Sei sulla pagina 1di 97

LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO DESERCIZIO

SOCIETA AI CUI BILANCI SONO APPLICABILI LE DISPOSIZIONI DEGLI ARTT. 2423 E SUCCESSIVI DEL CODICE CIVILE

SULLA BASE DEI PRINCIPI IN VIGORE AL 31 DICEMBRE 2010

Le liste di controllo sono quelle predisposte, a scopo esemplificativo e di supporto alle societ di revisione associate ad Assirevi, ai fini della predisposizione di check-list da utilizzare, opportunamente adattate, nello svolgimento dellattivit di revisione. Il documento, avendo carattere generale, non necessariamente include tutti gli aspetti significativi che possono emergere nel corso del lavoro di revisione e potrebbe contenere aspetti non rilevanti in tutte le fattispecie. La forma, il contenuto e lampiezza delle check list in concreto utilizzate nellambito della revisione dipendono da vari fattori la cui valutazione compete al soggetto incaricato della revisione che provvede ad adattarli opportunamente alle particolarit dellincarico, tenendo conto di eventuali modifiche normative intervenute. I contenuti del presente documento sono di propriet riservata di Assirevi che li ha elaborati e organizzati e si riferiscono alle disposizioni normative e regolamentari vigenti alla data cui fa riferimento il documento stesso. Tali contenuti potranno essere citati, riprodotti e, in generale, utilizzati, a condizione che ci avvenga ad esclusivo uso personale, ovvero di insegnamento, ricerca scientifica, per uso critico o di discussione ma, comunque, mai per fini commerciali, e sempre con menzione della fonte. Assirevi non garantisce la completezza, laggiornamento, ladeguatezza dei contenuti al raggiungimento di particolari scopi o risultati, n lassenza di errori, inesattezze, imprecisioni dei contenuti stessi, essendo onere degli utilizzatori verificare, al momento delleffettivo utilizzo, i BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010 2 di 97

contenuti stessi alla luce delle vigenti disposizioni normative e regolamentari, ovvero interpretazioni dottrinali e giurisprudenziali.

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

3 di 97

LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO DESERCIZIO SOCIETA AI CUI BILANCI SONO APPLICABILI LE DISPOSIZIONI DEGLI ARTT. 2423 E SUCCESSIVI DEL CODICE CIVILE
Ambito di applicazione e contenuti La presente Lista di controllo dei principi di redazione del bilancio desercizio include i riferimenti legislativi ed interpretativi (quali i principi contabili emessi dai Consigli Nazionali dei Dottori Commercialisti e dei Ragionieri, nella versione modificata dallOrganismo Italiano di Contabilit (OIC) e quelli emessi direttamente dallOIC con la nuova numerazione) per la redazione del bilancio desercizio delle imprese industriali, commerciali e di servizi mentre restano escluse dalla sua applicazione le imprese bancarie, di assicurazione, gli enti finanziari. Tale Lista di controllo non intende sostituire i testi ufficiali che costituiscono le fonti di riferimento e a cui si deve far riferimento per la soluzione dei problemi applicativi. Per tale ragione, ogni domanda corredata dai principali riferimenti ai documenti in cui la materia trattata. Documenti di riferimento Tale Lista di controllo, riferita alle societ ai cui bilanci sono applicabili le disposizioni degli artt. 2423 e successivi del Codice Civile, stata preparata tenendo in considerazione i riferimenti legislativi ed interpretativi applicabili alle imprese industriali, commerciali e di servizi, per quanto riguarda sia i principi e criteri di redazione sia le informazioni aggiuntive da fornire nella nota integrativa. Quanto ai riferimenti, la lista dei principi contabili nazionali considerati di seguito riportata: SERIE DEI PRINCIPI CONTABILI DEI CONSIGLI NAZIONALI DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEI RAGIONIERI, MODIFICATI DALL'OIC IN RELAZIONE ALLA RIFORMA DEL DIRITTO SOCIETARIO Documento 11 12 Titolo Bilancio d'esercizio, finalit e postulati Composizione e schemi del bilancio di esercizio di imprese mercantili, industriali e di servizi Classificazione nel conto economico dei costi e ricavi Data di approvazione 30 maggio 2005 30 maggio 2005

Documento Interpretativo n. 1 del principio contabile OIC 12 Appendice di aggiornamento al principio contabile OIC 12 13 14 15 16 17 18 19

13 luglio 2005

Informazioni nella nota integrativa relative a operazioni con parti correlate e accordi fuori bilancio (art. 2427 n.22-bis e n. 22-ter C.C.) Le rimanenze di magazzino Disponibilit liquide I crediti Le immobilizzazioni materiali Il bilancio consolidato Ratei e risconti I fondi per rischi ed oneri Il Trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato I debiti Titoli e partecipazioni Il metodo del patrimonio netto

marzo 2010

13 luglio 2005 13 luglio 2005 13 luglio 2005 13 luglio 2005 16 settembre 2005 13 luglio 2005 30 maggio 2005

20 21

16 settembre 2005 30 novembre

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

4 di 97

Documento 22 23 24 25 Documento Interpretativo n. 2 del principio contabile OIC 25 26 28 29

Titolo

Data di approvazione 2005 30 maggio 2005 16 settembre 2005 30 maggio 2005 30 maggio 2005 30 maggio 2006

Conti d'ordine Lavori in corso su ordinazione Immobilizzazioni immateriali Il trattamento contabile delle imposte sul reddito Contabilizzazione del consolidato e della trasparenza fiscale

Operazioni e partite in moneta estera Il patrimonio netto Cambiamenti di principi contabili, cambiamenti di stime contabili, correzione di errori, eventi e operazioni straordinari, fatti intervenuti dopo la data di chiusura dell'esercizio SERIE DEI DOCUMENTI OIC Documento Titolo I principali effetti della riforma del diritto societario sulla redazione del bilancio d'esercizio

30 maggio 2005 30 maggio 2005 13 luglio 2005

Data di approvazione 25 ottobre 2004

OIC 1

Appendice al principio contabile Appendice di aggiornamento al principio contabile OIC1 OIC 1 OIC 2 OIC 3 Patrimoni e finanziamenti destinati ad uno specifico affare Le informazioni sugli strumenti finanziari da includere nella nota integrativa e nella relazione sulla gestione (artt. 2427-bis e 2428, comma 2, n. 6-bis C.C.) Fusione e scissione DOCUMENTI INTERPRETATIVI DI LEGGE Documento Documento interpretativo n. 3 Titolo Le novit introdotte dal D.L. 29 novembre 2008, n. 185 (convertito nella Legge 28 gennaio 2009, n.2). Aspetti contabili relativi alla valutazione dei titoli non immobilizzati, rivalutazione degli immobili e fiscalit differita delle operazioni di aggregazione aziendale

30 maggio 2005 26 ottobre 2005 31 marzo 2006

OIC 4

26 2007

gennaio

Data di approvazione luglio 2009

Istruzioni per lutilizzo Per ogni affermazione dovrebbe essere posta una spunta nella colonna appropriata: SI = la disposizione applicabile/linformativa stata data; NO = la disposizione non stata applicata/linformativa non stata data, anche se obbligatoria per lentit; N/A = la disposizione/linformativa non applicabile allentit oppure non obbligatoria. Ogni risposta NO dovrebbe essere accompagnata da una esauriente spiegazione o da un riferimento alle carte di lavoro in cui il problema stato esaminato.

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

5 di 97

LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO DESERCIZIO SOCIETA AI CUI BILANCI SONO APPLICABILI LE DISPOSIZIONI DEGLI ARTT. 2423 E SUCCESSIVI DEL CODICE CIVILE INDICE
PARTE GENERALE......................................................................................................................25 Composizione del bilancio desercizio....................................................................................25 1) Il bilancio desercizio costituito da: (art. 2423, c. 1, CC).......................................................25 2) Il bilancio corredato dalla relazione sulla gestione? (art. 2428, c. 1, CC)..............................25 3) Al fine di completare il quadro informativo relativo alla situazione patrimoniale e finanziaria della societ sono stati predisposti ed inclusi nella nota integrativa: ......................................25 4) Il bilancio depositato a disposizione dei Soci accompagnato dalle copie integrali dellultimo bilancio delle societ controllate e da un prospetto riepilogativo dei dati essenziali dellultimo bilancio delle societ collegate? (art. 2429, c. 3, CC)...............................................................25 5) Nella redazione del bilancio di esercizio sono stati seguiti i seguenti principi, richiamati dallart. 2423-bis, c. 1 e 2, CC:.............................................................................................................25 6) Nella redazione del bilancio di esercizio sono stati inoltre seguiti i seguenti postulati (OIC 11, Postulati del bilancio desercizio): .......................................................................................26 7) Se le informazioni richieste da specifiche disposizioni di legge non sono sufficienti a fornire una rappresentazione veritiera e corretta, sono state fornite le informazioni complementari necessarie allo scopo? (art. 2423, c. 3, CC).............................................................................26 8) Se, in casi eccezionali, lapplicazione di una disposizione di legge incompatibile con la rappresentazione veritiera e corretta, si derogato a tali disposizioni? (art. 2423, c. 4, CC)....26 9) Se si ricorso alla deroga di cui al punto precedente, sono stati forniti nella nota integrativa i seguenti elementi informativi: (art. 2423, c. 4, CC).................................................................26 10) Tale deroga risulta necessaria ai fini della rappresentazione veritiera e corretta? (art. 2423, c. 4, CC).....................................................................................................................................26 11) Gli eventuali utili derivanti dalla deroga sono stati iscritti in una riserva non distribuibile se non in misura corrispondente al valore recuperato? (art. 2423, c. 4, CC).................................26 Schemi di bilancio..................................................................................................................26 1) Lo stato patrimoniale stato redatto secondo lo schema previsto dallart. 2424, CC?............26 2) Il conto economico stato redatto secondo lo schema previsto dallart. 2425, CC?................26 3) Se un elemento dellattivo o del passivo dello stato patrimoniale ricade sotto pi voci dello schema, nella nota integrativa segnalata, qualora ci sia necessario ai fini della comprensione del bilancio, la sua appartenenza anche a voci diverse da quella nella quale iscritto? (art. 2424, c. 2, CC)...................................................................................................26 4) In calce allo stato patrimoniale sono indicate separatamente tra i conti dordine le seguenti poste: (art. 2424, c. 3, CC)......................................................................................................27 5) Gli ammontari dei conti dordine sono quindi: (OIC 12, Schema di stato patrimoniale secondo la legislazione civilistica e Schema di stato patrimoniale secondo i principi contabili; OIC 22, par. A):...................................................................................................................................27 6) I beni e i rapporti giuridici compresi in uno o pi patrimoni, ciascuno dei quali destinato in via esclusiva ad uno specifico affare, sono distintamente indicati nello stato patrimoniale della societ (art. 2424, c. 4, CC; art. 2447-septies, c. 1, CC)?.........................................................27 7) Se le voci precedute da numeri arabi sono ulteriormente suddivise, viene comunque fornita levidenza della voce complessiva e dellimporto corrispondente? (art. 2423-ter, c. 2, CC)?....27 8) Le voci precedute da numeri arabi sono raggruppate solo se il raggruppamento : (art. 2423ter, c. 2, CC)...........................................................................................................................27 9) Sono aggiunte altre voci qualora il loro contenuto non sia compreso in alcuna di quelle previste dagli schemi di stato patrimoniale e di conto economico? (art. 2423-ter, c. 3, CC).....27 10) Le voci precedute da numeri arabi sono adattate quando lo esige la natura dellattivit esercitata? (art. 2423-ter, c. 4, CC).........................................................................................27

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

6 di 97

11) Per ogni voce dello stato patrimoniale e del conto economico indicato limporto della voce corrispondente dellesercizio precedente? (art. 2423-ter, c. 5, CC)..........................................27 12) Se le voci dello stato patrimoniale e del conto economico non sono comparabili, sono adattate quelle relative allesercizio precedente? (art. 2423-ter, c. 5, CC)...............................27 13) La non comparabilit e ladattamento o limpossibilit di adattamento, sono segnalati e commentati nella nota integrativa? (art. 2423-ter, c. 5, CC)....................................................27 14) E rispettato il divieto di effettuare compensi di partite non espressamente previsti dalla legge? (art. 2423-ter, c. 6, CC)................................................................................................28 15) Nei casi in cui le voci con denominazione generica siano di ammontare rilevante o includano conti di rilevanza ai fini conoscitivi del lettore del bilancio e per i conti che includono elementi eterogenei rilevanti, fornito un dettaglio degli elementi pi significativi in sottoconti ovvero nella nota integrativa? (OIC 12, Schema di stato patrimoniale secondo i principi contabili). .28 16) Il bilancio stato redatto in unit di Euro, senza cifre decimali? (art. 2423, c. 5, CC) ...........28 17) E stata utilizzata la facolt di redigere la nota integrativa in migliaia di Euro? (art. 2423, c. 5, CC).........................................................................................................................................28 Nota integrativa.....................................................................................................................28 1) I criteri applicati nella valutazione delle voci del bilancio, nelle rettifiche di valore e nella conversione dei valori non espressi allorigine in moneta avente corso legale nello Stato? (art. 2427, c. 1, n. 1, CC)................................................................................................................28 2) Le variazioni intervenute nella consistenza delle altre voci dellattivo e del passivo; in particolare, per le voci del patrimonio netto, i fondi e per il trattamento di fine rapporto, la formazione e le utilizzazioni? (art. 2427, c.1, n. 4, CC)............................................................28 3) Distintamente per ciascuna voce, lammontare dei crediti e dei debiti di durata residua superiore a cinque anni, e dei debiti assistiti da garanzie reali su beni sociali, con specifica indicazione della natura delle garanzie e con specifica ripartizione secondo le aree geografiche? (art. 2427, c.1, n. 6, CC).....................................................................................28 4) Se significativa, la ripartizione dei ricavi delle vendite e delle prestazioni secondo categorie di attivit e secondo aree geografiche? (art. 2427, c.1, n. 10, CC) ..............................................28 5) Il numero medio dei dipendenti ripartito per categoria? (art. 2427, c.1, n. 15, CC)..................28 6) Lammontare dei compensi spettanti agli amministratori ed ai sindaci, cumulativamente per ciascuna categoria? (art. 2427, c.1, n. 16, CC)........................................................................28 7) Salvo che la societ sia inclusa in un ambito di consolidamento e le informazioni siano contenute nella nota integrativa del relativo bilancio consolidato, limporto totale dei corrispettivi spettanti al revisore legale o alla societ di revisione legale per la revisione legale dei conti annuali, limporto totale dei corrispettivi di competenza per gli altri servizi di verifica svolti, limporto totale dei corrispettivi di competenza per i servizi di consulenza fiscale e limporto totale dei corrispettivi di competenza per altri servizi diversi dalla revisione contabile? (art. 2427, c. 1, n.16-bis, CC).................................................................................28 (Si ricorda, per le societ controllate di quotate, controllanti di quotate e societ sottoposte a comune controllo con le societ quotate ed in generale alle societ che hanno conferito un incarico ai sensi del D.Lgs. 58/98, lArt. 149-duodecies del Regolamento Emittenti che dispone: ...............................................................................................................................................29 1) La societ che ha conferito lincarico di revisione presenta in allegato al bilancio desercizio un prospetto contenente i corrispettivi di competenza dellesercizio, a fronte dei servizi forniti alla societ dai seguenti soggetti:.................................................................................................29 a) dalla societ di revisione, per la prestazione di servizi di revisione.........................................29 b) dalla societ di revisione, per la prestazione di servizi diversi dalla revisione, suddivisi tra servizi di verifica finalizzati allemissione di unattestazione e altri servizi, distinti per tipologia ...............................................................................................................................................29 c) dalle entit appartenenti alla rete della societ di revisione, per la prestazione di servizi, suddivisi per tipologia.............................................................................................................29 2) Per le societ tenute alla redazione del bilancio consolidato, il prospetto di cui al c. 1 elaborato anche con riferimento ai servizi forniti dalla societ di revisione della capogruppo e dalle entit appartenenti alla sua rete alle societ controllate.)..............................................29 8) Lindicazione dei totali delle attivit e passivit a breve termine (o correnti) e delle loro componenti? (OIC 12, Schema di strato patrimoniale secondo i principi contabili)................29 9) Le ragioni dellesonero, nei casi previsti dalla legge, dalla predisposizione del bilancio consolidato (art. 27, c.5, D.Lgs. 127/091)................................................................................29

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

7 di 97

10) Nel caso di attivit potenziali ove levento sia probabile, la natura ed i fattori di incertezza che hanno effetto sul verificarsi dellevento, la stima dellammontare se attuabile e limpatto sul bilancio, tenendo conto degli effetti fiscali? (OIC 19, par. C.VI)..........................................29 11) Un chiaro ed esplicito rinvio al contenuto della relazione sulla gestione per quanto riguarda le seguenti informazioni: (OIC 12, Informativa richiesta dai principi contabili)..........................29 12) Sono state fornite in nota integrativa le seguenti informazioni:............................................30 Relazione sulla gestione........................................................................................................32 1) Gli amministratori hanno redatto la relazione sulla gestione da cui risulta unanalisi fedele, equilibrata ed esauriente della situazione della societ e dellandamento e del risultato della gestione, nel suo complesso e nei vari settori in cui essa ha operato anche attraverso imprese controllate, con particolare riguardo ai costi, ai ricavi e agli investimenti, nonch una descrizione dei principali rischi ed incertezze a cui la societ esposta? (art. 2428, c. 1, CC). 32 2) Lanalisi indicata al punto precedente (art. 2428, c. 2, CC):....................................................32 3) Dalla relazione sulla gestione risultano: (art. 2428, c. 3, CC)..................................................32 4) Nel caso di societ che ha optato per il consolidato fiscale o il regime di trasparenza, ha indicato nella relazione sulla gestione ladesione al regime di consolidato fiscale o al regime di trasparenza, nonch le motivazioni, le opportunit e gli eventuali rischi connessi allesercizio dellopzione? (OIC Interpretativo 2, parr. 1.3.1 o 2.3.1)...........................................................33 5) La relazione sulla gestione contiene linformativa relativa alla redazione o aggiornamento del documento programmatico sulla sicurezza? (obbligo informativo ai sensi del D.Lgs. 30/6/2003, n. 196 - Allegato B).................................................................................................................33 6) Qualora lassemblea ordinaria approvi il bilancio desercizio nel termine di 180 giorni dalla data di chiusura dellesercizio sociale (quando il maggior termine sia previsto dallo statuto), nel caso in cui la societ sia tenuta alla redazione del bilancio consolidato ovvero quando lo richiedano particolari esigenze relative alla struttura ed alloggetto della societ stessa, gli amministratori hanno segnalato nella relazione sulla gestione le ragioni della dilazione (art. 2364, c. 2, CC)?......................................................................................................................33 Le informazioni sugli strumenti finanziari da includere nella nota integrativa e nella relazione sulla gestione........................................................................................................................33 1) Nella nota integrativa sono stati indicati, per ciascuna categoria di strumenti finanziari derivati (siano essi utilizzati con la finalit di copertura, siano essi utilizzati nellambito di operazioni speculative), il fair value e le informazioni sulla loro entit e sulla loro natura? (art. 2427-bis, c. 1, n. 1, CC, OIC 3, par. 6.a).....................................................................................................33 2) La nota integrativa include le indicazioni del valore contabile e del fair value nel caso in cui questo risulti inferiore al valore di libro, per le seguenti Immobilizzazioni finanziarie? (art. 2427bis, c. 1, n. 2, CC, OIC 3, par. 6.b):..........................................................................................34 3) Per le modalit di determinazione del fair value dei contratti derivati, delle partecipazioni, dei titoli e dei crediti si fatto riferimento ad un mercato attivo o ai modelli valutativi indicati dai Principi Contabili qualora tale mercato attivo non sia facilmente individuabile? (art. 2427-bis, c. 3, CC, OIC 3, par. 5, lett. d), e), f) e g))....................................................................................35 4) Per la definizione di strumento finanziario, di strumento finanziario derivato, di modello e tecnica di valutazione generalmente accettato e di fair value si fatto riferimento ai Principi Contabili Internazionali adottati dallUnione Europea? (art. 2427, c. 2, CC, OIC 3, par. 4)........35 5) La mancata rilevazione del fair value (il c. 4 dellart. 2427-bis, CC prevede che il fair value non venga determinato se lapplicazione dei criteri previsti al c. 3 dellart. 2427-bis non d risultati attendibili) rappresenta una situazione eccezionale e tale mancata rilevazione adeguatamente motivata? (OIC 3, par. 5.c.ii)..........................................................................35 6) Nella relazione sulla gestione stata fornita linformativa, in relazione alluso di strumenti finanziari e/o ai fini della valutazione della situazione patrimoniale e finanziaria e del risultato economico dellesercizio, relativa: a) agli obiettivi ed alle politiche dellentit in materia di gestione del rischio finanziario, compresa la politica di copertura per ciascuna principale categoria di operazioni previste; b) lesposizione della societ al rischio di prezzo, al rischio di credito, al rischio di liquidit ed al rischio di variazione dei flussi finanziari; facendo riferimento, sia per il significato che per il contenuto informativo richiesto dalla norma, a quanto indicato dai Principi Contabili Internazionali adottati dallUnione Europea? (art. 2428, c. 3, n. 6-bis, CC; OIC 3, par. 7)..........................................................................................................................35 (Le suddette informazioni non sono richieste per le imprese che ai sensi dellart. 2435-bis redigono il bilancio in forma abbreviata e che nel rispetto del c. 6 di tale articolo sono esonerate dalla redazione della relazione sulla gestione)........................................................35 Rendiconto finanziario...........................................................................................................35 1) Il rendiconto finanziario espone: (OIC 12, Forma e contenuto del rendiconto finanziario).....35

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

8 di 97

2) Il rendiconto finanziario redatto seguendo uno dei seguenti schemi:...................................36 3) Sono escluse le compensazioni, nei limiti della significativit, tra flussi finanziari di segno opposto? (OIC 12 Forma e contenuto del rendiconto finanziario)..........................................36 4) Il rendiconto finanziario stato redatto in forma comparativa? (OIC 12, Forma e contenuto del rendiconto finanziario)..........................................................................................................36 Cambiamenti di principi contabili, cambiamenti di stime contabili, correzioni di errori...........37 1) Se, in casi eccezionali, vi stato un cambiamento di Principi Contabili, tale cambiamento stato effettuato per una migliore rappresentazione in bilancio dei fatti e delle operazioni aziendali ed validamente motivato in nota integrativa? (art. 2423, c. 1, CC; OIC 29, par. A.II e par. A.IV)................................................................................................................................37 2) Lapplicazione del nuovo Principio Contabile stata effettuata in maniera retroattiva? (OIC 29, par. A.III.b)..............................................................................................................................37 3) Gli effetti cumulativi, calcolati allinizio del periodo, risultanti da un cambiamento di Principi Contabili sono mostrati separatamente nel conto economico dellesercizio come componenti straordinari? (OIC 29, par. A.III.b.4).........................................................................................37 4) Lapplicazione prospettica del nuovo Principio Contabile stata operata: (OIC 29, par. A.III.c)37 5) La nota integrativa contiene le seguenti informazioni: (OIC 29, par. A.IV)...............................37 6) Se vi un cambiamento di stima contabile, il relativo effetto stato contabilizzato come componente del risultato della gestione ordinaria? (OIC 29, par. B.III).....................................37 7) Nel caso di cambiamento di stima con effetti significativi, sono indicate in nota integrativa: (OIC 29, par. B.V)....................................................................................................................37 8) Nel caso in cui il cambiamento di stima sia contestuale al cambiamento di Principio Contabile, la rettifica complessiva stata contabilizzata e descritta come cambiamento di Principio Contabile? (OIC 29, par. B.IV)..................................................................................................38 9) Gli errori commessi in esercizi precedenti hanno trovato tempestiva correzione nellesercizio in cui sono stati individuati (nel presupposto che i bilanci dei precedenti esercizi siano legalmente validi e che quindi non sia necessario procedere al loro rifacimento)? (OIC 29, par. C.III).................................................................................................................................38 10) In caso di correzione di errori determinanti, tali cio da rendere il bilancio non attendibile, sono stati indicati in nota integrativa: (OIC 29, par. C.V.b)......................................................38 11) Se la correzione riguarda errori non determinanti i redattori del bilancio hanno aderito allindicazione facoltativa di darne informativa? (OIC 29, par. C.V.a).......................................38 Bilancio in forma abbreviata..................................................................................................38 1) La societ si avvalsa della possibilit di redigere il bilancio in forma abbreviata? (art. 2435bis, CC)...................................................................................................................................38 2) Qualora la societ si sia avvalsa di tale facolt, stato verificato che:....................................38 3) Nel caso di presentazione del bilancio in forma abbreviata, la preparazione della relazione sulla gestione stata omessa solo se sono state fornite in nota integrativa le informazioni richieste dai nn. 3) e 4) dellart. 2428 (in tema di numero e valore nominale sia delle azioni proprie che delle azioni o quote di societ controllanti possedute, acquistate o alienate nel corso dellesercizio) (art. 2435-bis, c. 7, CC)?..........................................................................39 4) E stata fornita linformativa richiesta ai sensi dellart. 2427, c. 1, n. 22-bis, CC in merito alle operazioni con parti correlate, almeno per quanto riguarda le operazioni realizzate direttamente o indirettamente con i maggiori azionisti ed a quelle con i membri degli organi di amministrazione e controllo?..................................................................................................39 5) E stata fornita linformativa richiesta ai sensi dellart. 2427, c. 1, n. 22-ter, CC, in merito agli accordi non risultanti dallo stato patrimoniale, almeno per quanto riguarda la natura e lobiettivo economico degli stessi?..........................................................................................39 Attivit di direzione e coordinamento.....................................................................................39 1) La societ soggetta ad attivit di direzione e coordinamento secondo quanto previsto dagli artt. 2497-sexies (Presunzioni) e 2497-septies (Coordinamento tra societ), CC?....................39 2) In caso affermativo la nota integrativa della societ riporta:...................................................39 3) In caso affermativo la relazione sulla gestione della societ riporta:.......................................40 Patrimoni destinati ad uno specifico affare............................................................................40 1) La societ ha (art. 2447-bis, CC, OIC 2):.................................................................................40

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

9 di 97

2) In caso affermativo gli amministratori nella nota integrativa della societ riportano (art. 2427, c.1, n. 20 e 21, CC):................................................................................................................40 3) Qualora la deliberazione costitutiva del patrimonio destinato preveda una responsabilit illimitata della societ per le obbligazioni contratte in relazione allo specifico affare, limpegno da ci derivante risulta in calce allo stato patrimoniale e ha formato oggetto di valutazione da parte degli amministratori secondo criteri illustrati in nota integrativa (art. 2447-septies, c. 4, CC)?........................................................................................................................................40 4) Per ciascun patrimonio destinato stato redatto un rendiconto separato, allegato al bilancio, secondo quanto previsto dagli artt. 2423 e segg., CC (art. 2447-septies, c. 2, CC)?.................41 Consolidato fiscale.................................................................................................................41 1) La societ ha aderito al consolidato fiscale (OIC Interpretativo 2)?.........................................41 2) In caso affermativo la nota integrativa della societ consolidante riporta (OIC Interpretativo 2, par. 1.3.2):..............................................................................................................................41 3) In caso affermativo la nota integrativa della societ consolidata riporta (OIC Interpretativo 2, par. 1.3.2):..............................................................................................................................41 Trasparenza fiscale................................................................................................................42 1) La societ ha aderito al regime di trasparenza fiscale o un socio della societ che ha aderito (OIC Interpretativo 2)?............................................................................................................42 2) In caso affermativo la nota integrativa della societ trasparente riporta (OIC Interpretativo 2, par. 2.3.2):..............................................................................................................................42 3) In caso affermativo la nota integrativa dei soci della societ trasparente riporta (OIC Interpretativo 2, par. 2.3.2):....................................................................................................42 Fusione e scissione................................................................................................................43 1) Nel primo bilancio desercizio successivo alla fusione, per ogni voce dellattivo e del passivo i singoli conti delle societ partecipanti alla fusione sono stati aggregati in ununica voce di identico contenuto e sono stati applicati i principi di redazione e valutazione previsti dal CC in materia? Laggregazione di cui sopra stata effettuata anche per quanto riguarda le voci di conto economico, qualora sia stata prevista la retrodatazione degli effetti contabili delloperazione? (OIC 4, par. 4.5)............................................................................................43 2) Nel caso di fusione per incorporazione, quali dati comparativi sono stati indicati i dati dellesercizio precedente (anteriore a quello di completamento del procedimento di fusione) relativamente alla societ incorporante? (OIC 4, par. 4.5).......................................................43 3) Nel caso di fusione propria, non sono stati esposti dati comparativi in quanto in tale fattispecie la societ risultante dalla fusione una nuova societ? (OIC 4, par. 4.5).................................43 4) In caso di fusione per incorporazione, stata predisposta una tabella allegata alla Nota Integrativa, che, sia per lo stato patrimoniale che per il conto economico, riporti in colonne affiancate: (OIC 4, par. 4.5).....................................................................................................43 5) Limporto dellavanzo e/o disavanzo, da annullamento e da concambio, che non risulta dalla tabella sopra indicata, illustrato, per ciascuna societ interessata e precisandone il trattamento contabile, con lindicazione dei criteri seguiti nelliscrizione dei valori correnti delle attivit e delle passivit e dellavviamento in sostituzione del disavanzo? (OIC 4, par. 4.5).....43 6) Nel caso di fusione propria e per incorporazione, nellipotesi di assenza di retroattivit contabile, qualora gli effetti della fusione sulla situazione economica e patrimoniale siano significativi, stata predisposta, ad integrazione dellinformativa nel primo bilancio desercizio successivo alla fusione, unapposita situazione economico-patrimoniale sintetica pro-forma, che evidenzi quali sarebbero stati i dati salienti dellesercizio precedente qualora gli effetti della fusione fossero stati riflessi retroattivamente allinizio di tale esercizio? (OIC 4, par. 4.5) ...............................................................................................................................................43 7) Quale parte integrante dellinformativa del primo bilancio desercizio successivo alla fusione, stato predisposto il rendiconto finanziario ed in calce allo stesso stata evidenziata in forma tabellare e per ciascuna incorporata, la presentazione distinta per classi delle attivit e passivit acquisite con la fusione, che non hanno dato luogo a flussi finanziari? (OIC 4, par. 4.5) ...............................................................................................................................................44 8) Qualora sia avvenuta una fusione per incorporazione fra controllante e controllata, nel primo bilancio successivo alla fusione stato verificato che: (OIC 4, par. 4.7)...................................44 9) Qualora sia avvenuta una operazione di scissione, nel caso di beneficiaria neocostituita, nessuna informazione comparativa stata esposta, mentre nel caso di beneficiaria preesistente, la comparazione avvenuta con il suo precedente bilancio desercizio?.................44 IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI...............................................................................................44

