? Ho memoria di unattesa serena, umile, orante e fiduciosa da parte delle comunit cristiane non soltanto cattoliche. Anche

nellopinione pubblica, si percepiva un senso di rispetto per un avvenimento accolto e interpretato come evento religioso. Sia durante la fase preparatoria che nel corso delle diverse sessioni conciliari, mi sembrato di avvertire che il percorso tracciato, riassunto nel discorso di Giovanni XXIII Gaudet mater ecclesia, sia entrato in tutti noi: solo nella piena osservanza dellordine scaturito da Dio potremmo arrivare ad essere degli eccellenti cristiani e, qualora non appartenessimo alla Chiesa, delle persone giuste nelle quali Dio ha posto ugualmente la sua dimora. Anche uomini e donne non praticanti, con molti dubbi e in ricerca, ci confortano con lesempio della loro onest naturale nella quale agisce di sicuro la grazia di Dio. Come vive oggi la sua appartenenza alla Chiesa? Ho scelto per me, in questo ultimo tratto della vita, un motto tratto dal discorso di apertura del Concilio: Tantum aurora est. quello che disse papa Giovanni ai vescovi: abbiamo celebrato una grande giornata, abbiamo avviato un evento religioso voluto da Dio, ci prodighiamo con tutta la nostra buona volont ma non ci facciamo illusioni perch siamo appena allaurora della giornata cristiana. Quale eredit del Concilio ha portato con s? Il giorno della sua elezione al papato, Angelo Roncalli affacciandosi al balcone di San Pietro benedisse la folla, sent le grida di gioia provenire dalla piazza ma disse di non aver visto niente perch accecato dai fari di cineoperatori e fotografi. Rientrando dal balcone, dietro al crocifero, raccont di aver guardato il Crocifisso con la sensazione che Ges gli dicesse: Angelino

hai cambiato nome, ora ti chiami Giovanni, e hai cambiato anche il vestito. Ricordati che se non rimarrai mite e umile di cuore come me, sarai sempre cieco. Nulla vedrai della storia del mondo e della Chiesa e nulla potrai dire ai fedeli. Mitezza e umilt di cuore. Penso sia questa la grande lezione da apprendere dal Concilio e dalla vita di Giovanni XXIII, umile figlio della terra italiana e cittadino del mondo, che ricord alla Chiesa il dovere di annunciare integro il messaggio di Ges. Che Chiesa vede a distanza di cinquantanni dallapertura del Vaticano II? Non penso soltanto al cammino di questi cinquantanni ma a quello di tutta la mia vita. La Chiesa che mi ha battezzato, che mi ha dato i sacramenti, la stessa di sempre per pi sperimentata, aperta allabbraccio universale e inventiva. Dobbiamo tutti tenere conto della nostra vocazione: che si tratti di un ecclesiastico o di un laico, ogni battezzato ha la vocazione alla santit o, in termini pi familiari, alla bont. Sento che in tanti campi della nostra presenza - dalle missioni, alle iniziative pastorali fino alleditoria - abbiamo fatto non uno ma numerosi passi avanti. Per alcuni aspetti mi sembra che preghiamo meglio, leggiamo pi in profondit, abbiamo superato certi campanilismi, guardiamo con sommo rispetto e amore i nostri fratelli che portano con noi il segno di Cristo in fronte anche se non siamo in piena comunione ecclesiale. Penso anche ai fratelli musulmani, che la Lumen gentium loda come adoratori di Dio e osservatori della sua legge. Oggi viviamo delle pagine tristissime in molti Paesi, con le contrapposizioni di cristiani e musulmani, e credo sia indispensabile un supplemento di amore verso tutti.

CONTINUANO LE SOFFERENZE DEI CRISTIANI IN SIRIA


Lagenzia Fides del 9 giugno scorso ha dato la notizia che il giorno prima era scaduto lultimatum ai mille cristiani rimasti a Qusayr, in Siria, di lasciare immediatamente le proprie abitazioni. Prima dellinizio del conflitto in quella citt i cristiani erano 10mila. Il Patriarca greco- cattolico melchita di Damasco ha mandato un messaggio nel quale afferma: Nella tradizione orientale della Chiesa, dopo la Pentecoste, nel mese di giugno si osserva il digiuno dei dodici apostoli. Questo digiuno comincia questanno il 4 giugno e termina il 28 giugno. Chiediamo a tutti i figli della nostra Eparchia patriarcale di Damasco di digiunare e offrire speciali preghiere ogni giorno, a casa e in chiesa. Questa la nostra risposta agli eventi dolorosi che hanno causato il pianto e la sofferenza, diffondendo immagini terrificanti e provocando odio e vendetta.

Attualit Ancora attentati in Nigeria Non conflitto religioso, ma atti criminali li attacchi Larcivescovo Ggiugno nonavvenuti domenica 10 a Jos e a Biu sono vere della capitale tragedie, ma deve passare lidea
monsignor Onayekan: tutto il Paese ad essere attaccato. Non solo i cristiani
che i cristiani nigeriani si sentano sotto attacco. Purtroppo il governo non riesce a eliminare i terroristi o a limitare la loro attivit e francamente non so spiegarmene il motivo. Monsignor John Onayekan, arcivescovo della capitale nigeriana Abuja, commenta cos a Radio Vaticana gli attentati nel Paese africano, dove a Jos un terrorista suicida si fatto saltare in aria nella Christ Chosen Church e a Biu un commando ha aperto il fuoco contro i fedeli che partecipavano a una funzione. Attentati, prosegue monsignor Onayekan, che non sono il segno di un conitto religioso, ma sono causati da un gruppo di criminali che ngono di

Gioved 14 giugno 2012

avere interessi religiosi, ma che in realt non sono condivisi dalla maggioranza di musulmani nigeriani. quindi tutto il Paese a essere attaccato - conclude -. In questi assalti, infatti, non muoiono solo cristiani, ma anche tanti altri innocenti. Preghiamo affinch il Signore dia pace ai defunti e possa anche cambiare il cuore di questi criminali che gridano il nome di dio ma sono blasfemi e causano tanto dolore agli altri.

Unione Europea

Si paga lassenza di un autentico dibattito politico mentre Stati Uniti e Germania, per non parlare dellItalia, sono in prospettiva elezioni

Santa Sede-Israele
Laccordo vicino
Camminiamo verso la rma. evidente che se si registrano sempre dei progressi un giorno arriveremo alla conclusione. Stiamo lavorando da tanto tempo e per questo ci si comincia a credere. Con queste parole il nunzio apostolico in Israele, monsignor Antonio Franco, commenta i lavori della Commissione bilaterale Santa Sede-Stato dIsraele che si riunita marted 12 giugno, in Vaticano, per proseguire i negoziati sullAccordo economico. Nel comunicato congiunto, diffuso al termine della riunione, si legge che i negoziati si sono svolti in unatmosfera positiva e costruttiva facendo registrare signicativi progressi verso la conclusione dellAccordo. Tuttavia, ha aggiunto larcivescovo, serve ancora un poco di tempo dare una risposta a tutte le cose pendenti. Ma siamo sulla buona strada per arrivare ad una conclusione del negoziato. Il lavoro - ha concluso monsignor Franco - impegnativo, richiede perseveranza, pazienza ma soprattutto volont di arrivare a risultati concreti. Volont non solo di condannare, criticare o di lamentarsi ma anche di lavorare per fare evolvere le situazioni e arrivare cos a risultati che, se anche non sono lottimo, perlomeno sono il bene ed il buono. La sessione plenaria della Commissione, che si riunir ancora il 6 dicembre in Israele, stata presieduta dal viceministro degli Esteri israeliano, Danny Ayalon e dal sottosegretario vaticano per i rapporti con gli Stati, monsignor Ettore Balestrero. Questultimo, in unintervista a Radio Vaticana, ha dichiarato che si sono fatti progressi, ma ci sono ancora questioni da risolvere e ribadito che lAccordo a cui si sta lavorando riguarda la vita, le attivit ed il regime scale della Chiesa cattolica in Israele. NellAccordo ci si vuole tenere al margine delle dispute territoriali: non si parler di Gerusalemme Est, n di localit nella Cisgiordania. Gi da tempo si deciso di trattare, nellAccordo che si rmer, solo alcune propriet, che non si trovano a Gerusalemme Est o in Cisgiordania.

Le tante decisioni mancanti


iamo in attesa delle elezioni in Grecia, previste per il 17 giugno, mentre il primo turno delle legislative in Francia ha confermato lesito delle presidenziali, indicando una prospettiva di stabilit. Per un (importante) Paese che sembra aver raggiunto un equilibrio politico per i prossimi anni, dobbiamo ricordare che i due maggiori dellarea euroatlantica, gli Stati Uniti e la Germania, per non parlare dellItalia, sono entrati ormai nella prospettiva delle elezioni, per cui le mosse dei vertici non potranno non tenere conto di questo dato

FOTO ARCHIVIO SIR

LUnione resta una societ di Stati, con buona pace delle generose spinte federaliste
fondamentale. Eppure la partita della stabilit, cio la possibilit di metabolizzare la grande crisi in corso passa proprio anche per la stabilit degli assetti, con la connessa capacit di assumere decisioni di lungo respiro. E proprio questa - stabilit sembra la parola chiave, per unEuropa ansiosa e affannata, stressata dai dati sempre negativi di uneconomia che sembra muoversi al ritmo quotidiano

delle news, producendo ulteriore stress. Sono ormai mesi che le riunioni del Consiglio europeo - cio del periodico vertice dei capi di Stato e di Governo - sono presentate come risolutive e cruciali. Con la conseguente delusione per i risultati, che non possono che essere parziali. In realt, pi che la decisione risolutiva di una riforma istituzionale, servirebbe anche qui la prospettiva di un percorso per arrivare a quel pi di Unione e di Unione democratica, che serve con grande urgenza. Lapparato istituzionale e il processo decisionale europeo stato fin da sempre caratterizzato da un complesso sistema di

bilanciamenti, teso a salvaguardare tutti gli attori statali e tutti i livelli di tecnostruttura e di rappresentanza di interessi. Oggi, di fronte alla svolta della globalizzazione, con lemergere delle grandi aree macro-regionali, che aveva portato alla creazione della moneta unica come grande riferimento mondiale, tempo di prendere le decisioni conseguenti. Certo si sconta con tutta evidenza lassenza di un dibattito politico europeo, di forze politiche europee, in grado di dare corpo a istanze sovranazionali. LUnione resta una societ di Stati, con buona pace delle generose spinte federaliste. Ma come tale ha lobbligo di funzionare al meglio. Bisogner aspettare

che la crisi tocchi non solo i meridionali, ma anche i Paesi dellEuropa centrale e settentrionale? Basta guardare ciascuno nel proprio portamonete per scoprire pezzi che provengono da tutta Europa. Leuro un fatto culturalmente ormai non reversibile. Conseguentemente sono proprio i cittadini a dover reclamare, concordemente, al di l dei confini degli Stati, che da questo punto di vista sono stati aboliti, che sia gestito adeguatamente, al meglio. questa la grande questione politica oggi, per lEuropa. Ed ancora e sempre una questione di democrazia. Che in fin dei conti il vero, grande tema, che sta sotto alla crisi. E ai suoi esiti, che forse proprio per questo ci appaiono ancora incerti. Francesco Bonini

viale Carducci, 49 47521 Cesena tel. e fax 0547 22211 cell. 336 548370

SAN MAURO: zona verde e tranquilla al piano primo appartamento di notevoli dimensioni in ottimo stato composto da soggiorno, cucina abitabile con balcone verandato, 3 camere da letto, 2 bagni, ampio balcone, cantina e garage. 260.000 / Rif. 1162 SANTEGIDIO: in condominio costruito nel 2000 al secondo piano servito di ascensore bilocale in buono stato di manutenzione composto da soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, bagno, balcone e garage. 155.000 / Rif. 1120 ZONA STADIO: appartamento ristrutturato al primo piano composto da ingresso, sogggiorno, cucina, 2 letto, bagno, balcone, cantina e garage doppio. 180.000 / Rif. 1128 CASE FINALI: in zona verde e tranquilla, appartamento di nuova costruzione al piano terra composto da ingresso indipendente, ampio soggiorno-angolo cottura, 2 letto, 2 bagni, balconi, garage doppio e spaziosa corte esterna di propriet. Pronta consegna. 315.000 PONTE PIETRA: in piccola palazzina appartamento al piano rialzato con ingresso indipendente e corte esclusiva composto da soggiorno, cucina abitabile, 2 camere da letto, 2 bagni, cantina, ampio garage e posto auto riservato. Ottime finiture. 250.000 / Rif. GAMBETTOLA: zona centrale in elegante palazzina di recente costruzione appartamento al 2 piano servito da ascensore composto da soggiorno con angolo cottura, 2 letto, bagno, 2 balconi e garage doppio. 150.000 / Rif. 1151

info@agenziamedri.com

maurizio@agenziamedri.com

SANTANDREA IN BAGNOLO: su un lotto di circa 3.000 mq casa indipendente allo stato grezzo di ampie dimensioni con possibilit di personalizzare impianti, interni, rivestimenti e infissi. 350.000 / Rif. 1029 ADIACENZE PIEVESESTINA: splendida villetta dangolo di recente costruzione composta da ampio soggiorno con camino, cucina, 3 camere da letto, 3 bagni, 2 balconi, lavanderia, sottotetto finestrato, tavernetta attrezzata, garage, cantina e giardino privato con barbecue. Dotata di impianto di allarme, climatizzatore, cappotto termico e arredi su misura. Trattative riservate / Rif. 1187 SAN MAURO IN VALLE: in zona esclusiva con affaccio sul parco in complesso residenziale realizzato con materiali ad alto risparmio energetico possibilit di bilocali e quadrilocali a piano terra con tavernetta e giardino o allultimo piano con ampio sottotetto. OTTIME FINITURE. Nessuna spesa di mediazione in quanto mandatari a titolo oneroso

10

Gioved 14 giugno 2012

Attualit

Terremoto in Emilia I ragazzi delle tende


Linizio estate dei bambini e giovani di una parrocchia di Crevalcore, tra animazione e riorganizzazione
on ci saranno le due settimane di Estate ragazzi, il grest estivo organizzato dalla parrocchia ma un mese intero, e per di pi aperto gratuitamente a tutti i bambini e ragazzi del paese. La scommessa per questa estate in progress della parrocchia di Crevalcore, allestremo Nord della Chiesa di Bologna, quando il confine della diocesi sincunea tra il ferrarese a destra e il modenese a sinistra. Si riduce la zona rossa. Dopo la scossa del 29 maggio tutto il centro del paese stato transennato, diventando zona rossa, gli abitanti accampati in sistemazioni di fortuna o sotto le tende grigio-verdi della Folgore, al campo sportivo. Una tenda pure la caserma dei Carabinieri, in piazza Bologna, con la bandiera italiana e quella europea allentrata: quella che fu la caserma - come dice un militare - era nel centro ed danneggiata, forse irrimediabilmente. Tra le vie deserte due carabinieri camminano sotto il sole: le case ora disabitate vengono sorvegliate giorno e notte per evitare furti. Con le verifiche, per, molte case del centro sono dichiarate agibili e ora si sta restringendo la zona rossa, racconta al Sir il parroco di Crevalcore, don Adriano Pinardi, appena rientrato da una riunione con le istituzioni e i Vigili del fuoco. Perch non altrettanto si pu dire delle chiese: nel paese vi sono quella parrocchiale e 5 oratori, ma tutte sono inagibili. Solo nella chiesa principale sono lesionate la facciata e le pareti laterali, caduta la croce dalla cuspide, allinterno cono crollati in parte i soffitti delle navate laterali e si vedono le capriate di legno.... I segni della devastazione del terremoto sui luoghi di culto anche qui sono destinati a durare a lungo, e di sicuro per tutta lestate celebreremo sotto un tendone allasilo Stagni, conferma il parroco. La scuola materna lunico edificio della parrocchia rimasto - seppur parzialmente - agibile, ed qui che la scorsa settimana larcivescovo di Bologna venuto a celebrare lEucaristia. Animazione in tendopoli. Sotto quel tendone montato nei giorni scorsi, perch prima era allinterno della zona rossa e non potevamo recuperarlo, ora vi sono anche i ragazzi della parrocchia, con la maglia blu di Estate ragazzi, che assieme al cappellano organizzano lattivit. Doveva durare due settimane dopo la fine della scuola come lanno scorso, quando abbiamo avuto 230 bambini e ragazzi; ora invece abbiamo deciso di aprirla a tutto il paese come servizio alle famiglie e ai ragazzi, spiega il parroco. Non si sa quanti saranno i partecipanti: di sicuro tanti sono andati via col terremoto, ma altrettanti - anche non cattolici - sono nel campo daccoglienza, o nelle tende per strada. Divise per fasce det, le attivit si terranno in tre punti del Paese. Lanimazione, in verit, gi cominciata con i ragazzi della tendopoli, precisa il diacono Michele Zanardi. Nel campo sportivo c unarea