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

10 di 97

1) Le immobilizzazioni immateriali sono state classificate nelle seguenti voci: (art. 2424, CC)....44 2) Nelle immobilizzazioni immateriali sono ricompresi solo elementi patrimoniali destinati ad essere utilizzati durevolmente? (art. 2424-bis, c.1, CC)...........................................................44 3) Le immobilizzazioni sono iscritte al netto degli ammortamenti o vi lindicazione nellattivo, in distinte colonne, del valore lordo, dellammortamento gi operato e del valore netto? (Rel. Min. art. 6 del D.Lgs. 127/91; OIC 12, Schema di stato patrimoniale secondo la legislazione civilistica)..............................................................................................................................44 4) Gli anticipi a fornitori per immobilizzazioni immateriali sono esposte separatamente nel bilancio tra le immobilizzazioni nella voce B.I.6? (OIC 24, Immobilizzazioni in corso ed acconti) ................................................................................................................................45 5) Le immobilizzazioni immateriali sono iscritte al costo di acquisto o di produzione? (art. 2426, c.1, n.1, CC)............................................................................................................................45 6) Gli oneri relativi al finanziamento della fabbricazione (interna o presso terzi) computati nel costo di produzione: (art. 2426, c.1, n. 1, CC)..........................................................................45 7) Le immobilizzazioni immateriali rilevate al costo in valuta (art. 2426, c.1, 8-bis; OIC 24, Le immobilizzazioni immateriali nella legislazione civilistica; OIC 26, par. 5.1):..........................45 8) Il costo delle immobilizzazioni immateriali, la cui utilizzazione limitata nel tempo, stato sistematicamente ammortizzato in ogni esercizio in relazione con la loro residua possibilit di utilizzazione? (art. 2426, c.1, n. 2, CC)....................................................................................45 9) Le immobilizzazioni che risultino durevolmente di valore inferiore a quello determinato secondo quanto sopra esposto - che abbiano quindi valore recuperabile inferiore al valore contabile netto - sono state iscritte a tale minor valore? (art. 2426, c.1, n. 3, CC; OIC 24, par. D.IV).......................................................................................................................................45 10) Qualora la societ abbia rivalutato il costo in applicazione di leggi speciali, la rivalutazione stata inclusa fra le riserve di patrimonio netto? (OIC 24, par. D.VI)..........................................46 11) Qualora la societ esponga una perdita di esercizio e nel contempo esponga in bilancio delle immobilizzazioni immateriali quali oneri (costi) pluriennali, stata dimostrata la recuperabilit dei costi iscritti dellattivo? (OIC 24, par. D.IV)..................................................46 12) I costi di impianto e di ampliamento, i costi di ricerca, di sviluppo e di pubblicit aventi utilit pluriennale:............................................................................................................................46 13) In caso di distribuzione di dividendi, stata verificata lesistenza di riserve disponibili sufficienti a coprire lammontare di tali costi (impianto, ampliamento, ricerca, sviluppo e pubblicit) non ancora ammortizzati (art. 2426, c.1, n. 5, CC).................................................46 14) La societ si avvalsa della facolt di capitalizzare i costi di ricerca e sviluppo direttamente sostenuti? (OIC 24, Costi di ricerca, di sviluppo e di pubblicit)............................................46 15) Nel caso in cui siano stati iscritti nellattivo dello stato patrimoniale costi di start up (costi di avviamento, pre-operativi o di pre-apertura), sono state rispettate le condizioni per la loro capitalizzazione? (OIC 24, Alcune tipologie di costi pluriennali)............................................46 16) I costi di addestramento e qualificazione del personale e/o agenti sono stati capitalizzati solo se sostenuti in relazione a unattivit di avviamento di una nuova impresa, di una nuova attivit di impresa o a un processo di riconversione o ristrutturazione industriale? (o commerciale in caso di agenti) (OIC 24, Alcune tipologie di costi pluriennali).......................46 17) Lavviamento acquisito a titolo oneroso iscritto nei limiti del costo per esso sostenuto:.....46 18) I costi di pubblicit capitalizzati sono assimilabili ai costi di impianto e di ampliamento, sono cio funzionali, e quindi quasi essenziali, al buon esito del progetto per il quale i costi di impianto e di ampliamento sono stati sostenuti (lavviare una nuova attivit produttiva, il lanciare un prodotto innovativo, creazione di un nuovo prodotto) e non si riferiscono invece a costi di sostegno della commerciabilit di prodotti gi esistenti? (OIC 24, Costi di ricerca, di sviluppo e di pubblicit)........................................................................................................47 19) Il software applicativo acquistato a titolo di propriet o di licenza duso a tempo indeterminato stato iscritto nella voce B.I.3 Diritti di brevetto industriale e diritti di utilizzazione delle opere dellingegno? Nel caso in cui il corrispettivo periodico sia relativo al software applicativo acquistato a titolo di licenza duso a tempo determinato stato imputato al conto economico e non capitalizzato? Nel caso inoltre il software acquistato su licenza duso preveda il pagamento di un corrispettivo una tantum pagato allinizio a valere per tutto il periodo di licenza, i relativi costi sono stati iscritti nella voce B.I.4 Concessioni, licenze, marchi e diritti simili? (OIC 24, Altre immobilizzazioni immateriali)................................................47 20) Nel caso di software prodotto internamente (OIC 24, Altre immobilizzazioni immateriali):. 47

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

11 di 97

21) La societ ha iscritto nellattivo diritti di brevetto? Questi presentano le caratteristiche e i requisiti di: (OIC 24, Diritti di brevetto industriale e diritti di utilizzazione delle opere dellingegno).........................................................................................................................47 22) Lammortamento dei diritti di brevetto stato determinato sulla base della durata economica con il limite massimo della durata del brevetto? (OIC 24, Diritti di brevetto industriale e diritti di utilizzazione delle opere dellingegno)...............................................................................47 23) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni: (OIC 24, Informazioni nella relazione sulla gestione e nella nota integrativa)..................................................................................48 IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI...................................................................................................49 Parte generale.......................................................................................................................49 1) Le immobilizzazioni materiali sono state classificate nelle seguenti voci (art. 2424, CC):........49 2) Nelle immobilizzazioni materiali sono inclusi unicamente elementi patrimoniali destinati ad essere utilizzati durevolmente? (art. 2424-bis, c. 1, CC)..........................................................49 3) Le immobilizzazioni materiali sono iscritte al costo di acquisto o di produzione? (art. 2426, CC) ...............................................................................................................................................49 4) Le immobilizzazioni materiali la cui valutazione in bilancio correlata ad una valuta estera (art. 2426, c.1, n.8-bis; OIC 26, par. 8.4):................................................................................49 5) Gli oneri relativi al finanziamento della fabbricazione (interna o presso terzi) computati nel costo di produzione: (art. 2426, c.1, n. 1, CC)..........................................................................49 6) Le immobilizzazioni sono iscritte al netto dei relativi fondi ammortamento (art. 2424, CC) o vi lindicazione nellattivo, in distinte colonne, del valore lordo, dellammortamento gi operato e del valore netto? (Rel. Min. art. 6 del D.Lgs. 127/91; OIC 12, Schema di stato patrimoniale secondo la legislazione civilistica).........................................................................................49 7) Nel caso di cespiti che comprendono accessori, componenti o pertinenze, aventi una vita utile di durata inferiore al cespite principale, lammortamento di tali componenti calcolato separatamente rispetto al cespite principale, salvo il caso in cui ci non sia praticabile? (OIC 16, par. D.XI)..........................................................................................................................50 8) I cespiti non usati e destinati da una delibera del CdA allalienazione o attualmente non usati per essere destinati ad altre produzioni sono esposti in bilancio - quando di ammontare significativo - separatamente in apposita voce del circolante? (OIC 16, par. A.I.e)...................50 9) Gli anticipi a fornitori per acquisti di immobilizzazioni materiali sono esposti separatamente nel bilancio tra le immobilizzazioni nella voce B.II.5? (OIC 16, par. E.I)..........................................50 10) Le minusvalenze o le plusvalenze da alienazione di cespiti sono esposti nel conto economico tra:.........................................................................................................................................50 11) Sono state effettuate rivalutazioni unicamente in applicazioni di leggi speciali?...................51 12) Per le immobilizzazioni materiali acquistate in tutto o in parte in cambio di altre immobilizzazioni materiali, il costo del bene acquisito stato contabilizzato:..........................51 13) I costi di, ampliamento, ammodernamento o miglioramento degli elementi strutturali di unimmobilizzazione sono stati capitalizzati solo se hanno comportato un aumento significativo e misurabile di capacit o di produttivit o di sicurezza o di vita utile? (OIC 16, par. D.III).......51 14) Il costo delle immobilizzazioni materiali, la cui utilizzazione limitata nel tempo, stato sistematicamente ammortizzato in ogni esercizio in relazione con la loro residua possibilit di utilizzazione? (art. 2426, c.1, n. 2, CC)....................................................................................51 15) Le immobilizzazioni che, alla data di chiusura dellesercizio, risultino durevolmente di valore inferiore a quello determinato secondo quanto sopra esposto - che abbiano quindi valore recuperabile al di sotto del valore contabile netto - sono state iscritte a tale minor valore? (art. 2426, c.1, n. 3, CC; OIC 16, par. D.XIII)....................................................................................52 16) Ogni cespite obsoleto o non pi utilizzato o utilizzabile o destinato allalienazione stato valutato al minore tra il valore netto contabile e il valore netto di realizzo? (OIC 16, par. D.XIII) ...............................................................................................................................................52 17) Nel caso di cespiti non utilizzati:...........................................................................................52 18) Le immobilizzazioni materiali acquisite a titolo gratuito (ad esempio, tramite donazioni) sono iscritte in bilancio nel momento in cui il titolo di propriet delle stesse stato trasferito allimpresa (nellattivo patrimoniale ed in contropartita tra i proventi straordinari) al presumibile valore di mercato attribuibile alle stesse alla data di acquisizione, al netto degli oneri e dei costi - sostenuti e da sostenere - affinch le stesse possano essere durevolmente ed utilmente inserite nel processo produttivo dellimpresa? Tale valore stato rilevato come

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

12 di 97

provento straordinario nel conto economico e, se rilevante, stata data adeguata illustrazione in nota integrativa? (OIC 16, par. D.II.d)..................................................................................52 19) E stata esercitata la facolt di iscrivere nellattivo le attrezzature industriali e commerciali ad un valore costante, solo qualora siano rispettate tutte le seguenti condizioni (art. 2426, c.1, n. 12, CC):..................................................................................................................................52 20) I pezzi di ricambio di rilevante costo unitario e di uso non ricorrente che costituiscono dotazione necessaria del cespite sono capitalizzati tra le immobilizzazioni materiali ed ammortizzati sulla vita del cespite cui si riferiscono o sulla loro vita utile basata su una stima dei tempi di utilizzo, se inferiore? (OIC 16, par. D.VII)..............................................................53 21) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni:...........................................................53 Beni in leasing (per il locatario)..............................................................................................54 1) Nel bilancio del locatario (utilizzatore), in ottemperanza alle norme di legge, i contratti di leasing sono stati contabilizzati come segue (metodo patrimoniale): (OIC 12, Appendice 2)....54 2) Lindividuazione dei contratti di leasing finanziario stata fatta considerando la formale presenza della clausola di opzione finale di acquisto e della ragionevole previsione di esercizio della stessa, ma anche di altre condizioni, indipendentemente dalla clausola di riscatto che determina, nella sostanza, il trasferimento al locatario della parte prevalente dei rischi e dei benefici inerenti ai beni (OIC 12, Appendice 2)?......................................................................54 3) Nella nota integrativa sono state fornite le seguenti informazioni (OIC 11, Ruolo e funzione dei principi contabili; art. 2427, c.1, n. 22, CC; OIC 12, Appendice 2):...........................................55 Beni in leasing (per il locatore non istituzionale) ...................................................................55 1) E stata fornita informativa circa i crediti e gli interessi impliciti nei contratti di locazione, nonch gli effetti che deriverebbero dallapplicazione del metodo finanziario sulla rappresentazione della situazione patrimoniale, finanziaria ed economica della societ? (OIC 12, Appendice 2)....................................................................................................................55 Operazioni di retrolocazione (Lease back) .............................................................................55 1) Qualora la retrolocazione si configuri come finanziaria, stata rilevata contabilmente la vendita?.................................................................................................................................56 2) Leventuale plusvalenza (differenza positiva fra il prezzo della vendita originaria ed il valore netto contabile dello stesso bene alla data delloperazione) che si dovesse determinare stata rilevata nel conto economico secondo il principio di competenza, tramite liscrizione di risconti passivi e limputazione graduale al conto economico in base alla durata del contratto di leasing? (art. 2425-bis, c. 4, CC).............................................................................................56 3) Nella nota integrativa sono state fornite le seguenti informazioni (OIC 11, Ruolo e funzioni dei principi contabili, art. 2427, c.1, n. 22, CC; OIC 12, Appendice 2):.........................................56 Contributi in conto capitale commisurati al costo delle immobilizzazioni materiali.................57 1) Sono accreditati al conto economico gradualmente in relazione alla vita utile dei cespiti cui si riferiscono ed esposti in bilancio a riduzione del valore dei cespiti ovvero in una voce del passivo tra i risconti (OIC 16, par. F.II.a) .................................................................................57 2) Sono iscritti, al valore nominale, nel momento in cui esiste una ragionevole certezza che le condizioni previste per il riconoscimento del contributo sono soddisfatte e che i contributi saranno erogati? (OIC 16, par. F.II.c).......................................................................................57 3) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni: (OIC 16, par. F.III.b)..............................57 PARTECIPAZIONI E TITOLI..........................................................................................................57 Partecipazioni immobilizzate..................................................................................................57 1) Le partecipazioni immobilizzate sono state classificate nelle seguenti voci (art. 2424, CC):....57 2) Nelle immobilizzazioni finanziarie sono inclusi unicamente elementi patrimoniali destinati ad essere utilizzati durevolmente? (art. 2424-bis, c. 1, CC)..........................................................57 3) Le immobilizzazioni consistenti in partecipazioni sono iscritte al costo di acquisto? (art. 2426, c.1, n. 1, CC)...........................................................................................................................57 4) Nel caso che risultino durevolmente di valore inferiore al costo di acquisto sono state iscritte a tale minor valore? (art. 2426, c.1, n. 3, CC; OIC 20, par. II.3.6)................................................58 5) Si tenuto presente che tale minor valore non pu essere mantenuto nei successivi bilanci se sono venuti meno i motivi della rettifica effettuata? (art. 2426, c.1, n. 3, CC) .........................58 6) Le partecipazioni in altre imprese possedute in misura non inferiore al 20% (10% se con azioni quotate in mercati regolamentati) sono state considerate, in via presuntiva, immobilizzazioni? (art. 2424-bis, c. 2, CC)...........................................................................................................58

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

13 di 97

7) Per le immobilizzazioni consistenti in partecipazioni in imprese controllate e collegate che risultano iscritte per un valore superiore a quello derivante dallapplicazione del metodo del patrimonio netto o, se non vi sia obbligo di redigere il bilancio consolidato, a quello corrispondente alla frazione di patrimonio netto risultante dallultimo bilancio dellimpresa partecipata, la differenza stata motivata in modo preciso e puntuale nella nota integrativa? (art. 2426, c.1, n. 3, CC; OIC 20, par. II.3.4.)............................................................................58 8) Sono escluse dalla valutazione con il metodo del patrimonio netto le partecipazioni per le quali (OIC 20, par. II. 3.5):...............................................................................................................58 9) Per le partecipazioni valutate con il metodo del patrimonio netto stata adeguatamente analizzata la differenza tra costo dacquisto e patrimonio netto contabile della partecipata alla data di acquisto della partecipazione (tenendo conto anche delle imposte differite ed anticipate)? (OIC 21, parr. 3.3.a e 3.3.b).................................................................................58 10) Nellapplicazione del metodo del patrimonio netto sono state considerate le seguenti rettifiche (OIC 21, par. 3.3.c.):.................................................................................................59 11) Le plusvalenze derivanti dallapplicazione del metodo del patrimonio netto negli esercizi successivi rispetto al valore indicato nel bilancio dellesercizio precedente vengono accreditate al conto economico della partecipante (trattamento contabile preferito) o direttamente in una riserva non distribuibile (trattamento contabile alternativo)? (art. 2426, c.1, n. 4, CC; OIC 21, par. 3.3.f)..........................................................................................................................59 12) Le minusvalenze derivanti dallapplicazione del metodo del patrimonio netto vengono comunque addebitate a conto economico, eventualmente liberando la riserva non distribuibile in precedenza costituita a tale titolo? (art. 2426, c.1, n. 4, CC; OIC 21, par. 3.3.f)...................59 13) Il metodo del patrimonio netto stato applicato ad ogni singola partecipazione e non su base aggregata? (OIC 21, par. 3.2.h)...............................................................................................59 14) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni:...........................................................59 Titoli immobilizzati.................................................................................................................62 1) Nei titoli facenti parte delle immobilizzazioni finanziarie sono inclusi unicamente elementi patrimoniali destinati ad essere utilizzati durevolmente? (art. 2424-bis, c. 1, CC)..................................................................................................................................62 2) I titoli immobilizzati sono iscritti nellattivo al netto dei fondi di svalutazione? (Rel. Min. allart. 2424-bis, CC)..........................................................................................................................62 3) Leventuale trasferimento di un titolo da attivit immobilizzata ad attivo circolante conseguente al venir meno delle ragioni che avevano condotto alla precedente iscrizione (OIC 20, par. I.1).............................................................................................................................62 4) Lutile o la perdita da realizzo di titoli immobilizzati sono rilevati tra i proventi o gli oneri straordinari? (OIC 20, par. I.2).................................................................................................62 5) La valutazione dei titoli, quotati o non quotati, viene effettuata titolo per titolo, attribuendo a ciascun titolo il costo specificatamente sostenuto? (OIC 20, par. I.6.1)....................................62 6) I premi o gli oneri di sottoscrizione, cos come gli scarti di negoziazione partecipano al risultato desercizio secondo competenza economica? (OIC 20, par. I.3)...............................................62 7) I titoli senza cedola (zero coupon) sono iscritti, allatto dellacquisto, al costo sostenuto? La loro remunerazione viene esplicitata in ogni esercizio con contropartita patrimoniale nei ratei e risconti attivi? (OIC 20, par. I.3)...............................................................................................63 8) Qualora il titolo immobilizzato alla data di chiusura dellesercizio risulti durevolmente di valore inferiore rispetto a quello di iscrizione, stata iscritto a tale minor valore? (art. 2426, c.1, n. 3, CC; OIC 20, par. I.6.2).............................................................................................................63 9) Nel caso in cui siano venuti meno i motivi di una precedente rettifica effettuata per perdita durevole di valore, stato ripristinato il valore originario? (art. 2426, c.1, n. 3 CC; OIC 20, par. I.6.3).......................................................................................................................................63 10) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni:...........................................................63 Partecipazioni comprese nel circolante..................................................................................63 1) Le partecipazioni non immobilizzate sono state classificate nelle seguenti voci (art. 2424, CC): ...............................................................................................................................................63 2) Le attivit finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni sono iscritte al costo di acquisto (calcolato secondo lart. 2426, c.1, n. 1, CC) ovvero al valore di realizzazione desumibile dallandamento del mercato, se minore? (art. 2426, n. 9, CC; OIC 20, par. I.7)........................64 3) Le riprese di valore effettuate nellesercizio si fondano su presupposti adeguati?...................64

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

14 di 97

4) La configurazione di costo adottata, ove possibile quella del costo specifico? (OIC 20, par. I. 7.1).........................................................................................................................................64 5) Il costo stato calcolato con uno dei seguenti metodi: (art. 2426, c.1, n. 10, CC; OIC 20, par. I. 7.1)............................................................................................64 6) Lapplicazione del principio del minore tra costo e mercato stata effettuata titolo per titolo? (OIC 20, par. I. 7.2).................................................................................................................64 7) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni..............................................................64 Titoli compresi nel circolante.................................................................................................65 1) I titoli compresi nel circolante sono iscritti al minore tra il costo di acquisto inclusivo degli oneri accessori ed il valore di realizzazione desumibile dallandamento del mercato? (art. 2426, c.1, n. 9, CC; OIC 20, par. I.7.1).....................................................................................................65 2) Nel caso in cui siano venuti meno i motivi di una precedente svalutazione al minor valore di realizzazione, effettuato il ripristino al valore originario? (art. 2426, n. 9, CC; OIC 20, par. I.7.2).......................................................................................................................................65 3) I titoli che non costituiscono immobilizzazioni sono iscritti nellattivo al netto dei relativi fondi svalutazione? (Rel. Min. allart. 2424-bis, CC)..........................................................................65 4) La configurazione di costo adottata, ove possibile, quella del costo specifico? (OIC 20, par. I.7.1).......................................................................................................................................65 5) Alternativamente al costo specifico si utilizzato uno dei seguenti metodi di configurazione del costo: (art. 2426, c.1, n. 10, CC; OIC 20, par. I.7.1)............................................................65 6) Se il valore ottenuto con uno dei metodi indicati differisce in misura apprezzabile dai prezzi correnti alla chiusura dellesercizio, viene indicata la differenza, per categoria di beni, nella nota integrativa? (art. 2426, c.1, n. 10, CC)............................................................................65 7) Il valore di mercato dei titoli non immobilizzati quotati viene determinato con riferimento alle quotazioni di borsa in modo tale da consentire di desumere un rappresentativo andamento? (OIC 20, par. I.7.2)..................................................................................................................65 8) Landamento dei prezzi di mercato successivo alla data di bilancio tenuto in adeguata considerazione per formulare un valore di realizzazione? (OIC 20, par. I.7.2)..........................65 9) Per i titoli ceduti successivamente alla data di bilancio il prezzo di mercato rappresentato dal prezzo di vendita? (OIC 20, par. I.7.2).....................................................................................65 10) Per i titoli per i quali non disponibile il valore di mercato, sono state utilizzate tutte le informazioni disponibili, o reperibili, allo scopo di accertare lesistenza di valori di mercato inferiori al costo? In tal caso, questi titoli sono stati opportunamente svalutati? (OIC 20, par. I.7.2).......................................................................................................................................66 11) Lapplicazione del principio del minore tra costo e mercato stata effettuata titolo per titolo? (OIC 20, par. I.7.2)..................................................................................................................66 12) La valutazione dei titoli a reddito fisso al costo in ogni esercizio rettificata, eventualmente tramite liscrizione di un rateo, per tenere conto dellammontare dellaggio e del riconoscimento del disaggio? (OIC 20, par. I.3)........................................................................66 13) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni:...........................................................66 Partecipazioni e Titoli iscritti nellattivo circolante - Effetti del D.L. 29 novembre 2008, n. 185 convertito nella Legge 28 gennaio 2009, n. 2 .......................................................................66 1) La societ si avvalsa della disciplina transitoria prevista dalla L. 2/09 che permette di derogare, in via temporanea, alle norme previste dal CC, mantenendo Partecipazioni e Titoli compresi nel circolante al valore risultante dallultimo bilancio o, ove disponibile, dallultima relazione semestrale regolarmente approvati anzich al valore di realizzazione desumibile dallandamento del mercato, fatta eccezione per le perdite di carattere durevole?.................66 2) In caso affermativo sono state fornite nella nota integrativa le seguenti informazioni: ...........66 3) Sono state inoltre fornite nella Relazione sulla Gestione indicazioni in merito alleffetto della mancata svalutazione sui dati e le informazioni fornite relativamente alla posizione finanziaria, se rilevanti per la valutazione della situazione patrimoniale e finanziaria e del risultato economico dellesercizio.........................................................................................................67 RIMANENZE...............................................................................................................................67 1) Le rimanenze sono state classificate nelle seguenti voci: (art. 2424, CC)................................67 2) Le rimanenze sono iscritte al minore tra il costo di acquisto o di produzione ed il valore di realizzazione desumibile dallandamento del mercato? (art. 2426, c.1, n. 9, CC; OIC 13, par. D.II.b).....................................................................................................................................67

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

15 di 97

3) Le voci delle rimanenze sono iscritte nellattivo al netto dei relativi fondi svalutazione? (Rel. Min. allart. 2424-bis, CC)........................................................................................................67 4) Nel caso in cui siano venuti meno i motivi di una precedente svalutazione al minor valore di realizzazione, effettuato il ripristino al valore originario? (art. 2426, c.1, n. 9, CC; OIC 13, par. D.VII.f)....................................................................................................................................67 5) Il costo delle rimanenze viene calcolato con uno dei seguenti metodi alternativi: (art. 2426, c.1, n. 10, CC; OIC 13, par. D.IV).............................................................................................67 6) Nel costo di acquisto sono inclusi gli oneri accessori? (art. 2426, c.1, n. 1 e 9, CC; OIC 13, par. D.III.c e D.III.d)........................................................................................................................67 7) Nella determinazione del costo di produzione si tenuto conto di: (art. 2426, c.1, n. 1, CC; OIC 13, par. D.III.e), f) e g)............................................................................................................67 8) E stata eccezionalmente esercitata la facolt di aggiungere al costo di produzione oneri relativi al finanziamento del processo dinvecchiamento pluriennale? (art. 2426, c.1, n. 1, CC; OIC 13, par. D.III.m)................................................................................................................67 9) Le spese generali di produzione sono imputate ai prodotti tenendo conto della normale capacit produttiva degli impianti (quindi senza considerare situazioni anomale quali scioperi, crisi di vendita e conseguente Cassa Integrazione Guadagni, ecc.)? ((OIC 13, parr. D.III.g) e h) ...............................................................................................................................................68 10) Le spese generali ed amministrative, i costi di produzione anomali, i costi di distribuzione e le spese di ricerca sono esclusi dal calcolo del costo di produzione? (OIC 13, par. D.III.h)............68 11) E rispettata la seguente definizione di valore di mercato: (OIC 13, par. D.VI.b).................68 12) La valutazione delle rimanenze al minore tra costo e mercato effettuata voce per voce? (OIC 13, par. D.VII.a)...............................................................................................................68 13) E stato applicato il principio del minore tra costo e mercato anche agli ordini confermati di acquisto o di vendita? (OIC 13, parr. D.VII.b) e D.X)................................................................68 14) Le merci obsolete e a lento rigiro sono state valutate al valore di netto realizzo? (OIC 13, par. D.VII.d)...................................................................................................................................68 15) Le materie prime e i semilavorati sono svalutati solo nel caso in cui il valore di netto realizzo del prodotto finito, al netto dei costi di completamento, sia inferiore al loro valore di costo? (OIC 13, par. D.VI.b)................................................................................................................68 16) Le materie prime, sussidiarie e di consumo, sono iscritte nellattivo ad un valore costante solo nel caso in cui siano costantemente rinnovate e complessivamente di scarsa importanza in rapporto allattivo di bilancio e sempre che non si abbiano variazioni sensibili nella loro entit, valore e composizione? (art. 2426, c.1, n. 12, CC)........................................................68 17) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni:...........................................................68 LAVORI IN CORSO SU ORDINAZIONE..........................................................................................69 1) I lavori in corso su ordinazione sono stati classificati nellapposita voce (art. 2424, CC)..........69 2) I lavori in corso per opere eseguite su commessa sono indicati nello stato patrimoniale tra le attivit al netto di eventuali fondi rettificativi? (Rel. Min. allart. 2424-bis, CC)........................69 3) Gli anticipi e gli acconti per opere eseguite su commessa sono rilevati nel passivo dello stato patrimoniale? (art. 2424, CC; OIC 23, par. D.I.b)......................................................................69 4) E stato adottato uno dei seguenti criteri di valutazione per le commesse a lungo termine: (art. 2426, c.1, n. 11, CC; OIC 23, par. C)........................................................................................69 5) Il criterio di valutazione scelto applicato a tutte le commesse di tipologia simile? (OIC 23, par. C.IV)................................................................................................................................69 6) Esistono le condizioni previste per lapplicazione del criterio della percentuale di completamento? (OIC 23, par. C.I)..........................................................................................69 7) Lutilizzo del criterio del costo giustificato dalla mancanza delle condizioni per lapplicazione del criterio della percentuale di completamento? (OIC 23, par. C.III).......................................69 8) Qualora sia stato utilizzato il criterio della percentuale di completamento, i lavori in corso su ordinazione sono stati iscritti sulla base dei corrispettivi contrattuali maturati con ragionevole certezza? (art. 2426, c.1, n. 11, CC)........................................................................................69 9) Per applicare il criterio della percentuale di completamento stato adottato uno dei seguenti metodi: (OIC 23, par. D.II.b)....................................................................................................70 10) Il metodo scelto stato adottato per tutte le commesse con tipologia similare? (OIC 23, par. D.II.b).....................................................................................................................................70

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

16 di 97

11) Nel caso sia stato utilizzato il metodo del cost-to-cost: (OIC 23, par. D.II.c).......................70 12) Nel caso sia stato utilizzato il metodo delle ore lavorate esiste la possibilit (e la capacit) di formulare attendibili stime dei costi diretti di commessa e del totale delle ore di lavoro necessari per il completamento della commessa? (OIC 23, par. D.II.d)....................................70 13) Nel caso sia stato utilizzato il metodo delle unit consegnate: (OIC 23, par. D.II.e)...............70 14) Nel caso sia stato utilizzato il metodo delle misurazioni fisiche: (OIC 23, par. D.II.f)..............70 15) Qualora il contratto preveda dei prezzi per singole fasi di lavoro, la valutazione della commessa comunque stata effettuata nella sua globalit? (OIC 23, par. D.III)......................70 16) Nel caso sia stato adottato il criterio della commessa completata, sono stati seguiti i Principi Contabili enunciati nellOIC 13 e nelle norme di legge (art. 2426, c.1, n. 1, 9 e 10, CC) sulle rimanenze di magazzino? (OIC 23, par. E.I.a)..........................................................................71 17) E stata considerata con la dovuta prudenzialit la revisione prezzi contrattuale nella stima dei ricavi totali di commessa? (OIC 23, par. F.I).......................................................................71 18) Le richieste di corrispettivi aggiuntivi (claims) sono state contabilizzate limitatamente agli ammontari la cui manifestazione e quantificazione ragionevolmente certa? (OIC 23, par. F.II) ...............................................................................................................................................71 19) I costi per lacquisizione della commessa sono: (OIC 23, par. G.I).........................................71 20) Qualora sia adottato il criterio della percentuale di completamento, i costi pre-operativi di commessa sono differiti (normalmente tra le immobilizzazioni immateriali - altre) quando sostenuti ed ammortizzati negli esercizi successivi in funzione dellavanzamento dei lavori determinato con le modalit previste per lapplicazione del criterio della percentuale di completamento? (OIC 23, par. G.II).........................................................................................71 21) Sono stati effettuati adeguati stanziamenti (con iscrizione al passivo tra i fondi per rischi od oneri) per gli oneri che normalmente vengono sostenuti dopo la chiusura della commessa (es.: smobilizzo cantiere, collaudi, penalit, manutenzione, garanzie, ecc.)? (OIC 23, par. G.III) ...............................................................................................................................................71 22) I materiali in attesa di impiego nella commessa, ove di per s non costituiscano contrattualmente oggetto di corrispettivo, sono esposti, quale componente dellattivo patrimoniale, tra le rimanenze di materie prime, sussidiarie e di consumo e come tali valorizzati? (OIC 23, par. G.IV)................................................................................................71 23) Indipendentemente dal criterio di valutazione adottato e dallo stato di avanzamento della commessa, le perdite previste per il completamento della stessa sono state interamente accantonate (stanziamento tra i Fondi per rischi e oneri oppure riduzione del valore delle rimanenze finali) nellesercizio in cui sono divenute prevedibili? (OIC 23, par. H)....................71 24) Nel caso sia adottato il criterio della commessa completata o della percentuale di completamento con il metodo del cost-to-cost o altri metodi in cui la valutazione dei lavori sia funzione dei ricavi e dei proventi previsti, gli interessi passivi sono considerati costi di commessa solo se si verificano le specifiche condizioni previste? (OIC 23, par. L)...................72 25) Qualora i prezzi contrattuali ed i costi di commessa siano espressi in moneta estera: (OIC 23, par. M)....................................................................................................................................72 26) Le rettifiche di ricavo o di costo che emergono successivamente alla chiusura della commessa sono rilevati nellesercizio in cui si verificano come valore della produzione o costi di produzione di quellesercizio? (OIC 23, par. N)....................................................................72 27) La nota integrativa contiene informazioni circa:...................................................................72 CREDITI.....................................................................................................................................73 1) I crediti sono stati classificati nelle seguenti voci: (art. 2424 CC)............................................73 2) La classificazione dei crediti nello stato patrimoniale avviene considerando la natura del debitore (crediti verso clienti, controllate, collegate, controllanti, altre consociate, soci, altri, ecc.)? (art. 2424, CC; OIC 15, par. C.II.a).................................................................................73 3) Sono indicati separatamente i crediti esigibili oltre lesercizio successivo, esclusi i crediti scaduti?. La scadenza deve essere determinata considerando i termini di fatto del realizzo ove questi contrastino con i presupposti contrattuali, in particolare nel caso di crediti verso consociate? (art. 2424, CC; OIC 15, par. C.II.b.).......................................................................74 4) I crediti sono rappresentati nello stato patrimoniale al netto dei relativi fondi svalutazione e degli altri accantonamenti stanziati per rettificare i crediti (resi, sconti e abbuoni) e per ridurli al valore di presunto realizzo? (Rel. Min. allart. 2424-bis, CC; OIC 15, par. C.III)......................74 5) Nella determinazione del fondo svalutazione crediti, sono state considerate sia le perdite dovute a situazioni di inesigibilit gi manifestatisi, sia quelle altre inesigibilit non ancora

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

17 di 97

manifestatesi ma temute o latenti? (OIC 15, par. D.II) E stata considerata la possibilit di recupero degli interessi di mora? (OIC 15, par. D IX)...............................................................74 6) Gli interessi non maturati inclusi nel valore dei crediti sono stati riscontati? (OIC 15, par. D.II.f) ...............................................................................................................................................74 7) Sono stati attualizzati i crediti, a media e lunga scadenza, che non comportano un interesse o che comportano un interesse irragionevolmente ridotto? (OIC 15, par. D.III)...........................74 8) Per le cessione di credito con azione di regresso (pro-solvendo): (OIC 15, par. D.VII.b)...........74 9) Per le cessioni di credito senza azione di regresso (pro soluto): (OIC 15, par. D.VII.a).............74 10) Il credito rappresentato dalle ricevute bancarie cedute alle banche non stato rimosso dal bilancio sino allincasso delle stesse? (OIC 15, par. D.XI.d)......................................................75 11) I conti anticipi da clienti sono registrati tra le passivit? (art. 2424, CC)...............................75 12) Nel conto economico sono stati classificati correttamente gli oneri e i proventi derivanti dai crediti (OIC Interpretativo 1):..................................................................................................75 13) Nella nota integrativa sono fornite le seguenti informazioni:.................................................75 RATEI E RISCONTI......................................................................................................................76 1) Nella voce ratei e risconti attivi sono stati iscritti i proventi di competenza dellesercizio esigibili in esercizi successivi, e i costi sostenuti entro la chiusura dellesercizio ma di competenza di esercizi successivi? (art. 2424-bis, c. 6, CC).....................................................76 2) Nella voce ratei e risconti passivi sono stati iscritti i costi di competenza dellesercizio esigibili in esercizi successivi e i proventi percepiti entro la chiusura dellesercizio ma di competenza di esercizi successivi? (art. 2424-bis, c. 6, CC)............................................................................76 3) Il disaggio su prestiti separatamente indicato tra i ratei e risconti attivi ed ammortizzato in ogni esercizio per il periodo di durata del prestito? (art. 2426, c. 1, n. 7, CC; OIC 18, Rilevazione e classificazione)...............................................................................................76 4) Laggio su prestiti separatamente indicato tra i ratei e risconti passivi? (art. 2424, CC; OIC 18, Rilevazione e classificazione).........................................................................................77 5) Sono state iscritte in tali voci soltanto quote di costi e proventi, comuni a due o pi esercizi, lentit dei quali varia in ragione del tempo? (art. 2424-bis, c. 6, CC; OIC 18, I ratei e risconti nella legislazione civilistica)..................................................................................................77 6) I risconti attivi e passivi, in quanto crediti e debiti di servizi (non pecuniari) sono riflessi in bilancio al cambio storico, indipendentemente dalle fluttuazioni che possono essere intercorse tra i cambi? (OIC 18, nota 2)...................................................................................................77 7) I ratei attivi e passivi, poich rappresentativi di crediti e debiti in moneta, sono stati rilevati in base a quanto disposto dal principio OIC 26? (OIC 18, Valutazione).....................................77 8) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni (OIC 18, Nota integrativa): ................77 DISPONIBILITA LIQUIDE.............................................................................................................77 1) Le disponibilit liquide sono state classificate nelle seguenti voci (art. 2424, CC):..................77 2) I saldi dei conti bancari tengono conto di tutti gli assegni emessi e dei bonifici disposti entro la data di chiusura dellesercizio e degli incassi effettuati dalle banche od altre istituzioni creditizie ed accreditati nei conti prima della chiusura dellesercizio, anche se la relativa documentazione bancaria pervenuta nellesercizio successivo? (OIC 14, par. B.II.)...............77 3) I fondi esistenti allestero che non possono essere rimpatriati a causa di restrizioni valutarie, ma che si prevede verranno utilizzati ai fini della gestione locale, sono indicati in nota integrativa e, se di ammontare particolarmente rilevante, sono esposti in apposita sottovoce dello stato patrimoniale? (OIC 14, par. D.III.)...........................................................................77 4) E stato rispettato il divieto di non compensare conti bancari attivi e passivi anche se della stessa natura e tenuti presso la stessa banca? (art. 2423-ter, c. 6, CC; OIC 14, par. D.V)........77 5) Le giacenze di cassa sono valutate al valore nominale? (OIC 14, par. E).................................78 6) I depositi bancari, depositi postali, assegni (di conto corrente, circolari e assimilati) sono valutati al presumibile valore di realizzo? (OIC 14, par. E).......................................................78 7) Le disponibilit in valuta estera sono valutate al cambio in vigore alla data di chiusura dellesercizio? (OIC 14, par. E) ...............................................................................................78 8) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni:.............................................................78 PATRIMONIO NETTO..................................................................................................................78 Parte generale.......................................................................................................................78

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

18 di 97

1) Le voci di patrimonio netto sono state classificate nella seguenti voci (art. 2424, CC):...........78 2) E stato rispettato lobbligo di accantonare alla riserva legale almeno la ventesima parte degli utili netti annuali, fino a che tale riserva non abbia raggiunto il quinto del capitale sociale? (art. 2430, c.1, CC).........................................................................................................................78 3) Qualora la riserva legale sia diminuita per qualsiasi ragione, stato rispettato lobbligo di reintegrazione a norma dellart. 2430, c.2, CC?.......................................................................78 4) E stato rispettato il divieto di distribuire la riserva da soprapprezzo delle azioni, ivi compresa anche quelle derivanti dalla conversione di obbligazioni, fino a che la riserva legale non abbia raggiunto il quinto del capitale sociale? (art. 2431, CC)...........................................................78 5) In caso di acquisto di azioni proprie o di azioni/quote della societ controllante stata costituita una riserva indisponibile di importo pari a quello delle azioni proprie o delle azioni/quote della societ controllante iscritte nellattivo? (art. 2357-ter, c. 3,CC e art. 2359-bis, c.4, CC)...................................................................................................................................78 6) E stato rispettato il principio di imputare alla voce Altre riserve eventuali versamenti in conto capitale o a copertura perdite effettuati dai soci durante lesercizio senza farli transitare da conto economico? (OIC 28, par. D.VII)................................................................................79 7) Nel caso in cui la societ, nel corso dellesercizio, abbia distribuito acconti sui dividendi va rispettato lobbligo di iscrivere tali acconti, con il segno meno, nella voce IX. del patrimonio netto e pertanto la voce IX stata scomposta in due sottovoci: a) utile risultante dal conto economico: b) (meno) acconti sui dividendi (OIC 28, par. III A.4).............................................79 8) Nel caso in cui vi sia conferimento di beni in natura e la successiva revisione della stima del perito dimostri che il valore dei conferimenti inferiore di oltre un quinto al valore peritale, limporto, pari alla differenza fra il valore originariamente contabilizzato e quello determinato in sede di revisione della stima, stato iscritto in un conto denominato minusvalenza da apporto di beni in natura a rettifica del patrimonio netto? (OIC 28, par. I.6)...........................79 9) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni:.............................................................79 Prospetto delle variazioni nelle voci del patrimonio netto ......................................................80 10) La nota integrativa indica le variazioni intervenute nella consistenza delle voci del patrimonio netto? (art. 2427, c. 1, n. 4, CC; OIC 28, Nota integrativa, lett. a).........................................80 11) Le informazioni sono presentate nella forma di prospetto? (OIC 28, par. IV).........................80 STRUMENTI FINANZIARI PARTECIPATIVI.....................................................................................81 1) La societ ha emesso strumenti finanziari partecipativi, forniti di diritti patrimoniali o anche amministrativi, escluso il voto nellassemblea generale degli azionisti, a fronte di: (OIC 12, Appendice 1)..........................................................................................................................81 2) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni:.............................................................81 FONDI PER RISCHI ED ONERI E PASSIVITA POTENZIALI..............................................................81 Fondi per rischi ed oneri........................................................................................................81 1) I fondi per rischi ed oneri sono stati classificati nelle seguenti voci (art. 2424, CC):................81 2) Gli accantonamenti per rischi ed oneri sono destinati soltanto a coprire perdite o debiti di natura determinata, di esistenza certa o probabile, dei quali tuttavia alla chiusura dellesercizio sono indeterminati o lammontare o la data di sopravvenienza? (art. 2424-bis, c. 3, CC).........81 3) Gli accantonamenti a fondi per rischi ed oneri sono distinti tra: (OIC 19, par. A.II)..................81 4) E rispettato il principio di non utilizzare fondi per rischi ed oneri per: (OIC 19, par. A.III)........82 5) Nella valutazione dei fondi per rischi ed oneri sono stati considerati i principi generali della competenza e della prudenza? (OIC 19, par. C.I).....................................................................82 6) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni:.............................................................82 Passivit potenziali................................................................................................................82 1) Le perdite derivanti da potenzialit sono rilevate in bilancio, se esistono le seguenti condizioni: (OIC 19, par. C.VI)...................................................................................................................82 2) Tali perdite sono rilevate in bilancio nei fondi per rischi ed oneri?..........................................82 3) E stato rispettato il divieto di effettuare stanziamenti generici? (OIC 19, par. C.VI.g).............82 4) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni (OIC 19, par. D.f)...................................82 TFR, DEBITI E ALTRE PASSIVITA................................................................................................83 1) I debiti sono rappresentati separatamente per natura del creditore: fornitori, soci, controllate, collegate, controllanti, ecc.? (art. 2424, CC)............................................................................83

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

19 di 97

2) I debiti sono stati classificati nelle seguenti voci: (art. 2424, CC)............................................83 3) I crediti verso i propri creditori sono classificati tra le attivit di bilancio a meno che non vi sia leffettiva possibilit di compensazione da un punto di vista legale? (art. 2423-ter, c. 6, CC; OIC 19, par. L.II.c).........................................................................................................................83 4) Per i debiti stata data indicazione separata degli importi esigibili oltre lesercizio successivo? (art. 2424, CC)........................................................................................................................83 5) La voce Acconti accoglie gli anticipi ricevuti dai clienti per forniture di beni o servizi non ancora effettuate e gli acconti, con o senza funzione di caparra, su operazioni di cessione di immobilizzazioni materiali, immateriali e finanziarie? (OIC 19, par. L.III)..................................83 6) I Debiti verso banche comprendono i debiti contratti nei confronti degli enti creditizi, sia per scoperti di conto corrente, sia per finanziamento a titolo diverso? (OIC 19, par. L.III)..............84 7) I Debiti verso banche esprimono leffettivo debito per capitale, interessi ed oneri accessori maturati ed esigibili alla data di bilancio, anche se gli interessi ed accessori vengono addebitati successivamente a tale data? (OIC 19, par. M.V).....................................................................84 8) I Debiti verso fornitori sono registrati al netto degli sconti commerciali, dei resi e delle rettifiche di fatturazione? (OIC 19, par. M.II)............................................................................84 9) Il Debito per obbligazioni corrisponde allammontare totale del debito residuo in linea capitale alla data di bilancio secondo il piano di rimborso? (OIC 19, par. M.III).........................84 10) Nella voce Debiti verso altri finanziatori sono iscritti i debiti contratti con finanziatori diversi dagli enti creditizi, come ad esempio: (OIC 19, par. L.III).........................................................84 11) Il prestito a breve ottenuto mediante apertura di credito, che si qualifica come prefinanziamento, classificato tra le passivit a medio-lungo termine se vi la ragionevole certezza che il mutuo venga ottenuto? (OIC 19, par. L.II.c.).....................................................84 12) Il Trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato iscritto nella voce C del passivo come previsto dallart. 2424? (OIC 19, par. F)...................................................................................84 13) I debiti ed altre passivit espresse in Euro sono esposti al valore nominale? (OIC 19, par. M.I) ...............................................................................................................................................84 14) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni:...........................................................84 OPERAZIONI DI COMPRAVENDITA CON OBBLIGO DI RETROCESSIONE........................................86 1) La societ ha posto in essere operazioni di compravendita con obbligo di retrocessione?.......86 2) In particolare la natura delloperazione si configura, nella sostanza, come un finanziamento o come un prestito di beni? (OIC 12, Appendice 5)...............................................................86 3) Nel primo caso (finanziamento) il venditore a pronti ha (OIC 12, Appendice 5):...............86 4) Nel secondo caso (prestito di beni) il venditore a pronti ha (OIC 12, Appendice 5):...........86 5) Nel caso in cui la societ che redige il bilancio desercizio sia lacquirente a pronti e la pattuizione si configuri come un finanziamento, la societ stessa ha proceduto a (OIC 12, Appendice 5):.........................................................................................................................87 6) Nel caso in cui la societ che redige il bilancio desercizio sia lacquirente a pronti e la pattuizione si configuri come un prestito di beni, la societ stessa ha (OIC 12, Appendice 5): ...............................................................................................................................................87 7) La nota integrativa contiene le seguenti informazioni:............................................................87 CONTI DORDINE.......................................................................................................................88 1) In calce allo stato patrimoniale, risultano evidenziate le garanzie prestate direttamente e indirettamente, distinguendosi tra fideiussioni, avalli, altre garanzie personali e garanzie reali, ed indicando separatamente, per ciascun tipo, le garanzie prestate a favore di imprese controllate e collegate, di controllanti e di imprese sottoposte al controllo di queste ultime, oltre agli altri conti dordine? (art. 2424, c. 3, CC)...................................................................88 2) Gli ammontari dei conti dordine sono quindi (OIC 22, par. A):................................................88 3) I conti dordine sono suddivisi nelle categorie (OIC 22, par. B):...............................................88 4) I rischi assunti dallimpresa comprendono:.............................................................................88 5) Le altre garanzie comprendono le lettere di patronage forte, relative ad esempio alla dichiarazione di mantenimento della solvibilit o a quella di assunzione del rischio di perdite? (OIC 22, par. B.II.f)..................................................................................................................88

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

20 di 97

6) Qualora sia probabile che il garantito escuta la garanzia e se si ritiene che il valore di questultima superi quello del valore di realizzo del credito di regresso, la differenza stata appostata in un adeguato fondo rischi? (OIC 22, par. B.II.g)....................................................88 7) Tra gli impegni assunti dallimpresa sono iscritti i valori conseguenti a contratti ad esecuzione differita, con esclusione: (OIC 22, par. B.III.a)..........................................................................88 8) Nel caso in cui la societ abbia costituito uno o pi patrimoni destinati ad uno specifico affare e qualora la deliberazione costitutiva preveda una responsabilit illimitata della societ per le obbligazioni contratte in relazione allo specifico affare, limpegno da ci derivante risulta in calce allo stato patrimoniale? (art. 2447-septies, CC)..............................................................88 9) Tra i conti dordine sono iscritti i beni di terzi che, temporaneamente, si trovano presso limpresa a titolo di deposito, di pegno, cauzione, lavorazione, comodato (nel caso, solo se di rilevante valore e cos via? (OIC 22, par. B.IV).........................................................................89 10) Nellesposizione dei conti dordine: (OIC 22, par. C.I)............................................................89 11) I rischi per garanzie concesse per debiti altrui sono espressi nei conti dordine per un importo pari allammontare della garanzia prestata, con indicazione in nota integrativa dellimporto del debito garantito alla data di riferimento del bilancio, se inferiore? (OIC 22, par. C.II.a)............89 12) Gli impegni sono indicati nei conti dordine al valore nominale desumibile dalla relativa documentazione? (OIC 22 par. C.II.b)......................................................................................89 13) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni (art. 2427, c.1, n. 9, CC; OIC 22, par. D): ...............................................................................................................................................89 CONTO ECONOMICO..................................................................................................................89 1) I ricavi, i proventi, i costi e gli oneri sono stati indicati al netto dei resi, degli sconti, abbuoni e premi, nonch delle imposte direttamente connesse con la vendita dei prodotti e la prestazione dei servizi? (art. 2425-bis, c. 1, CC)......................................................................89 2) I ricavi delle vendite e delle prestazioni si riferiscono allattivit ordinaria limitatamente alla parte avente natura caratteristica? (OIC 12, Schema di conto economico secondo i principi contabili)...............................................................................................................................90 3) I ricavi e i proventi, i costi e gli oneri relativi ad operazioni in valuta devono essere determinati al cambio corrente alla data nella quale la relativa operazioni e compiuta (art. 2425-bis, c. 2, CC).........................................................................................................................................90 4) I proventi e gli oneri relativi ad operazioni di compravendita con obbligo di retrocessione a termine, ivi compresa la differenza fra prezzo a termine e prezzo a pronti, devono essere iscritti per le quote di competenza dellesercizio (art. 2425-bis, c. 3, CC)................................90 5) Le rettifiche di valore relative a svalutazioni e ad eventuali ripristini del valore originario correggono algebricamente le poste Variazioni delle rimanenze dei prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e finiti, Variazione dei lavori in corso di ordinazione, Variazioni delle rimanenze di materie prime sussidiarie di consumo e di merci? (OIC 12, Schema di conto economico secondo i principi contabili)........................................................................90 6) Gli incrementi di immobilizzazioni per lavori interni comprendono il totale dei costi capitalizzati per la realizzazione interna, nel corso dellesercizio, delle immobilizzazioni materiali ed immateriali? (OIC 12, Schema di conto economico secondo i principi contabili).......................90 7) Nella voce Altri ricavi e proventi:.........................................................................................90 8) I costi per materie prime, sussidiarie di consumo e merci sono relativi agli acquisti necessari alla produzione e/o al commercio dei beni oggetto dellattivit ordinaria dimpresa e sono al netto di resi, sconti, abbuoni, premi e imposte direttamente connessi con gli acquisti? (OIC 12, Schema di conto economico secondo i principi contabili).....................................................90 9) I costi per servizi sono relativi allattivit ordinaria? (OIC 12, Schema di conto economico secondo i principi contabili)...................................................................................................90 10) I compensi e i rimborsi spese ad amministratori e sindaci sono classificati tra i costi per servizi? (OIC 12, Schema di conto economico secondo i principi contabili)...........................90 11) I costi per godimento di beni di terzi si riferiscono ai corrispettivi pagati per il godimento di beni materiali ed immateriali non di propriet sociale destinati allesercizio dellattivit dimpresa? (OIC 12, Schema di conto economico secondo i principi contabili)......................90 12) Gli accantonamenti per rischi comprendono accantonamenti che hanno come contropartita la voce B 3 del passivo dello stato patrimoniale (Altri fondi per rischi e oneri)? (OIC 12, Schema di conto economico secondo i principi contabili)....................................................................90

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

21 di 97

13) Gli altri accantonamenti accolgono gli accantonamenti per costi e spese future che hanno come contropartita la voce B 3 del passivo dello stato patrimoniale? (OIC 12, Schema di conto economico secondo i principi contabili) ................................................................................90 14) Gli oneri diversi di gestione hanno natura residuale e comprendono costi ed oneri inerenti alla gestione ordinaria diversi da quelli classificabili nelle voci precedenti? (OIC 12, Schema di conto economico secondo i principi contabili) .......................................................................90 15) I proventi da partecipazioni evidenziano, distintamente per soggetto erogante: (OIC 12, Schema di conto economico secondo i principi contabili).....................................................91 16) La voce Proventi e oneri straordinari (voci 20 e 21) comprende unicamente: (OIC 12, Schema di conto economico secondo i principi contabili, OIC Interpretativo 1, par. E) e ......91 17) Sono stati separatamente indicati nello schema di conto economico i seguenti elementi delle voci di Proventi e oneri straordinari: ...................................................................................91 18) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni: (OIC 12, Nota integrativa al bilancio) ...............................................................................................................................................91 CONVERSIONE DELLE POSTE IN VALUTA ESTERA.......................................................................91 1) Le operazioni in valuta sono contabilizzate in moneta nazionale al cambio del giorno in cui loperazione compiuta? (art. 2425-bis, c. 2, CC; OIC 26, par. 4.1).........................................91 2) Le differenze cambio originatesi al momento dellincasso e/o del pagamento sono rilevate nel conto economico come proventi ed oneri di natura finanziaria, nella voce 17-bis Utili e perdite su cambi? (art. 2425, CC; OIC 26, par. 4.2)............................................................................92 3) Le attivit e le passivit in valuta, ad eccezione delle immobilizzazioni, sono state esposte al cambio a pronti alla data di chiusura dellesercizio, rilevando nel conto economico i relativi utili e perdite su cambi? (art. 2426, c.1, n. 8-bis, CC; OIC 26, par. 5.1)...........................................92 4) La voce di conto economico utilizzata per la rilevazione degli utili e perdite su cambi da conversione la 17-bis - Utili e perdite su cambi ? (art. 2425, CC) .........................................92 5) Se dalla valutazione ai cambi di fine anno emergono solo utili o un utile netto, tale importo stato accantonato, in sede di approvazione del bilancio e conseguente destinazione del risultato, in unapposita riserva non distribuibile fino al realizzo? (art. 2426, c.1, 8-bis, CC; OIC 26, par. 10).............................................................................................................................92 6) Nella destinazione del risultato dellesercizio alla riserva non distribuibile dellutile o dellutile netto stata considerata prioritaria la destinazione alla riserva legale del risultato dellesercizio? (OIC 26, par. 10)..............................................................................................92 7) Nel caso di crediti non immobilizzati espressi in moneta estera, stato applicato il criterio del presumibile valore di realizzo in valuta estera, per poi convertire tale importo al cambio corrente e rilevare leventuale differenza (comprensiva delleffetto valutativo e di conversione)? (OIC 26, par. 5.1)..............................................................................................92 8) Qualora le due componenti di cui al punto precedente siano significative e specificamente individuabili, la differenza derivante dalla valutazione al presumibile valore di realizzo stata imputata alla voce Svalutazione dei crediti ovvero alla voce Rettifiche di valore di attivit finanziarie, a seconda della natura della posta, mentre quella derivante dalladeguamento dei cambi alla voce Utili e perdite su cambi? (OIC 26, par. 5.1)..................................................92 9) Le immobilizzazioni materiali, immateriali e finanziarie, costituite da partecipazioni, in valuta, valutate al costo, sono iscritte al tasso di cambio al momento del loro acquisto o a quello inferiore alla data di chiusura dellesercizio se la riduzione debba giudicarsi durevole? (art. 2426, c.1, 8-bis, CC; OIC 26, par. 8.2).....................................................................................92 10) Nel caso di titoli immobilizzati, la perdita durevole le cui componenti siano di difficile individuazione (differenza negativa sui valori di quotazione o da una differenza negativa sui cambi ovvero da una combinazione di entrambi i fattori) stata registrata nella voce di conto economico 19 b - svalutazioni di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni ? (OIC 26, par. 8.2)...........................................................................................92 11) Nel caso di partecipazioni estere, la valutazione della durevolezza della riduzione ha preso in considerazione i seguenti aspetti (OIC 26, par. 8.2):...............................................................92 12) Qualora la societ abbia iscritto le partecipazioni con il metodo del patrimonio netto, nel caso in cui i bilanci i tali partecipazioni siano espressi in valuta estera, tali bilanci sono stati tradotti nella moneta di conto secondo quanto previsto dallOIC 17 - Il bilancio consolidato, par. 7? (OIC 26, par. 8.3)............................................................................................................................93 13) Per le immobilizzazioni materiali ed immateriali la cui valutazione in bilancio correlata ad una valuta estera in quanto generano flussi finanziari in valuta estera, al fine della determinazione di uneventuale perdita durevole di valore stata tenuta in considerazione la

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

22 di 97

stima del valore recuperabile in valuta da convertire nella moneta di conto al tasso di cambio alla data della valutazione ? (OIC 26, par. 8.4)........................................................................93 14) I crediti ed i debiti in valuta, ancorch coperti dal rischio di cambio tramite una specifica e contestuale negoziazione di valuta a termine, sono stati valutati al cambio del giorno delloperazione in cui sono sorti? (OIC 26, par. 6.2).................................................................93 15) Nel caso in cui una o pi negoziazioni a termine siano a copertura di unesposizione netta complessiva della societ al rischio di cambio avente medesima scadenza, si proceduto alla loro contabilizzazione come di seguito descritto (OIC 26, par. 6.4):.........................................93 16) Nel caso in cui una negoziazione a termine sia a copertura di un impegno contrattuale (ordine) di acquisto o di vendita di un bene in moneta estera che sar consegnato in data successiva, si proceduto alla contabilizzazione come di seguito descritto (OIC 26, par. 6.3): 94 17) Sono state considerate di copertura di uno specifico impegno contrattuale nella stessa moneta solo quelle operazioni per le quali sussistono le seguenti condizioni: (OIC 26, par. 6.3) ...............................................................................................................................................94 18) In caso di operazioni in valuta estera a termine di natura speculativa o comunque non a copertura di specifici rischi di cambio: (OIC 26, par. 6.5).........................................................94 19) I crediti ed i debiti in valuta che sono coperti dal rischio di cambio da un finanziamento (attivo e/o passivo) in valuta, sono convertiti al cambio del giorno di erogazione del finanziamento? (OIC 26, par. 7)...............................................................................................94 20) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni:...........................................................95 IMPOSTE....................................................................................................................................95 1) Se le imposte dovute a saldo della passivit relativa allesercizio in corso sono certe, il relativo ammontare, al netto dei crediti di imposta (effettivamente compensabili in dichiarazione) esposto nei debiti tributari alla voce D.12 nel caso di debito netto o nei crediti verso altri alla voce C.II.4-bis nel caso di credito netto? (OIC 25, par. B).........................................................95 2) I crediti per imposte a seguito di richiesta di rimborso sono esposti tra i Crediti nella voce C.II.4-bis dello stato patrimoniale, e non compensati con i debiti tributari? (OIC 25, par. B).....95 3) Le eventuali passivit accantonate a fronte di situazioni di rischio di carattere fiscale (quali gli accantonamenti per imposte probabili aventi ammontare e/o data di sopravvenienza indeterminata, ad esempio derivanti da accertamenti o contenzioso in corso,) sono classificate nella voce Fondi per rischi ed oneri - per imposte, anche differite? (OIC 25, par. D)................95 4) Le imposte sul reddito dellesercizio sono determinate secondo il principio della prudenza e competenza (art. 2423-bis, c. 1, n. 3, CC), cio tenendo conto delle imposte differite e anticipate? (OIC 25, par. G).....................................................................................................95 5) Sono state calcolate imposte anticipate o differite sullammontare cumulativo di tutte le differenze temporanee tra il valore di una attivit o passivit secondo i criteri civilistici ed il valore attribuito a quellattivit o passivit ai fini fiscali? (OIC 25, par. G)...............................95 6) Le imposte differite non sono state contabilizzate se esistono scarse probabilit che tale debito insorga? (OIC 25, par. G).........................................................................................................95 7) Le imposte anticipate vengono iscritte (in un apposita voce tra i crediti dellattivo circolante C II 4-ter imposte anticipate) solamente se esiste la ragionevole certezza del loro futuro recupero? (OIC 25, par. H.I)....................................................................................................95 8) Il beneficio fiscale connesso a perdite riportabili a nuovo (solo ai fini IRES ed entro il quinto periodo di imposta successivo a quello in cui la perdita si verificata, salvo le perdite realizzate nei primi tre periodi di imposta per le quali non sussiste limite di tempo) viene iscritto in bilancio solamente se esistono le seguenti condizioni: (OIC 25, par. H.II).................96 9) Le imposte differite o anticipate sono state calcolate: (OIC 25, par. H.I).................................96 10) Le attivit per imposte anticipate e le passivit per imposte differite sono compensate se la compensazione consentita giuridicamente? (OIC 25, par. I)..................................................96 11) E rispettato il divieto di portare le attivit per imposte anticipate e le passivit per imposte differite a riduzione delle attivit o passivit a cui si riferiscono? (OIC 25, par. I).....................96 12) Le imposte differite relative ad operazioni che hanno interessato direttamente il patrimonio netto sono contabilizzate tramite riduzione della posta di patrimonio netto creatasi a seguito delloperazione stessa? (OIC 25, par. I.I).................................................................................96 13) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni:...........................................................96

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

23 di 97

Legenda
art. - artt. CC D.L. D.Lgs. L. OIC TUB c./cc. n./nn. CdA par./parr. articolo - articoli Codice Civile Decreto Legge Decreto Legislativo Legge Organismo Italiano di Contabilit Testo Unico Bancario comma/commi numero/numeri Consiglio di Amministrazione paragrafo/paragrafi

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

24 di 97

PARTE GENERALE Composizione del bilancio desercizio


1) Il bilancio desercizio costituito da: (art. 2423, c. 1, CC) - stato patrimoniale - conto economico - nota integrativa? 2) Il bilancio corredato dalla relazione sulla gestione? (art. 2428, c. 1, CC) 3) Al fine di completare il quadro informativo relativo alla situazione patrimoniale e finanziaria della societ sono stati predisposti ed inclusi nella nota integrativa: - il rendiconto finanziario (OIC 12, Schema di rendiconto finanziario - finalit del rendiconto finanziario)
(Tale documento non attualmente ritenuto necessario al fine di garantire una rappresentazione veritiera e corretta del bilancio solamente per le aziende amministrativamente meno dotate, a causa delle minori dimensioni)

SI

NO

N/A

Note

il prospetto dellorigine, possibilit di utilizzazione e distribuibilit nonch dellavvenuta utilizzazione nei precedenti esercizi delle voci del patrimonio netto e il prospetto delle variazioni nelle voci di patrimonio netto? (OIC 1, par. 8; OIC 28, par. IV) 4) Il bilancio depositato a disposizione dei Soci accompagnato dalle copie integrali dellultimo bilancio delle societ controllate e da un prospetto riepilogativo dei dati essenziali dellultimo bilancio delle societ collegate? (art. 2429, c. 3, CC)
(Se la societ predispone il bilancio consolidato, il deposito delle copie dellultimo bilancio delle societ controllate incluse nel consolidamento pu essere sostituito dal deposito di un prospetto riepilogativo dei dati essenziali dellultimo bilancio delle medesime (art. 2429, c. 4, CC)).