BAMBINI IN UNA DELLE TENDOPOLI ALLESTITE DALLA PROTEZIONE CIVILE (FOTO AFP/SIR)

recintata, allinterno della quale si pu entrare solo con il tesserino giallo di chi dorme in tenda (mentre altri hanno un tesserino arancione perch sono sistemati nelle carrozze ferroviarie), ma tuttattorno laccesso libero e i giovani della parrocchia - che hanno cominciato le vacanze in anticipo a causa del sisma - vanno a volte tutto il giorno, altre solo qualche ora, alternandosi con le diverse realt del territorio, per far giocare i pi piccoli. Ma non c solo gioco, e dal momento che le scuole sono chiuse abbiamo organizzato la preparazione per lesame di terza media (che sar solo orale nei luoghi del terremoto, ndr) sotto un tendone, ricorda il diacono. Tanti professori sono venuti a dare una mano per i ripassi e per i ragazzi unoccasione per distrarsi dalle conseguenze del terremoto e rivedersi. Lospitalit in campagna. Se tanti bimbi sono andati via con le loro famiglie, o presso parenti, per alcuni di quelli rimasti al centro sportivo il Comune ha ricevuto la disponibilit della foresteria di Settefonti, nel Parco dei Gessi a Ozzano Emilia, per un campo estivo. Da domenica sono arrivati 19 bambini di varie nazionalit, dai 5 agli 11 anni, spiegano i responsabili delliniziativa, che prevedono una turnazione settimanale degli ospiti per almeno tre settimane e, nei prossimi giorni, ne attendono altri 5 o 6 con due mamme per coprire i 25 posti a disposizione. A gestire la struttura la Comunit del parco dei Gessi bolognesi e i Comuni di San Lazzaro, Ozzano, Pianoro e Bologna, oltre alla comunit montana. Per arrivarci, da Crevalcore, ci vuole unora di viaggio in auto e gli ultimi chilometri sono immersi nel verde della campagna bolognese. Nel parco davanti alla foresteria alcune tende, ma non per dormire: riparano dal sole i bambini che giocano. C stato un grande slancio di generosit da parte di tantissime associazioni, spiegano i responsabili, mentre ad animare i pi piccoli sono ragazzi delle scuole medie superiori di Bologna e San Lazzaro, e nello specifico il Galvani, il Mattei e il Fermi, tutti volontari. La solidariet, qui, non va in vacanza. Francesco Rossi inviato Sir a Crevalcore

Carpi al Tg1
Lidentit e il futuro di Carpi si assicurano preservando lospedale Ramazzini e la Cattedrale. molto chiaro il pensiero di monsignor Cavina che dai microfoni dei telegiornali Rai domenica scorsa ha lanciato un appello alle istituzioni nazionali, regionali e provinciali affinch diano segnali espliciti di attenzione alla citt di Carpi, intervenendo con urgenza su queste due realt che hanno un alto valore simbolico nellottica di una ricostruzione: Da una parte - ha detto monsignor Cavina - la cura dei corpi, la tutela di un bene supremo come la vita e la salute, dallaltro la cura delle anime e dello spirito senza la quale le fondamenta del vivere civile sono fortemente compromesse. Interpellato sulla situazione della Diocesi di Carpi, il vescovo ha ricordato lagibilit di sole tre chiese oltre al patrimonio culturale e artistico gravemente compromesso: Da un punto di vista materiale la Chiesa di Carpi distrutta, a cominciare dal suo simbolo che la Cattedrale, inagibile e pericolante che richiede un intervento urgente di messa in sicurezza per consentire a tutto il centro storico di ritornare a vivere e alle attivit commerciali di riprendere il lavoro. Intanto grazie allaiuto delle Guardie Svizzere, giunte anche questo fine settimana in aiuto alla Diocesi di Carpi, e ai Vigili del Fuoco stato possibile liberare il Palazzo Vescovile mettendo al sicuro documenti e opere darte.

Ponte Giorgi

Piatti tipici romagnoli, accompagnati da pizzichi di novit e voglia di scoprire sapori particolari. Pasta fatta in casa e dolci scrupolosamente secondo le ricette delle nostre nonne

Ristorante Albergo Bar


47020 Cella di Mercato Saraceno (Fc) Tel. 0547 96581-96563 - fax 0547 96636 pontegiorgi2004@libero.it Facebook: Pontegiorgi Risto

Attualit

Gioved 14 giugno 2012

11

A Trento da gioved 14 giugno il IX Forum di Greenaccord con Fisc e Ucsi

SuperAbile
di Arianna Maroni

edia e natura M

ESSERE NELLA STESSA BARCA


Per il secondo anno consecutivo si svolta, domenica 10 giugno a Marina di Ravenna, liniziativa Tutti imbarcabilipromossa e organizzata dallassociazione Marinando per favorire lintegrazione delle persone disabili attraverso la pratica della vela. Per loccasione diversi armatori, proprietari di imbarcazioni a vela, hanno messo a disposizione le proprie barche accogliendo all interno almeno una persona con disabilit fisica. La giornata prevedeva una regata al largo di marina di Ravenna, saltata causa forti raffiche di vento che avrebbero danneggiato la messa in sicurezza dei vari equipaggi. Nonostante ci stato un vero e proprio raduno sociale che ha visti coinvolti il porto turistico Marinara, Yacht Marinara, i circoli nautici di Marina di Ravenna. Le persone con difficolt sono state accolte nelle varie imbarcazioni stata spiegata loro un po di nomenclatura e un po di andature; poi ci si ritrovati tutti al ristorante Hook per pranzare insieme. Sono stati premiati allevento, come gruppo pi numeroso, un equipaggio misto composto da persone disabili, adolescenti in affido ed educatori provenienti della provincia di ForlCesena che da cinque anni partecipano a un progetto denominato I cesenautici prendono il largo. Il progetto nato dallintegrazione di pi attivit che allinterno del territorio di Cesenatico si occupano di utilizzare lo strumento della barca vela con persone che vivono varie forme di disagio. Il progetto si articola di due macro azioni, una rivolta agli adolescenti che sono in affido a case famiglia e comunit educative, conosciuta come Prendere il largo, promossa dallassociazione Piccoli Passi, e una seconda azione conosciuta come I cesenautici, che si rivolge a persone disabili (fisici, psichici e/o relazionali) e ai loro familiari gestita dagli operatori della cooperativa sociale Psicke. Lintegrazione di due esperienze differenti, ha dato origine a questo progetto e in modo particolare a uno spazio di confronto e di sperimentazione di Buone prassi sullutilizzo della vela come ausilio riabilitativo. Tutti imbarcabili stata la possibilit per confrontarsi con il territorio ravennate. Per noi afferma Sante Ghirardi, presidente dellassociazione Marinando lespressione essere nella stessa barca ha un significato molto concreto, ossia affrontare insieme il mare, la fatica della navigazione, la sfida sportiva dando vita a unesperienza comune che consenta a tutti di avere un proprio ruolo a bordo e nella vita, contribuendo con impegno e dignit al benessere collettivo. (www.marinando.org)

Salire sul monte


(FOTO ARCHIVIO A. CAND.) al sul monte. Mons sanus pro corpore sano. Dolomiti bene Unesco. il tema del IX Forum dellinformazione cattolica per la salvaguardia del Creato, organizzato da Greenaccord onlus, in collaborazione con larcidiocesi e la Provincia autonoma di Trento, con la Federazione italiana settimanali cattolici (Fisc) e lUnione cattolica stampa italiana (Ucsi), dal 14 al 17 giugno a Trento. Ad Alfonso Cauteruccio, presidente di Greenaccord, e a Francesco Zanotti, presidente della Fisc, Gigliola soprattutto quando succedono fatti Alfaro per il Sir ha posto alcune domande. incresciosi. In questo senso bisogna Perch avete scelto il tema della risvegliare una maggiore attenzione. montagna? Prenderemo, perci, come esempio Cauteruccio: Partiremo dal concetto di lamore che Giovanni Paolo II aveva per le montagna sviluppato nella Bibbia: tutti montagne. gli incontri pi forti tra Dio e luomo avvengono in montagna. La montagna Quanto importante lattenzione dei con la sua altezza richiama lidea del media alla natura? divino. Noi vogliamo riflettere, quindi, sul Zanotti: importantissima perch perch la montagna questo luogo cos contribuisce a creare lopinione pubblica privilegiato per lincontro tra luomo e e a formare i giovani nel rispetto del Dio. Ma essa ha un grande valore anche Creato, che stato affidato alluomo per la rigenerazione personale e perch lo consegni alle nuove generazioni spirituale, oltre che psichica e fisica. Per il meglio di come lha ricevuto. Anche titolo del Forum abbiamo parafrasato il uninformazione legata al territorio, come detto latino Mens sana in corpore sano la nostra, deve tener presente, come ci ha in Mons sanus pro corpore sano perch ricordato spesso Benedetto XVI, che la salute della montagna aiuta anche la lambiente funzionale alluomo, ma salute delluomo. luomo lo deve rispettare in quanto non padrone dellambiente, ma custode. Quali temi affronterete nel Forum? Cauteruccio: Sul tema dellambiente si Cauteruccio: Nel Forum prenderemo in deve fare ancora molto strada, ma la considerazione, oltre allesperienza percezione che il rischio ambientale sia biblica, limpatto che la montagna ha per vicino, a livello scientifico e nella le popolazioni che vivono i suoi luoghi, coscienza dei cittadini, sta maturando gli strumenti di tutela delle risorse anche grazie allazione della stampa. Noi naturali di cui ricca, i rischi economici riteniamo che il giornalismo ambientale ed ecologici connessi ad una sua non debba raccontare solo fatti mancata salvaguardia. Infine, sar data contingenti, ma parlare del dono pi particolare evidenza al recente grande che ci ha fatto il Creatore. riconoscimento delle Dolomiti quale bene Unesco. Quanto possono fare i settimanali cattolici per sensibilizzare Quanto la montagna protagonista sullimportanza del creato? della comunicazione? Cauteruccio: Oggi molte testate Cauteruccio: Di montagna si parla diocesane trattano anche problemi

Lambiente funzionale alluomo, ma luomo lo deve rispettare in quanto non padrone dellambiente, ma custode
spinosi riguardanti il territorio e questo positivo. Poich il dibattito ambientale molto complesso, occorre che i giornalisti si preparino ad affrontare questi temi. Perci, siamo molto attivi nella formazione. E in questo ambito nasce il premio Sentinella del Creato, perch i giornalisti possono accompagnare alcuni processi, capirli e valutarli. Zanotti: Ci sono certamente margini di crescita. Come settimanali diocesani riteniamo che tutto ci che umano interessi al cristiano, perch tutto ci che riguarda luomo Ges Cristo lha preso su di s e quindi non c dimensione umana che non ci interpelli. Quindi, i nostri giornali non hanno argomenti di cui non si debbano interessare. Questo vuol dire che anche la tutela del territorio e della salvaguardia del creato, della difesa di un lago, di un fiume, dei boschi devono essere trattati: come difendiamo la vita umana, cos difendiamo lambiente in cui la vita umana si sviluppa. Come nasce la collaborazione con Greenaccord? Zanotti: Gi da diversi anni la portiamo avanti in modo fruttuoso; abbiamo delegato un consigliere nazionale, Mario Barbarisi, a tenere rapporti tutto lanno perch questa dimensione della salvaguardia del Creato importante, come dimostrano listituzione della giornata nazionale a settembre e i richiami prima di Giovanni Paolo II e adesso, ancora pi insistenti, di Benedetto XVI!.

il Periscopio

di Zeta
indistintamente e non tiene per nulla conto del dettato costituzionale previsto allarticolo 53 che recita: Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacit contributiva. E al comma successivo aggiunge che il sistema tributario informato a criteri di progressivit, criterio che non si realizza applicando sui contribuenti imposte in misura uguale. Non c ingiustizia peggiore che trattare nello stesso modo situazioni diverse, aggiunge il Forum ricordando che laumento dellIva colpisce tutti in maniera indiscriminata. C solo un effetto positivo che gli esponenti del governo non dicono davanti ai microfoni. Dalla contrazione dei consumi ci si aspetta un aumento del risparmio da parte delle famiglie. E questa massa monetaria che viene posta a disposizione del sistema pu essere il volano per riavviare leconomia nazionale, da troppi mesi col segno negativo. Lo abbiamo segnalato nello scorso numero del Corriere Cesenate. La messa in sicurezza di tutti i fabbricati potrebbe costituire il motore di questa ripresa che ancora non si intravede. Basterebbe crederci e destinare ad essa un po di

FOTO SIR

Laumento dellIva ricorda la tassa sul macinato La storia si ripete: vengono colpite le famiglie

Investire sul futuro

umentano le tasse, cala il gettito dellIva: che sorpresa!. Cos si esprime il Forum delle associazioni familiari in una lunga nota pubblicata qualche giorno fa e firmata dal presidente nazionale, Francesco Belletti. Tutti abbiamo visto che i dati sulle entrate tributarie dicono di una previsione in netto calo, proprio a motivo degli aumenti dellIva che inducono i consumatori a essere pi cauti negli acquisti. La storia si ripete, ma chi di dovere pare non comprendere. Lo ricorda anche il Forum quando in chiusura di comunicato fa riferimento agli interventi posti in essere dai primi governi seguiti allunit dItalia. Il governo si legge in un sol colpo farebbe schizzare in alto tutti i prezzi, mortificando il sistema economico e portando alle estreme conseguenze la logica che fu di Quintino Sella: servono soldi? Tutto si pu tassare, anche la farina (ricordando la famigerata tassa sul macinato, ndr). Cio il pane. Cio la vita. E chi ha pi bocche da sfamare e figli da accudire, specie se laumento dovesse riguardare anche i beni di largo consumo, ancora una volta, pagher pi degli altri. Non pare ci sia molto altro da aggiungere. Pi chiari di cos non si pu essere. Eppure, siamo sempre alle solite, direbbe il Calimero del Carosello di un tempo. LIva unimposta indiretta e colpisce tutti

risorse. Le famiglie potrebbero investire sullirrobustimento delle fondazioni, nel rifacimento dei tetti e dei cordoli, nelle cerchiature di porte e finestre, nellinstallazione di quei famosi tiranti di cui ha parlato lex sindaco di Cesena, larchitetto Giordano Conti. Lui ha indicato la biblioteca Malatestiana come ledificio perfetto dal punto di vista antisismico, visto che datato oltre 550 anni fa, e ha resistito indenne a pesanti terremoti. Basterebbe crederci e investire sul futuro. Domani ne avremmo risparmi notevoli. Un domani che non oggi, ma che per chi verr dopo di noi. (751)

12

Gioved 14 giugno 2012

Cesena
Provincia
Provincia, spese e risparmi: interviene la consigliera provinciale Maria Grazia Bartolomei. "Dopo la discussione dellinterrogazione da me proposta - scrive la Bartolomei - per una razionalizzazione degli spazi ed una completa utilizzazione della sede della Provincia in Cesena, ridurre le spese per canoni di locazione, le spese per le pulizie e quelle di trasferta tra Forl e Cesena per i dipendenti e gli amministratori che hanno un doppio ufficio, nulla si muove". E questo nonostante le prescrizioni normative del Governo agli enti locali circa lutilizzo deglimmobili di loro propriet, evitando di prendere locali in affitto. "Attraverso linterrogazione, durante lultima seduta di Consiglio provinciale, avevo in particolare proposto alla Giunta che al terzo piano dello stabile venisse accolto lufficio Pianicazione territoriale oggi a Forl in locali in affitto e presso il quale prestano servizio diversi dipendenti residenti tra Cesena e Riccione. In alternativa, avevo suggerito di accogliere il Centro per lImpiego di Cesena. Ci non farebbe altro - continua la nota - che potenziare lintendimento, sempre dichiarato ed anche da me condiviso, di voler avvicinare lEnte ai residenti nel territorio cesenate, con la dislocazione nella sede in questione di personale dedito ad attivit relative al comprensorio cesenate". "Il perdurare di questi sprechi - conclude la Bartolomei - insopportabile in un momento di difficolt del nostro territorio e di tutto il Paese. Pertanto auspico che lintero consiglio provinciale, le minoranze come la maggioranza, riaprano la discussione affinch la Giunta riconsideri le scelte e con decisione invii messaggi di maggior sobriet.