5) Nella redazione del bilancio di esercizio sono stati seguiti i seguenti principi, richiamati dallart. 2423-bis, c. 1 e 2, CC: - la valutazione delle voci deve essere fatta secondo prudenza e nella prospettiva della continuazione dellattivit, nonch tenendo conto della funzione economica dellelemento dellattivo o del passivo considerato (n. 1)
(Per funzione economica si intende il principio della prevalenza della sostanza sulla forma, nei casi in cui non sia espressamente in contrasto con altre norme specifiche sul bilancio - OIC 1, par. 1)

si possono indicare esclusivamente gli utili realizzati alla data di chiusura dellesercizio (n. 2) si deve tener conto dei proventi e degli oneri di competenza dellesercizio, indipendentemente dalla data dellincasso o del pagamento (n. 3) si deve tener conto dei rischi e delle perdite di competenza dellesercizio, anche se conosciuti dopo la chiusura di questo (n. 4)
(Si ricorda che alcuni fatti successivi alla data di bilancio che devono essere recepiti nel bilancio sono esemplificati nellOIC 29, par. E.III.a)

gli elementi eterogenei compresi nelle singole voci devono essere valutati separatamente (n. 5) i criteri di valutazione non possono essere modificati da un esercizio allaltro (n. 6)?
(Si ricorda che deroghe a questo principio sono consentite in casi eccezionali)

In caso di deroghe al principio di immodificabilit dei criteri di valutazione da un esercizio allaltro, la nota integrativa riporta i motivi della deroga e lindicazione

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

25 di 97

PARTE GENERALE Composizione del bilancio desercizio


1) Il bilancio desercizio costituito da: (art. 2423, c. 1, CC) - stato patrimoniale - conto economico - nota integrativa? dellinfluenza sulla rappresentazione patrimoniale e finanziaria e sul risultato economico? 6) Nella redazione del bilancio di esercizio sono stati inoltre seguiti i seguenti postulati (OIC 11, Postulati del bilancio desercizio): - comprensibilit (chiarezza) - neutralit (imparzialit) - periodicit della misurazione del risultato economico e del patrimonio aziendale - comparabilit - omogeneit - competenza - significativit e rilevanza dei fatti economici ai fini della loro presentazione in bilancio - costo come criterio base delle valutazioni di bilancio dellimpresa in funzionamento - funzione informativa e completezza della nota integrativa al bilancio e delle altre informazioni necessarie - verificabilit dellinformazione? 7) Se le informazioni richieste da specifiche disposizioni di legge non sono sufficienti a fornire una rappresentazione veritiera e corretta, sono state fornite le informazioni complementari necessarie allo scopo? (art. 2423, c. 3, CC) 8) Se, in casi eccezionali, lapplicazione di una disposizione di legge incompatibile con la rappresentazione veritiera e corretta, si derogato a tali disposizioni? (art. 2423, c. 4, CC) 9) Se si ricorso alla deroga di cui al punto precedente, sono stati forniti nella nota integrativa i seguenti elementi informativi: (art. 2423, c. 4, CC) - motivazioni della deroga - influenza sulla rappresentazione della situazione patrimoniale, finanziaria e del risultato economico? 10) Tale deroga risulta necessaria ai fini della rappresentazione veritiera e corretta? (art. 2423, c. 4, CC) 11) Gli eventuali utili derivanti dalla deroga sono stati iscritti in una riserva non distribuibile se non in misura corrispondente al valore recuperato? (art. 2423, c. 4, CC)

SI

NO

N/A

Note

Schemi di bilancio
1) Lo stato patrimoniale stato redatto secondo lo schema previsto dallart. 2424, CC? 2) Il conto economico stato redatto secondo lo schema previsto dallart. 2425, CC? 3) Se un elemento dellattivo o del passivo dello stato patrimoniale ricade sotto pi voci dello schema, nella nota integrativa segnalata, qualora ci sia necessario ai fini della comprensione del bilancio, la sua appartenenza anche a voci diverse da quella nella quale iscritto? (art. 2424, c. 2, CC) Liscrizione comunque effettuata nella voce che

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

26 di 97

PARTE GENERALE Composizione del bilancio desercizio


1) Il bilancio desercizio costituito da: (art. 2423, c. 1, CC) - stato patrimoniale - conto economico - nota integrativa? preminente ai fini della significativit dellinformativa? (OIC 12, Schema di stato patrimoniale secondo la legislazione civilistica) 4) In calce allo stato patrimoniale sono indicate separatamente tra i conti dordine le seguenti poste: (art. 2424, c. 3, CC) - le garanzie prestate direttamente o indirettamente, distinguendo tra fideiussioni, avalli, altre garanzie personali e reali - le garanzie (per ogni tipologia sopra indicata) prestate a favore di imprese controllate e collegate, nonch di controllanti e di imprese sottoposte al controllo di queste ultime - gli altri conti dordine? 5) Gli ammontari dei conti dordine sono quindi: (OIC 12, Schema di stato patrimoniale secondo la legislazione civilistica e Schema di stato patrimoniale secondo i principi contabili; OIC 22, par. A): - esclusi dalla somma totale dellattivo e del passivo - elencati una sola volta senza esposizione della contropartita? 6) I beni e i rapporti giuridici compresi in uno o pi patrimoni, ciascuno dei quali destinato in via esclusiva ad uno specifico affare, sono distintamente indicati nello stato patrimoniale della societ (art. 2424, c. 4, CC; art. 2447-septies, c. 1, CC)? 7) Se le voci precedute da numeri arabi sono ulteriormente suddivise, viene comunque fornita levidenza della voce complessiva e dellimporto corrispondente? (art. 2423-ter, c. 2, CC)? 8) Le voci precedute da numeri arabi sono raggruppate solo se il raggruppamento : (art. 2423-ter, c. 2, CC) - irrilevante per la rappresentazione veritiera e corretta della situazione patrimoniale e finanziaria della societ e del risultato economico dellesercizio o - utile ai fini della chiarezza del bilancio? Se il raggruppamento effettuato ai fini della chiarezza del bilancio, sono comunque contenute nella nota integrativa distintamente le voci oggetto di raggruppamento? 9) Sono aggiunte altre voci qualora il loro contenuto non sia compreso in alcuna di quelle previste dagli schemi di stato patrimoniale e di conto economico? (art. 2423-ter, c. 3, CC) 10) Le voci precedute da numeri arabi sono adattate quando lo esige la natura dellattivit esercitata? (art. 2423-ter, c. 4, CC) 11) Per ogni voce dello stato patrimoniale e del conto economico indicato limporto della voce corrispondente dellesercizio precedente? (art. 2423-ter, c. 5, CC) 12) Se le voci dello stato patrimoniale e del conto economico non sono comparabili, sono adattate quelle relative allesercizio precedente? (art. 2423-ter, c. 5, CC) 13) La non comparabilit e ladattamento o limpossibilit di adattamento, sono segnalati e commentati nella nota integrativa? (art. 2423-ter, c. 5, CC)

SI

NO

N/A

Note

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

27 di 97

PARTE GENERALE Composizione del bilancio desercizio


1) Il bilancio desercizio costituito da: (art. 2423, c. 1, CC) - stato patrimoniale - conto economico - nota integrativa? 14) E rispettato il divieto di effettuare compensi di partite non espressamente previsti dalla legge? (art. 2423-ter, c. 6, CC) 15) Nei casi in cui le voci con denominazione generica siano di ammontare rilevante o includano conti di rilevanza ai fini conoscitivi del lettore del bilancio e per i conti che includono elementi eterogenei rilevanti, fornito un dettaglio degli elementi pi significativi in sottoconti ovvero nella nota integrativa? (OIC 12, Schema di stato patrimoniale secondo i principi contabili) 16) Il bilancio stato redatto in unit di Euro, senza cifre decimali? (art. 2423, c. 5, CC) 17) E stata utilizzata la facolt di redigere la nota integrativa in migliaia di Euro? (art. 2423, c. 5, CC)

SI

NO

N/A

Note

Nota integrativa
La nota integrativa, oltre a quanto indicato per le specifiche voci analizzate nelle sezioni successive, include le seguenti informazioni: 1) I criteri applicati nella valutazione delle voci del bilancio, nelle rettifiche di valore e nella conversione dei valori non espressi allorigine in moneta avente corso legale nello Stato? (art. 2427, c. 1, n. 1, CC) 2) Le variazioni intervenute nella consistenza delle altre voci dellattivo e del passivo; in particolare, per le voci del patrimonio netto, i fondi e per il trattamento di fine rapporto, la formazione e le utilizzazioni? (art. 2427, c.1, n. 4, CC) 3) Distintamente per ciascuna voce, lammontare dei crediti e dei debiti di durata residua superiore a cinque anni, e dei debiti assistiti da garanzie reali su beni sociali, con specifica indicazione della natura delle garanzie e con specifica ripartizione secondo le aree geografiche? (art. 2427, c.1, n. 6, CC) La specifica ripartizione secondo le aree geografiche fornita per tutti i crediti e debiti della societ e permette la valutazione da parte del lettore del bilancio della possibile incidenza del rischio paese sullandamento economico e sulla situazione patrimoniale e finanziaria della societ? (OIC 1, par. 7) 4) Se significativa, la ripartizione dei ricavi delle vendite e delle prestazioni secondo categorie di attivit e secondo aree geografiche? (art. 2427, c.1, n. 10, CC) 5) Il numero medio dei dipendenti ripartito per categoria? (art. 2427, c.1, n. 15, CC) 6) Lammontare dei compensi spettanti agli amministratori ed ai sindaci, cumulativamente per ciascuna categoria? (art. 2427, c.1, n. 16, CC) 7) Salvo che la societ sia inclusa in un ambito di consolidamento e le informazioni siano contenute nella nota integrativa del relativo bilancio consolidato, limporto totale dei corrispettivi spettanti al revisore legale o alla societ di revisione legale per la revisione legale dei conti annuali, limporto totale dei corrispettivi di competenza per gli altri servizi di verifica svolti, limporto totale dei corrispettivi di competenza per i servizi di consulenza fiscale e limporto

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

28 di 97

PARTE GENERALE Composizione del bilancio desercizio


1) Il bilancio desercizio costituito da: (art. 2423, c. 1, CC) - stato patrimoniale - conto economico - nota integrativa? totale dei corrispettivi di competenza per altri servizi diversi dalla revisione contabile? (art. 2427, c. 1, n.16-bis, CC)
(Si ricorda, per le societ controllate di quotate, controllanti di quotate e
societ sottoposte a comune controllo con le societ quotate ed in generale alle societ che hanno conferito un incarico ai sensi del D.Lgs. 58/98, lArt. 149-duodecies del Regolamento Emittenti che dispone:

SI

NO

N/A

Note

1) La societ che ha conferito lincarico di revisione presenta in allegato al bilancio desercizio un prospetto contenente i corrispettivi di competenza dellesercizio, a fronte dei servizi forniti alla societ dai seguenti soggetti: a) dalla societ di revisione, per la prestazione di servizi di revisione b) dalla societ di revisione, per la prestazione di servizi diversi dalla revisione, suddivisi tra servizi di verifica finalizzati allemissione di unattestazione e altri servizi, distinti per tipologia c) dalle entit appartenenti alla rete della societ di revisione, per la prestazione di servizi, suddivisi per tipologia. 2) Per le societ tenute alla redazione del bilancio consolidato, il prospetto di cui al c. 1 elaborato anche con riferimento ai servizi forniti dalla societ di revisione della capogruppo e dalle entit appartenenti alla sua rete alle societ controllate.)

8) Lindicazione dei totali delle attivit e passivit a breve termine (o correnti) e delle loro componenti? (OIC 12, Schema di strato patrimoniale secondo i principi contabili)
(La presentazione di tali informazioni ritenuta particolarmente utile anche se la loro mancanza non ritenuta di rilevanza tale da inficiare la chiarezza nella redazione del bilancio e la rappresentazione veritiera e corretta della situazione patrimoniale e finanziaria).

9) Le ragioni dellesonero, nei casi previsti dalla legge, dalla predisposizione del bilancio consolidato (art. 27, c.5, D.Lgs. 127/091) 10) Nel caso di attivit potenziali ove levento sia probabile, la natura ed i fattori di incertezza che hanno effetto sul verificarsi dellevento, la stima dellammontare se attuabile e limpatto sul bilancio, tenendo conto degli effetti fiscali? (OIC 19, par. C.VI) E stato ritenuto opportuno fornire levidenza di cui sopra anche in caso di eventi possibili, sempre che tale evidenza sia fornita senza condurre il lettore ad errate conclusioni? 11) Un chiaro ed esplicito rinvio al contenuto della relazione sulla gestione per quanto riguarda le seguenti informazioni: (OIC 12, Informativa richiesta dai principi contabili) - la natura dellattivit dimpresa - i fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dellesercizio - i rapporti con imprese controllate, collegate e altre consociate (vale a dire imprese che direttamente o indirettamente controllano o sono controllate o si trovano sotto unico controllo) - i rapporti intercorsi con chi esercita lattivit di direzione e coordinamento e con le altre societ che vi sono soggette, nonch leffetto che tale attivit ha avuto

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

29 di 97

PARTE GENERALE Composizione del bilancio desercizio


1) Il bilancio desercizio costituito da: (art. 2423, c. 1, CC) - stato patrimoniale - conto economico - nota integrativa? sullesercizio dellimpresa sociale e sui suoi risultati (si veda il paragrafo specifico Attivit di direzione e coordinamento della presente Lista di controllo). 12) Sono state fornite in nota integrativa le seguenti informazioni: - le operazioni realizzate con parti correlate, precisando limporto, la natura del rapporto e ogni altra informazione necessaria per la comprensione del bilancio relativa a tali operazioni, qualora le stesse siano rilevanti e non siano state concluse a normali condizioni di mercato? (art. 2427, c.1, n. 22-bis, CC) - le informazioni relative alle singole operazioni di cui sopra sono state aggregate secondo la loro natura solo quando la loro separata evidenziazione non sia necessaria per comprendere gli effetti delle operazioni medesime sulla situazione patrimoniale, finanziaria e sul risultato economico della societ? (art. 2427, c.1 n. 22bis, CC) Per la definizione di parte correlata si fatto riferimento ai Principi Contabili Internazionali adottati dallUnione Europea? (art. 2427, c. 2, CC) Lo IAS 24 (par. 9) individua le parti correlate come segue: Parte correlata: Una parte correlata a una entit se: a) direttamente, o indirettamente attraverso uno o pi intermediari, la parte: i) controlla lentit, ne controllata, oppure sotto comune controllo (ivi incluse le entit controllanti, le controllate e le altre societ del gruppo); ii) detiene una partecipazione nellentit tale da poter esercitare uninfluenza notevole su questultima; o iii) controlla congiuntamente lentit; b) la parte una societ collegata (secondo la definizione dello IAS 28 Partecipazioni in societ collegate) dellentit; c) la parte una joint venture in cui lentit una partecipante (vedere IAS 31 Partecipazioni in joint venture); d) la parte uno dei dirigenti con responsabilit strategiche dellentit o della sua controllante;
(I dirigenti con responsabilit strategiche sono quei soggetti che hanno il potere e la responsabilit, direttamente o indirettamente, della pianificazione, della direzione e del controllo delle attivit dellentit, compresi gli amministratori (esecutivi o meno) dellentit stessa)

SI

NO

N/A

Note

e) La parte uno stretto familiare di uno dei soggetti di cui ai punti a) o d)


(Si considerano familiari stretti di un soggetto quei familiari che ci si attende possano influenzare, o essere influenzati da, il soggetto interessato nei loro rapporti con lentit. Essi possono includere: a) Il convivente e i figli del soggetto; b) I figli del convivente; e c) Le persone a carico del soggetto o del convivente)

f)

La parte una entit controllata, controllata congiuntamente o soggetta ad influenza notevole da

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

30 di 97

PARTE GENERALE Composizione del bilancio desercizio


1) Il bilancio desercizio costituito da: (art. 2423, c. 1, CC) - stato patrimoniale - conto economico - nota integrativa? parte di uno dei soggetti di cui ai punti d) o e), ovvero tali soggetti detengono, direttamente o indirettamente, una quota significativa di diritti di voto; o g) La parte un piano per benefici successivi alla fine del rapporto di lavoro a favore dei dipendenti dellentit, o di una qualsiasi altra entit ad essa correlata. Per stabilire la rilevanza delle operazioni con parti correlate stato fatto riferimento al principio generale della significativit illustrato nel Principio Contabile Nazionale OIC 11, il quale, tra laltro, precisa che il bilancio desercizio deve esporre solo quelle informazioni che hanno un effetto significativo e rilevante sui dati di bilancio o sul processo decisionale dei destinatari? (Appendice di aggiornamento al Principio Contabile OIC 12) Per stabilire se le operazioni con parti correlate non sono state concluse a normali condizioni di mercato sono state considerate sia le condizioni di tipo quantitativo relative al prezzo e ad elementi ad esso connessi, ma anche le motivazioni che hanno condotto alla decisione di porre in essere loperazione e a concluderla con parti correlate, anzich con terzi? (Appendice di aggiornamento al Principio Contabile OIC 12) Lobbligo di informativa relativo alle operazioni tra parti correlate intercorse nellesercizio stato rispettato anche se i rapporti con le stesse non sono pi in essere alla data di bilancio? (Appendice di aggiornamento al Principio Contabile OIC 12) - La natura e lobiettivo economico di accordi non risultanti dallo stato patrimoniale, con indicazione del loro effetto patrimoniale, finanziario ed economico, a condizione che i rischi e i benefici da essi derivanti siano significativi e lindicazione degli stessi sia necessaria per valutare la situazione patrimoniale e finanziaria e il risultato economico della societ? (art. 2427, c.1, n. 22ter, CC)
Per quanto riguarda gli accordi fuori bilancio, alcuni esempi possono essere i seguenti: - Disposizioni per la ripartizione dei rischi e dei benefici od obblighi derivanti da contratti di factoring pro-solvendo - Accordi combinati di vendita e riacquisto - Disposizioni in merito al deposito di merci - Disposizioni di vendita con obbligo di pagare il corrispettivo a prescindere dal ritiro o meno della merce - Intestazioni patrimoniali tramite societ fiduciarie e trust - Beni impegnati - Disposizioni di leasing operativo - Outsourcing (servizi esternalizzati) ed altre operazioni analoghe (Appendice di aggiornamento al Principio Contabile OIC 12)

SI

NO

N/A

Note

In ogni caso, stata fornita informativa non solo relativamente ai rischi a carico dellimpresa ma anche i benefici che limpresa pu conseguire dallaccordo? (Appendice di aggiornamento al Principio Contabile OIC 12)

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

31 di 97

PARTE GENERALE Composizione del bilancio desercizio


1) Il bilancio desercizio costituito da: (art. 2423, c. 1, CC) - stato patrimoniale - conto economico - nota integrativa?

SI

NO

N/A

Note

Relazione sulla gestione


1) Gli amministratori hanno redatto la relazione sulla gestione da cui risulta unanalisi fedele, equilibrata ed esauriente della situazione della societ e dellandamento e del risultato della gestione, nel suo complesso e nei vari settori in cui essa ha operato anche attraverso imprese controllate, con particolare riguardo ai costi, ai ricavi e agli investimenti, nonch una descrizione dei principali rischi ed incertezze a cui la societ esposta? (art. 2428, c. 1, CC) 2) Lanalisi indicata al punto precedente (art. 2428, c. 2, CC): - coerente con lentit e la complessit degli affari della societ e contiene, nella misura necessaria alla comprensione della situazione della societ e dellandamento e del risultato della sua gestione, gli indicatori di risultato finanziari e, se del caso, quelli non finanziari, pertinenti allattivit specifica della societ, comprese le informazioni attinenti allambiente ed al personale - contiene, ove opportuno, riferimenti agli importi riportati nel bilancio e chiarimenti aggiuntivi su di essi? 3) Dalla relazione sulla gestione risultano: (art. 2428, c. 3, CC) - le attivit di ricerca e di sviluppo - i rapporti con imprese controllate, collegate, controllanti e imprese sottoposte a controllo di queste ultime Devono essere considerati tutti i costi ed i ricavi, tutti i debiti ed i crediti e tutti i valori di conti o di operazioni con imprese controllate, collegate, controllanti ed imprese sottoposte al controllo di queste ultime. Il significato di imprese controllate, collegate, controllanti ed imprese sottoposte al controllo di queste ultime deve essere inteso in senso lato nei seguenti termini: tutte le controllate e collegate (anche quelle per via indiretta incluse quelle per interposta persona o per societ fiduciaria) tutte le controllanti (e non solo la prima in ordine gerarchico) tutte le societ sottoposte al controllo di queste ultime (e non solo della prima in ordine gerarchico) - il numero e il valore nominale sia delle azioni proprie sia delle azioni o quote di societ controllanti possedute dalla societ, anche per tramite di societ fiduciaria o per interposta persona, con lindicazione della parte di capitale corrispondente - il numero e il valore nominale sia delle azioni proprie sia delle azioni o quote di societ controllanti acquistate o alienate dalla societ, nel corso dellesercizio, anche per tramite di societ fiduciaria o per interposta persona, con lindicazione della corrispondente parte di capitale, dei corrispettivi e dei motivi degli acquisti e delle alienazioni - i fatti di rilievo avvenuti dopo la data di riferimento del bilancio desercizio, che non devono essere recepiti in

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

32 di 97

PARTE GENERALE Composizione del bilancio desercizio


1) Il bilancio desercizio costituito da: (art. 2423, c. 1, CC) - stato patrimoniale - conto economico - nota integrativa? bilancio (OIC 29, par. E.IV), come ad esempio: operazioni di natura straordinaria deliberate dopo la chiusura dellesercizio annuncio di un piano di dismissioni di importanti attivit acquisti o cessioni di unazienda significativa distruzioni di impianti, macchinari, merci in seguito ad incendi, inondazioni o altre calamit naturali annuncio o avvio di piani di ristrutturazione emissione di un prestito obbligazionario aumento di capitale assunzione di rilevanti impegni contrattuali significativi contenziosi sorti dopo la chiusura dellesercizio fluttuazioni anomale significative dei valori di mercato delle attivit di bilancio o dei tassi di cambio delle valute straniere verso le quali limpresa maggiormente esposta senza coperture - levoluzione prevedibile della gestione - lelenco delle sedi secondarie della societ? 4) Nel caso di societ che ha optato per il consolidato fiscale o il regime di trasparenza, ha indicato nella relazione sulla gestione ladesione al regime di consolidato fiscale o al regime di trasparenza, nonch le motivazioni, le opportunit e gli eventuali rischi connessi allesercizio dellopzione? (OIC Interpretativo 2, parr. 1.3.1 o 2.3.1) 5) La relazione sulla gestione contiene linformativa relativa alla redazione o aggiornamento del documento programmatico sulla sicurezza? (obbligo informativo ai sensi del D.Lgs. 30/6/2003, n. 196 - Allegato B) 6) Qualora lassemblea ordinaria approvi il bilancio desercizio nel termine di 180 giorni dalla data di chiusura dellesercizio sociale (quando il maggior termine sia previsto dallo statuto), nel caso in cui la societ sia tenuta alla redazione del bilancio consolidato ovvero quando lo richiedano particolari esigenze relative alla struttura ed alloggetto della societ stessa, gli amministratori hanno segnalato nella relazione sulla gestione le ragioni della dilazione (art. 2364, c. 2, CC)?

SI

NO

N/A

Note

Le informazioni sugli strumenti finanziari da includere nella nota integrativa e nella relazione sulla gestione
1) Nella nota integrativa sono stati indicati, per ciascuna categoria di strumenti finanziari derivati (siano essi utilizzati con la finalit di copertura, siano essi utilizzati nellambito di operazioni speculative), il fair value e le informazioni sulla loro entit e sulla loro natura? (art. 2427-bis, c. 1, n. 1, CC, OIC 3, par. 6.a). - Gli strumenti finanziari con caratteristiche similari possono essere raggruppati per classe; tuttavia, quando uno strumento rappresenta un elemento rilevante nella struttura finanziaria di unentit le informazioni sul

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

33 di 97

PARTE GENERALE Composizione del bilancio desercizio


1) Il bilancio desercizio costituito da: (art. 2423, c. 1, CC) - stato patrimoniale - conto economico - nota integrativa? singolo strumento potrebbero risultare rilevanti e pertanto fornite separatamente. - Per lindividuazione delle operazioni di copertura si fatto riferimento, in assenza di una specifica normativa civilistica, al D.Lgs. 87/92 ed alle relative istruzioni della Banca dItalia che definiscono operazioni di copertura quelle poste in essere con lo scopo di proteggere dal rischio di avverse variazioni dei tassi dinteresse, dei tassi di cambio o dei prezzi di mercato il valore di singole o insiemi di attivit o passivit di bilancio o fuori bilancio. Unoperazione fuori bilancio considerata di copertura quando: vi lintento dellimpresa di porre in essere la copertura; vi elevata correlazione tra le caratteristiche tecnico/finanziarie (scadenza, tasso dinteresse, ecc.) delle attivit/passivit coperte e quelle del contratto di copertura; le condizioni precedenti risultano documentate da evidenze interne dellimpresa. Le informazioni richieste dallart. 2427-bis sono state presentate in forma tabellare indicando separatamente i contratti derivati acquisiti nellambito dellattivit di trading da quelli gestiti con finalit di copertura?
Qualora limpresa non abbia stipulato molteplici contratti derivati con finalit di trading e/o di copertura le tabelle possono essere sostituite con uninformativa per ogni singolo contratto con lindicazione di: tipologia di contratto derivato; - finalit (trading o di copertura) valore nozionale; - rischio finanziario sottostante; - fair value del contratto derivato; attivit o passivit coperta (per i contratti derivati di copertura); - fair value dellattivit o passivit coperta se disponibile (per i contratti derivati di copertura). (Le disposizioni relative al fair value, allentit ed alla natura degli strumenti finanziari derivati previste dallart. 2427-bis, c. 1, n. 1, CC non sono applicabili alle societ che redigono il bilancio in forma abbreviata ai sensi dellart. 2435bis, CC).

SI

NO

N/A

Note

2) La nota integrativa include le indicazioni del valore contabile e del fair value nel caso in cui questo risulti inferiore al valore di libro, per le seguenti Immobilizzazioni finanziarie? (art. 2427-bis, c. 1, n. 2, CC, OIC 3, par. 6.b): - partecipazioni in imprese controllanti - partecipazioni in altre imprese - crediti verso imprese controllate - crediti verso imprese collegate - crediti verso imprese controllanti - crediti verso altri - altri titoli - azioni proprie. Per ciascuna delle categorie sopradescritte nel caso in cui sia stato mantenuto il valore contabile superiore al fair value sono stati indicati in nota integrativa i motivi per i quali il valore contabile non stato ridotto inclusa la natura degli elementi sostanziali sui quali si basa il convincimento

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

34 di 97

PARTE GENERALE Composizione del bilancio desercizio


1) Il bilancio desercizio costituito da: (art. 2423, c. 1, CC) - stato patrimoniale - conto economico - nota integrativa? che tale valore possa essere recuperato?
(Le citate informazioni sulle Immobilizzazioni finanziarie previste dallart. 2427-bis, c. 1, n. 2, CC sono richieste anche alle societ che redigono il bilancio in forma abbreviata ai sensi dellart. 2435-bis, CC).

SI

NO

N/A

Note

3) Per le modalit di determinazione del fair value dei contratti derivati, delle partecipazioni, dei titoli e dei crediti si fatto riferimento ad un mercato attivo o ai modelli valutativi indicati dai Principi Contabili qualora tale mercato attivo non sia facilmente individuabile? (art. 2427-bis, c. 3, CC, OIC 3, par. 5, lett. d), e), f) e g)). 4) Per la definizione di strumento finanziario, di strumento finanziario derivato, di modello e tecnica di valutazione generalmente accettato e di fair value si fatto riferimento ai Principi Contabili Internazionali adottati dallUnione Europea? (art. 2427, c. 2, CC, OIC 3, par. 4) 5) La mancata rilevazione del fair value (il c. 4 dellart. 2427bis, CC prevede che il fair value non venga determinato se lapplicazione dei criteri previsti al c. 3 dellart. 2427-bis non d risultati attendibili) rappresenta una situazione eccezionale e tale mancata rilevazione adeguatamente motivata? (OIC 3, par. 5.c.ii) 6) Nella relazione sulla gestione stata fornita linformativa, in relazione alluso di strumenti finanziari e/o ai fini della valutazione della situazione patrimoniale e finanziaria e del risultato economico dellesercizio, relativa: a) agli obiettivi ed alle politiche dellentit in materia di gestione del rischio finanziario, compresa la politica di copertura per ciascuna principale categoria di operazioni previste; b) lesposizione della societ al rischio di prezzo, al rischio di credito, al rischio di liquidit ed al rischio di variazione dei flussi finanziari; facendo riferimento, sia per il significato che per il contenuto informativo richiesto dalla norma, a quanto indicato dai Principi Contabili Internazionali adottati dallUnione Europea? (art. 2428, c. 3, n. 6-bis, CC; OIC 3, par. 7).
(Le suddette informazioni non sono richieste per le imprese che ai sensi dellart. 2435-bis redigono il bilancio in forma abbreviata e che nel rispetto del c. 6 di tale articolo sono esonerate dalla redazione della relazione sulla gestione)

Rendiconto finanziario
1) Il rendiconto finanziario espone: (OIC 12, Forma e contenuto del rendiconto finanziario) - le risorse finanziarie generate dalla gestione reddituale dellesercizio, cio il flusso di capitale circolante netto generato dalla medesima - le assunzioni ed i pagamenti di mutui e prestiti obbligazionari - il ricavato dalla vendita di immobilizzazioni tecniche, finanziarie, immateriali (da indicare distintamente) - gli acquisti/incrementi di immobilizzazioni materiali, immateriali e finanziarie - i dividendi pagati - le variazioni avvenute durante lesercizio nei singoli conti componenti il capitale circolante netto ed il totale di tali

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

35 di 97

PARTE GENERALE Composizione del bilancio desercizio


1) Il bilancio desercizio costituito da: (art. 2423, c. 1, CC) - stato patrimoniale - conto economico - nota integrativa? variazioni (aumento o diminuzione del capitale netto) - tutta quella serie di variazioni patrimoniali di rilievo che non influisce sul livello del capitale circolante (ovvero della liquidit) e le cui connesse variazioni monetarie vanno esposte in una sezione apposita (per esempio: aumenti di capitale coperti mediante conferimento di impianti, conversione di obbligazioni convertibili in azioni, ecc.) - tutte quelle altre variazioni significative subite dallo stato patrimoniale, esclusi i trasferimenti tra conti del patrimonio netto? 2) Il rendiconto finanziario redatto seguendo uno dei seguenti schemi: - Rendiconto finanziario che espone flussi di liquidit, distinto in tre sezioni: (OIC 12, Forma e contenuto del rendiconto finanziario e Allegato III) operazioni dinvestimento, comprendenti gli acquisti o le vendite di immobilizzazioni materiali, finanziarie e immateriali operazioni di finanziamento, comprendenti lottenimento o la restituzione di risorse finanziarie sotto forma di capitale di rischio o di debito operazioni di gestione reddituale, non comprese nelle due categorie precedenti e riguardanti la principale attivit gestionale/attivit caratteristica (produzione e distribuzione di beni/fornitura di servizi)? - Rendiconto finanziario in termini di variazioni di capitale circolante netto, distinto in tre parti: (OIC 12 Forma e contenuto del rendiconto finanziario e Allegato I) variazioni subite dalla situazione patrimonialefinanziaria connesse a variazioni di capitale circolante netto (fonti e impieghi di capitale circolante netto fra linizio e la fine dellesercizio) variazioni nei singoli componenti del capitale circolante netto altre variazioni non connesse a modifiche del capitale circolante netto, esclusi i trasferimenti tra conti di patrimonio netto che sono esposti nel relativo prospetto? - Rendiconto finanziario che espone le variazioni nella situazione patrimoniale e finanziaria in termini di liquidit, diviso in due parti: (OIC 12, Forma e contenuto del rendiconto finanziario e Allegato II) variazioni subite dalla situazione patrimonialefinanziaria connesse con movimenti nelle liquidit altre variazioni che non sono connesse a movimenti finanziari, esclusi i trasferimenti tra conti di patrimonio netto che sono esposti nel relativo prospetto? 3) Sono escluse le compensazioni, nei limiti della significativit, tra flussi finanziari di segno opposto? (OIC 12 Forma e contenuto del rendiconto finanziario) 4) Il rendiconto finanziario stato redatto in forma

SI

NO

N/A

Note

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

36 di 97

PARTE GENERALE Composizione del bilancio desercizio


1) Il bilancio desercizio costituito da: (art. 2423, c. 1, CC) - stato patrimoniale - conto economico - nota integrativa? comparativa? (OIC 12, Forma e contenuto del rendiconto finanziario)

SI

NO

N/A

Note

Cambiamenti di principi contabili, cambiamenti di stime contabili, correzioni di errori


1) Se, in casi eccezionali, vi stato un cambiamento di Principi Contabili, tale cambiamento stato effettuato per una migliore rappresentazione in bilancio dei fatti e delle operazioni aziendali ed validamente motivato in nota integrativa? (art. 2423, c. 1, CC; OIC 29, par. A.II e par. A.IV) 2) Lapplicazione del nuovo Principio Contabile stata effettuata in maniera retroattiva? (OIC 29, par. A.III.b) 3) Gli effetti cumulativi, calcolati allinizio del periodo, risultanti da un cambiamento di Principi Contabili sono mostrati separatamente nel conto economico dellesercizio come componenti straordinari? (OIC 29, par. A.III.b.4) 4) Lapplicazione prospettica del nuovo Principio Contabile stata operata: (OIC 29, par. A.III.c) - necessariamente nei casi in cui non sia ragionevolmente possibile calcolare leffetto pregresso del cambiamento di Principio Contabile - facoltativamente se il nuovo Principio Contabile prevede limputazione a conto economico di costi che precedentemente venivano capitalizzati? 5) La nota integrativa contiene le seguenti informazioni: (OIC 29, par. A.IV) a) il motivo del cambio di principio e le modalit di attuazione b) in caso di applicazione retroattiva: leffetto cumulativo sugli utili a nuovo iniziali, comprensivo degli effetti fiscali, che si sarebbe avuto applicando retroattivamente il nuovo criterio c) in caso di applicazione prospettica: leffetto, se ragionevolmente determinabile, che si sarebbe avuto sulle componenti del risultato desercizio se il nuovo principio fosse stato applicato anche in precedenza d) leffetto sulle componenti ordinarie dellesercizio, prima delle componenti straordinarie, per non aver adottato il criterio precedente e) gli effetti sui conti patrimoniali interessati, nonch sul risultato desercizio o sul patrimonio netto, al lordo e al netto dellincidenza fiscale f) ove gli effetti del cambiamento di Principio Contabile siano rilevanti e/o si ripercuotano su una pluralit di voci interessate stata predisposta una situazione economico-patrimoniale sintetica pro-forma le cui grandezze siano comunque confrontabili con quanto riportato nei conti annuali e consolidati? (OIC 29, par. A.IV.b) 6) Se vi un cambiamento di stima contabile, il relativo effetto stato contabilizzato come componente del risultato della gestione ordinaria? (OIC 29, par. B.III) 7) Nel caso di cambiamento di stima con effetti significativi, sono indicate in nota integrativa: (OIC 29, par. B.V)

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

37 di 97

PARTE GENERALE Composizione del bilancio desercizio


1) Il bilancio desercizio costituito da: (art. 2423, c. 1, CC) - stato patrimoniale - conto economico - nota integrativa? - le ragioni del cambiamento - la quantificazione delleffetto - qualora ragionevolmente stimabile, la relativa incidenza fiscale? 8) Nel caso in cui il cambiamento di stima sia contestuale al cambiamento di Principio Contabile, la rettifica complessiva stata contabilizzata e descritta come cambiamento di Principio Contabile? (OIC 29, par. B.IV) 9) Gli errori commessi in esercizi precedenti hanno trovato tempestiva correzione nellesercizio in cui sono stati individuati (nel presupposto che i bilanci dei precedenti esercizi siano legalmente validi e che quindi non sia necessario procedere al loro rifacimento)? (OIC 29, par. C.III) 10) In caso di correzione di errori determinanti, tali cio da rendere il bilancio non attendibile, sono stati indicati in nota integrativa: (OIC 29, par. C.V.b) a) la natura dellerrore commesso b) lammontare della correzione operata nellesercizio corrente e lammontare della correzione che sarebbe stata necessaria per gli esercizi precedenti ai quali si riferiscono gli errori compiuti c) il fatto che i dati e le informazioni comparative dei precedenti esercizi indicati nel precedente punto b) non sono stati oggetto di correzione? 11) Se la correzione riguarda errori non determinanti i redattori del bilancio hanno aderito allindicazione facoltativa di darne informativa? (OIC 29, par. C.V.a)

SI

NO

N/A

Note

Bilancio in forma abbreviata


1) La societ si avvalsa della possibilit di redigere il bilancio in forma abbreviata? (art. 2435-bis, CC) 2) Qualora la societ si sia avvalsa di tale facolt, stato verificato che: - nel primo esercizio o, successivamente, per due esercizi consecutivi non siano stati superati due dei seguenti limiti: totale dellattivo dello stato patrimoniale: 4.400.000 ricavi delle vendite e delle prestazioni: 8.800.000 dipendenti occupati in media durante lesercizio: 50 unit. - nella nota integrativa siano omesse unicamente le indicazioni richieste dal n. 10 dellart. 2426, CC e dai nn. 2, 3, 7, 9, 10, 12, 13, 14, 15, 16 e 17 dellart. 2427, CC e dal n. 1 del c.1 dellart. 2427-bis; le indicazioni richieste dal n. 6 dellart. 2427 sono riferite allimporto globale dei debiti iscritti in bilancio - lo stato patrimoniale comprenda comunque le voci contrassegnate nellart. 2424, CC con lettere maiuscole e con numeri romani, con separata indicazione, per le voci C.II dellattivo e D. del passivo, dei crediti e dei debiti esigibili oltre lesercizio successivo e con la detrazione esplicita di ammortamenti e svalutazioni dalle voci B.I e B.II?
Lart. 2435-bis, c. 2, CC permette anche di comprendere le voci A. e

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

38 di 97

PARTE GENERALE Composizione del bilancio desercizio


1) Il bilancio desercizio costituito da: (art. 2423, c. 1, CC) - stato patrimoniale - conto economico - nota integrativa?
D. nella voce C.II. e la voce E del passivo nella voce D.

SI

NO

N/A

Note

il raggruppamento delle voci del conto economico avvenuto in base a quanto previsto dallart. 2435-bis, c. 3 e 4 e cio sono state raggruppate fra loro: voci A.2 e A. 3 voci B.9(c), B.9(d), B,9 (e) voci B.10(a), B.10(b), B.10(c) voci C.16(b) e C.16 (c) voci D.18(a), D.18(b), D18(c) voci D.19(a), D.19(b), D.19(c)
Nel conto economico del bilancio in forma abbreviata nella voce E.20 non richiesta la separata indicazione delle plusvalenze e nella voce E.21 non richiesta la separata indicazione delle minusvalenze e delle imposte relative a esercizi precedenti.

3) Nel caso di presentazione del bilancio in forma abbreviata, la preparazione della relazione sulla gestione stata omessa solo se sono state fornite in nota integrativa le informazioni richieste dai nn. 3) e 4) dellart. 2428 (in tema di numero e valore nominale sia delle azioni proprie che delle azioni o quote di societ controllanti possedute, acquistate o alienate nel corso dellesercizio) (art. 2435-bis, c. 7, CC)? 4) E stata fornita linformativa richiesta ai sensi dellart. 2427, c. 1, n. 22-bis, CC in merito alle operazioni con parti correlate, almeno per quanto riguarda le operazioni realizzate direttamente o indirettamente con i maggiori azionisti ed a quelle con i membri degli organi di amministrazione e controllo? (Quali maggiori azionisti sono stati considerati gli azionisti di controllo e quelli che possono influenzare landamento della societ, in base alla definizione di parti correlate Appendice di aggiornamento al Principio Contabile OIC 12) 5) E stata fornita linformativa richiesta ai sensi dellart. 2427, c. 1, n. 22-ter, CC, in merito agli accordi non risultanti dallo stato patrimoniale, almeno per quanto riguarda la natura e lobiettivo economico degli stessi?

Attivit di direzione e coordinamento


1) La societ soggetta ad attivit di direzione e coordinamento secondo quanto previsto dagli artt. 2497sexies (Presunzioni) e 2497-septies (Coordinamento tra societ), CC? 2) In caso affermativo la nota integrativa della societ riporta: - un prospetto riepilogativo dei dati essenziali dellultimo bilancio di esercizio approvato della societ o dellente che esercita su di essa lattivit di direzione e coordinamento (art. 2497-bis, c. 4; CC, Appendice 6, OIC 12)?
Il documento OIC 1 prevede che debbano essere indicati i dati essenziali di ciascuno dei soggetti che esercitano attivit di direzione e coordinamento qualora fossero pi di uno. Nel caso di una societ di capitali italiana che esercita attivit di direzione e coordinamento, i dati che presumibilmente sono da riportare sono i totali delle voci indicate con le lettere maiuscole dello stato patrimoniale e del conto economico (Appendice 6, OIC 12).

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

39 di 97

PARTE GENERALE Composizione del bilancio desercizio


1) Il bilancio desercizio costituito da: (art. 2423, c. 1, CC) - stato patrimoniale - conto economico - nota integrativa? - linformazione circa la redazione del bilancio consolidato da parte della societ che esercita attivit di direzione e coordinamento, di cui si riportano i dati di bilancio (Appendice 6, OIC 12)? 3) In caso affermativo la relazione sulla gestione della societ riporta: - i rapporti intercorsi con chi esercita attivit di direzione e coordinamento e con le altre societ che vi sono soggette, nonch leffetto che tale attivit ha avuto sullesercizio dellimpresa sociale e sui suoi risultati (art. 2497-bis, c. 5; CC, Appendice 6, OIC 12); - distinta per soggetto, la natura dei rapporti istaurati, nonch la tipologia delle operazioni pi rilevanti, e il valore di tali rapporti (Appendice 6, OIC 12); - se le operazioni sono effettuate a condizioni di mercato e in caso negativo, gli effetti prodotti da tali operazioni e le motivazioni sottostanti (Appendice 6, OIC 12); - lanalitica motivazione e la puntuale indicazione delle ragioni e degli interessi la cui valutazione ha inciso sulle decisioni prese, quando influenzate dalla societ o dallente che esercita attivit di direzione e coordinamento. Lindicazione da fornirsi anche sulle operazioni per le quali la societ ha fruito di un beneficio a seguito dellappartenenza ad un gruppo (art. 2497-ter, CC; Appendice 6, OIC 12).

SI

NO

N/A

Note

Patrimoni destinati ad uno specifico affare


1) La societ ha (art. 2447-bis, CC, OIC 2): a) costituito uno o pi patrimoni ciascuno dei quali destinato in via esclusiva ad uno specifico affare b) convenuto che nel contratto relativo al finanziamento di uno specifico affare, al rimborso totale o parziale del finanziamento medesimo siano destinati i proventi dellaffare stesso, o parti di essi? 2) In caso affermativo gli amministratori nella nota integrativa della societ riportano (art. 2427, c.1, n. 20 e 21, CC): - i dati richiesti dal terzo comma dellart. 2447-septies con riferimento ai patrimoni destinati ad uno specifico affare ai sensi della lettera a) del primo comma dellart. 2447bis, CC, vale a dire: lillustrazione del valore e della tipologia dei beni e dei rapporti giuridici compresi in ciascun patrimonio destinato, ivi inclusi quelli apportati da terzi i criteri adottati per la imputazione degli elementi comuni di costo e di ricavo, nonch il corrispondente regime della responsabilit? - i dati richiesti dallart. 2447-decies, c. 8, CC, vale a dire: per i proventi dellaffare stesso destinati al rimborso totale o parziale del finanziamento e per i beni strumentali destinati alla realizzazione delloperazione, la destinazione dei proventi e dei vincoli relativi ai beni? 3) Qualora la deliberazione costitutiva del patrimonio destinato preveda una responsabilit illimitata della societ per le

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

40 di 97

PARTE GENERALE Composizione del bilancio desercizio


1) Il bilancio desercizio costituito da: (art. 2423, c. 1, CC) - stato patrimoniale - conto economico - nota integrativa? obbligazioni contratte in relazione allo specifico affare, limpegno da ci derivante risulta in calce allo stato patrimoniale e ha formato oggetto di valutazione da parte degli amministratori secondo criteri illustrati in nota integrativa (art. 2447-septies, c. 4, CC)? 4) Per ciascun patrimonio destinato stato redatto un rendiconto separato, allegato al bilancio, secondo quanto previsto dagli artt. 2423 e segg., CC (art. 2447-septies, c. 2, CC)?

SI

NO

N/A

Note

Consolidato fiscale
1) La societ ha aderito al consolidato fiscale (OIC Interpretativo 2)? 2) In caso affermativo la nota integrativa della societ consolidante riporta (OIC Interpretativo 2, par. 1.3.2): - condizioni e termini rilevanti per il contratto di consolidato fiscale (distintamente per ciascun accordo bilaterale) - le parti coinvolte nel contratto di consolidato fiscale ed eventuali variazioni intervenute (la societ consolidante dovr indicare tutte le societ consolidate coinvolte) - periodo di vigenza del contratto di consolidato fiscale - indicazione analitica degli effetti sul bilancio delle componenti economiche e patrimoniali derivanti dalladesione al consolidato fiscale - gli impegni (inclusi quelli derivanti da unanticipata soluzione del contratto), i rischi e le garanzie derivanti delladesione al consolidato fiscale - la quota delle imposte anticipate rilevate in bilancio che si presume di recuperare solo in virt delladesione al consolidato fiscale e la relativa aliquota utilizzata - gli effetti derivanti da trasferimenti neutrali: valore di bilancio, valore fiscale e fiscalit differita - ai fini della riconciliazione fra aliquota ordinaria ed effettiva prevista dal Principio Contabile OIC 25, evidenza separata dalleffetto netto derivante dalladesione al consolidato fiscale con specifica indicazione di quelli relativi allapplicazione del pro-rata patrimoniale, alla tassazione dei dividendi, ai trasferimenti neutrali. 3) In caso affermativo la nota integrativa della societ consolidata riporta (OIC Interpretativo 2, par. 1.3.2): - condizioni e termini rilevanti per il contratto di consolidato fiscale (distintamente per ciascun accordo bilaterale) - parti coinvolte nel contratto di consolidato fiscale ed eventuali variazioni intervenute - periodo di vigenza del contratto di consolidato fiscale - indicazione analitica degli effetti sul bilancio delle componenti economiche e patrimoniali (inclusi i crediti di imposta e le eccedenze di imposta trasferiti nonch gli acconti di periodo corrisposti) derivanti dalladesione al consolidato fiscale - gli impegni (inclusi quelli derivanti da unanticipata

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

41 di 97

PARTE GENERALE Composizione del bilancio desercizio


1) Il bilancio desercizio costituito da: (art. 2423, c. 1, CC) - stato patrimoniale - conto economico - nota integrativa? soluzione del contratto), i rischi e le garanzie derivanti delladesione al consolidato fiscale - la quota delle imposte anticipate rilevate in bilancio che si presume di recuperare solo in virt delladesione al consolidato fiscale e la relativa aliquota utilizzata - gli effetti derivanti da trasferimenti neutrali: valore di bilancio, valore fiscale e fiscalit differita - ai fini della riconciliazione fra aliquota ordinaria ed effettiva prevista dal Principio Contabile OIC 25, evidenza separata dalleffetto netto derivante dalladesione al consolidato fiscale con specifica indicazione di quelli relativi allapplicazione del pro-rata patrimoniale, alla tassazione dei dividendi, ai trasferimenti neutrali e del riallineamento dei valori.

SI

NO

N/A

Note

Trasparenza fiscale
1) La societ ha aderito al regime di trasparenza fiscale o un socio della societ che ha aderito (OIC Interpretativo 2)? 2) In caso affermativo la nota integrativa della societ trasparente riporta (OIC Interpretativo 2, par. 2.3.2): - condizioni e termini rilevanti del contratto di trasparenza - tutte le parti coinvolte nel contratto di trasparenza fiscale con indicazioni delle percentuali di partecipazione ed eventuali variazioni intervenute - periodo di vigenza del contratto di trasparenza fiscale - gli impegni (inclusi quelli derivanti da unanticipata soluzione del contratto), i rischi e le garanzie derivanti delladesione alla trasparenza fiscale - la quota delle imposte anticipate rilevate in bilancio che si presume di recuperare solo in virt delladesione alla trasparenza fiscale e la relativa aliquota utilizzata - indicazione analitica degli effetti sul bilancio delle componenti economiche e patrimoniali (inclusi i crediti di imposta e le eccedenze di imposta trasferiti nonch gli acconti di periodo corrisposti) derivanti delladesione alla trasparenza fiscale - ai fini della riconciliazione fra aliquota ordinaria ed effettiva prevista dal Principio Contabile OIC 25, evidenza separata dalleffetto netto derivante dalladesione alla trasparenza fiscale con specifica indicazione del riallineamento dei valori. 3) In caso affermativo la nota integrativa dei soci della societ trasparente riporta (OIC Interpretativo 2, par. 2.3.2): - condizioni e termini rilevanti per il contratto di trasparenza - tutte le parti coinvolte nel contratto di trasparenza fiscale con indicazioni delle percentuali di partecipazione ed eventuali variazioni intervenute - periodo di vigenza del contratto di trasparenza fiscale - gli impegni (inclusi quelli derivanti da unanticipata soluzione del contratto), i rischi e le garanzie derivanti delladesione alla trasparenza fiscale - la quota delle imposte anticipate rilevate in bilancio che

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

42 di 97

PARTE GENERALE Composizione del bilancio desercizio


1) Il bilancio desercizio costituito da: (art. 2423, c. 1, CC) - stato patrimoniale - conto economico - nota integrativa? si presume di recuperare solo in virt delladesione alla trasparenza fiscale e la relativa aliquota utilizzata - indicazione analitica degli effetti sul bilancio delle componenti economiche e patrimoniali derivanti delladesione alla trasparenza fiscale - ai fini della riconciliazione fra aliquota ordinaria ed effettiva prevista dal Principio Contabile OIC 25, evidenza separata dalleffetto netto derivante dalladesione alla trasparenza fiscale con specifica indicazione di quelli relativi allapplicazione del pro-rata patrimoniale, alla tassazione dei dividendi e ai trasferimenti neutrali.

SI

NO

N/A

Note

Fusione e scissione
(Principio Contabile OIC 4) 1) Nel primo bilancio desercizio successivo alla fusione, per ogni voce dellattivo e del passivo i singoli conti delle societ partecipanti alla fusione sono stati aggregati in ununica voce di identico contenuto e sono stati applicati i principi di redazione e valutazione previsti dal CC in materia? Laggregazione di cui sopra stata effettuata anche per quanto riguarda le voci di conto economico, qualora sia stata prevista la retrodatazione degli effetti contabili delloperazione? (OIC 4, par. 4.5) 2) Nel caso di fusione per incorporazione, quali dati comparativi sono stati indicati i dati dellesercizio precedente (anteriore a quello di completamento del procedimento di fusione) relativamente alla societ incorporante? (OIC 4, par. 4.5) 3) Nel caso di fusione propria, non sono stati esposti dati comparativi in quanto in tale fattispecie la societ risultante dalla fusione una nuova societ? (OIC 4, par. 4.5) 4) In caso di fusione per incorporazione, stata predisposta una tabella allegata alla Nota Integrativa, che, sia per lo stato patrimoniale che per il conto economico, riporti in colonne affiancate: (OIC 4, par. 4.5) - gli importi risultanti dal bilancio del precedente esercizio (dellincorporante) - gli importi iscritti per tutte le incorporate (cumulativamente se sono pi duna) nel bilancio dapertura - gli importi dellincorporata iscritti nel bilancio dellesercizio, se determinabili, senza eccessiva difficolt? 5) Limporto dellavanzo e/o disavanzo, da annullamento e da concambio, che non risulta dalla tabella sopra indicata, illustrato, per ciascuna societ interessata e precisandone il trattamento contabile, con lindicazione dei criteri seguiti nelliscrizione dei valori correnti delle attivit e delle passivit e dellavviamento in sostituzione del disavanzo? (OIC 4, par. 4.5) 6) Nel caso di fusione propria e per incorporazione, nellipotesi di assenza di retroattivit contabile, qualora gli effetti della fusione sulla situazione economica e patrimoniale siano significativi, stata predisposta, ad integrazione

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

43 di 97

PARTE GENERALE Composizione del bilancio desercizio


1) Il bilancio desercizio costituito da: (art. 2423, c. 1, CC) - stato patrimoniale - conto economico - nota integrativa? dellinformativa nel primo bilancio desercizio successivo alla fusione, unapposita situazione economico-patrimoniale sintetica pro-forma, che evidenzi quali sarebbero stati i dati salienti dellesercizio precedente qualora gli effetti della fusione fossero stati riflessi retroattivamente allinizio di tale esercizio? (OIC 4, par. 4.5) 7) Quale parte integrante dellinformativa del primo bilancio desercizio successivo alla fusione, stato predisposto il rendiconto finanziario ed in calce allo stesso stata evidenziata in forma tabellare e per ciascuna incorporata, la presentazione distinta per classi delle attivit e passivit acquisite con la fusione, che non hanno dato luogo a flussi finanziari? (OIC 4, par. 4.5) 8) Qualora sia avvenuta una fusione per incorporazione fra controllante e controllata, nel primo bilancio successivo alla fusione stato verificato che: (OIC 4, par. 4.7) a) esista coerenza nellallocazione della differenza di fusione alle singole voci di bilancio, e ove possibile, vengano mantenute le stesse imputazioni gi effettuate nel bilancio consolidato, nel rispetto della continuit dei valori b) in allegato alla nota integrativa siano stati riportati i valori dellultimo bilancio consolidato ante fusione? 9) Qualora sia avvenuta una operazione di scissione, nel caso di beneficiaria neocostituita, nessuna informazione comparativa stata esposta, mentre nel caso di beneficiaria pre-esistente, la comparazione avvenuta con il suo precedente bilancio desercizio?