Il Comune ha affidato la gestione per i prossimi cinque anni


aumentandone i visitatori e diversificandone la funzione. In questottica si scelto di allargare lambito di intervento per valorizzare con finalit ricreative e sportive anche il Parco della Rocca, da tempo sottoutilizzato e poco vissuto. Lobiettivo che i nuovi gestori si prefiggono nei prossimi 5 anni la realizzazione di un "sistema Rocca": un centro unitario di produzione storicoculturale, artistica, educativa-sociale, turistica, sportiva e ambientale. Un luogo capace di avere uno sguardo attento e contemporaneo, ma che trae dalla storia e dalla natura ispirazione e stimolo per la sua progettazione e gestione quotidiana. Questi le prime iniziative programmate. Il 15 e 16 giugno si terr il primo "Bio Blitz Italiano" nel Parco della Rocca Malatestiana. Il 23 e 24 giugno sar la volta di "En Jardin: pic-nic culturali nel giardino della Rocca": 2 giorni di degustazioni, buona musica, visite particolari del complesso monumentale. Dal 25 al 28 giugno nel Giardino della Rocca e Parco delle Rimembranze si svolgeranno Workshop internazionali di Danza e Performance Urbana. Infine, il 29 e 30 giugno torna "Itinerario Stabile festival dedicato al contemporaneo". In precedenza la gestione era stata affidata allassociazione Conoscere Cesena che, per tanti anni, ha permesso alla Rocca di non cadere a pezzi e di renderla viva.

Rocca, si riparte con un pool di associazioni


occa Malatestiana: ad aggiudicarsi lincarico per i prossimi 5 anni (fino al 31 maggio 2017) stato il gruppo formato dalle associazioni di promozione sociale Aidoru Associazione (capofila) e Viaterrea (co-gestore), a cui si affiancheranno lo studio culturale Artemisia per le attivit storico/turistiche e le visite guidate e Valerio Pavolucci per le attivit enogastronomiche.

Nella definizione delle linee guida per il nuovo incarico, lAmministrazione comunale ha ritenuto opportuno rivedere la politica di promozione e conoscenza del complesso monumentale, prevedendo non solo di garantire una maggiore fruizione da parte dei cittadini cesenati e degli studenti, ma anche di potenziare il ruolo della Rocca come elemento di richiamo turistico durante tutto lanno e in particolar modo nel periodo estivo,

Open day | Al Don Baronio

Premiazione| Campo della Stella

Giornata di visite, sabato scorso, presso la struttura residenziale Opera Don Baronio. Il sindaco di Cesena Paolo Lucchi ha visitato i locali, salutato gli ospiti ed espresso parole di sostegno a due anziane provenienti dalle zone terremotate (nella foto di Mauro Armuzzi). Nella mattinata si svolto anche un seminario sul tema "La persona anziana e la sua cura".

La scorsa settimana lassociazione Campo della Stella ha premiato gli studenti, per il concorso di scrittura saggistica "La Memoria del Novecento", presso la sede della Banca di Cesena. Presenti Valter Baraghini presidente Banca di Cesena, Ombretta Sternini per il Campo della Stella e lassessore Elena Baredi per il Comune. Nella foto di Mauro Armuzzi, la classe 5Ab del Liceo Scientifico Righi.

Cesena

Gioved 14 giugno 2012

13

I lavori partiranno a settembre

Consiglio comunale
Tonino Prati lascia
Tonino Prati, consigliere comunale dellUdc, ha presentato le dimissioni dal proprio ruolo. Gli subentra Giorgio Fiori. Silvia Campanini, segretaria comunale del partito, ha inviato la seguente nota. "E con rammarico - si legge nella nota che abbiamo appreso la decisione dellamico Antonio Prati di presentare, per motivi famigliari, le sue dimissioni da consigliere comunale. Lo ringraziamo di cuore per la competenza, la pacatezza, il senso di responsabilit, la disponibilit al servizio, lumanit che hanno caratterizzato il suo impegno in Consiglio Comunale; doti che, ne siamo certi, tutti avranno potuto apprezzare. Siamo altres convinti che lamico Tonino continuer a dare il suo preziosissimo contributo allinterno dellUdc in questa fase di delicata transizione politica. Nel contempo auguriamo buon lavoro allamico Giorgio Fiori che ne prender il posto; continueremo, come sempre stata nostra prassi, il "lavoro di squadra", allinsegna della partecipazione e del coinvolgimento della base". Anche la consigliera del Movimento 5 Stelle, Natascia Guiduzzi, ha mandato una nota: "Esprimiamo la nostra profonda stima per il consigliere Prati. In questi tre anni di Consiglio sono stata onorata di dividere gli scranni dellultima la con lui, e ho avuto il privilegio di conoscere un uomo dai modi sempre gentili ed educati, colto e con una parola di incoraggiamento e sostegno per tutti. Prati , ai giorni nostri, un uomo daltri tempi, un gentiluomo. Con le sue dimissioni il Consiglio Comunale di Cesena perde uno dei suoi uomini pi preparati".

In piazzale Aldo Moro una nuova struttura


hiudere uno dei "buchi neri" di Cesena, un "non luogo" come lo ha definito il sindaco Paolo Lucchi in conferenza stampa, e rivitalizzare la zona tra Psicologia e il parcheggio dellex Arrigoni. E questa lintenzione del progetto di recupero e riqualificazione dellanfiteatro di piazzale Aldo Moro. Realizzato negli anni 80, e utilizzato per pochissimi anni, il manufatto circolare in cemento versa da decenni in stato di abbandono in una zona chiave di Cesena. Di giorno, infatti, larea popolata da studenti universitari e delle scuole superiori, mentre di notte presenta problemi per la presenza di tossicodipendenti, senza tetto e personaggi dediti alla prostituzione. La demolizione del vecchio anfiteatro e la realizzazione, sullo stesso disegno, di unattivit di bar-ristorazione, dovrebbero garantire un servizio di giorno e una riqualificazione dellarea di notte: "Vogliamo far lavorare questo posto 20 ore al giorno" ha spiegato Guido Aldini dellomonima ditta di costruzioni.

Il progetto sfrutta il project financing con la ditta Aldini Guido

Il progetto sar realizzato da privati con la formula del project financing. La "Aldini Guido & C. Sas" sosterr un investimento pari a 2,13 milioni di euro (pi Iva) e in cambio otterr dal Comune la concessione del manufatto per 45 anni."Non avremmo avuto le risorse per fare una riqualificazione del genere con soldi pubblici - ha spiegato il sindaco Lucchi - e la stessa formula, gi usata per i Giardini Savelli e il nuovo Foro Annonario, sar utilizzata in futuro anche per lo spazio tra il ponte Vecchio e il ponte del Risorgimento". Il cantiere dovrebbe cominciare i lavori nel settembre di questanno, per concluderli nel giro di 12 mesi. Progettista larchitetto Maurizio Belli

che per lopera ha scelto principalmente il vetro e lacciaio, con una grande vetrata affacciata a sud. Laccesso alla nuova struttura, di 600 metri quadrati, sar a raso terra e non rialzato come ora. Al piano sotterraneo sono previsti locali tecnici e di servizio. Sul tetto, una serie di pannelli fotovoltaici garantiranno la produzione di energia pulita. Liter dellopera era cominciato nel 2010 con la presentazione del progetto. A seguito di una gara dappalto andata deserta, lopera era stata concessa direttamente al proponente nel settembre 2011. Ora stato completato il progetto esecutivo ed entro tre mesi dovrebbe avviarsi il cantiere. MiB

La Fotonotizia | Irst e lotta ai tumori

La Fotonotizia | Premiazione a Milano

LIrst di Meldola si conferma capofila in Italia nello studio e sviluppo di terapie radiometaboliche contro tumori neuroendocrini.Tra gli ultimi progetti realizzati ha raggiunto risultati incoraggianti il primo protocollo di studio contro tumori neuroendocrini di origine pancreatica con terapia radiorecettoriale. Un progetto reso possibile anche grazie al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena e Lions Club di Cesena.

Nei giorni scorsi una delegazione di alunni delle classi 3a, 4a e 5a e di genitori della scuola primaria "G. Pascoli" di SanVittore, con le insegnanti Angela Riceputi, Cesarina Balduccci e Floriana Tappi si recata a Milano per partecipare alla premiazione del concorso nazionale "Pedalare si pu fare: come organizzare un Bici bus a scuola". I bambini sono stati premiati alla presenza di Pierfrancesco Maran, assessore alla Mobilit del Comune di Milano.

I NOSTRI TOUR E VIAGGI CON ACCOMPAGNATORE - ESTATE 2012


TOURS IN FRANCIA, BRETAGNA E NORMANDIA
volo da Bologna, bus da Cesena, dall8 al 15 luglio da 1.340 euro

VIAGGI-SOGGIORNI E PELLEGRINAGGI 2012


FATIMA: pellegrinaggio diocesano guidato dal vescovo Douglas Regattieri.
Dal 16 al 18 agosto 2012, in aereo (bus da Cesena). Restano gli ultimi 4 posti, affrettatevi per liscrizione! Informazioni e programmi: Viaggi Veneri, dal luned al sabato. 650 euro

REPUBBLICHE BALTICHE E HELSINKY, MAGIA DAMBRA...


volo da Bologna, bus dalla Romagna, 9 giorni dal 4 al 12 luglio

da 1.375 euro

I VIAGGI DI GRUPPO FIRMATI ROBINTUR Tours esclusivi con accompagnatore dallItalia


STATI UNITI, un viaggio nella leggenda: dal 6 luglio, 15 giorni, ultimi posti! SCOZIA, tour magiche atmosfere: dal 5 agosto, 8 giorni, volo da Bologna. INOLTRE: KENIA E TANZANIA, i parchi (14 settembre)
INDIA DEL NORD, magnifico tour (11 ottobre) TOUR DELLA THAILANDIA (15 novembre) da 3.735 euro

TERRA SANTA: pullman da Cesena, volo da Verona. Otto giorni dal 30 agosto

da 1.795 euro

al 6 settembre 2012 con il Monte Carmelo, Nazareth, il Monte Tabor, la traversata del Lago di Tiberiade, Cafarnao, la Valle del Giordano, Gerico, Qumran e il Mar Morto, Qumran, Ein Karem, Betlemme, Hebron e Gerusalemme. Accompagnatore e guida spirituale, alberghi a pochi passi dai santuari. RESTANO SOLO 3 POSTI DISPONIBILI. AFFRETTATEVI PER LE PRENOTAZIONI! da 1.090 euro NUOVA DATA PELLEGRINAGGIO IN TERRASANTA: programma come il precedente, dal 25 ottobre al 1 novembre 2012. Programma in preparazione... Compreso: viaggio bus, traghetti, pensione completa e bevande Totale per tutta la famiglia 4 persone 2 adulti + 2 bambini da 1.430 euro

SOGGIORNI ESTIVI, SPECIALE FAMIGLIE: Isola dIschia, giugno e luglio, 8 giorni.

- CESENA - via S. Quasimodo, 256 Tel. 0547 610990 - veneri@robintur.it - www.robintur.it/viaggi-veneri


VI INVITIAMO A VISITARE IL NOSTRO SITO INTERNET WWW.ROBINTUR.IT PER LE NOSTRE OFFERTE DI VIAGGI, SOGGIORNI E CROCIERE ESTATE-AUTUNNO 2012

VIAGGI VENERI

14

Gioved 14 giugno 2012

Cesena
Indagine Usl
"Chi consuma sostanze psicoattive dichiara di farlo perch ha amici che ne fanno uso". E questa una delle conclusioni derivate dalla vasta indagine nazionale per lo studio del rapporto tra divertimento giovanile e consumo di sostanze psicoattive promossa dal Ministero della Salute e realizzato dalla Regione Emilia Romagna, con il coinvolgimento di Campania, Lazio, Puglia, Umbria, Marche, Toscana e Veneto. Lo studio, che ha coinvolto 10mila i giovani, stato condotto per aumentare lefficacia degli interventi di prevenzione dei rischi e di tutela della salute tra i consumatori di sostanze legali e illegali attraverso la creazione di una rete di servizi regionali tra loro coordinati. Il lavoro, nanziato con 120mila euro, stato organizzato per aree di ricerca. Larea di ricerca di cui stata referente lAzienda Usl di Cesena era orientata alla costruzione di una mappa delle rotte giovanili del divertimento e del rapporto con le sostanze psicoattive. Tra i risultati della ricerca si evidenzia come il consumo gli studenti del quinto anno delle superiori sia maggiore rispetto agli studenti dei primi anni delluniversit; gli studenti del 3 anno di universit mostrano un incremento nellassunzione di sostanze, forse a causa dello stress da tesi di laurea triennale, gli studenti fuori sede/erasmus consumano in misura maggiore; il contesto della discoteca (luogo privilegiato per il consumo di alcol) sembra meno frequentato durante luniversit (meno dagli universitari, soprattutto fuori sede). Durante luniversit acquistano importanza nuovi luoghi, come per esempio wine-bar. Bb

Realizzer documentario sugli Inuit

Cesenate al lavoro in Groenlandia


ancora senza nome, ma gi a buon punto il progetto internazionale frutto della collaborazione di due giovani italiani che, spinti dalla comune passione per i viaggi, lo scorso marzo sono sbarcati a Tasiilaq (in danese Ammassalik), capitale della Groenlandia dellest, per documentare le location in cui inizieranno da febbraio 2013 le riprese. La produzione composta dal nostrano Moreno Bartoletti, appassionato fotografo originario di Cesena e residente per lavoro in Val di Fiemme, e Graziano Bosin, titolare di una societ di produzione video di Predazzo, insieme ad altri giovani professionisti che completeranno la troupe cinematografica. Le riprese coinvolgeranno un gran numero di abitanti e istituzioni della cittadina groenlandese: cacciatori, pescatori, artigiani studenti, societ sportive, imprenditori e istituzioni pubbliche. Scopo dellavventuroso progetto quello di promuovere la cultura e le tradizioni dellantico popolo Inuit, nonch di sensibilizzare lopinione pubblica

Moreno Bartoletti, originario di Cesena e residente da qualche tempo inTrentino, fa parte della spedizione
internazionale sulle problematiche che oggi affliggono una comunit che tenta faticosamente di ritagliarsi una collocazione degna tra le societ moderne. Un prezioso contributo al progetto sar dato da Robert Peroni, ex esploratore estremo altoatesino del "No Limits Team", che trentadue anni fa si trasferito a Tasiilaq dove ha fondato "The Red House": hotel, campo base per turisti ed avventurieri e casa daccoglienza per i pi bisognosi, nato dalla volont dellesploratore di aiutare quelle comunit alle quali si legato affettivamente durante i suoi innumerevoli viaggi in Groenlandia degli anni 70. E questo un tentativo anche di creare opportunit di lavoro attraverso un turismo ecosostenibile, tutelando al tempo stesso lidentit locale, per offrire una concreta prospettiva e un futuro ad un popolo in difficolt che lui ormai considera "la sua famiglia", ed alla quale ha deciso di dedicare il resto della sua vita. Al momento in programma la produzione del film documentario in tre lingue: italiana, inglese e tedesca. Lopera sar prima proposta ad alcuni film festival in ambito europeo e poi sar trasmesso da piattaforme televisive satellitari. Il progetto, che in parte sar realizzato con contributi pubblici, confida al momento in piccole collaborazioni che vorranno provenire da finanziatori privati e societ. Francesco Zamagni

Cesena 6compie 30 anni


Il gruppo scout Cesena 6 compie 30 anni. Nasce infatti nel 1982 presso la parrocchia di san Paolo Apostolo da una costola del Cesena 4 San Rocco. In quegli anni la prima sede del reparto era ospitata in un garage di unabitazione privata a San Mauro, sede anche della prima chiesa parrocchiale, poi trasferita nel circolino oggi conosciuto come "Vivere il Tempo" prima della costruzione dellattuale chiesa. Al momento il gruppo conta 99 scout suddivisi nelle unit lupetti, con bambini dagli 8 ai 10 anni, unit esploratori e guide, con ragazzi di et compresa fra 11 e 15 anni, il noviziato con ragazzi di 16 e il Clan, dai 17 ai 21 anni. Compiono il loro servizio di educatori 18 capi comunit con il supporto degli assistenti don Tarcisio Spinelli e Leonardo Scarpellini, diacono. Annualmente il Cesena 6 organizza, assieme a San Rocco e al gruppo scout Cesena 7 Santo Stefano, anche questultimo gruppo nato dal Cesena 4, la gara canora Aquila doro a dimostrazione dello stretto legame che unisce i tre gruppi. A gennaio di questanno presso la parrocchia nato il Masci (Movimento adulti scout) del Cesena 6 formato da 25 persone fra i quali ex capi e genitori dei giovani scout che desiderano continuare e approfondire tale esperienza. Per festeggiare il traguardo raggiunto, il 27 maggio scorso stata organizzata la festa di gruppo con la partecipazione di oltre 300 persone. A seguito di una ricerca storica sono stati contattati anche gli ex membri di clan e Comunit Capi e in parecchi hanno partecipato fra i quali una vecchia

componente capo, che tornata per loccasione dal Regno Unito. A completare i festeggiamenti vi sar la preparazione di un campo di gruppo che

si terr nellAppennino modenese dal 5 al 19 agosto con la presenza finale di tutte le unit. Giusy Riciputi

La Fotonotizia | Nonna di 106 anni

La Fotonotizia | A San Vittore si cammina

Con i suoi quasi 106 anni la "pi grande dei cesenati", anche se non ama sentirselo dire. E Renata Bianchi, nata a Cesena il 16 ottobre 1906, che la scorsa settimana ha ricevuto la visita di don Giordano Amati, parroco del Duomo, e del sindaco Paolo Lucchi. Lultracentenaria Renata si occupa ancora in autonomia della sua casa in centro, con il solo supporto - per qualche ora al giorno - di unassistente domiciliare e del discreto ma attento controllo dei vicini, oltre che di don Giordano, che la va a trovare periodicamente.

La scorsa settimana si avviata liniziativa "Camminando sotto le stelle" promossa dal quartiere Valle Savio. Ha collaborato allavvio del progetto Opel Magnani di Cesena, concedendo per la serata, come apri pista della camminata, unOpel Ampera, lauto ecologica. Alla prima serata ha partecipato unottantina di persone. Camminando sotto le stelle si svolger tutti i mercoled sera con partenza 20,30 in via Brodolini presso zona artigianale fra San Carlo e SanVittore.

Cesenatico
Sabato 16 giugno, presso la sede i viale Carducci 201, alle 17 buffet gratuito a base di prodotti "gluten free"

Gioved 14 giugno 2012

15

I titolari di Romagna senza Glutine: Raffaele Belli e Gilberto Bisacchi

Un negozio specializzato per i celiaci


Cristiano Riciputi
ompie un anno "Romagna senza glutine", il primo negozio, della provincia di Forl-Cesena con soli prodotti per celiaci. E per festeggiare levento i titolari offrono un aperitivo "senza glutine" che si terr sabato 16 giugno a partire dalle 17 presso la sede di viale Carducci 201, poco prima di Valverde. "Tutti sono invitati allappuntamento di sabato - spiegano Raffaele Belli e Gilberto Bisacchi - durante il quale uno chef preparer stuzzichini adatti anche ai celiaci. Ma di certo saranno graditi a tutti". Romagna senza glutine nato da unintuizione dei due titolari e non si tratta solo di un negozio che vende gli alimenti senza glutine. "Diamo un servizio anche a bar, ristoranti e

alberghi - dice Belli che non possono pi permettersi di rifiutare lospitalit a chi celiaco dirottandoli nelle poche strutture attrezzate, come facevano fino a qualche anno fa. Quando un albergatore ospita una famiglia in cui vi una persona intollerante al glutine, viene da noi e gli forniamo tutto quello di cui ha bisogno, oltre a una serie di informazioni e al confezionamento, ad esempio, di cestini per la merenda o qualsiasi altra necessit. Anche per i bar ci comportiamo in questo modo e riforniamo di snack, dolci o salati, tutti quegli esercenti che sono pi sensibili a questa intolleranza alimentare". Fino a qualche anno fa i prodotti per celiaci erano pochi e poco buoni. Oggi le referenze sono tante e il sapore pressoch identico agli omologhi fatti con farine con glutine. "Il nostro negozio - aggiunge Bisacchi - convenzionato e ogni celiaco pu utilizzare il proprio buono sconto che riceve dallUsl. Siamo convenzionati con le Usl di Cesena, Rimini, Forl e

Ravenna". Il negozio si rifornisce da una cinquantina di aziende e la gamma dei prodotti pressoch totale. Si va dai piatti pronti alla pizza surgelata, dalla pasta alle farine, dai biscotti alle merendine, dagli snack alla birra. E in tutto e per tutto un supermercato. "Anche le farmacia - precisa belli hanno il proprio angolo Glutine free, pur con una gamma pi ridotta. Ma quel che mi preme far capire che un conto andare a comprarsi da mangiare in un negozio, un altro andare in farmacia dove, di solito, ci si va se si malati e si deve guarire da una malattia. Psicologicamente c una bella differenza, soprattutto quando si tratta di bambini e adolescenti". Gli alimenti senza glutine sono costosi, molto di pi di quelli tradizionali. Per dare unidea: la pasta costa da 6 a 11 euro il chilogrammo, contro la media di 1-2 euro di quella tradizionale. Per questo esiste una legge che d un assegno mensile ai celiaci: si tratta di 140 euro per glui uomini adulti, 96 per le donne e 63 per i bambini. Il sito internet www.romagnasenzaglutine.com; il telefono 0547/80443.

Altri prodotti
Un intero stabilimento gluten free, dove vengono prodotti wrstel, arrosti, salsicce, rollate, hamburger, polpettine senza glutine: Amadori ha intrapreso, ormai da anni, un percorso insieme allAssociazione italiana celiachia per garantire lassenza di qualsiasi fonte di glutine nellintero stabilimento di produzione di San Vittore di Cesena e, di conseguenza, in tutte le referenze qui prodotte. il Gruppo Amadori offre la pi ampia gamma di prodotti elaborati freschi a base di carne, senza glutine e buoni per tutti. Attualmente, sono sei le tipologie di prodotti Amadori inclusi nel Prontuario degli Alimenti dellAssociazione Italiana Celiachia edizione 2012. Si va dalle rollate a base di carne di tacchino, ai wrstel a base di carne di pollo e tacchino, con le varianti ripiene di formaggio e ketchup, e di suino e tacchino, fino agli hamburger, le salsicce e le Polpettine. Si potrebbe obiettare che nei preparati a base di carne non previsto luso di farine e quindi questa sottolineatura inutile. In realt in ogni impianto industriale pu esserci contaminazione di farine, utilizzate per altri prodotti. Amadori con questa linea garantisce lassenza di "inquinamenti" da farine.

Al mare il pranzo diventa solidale

Un pranzo al mare per aiutare un bambino in ospedale. Questa la nuova iniziativa del Bagno Romeo di Cesenatico (spiaggia di Levante, numeri 64/65), che dal mese di maggio promuove il Men solidale per sostenere il progetto Pediatria a Misura di Bambino dellAzienda Usl di Cesena. Ogni bambino che durante lestate acquister un men baby (primo, secondo o pizza, bibita e regalo sorpresa al costo di 6 euro) presso lo stabilimento balneare doner automaticamente 1 euro al progetto dedicato ai coetanei ricoverati allospedale Bufalini di Cesena: un piccolo gesto di solidariet pensato sia per aiutare i bambini che non possono trascorrere una giornata di mare in allegria sia per stimolare nei pi giovani lattenzione a chi meno fortunato. Nei mesi di giugno, luglio e agosto, inoltre, saranno organizzate diverse iniziative per sostenere la campagna di raccolta fondi e sensibilizzare cittadini e turisti. Liniziativa stata presentata ufficialmente domenica 10 giugno, alle 12.30, al Bagno Romeo di Cesenatico, dove erano presenti

Elisabetta Montesi, responsabile del progetto Pediatria a Misura di Bambino, Mauro Pocecco, direttore della Pediatria dellospedale Bufalini, Giancarlo Petrini direttore della Banca di Credito Cooperativa di Cesena, partner del progetto e della specica iniziativa, e Roberto Flangini, coordinatore dei clown dottori dellAquilone di Iqbal, che insieme ad alcuni colleghi ha animato la mattinata. Dal 2005 il progetto Pediatria a misura di bambino lavora per aiutare i piccoli pazienti ricoverati nelle aree pediatriche dellOspedale Bufalini di Cesena a superare con minor angoscia la malattia e il percorso di cura. Tanti e sempre pi numerosi sono i gesti di generosit degli amici di pediatria, che con grande sensibilit e attenzione contribuiscono a sostenere e rendono possibile la crescita del progetto. Sul sito internet www.pediatriacesena.org possibile conoscere tutte le attivit portate avanti, i piccoli e i grandi risultati raggiunti o scoprire i diversi modi possibili poter sostenere il progetto.

ALLIANZ RAS - AGENZIA CESENA MALATESTA di LUNGARINI


Via Piave, 135 - Cesena (Fc) - tel. 0547 27059 - fax 0547 25784 www.allianzcesena.com - info@allianzcesena.com

16

Gioved 14 giugno 2012

Valle del Rubicone


Gambettola
Sar la consueta rassegna di tradizioni culturali e folcloristiche romagnole "Romagna in piazza sotto le stelle ", in programma nelle serate dal 14 al 17 giugno in piazza Moro, a dare il via alla grande kermesse di spettacoli estivi di "Estate a Gambettola 2012", iniziati domenica 10 giugno, con la visione sullo schermo gigante di piazza Foro Boario, della partita della nazionale di calcio. Anche questanno il procuo rapporto di collaborazione tra lAmministrazione e lassociazionismo locale ha permesso di dar vita ad un intenso programma che accompagner i gambettolesi e non, lungo tutto larco dellestate, dal 10 giugno al 23 settembre. Sono 10 le associazioni che parteciperanno alledizione 2012 della rassegna: "Nonsoloruggine-I negozi del centro", il gruppo Esercenti e commercianti di piazza Moro, "Amici della scuola", "Treesessanta", il Gruppo Culturale Prospettive, il Miles Davis Jazz Club, la Cooperativa Idea, lHobby Bike Club Mtb, il Corpo Bandistico e il Moto Club "Citt di Gambettola". Queste associazioni, pi altre del territorio, colpite dai disagi creati dal recente terremoto in parte dellEmilia, hanno deciso di devolvere parte degli incassi raccolti in occasione delle serate, in favore delle popolazioni colpite, nalizzando il ricavato in un unico progetto, a favore del recupero di unopera pubblica in uno dei Comuni colpito dal sisma. Il programma della kermesse estiva spazia dai concerti di musica rock, jazz e musica bandistica, alla danza classica e moderna, alla poesia, al teatro comico ed ad ogni genere di intrattenimento per bambini, adulti e famiglie. Ps

Gambettola: in programma sabato 16 e domenica 17


smettere di affidarci alla nostra Madre". Parte del ricavato della Festa sar devoluto alla missione dei bambini portatori di handicap, fondata da padre Antonio Giannelli, a Wamagana in Kenia e, una parte, ad una diocesi dellEmilia particolarmente colpita dal recente terremoto. Il programma religioso della festa prevede, durante la settimana di preparazione, fino a venerd 15 giugno, alle 20,30 recita del Rosario, seguita dalla messa presieduta da padre Benedetti. Sabato 16 giugno alle 18,30 recita del Rosario, alle 19 messa prefestiva e alle 21 solenne processione, presieduta dal vescovo Douglas Regattieri, con la statua della Madonna Consolata, con partenza dalla chiesa parrocchiale. Domenica 17 giugno gli orari delle messe saranno: 7,30 padre Antonio Rossi; 9,30 padre Daniele Armanni accompagnata dai canti della corale Missioni Consolata di Gambettola; 11 don Claudio Turci; 17,30 recita del Rosario, alle 18 padre Benedetti Jean. Il programma ricreativo prevede, sabato 16 giungo, dopo la processione, il gruppo alpini di Cesena offrir polenta a tutti gli intervenuti; aprir la grande pesca di beneficenza e per i ragazzi giochi a premi; la serata sar allietata dalla musica del corpo bandistico "Citt di Gambettola". Domenica 17 giugno in serata saranno attivi la grande pesca di beneficenza e i giochi per i ragazzi, accompagnati dalla musica de "Gli Amici del Sole". Piero Spinosi

Consolata: i missionari invitano alla festa


resso il Santuario della Madonna Consolata di via Roma a Gambettola, i missionari dellistituto unitamente alla comunit, festeggiano sabato 16 e domenica 17 giugno la loro patrona e madre, la Madonna Consolata. La Festa della Consolata un momento speciale per rendere grazie di un grande dono, quello della missione e dei missionari. Grazie alla presenza della Consolata qui in Romagna maturata la vocazione a

circa una sessantina fra missionari e missionarie, anche se di fatto con la crisi delle vocazioni, il seminario chiuso dal 1980. "Il periodo attuale che stiamo attraversando un momento difficile, di estrema difficolt della vita per molte famiglie, anche locali - afferma padre Daniele Armanni superiore della piccola comunit di missionari del Santuario gambettolese -. La crisi per non deve scoraggiare e non dobbiamo mai

Savignano Il bilancio ok, ma che fatica


A Longiano dai frati francescani

Un bilancio di previsione che si attesta sui numeri del 2011 per Savignano sul Rubicone. Con ununica differenza: i trasferimenti statali alle casse comunale passano da due milioni 610.000 dello scorso anno a 753.000 per il 2012 con un diminuzione, di circa un milione e 800.000 euro. "Questo bilancio viene discusso solo ora per le incertezze legate alle norme uscite negli ultimi mesi e per i trasferimenti ministeriali - ha detto il sindaco Elena Battistini (nella foto) Volevamo avere un quadro generale della

situazione ma soprattutto capire le percentuali da applicare per lImu. Abbiamo rispettato il patto di stabilit che ad oggi dovrebbe chiudere con un attivo di circa 980.000. Manteniamo invariata laddizionale Irpef dal 2007 che la pi bassa dei comuni del circondario e cio dello 0.4%". Tornando al discorso Imu, i savignanesi pagheranno per la prima casa lo 0.45 per cento (la previsione dentrata nelle casse comunali di 800.000 euro), per i beni strumentali agricoli lo 0.1 per cento (entrata di 12.500

euro), fabbricati produttivi lo 0.96 per cento (per 1.811.000 euro), seconde case e terreni agricoli l1.06 per cento ( per 1.953.000 euro). "E chiaro che si tratta di un bilancio in divenire - ha continuato il sindaco Battistini - perch solo con il pagamento della prima rata Imu si potr avere una visione pi reale di quello che potr essere il gettito e non detto che a seguito dei dati raccolti si possano operare modiche in aumento o diminuzione daliquota". Cristina Fiuzzi

Montiano | Torna il Medioevo

E iniziato il centro estivo attivo no a met luglio


Sono pi di 30 i bambini di Longiano che frequentano il centro estivo che si svolge nei locali del convento francescano. Patrocinato del Comune, il centro ha aperto i battenti luned 11 giugno e sar attivo no a venerd 6 luglio, per un totale di 2 turni di 2 settimane luno. E attivo dal luned al venerd, dalle 8 alle 18, ma lorario essibile per andare in contro ai turni di lavoro dei genitori. Sono previste anche 2 uscite settimanali (il marted e il gioved) al mare, in montagna o ai parchi di divertimento. Responsabile del centro estivo Damiano Garattoni. Con lui 2 ragazze del servizio civile (Elisa Farina e Francesca Batani) e Rossella Fabbri, animatrice del Centro giovani. A essi si aggiungono i 6 volontari del centro giovanile "Forza venite gente". "La giornata strutturata a partire da un progetto, che include attivit di laboratorio, giochi e momenti di studio", spiega frate Valerio Folli, coordinatore del centro estivo per conto della comunit dei frati francescani e dellassociazione "Homo viator". "Vogliamo aiutare i bambini a stare insieme e crescere nel rispetto reciproco - sottolinea frate Valerio -. Il nostro principio guida quello dellaccoglienza. Abbiamo bambini di culture e religioni diverse". Matteo Venturi

Savignano E morto Rino Togni Il cordoglio della Bcc di Gatteo


Rino Togni, componente effettivo (ed ex presidente) del Collegio sindacale della Bcc di Gatteo e presidente del Collegio sindacale della Fait Adriatica, morto la scorsa settimana allet di 73 anni. "Per diversi mesi, nonostante la lotta contro la malattia - si legge in una nota della Bcc di Gatteo - ha mantenuto costante il suo appoggio e la sua collaborazione; il suo impegno per la Banca continuato no a che le forze lo hanno assistito e anche oltre. Per tutti coloro che hanno avuto, nel corso degli anni, il privilegio di conoscerlo, stato esempio di correttezza, onesta, dedizione ed umilt. Il ricordo della sua integrit rimarr indelebile in tutti i dipendenti della Bcc di Gatteo".