SI

NO

N/A

Note

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI
1) Le immobilizzazioni immateriali sono state classificate nelle seguenti voci: (art. 2424, CC) I - Immobilizzazioni immateriali 1 costi di impianto e di ampliamento 2 costi di ricerca, di sviluppo e di pubblicit 3 diritti di brevetto industriale e diritti di utilizzazione delle opere dellingegno 4 concessioni, licenze, marchi e diritti simili 5 avviamento 6 immobilizzazioni in corso e acconti 7 altre? E stata data indicazione separata di quelle concesse in locazione finanziaria? Tale disposizione riguarda esclusivamente le societ concedenti iscritte nellapposita sezione dellelenco generale, di cui allart. 113 del TUB (soggetti non operanti nei confronti del pubblico) (OIC 1, par. 2; OIC 24, par. C) 2) Nelle immobilizzazioni immateriali sono ricompresi solo elementi patrimoniali destinati ad essere utilizzati durevolmente? (art. 2424-bis, c.1, CC) 3) Le immobilizzazioni sono iscritte al netto degli

SI

NO

N/ A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

44 di 97

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI
ammortamenti o vi lindicazione nellattivo, in distinte colonne, del valore lordo, dellammortamento gi operato e del valore netto? (Rel. Min. art. 6 del D.Lgs. 127/91; OIC 12, Schema di stato patrimoniale secondo la legislazione civilistica) Gli anticipi a fornitori per immobilizzazioni immateriali sono esposte separatamente nel bilancio tra le immobilizzazioni nella voce B.I.6? (OIC 24, Immobilizzazioni in corso ed acconti) Le immobilizzazioni immateriali sono iscritte al costo di acquisto o di produzione? (art. 2426, c.1, n.1, CC) - Il costo dacquisto comprende gli oneri accessori e lIVA, qualora indetraibile? - Nel costo di produzione sono stati ricompresi tutti i costi direttamente imputabili? - Gli altri costi computati nel costo di produzione: sono stati considerati per la quota ragionevolmente imputabile al prodotto sono relativi al periodo di fabbricazione e fino al momento dal quale il bene pu essere utilizzato? Gli oneri relativi al finanziamento della fabbricazione (interna o presso terzi) computati nel costo di produzione: (art. 2426, c.1, n. 1, CC) - sono stati considerati per la quota ragionevolmente imputabile al prodotto - sono relativi al periodo di fabbricazione e fino al momento dal quale il bene pu essere utilizzato? Di tale facolt ne stata data informazione nella nota integrativa quantificando lammontare degli oneri finanziari imputati nellesercizio ai valori iscritti nellattivo nellesercizio distintamente per ogni voce? (art. 2427, c.1, n. 8, CC) Le immobilizzazioni immateriali rilevate al costo in valuta (art. 2426, c.1, 8-bis; OIC 24, Le immobilizzazioni immateriali nella legislazione civilistica; OIC 26, par. 5.1): - sono state iscritte al tasso di cambio al momento del loro acquisto, o - a quello inferiore alla data di chiusura dellesercizio se la riduzione debba giudicarsi durevole? Il costo delle immobilizzazioni immateriali, la cui utilizzazione limitata nel tempo, stato sistematicamente ammortizzato in ogni esercizio in relazione con la loro residua possibilit di utilizzazione? (art. 2426, c.1, n. 2, CC) Eventuali modifiche dei criteri di ammortamento e dei coefficienti applicati sono state motivate in nota integrativa? (art. 2426, c.1, n. 2, CC). Le motivazioni di tali modifiche sono adeguate? Qualora la vita utile sia indeterminata stata fissata una vita utile convenzionale? (OIC 24, par. D.II) Le immobilizzazioni che risultino durevolmente di valore inferiore a quello determinato secondo quanto sopra esposto - che abbiano quindi valore recuperabile inferiore al valore contabile netto - sono state iscritte a tale minor valore? (art. 2426, c.1, n. 3, CC; OIC 24, par. D.IV) Si tenuto presente che tale minor valore non pu essere mantenuto nei successivi bilanci se sono venuti meno i motivi della rettifica effettuata? (art. 2426, c.1, n. 3, CC, OIC 24, par.D.V))

SI

NO

N/ A

NOTE

4)

5)

6)

7)

8)

9)

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

45 di 97

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI
10) Qualora la societ abbia rivalutato il costo in applicazione di leggi speciali, la rivalutazione stata inclusa fra le riserve di patrimonio netto? (OIC 24, par. D.VI) 11) Qualora la societ esponga una perdita di esercizio e nel contempo esponga in bilancio delle immobilizzazioni immateriali quali oneri (costi) pluriennali, stata dimostrata la recuperabilit dei costi iscritti dellattivo? (OIC 24, par. D.IV) 12) I costi di impianto e di ampliamento, i costi di ricerca, di sviluppo e di pubblicit aventi utilit pluriennale: - hanno effettivamente utilit pluriennale (OIC 24, par. A.III) - sono stati iscritti nellattivo con il consenso del Collegio Sindacale, ove esistente (art. 2426, c.1, n. 5, CC) - sono stati ammortizzati in base ad un piano di ammortamento non superiore a cinque anni? (art. 2426, c.1, n. 5, CC) 13) In caso di distribuzione di dividendi, stata verificata lesistenza di riserve disponibili sufficienti a coprire lammontare di tali costi (impianto, ampliamento, ricerca, sviluppo e pubblicit) non ancora ammortizzati (art. 2426, c.1, n. 5, CC) 14) La societ si avvalsa della facolt di capitalizzare i costi di ricerca e sviluppo direttamente sostenuti? (OIC 24, Costi di ricerca, di sviluppo e di pubblicit) Questi soddisfano i requisiti di: - chiara definizione del progetto - identificabilit e misurabilit - realizzabilit del progetto, intenzione della societ alla sua realizzazione e possesso di risorse adeguate alla sua realizzazione - recuperabilit dei costi, tramite i ricavi che nel futuro si svilupperanno dalla applicazione del progetto stesso? Lammortamento dei costi di ricerca e sviluppo inizia a partire dal momento in cui il bene (o processo) disponibile per lutilizzazione economica? 15) Nel caso in cui siano stati iscritti nellattivo dello stato patrimoniale costi di start up (costi di avviamento, preoperativi o di pre-apertura), sono state rispettate le condizioni per la loro capitalizzazione? (OIC 24, Alcune tipologie di costi pluriennali) 16) I costi di addestramento e qualificazione del personale e/o agenti sono stati capitalizzati solo se sostenuti in relazione a unattivit di avviamento di una nuova impresa, di una nuova attivit di impresa o a un processo di riconversione o ristrutturazione industriale? (o commerciale in caso di agenti) (OIC 24, Alcune tipologie di costi pluriennali) In questultimo caso, le ristrutturazioni e riconversioni soddisfano i requisiti richiesti (approvazione del piano da parte degli amministratori, capacit dellazienda di generare flussi di reddito futuri, ecc.) (OIC 24, Alcune tipologie di costi pluriennali) 17) Lavviamento acquisito a titolo oneroso iscritto nei limiti del costo per esso sostenuto: - stato iscritto nellattivo con il consenso del Collegio Sindacale, ove esistente (art. 2426, c.1, n. 6, CC) - stato ammortizzato in base ad un piano di ammortamento non superiore a cinque anni (art. 2426,

SI

NO

N/ A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

46 di 97

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI
c.1, n. 6, CC) nel caso in cui lavviamento venga sistematicamente ammortizzato in un periodo limitato di durata superiore ai cinque anni, purch esso non superi la durata per lutilizzazione di questo attivo, ne stata data adeguata motivazione nella nota integrativa? (art. 2426, c.1, n. 6, CC).
(Sono consentiti periodi superiori a cinque anni ma non superiori ai venti anni qualora sia ragionevole supporre, in virt dellanalisi relativa ai benefici economici futuri, che la vita utile dellavviamento sia senzaltro superiore ai cinque anni) (OIC 24 Avviamento par. E)

SI

NO

N/ A

NOTE

18) I costi di pubblicit capitalizzati sono assimilabili ai costi di impianto e di ampliamento, sono cio funzionali, e quindi quasi essenziali, al buon esito del progetto per il quale i costi di impianto e di ampliamento sono stati sostenuti (lavviare una nuova attivit produttiva, il lanciare un prodotto innovativo, creazione di un nuovo prodotto) e non si riferiscono invece a costi di sostegno della commerciabilit di prodotti gi esistenti? (OIC 24, Costi di ricerca, di sviluppo e di pubblicit) 19) Il software applicativo acquistato a titolo di propriet o di licenza duso a tempo indeterminato stato iscritto nella voce B.I.3 Diritti di brevetto industriale e diritti di utilizzazione delle opere dellingegno? Nel caso in cui il corrispettivo periodico sia relativo al software applicativo acquistato a titolo di licenza duso a tempo determinato stato imputato al conto economico e non capitalizzato? Nel caso inoltre il software acquistato su licenza duso preveda il pagamento di un corrispettivo una tantum pagato allinizio a valere per tutto il periodo di licenza, i relativi costi sono stati iscritti nella voce B.I.4 Concessioni, licenze, marchi e diritti simili? (OIC 24, Altre immobilizzazioni immateriali) 20) Nel caso di software prodotto internamente (OIC 24, Altre immobilizzazioni immateriali): - se il software applicativo prodotto internamente tutelato ai sensi della legge sui diritti dautore, i relativi costi sostenuti internamente sono stati iscritti nella voce B.I.3 Diritti di brevetto industriale e diritti di utilizzazione delle opere dellingegno - se il software applicativo prodotto per uso interno non tutelato, i relativi costi sono stati o imputati a costi nel periodo di sostenimento o, se hanno dato luogo a programmi utilizzabili per un certo numero di anni allinterno dellimpresa, capitalizzati ed iscritti nella voce B.I.7 Altre immobilizzazioni immateriali? 21) La societ ha iscritto nellattivo diritti di brevetto? Questi presentano le caratteristiche e i requisiti di: (OIC 24, Diritti di brevetto industriale e diritti di utilizzazione delle opere dellingegno) - titolarit di un diritto esclusivo di sfruttamento - recuperabilit dei costi di iscrizione tramite benefici economici che si svilupperanno dallapplicazione del brevetto stesso - possibilit di determinare in maniera attendibile il suo costo per limpresa? 22) Lammortamento dei diritti di brevetto stato determinato sulla base della durata economica con il limite massimo della durata del brevetto? (OIC 24, Diritti di brevetto

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

47 di 97

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI
industriale e diritti di utilizzazione delle opere dellingegno) 23) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni: (OIC 24, Informazioni nella relazione sulla gestione e nella nota integrativa) a) i criteri con cui sono stati determinati i valori delle immobilizzazioni immateriali, delle rettifiche di valore, della conversione dei valori non espressi allorigine in moneta avente corso legale nello Stato (art. 2427, c.1, n. 1, CC) b) i movimenti delle immobilizzazioni, specificando per ciascuna voce (art. 2427, c.1, n. 2, CC): il costo originario le precedenti rivalutazioni, ammortamenti e svalutazioni le acquisizioni, gli spostamenti da una ad altra voce, le alienazioni avvenuti nellesercizio le rivalutazioni, gli ammortamenti e le svalutazioni effettuati nellesercizio il totale delle rivalutazioni riguardanti le immobilizzazioni esistenti alla chiusura dellesercizio i trasferimenti ad altra voce le svalutazioni accumulate e quelle effettuate nellesercizio. c) la composizione delle voci Costi di impianto e di ampliamento e Costi di ricerca, di sviluppo e di pubblicit, nonch le ragioni della iscrizione ed i rispettivi criteri di ammortamento (art. 2427, c.1, n. 3, CC; ) d) la misura e le motivazioni delle riduzioni di valore applicate alle immobilizzazioni immateriali, in particolare lavviamento, facendo a tal fine esplicito riferimento al loro concorso alla futura produzione di risultati economici, alla loro prevedibile durata utile e, per quanto rilevante, al loro valore di mercato, segnalando altres le differenze rispetto a quelle operate negli esercizi precedenti ed evidenziando la loro influenza sui risultati economici dellesercizio (sia prima che dopo le imposte). (art. 2427, c.1, n. 3bis; CC, OIC 1, par. 6) e) il criterio seguito per leventuale rivalutazione del bene immateriale, la legge che lha determinata, limporto della rivalutazione, al lordo ed al netto degli ammortamenti e leffetto sul patrimonio netto f) il metodo ed il piano di ammortamento usato. In particolare per lavviamento, nellipotesi in cui la durata dellammortamento sia superiore rispetto al periodo convenzionale di cinque anni, occorre dimostrare e motivare tale maggiore durata, evidenziando in nota integrativa gli elementi specifici sulla base dei quali fondata la determinazione della maggiore vita utile residua g) distintamente per ciascuna voce, lammontare della eventuale capitalizzazione degli oneri finanziari e lammontare cumulativo capitalizzato, distinto da quello relativo allesercizio h) i cambiamenti dei metodi dammortamento e della residua vita utile ed i relativi effetti e motivazioni i) le ragioni e lammontare della svalutazione

SI

NO

N/ A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

48 di 97

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI
apportata per perdite durevoli di valore?

SI

NO

N/ A

NOTE

IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Parte generale


1) Le immobilizzazioni materiali sono state classificate nelle seguenti voci (art. 2424, CC): II - Immobilizzazioni materiali: 1 Terreni e fabbricati 2 Impianti e macchinario 3 Attrezzature industriali e commerciali 4 Altri beni 5 Immobilizzazioni in corso e acconti? E stata data indicazione separata di quelle concesse in locazione finanziaria? Tale disposizione riguarda esclusivamente le societ concedenti iscritte nellapposita sezione dellelenco generale, di cui allart. 113 del TUB (soggetti non operanti nei confronti del pubblico) (OIC 1, par. 2; OIC 16, Le immobilizzazioni materiali nella legislazione civilistica) 2) Nelle immobilizzazioni materiali sono inclusi unicamente elementi patrimoniali destinati ad essere utilizzati durevolmente? (art. 2424-bis, c. 1, CC) 3) Le immobilizzazioni materiali sono iscritte al costo di acquisto o di produzione? (art. 2426, CC) - Il costo dacquisto comprende gli oneri accessori? - Nel costo di produzione sono stati ricompresi tutti i costi direttamente imputabili? - Gli Altri costi computati nel costo di produzione: sono stati considerati per la quota ragionevolmente imputabile al prodotto sono relativi al periodo di fabbricazione e fino al momento dal quale il bene pu essere utilizzato? - Limporto dellIVA eventualmente capitalizzato indetraibile? (OIC 16, par. D.II.a) 4) Le immobilizzazioni materiali la cui valutazione in bilancio correlata ad una valuta estera (art. 2426, c.1, n.8-bis; OIC 26, par. 8.4): - sono state iscritte al tasso di cambio al momento del loro acquisto, o - a quello inferiore alla data di chiusura dellesercizio se la riduzione debba giudicarsi durevole? 5) Gli oneri relativi al finanziamento della fabbricazione (interna o presso terzi) computati nel costo di produzione: (art. 2426, c.1, n. 1, CC) - sono stati considerati per la quota ragionevolmente imputabile al prodotto - sono relativi al periodo di fabbricazione e fino al momento dal quale il bene pu essere utilizzato? Di tale facolt ne stata data informazione nella nota integrativa quantificando lammontare degli oneri finanziari imputati ai valori iscritti nellattivo nellesercizio distintamente per ogni voce? (art. 2427, c.1, n. 8, CC) 6) Le immobilizzazioni sono iscritte al netto dei relativi fondi ammortamento (art. 2424, CC) o vi lindicazione nellattivo, in distinte colonne, del valore lordo,

SI

NO

N/ A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

49 di 97

IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI
dellammortamento gi operato e del valore netto? (Rel. Min. art. 6 del D.Lgs. 127/91; OIC 12, Schema di stato patrimoniale secondo la legislazione civilistica) 7) Nel caso di cespiti che comprendono accessori, componenti o pertinenze, aventi una vita utile di durata inferiore al cespite principale, lammortamento di tali componenti calcolato separatamente rispetto al cespite principale, salvo il caso in cui ci non sia praticabile? (OIC 16, par. D.XI) 8) I cespiti non usati e destinati da una delibera del CdA allalienazione o attualmente non usati per essere destinati ad altre produzioni sono esposti in bilancio - quando di ammontare significativo - separatamente in apposita voce del circolante? (OIC 16, par. A.I.e) 9) Gli anticipi a fornitori per acquisti di immobilizzazioni materiali sono esposti separatamente nel bilancio tra le immobilizzazioni nella voce B.II.5? (OIC 16, par. E.I) 10) Le minusvalenze o le plusvalenze da alienazione di cespiti sono esposti nel conto economico tra: a) gli Oneri diversi di gestione o gli Altri ricavi e proventi quando si riferiscono a oneri o proventi relativi a cessioni di beni strumentali impiegati nella normale attivit produttiva, commerciale o di servizi per effetto di deperimento economico-tecnico ed aventi comunque scarsa significativit rispetto alla normale attivit produttiva, commerciale o di servizi (OIC 12, Schema di conto economico secondo i principi contabili) b) i Proventi ed oneri straordinari (OIC 12, Schema di conto economico secondo i principi contabili, OIC Interpretativo 1, par. E) se legati a: operazioni o eventi che hanno un effetto rilevante sulla struttura dellimpresa (cessione di rami aziendali, conferimenti, fusioni, scissioni, ristrutturazioni aziendali, riconversione o ridimensionamento produttivo, espropri o nazionalizzazioni di beni, ecc.) cessioni di immobili civili e di altri beni non strumentali allattivit produttiva, commerciale o di servizi e non afferenti alla gestione finanziaria cessioni di beni strumentali alla normale attivit produttiva, commerciale o di servizi aventi una notevole rilevanza rispetto alla totalit dei beni strumentali utilizzati per la stessa attivit? furti e ammanchi di cespiti (i relativi rimborsi assicurativi costituiscono sopravvenienze attive straordinarie) perdite o danneggiamenti di beni a seguito di eventi naturali straordinari come alluvioni, terremoti, incendi, inondazioni, ecc. (anche in questa ipotesi i relativi indennizzi assicurativi costituiscono sopravvenienze attive straordinarie) oneri da cause e controversie di natura straordinaria non pertinenti alla normale gestione dellimpresa. Ad esempio quelle relative ad immobili civili ceduti, a rami aziendali ceduti, a ristrutturazioni e riconversioni aziendali, ad operazioni sociali straordinarie come fusioni e scissioni, ecc. perdita o acquisizione a titolo definitivo di caparre, qualora abbiano natura straordinaria

SI

NO

N/ A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

50 di 97

IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI
indennit varie per risoluzione di contratti? 11) Sono state effettuate rivalutazioni unicamente in applicazioni di leggi speciali? Non sono ammesse rivalutazioni discrezionali o volontarie ovvero che non derivino dallapplicazione di leggi speciali. In questi casi le rivalutazioni sono state effettuate in base ai criteri stabiliti dalle leggi speciali? (OIC 16, par. D.VIII) Se le leggi speciali non stabiliscono i criteri di rivalutazione, questi ultimi hanno comunque rispettato il principio generale della rappresentazione veritiera e corretta? (OIC 16, par. D.VIII) I saldi attivi di rivalutazione sono stati accreditati ad una apposita Riserva di rivalutazione voce A.III di patrimonio netto, al netto delleventuale imposta sostitutiva versata o da versare? (OIC 16, par. D.VIII) Nel caso di rivalutazione di beni immobili effettuata ai sensi del D.L. 29 novembre 2008, n.185 (convertito nella Legge 28 gennaio 2009, n.2), qualora la rivalutazione abbia rilevanza solo civilistica, sono stati contabilizzati i relativi effetti fiscali differiti, che si originano dalle corrispondenti differenze temporanee createsi, a riduzione della relativa riserva di rivalutazione? Qualora invece la rivalutazione dei beni immobili abbia rilevanza fiscale, successivamente alla rilevazione iniziale della rivalutazione stessa, sono stati rilevati gli effetti fiscali differiti per il fatto che gli ammortamenti sul maggior valore sono deducibili fiscalmente a partire dal quinto esercizio successivo a quello con riferimento al quale la rivalutazione stata eseguita? Liscrizione di passivit per imposte differite a fronte della riserva di rivalutazione in sospensione di imposta iscritta a seguito della rivalutazione effettuata solo nel caso in cui si preveda la distribuzione della stessa riserva o la liquidazione della societ? Si veda anche OIC Documento interpretativo di legge - Le novit introdotte dal D.L. 29/11/2008, n. 185 (convertito nella L. 28/1/2009, n. 2) - Aspetti contabili relativi alla valutazione dei titoli non immobilizzati, rivalutazioni degli immobili e fiscalit differita delle operazioni di aggregazione aziendale. 12) Per le immobilizzazioni materiali acquistate in tutto o in parte in cambio di altre immobilizzazioni materiali, il costo del bene acquisito stato contabilizzato: - al valore di mercato, se si tratta sostanzialmente di unoperazione di acquisto/vendita (OIC 16, parr. D.II.c e D.II.e) - al valore contabile netto del bene dato in permuta nel caso in cui la permuta stata fatta al fine di acquisire un bene avente caratteristiche funzionali analoghe a quello ceduto (OIC 16, par. D.II.c) 13) I costi di, ampliamento, ammodernamento o miglioramento degli elementi strutturali di unimmobilizzazione sono stati capitalizzati solo se hanno comportato un aumento significativo e misurabile di capacit o di produttivit o di sicurezza o di vita utile? (OIC 16, par. D.III)
Si ricorda che se tali costi non producono i predetti effetti, ma sono invece assimilabili a costi di manutenzione ordinaria, essi devono essere addebitati al conto economico.

SI

NO

N/ A

NOTE

14) Il costo delle immobilizzazioni materiali, la cui utilizzazione

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

51 di 97

IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI
limitata nel tempo, stato sistematicamente ammortizzato in ogni esercizio in relazione con la loro residua possibilit di utilizzazione? (art. 2426, c.1, n. 2, CC) 15) Le immobilizzazioni che, alla data di chiusura dellesercizio, risultino durevolmente di valore inferiore a quello determinato secondo quanto sopra esposto - che abbiano quindi valore recuperabile al di sotto del valore contabile netto - sono state iscritte a tale minor valore? (art. 2426, c.1, n. 3, CC; OIC 16, par. D.XIII) Si tenuto presente che tale minor valore non pu essere mantenuto nei successivi bilanci se sono venuti meno i motivi della rettifica effettuata (art. 2426, c.1, n. 3, CC) e che il ripristino deve tener conto degli ammortamenti che si sarebbero presi in assenza di svalutazione? (OIC 16, par. D.XIII) 16) Ogni cespite obsoleto o non pi utilizzato o utilizzabile o destinato allalienazione stato valutato al minore tra il valore netto contabile e il valore netto di realizzo? (OIC 16, par. D.XIII) 17) Nel caso di cespiti non utilizzati: a) limpresa si accertata se si verificata una perdita durevole di valore nelle immobilizzazioni materiali destinate allalienazione? (OIC 16, par. D.XIII) b) il valore esposto in bilancio corrisponde al minore tra costo e valore recuperabile, che in questo caso corrisponde al valore realizzabile dalla alienazione, al netto di tutti i costi per smantellamento, a meno che sia previsto il loro successivo utilizzo in futuro, e quindi il valore duso considerato uguale o superiore al valore contabile (OIC 16, par. A.I.e e par. D.XIII) c) gli ammortamenti sono stati sospesi per i beni destinati allalienazione (OIC 16, par. A.I.e) d) stata data adeguata informazione in nota integrativa circa i beni destinati allalienazione? (OIC 16, par. E.IV)? 18) Le immobilizzazioni materiali acquisite a titolo gratuito (ad esempio, tramite donazioni) sono iscritte in bilancio nel momento in cui il titolo di propriet delle stesse stato trasferito allimpresa (nellattivo patrimoniale ed in contropartita tra i proventi straordinari) al presumibile valore di mercato attribuibile alle stesse alla data di acquisizione, al netto degli oneri e dei costi - sostenuti e da sostenere - affinch le stesse possano essere durevolmente ed utilmente inserite nel processo produttivo dellimpresa? Tale valore stato rilevato come provento straordinario nel conto economico e, se rilevante, stata data adeguata illustrazione in nota integrativa? (OIC 16, par. D.II.d) Nel caso in cui alla data di bilancio il titolo di propriet non sia stato ancora legalmente trasferito allimpresa, le immobilizzazioni ricevute a titolo gratuito sono iscritte tra i conti dordine e ne data adeguata illustrazione in nota integrativa? (OIC 16, par. D.II.d) 19) E stata esercitata la facolt di iscrivere nellattivo le attrezzature industriali e commerciali ad un valore costante, solo qualora siano rispettate tutte le seguenti condizioni (art. 2426, c.1, n. 12, CC): - tali immobilizzazioni siano costantemente rinnovate - siano di scarsa importanza in rapporto allattivo del

SI

NO

N/ A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

52 di 97

IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI
bilancio - non vi siano variazioni sensibili nella loro entit, valore e composizione? 20) I pezzi di ricambio di rilevante costo unitario e di uso non ricorrente che costituiscono dotazione necessaria del cespite sono capitalizzati tra le immobilizzazioni materiali ed ammortizzati sulla vita del cespite cui si riferiscono o sulla loro vita utile basata su una stima dei tempi di utilizzo, se inferiore? (OIC 16, par. D.VII) 21) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni: a) i criteri con cui sono stati determinati i valori delle immobilizzazioni materiali, delle rettifiche di valore, della conversione dei valori non espressi allorigine in moneta avente corso legale nello Stato (art. 2427, c.1, n. 1, CC; OIC 16, par. E.IV) b) linclusione o meno della quota di spese generali di fabbricazione in caso di beni costruiti in economia (OIC 16, par. E.IV) c) distintamente per ciascuna voce, lammontare della eventuale capitalizzazione degli oneri finanziari imputati alle immobilizzazioni materiali, la relativa politica di capitalizzazione adottata e lammontare cumulativo capitalizzato distinto da quello relativo allesercizio (art. 2427, c.1, n. 8, CC; OIC 16, par. E.IV) d) i gravami esistenti sulle immobilizzazioni materiali (ipoteche, privilegi, pegni, ecc.) (OIC 16, par. E.IV) e) per ciascuna categoria di immobilizzazioni materiali sono stati forniti (art. 2427, c.1, n. 2, CC; OIC 16, par. E.IV): il costo originario le precedenti rivalutazioni e quelle dellesercizio gli ammortamenti accumulati e quelli dellesercizio le svalutazioni accumulate e quelle dellesercizio le acquisizioni, i trasferimenti da una ad altra voce, le alienazioni avvenute nellesercizio il totale delle rivalutazioni riguardanti le immobilizzazioni esistenti alla chiusura dellesercizio Tali informazioni sono esposte in forma tabellare? (OIC 12, Nota integrativa al bilancio) f) lindicazione dei beni rivalutati per effetto di leggi di rivalutazione monetaria ancora in patrimonio (art. 2427, CC), il criterio seguito per la rivalutazione, la legge speciale che lha determinata, limporto della rivalutazione al lordo e al netto degli ammortamenti e leffetto sul patrimonio netto (OIC 16, par. E.IV) nonch le motivazioni per leffettuazione della rivalutazione (Documento OIC - Le novit introdotte dal D.L. 29/11/2008, n. 185 Aspetti contabili relativi alla valutazione dei titoli non immobilizzati, rivalutazione degli immobili e fiscalit differita delle operazioni di aggregazione aziendale) g) il metodo ed i tassi di ammortamento usati per le varie categorie o classi di cespiti e per la quota di ammortamento dellesercizio (OIC 16, par. E.IV) h) le modifiche dei criteri di ammortamento, della vita utile e dei coefficienti applicati, le motivazioni ed i relativi effetti (art. 2426, c.1, n. 2, CC; OIC 16, par.

SI

NO

N/ A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

53 di 97

IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI
E.IV). Le motivazioni sono ritenute adeguate? i) eventuali impegni significativi assunti con fornitori per lacquisizione di immobilizzazioni materiali (OIC 16, par. E.IV) j) in caso di svalutazioni delle immobilizzazioni: (art. 2427, c.1, n. 3-bis, CC; OIC 16, par. E.IV) le ragioni e lammontare delleventuale svalutazione apportata le considerazioni fatte, al fine della determinazione della riduzione di valore, con riferimento al concorso della immobilizzazione alla produzione di risultati economici, alla loro prevedibile durata utile e, ove applicabile e per quanto rilevante, al loro valore di mercato indicazioni delle differenze rispetto ad eventuali svalutazioni precedentemente effettuate lindicazione degli effetti della svalutazione effettuata sul risultato economico dellesercizio prima e dopo le imposte k) lammontare delle immobilizzazioni materiali acquistate durante lesercizio o in esercizi precedenti da controllate, collegate e controllate dalle controllanti, se di ammontare rilevante (OIC 16, par. E.IV) l) lammontare dei cespiti non in uso o utilizzati in misura sensibilmente inferiori alla loro normale possibilit di utilizzazione ovvero alla loro normale capacit produttiva (OIC 16, par. E.IV) m) nellipotesi di immobilizzazioni materiali destinate alla vendita (e riclassificate nellapposita voce dellattivo circolante): le ragioni del mutamento di destinazione dei cespiti e del conseguente trasferimento delle voci relative alle immobilizzazioni materiali a quelle relative al circolante, il criterio di valutazione utilizzato, leventuale effetto del cambiamento del criterio di valutazione sul risultato economico dellesercizio (OIC 16, par. E.IV) n) nel caso di beni dellimpresa presso terzi, in deposito, in pegno o in comodato lindicazione del fatto nella nota integrativa, (e non nei conti dordine)? (OIC 22, par. B.IV)

SI

NO

N/ A

NOTE

Beni in leasing (per il locatario)


1) Nel bilancio del locatario (utilizzatore), in ottemperanza alle norme di legge, i contratti di leasing sono stati contabilizzati come segue (metodo patrimoniale): (OIC 12, Appendice 2) - inserimento a conto economico del costo per canoni maturati nellesercizio (considerando gli eventuali risconti calcolati sullintero canone) - inserimento tra i conti dordine del valore dei cespiti in leasing, dellimpegno per canoni futuri e per il prezzo di riscatto del bene? 2) Lindividuazione dei contratti di leasing finanziario stata fatta considerando la formale presenza della clausola di opzione finale di acquisto e della ragionevole previsione di esercizio della stessa, ma anche di altre condizioni, indipendentemente dalla clausola di riscatto che determina, nella sostanza, il trasferimento al locatario della parte

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

54 di 97

IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI
prevalente dei rischi e dei benefici inerenti ai beni (OIC 12, Appendice 2)? 3) Nella nota integrativa sono state fornite le seguenti informazioni (OIC 11, Ruolo e funzione dei principi contabili; art. 2427, c.1, n. 22, CC; OIC 12, Appendice 2): - trattamento contabile adottato per la determinazione degli effetti economici e patrimoniali derivanti da operazioni di leasing - se di importo apprezzabile, informazioni circa gli effetti che si sarebbero prodotti sul patrimonio netto e sul conto economico rilevando le operazioni di locazione finanziaria (che comportano il trasferimento al locatario della parte prevalente dei rischi e dei benefici inerenti ai beni che ne costituiscono oggetto) con il metodo finanziario rispetto al criterio patrimoniale delladdebito a conto economico dei canoni corrisposti, in particolare sulla base di un apposito prospetto: lammontare complessivo al quale i beni oggetto di locazione sarebbero stati iscritti alla data di chiusura dellesercizio qualora fossero stati considerati immobilizzazioni. Tale valore corrisponde al minore fra il teorico prezzo del bene per il suo acquisto in contanti e il valore attuale dei canoni di locazione comprensivo del valore attuale del prezzo di riscatto pattuito. Il valore in oggetto esposto al netto degli ammortamenti che sarebbero stati stanziati applicando aliquote di ammortamento rappresentative della stimata vita utile del bene e di eventuali rettifiche e riprese di valore le quote di ammortamento, rettifiche e riprese di valore di competenza dellesercizio e quelle cumulate al termine dello stesso il debito implicito verso il locatore originariamente pari al valore del bene e progressivamente ridotto in base al piano di rimborso delle quote di capitale incluse nei canoni contrattuali lonere finanziario di competenza dellesercizio il relativo effetto fiscale leffetto sul risultato dellesercizio e quello complessivo sul patrimonio netto che si otterrebbero applicando il metodo finanziario - lammontare dei cespiti in leasing, degli impegni per canoni futuri ed il loro valore di riscatto?