"Sogni malatestiani" a Montiano. Una due giorni con larte della spada, mostre darmi, tiro con larco, fuoco e acciaio, accampamenti medievali. La manifestazione denominata "Sogni malatestiani" si svolger il 16 e 17 giugno a cura del gruppo "Ars Duellatorum" di Cesena, in collaborazione con il Comune di Montiano e la Bcc di Sala. Lassociazione sportiva dilettantistica "Ars Duellatorum" nata nel 1997 e dal 2006 ha anche un gruppo collegato che organizza rappresentazioni storiche medievali.

WWW.CORRIERECESENATE.IT
Ogni giorno dal territorio Vai sul sito internet e informati con le ultime notizie nella sezione BREVI QUOTIDIANE

Valle del Savio

Gioved 14 giugno 2012

17

Lappassionato Mario Riceputi di Sarsina

Una grande collezione di cimeli ciclistici


assione ciclismo. Da Bartali a Pantani, da Gimondi Chiedetelo a Mario a Cipollini: i cimeli sono maglie, Riceputi di Sarsina. Che da giovane, per la verit, cappellini, foto autografate aveva solo il calcio in testa. Buon e 200 libri su questo sport piede e spiccate doti atletiche gli avevano spalancato le porte del pallone portandolo a calcare i campi nelle serie minori di Umbria e Toscana. "Ma destate i campionati si fermavano e io seguivo subite, i ciclisti, con le loro gesta cariche di fatica, visti come degli eroi. il ciclismo", racconta Mario, sarsinate doc ma dallo Nellarco di 60 anni, seguendo principalmente giri spiccato accento toscano per la sua lunga dItalia, della Toscana e dellEmilia-Romagna, permanenza (30 anni circa) a San Marcello Pistoiese. In realt la sua casa, a Sarsina, sembra un Mario ha raccolto circa settemila tra foto e cartoline che riguardano il ciclismo e i suoi museo, un inno al ciclismo, un santuario di campioni, quasi tutte autografate o che riportano pedalatori, scalatori e gregari, italiani e non: dediche personali. La collezione di Riceputi cartoline, foto, dediche degli amici Giuseppe arricchita anche dai circa 200 libri sulla storia del Minardi, Vito Ortelli, Renzo Soldani, Silvano ciclismo, almanacchi, e da alcuni importanti Ciampi, e Gino Bartali, s proprio lui. E poi ancora cimeli. Appesi alla parete di casa fanno bella il faentino Aldo Ronconi dal quale, nel 1948, mostra di s la maglia rosa di Fabiana Luperini, ottenne la prima foto con dedica, Felice Gimondi, quella azzurra del 1953 di Emilio Ciolli, poi quelle Costante Girardengo fino ai pi moderni di Marco Villa, Danilo Di Luca, Paolo Bettini, i Cipollini, Pantani e pure la Luperini. Tutti avuti berretti autografati di Ivan Basso, Riccardo Ricc, assistendo a gare, raduni, volate, o attraverso i Mario Cipollini, Giordano Cottur, e Silvano Ciampi. molti ciclisti diventati nel tempo suoi amici. Erano Dallarchivio del sarsinate hanno attinto anche gli anni del secondo dopoguerra, il ciclismo, lo diverse riviste di ciclismo e giornalisti di settore sport pi popolare, era riscatto dalle sofferenze

data la variet di foto presenti. Riceputi abbonato a diverse riviste di ciclismo come Bici Sport e collabora con alcune di queste a cui manda foto e notizie. La passione per la bici, linteresse per questo sport lo hanno portato a conoscere, negli anni, diverse figure di quel mondo. Di vecchia data lamicizia con lo storico di ciclismo Giampiero Petrucci, mentre parla con un filo di commozione di quella col campione di sempre Gino Bartali. "La prima volta che lo conobbi fu ad una cena di tanti anni fa. Conoscevo molti corridori toscani allora e loccasione fu una cena di auguri natalizi a cui fui invitato - conclude Riceputi -. Vengo, dissi, ma solo se mi mettete al tavolo con Bartali". "Era un campione, ma anche un gran parlatore. Era uomo di grande compagnia". Michela Mosconi

Rontagnano Festa per i 400 anni delloratorio di Meleto


Domenica 17 giugno
Cvs, una giornata a Quarto

Grande festa per la parrocchia di Rontagnano, che intende ricordare il quarto centenario della costruzione dellOratorio della Madonna del Paradiso in Meleto. Per loccasione stato edito un volume sullOratorio che sar presentato sabato alle 21 presso loratorio stesso. Il momento culminante sar domenica 17 giugno, quando alle 15 si partir dalla chiesa parrocchiale per recarsi, in processione accompagnati dalla banda, alloratorio di Meleto che dista 3 km. Alle 16 circa, giunta la processione, il vescovo Douglas celebrer la

messa allaperto. Seguir grande rinfresco. Sar un momento molto importante per la comunit, che vedr ritornare i paesani che, nel tempo, si sono trasferiti per i pi svariati motivi. Rontagnano era una delle parrocchie pi popolose della vecchia diocesi Sarsinate, con oltre mille abitanti, e ora non arrivano a trecento. La chiesetta stata consacrata il 3 maggio 1612 dal vescovo di Sarsina monsignor Nicola Bravieri, costruita sulla cima del monte di Meleto per volont della famiglia Guidi, proprietaria del terreno e del

palazzo circostante. Nel 1830 la chiesa croll e fu ricostruita per volere di don Francesco Tontini, canonico della Cattedrale di Sarsina originario di Rontagnano. Negli anni 60 la copertura originale stata sostituita da una nuova, in travi di cemento "Varese". Da ricordare le grandi festivit del maggio 1912 quando, in occasione del terzo centenario, il parroco don Domenico Fabiani pubblic un libretto con la storia delloratorio. Db

Ranchio, lavori ultimati


Nuovo look per il centro abitato di Ranchio. Si sono conlcusi da qualche settimana i lavori di riqualicazione di via Papa Giovanni XXIII. Sono stati eseguiti, nel complesso, lavori per il rifacimento dei sottoservizi , dellacquedotto, delle fognature bianche e nere, la realizzazione della pubblica illuminazione. Si realizzato, inoltre, un percorso pedonale protetto tra il centro storico, larea del cimitero e laccesso con via Kennedy. Il costo complessivo dellintervento stato di 445.643 euro di cui 80.000 nanziati dallamministrazione comunale di Sarsina, e 165.643 nanziati da Romagna Acque Societ delle Fonti per la realizzazione della nuova fognatura nera. A completamento dellintervento stato nanziato un ulteriore stralcio per linstallazione di 2 rilevatori di velocit. Mm

Domenica 17 giugno la comunit parrocchiale di Quarto accoglie i fratelli e le sorelle del Centro Volontari della Sofferenza di Cesena e trascorre con loro la giornata. I parrocchiani, guidati da don Fiorenzo Castorri prepareranno il pranzo condiviso poi negli ambienti parrocchiali. Insieme si celebrer la messa alle 10,30. Il pomeriggio riservato a momenti di fraternit, visita al lago e al parco dello Spuntone.

Il ministero sar conferito, dal vescovo Douglas, a cinque parrocchiani

Nuovi accoliti per la parrocchia di Sarsina


La parrocchia di Sarsina si prepara a vivere, domenica 17 giugno, la festa del Corpus Domini, posticipata di una settimana in quanto domenica scorsa si dato rilievo e si sono invitati i fedeli a Bagno di Romagna. Al mattino le messe allorario solito 7, 9, 11, al pomeriggio la messa delle 18 sar celebrata dal vescovo Douglas, il quale ha voluto essere presente alla celebrazione, alla quale non era mai stato presente il vescovo. Durante la celebrazione il vescovo Douglas conferir il ministero dellaccolitato ai parrocchiani Giampaolo Bernabini, Rolando Bosi, Michele Buldrini, Giovanni Faggi e Alessandro Venturi. Dopo la messa si svolger la solenne processione con litinerario consueto: Piazza Plauto, via Roma, via Luca Silvani, via Linea Gotica, Via XXVIII Settembre, largo De Gaspari, via Martiri dUngheria, via Barocci, Via Guerrin Cappello, Piazza Plauto dove il vescovo impartir la benedizione col Santissimo Sacramento. Per loccasione sono stati restaurati due lampioni processionali del 700 e una croce astile lignea sempre del 700, di buona fattura. Da sottolineare limpegno degli abitanti delle vie, specialmente quelli di via Barocci, per preparare sulla strada i disegni e le iscrizioni coi petali dei fiori, i festoni e le bandierine, per rendere omaggio a Ges Eucarestia che passa tra le loro case. I candidati al ministero dellaccolitato avranno principalmente tre compiti da svolgere: aiutare il celebrante nelle messe della Cattedrale, accogliere i pellegrini alla tomba di San Vicinio, svolgere la liturgia della parola e la Comunione nelle tante, piccole, parrocchie della zona quando il sacerdote non pu essere presente. Tale esperienza, con risultati molto positivi, iniziata ad ottobre nella chiesa di San Martino in Appozzo dove il sacerdote non riesce a recarsi pi di una volta o due al mese, e per non abbandonare queste numericamente piccole ma ancora vivaci comunit sparse su questi monti si tentata una nuova forma di servizio. Daniele Bosi

18

Gioved 14 giugno 2012

Solidariet

Pensieri ed emozioni.Lacronaca del cuore e degli occhidi una giornata nella citt lagunare

I bei colori deIl Disegno di ritorno daVenezia


FOTO ARCHIVIO A. CAND.

Ogni volta che vado via col Disegno imparo qualcosa che poi incide nella mia vita e questa volta ho riscoperto che neppure il potersi stancare scontato, c chi non pu! Nasceva cos una profonda gratitudine per quella mia stanchezza
ove? Venezia? Ma non adatta alle carrozzine, meglio pensare a unaltra meta, date retta a me, accontentatevi! E poi questanno a maggio rischiate di prendere lacqua". E invece siamo andati proprio a Venezia, una citt non adatta alle carrozzine, ma adattissima alluomo che desidera vedere ci che di bello i suoi simili sono riusciti a costruire nel

"D

mondo. Cinquanta persone, ognuna con la sua disabilit pi o meno evidente o certificata, carrozzine carrozzine di peso e modello differente, un pullman di amici partiti per approfondire sempre pi il motivo del proprio stare insieme. Era prevista pioggia a catinelle per tutto il week end, ma sono bastate tre Avemaria dette alle sette di mattina per garantirci un cielo sereno e un caldo estivo, mitigato da un quanto mai opportuno venticello lagunare. Pullman, battelli, vaporetti, tante scale e passerelle strette, migliaia di persone a spasso e bagni a pagamento: certamente siamo arrivati stanchi in hotel, ma nel cuore di ognuno era impressa la bellezza di una citt incredibile, sorta dove mai sarebbe dovuta sorgere e per questo ancora pi affascinante. La sera gli occhi erano pieni dello stupore di quella giornata e le gambe indolenzite dalla tanta strada percorsa, ma in quellistante, guardando i miei amici del Disegno, stato immediato ringraziare per tutto, anche per quella

stanchezza e riconoscere che avere le gambe indolenzite vuol dire averle usate e che avere gli occhi rossi significa aver visto. Non tutti eravamo stanchi allo stesso modo, ma ognuno nel proprio cuore ringraziava per quel poco di stanchezza che la sua condizione gli permetteva. Ogni volta che vado via col Disegno imparo qualcosa che poi incide nella mia vita di tutti i giorni. Questa volta ho riscoperto che neppure il potersi stancare scontato, c chi non pu! Nasceva cos una profonda gratitudine per quella mia stanchezza, per essermi potuto veramente stancare, per poter stancare le mie gambe, le mie braccia, la voce e anche lintelletto. Posso stancarmi, che privilegio troppe volte dimenticato! Ma capivo che la gratitudine per la mia "normalit" non bastava al cuore e il contrasto tra la bellezza di ci che luomo riuscito a costruire e la presenza di amici cos fragili da non poter mai costruire nulla, mi inquietava profondamente. Infatti, quando la sera fiacca le personali resistenze e leuforia di una

giornata cos bella si dissolve come la marea che si ritira, lascia sulle rive della coscienza tante domande irrisolte che lentamente confondono anche i cuori pi certi: "Perch Morris ha avuto quellincidente, perch proprio a Giovanni stata portata via la mamma tanto presto, perch Tony non ha mai potuto avere una ragazza o guidare la moto, perch Federica rinchiusa dentro una cos bella e inaccessibile fortezza, perch Bartolo condannato a ripetere da sempre le stesse domande, perch io posso stancarmi braccia, gambe, testa e alcuni miei amici no?". La sera del 26 maggio, cinquanta persone in gita a Venezia, tutte a loro modo stanche, hanno risposto contemporaneamente alle mille domande che si affollavano nella mia mente con un solo e semplicissimo gesto: la recita del Rosario. Ed stato subito chiaro che quella era lunica risposta possibile. Non unindagine intellettuale o teologica sulla libert di Dio, ma il riconoscimento che lamore della madre a dare ogni risposta al figlio piccolo, prima della comprensione, oltre la ragione, dentro il mistero. La sensazione dominante era quella di stare facendo ci per cui ero stato fatto, anzi per cui sono fatto in ogni istante, e tutti quei "perch" diventavano le pietre miliari di una cammino verso la meta e non ostacoli ad essa. Cos, solamente recitando il Rosario, la nostra gita stata salvata dal cinismo o dal pietismo in cui naturalmente sarebbe scivolata, spalancando gli occhi a un mistero impossibile da capire, ma facile da amare, un mistero che ha gli occhi e le gambe di Gianni, Nicola, della Cesarina e di Simone, ma anche quelli dei miei figli e di mia moglie. per questo che scegliamo sempre il mese di maggio per la nostra gita, ci servono i miracoli di Maria! Ea

Mercoled 20 giugno mobilitazione nazionale pensionati


Le organizzazioni sindacali dei pensionati Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil hanno indetto una giornata di mobilitazione nazionale per mercoled 20 giugno con tre manifestazioni che si terranno a Milano, Roma e Bari e che si concluderanno con gli interventi di Gigi Bonfanti (Milano), Carla Cantone (Roma) e Romano bellissima (Bari). "Lobiettivo della mobilitazione - spiega Luigi Brancato, segretario generale della Fnp Cisl della provincia di Forl-Cesena quello di sollecitare il Governo, il Parlamento, tutte le forze politiche, le istituzioni, le Regioni e i Comuni a intervenire con urgenza a sostegno dei redditi da pensione, per migliorare le condizioni degli anziani. Utilizzando a questo ne anche la negoziazione sociale e territoriale". In particolare, Spi-Fnp-Uilp chiedono una nuova politica scale che faccia nalmente pagare le tasse a chi non le ha mai pagate e ridistribuisca risorse a favore dei pensionati e dei lavoratori. Chiedono una riduzione dei prezzi dei beni e dei servizi, delle tariffe e delle troppe tasse che pesano sulle pensioni, Imu compresa. Chiedono la denizione di un Piano nazionale sulla non

NOTIZIARIO PENSIONATI
autosufficienza che sia in grado di garantire i servizi socio-assistenziali per gli anziani pi fragili ed esposti e tutte le misure necessarie a garantire quellequit nella distribuzione dei sacrici che stata nora soltanto annunciata e non ancora messa in atto.

a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL (tel. 0547 644611 - 0547 22803) e per il Patronato INAS CISL (tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena

Open Day allambulatorio Anteas di San Carlo di Cesena


In occasione del terzo anniversario dalla realizzazione dell'ambulatorio sociale infermieristico Anteas lo scorso 8 giugno si tenuta eccezionalmente unapertura straordinaria. Durante la mattinata a tutti coloro che lo desideravano stato offerto un controllo gratuito della pressione sanguigna. Lambulatorio Anteas di San Carlo in soli tre anni ha raggiunto quasi i 1000 accessi del 2011, per un totale di 1803 prestazioni, triplicando gli accessi del 2009 che si attestavano a 387 (per 615 prestazioni). Il servizio, attivo il marted e il venerd dalle 9 alle 10, viene gestito da infermieri professionali. Per info, tel. 0547 660633. Al centro della foto, il presidente Anteas Roberto Ambroni e, alla sua sinistra, il sindaco di Cesena Paolo Lucchi, intervenuti allopen day dellambulatorio Anteas di San Carlo.

I risparmi per ridurre le tasse


"Se ci sono risparmi dalla manovra del governo Monti, il primo investimento deve essere la riduzione delle tasse per pensionati e lavoratori dipendenti". Cos ha esordito Loreno Coli, segretario generale vicario Pensionati Cisl nazionale (Fnp), intervenendo a Bologna al direttivo regionale della categoria. "Ridare in tasca ai cittadini, pensionati e lavoratori con redditi pi bassi, dei soldi da potere spendere - osserva Coli signica dare ato a queste categorie ed alimentare leconomia che diventa sttica". Se il 51 per cento per cento del Pil serve al funzionamento dello Stato, il segretario generale vicario Fnp non ha dubbi: " l che bisogna incidere: rivedendo i livelli istituzionali, che sono troppi e dare immediatamente questi soldi alla gente, abbassando le tasse". Dunque, "riorganizzare lo Stato - insiste lesponente Fnp, perch i tentativi di recuperare risorse tagliando (nonostante le forti cifre) solo sulla pelle dei soliti noti non risolvono il problema". Inne, il problema della non autosufficienza. "Il governo - osserva

Coli - ne sta discutendo al suo interno, e non in sede di contrattazione come vorrebbe il sindacato, nellambito di unintegrazione del socio-sanitario".

Non autosufficienza, continua limpegno


La denizione dei livelli essenziali deve essere considerato un obiettivo indispensabile al ne di uniformare i livelli di prestazione su tutto il territorio nazionale: ecco uno degli obiettivi che le

organizzazioni sindacali Fnp, Spi e Uilp hanno evidenziato presso il ministero del Welfare con il sottosegretario Maria Cecilia Guerra. Fnp, Spi e Uilp hanno sottolineato come la condizione di non autosufficienza debba essere articolata su differenti gradi di autonomia/dipendenza della persona. Indispensabile anche la revisione dellIsee allo scopo di realizzare una maggiore equit nella compartecipazione attraverso un metodo di confronto che non prevede la

mera esplicitazione di provvedimenti gi deliberati. Richieste che sono state accolte favorevolmente dal sottosegretario Guerra che ha dato la propria disponibilit a proseguire nel dialogo per discutere della revisione dellIsee, delle modalit per la classicazione della disabilit e della non autosufficienza, sottolineando il fatto che il ministero del Welfare si stia adoperando, dintesa con quello della Salute e della Coesione Sociale, per individuare risposte a tale problema.

Cultura&Spettacoli
a inizio pittore DSilvano giugno lo studio dellaaperto Barducci, a Cesena, a coloro che desiderano vedere sua produzione e anche lui mentre opera. I lavori, accatastati uno sullaltro come usuale nello studio di un artista dove la preoccupazione principalmente creare, sono stati per loccasione ordinati per renderli fruibili al visitatore. Grandi fogli di carta, grandi tele, pi che dipinte, disegnate minuziosamente a grate con piccoli segni che in modo efficace fanno emergere semplici oggetti: ori o poetici e ordinati paesaggi collinari. Sembra lontano il periodo in cui Silvano si faceva presente con un realismo che raccontava di disagi sociali e problematiche delluomo, anche se alcune opere fondamentali di quella stagione sono esposte. Certo che questo artista non cessa mai di stupire, portando ora nella sua pittura, dalla minuziosa graa, lesultanza gioiosa del temperamento e tutta la versatilit dello spirito indagatore: si determina nelle sue opere una vibrazione continua, una vitalit ininterrotta e il ttissimo intrigo di segni ha un effetto estremamente raffinato. Silvano si pone di fronte alla natura con profondo amore, sensibile a quella luce portatrice di colori delicati. Nelle tele poi dove prevalgono gli incroci di linee verticali e orizzontali si crea il clima fastoso dovuto allestrosit ornamentale della composizione. La straordinaria libert di forme caratterizza le moderne produzioni pittoriche di Silvano, dove si avverte spesso il gusto delloriginalit sempre affiancato dalla padronanza dei mezzi tecnici e artistici. Se le opere di questo pittore appaiono

Gioved 14 giugno 2012

19

Il pittore Silvano apre al pubblico


Nove gli spettacoli della 52esima stagione di teatro classico allarena di Calbano di Sarsina, in scena dal 15 luglio al 13 agosto

apparentemente semplici nella loro progettazione, in realt tutto minutamente studiato, equilibrato secondo una trama ben precisa di rapporti di spazio e di luce. La mostra nello studio di Silvano a Cesena, in via Mura Federico Comandini 93, unoccasione unica per poter scoprire le potenzialit dellartista e il fascino della sua produzione. Lo studio aperto no al 24 giugno tutti i giorni, dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19. Enrico Guidi

Cinema
Uci Savignano di Joe Cornish

di Filippo Cappelli

ATTACK THE BLOCK


Il titolo un omaggio a un film sud coreano poco conosciuto (Attack The Gas Station) ed stato ispirato al regista Joe Cornish da un evento reale. Nel 2001 racconta una gang di ragazzini mi derub approfittando solo della propria superiorit numerica. Poco tempo dopo, vide il film Signs, lhorror fantascientifico di Shyamalan. Lidea della Terra messa sotto assedio da un attacco alieno mi ha sempre affascinato, spiega Cornish cos cominciai a pensare: cosa succederebbe se tutto questo accadesse nel quartiere dove sono cresciuto, South London? E se si fosse verificato mentre mi stavano rapinando?. La trama: Londra. Sam (Jodie Whittaker), uninfermiera tirocinante, sta tornando a casa dal lavoro quando viene aggredita e derubata da una banda composta da cinque giovanissimi teppisti: Moses (John Boyega), Pest (Alex Esmail), Denis (Franz Drameh), Jerome (Leeon Jones) e Biggz (Simon Howard). Quando un meteorite precipita su una macchina parcheggiata l vicino, la ragazza riesce a fuggire, approfittando della curiosit dei cinque che si trovano faccia a faccia con un alieno. Inseguono la creatura e la uccidono, nascondendola poi nellappartamento di uno spacciatore (Nick Frost), aspettando di decidere come utilizzare quellalieno. Ma una seconda ondata di meteoriti si abbatte sul quartiere, e quello che sembrava un caso fortuito diventa uninvasione vera e propria. Il quartiere si trasforma in un campo di battaglia e il gruppo di teppisti diventa lunica speranza di salvezza per chi vi abita Ci che diverte fin dalle prime scene, oltre alla miscela di suspense, commedia, divagazioni nello splatter e nel grottesco, la scelta coraggiosa di non utilizzare la CGI. Gli alieni, mezzi gorilla e mezzi lupo con dentatura da squali, sono realizzati secondo la tecnica della vecchia scuola, con degli uomini in costume. Omaggio allhorror dantan o penuria di fondi? Semplice intrattenimento o denuncia sociale? Forse Attack the block tutto questo insieme. E anche di pi: fa piacere notare che gli alieni decidano, invece di invadere gli Usa come fanno di solito, di puntare sulla vecchia Londra (da notare il vittorioso Union Jack). Niente fratellanza universale (lalieno diventa subito carne da macello), niente biciclette volanti alla E.T. (queste sono evoluzioni da Bmx, veloci come un Eurostar), niente case accoglienti con pupazzi (il blocco un agglomerato di appartamenti prigione in cui domina lo spacciatore di turno): si ride a bella posta degli americani. E del loro modo di fare cinema sullinvasione degli alieni. I protagonisti sono una specie di Goonies in delirio chimico, tenuti in ebollizione nel minestrone suburbano, figli della rabbia proletaria, veri alieni rispetto ai borghesi riconciliati con le case pulite e i giardinetti profumati dallerba tagliata di fresco dei film di Spielberg. Extraterrestri a stelle e strisce? Non fateci ridere. Siamo inglesi, please.

Pseudolo alla prima del Plautus Festival


l teatro antico quello pi seguito a Sarsina, quindi nella programmazione abbiamo seguito i gusti del pubblico del Plautus: cos Cristiano Roccamo, direttore artistico del Plautus Festival ha motivato le sue scelte per il cartellone della cinquantaduesima edizione del Plautus. Dal 15 luglio al 13 agosto il Comune di Sarsina rilancia la propria sfida e con il Plautus non solo si propone di ricordare con orgoglio lillustre sarsinate Tito Maccio Plauto, ma vuole promuovere con altrettanta forza il Teatro quale antica e nobile arte. Non a caso Sarsina - spiega il sindaco di Sarsina Malio Bartolini negli ultimi anni si segnalata come importante centro del Nord Italia per il teatro classico e a dimostrarlo ci sono gli oltre 7mila spettatori in 8 spettacoli dello scorso anno che hanno fatto registrare un incremento del 25 per cento di presenze e

UNA FOTO DI SCENA DA ANTIGONE, ANDATO IN SCENA AL PLAUTUS FESTIVAL LO SCORSO ANNO (FOTO TULLIO ZOFFOLI)

un aumento dellincasso del 35 per cento. Alla luce degli importanti risultati di pubblico registrati lo scorso anno - continua Roccamo con il Miles Gloriosus e con lAntigone, seguiti da oltre mille spettatori, anche per la prossima stagione il Plautus aprir con uno spettacolo classico. Domenica 15 luglio, affidata a Plauto con una delle commedie pi note e rappresentative della sua arte: Pseudolo, in scena in prima nazionale, per la regia del direttore artistico, Cristiano Roccamo. Nei panni del protagonista, Enrico Montesano, al suo debutto assoluto al Plautus Festival. Domenica 22 luglio sar la volta di Capitan Fracassa, tratto dal romanzo di Thophile Gautier, dove la maschera del soldato fanfarone e millantatore sar un istrionico Lello Arena, per la regia di Claudio Di Palma. Ispirata alla Csina di Plauto la commedia Clizia, di Niccol Machiavelli, andr in scena sabato 28 luglio. Protagonisti gli attori Giuseppe Pambieri e Lia Tanzi il cui sodalizio artistico continua a segnare la storia del teatro italiano. Domenica 29 luglio sar il turno, in piazza Plauto, dello spettacolo di Teatro Circo, comico e poetico al contempo, dal titolo Klinke, per la regia di Philip Radice con Milo Scotton e Olivia Ferraris, artisti

di una non comune poliedricit, che creano drammaturgie sempre nuove, originali, mai ispirate a testi pre-esistenti. La tragedia greca, da sempre grande protagonista al Plautus Festival, esordir gioved 2 agosto, con unopera di danza, teatro e musica: Cassandra o del tempo divorato, per una drammaturgia curata da Aurelio Gatti e Elisabetta Pozzi, questultima anche protagonista nel ruolo di Cassandra. Domenica 5 agosto sar la volta di William Shakespeare con il Re Lear, interpretato da Michele Placido che firma anche la regia insieme a Francesco Manetti. A seguire, mercoled 8 agosto andr in scena Andromaca, nelladattamento di Filippo Amoroso e sabato 11 agosto ancora spazio alla tragedia con Le Troiane da Euripide e Seneca per ladattamento e la regia di Giuseppe Emiliani, con Ivana Monti e Edoardo Siravo. A chiusura del cartellone, luned 13 agosto una delle pi note commedie di Plauto: Csina interpretata dai giovani attori del laboratorio teatrale del Plautus, sotto la guida del direttore Cristiano Roccamo. Per informazioni: www.plautusfestival.it, info@plautusfestival.it oppure cultura@comune.sarsina.fc.it, tel. 0547 94901. Bab

alla libreria cattolica SAN GIOVANNI a Isei 15, Cesena (tel. 0547 29654)
DAL PARADISO ALLINFERNO. I CONFINI DELLUMANO IN DOSTOEVSKIJ
della Kasatkina con Cristo grazie a Dostoevskij; di incontri diversissimi tra luomo e Cristo e tra luomo e i suoi fratelli uomini, tra luomo e il mondo; di Tatjana Kasatkina dellincontro con la letteratura di chi ama leggere e di Ed. itaca (14 euro) chi prova a insegnare a leggere . Il libro si divide in Itacalibri ha pubblicato, curato da Elena Mazzola, il libro Dal tre capitoli: I confini dellumano in Dostoevskij che paradiso allinferno. I confini dellumano in Dostoevskij di contiene 10 lezioni della Kasatkina; Lavventura di Tatjana Kasatkina, docente letteratura russa e straniera Delitto e castigo , che riporta due dialoghi fra la allUniversit pedagogica di Mosca e presidente della Kasatkina e la Compagnia teatrale formata dagli Commissione per lo studio di Dostoevskij presso lAccademia studenti liceali del Centro scolastico di Calcinate in provincia di delle Scienze russa. La curatrice Elena Mazzola, docente di Bergamo, che hanno deciso di mettere in scena quel testo di letteratura italiana allUniversit Ortodossa Umanistica San Dostoevskij; Un dialogo sul cristianesimo con gli interventi fatti il 14 Tichon e pratica della traduzione allUniversit Statale novembre 2010 al Centro Culturale Biblioteca dello Spirito di Mosca su Umanistica di Mosca, alle pp. 6 - 7 ha scritto: Il libro raccoglie Laici in chiesa o cristiani nel mondo dal teologo cattolico Julin solo alcune delle tante lezioni che la Kasatkina ha tenuto in Carrn, da Tatjana Kasatkina e dal filosofo e teologo ucraino Aleksandr questi 4 anni, da quando si sparsa la voce che cera qualcuno Filonenko. Per aiutare a comprendere il valore e limportanza di queste sempre pronto a rischiare di accettare linvito a paragonarsi riflessioni, si riporta il brano di p. 61, dove viene proposta la con il mistero delluomo. Afferma Dostoevskij a soli 17 anni: conclusione della lezione della Kasatkina del 16 ottobre 2009 Luomo un mistero. Occorre decifrarlo. E se ti ci vorr tutta la allUniversit Cattolica di Milano sul tema La ragione sete di infinito: vita per farlo, non dire che hai perso tempo. Io mi occupo di La missione e il compito che abbiamo davanti un compito di fronte questo mistero perch voglio essere un uomo. Nel libro a al mondo di oggi, ai nostri contemporanei proprio quello di tema questo mistero e, in fondo, in un paragone serrato con ricondurre allunit ci che da tanto tempo e in maniera cos radicale tutto lumano, si tratta sempre di incontri dellincontro con la stato diviso: ricongiungere la ricerca della ragione alla conferma del Kasatkina con Dostoevskij, del nostro con lei e con il suo cuore e rendere concreta quella verit trovata, insieme, dal cuore e Dostoevskij; dellincontro con Cristo di Dostoevskij e di quello dalla ragione, rendere questa verit il motore della nostra libert.

20

Gioved 14 giugno 2012

Cesena & Comnprensorio


Verghereto
Laboratorio teatrale
La compagnia "Fuori Scena" di Cesena col patrocinio del Comune di Verghereto e della Pro loco Balze attiver il laboratorio teatrale "Le sorgenti del Tevere", sabato 16 e domenica 17 giugno allaperto e in teatro. Lhappening conclusivo avr luogo presso la sorgente dello storico ume alle 21. Informazioni e prenotazioni al 347/2465064.