SI

NO

N/ A

NOTE

Beni in leasing (per il locatore non istituzionale)


(Con il termine locatore non istituzionale si intendono gli enti finanziari che, pur esercitando lattivit di leasing ed iscritte nellapposita sezione dellelenco generale di cui allart. 113 del TUB, non applicano la disciplina prevista dal D.Lgs. 27/1/1992, n. 87 e dalle disposizioni emanate dalla Banca dItalia) (OIC 12, Appendice 2)

1) E stata fornita informativa circa i crediti e gli interessi impliciti nei contratti di locazione, nonch gli effetti che deriverebbero dallapplicazione del metodo finanziario sulla rappresentazione della situazione patrimoniale, finanziaria ed economica della societ? (OIC 12, Appendice 2)

Operazioni di retrolocazione (Lease back)


(Loperazione di vendita - sale - e concomitante operazione di leasing finanziario - lease back - per il riacquisto attraverso un contratto di leasing del bene originariamente di propriet, normalmente costituisce da un punto di

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

55 di 97

IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI
vista sostanziale una operazione di finanziamento. Poich una operazione di lease back comprende una operazione di locazione, occorre valutare se ricorrano le condizioni per la classificazione di questultima come leasing finanziario oppure, in pi rari casi, operativo) (OIC 12, Appendice 2)

SI

NO

N/ A

NOTE

1) Qualora la retrolocazione si configuri come finanziaria, stata rilevata contabilmente la vendita? 2) Leventuale plusvalenza (differenza positiva fra il prezzo della vendita originaria ed il valore netto contabile dello stesso bene alla data delloperazione) che si dovesse determinare stata rilevata nel conto economico secondo il principio di competenza, tramite liscrizione di risconti passivi e limputazione graduale al conto economico in base alla durata del contratto di leasing? (art. 2425-bis, c. 4, CC) Leventuale minusvalenza (nel caso in cui la compravendita ed il leasing non siano stati effettuati a condizioni di mercato), stata rilevata a conto economico fino a concorrenza della differenza tra il valore contabile ed il minor valore di mercato al momento della stipulazione delloperazione? E la parte residua (differenza tra valore di mercato e prezzo di vendita) imputata a conto economico lungo la durata del contratto, in proporzione ai canoni stessi, a condizione che: a) il prezzo di vendita sia inferiore al prezzo di mercato al momento della vendita; b) tale residua minusvalenza sia compensata dai futuri pagamenti di canoni inferiori a quelli di mercato? 3) Nella nota integrativa sono state fornite le seguenti informazioni (OIC 11, Ruolo e funzioni dei principi contabili, art. 2427, c.1, n. 22, CC; OIC 12, Appendice 2): - trattamento contabile adottato per la determinazione degli effetti economici e patrimoniali derivanti da operazioni di leasing - se di importo apprezzabile, informazioni circa gli effetti che si sarebbero prodotti sul patrimonio netto e sul conto economico rilevando le operazioni di locazione finanziaria (che comportano il trasferimento al locatario della parte prevalente dei rischi e dei benefici inerenti ai beni che ne costituiscono oggetto) con il metodo finanziario rispetto al criterio patrimoniale delladdebito a conto economico dei canoni corrisposti, in particolare sulla base di un apposito prospetto: lammontare complessivo al quali i beni oggetto di locazione sarebbero stati iscritti alla data di chiusura dellesercizio qualora fossero stati considerati immobilizzazioni. Tale valore corrisponde al minore fra il teorico prezzo del bene per il suo acquisto in contanti e il valore attuale dei canoni di locazione comprensivo del valore attuale del prezzo di riscatto pattuito. Il valore in oggetto esposto al netto degli ammortamenti che sarebbero stati stanziati applicando aliquote di ammortamento rappresentative della stimata vita utile del bene e di eventuali rettifiche e riprese di valore le quote di ammortamento, rettifiche e riprese di valore di competenza dellesercizio e quelle cumulate al termine dello stesso il debito implicito verso il locatore originariamente pari al valore del bene e progressivamente ridotto in base al piano di rimborso delle quote di capitale incluse nei canoni contrattuali lonere finanziario di competenza dellesercizio

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

56 di 97

IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI
il relativo effetto fiscale leffetto sul risultato dellesercizio e quello complessivo sul patrimonio netto che si otterrebbero applicando il metodo finanziario lammontare dei cespiti in leasing, degli impegni per canoni futuri ed il loro valore di riscatto? La metodologia adottata per il risconto della plusvalenza originariamente determinatasi e leffetto determinato dal complesso di tali appostazioni sul risultato netto dellesercizio e sul patrimonio netto.

SI

NO

N/ A

NOTE

Contributi in conto capitale commisurati al costo delle immobilizzazioni materiali


1) Sono accreditati al conto economico gradualmente in relazione alla vita utile dei cespiti cui si riferiscono ed esposti in bilancio a riduzione del valore dei cespiti ovvero in una voce del passivo tra i risconti (OIC 16, par. F.II.a)
La possibilit di iscrivere in una apposita voce del patrimonio netto la quota di contributi in conto capitale in sospensione di imposta era limitata alle residue quote di contributi erogati in esecuzione di leggi precedenti. Il CNDC-CNR 16 consentiva tale trattamento per ottenere il beneficio fiscale della sospensione di tassazione del 50 per cento del contributo ricevuto: la norma fiscale non consente pi tale trattamento

2) Sono iscritti, al valore nominale, nel momento in cui esiste una ragionevole certezza che le condizioni previste per il riconoscimento del contributo sono soddisfatte e che i contributi saranno erogati? (OIC 16, par. F.II.c) 3) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni: (OIC 16, par. F.III.b) a) lammontare delle richieste di contributo in corso, se di ammontare significativo b) i contributi ricevuti ed il metodo di contabilizzazione. Se contabilizzati come riduzione del costo vanno evidenziati il costo lordo ed il contributo. c) le restrizioni o le indisponibilit dei cespiti che la concessione di tali contributi comportano d) nel caso in cui negli esercizi passati il contributo sia stato iscritto a patrimonio netto, limporto del contributo che corrisponderebbe allammontare dei cespiti non ancora ammortizzati alla data di bilancio?

PARTECIPAZIONI E TITOLI Partecipazioni immobilizzate


1) Le partecipazioni immobilizzate sono state classificate nelle seguenti voci (art. 2424, CC): III - Immobilizzazioni finanziarie 1) partecipazioni in: a) imprese controllate b) imprese collegate c) imprese controllanti d) altre imprese? 2) Nelle immobilizzazioni finanziarie sono inclusi unicamente elementi patrimoniali destinati ad essere utilizzati durevolmente? (art. 2424-bis, c. 1, CC) 3) Le immobilizzazioni consistenti in partecipazioni sono iscritte al costo di acquisto? (art. 2426, c.1, n. 1, CC) Le immobilizzazioni in partecipazioni in controllate e

SI

NO

N/ A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

57 di 97

PARTECIPAZIONI E TITOLI
collegate sono valutate alternativamente con il metodo del patrimonio netto? (art. 2426, c.1, n. 1 e 4, CC) Nel caso che risultino durevolmente di valore inferiore al costo di acquisto sono state iscritte a tale minor valore? (art. 2426, c.1, n. 3, CC; OIC 20, par. II.3.6) Si tenuto presente che tale minor valore non pu essere mantenuto nei successivi bilanci se sono venuti meno i motivi della rettifica effettuata? (art. 2426, c.1, n. 3, CC) Le riprese di valore effettuate nellesercizio si fondano su presupposti adeguati? Le partecipazioni in altre imprese possedute in misura non inferiore al 20% (10% se con azioni quotate in mercati regolamentati) sono state considerate, in via presuntiva, immobilizzazioni? (art. 2424-bis, c. 2, CC) Per le immobilizzazioni consistenti in partecipazioni in imprese controllate e collegate che risultano iscritte per un valore superiore a quello derivante dallapplicazione del metodo del patrimonio netto o, se non vi sia obbligo di redigere il bilancio consolidato, a quello corrispondente alla frazione di patrimonio netto risultante dallultimo bilancio dellimpresa partecipata, la differenza stata motivata in modo preciso e puntuale nella nota integrativa? (art. 2426, c.1, n. 3, CC; OIC 20, par. II.3.4.) Sono escluse dalla valutazione con il metodo del patrimonio netto le partecipazioni per le quali (OIC 20, par. II. 3.5): - vi sono elementi che condizionano in modo rilevante la partecipazione oppure situazioni di natura politica che limitano di fatto linfluenza significativa nella gestione della partecipata - il controllo effettivo, diretto o indiretto, da parte della partecipante, di fatto limitato da particolari situazioni (es. fallimento, amministrazione controllata o liquidazione)? Per tali partecipazioni stato utilizzato il criterio del costo? Per le partecipazioni valutate con il metodo del patrimonio netto stata adeguatamente analizzata la differenza tra costo dacquisto e patrimonio netto contabile della partecipata alla data di acquisto della partecipazione (tenendo conto anche delle imposte differite ed anticipate)? (OIC 21, parr. 3.3.a e 3.3.b) - il costo dacquisto della partecipazione stato distribuito tra le attivit e le passivit in base ai loro valori correnti alla data di acquisto della partecipazione - se il patrimonio netto di spettanza espresso a valori correnti inferiore al prezzo dacquisto (differenza positiva), la differenza attribuibile allavviamento, a condizione che tale valore trovi riscontro in una ragionevole aspettativa di futuri sovra redditi - se e nella misura in cui non ricorra tale aspettativa, la differenza stata imputata a conto economico della partecipante quale svalutazione della partecipazione voce D.19.a, riducendo cos il valore inizialmente iscritto al prezzo di acquisto - nel caso in cui emerga una differenza negativa, tale differenza stata portata proporzionalmente a riduzione dei valori dellattivo immobilizzato, salvo quelli di inequivocabile valore o di rapido realizzo? - nel riesame dei valori delle attivit e passivit della partecipata, qualora emergano delle perdite o passivit,

SI

NO

N/ A

NOTE

4) 5)

6)

7)

8)

9)

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

58 di 97

PARTECIPAZIONI E TITOLI
di competenza dellesercizio o di esercizi passati, stato iscritto un fondo per rischi ed oneri (anche nel caso in cui lulteriore differenza sia attribuibile ad avviamento negativo, ovvero ad una previsione di flussi negativi di redditi futuri) - qualora, al termine del riesame e delle conseguenti rettifiche operate, permanga ancora una differenza negativa, la partecipazione stata iscritta al maggior valore del patrimonio netto rettificato della partecipata, rispetto al prezzo di costo, allocando al passivo, tra le riserve, una riserva per plusvalori di partecipazioni acquisite o dizione simile, indistribuibile? - i maggiori e minori valori, derivanti dal processo di cui sopra, sono assoggettati allo stesso trattamento contabile dei valori dei vari elementi, attivi o passivi, ai quali essi si riferiscono? 10) Nellapplicazione del metodo del patrimonio netto sono state considerate le seguenti rettifiche (OIC 21, par. 3.3.c.): - rettifiche derivanti dalleventuale mancata applicazione delle norme di legge, integrate sul piano della tecnica dai Principi Contabili - rettifiche derivanti dalla mancata applicazione di Principi Contabili uniformi a quelli applicati dalla partecipante - rettifiche derivanti da eventuali eventi significativi verificatisi tra la data di chiusura dellesercizio della partecipata e della partecipante, nellipotesi in cui tali date non coincidano - rettifiche derivanti da operazioni intersocietarie - rettifiche derivanti dalle differenze fra i valori contabili e i valori che tengono conto del diverso prezzo di acquisizione - rettifiche derivanti dalla percentuale di capitale della partecipata posseduto dalla partecipante? 11) Le plusvalenze derivanti dallapplicazione del metodo del patrimonio netto negli esercizi successivi rispetto al valore indicato nel bilancio dellesercizio precedente vengono accreditate al conto economico della partecipante (trattamento contabile preferito) o direttamente in una riserva non distribuibile (trattamento contabile alternativo)? (art. 2426, c.1, n. 4, CC; OIC 21, par. 3.3.f) 12) Le minusvalenze derivanti dallapplicazione del metodo del patrimonio netto vengono comunque addebitate a conto economico, eventualmente liberando la riserva non distribuibile in precedenza costituita a tale titolo? (art. 2426, c.1, n. 4, CC; OIC 21, par. 3.3.f) 13) Il metodo del patrimonio netto stato applicato ad ogni singola partecipazione e non su base aggregata? (OIC 21, par. 3.2.h) 14) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni: a) i criteri di valutazione adottati per le partecipazioni, per le rettifiche di valore e per la conversione dei valori non espressi allorigine in moneta avente corso legale nello Stato (art. 2427, c.1, n. 1, CC; OIC 20, par. 5.2) b) lelenco delle partecipazioni, possedute direttamente o per tramite di societ fiduciaria o per interposta persona, in imprese controllate e collegate, indicando per ciascuna la denominazione, la sede, il capitale, limporto del patrimonio netto, lutile o la perdita

SI

NO

N/ A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

59 di 97

PARTECIPAZIONI E TITOLI
dellultimo esercizio, la quota posseduta e il valore attribuito in bilancio o il corrispondente credito (art. 2427, c.1, n. 5, CC), lammontare delle riserve di utili o di capitale soggette a restituzioni o vincoli o in sospensione di imposta (OIC 20, par. 5.2) c) i movimenti delle partecipazioni suddivise in due voci, in imprese controllate e collegate, specificando per ciascuna voce: il costo; le precedenti rivalutazioni e svalutazioni; le acquisizioni, gli spostamenti da una allaltra voce, le alienazioni avvenute nellesercizio; le rivalutazioni e svalutazioni effettuate nellesercizio e il totale delle rivalutazioni riguardanti le partecipazioni immobilizzate esistenti alla chiusura dellesercizio (art. 2427, c.1, n. 2, CC; OIC 20, par. 5.2) d) la motivazione delleventuale deroga al divieto di cambiamento del criterio di valutazione adottato nel precedente esercizio e linfluenza di tale deroga sulla rappresentazione della situazione patrimoniale e finanziaria e del risultato economico (art. 2423-bis, n. 6, CC; OIC 20, par. 5.2) e) la motivazione della iscrizione della differenza nel caso in cui le immobilizzazioni, consistenti in partecipazioni in imprese controllate e collegate, siano iscritte per un valore superiore a quello derivante dallapplicazione del metodo del patrimonio netto o, se non vi sia obbligo di redigere il bilancio consolidato, al valore corrispondente alla frazione di patrimonio netto risultante dallultimo bilancio dellimpresa partecipata (art. 2426, CC; OIC 20, par. 5.2) f) lammontare dei proventi da partecipazioni immobilizzate diversi dai dividendi (art. 2427, c.1, n. 11, CC, OIC 20, par. 5.2)? 14.1) Nel caso di valutazione al costo a) gli ammontari significativi dei saldi e delle operazioni con consociate (OIC 20, par. II.5.f) b) la composizione delle voci Proventi straordinari e Oneri straordinari del conto economico, quando il loro ammontare sia apprezzabile nel caso in cui tra queste siano compresi valori generati da partecipazioni immobilizzate (OIC 20, par. II.5.d) c) lammontare dei proventi da partecipazioni (immobilizzate) di cui alla voce 15 del conto economico, diversi dai dividendi (OIC 20, par. II.5.e) d) leventuale restrizione alla disponibilit delle partecipazioni immobilizzate (OIC 20, par. II.5.g) e) lesistenza di diritti di opzione, privilegi, ecc. (OIC 20, par. II.5.h) f) le partecipazioni, con il relativo importo, che hanno costituito oggetto di cambiamento di destinazione e le relative ragioni (OIC 20, par. II.5.l) g) se il cambiamento di classificazione ha comportato, di riflesso, ladozione di un criterio di valutazione diverso rispetto al precedente esercizio, deve essere indicata linfluenza sulla rappresentazione della situazione patrimoniale e finanziaria e del risultato economico, ossia la differenza quantitativa originata dal cambiamento di valutazione (OIC 20, par. II.5.m)

SI

NO

N/ A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

60 di 97

PARTECIPAZIONI E TITOLI
h) nel caso di ripristino di valore occorre indicare lammontare della ripresa di valore e lorigine (OIC 20, par. II.5.n) i) nel caso di perdita durevole di valore della partecipazione, occorre indicare le ragioni della adozione del valore inferiore al costo o al valore contabile precedente e gli elementi che hanno costituito base o riferimento per ladozione del valore minore (OIC 20, par. II.5.o) j) nel caso di rivalutazione delle partecipazioni occorre indicare (OIC 20, par. II.5.p) la legge relativa e lammontare della rivalutazione le conseguenze fiscali ed il trattamento contabile delle relative imposte il trattamento contabile della riserva di rivalutazione e i suoi utilizzi e restrizioni se la tassazione della riserva di rivalutazione soggetta a condizione sospensiva e non vengono stanziate le imposte, la dichiarazione che gli amministratori ritengono che la tassazione verr differita indefinitamente k) linformazione su operazioni di aumento di capitale (a pagamento o gratuito) deliberate dalle societ partecipate, sue modalit, decisioni e conseguenze per la partecipante (OIC 20, par. n. 15.q) l) la indisponibilit, o meno, della riserva per azioni proprie in portafoglio e le relative ragioni (OIC 20, par. II.5.r) m) le informazioni sui conti nei quali sono stati rilevati gli utili e le perdite derivanti da alienazione di azioni proprie? (OIC 20, par. II.5.s) 14.2) Nel caso di valutazione con il metodo del patrimonio netto a) breve descrizione del metodo del patrimonio netto ed indicazione della data di riferimento dei bilanci utilizzati (OIC 21, par. 3.4.b.I) b) nel caso in cui la partecipazione iscritta per la prima volta in base al metodo del patrimonio netto, e leccedenza del costo di acquisto rispetto alla quota di patrimonio netto acquisito stata iscritta nellattivo e ammortizzato, per la parte attribuibile ai beni ammortizzabili o allavviamento, le ragioni di tale trattamento (art. 2426, c.1, n. 4, CC; OIC 21, par. 3.4.) c) il metodo di traduzione dei bilanci in moneta estera, i cambi utilizzati, nonch la rilevazione e la rappresentazione degli effetti delle variazioni nei rapporti di cambio ed i motivi che hanno portato alladozione di tale procedimento (OIC 21, par. 3.4.b.III) d) nel caso vengano utilizzati bilanci con date diverse, le date di tali bilanci e le variazioni di tali date nonch leffetto di eventi significativi verificatisi tra le diverse date (OIC 21, par. 3.4.b.V) e) lammontare della riserva non distribuibile che deriva dallapplicazione del metodo del patrimonio netto f) in presenza di dividendi il criterio di rilevazione seguito per liscrizione nel bilancio (riserva non distribuibile) della quota di pertinenza degli utili delle

SI

NO

N/ A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

61 di 97

PARTECIPAZIONI E TITOLI
partecipate secondo il metodo del patrimonio netto e lammontare dei dividendi relativi a tali partecipate g) gli impegni non risultanti dallo stato patrimoniale relativi ad imprese controllate e collegate, le notizie sulla composizione e natura di tali impegni e dei conti dordine, la cui conoscenza sia utile per valutare la situazione patrimoniale e finanziaria della societ (art. 2427, c.1, n. 9, CC; OIC 21, par. 3.4.a.4) h) il criterio seguito per limputazione al conto economico del risultato di esercizio della partecipata (metodo del patrimonio netto integrale) o della sola imputazione dello stesso allo stato patrimoniale (metodo del patrimonio netto con rappresentazione solo patrimoniale). Nel primo caso gli amministratori hanno indicato lammontare dellutile desercizio che non potr essere distribuito, dovendo essere iscritto in apposita riserva non distribuibile (OIC 21, par. 3.4.b.II). i) nel caso di modificazione del criterio di valutazione ed adozione del metodo del patrimonio netto, stata giustificata la scelta effettuata ed indicato il valore delle partecipazioni, del patrimonio netto e del risultato desercizio che sarebbero stati iscritti in bilancio se il criterio non fosse stato cambiato. Le stesse informazioni sono state fornite nel caso che dal metodo del patrimonio netto si passi al metodo del costo o al minore tra costo e mercato? (OIC 21, par. 3.4.b.IV)

SI

NO

N/ A

NOTE

Titoli immobilizzati
1) Nei titoli facenti parte delle immobilizzazioni finanziarie sono inclusi unicamente elementi patrimoniali destinati ad essere utilizzati durevolmente? (art. 2424-bis, c. 1, CC)
La classificazione contabile di un titolo tra le immobilizzazioni finanziarie fondata su un criterio di distinzione di tipo funzionale ed strettamente connessa con le decisioni degli amministratori avuto riguardo ai programmi che intendono attuare nellesercizio e nei successivi.

2) I titoli immobilizzati sono iscritti nellattivo al netto dei fondi di svalutazione? (Rel. Min. allart. 2424-bis, CC) 3) Leventuale trasferimento di un titolo da attivit immobilizzata ad attivo circolante conseguente al venir meno delle ragioni che avevano condotto alla precedente iscrizione (OIC 20, par. I.1) - tale trasferimento adeguatamente motivato in nota integrativa - in nota integrativa viene altres indicata linfluenza complessiva sul bilancio del trasferimento? 4) Lutile o la perdita da realizzo di titoli immobilizzati sono rilevati tra i proventi o gli oneri straordinari? (OIC 20, par. I.2) 5) La valutazione dei titoli, quotati o non quotati, viene effettuata titolo per titolo, attribuendo a ciascun titolo il costo specificatamente sostenuto? (OIC 20, par. I.6.1) 6) I premi o gli oneri di sottoscrizione, cos come gli scarti di negoziazione partecipano al risultato desercizio secondo competenza economica? (OIC 20, par. I.3) La contropartita patrimoniale rappresentata da ratei e risconti attivi o passivi?

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

62 di 97

PARTECIPAZIONI E TITOLI
7) I titoli senza cedola (zero coupon) sono iscritti, allatto dellacquisto, al costo sostenuto? La loro remunerazione viene esplicitata in ogni esercizio con contropartita patrimoniale nei ratei e risconti attivi? (OIC 20, par. I.3) 8) Qualora il titolo immobilizzato alla data di chiusura dellesercizio risulti durevolmente di valore inferiore rispetto a quello di iscrizione, stata iscritto a tale minor valore? (art. 2426, c.1, n. 3, CC; OIC 20, par. I.6.2) La riduzione di valore stata iscritta nel conto economico alla voce Rettifiche di valore di attivit finanziarie, punto 19, voce b? 9) Nel caso in cui siano venuti meno i motivi di una precedente rettifica effettuata per perdita durevole di valore, stato ripristinato il valore originario? (art. 2426, c.1, n. 3 CC; OIC 20, par. I.6.3) 10) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni: a) il criterio di valutazione adottato per i titoli immobilizzati (OIC 20, par. I.8.1.a) b) i titoli immobilizzati emessi da consociate (OIC 20, par. I.8.1.b) c) il trattamento contabile del premio o dellonere per il sottoscrittore di titoli immobilizzati e dello scarto di emissione (OIC 20, par. I.8.1.c) d) i movimenti dei titoli immobilizzati, specificando: il costo, le precedenti svalutazioni e rivalutazioni; le acquisizioni, gli spostamenti da una ad altra voce, le alienazioni avvenute nellesercizio, le svalutazioni o le rivalutazioni effettuate nellesercizio (OIC 20, par. I.8.1.d) e) la composizione delle voci Proventi straordinari e Oneri straordinari del conto economico, quando il loro ammontare sia apprezzabile nel caso in cui tra queste siano compresi valori generati da titoli immobilizzati (OIC 20, par. I.8.1.e) f) i titoli, con relativo importo, che hanno costituito oggetto di cambiamento di destinazione e le relative ragioni (OIC 20, par. I.8.1.f) g) se il cambiamento di destinazione ha comportato ladozione di un criterio di valutazione diverso rispetto allesercizio precedente, la differenza quantitativa originata dal cambiamento nella valutazione (OIC 20, par. I.8.1.g) h) le eventuali restrizioni alla disponibilit dei titoli (OIC 20, par. I.8.1h) i) le ragioni, nel caso di Perdita durevole di valore del titolo, delladozione di valore inferiore al costo o al valore contabile precedente e gli elementi che hanno costituito base o riferimento per ladozione del valore minore (OIC 20, par. I.8.1.i) j) nel caso di Ripristino di valore lammontare della rivalutazione, la ragione, le conseguenze fiscali? (OIC 20, par. I.8.1.l)

SI

NO

N/ A

NOTE

Partecipazioni comprese nel circolante


1) Le partecipazioni non immobilizzate sono state classificate nelle seguenti voci (art. 2424, CC): III Attivit finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni:

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

63 di 97

PARTECIPAZIONI E TITOLI
1) partecipazioni in imprese controllate 2) partecipazioni in imprese collegate 3) partecipazioni in imprese controllanti 4) altre partecipazioni 5) azioni proprie, con indicazione anche del valore nominale complessivo? Le attivit finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni sono iscritte al costo di acquisto (calcolato secondo lart. 2426, c.1, n. 1, CC) ovvero al valore di realizzazione desumibile dallandamento del mercato, se minore? (art. 2426, n. 9, CC; OIC 20, par. I.7) Si tenuto presente che il minor valore derivante da uneventuale svalutazione al mercato non pu essere mantenuto nei successivi bilanci se ne sono venuti meno i motivi? (art. 2426, c.1, n. 9, CC) Le riprese di valore effettuate nellesercizio si fondano su presupposti adeguati? La configurazione di costo adottata, ove possibile quella del costo specifico? (OIC 20, par. I. 7.1) Il costo stato calcolato con uno dei seguenti metodi: (art. 2426, c.1, n. 10, CC; OIC 20, par. I. 7.1) - media ponderata - primo entrato, primo uscito (FIFO) - ultimo entrato, primo uscito (LIFO)? Lapplicazione del principio del minore tra costo e mercato stata effettuata titolo per titolo? (OIC 20, par. I. 7.2) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni a) il criterio di valutazione adottato, nonch quello per le rettifiche di valore e per la conversione dei valori non espressi allorigine in moneta avente corso legale nello Stato (art. 2427, c. 1, n. 1, CC) b) il metodo di costo adottato (costo medio, FIFO o LIFO) e se apprezzabile, la differenza fra il valore di bilancio e quello calcolato in base ai costi correnti (art. 2426, c.1, n. 10, CC; OIC 20, par. I.8.2.c) c) lelenco delle partecipazioni, possedute direttamente o per tramite di societ fiduciaria o per interposta persona, in imprese controllate e collegate, indicando per ciascuna la denominazione, la sede, il capitale, limporto del patrimonio netto, lutile o la perdita dellultimo esercizio, la quota posseduta e il valore attribuito in bilancio o il corrispondente credito (art. 2427, c.1, n. 5, CC) d) il mercato cui si fatto riferimento per comparare il costo (OIC 20, par. I.8.2.d) e) i criteri applicati nella valutazione delle partecipazioni in valuta estera (art. 2427, n. 1, CC) sia con riferimento al costo che con riferimento alla eventuale perdita durevole di valore (si veda anche il punto a) precedente) f) in presenza di partecipazioni in imprese controllate o collegate che risultano iscritte per un valore superiore a quello derivante dallapplicazione del metodo del patrimonio netto, o, se non vi obbligo di redigere il bilancio consolidato, superiore al valore corrispondente alla frazione di patrimonio netto

SI

NO

N/ A

NOTE

2)

3) 4) 5)

6) 7)

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

64 di 97

PARTECIPAZIONI E TITOLI
risultante dallultimo bilancio dellimpresa partecipata, la motivazione di tale differenza (art. 2426, c.1, n. 3, CC; OIC 20, par. II.5.i) Le motivazioni fornite risultano adeguate? g) gli ammontari significativi dei saldi e delle operazioni con consociate (OIC 20, par. II.5.f) h) lammontare dei proventi da partecipazioni, indicati nellart. 2425, n. 15, CC, diversi dai dividendi (art. 2427, c.1, n. 11, CC) i) le informazioni sui conti nei quali sono stati rilevati gli utili e le perdite derivanti da alienazione di azioni proprie (OIC 20, par. II.5.s) j) linformazione su operazioni di aumento di capitale (a pagamento o gratuito) deliberate dalle societ partecipate, sue modalit, decisioni e conseguenze per la partecipante (OIC 20, par. II.5.q) k) le partecipazioni con il relativo importo, che hanno costituito oggetto di cambiamento di destinazione e le relative ragioni (OIC 20, par. II.5.l) l) se il cambiamento di destinazione ha comportato ladozione di un criterio di valutazione diverso rispetto al precedente esercizio, la differenza quantitativa originata dal cambiamento di valutazione? (OIC 20, par. II.5.m)

SI

NO

N/ A

NOTE

Titoli compresi nel circolante


1) I titoli compresi nel circolante sono iscritti al minore tra il costo di acquisto inclusivo degli oneri accessori ed il valore di realizzazione desumibile dallandamento del mercato? (art. 2426, c.1, n. 9, CC; OIC 20, par. I.7.1) 2) Nel caso in cui siano venuti meno i motivi di una precedente svalutazione al minor valore di realizzazione, effettuato il ripristino al valore originario? (art. 2426, n. 9, CC; OIC 20, par. I.7.2) 3) I titoli che non costituiscono immobilizzazioni sono iscritti nellattivo al netto dei relativi fondi svalutazione? (Rel. Min. allart. 2424-bis, CC) 4) La configurazione di costo adottata, ove possibile, quella del costo specifico? (OIC 20, par. I.7.1) 5) Alternativamente al costo specifico si utilizzato uno dei seguenti metodi di configurazione del costo: (art. 2426, c.1, n. 10, CC; OIC 20, par. I.7.1) - media ponderata - primo entrato, primo uscito (FIFO) - ultimo entrato, primo uscito (LIFO)? 6) Se il valore ottenuto con uno dei metodi indicati differisce in misura apprezzabile dai prezzi correnti alla chiusura dellesercizio, viene indicata la differenza, per categoria di beni, nella nota integrativa? (art. 2426, c.1, n. 10, CC) 7) Il valore di mercato dei titoli non immobilizzati quotati viene determinato con riferimento alle quotazioni di borsa in modo tale da consentire di desumere un rappresentativo andamento? (OIC 20, par. I.7.2) 8) Landamento dei prezzi di mercato successivo alla data di bilancio tenuto in adeguata considerazione per formulare un valore di realizzazione? (OIC 20, par. I.7.2) 9) Per i titoli ceduti successivamente alla data di bilancio il prezzo di mercato rappresentato dal prezzo di vendita?