Cesena flash
Convegno Anmic
Si terr nella sala della Confartigianato a Torre del Moro il convegno provinciale dellAnmic, associazione nazionale mutilati e invalidi civili, sabato 16 giugno dalle 8 alle 13. Si discuter di lavoro, politiche sociali, scuola, sanit, nuovo sistema di riconoscimento di invalidit civile. Le conclusioni sono affidate al presidente nazionale Giovanni Pagano.

Mercato

Il Fosso in concerto
A Piavola di Mercato Saraceno, presso lagriturismo La Ramiera (via Serra Campone 20, tel. 0547/694183) sabato 16 giugno alle 21.30, il gruppo musicale Il Fosso (di Gambettola) presenter lalbum Fenomeni da Baraccone. Lingresso libero.

San Mauro Pascoli


Festa dei colori

Suoni, voci, immagini e sapori dal mondo, domenica 17 giugno nelle piazze Mazzini e Battaglini. Dalle 18 concerto del gruppo "Amici della Musica", ritmi e danze dal Senegal, rievocazioni storiche con la compagnia "San Michele" di Gatteo, giochi e animazioni per i piccoli. In piazza Mazzini alle 21 musica e canti con "Oma", orchestra multietnica di Arezzo. Sapori della cucina romagnola e araba, stand delle associazioni. Ingresso libero.

La citt sostenibile
Sar presentato venerd 15 giugno alle 10,30 al centro cinema San Biagio, a cura di Anna Maria Biscaglia e Otello Brighi, il libro "Cesena la citt sostenibile". Interverranno il sindaco Paolo Lucchi, Orazio Moretti, assessore allUrbanistica, Otello Brighi, progettista del Prg 2000, Michele Buda, fotografo e Piero Orlandi dellIstituto regionale dei Beni culturali. Seguir il dibattito.

Montiano

Serate in piazza

Roncofreddo

Un editore europeo

Savignano

Evento socio-culturale
Nella sala Allende, venerd 15 giugno alle 16, voci di docenti e formatori dellUniversit di Venezia e proiezioni video. Alle 16 nella sala Galeffi di piazza Borghesi presentazione e proiezione di "Io, laltro, noi" dei centri di aggregazione giovanili: "Amici del Pala" (Savignano), "La tana" (San Mauro Pascoli), "Forza venite gente"(Longiano), interviste. Alle 20 lezione concerto allarena Gregorini con Fabio Caon e il suo gruppo insieme ai "Trash waves".

Mostra darte
La galleria comunale darte Pescheria ospita no al 17 giugno, dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 19, la mostra "Gocce di colore" realizzata dalle scuole dellinfanzia di Case Finali, Oltresavio, San Mauro in Valle e Vigne. Lallestimento stato curato da Carmen Imperio.

Tre serate in piazza del Castello a Montenovo, venerd 15, sabato 16 e domenica 17 giugno alle 21, organizzate da Pro loco, Comitato sagra paesana, Casa dei Pavoni col patrocinio del Comune. Venerd sar proclamato il vincitore del premio dedicato a Sauro Spada. Accompagnamento musicale di Luca Casadei. Sabato 16 musica del gruppo Araba Fenice. Domenica 17 serata di solidariet per il Camerun con letture di racconti e poesie di Tonino Guerra. Musica eseguita da Michelangelo Severi.

Ultimo incontro culturale, promosso da Flaminio e Massimo Balestra, alla Casa dellUpupa, Studio di Ilario Fioravanti, a Sorrivoli, sabato 16 giugno alle 18. Carlo Pulsoni presenter il suo libro "Vanni Scheiwiller. Editore europeo" (Ed. Volumnia, Perugia 2011).

Iniziativa solidale

Giovani sul palco


Al chiostro di San Francesco dal 15 al 24 giugno in scena gruppi teatrali giovanili. Aprir la rassegna di spettacoli la compagnia di San Paolo che presenter, venerd 15 giugno alle 21, "Il segreto della felicit". Regia di Roberto Fabbri. Sabato 16 alle 21 la Cd vertiamo band metter in scena "Pi in l" uno spettacolo di animazione musicale per bambini e famiglie. Ingresso libero.

Film allOsservanza
LA, associazione famiglie italiane, e la polisportiva Osservanza hanno programmato una serie di lm che saranno proiettati nel campo sportivo che stato la sede di uno dei primi cinema estivi chiamato Estivo Astra. Mercoled 20 giugno alle 21,30 sullo schermo "Il sapore della vittoria" di Boaz Yakin. Con Denzel Washington. Ingresso libero.

Escursione del Cai


Una breve escursione nei dintorni di Alfero organizzata dalla sezione cesenate del Club alpino italiano per domenica 17 giugno con le associazioni Anffas e Cils. Partenza alle 8 da Cesena con mezzi propri. Direttori Giorgio Giorgini e Paolo DAltri.

l negozio Campagna Amica di Cesena (zona ex mercato ortofrutticolo) in vendita il Parmigiano Reggiano "terremotato" e il Consorzio Agrario fornir serre e strutture leggere di copertura per dare riparo a cose e persone nellEmilia ferita dal sisma. Dal pastificio Ghigi, che fa parte del gruppo, arriveranno ai terremotati 50.000 kg di pasta. Il presidente del Consorzio Agrario, Filippo Tramonti, nei giorni scorsi si recato sui luoghi del sisma ed ha potuto constatare la reale gravit della situazione che ha colpito abitazioni civili e anche molte strutture

Al Consorzio il parmigiano "terremotato" A

produttive. Per mettere al riparo cose e attrezzature rimaste senza alcuna protezione il Consorzio Agrario si reso disponibile a fornire soluzioni molto economiche, della tipologia serre e tunnel, e nei prossimi giorni un tecnico specializzato del Consorzio Agrario si recher sul posto per verificare le reali esigenze. Il formaggio, a parte qualche crepa, ancora utilizzabile e le aziende produttrici per poter pensare di riprendere le attivit hanno la necessit di liberare gli attuali centri di stoccaggio, metterli in sicurezza e ripar-

I DISASTRI PROVOCATI DAL TERREMOTO DEL 20 MAGGIO

tire con la produzione. Per questo il Consorzio Agrario di Forl-Cesena e Rimini, prendendo spunto da una iniziativa che la Coldiretti sta svolgendo a livello nazionale, si reso disponibile per la commercializzazione del prodotto "terremotato". Per prenotare il Parmigiano Reggiano si pu telefonare allo 0547/633560 e presso la Bottega Campagna Amica di Cesena in via Santa Rita da Cascia, 119.

Un matrimonio internazionale
Lui italiano, lei svedese, abitano per motivi di lavoro in Barhein e venerd 8 giugno si sono sposati nella chiesa di Montecodruzzo (Roncofreddo). E stato un matrimonio internazionale dato che gli 80 invitati provenivano da 14 nazioni diverse. Andrea Caricato ha 35 anni. Gi da alcuni anni lavora come ingegnere per una multinazionale e proprio in Barhein ha conosciuto, un paio danni fa, Susanne Tengling, 33 anni, che allepoca lavorava come insegnante presso la famiglia reale. Ha celebrato la messa il parroco don Tarcisio DallAra e i libretti sono stati stampati in pi lingue. Ha concelebrato don Lawrence Arakkatthara che ha tradotto in inglese alcuni passaggi del rito. Gli ospiti stranieri hanno pernottato nelle suite del Terzo Piano in piazza della Libert e allhotel Casali di Cesena. La festa si tenuta a Villa Celincordia.

Festival di danza
Si svolger al teatro Bonci da gioved 14 a sabato 16 giugno alle 20 il Festival internazionale di danza classica, moderna e contemporanea. Direttori Giorgio Mordenti e Tiberio Meneghelli.

Cesenatico
Mostra filatelica
Al centro San Giacomo sul porto canale, sabato 16 giugno dalle 9 alle 18 e dalle 20 alle 23 e domenica 17 dalle 9 alle 13, allestita la mostra mercato di latelia, numismatica, cartoline, telecarte e piccolo collezionismo a cura del circolo culturale latelico "E. Giunchi" di Cesena. Col sostegno della Bcc di Sala. Ingresso libero.

Sarsina | Piccoli musicisti

Bagno di Romagna
Mercatino estivo
Appuntamento fra le bancarelle ogni marted sera nel centro storico no al 25 settembre. In vendita antiquariato, bigiotteria, libri, stampe artistiche, tele stampate, ceramiche, erboristeria, ori secchi, vetri, vasellame, vestiario, articoli per la casa e prodotti gastronomici. Con varie animazioni.

Poesia e musica
Secondo appuntamento della rassegna "La serenata delle zanzare", sabato 16 giugno alle 21,30. Nei giardini al mare tra via Pasubio e via Ferrara, spettacolo in omaggio a Tonino Guerra a cura di Stefano Maldini e Federico Maltese, con Ilario Sirri, Francesca Biagini, Daniela Montanari; musiche dei "Marcabru". Nelloccasione sar inaugurato il monumento ideato da Tonino Guerra "Cattedrale delle foglie".

Notte alle terme


Nellambito della "Notte celeste" in cui i 25 centri termali dellEmilia Romagna saranno aperti sabato 16 giugno no a tarda notte, i tre stabilimenti di Bagno di Romagna attendono gli ospiti per una serata inconsueta. In programma aperitivo presso tutti i bar dalle 18 alle 19,30, poi escursione guidata alla vetta della Croce. Cena nei ristoranti, in paese musica, animazioni, cabaret, pianobar. Fino alluna resteranno aperti gli stabilimenti e le piscine per trattamenti benessere.

Un saggio musicale degli alunni della scuola primaria dellistituto Comprensivo di Sarsina per salutare lanno scolastico da poco concluso.Venerd scorso, 8 giugno, al teatro parrocchiale Silvio Pellico gli studenti si sono esibiti in canti e brani musicali seguiti dagli insegnanti e dal maestro Giovanni Marini direttore della Banda cittadina con la quale la scuola ha attivato una collaborazione. (Mm)

Sport

Gioved 14 giugno 2012

21

Sabato sera in centro a Cesena

Trofeo
Continuano le partite
Entra nel vivo il Trofeo Benedetto. Il torneo diocesano tra parrocchie nelle prime giornate ha fatto registrare un buon riscontro di pubblico e uno slancio di fervore agonistico durante le gare. Le prime impressioni degli organizzatori sono positive. "Abbiamo riscontrato dice Fabrizio Ricci dellorganizzazione un entusiasmo crescente da parte delle squadre e dei giocatori partecipanti. C una maggiore presenza dei tifosiparrocchiani che seguono le squadre. Il terzo tempo una bella occasione per coltivare a tavola la conoscenza che c tra tanti giocatori, fare nuove amicizie e riscoprirne di vecchie". La vera sda della competizione in ambito educativo. "I responsabili delle squadre hanno lopportunit di crescere e far crescere i ragazzi guardandoli con occhio da formatori. Partendo dagli errori, da atteggiamenti sbagliati possibile riettere e crescere nella relazionalit, evangelizzando questi spazi di vita che sono offerti tramite lo sport. Nella nostra quotidianit, nel nostro giocare, nel nostro stare con gli altri, pu cos entrare il Vangelo e lo stile di Ges, uno stile di perdono, di accoglienza, di gioia". Ecco, intanto, i primi verdetti. Nel calcio a 7: SantAngelo - Gambettola 3-2, Sala - Santo Stefano 2-3, Pievesestina - Case Finali 1-7, Bagnarola/Cannucceto - San Vittore 3-4, Madonna del Fuoco - Santa Maria Goretti 4-4, UP Mercatese - Duomo 3-4, San Pietro - Martorano 2-7, Sarsina - San Pio X 4-0, Duomo - Madonna del Fuoco 1-8, Santa Maria Goretti - SMN di Alfeo 7-0, San Vittore - Case Finali 5-1, SantEgidio - Bagnarola/Cannucceto 4-0. Nella pallavollo mista: Villachiaviche SantEgidio 3 - 0, Osservanza-San Vittore 3-0, Martorano - Boschetto 1-2, Duomo - Pievesestina 1-2, San Pio XTorre/Diegaro 2-1, Santa Maria Nuova Case Finali 0-3, Pievesestina Villachiaviche 3-0, SantEgidio - Duomo 0-3 I risultati sempre aggiornati delle gare si possono trovare nella pagina dedicata al torneo dal sito della Pastorale Giovanile della diocesi Cesena-Sarsina: www.pg-x.it. Michela Mosconi

San Giovanni Torna la podistica


on solo bancarelle e zucchero filato: San Giovanni porta con s anche la podistica notturna che da 40 anni appassiona migliaia di cesenati e non. Lappuntamento per sabato 16 giugno alle 20 con la gara amatoriale con oltre 3mila concorrenti, suddivisi nei tre percorsi tradizionali che si sviluppano lungo le colline adiacenti alla citt: per i pi allenati c la corsa competitiva di quasi 11 chilometri (vinta lo scorso anno dal riminese Gianluca Borghesi), per tutti gli altri la camminata ludicomotoria di 6 chilometri e la passeggiata di 2. Alle 22 segue il "Cross dei campioni - Trofeo Massimo Catania": 10 chilometri che si snodano lungo il centro cittadino in cui si sfideranno i pi forti atleti che gareggiano in Italia in un tempo a cavallo dei 30 minuti. Organizzata dallEndas di Cesena, la podistica debutt nel 1973 anche per far conoscere la citt e le sue colline, e di tradizione si tiene la sera del

Si parte alle 20; alle 22 tocca ai campioni.Torna anche la "Scarpinata solidale", la corsa di beneficenza promossa dal Comune di Cesena
sabato che precede le celebrazioni per la festa del patrono. In occasione della 40 edizione gli organizzatori hanno introdotto alcune novit, tra cui una nuova categoria maschile, il "Trofeo Silvio Severini". Da questanno poi la rilevazione cronometrica verr effettuata attraverso lutilizzo di chip per garantire maggiore precisione e affidabilit dei risultati e la disponibilit della classifica in tempo reale. Particolarit della manifestazione , come sempre, la distribuzione a tutti i partecipanti di una maglietta con un disegno dellartista cesenate Adriano Maraldi creato per loccasione. In concomitanza torna la "Scarpinata solidale", la corsa di beneficenza promossa dal comune di Cesena, cui parteciperanno esponenti noti della vita cittadina, finalizzata a raccogliere fondi il cui ricavato sar devoluto alle popolazioni emiliane colpite dal sisma. Infine, festa per tutti con ciambella, frutta, vino e piadina. Per informazioni e iscrizioni: Endas, tel. 0547.27603. Fs

Ginnastica Ottimi risultati per gli atleti della compagine romagnola

LOlimpia Gambettola si fa onore


Si sono assegnati lo scorso fine settimana, nella tappa disputata a Cesenatico, i titoli nazionali individuali e a squadre delle varie categorie, del Campionato italiano di Teamgym (ginnastica acrobatica), organizzato dalla Fisac (Federazione italiana sport acrobatici e coreografici). Alla competizione di Cesenatico hanno partecipato 14 squadre in totale di tutte le categorie (4 a livello Junior), provenienti oltre che dallItalia dallInghilterra, Finlandia e Repubblica Ceca. La gara, che era valida anche come tappa "italiana" della Coppa Europa per societ (conquistata lo scorso anno dalle atlete gambettolesi), ha visto la netta supremazia della squadra dellOlimpia Gambettola, che ha fatto il pieno di medaglie e titoli, sia individuali sia di squadra. A livello individuale Eva Luna Maestri si aggiudicata il titolo di campionessa italiana sia nel "Tumbling" sia nel Mini-Trampolino categoria Junior. Con lei sono salite sul podio Nicole Zoffoli (seconda) e Zoe Paganelli (terza) nel Mini-Trampolino e ancora Zoe Paganelli (seconda) nel "Tumbling", a completare la giornata trionfale nellindividuale, cedendo solo le "briciole" (terzo posto nazionale nel "Tumbling"), alle storiche avversarie dellExpr Noceto (Parma). Gara perfetta anche per i "maschietti" dellOlimpia, che hanno visto salire sul podio di giornata dellindividuale, i piccoli Boric Baiardi e Lorenzo Magrini alternandosi ai primi due posti di "Tumbling" e "Trampolino" con Alessandro Evangelisti terzo in entrambe le discipline. Laffermazione pi importante stata ottenuta a livello di squadra di Teangym Junior dove, nella gara che aveva il doppio valore, non solo le ragazze hanno riconfermato il titolo nazionale conquistato lhanno scorso, ma si sono aggiudicate la tappa "italiana" della Coppa Europa con il punteggio di 42,95, infliggendo un distacco di tre punti e mezzo alle seconde classificate. Questo punteggio risulta essere il pi alto ottenuto fra le tappe di Coppa Europa sin qua disputate. Le protagoniste dellottima prestazione sono state: Eva Luna Maestri, Nicole Zoffoli, Zoe Paganelli, Beatrice Salaroli, Clarissa Biguzzi, Giada Lombardi, Elena Cortesi e Sofia Belletti. Anche i "maschietti" non sono voluti essere da meno, infatti Boric Baiardi, Lorenzo Magrini, Alessandro Evengelisti e Matteo Zamagni si sono aggiudicati il Titolo Italiano di Trio Teamgym, nella categoria Giovani Maschile. Piero Spinosi

ASD Romagna Centro


Esordienti secondi in regione

I ragazzi della squadra del 1999 del Romagna Centro non sono riusciti nellimpresa di vincere la nale regionale di categoria. Dopo aver vinto le nali interprovinciali, domenica scorsa si sono dovuti arrendere di fronte al Formigine (Modena), ma si sono imposti sul Reggio nella nale regionale a tre. Gli esordienti di mister Silvio Budelacci possono per essere molto soddisfatti del traguardo raggiunto.

22

Gioved 14 giugno 2012

Sport Csi

Pagina a cura del Centro Sportivo Italiano Comitato di Cesena

AlLugaresiil 9 TrofeoMemorial Nazario Bettini

Il rollo dei pattini e il luccicho delle stelle


stato un successo la tradizionale manifestazione conclusiva dei corsi di pattinaggio del Csi di Cesena Pattini sotto le stelle - Memorial Nazario Bettini che si tenuta sabato 9 giugno presso il centro polivalente del Lugaresi, a Cesena. Gli allievi del Centro Sportivo Italiano e della societ sportiva San Marco suddivisi nelle categorie avviamento, preagonista e agonistica - si sono esibiti davanti al folto pubblico di genitori, parenti ed estimatori di questa disciplina. Non meno importante la presenza delle autorit e ospiti a cominciare dai componenti la famiglia Bettini, con la moglie Elena e i figli Luca e Andrea del compianto Nazario Bettini al cui

ricordo la manifestazione dedicata, lassessore allo sport Elena Baredi, il vice direttore generale della Cassa di Risparmio di Cesena Dino Collinucci e il responsabile provinciale della federazione pattinaggio Lino Truffi. A incrementare laspetto spettacolare della serata la presenza dei giovanissimi campioncini nazionali Giorgia e Alessandro della

scuola di pattinaggio di Rimini e gli intermezzi a cura della scuola di ballo Settecrociari con la presenza dellinsegnante di danze orientali Jessica Parisi che ha deliziato il pubblico con La danza della Spada e la performance che valsa il titolo di campioni italiani 2012 nella categoria Folk Show Team; ai ballerini Mattia Cacchi, Giulia Amaducci, Nicholas Cacchi e Giada Orioli. Grande la soddisfazione delle insegnanti di pattinaggio Claudia Celli e Veronica Bazzocchi per lalto livello di preparazione raggiunto e messo in mostra dalle allieve.

VARI SCATTI DELLA SERATA DI SABATO 9 GIUGNO PATTINI SOTTO LE STELLE MEMORIAL NAZARIO BETTINI. A FIANCO, LA FAMIGLIA BETTINI DURANTE LE PREMIAZIONI (FOTOSERVIZIO ARMUZZI)

Ma

Serata promossa dal circoloPaul Morphy

Usd San Marco

Quando gli scacchi fanno rima con la solidariet


ono venuti con piccoli passi, silenziosi ma decisi, mostrando, nonostante le pene nel cuore, un grande sorriso caldo e rassicurante. I volontari dellassociazione Caima di Cesena si sono presentati proprio cos nella sede del Csi, venerd scorso al circolo scacchi Paul Morphy in via Lugaresi, un torneo benefico a favore di questa associazione che si prende cura da molti anni, sul nostro territorio, dei malati di Alzheimer e dei loro familiari. Questanno noi del circolo scacchi abbiamo scelto, appunto, lassociazione Caima situata in via Gadda 120, a Cesena. Tutto lincasso stato devoluto a queste persone che dedicano molto del loro tempo libero ad alleviare le sofferenze di chi ha il problema dellAlzheimer in famiglia. Il presidente del Csi Luciano Morosi notoriamente ospitale e

Un anno da incorniciare
on festa si conclusa calcistica dellUsd CSanlaMarco. di domenica 27 maggioculmine con lalattivitdel campionato Unannata storica che ha avuto il suo vittoria Provinciale Pulcini dopo una vibrante nale contro la Polisportiva Cinque Cerchi, terminata 5 a 4 ai rigori dopo che i tempi regolamentari erano niti in parit. Il San Marco riuscito anche nellimpresa di vincere il campionato Scuola Calcio e piazzarsi secondo nella categoria Esordienti. Unottima annata, non c che dire, e a questo si aggiunge il riconoscimento avuto direttamente dallAc Milan e la passione con cui hanno vissuto tutta lannata i genitori dei bambini. La festa della Societ durata lintera giornata partendo dalla messa celebrata da don Marcello Palazzi, parroco di Case Finali di Cesena, ed terminata con le premiazioni di tutti i settanta giovani calciatori del San Marco. Da sottolineare la forte emozione dei bambini durante questo momento, anche perch tutti gli atleti sono stati premiati uno ad uno da Daniele Arrigoni ex allenatore dellAc Cesena. Un grazie agli allenatori Paganelli, Casali, Galli, agli accompagnatori Zoffoli , Rebecchi e al responsabile dellattivit giovanile Tozzi. Grazie a loro e allottima collaborazione e unit di intenti fra il San Marco e il Torre Valle Savio si potuti arrivare a questi ottimi risultati, sia sportivi che sociali. Renato Quadrelli

Lincasso delle iscrizioni stato devoluto allassociazioneCaima di Cesena, a sostegno delle loro iniziative per i malati di Alzhaimer e i loro familiari
gentile, dopo un sentito ringraziamento agli scacchisti del P. Morphy per il bel gesto di solidariet, ha dato subito la parola ai due rappresentanti del Caima: Gilberto Gino Ricci e Gianni Pavanello. Dai loro racconti personali, commoventi e drammatici, abbiamo capito un po di pi che cosa significhi avere lAlzheimer in casa. Sofferenza e frustrazione si mescolano nel cuore vedendo come si aggrava, anno dopo anno, la persona colpita da questa patologia che la medicina ancora non sa guarire: un deterioramento cerebrale lento e

LUCIANO MOROSI, PRESIDENTE CSI CESENA, CONSEGNA LINCASSO DELLA SERATA A GILBERTO GINO RICCI, VOLONTARIO DELLASSOCIAZIONE CAIMA

progressivo che allonta sempre pi la persona colpita dai suoi cari. Il torneo si svolto allinsegna del far play e, qualche volta, lavversario stato invitato a ripetere la mossa con un sorriso amichevole. Sulle sette partite da dieci minuti, si classificato primo Carlo Rossi di Ponte Pietra, che ha vinto, oltre la coppa, due bottiglie di vino offerte dallenoteca di Bertinoro di Stefano Pinza. Secondo classificato Luigi Livio; terzo Remo Mariani. Patrizio Di Piazza

Pagina Aperta

Gioved 14 giugno 2012

23

Il direttore risponde

LOcchio indiscreto

Al pellegrinaggio a piedi Macerata-Loreto la testimonianza del cesenate Lorenzo Minotti

uesta settimana lascio lo spazio delle lettere al direttore a uno scritto molto particolare. Sabato scorso, durante la 34esima edizione del pellegrinaggio a piedi Macerata-Loreto, lex calciatore di serie A, il cesenate Lorenzo Minotti, ha portato la testimonianza che riporto qui sotto. Sempre in argomento segnalo il pezzo di Stefano Spinelli che si trova a pagina 3 e che dice, ancora una volta di pi, di come sia davvero unica lesperienza che si vive durante la notte, nelle lunghe ore scandite dalla preghiera, dal canto e dai passi. Limmagine di un popolo in cammino quella che meglio riassume un momento indimenticabile che non si riesce a descrivere nella sua interezza. E da vivere, proprio come successo a Minotti e a sua moglie che hanno camminato assieme agli altri 80mila e al centinaio di cesenati fra i quali cero anchio. Infine, grazie mille a Minotti per aver deciso di condividere la sua testimonianza anche con i lettori del Corriere Cesenate. Francesco Zanotti zanotti@corrierecesenate.it

Carissimo Francesco, come daccordo ti giro la mia testimonianza al pellegrinaggio. Prendo loccasione per aggiungere che per me e mia moglie la Macerata-Loreto stata unesperienza stupenda e indimenticabile. Penso che tutti dovrebbero viverla almeno una volta nella vita. Mi ha colpito la perfetta organizzazione e la gioia che chiunque vi partecipa porta dentro se stesso. Eravamo una folla sterminata ma sono stati tanti, belli e intensi i momenti di solitudine in cui ho sentito una presenza divina camminare accanto a me. A presto. Un abbraccio. Lorenzo Minotti Prima di tutto un saluto e un abbraccio a tutti voi, miei compagni di viaggio in questa notte speciale. Mi chiamo Lorenzo. Da bambino sognavo di fare il calciatore. Da grande ho fatto davvero il calciatore. Ho giocato in serie B, poi in serie A e anche nelle Coppe europee. Dio mi ha donato perfino la possibilit di alzare al cielo qualche Coppa in stadi da brivido come Wembley, San Siro e perch no il Tardini di Parma, proprio come avevo sognato e fantasticato di fare da bambino nei lunghi pomeriggi passati a giocare a pallone con gli amici del paese, cercando di emulare i miei miti/calciatori. Poi, come se tutto ci non fosse stato sufficiente, arrivata la maglia azzurra della Nazionale e la possibilit di vivere e respirare la magica atmosfera di un Mondiale e di una finale persa ai rigori contro il Brasile. La mia perci stata una carriera ricca di trionfi, di successi, di vittorie, di emozioni e piena di partite indimenticabili. Dietro a tutto questo per, o meglio di pari passo, sono stati altrettanto presenti tanti momenti difficili e complicati, tante cocenti sconfitte, delusioni, amarezze, momenti di scoramento e di

smarrimento, di ansia e di stress, di perdita di sicurezza e di autostima, di sacrifici e di rinunce a non finire, per non parlare poi dei tanti infortuni e delle operazioni chirurgiche che ho dovuto affrontare e superare. La mia carriera perci, che continua ancor oggi nelle vesti di dirigente sportivo, stata ed tuttora un susseguirsi e un alternarsi continuo di momenti belli ed entusiasmanti ad altri pi complicati, difficili e pieni di prove da superare. Oggi ho 45 anni e riflettendo sul mio passato e sulla mia attuale situazione voglio ringraziare Dio perch mi ha donato questo percorso di vita e per affrontarlo mi ha fornito di due strumenti potentissimi, che mi hanno permesso di non perdere mai lorientamento e mi hanno guidato, ispirato, consigliato e accompagnato in ogni istante della mia esistenza e cio la Fede e la Famiglia. Tutto concorre al bene per chi ama Dio, ci ha detto San Paolo: ecco, questa la chiave per affrontare la vita. Dobbiamo vivere con la consapevolezza che ciascuno di noi il frutto di un progetto di Dio unico e irripetibile. Dobbiamo comprendere che ciascun passo della nostra esistenza, bello o brutto, felice o pieno di dolore, facile o ricco di insidie e difficolt, fa parte di un disegno pi grande di noi, che oggi non riusciamo a vedere nella sua interezza, ma che certamente dobbiamo vivere per il nostro maggior bene e per realizzare la volont di Colui che ci ha creato e ci ama come figli. Voglio terminare questa mia breve testimonianza recitando una preghiera che, permettetemi, consiglio di fare vostra e di ricordarla ogni qualvolta sarete chiamati a fare scelte, a prendere decisioni importanti o semplicemente a vivere. Padre Dio, io mi abbandono a Te! Fa di me ci che Ti piace. Qualunque cosa Tu faccia di me, io Ti ringrazio. Sono pronto a tutto, accetto tutto, purch la tua volont si compia in me e in tutte le tue creature. Mio Dio, non desidero nientaltro. Rimetto la mia volont nelle tue mani, te la dono con tutto lamore del mio cuore, perch Ti amo.

La natura continua a sorprenderci. Anche se, a volte, necessario armarsi di buona volont (e di una sveglia) per poter godere di simili spettacoli. Nello specifico, la foto si riferisce a unalba particolarmente suggestiva sulla nostra costa romagnola (foto Armuzzi).

Francobolli e monete, a Cesenatico un week end per collezionisti e non solo


Caro Francesco, qualche settimana fa hai avuto la bont di pubblicare alcune riflessioni estemporanee che facevo sul perch fare collezionismo (francobolli, monete, cartoline o altro). Ti dir che, abbastanza inaspettatamente ho sentito alcuni amici che hanno, almeno in parte, condiviso alcune delle cose che dicevo: pur nei giorni tristi della crisi che colpisce tanti e in quelli, ancora pi tristi, del terremoto (che presto diverr una notizia 'bruciata', da pagine interne e, poi, pi nulla). Forse proprio per questo pu esserci il bisogno di ritirarsi, ogni tanto, in territori "altri", neutri, silenziosi, non troppo impegnativi, certo. Ne parlavo in occasione del Convegno di Cesena e delladozione, da parte del Comune di Cesena, di una affrancatura meccanica (la rossa) raffigurante l'elefante malatestiano: si trattava del principale appuntamento commerciale dell'anno, per Cesena e ha risentito, pur nel buon successo generale, degli inevitabili rimbalzi della crisi. Ora ti propongo di ricordare il piccolo convegno che si terr al Centro San Giacomo di Cesenatico nel prossimo fine settimana (1617 giugno): una mostra-mercato di filatelia, numismatica, cartoline, telecarte e piccolo collezionismo, con ingresso libero. loccasione per una tranquilla passeggiata sul Porto Canale, per visitare il Centro San Giacomo, a fianco della chiesa, ben recuperato di recente dopo tanti anni di abbandono: si pu entrare per cercare qualche francobollo o moneta solo per sfogliare album con vecchie cartoline o manifesti, bandi e altro materiale dei secoli scorsi. O solo, appunto, per acquistare la bella cartolina e dare solo unocchiata, finendo di mangiare il gelato, senza alcun impegno. Lingresso, ovviamente, libero. Sabato lapertura anche serale, fino alle 23, proprio per favorire lingresso delle famiglie e dei bambini in passeggiata nelle ore pi fresche della sera. Il nostro Circolo a Cesena, in corso Garibaldi 91, quasi di fronte al giardino pubblico, rappresenta un luogo in cui trovare materiale da collezione, consulenze e amichevoli pareri, per tutti coloro che si ritrovano con francobolli o altro materiale in casa e hanno qualche curiosit. Siamo aperti il gioved e il sabato pomeriggio e la domenica mattina. Un caro saluto. Daniele

via Marinelli, 6 - 47521 CESENA (Fc) tel. +39 0547 29730 - fax +39 0547 21141 e-mail: comce@comce.it Web: www.comce.it

Progettazione e fornitura chiavi in mano Impianti:


PETROLCHIMICI AGROALIMENTARI ECOLOGIA DEPURAZIONE ACQUEDOTTI METANODOTTI in ITALIA... nel MONDO

ARREDI SACRI DI SEMPRINI


Gabriele e Severino
sas

via Alberti, 3/a tel. e fax 0541 21424 Rimini

SETTIMANALE DI INFORMAZIONE DELLA DIOCESI DI CESENA-SARSINA

UNA NOTTE IN BARCA CON I PESCATORI


Un cesenate fra i ghiacci della Groenlandia
C.I.P - Corso Sozzi 39 - Corriere Cesenate 2012 .

Potrebbero piacerti anche