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

65 di 97

PARTECIPAZIONI E TITOLI
(OIC 20, par. I.7.2) 10) Per i titoli per i quali non disponibile il valore di mercato, sono state utilizzate tutte le informazioni disponibili, o reperibili, allo scopo di accertare lesistenza di valori di mercato inferiori al costo? In tal caso, questi titoli sono stati opportunamente svalutati? (OIC 20, par. I.7.2) 11) Lapplicazione del principio del minore tra costo e mercato stata effettuata titolo per titolo? (OIC 20, par. I.7.2) 12) La valutazione dei titoli a reddito fisso al costo in ogni esercizio rettificata, eventualmente tramite liscrizione di un rateo, per tenere conto dellammontare dellaggio e del riconoscimento del disaggio? (OIC 20, par. I.3) Il criterio di ammortamento dellaggio e del riconoscimento del disaggio utilizzato dalla societ produce una sostanziale costanza nel tempo del rendimento del titolo? 13) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni: a) il criterio di valutazione adottato, nonch quello per le rettifiche di valore e per la conversione dei valori non espressi allorigine in moneta avente corso legale nello Stato (art. 2427, c. 1, n. 1, CC) b) il metodo di costo adottato (costo medio, FIFO o LIFO) e se apprezzabile, la differenza fra il valore di bilancio e quello calcolato in base ai costi correnti (art. 2426, c.1, n. 10, CC; OIC 20) c) unanalisi dei titoli raggruppati per principali tipologie, nel caso di ammontari molto rilevanti. (OIC 20, par. I.8.2.a) d) gli ammontari significativi di titoli non quotati (OIC 20 par. I.8.2.b) e) il mercato cui si fatto riferimento per comparare il costo? (OIC 20, par. I.8.2.d)?

SI

NO

N/ A

NOTE

Partecipazioni e Titoli iscritti nellattivo circolante Effetti del D.L. 29 novembre 2008, n. 185 convertito nella Legge 28 gennaio 2009, n. 2
(Documento interpretativo di legge OIC - Le novit introdotte dal D.L. 29 novembre 2008, n. 185 (convertito nella Legge 28 gennaio 2009, n. 2) Aspetti contabili relativi alla valutazione dei titoli non immobilizzati, rivalutazione degli immobili e fiscalit differita delle operazioni di aggregazione aziendale)

1) La societ si avvalsa della disciplina transitoria prevista dalla L. 2/09 che permette di derogare, in via temporanea, alle norme previste dal CC, mantenendo Partecipazioni e Titoli compresi nel circolante al valore risultante dallultimo bilancio o, ove disponibile, dallultima relazione semestrale regolarmente approvati anzich al valore di realizzazione desumibile dallandamento del mercato, fatta eccezione per le perdite di carattere durevole?
(il D.M. 24 luglio 2009 del Ministro dellEconomia, pubblicato sulla G.U. n. 176 del 31 luglio 2009, ha prorogato per lesercizio 2009 la possibilit di non svalutare Partecipazioni e titoli iscritti nellattivo circolante dei bilanci delle imprese che seguono le disposizioni del Codice Civile e dei Principi Contabili nazionali. Inoltre, ai sensi del comma 1-bis dellart. 52 del D.L. 31 maggio 2010, n.78, introdotto a seguito degli emendamenti apportati dalla Legge di conversione 30 luglio 2010, n.122, la deroga stata prorogata anche allesercizio in corso alla data di entrata in vigore di tale Legge di conversione (31 luglio 2010))

2) In caso affermativo sono state fornite nella nota integrativa le seguenti informazioni:

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

66 di 97

PARTECIPAZIONI E TITOLI
i criteri seguiti per lindividuazione delle partecipazioni e titoli oggetto di deroga - per ciascuna partecipazione e titolo, limporto iscritto in bilancio, il relativo valore desumibile dallandamento del mercato e la differenza fra i due (tali informazioni possono essere presentate anche in forma tabellare) - le modalit ed i criteri di determinazione del valore iscritto in bilancio - le motivazioni in base alle quali gli amministratori hanno ritenuto temporanea la perdita 3) Sono state inoltre fornite nella Relazione sulla Gestione indicazioni in merito alleffetto della mancata svalutazione sui dati e le informazioni fornite relativamente alla posizione finanziaria, se rilevanti per la valutazione della situazione patrimoniale e finanziaria e del risultato economico dellesercizio. -

SI

NO

N/ A

NOTE

RIMANENZE
1) Le rimanenze sono state classificate nelle seguenti voci: (art. 2424, CC) I - Rimanenze 1 Materie prime, sussidiarie e di consumo 2 Prodotti in corso di lavorazione e semilavorati 4 Prodotti finiti e merci 5 Acconti? 2) Le rimanenze sono iscritte al minore tra il costo di acquisto o di produzione ed il valore di realizzazione desumibile dallandamento del mercato? (art. 2426, c.1, n. 9, CC; OIC 13, par. D.II.b) 3) Le voci delle rimanenze sono iscritte nellattivo al netto dei relativi fondi svalutazione? (Rel. Min. allart. 2424-bis, CC) 4) Nel caso in cui siano venuti meno i motivi di una precedente svalutazione al minor valore di realizzazione, effettuato il ripristino al valore originario? (art. 2426, c.1, n. 9, CC; OIC 13, par. D.VII.f) 5) Il costo delle rimanenze viene calcolato con uno dei seguenti metodi alternativi: (art. 2426, c.1, n. 10, CC; OIC 13, par. D.IV) - media ponderata - primo entrato, primo uscito (FIFO) - ultimo entrato, primo uscito (LIFO)? Per i beni non intercambiabili pu essere adottato il metodo della specifica identificazione del costo (OIC 13, D.IV.a) 6) Nel costo di acquisto sono inclusi gli oneri accessori? (art. 2426, c.1, n. 1 e 9, CC; OIC 13, par. D.III.c e D.III.d) 7) Nella determinazione del costo di produzione si tenuto conto di: (art. 2426, c.1, n. 1, CC; OIC 13, par. D.III.e), f) e g) - costi direttamente imputabili al prodotto - quote di costi indiretti ragionevolmente imputabili al prodotto relativi al periodo di fabbricazione e non oltre il momento dal quale il bene pu essere utilizzato? 8) E stata eccezionalmente esercitata la facolt di aggiungere al costo di produzione oneri relativi al finanziamento del processo dinvecchiamento pluriennale? (art. 2426, c.1, n. 1, CC; OIC 13, par. D.III.m) Nel caso in cui sia stata esercitata tale facolt, gli oneri

SI

NO

N/A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

67 di 97

finanziari sono stati considerati solamente per la quota ragionevolmente imputabile al prodotto e relativamente al periodo di fabbricazione fino al momento dal quale il bene pu essere utilizzato? E stata data informazione nella nota integrativa dellutilizzo di tale facolt con la quantificazione dellammontare degli oneri finanziari imputati ai valori iscritti nellattivo nellesercizio? 9) Le spese generali di produzione sono imputate ai prodotti tenendo conto della normale capacit produttiva degli impianti (quindi senza considerare situazioni anomale quali scioperi, crisi di vendita e conseguente Cassa Integrazione Guadagni, ecc.)? ((OIC 13, parr. D.III.g) e h) 10) Le spese generali ed amministrative, i costi di produzione anomali, i costi di distribuzione e le spese di ricerca sono esclusi dal calcolo del costo di produzione? (OIC 13, par. D.III.h) 11) E rispettata la seguente definizione di valore di mercato: (OIC 13, par. D.VI.b) - costo di sostituzione per materie prime e sussidiarie e semilavorati di acquisto che partecipano alla fabbricazione dei prodotti finiti e prodotti dacquisto - valore di netto realizzo per prodotti finiti, semilavorati di produzione e merci? 12) La valutazione delle rimanenze al minore tra costo e mercato effettuata voce per voce? (OIC 13, par. D.VII.a) 13) E stato applicato il principio del minore tra costo e mercato anche agli ordini confermati di acquisto o di vendita? (OIC 13, parr. D.VII.b) e D.X) 14) Le merci obsolete e a lento rigiro sono state valutate al valore di netto realizzo? (OIC 13, par. D.VII.d) 15) Le materie prime e i semilavorati sono svalutati solo nel caso in cui il valore di netto realizzo del prodotto finito, al netto dei costi di completamento, sia inferiore al loro valore di costo? (OIC 13, par. D.VI.b) 16) Le materie prime, sussidiarie e di consumo, sono iscritte nellattivo ad un valore costante solo nel caso in cui siano costantemente rinnovate e complessivamente di scarsa importanza in rapporto allattivo di bilancio e sempre che non si abbiano variazioni sensibili nella loro entit, valore e composizione? (art. 2426, c.1, n. 12, CC) 17) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni: a) i criteri di valutazione adottati (art. 2427, c.1, n. 1, CC; OIC 13, par. E.II.a) b) il metodo di costo adottato (art. 2427, c.1, n. 1, CC; OIC 13, par. E.II.b) c) i criteri adottati per la svalutazione al valore di mercato specificando la tipologia del valore di mercato utilizzato per le rimanenze obsolete o a lento rigiro (art. 2427, c.1, n. 1, CC; OIC 13, par. E.II.c) d) il ripristino al costo originario se vengono meno le ragioni che avevano reso necessario labbattimento al valore di mercato e leffetto sul conto economico (OIC 13, par. E.II.c) e) gli eventuali cambiamenti nei criteri di valutazione, le ragioni dei medesimi, il relativo effetto sul conto economico nonch il metodo di contabilizzazione, e nella classificazione delle voci (OIC 13, par. E.II.d) f) gli eventuali gravami relativi alle rimanenze di

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

68 di 97

magazzino (art. 2427, c.1, n. 6, CC; OIC 13, par. E.II.e) g) se significativa, per categoria di beni la differenza fra la valutazione in bilancio ed il valore delle rimanenze a costi correnti, se la prima inferiore alla seconda (art. 2426, c.1, n. 10, CC; OIC 13, par. E.II.f) h) lammontare degli interessi inclusi nei costi di voci che richiedono un processo produttivo pluriennale in quanto relativi a finanziamenti chiaramente assunti a fronte di tali giacenze (OIC 13, par. E.II.g.) i) le perdite di ammontare rilevante, non distintamente identificate nel conto economico, derivanti da ordini confermati di acquisto o di vendita che devono essere riconosciute nellesercizio in cui sono note. Questa indicazione non necessaria se le perdite sono identificate chiaramente nel corpo del conto economico (art. 2423-bis, n. 4, CC; OIC 13, par. E.II.h.) j) nel caso di utilizzo del metodo Lifo leffetto, se significativo, sul risultato dellesercizio conseguente allesistenza a fine esercizio di quantit inferiori a quelle dellinizio dellesercizio (OIC 13, par. E.III.a) k) lammontare, se rilevante, della svalutazione apportata per effetto del mercato? (informazione facoltativa per OIC 13, par. E.III.b)

LAVORI IN CORSO SU ORDINAZIONE


1) I lavori in corso su ordinazione sono stati classificati nellapposita voce (art. 2424, CC) I - Rimanenze 3 Lavori in corso su ordinazione? 2) I lavori in corso per opere eseguite su commessa sono indicati nello stato patrimoniale tra le attivit al netto di eventuali fondi rettificativi? (Rel. Min. allart. 2424-bis, CC). 3) Gli anticipi e gli acconti per opere eseguite su commessa sono rilevati nel passivo dello stato patrimoniale? (art. 2424, CC; OIC 23, par. D.I.b) 4) E stato adottato uno dei seguenti criteri di valutazione per le commesse a lungo termine: (art. 2426, c.1, n. 11, CC; OIC 23, par. C) - criterio della percentuale di completamento o dello stato davanzamento - criterio della commessa completata o del contratto completato? 5) Il criterio di valutazione scelto applicato a tutte le commesse di tipologia simile? (OIC 23, par. C.IV) 6) Esistono le condizioni previste per lapplicazione del criterio della percentuale di completamento? (OIC 23, par. C.I) 7) Lutilizzo del criterio del costo giustificato dalla mancanza delle condizioni per lapplicazione del criterio della percentuale di completamento? (OIC 23, par. C.III)
Allo stato attuale accettabile utilizzare il criterio della commessa completata, anche per i contratti per i quali vi siano le condizioni per adottare il criterio della percentuale di completamento. In tal caso limpresa deve evidenziare in modo chiaro ed intelligibile in nota integrativa gli effetti che si sarebbero avuti se avesse adottato il criterio della percentuale di completamento

SI

NO

N/ A

NOTE

8) Qualora sia stato utilizzato il criterio della percentuale di completamento, i lavori in corso su ordinazione sono stati

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

69 di 97

LAVORI IN CORSO SU ORDINAZIONE


iscritti sulla base dei corrispettivi contrattuali maturati con ragionevole certezza? (art. 2426, c.1, n. 11, CC) 9) Per applicare il criterio della percentuale di completamento stato adottato uno dei seguenti metodi: (OIC 23, par. D.II.b) - metodo del costo sostenuto (cost-to-cost) - metodo delle ore lavorate - metodo delle unit consegnate - metodo delle misurazioni fisiche? 10) Il metodo scelto stato adottato per tutte le commesse con tipologia similare? (OIC 23, par. D.II.b) 11) Nel caso sia stato utilizzato il metodo del cost-to-cost: (OIC 23, par. D.II.c) - esiste un sistema procedurale che consenta di effettuare stime attendibili e aggiornate di costi e ricavi totali di commessa e la possibilit oggettiva di formulare le stime - i costi utilizzati per la determinazione della percentuale di completamento rappresentano leffettivo avanzamento del lavoro (ad esempio: sono stati esclusi i costi di materiali non utilizzati, costi di subappalto anticipati, ecc.)? 12) Nel caso sia stato utilizzato il metodo delle ore lavorate esiste la possibilit (e la capacit) di formulare attendibili stime dei costi diretti di commessa e del totale delle ore di lavoro necessari per il completamento della commessa? (OIC 23, par. D.II.d) 13) Nel caso sia stato utilizzato il metodo delle unit consegnate: (OIC 23, par. D.II.e) - esistono i presupposti per una sua applicazione (commesse pluriennali che prevedono la fornitura di una serie di prodotti uguali o omogenei, ove il flusso della produzione sia allineato al flusso delle consegne e ove i ricavi ed i costi delle singole unit o, comunque la percentuale di margine siano gli stessi o sostanzialmente gli stessi per tutte le unit) - sono state valutate solo le unit di prodotto consegnate - le unit di prodotto non consegnate sono state valutate al costo di produzione? 14) Nel caso sia stato utilizzato il metodo delle misurazioni fisiche: (OIC 23, par. D.II.f) - i prezzi delle lavorazioni dellunit di misura utilizzata per la rilevazione delle quantit prodotte, sono espressamente previsti dal contratto o sono determinabili su base oggettiva - se le singole lavorazioni non hanno percentuali di margine omogenee, sono state effettuate le opportune rettifiche ai prezzi, ai fini della valutazione delle quantit di lavoro eseguite - i costi afferenti ad attivit non specificamente previste dal contratto sono sospesi ed imputati a conto economico in funzione della percentuale di completamento dei lavori - la valutazione della commessa stata confrontata con quella che si sarebbe ottenuta con il metodo del costto-cost e le eventuali sostanziali divergenze sono state analizzate? 15) Qualora il contratto preveda dei prezzi per singole fasi di

SI

NO

N/ A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

70 di 97

LAVORI IN CORSO SU ORDINAZIONE


lavoro, la valutazione della commessa comunque stata effettuata nella sua globalit? (OIC 23, par. D.III) In caso di risposta negativa, esistono le condizioni per una valutazione frazionata della commessa? (OIC 23, par. D.III) 16) Nel caso sia stato adottato il criterio della commessa completata, sono stati seguiti i Principi Contabili enunciati nellOIC 13 e nelle norme di legge (art. 2426, c.1, n. 1, 9 e 10, CC) sulle rimanenze di magazzino? (OIC 23, par. E.I.a) La consegna rappresentata, a seconda della fattispecie, dalla spedizione, ma pi spesso dallaccettazione del bene da parte del committente, che comporta il verificarsi delle seguenti condizioni: (OIC 23, par. E.I.b) - la costruzione completata ed il bene accettato dal committente - i collaudi hanno avuto esito positivo - i costi eventualmente ancora da sostenere dopo il completamento non sono di entit significativa e sono stati accantonati - gli eventuali effetti relativi a situazioni di incertezza connessi alle commesse ed ancora presenti nonostante la costruzione sia stata completata, possono essere stimati con ragionevole certezza ed possibile effettuare per essi appropriati stanziamenti? 17) E stata considerata con la dovuta prudenzialit la revisione prezzi contrattuale nella stima dei ricavi totali di commessa? (OIC 23, par. F.I) 18) Le richieste di corrispettivi aggiuntivi (claims) sono state contabilizzate limitatamente agli ammontari la cui manifestazione e quantificazione ragionevolmente certa? (OIC 23, par. F.II) 19) I costi per lacquisizione della commessa sono: (OIC 23, par. G.I) - addebitati al conto economico quando sostenuti - o, in alternativa differiti solo se lassegnazione della commessa certa o ragionevolmente certa alla data di preparazione del bilancio e se sono recuperabili dal margine di commessa? 20) Qualora sia adottato il criterio della percentuale di completamento, i costi pre-operativi di commessa sono differiti (normalmente tra le immobilizzazioni immateriali altre) quando sostenuti ed ammortizzati negli esercizi successivi in funzione dellavanzamento dei lavori determinato con le modalit previste per lapplicazione del criterio della percentuale di completamento? (OIC 23, par. G.II) 21) Sono stati effettuati adeguati stanziamenti (con iscrizione al passivo tra i fondi per rischi od oneri) per gli oneri che normalmente vengono sostenuti dopo la chiusura della commessa (es.: smobilizzo cantiere, collaudi, penalit, manutenzione, garanzie, ecc.)? (OIC 23, par. G.III) 22) I materiali in attesa di impiego nella commessa, ove di per s non costituiscano contrattualmente oggetto di corrispettivo, sono esposti, quale componente dellattivo patrimoniale, tra le rimanenze di materie prime, sussidiarie e di consumo e come tali valorizzati? (OIC 23, par. G.IV) 23) Indipendentemente dal criterio di valutazione adottato e dallo stato di avanzamento della commessa, le perdite previste per il completamento della stessa sono state

SI

NO

N/ A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

71 di 97

LAVORI IN CORSO SU ORDINAZIONE


interamente accantonate (stanziamento tra i Fondi per rischi e oneri oppure riduzione del valore delle rimanenze finali) nellesercizio in cui sono divenute prevedibili? (OIC 23, par. H) 24) Nel caso sia adottato il criterio della commessa completata o della percentuale di completamento con il metodo del costto-cost o altri metodi in cui la valutazione dei lavori sia funzione dei ricavi e dei proventi previsti, gli interessi passivi sono considerati costi di commessa solo se si verificano le specifiche condizioni previste? (OIC 23, par. L) 25) Qualora i prezzi contrattuali ed i costi di commessa siano espressi in moneta estera: (OIC 23, par. M) - per la determinazione dei ricavi e dei costi di commessa stata adottata la metodologia di conversione prevista nei principi contabili - le passivit per anticipi o per acconti sono state convertite secondo quanto previsto dallOIC 26, solo se rimborsabili autonomamente in valuta e non gi rilevabili a deconto dei corrispettivi liquidati - nel margine operativo di commessa sono considerati gli utili o le perdite derivanti da variazioni dei tassi di cambio tra la data del contratto e la data in cui il corrispettivo fatturato (o, se non fatturato, quando incassato)? Gli utili o le perdite derivanti da variazioni dei tassi di cambio tra la data di fatturazione e la data di incasso, sono stati contabilizzati secondo quanto stabilito dallOIC 26 (voce 17-bis - Utili e perdite su cambi)? 26) Le rettifiche di ricavo o di costo che emergono successivamente alla chiusura della commessa sono rilevati nellesercizio in cui si verificano come valore della produzione o costi di produzione di quellesercizio? (OIC 23, par. N) Se di importo significativo, ne viene data informazione in nota integrativa (OIC 23, par. N)? 27) La nota integrativa contiene informazioni circa: a) il principio contabile adottati, con la precisazione del criterio seguito per il riconoscimento dei ricavi, del metodo di valutazione dei lavori in corso e dei motivi che hanno indotto alla scelta (OIC 23, par. P.a) b) il criterio di contabilizzazione dei costi pre e postoperativi e dei costi dacquisizione delle commesse (OIC 23, par. P.a) c) il criterio di contabilizzazione dei claims (OIC 23, par. P.a) d) gli effetti dellaggiornamento dei preventivi, se significativi (OIC 23, par. P.b) e) le incertezze e le attivit e passivit potenziali, connesse a contratti, se di entit significativa (OIC 23, par. P.c) f) ammontari significativi degli impegni, in particolare quelli per lavori da eseguire (portafoglio lavori), se non gi inclusi nei conti dordine (OIC 23, par. P.d) g) il valore della produzione, i costi e gli effetti sul risultato dellesercizio e sul patrimonio netto che deriverebbero dallapplicazione del criterio della percentuale di completamento, nel caso in cui venga adottato il criterio della commessa completata per le

SI

NO

N/ A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

72 di 97

LAVORI IN CORSO SU ORDINAZIONE


commesse a lungo termine per le quali vi sono le condizioni per applicare il criterio della percentuale di completamento (OIC 23, par. P.e) il trattamento contabile seguito per gli oneri e proventi finanziari, nel caso se ne sia tenuto conto nella valutazione dei lavori (OIC 23, par. P.f) i rapporti con i consorzi cui limpresa partecipa, indipendentemente dalla quota di partecipazione, con particolare riferimento ai lavori ottenuti da tali consorzi o ad essa affidati (OIC 23, par. P.g) gli eventuali cambiamenti nei criteri e nelle metodologie di valutazione, con i relativi effetti (OIC 23, par. P.h) il valore complessivo dei lavori eseguiti, ove le rimanenze siano esposte al netto degli acconti (OIC 23, par. P.i) lammontare dei corrispettivi aggiuntivi (claims) compresi rispettivamente nelle rimanenze e nel valore della produzione, nonch quello delle rettifiche di valore operate sulle rimanenze (OIC 23, par. P.l) ove gi non riflesse nello stato patrimoniale, la suddivisione tra debiti per anticipi su lavori da eseguire ed acconti corrisposti in corso dopera a fronte dei lavori eseguiti (OIC 23, par. P.m) lelenco, con relativa descrizione, delle significative partecipazioni in consorzi, con lindicazione della quota di partecipazione e delle clausole che comportano significativi impegni (OIC 23, par. P.n)

SI

NO

N/ A

NOTE

h) i)

j) k) l)

m)

n)

CREDITI 1) I crediti sono stati classificati nelle seguenti voci: (art. 2424 CC) B - Immobilizzazioni III - Immobilizzazioni finanziarie 2 Crediti a) verso imprese controllate b) verso imprese collegate c) verso imprese controllanti d) verso altri C - Attivo Circolante II - Crediti 1) verso clienti 2) verso imprese controllate 3) verso imprese collegate 4) verso imprese controllanti 4-bis) crediti tributari 4-ter) imposte anticipate 5) verso altri? Sono stati indicati separatamente per ciascuna voce dei crediti gli importi esigibili entro e oltre lesercizio successivo? 2) La classificazione dei crediti nello stato patrimoniale avviene considerando la natura del debitore (crediti verso clienti, controllate, collegate, controllanti, altre consociate, soci, altri, ecc.)? (art. 2424, CC; OIC 15, par. C.II.a)

SI

NO

N/A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

73 di 97

3)

4)

5)

6) 7) 8)

9)

CREDITI Sono indicati separatamente i crediti esigibili oltre lesercizio successivo, esclusi i crediti scaduti?. La scadenza deve essere determinata considerando i termini di fatto del realizzo ove questi contrastino con i presupposti contrattuali, in particolare nel caso di crediti verso consociate? (art. 2424, CC; OIC 15, par. C.II.b.) I crediti sono rappresentati nello stato patrimoniale al netto dei relativi fondi svalutazione e degli altri accantonamenti stanziati per rettificare i crediti (resi, sconti e abbuoni) e per ridurli al valore di presunto realizzo? (Rel. Min. allart. 2424bis, CC; OIC 15, par. C.III) Nella determinazione del fondo svalutazione crediti, sono state considerate sia le perdite dovute a situazioni di inesigibilit gi manifestatisi, sia quelle altre inesigibilit non ancora manifestatesi ma temute o latenti? (OIC 15, par. D.II) E stata considerata la possibilit di recupero degli interessi di mora? (OIC 15, par. D IX). Sono stati considerati anche i crediti ceduti a terzi per i quali sussiste una obbligazione di regresso? Gli interessi non maturati inclusi nel valore dei crediti sono stati riscontati? (OIC 15, par. D.II.f) Sono stati attualizzati i crediti, a media e lunga scadenza, che non comportano un interesse o che comportano un interesse irragionevolmente ridotto? (OIC 15, par. D.III) Per le cessione di credito con azione di regresso (prosolvendo): (OIC 15, par. D.VII.b) - i crediti ceduti sono stati rimossi dallo stato patrimoniale e sostituiti con lammontare dellanticipazione ricevuta e col credito nei confronti del factor per la differenza tra il valore nominale del credito ceduto e lanticipazione ricevuta? - stato indicato lammontare del rischio di regresso nei conti dordine, fornendo, ove necessario, ulteriori informazioni nella nota integrativa e iscrivendo leventuale fondo rischi nel passivo di stato patrimoniale? - alternativamente i crediti ceduti pro-solvendo sono stati considerati come dati in garanzia a fronte dei prestiti ricevuti e pertanto mantenuti in bilancio, iscrivendo nelle apposite voci dellattivo di stato patrimoniale lammontare dellanticipazione ricevuta, al netto delle commissioni, e nel passivo il debito verso il factor per uguale ammontare, mettendo inoltre in evidenza nella nota integrativa limporto nominale dei crediti ceduti? Per le cessioni di credito senza azione di regresso (pro soluto): (OIC 15, par. D.VII.a) - i crediti ceduti in modo definitivo e per i quali il rischio dinsolvenza trasferito al cessionario nella sostanza, sono stati rimossi dal bilancio? - sono stati riconosciuti lutile o la perdita per la differenza tra il valore ricevuto ed il valore cui erano iscritti in bilancio? - qualora siano previste clausole contrattuali miranti a frazionare il rischio dinsolvenza tra il cedente e il cessionario, con la previsione di un incremento o di un decremento dellimporto ricevuto dal cedente in relazione al mancato incasso, entro le scadenze previste, di parte dei crediti ceduti, stato inserito nei conti dordine lammontare degli eventuali rischi, fornendo, ove necessario, ulteriori informazioni in nota integrativa?

SI

NO

N/A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

74 di 97

CREDITI 10) Il credito rappresentato dalle ricevute bancarie cedute alle banche non stato rimosso dal bilancio sino allincasso delle stesse? (OIC 15, par. D.XI.d) 11) I conti anticipi da clienti sono registrati tra le passivit? (art. 2424, CC) 12) Nel conto economico sono stati classificati correttamente gli oneri e i proventi derivanti dai crediti (OIC Interpretativo 1): - nella voce B.14 Oneri diversi di gestione le perdite su crediti dellattivo circolante non coperte da precedenti svalutazioni e le perdite realizzate su crediti, verificatesi a seguito di riconoscimento giudiziale di un minor importo di crediti, transazioni, cessioni di crediti, prescrizioni di crediti - nella voce C.16.a Altri proventi finanziari da crediti iscritti nelle immobilizzazioni gli interessi attivi maturati nellesercizio (al netto dei relativi risconti) sui crediti iscritti fra le immobilizzazioni finanziarie, comprese le eventuali differenze da indicizzazione e al lordo delle ritenute di legge - nella voce C.16.d Proventi finanziari diversi dai precedenti gli interessi di mora ed interessi per dilazioni di pagamento concessi a clienti, gli interessi maturati su crediti iscritti nellattivo circolante per rimborsi dimposte, sui crediti verso dipendenti, sui crediti verso Enti Previdenziali, ecc., gli sconti finanziari attivi non indicati in fattura per pagamenti pronta cassa fatti a fornitori - nella voce C.17 Interessi ed altri oneri finanziari gli sconti finanziari passivi non indicati in fattura concessi a clienti su pagamenti pronta cassa - nella voce C.17-bis Utili e perdite su cambi gli utili e le perdite su cambi realizzati nel corso dellesercizio e/o determinati per effetto delle variazioni dei cambi rispetto a quelli adottati alle date di effettuazione delle operazioni (OIC 26, par. 4.2) - nella voce E Proventi e oneri straordinari le rettifiche di costi e ricavi per sconti (di natura finanziaria), abbuoni, resi o premi relativi ad acquisti e vendite di precedenti esercizi, la perdita o lacquisizione a titolo definitivo di caparre qualora abbiano natura straordinaria? 13) Nella nota integrativa sono fornite le seguenti informazioni: a) il principio di valutazione dei crediti, i criteri di determinazione delle rettifiche di valore, della conversione dei valori non espressi allorigine in moneta avente corso legale nello Stato (art. 2427, c. 1, n. 1, CC; OIC 15, par. E.a) b) i crediti verso consociate, verso soci ed altre parti correlate allimpresa, verso la societ o ente che esercita lattivit di direzione e coordinamento e verso le altre societ che vi sono soggette e informazioni su tali conti (OIC 15, par. E.b) c) distintamente per ciascuna voce: lammontare dei crediti di durata superiore a cinque anni e la specifica ripartizione per area geografica? (art. 2427, c.1, n. 6, CC; OIC 15, par. E.c; OIC 12, Appendice 3) d) i crediti relativi a commesse a lungo termine ed il loro metodo di determinazione (OIC 15, par. E.d) e) per i crediti incassabili oltre lanno, se di ammontare particolarmente rilevante, il tasso dinteresse e le scadenze (OIC 15, par. E.e)

SI

NO

N/A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

75 di 97

f) g)

h)

i)

j)

k) l) m) n) o)

CREDITI per i crediti infruttiferi attualizzati, se di ammontare significativo, il tasso di attualizzazione (OIC 15, par. E.f) per i crediti a media e lunga scadenza, con interesse non esplicitato, se significativi e non attualizzati, i motivi della mancata attualizzazione e leffetto sul conto economico e sullo stato patrimoniale per ogni esercizio successivo (OIC 15, par. E.g) per i crediti per i quali permane unobbligazione di regresso, limporto dei crediti ceduti e non ancora incassati alla data di bilancio, se rilevante, anche se gi indicato nei conti dordine (OIC 15, par. E.h) i crediti relativi ad operazioni che prevedono lobbligo per lacquirente di retrocessione a termine del bene e importi rilevanti di crediti che soggiacciono a forme di vincolo (ad esempio a garanzia di propri creditori), anche se gi indicati nei conti dordine (OIC 15, par. E.i) il metodo con cui viene accreditato al conto economico linteresse non maturato esposto a riduzione del valore nominale dei crediti (OIC 15, par. E.l) la concentrazione di crediti in uno o pochi clienti ed ogni altra posizione di rischio significativa (OIC 15, par. E.m) ammontari di crediti per i quali sono state modificate le condizioni di pagamento ed il relativo effetto sul conto economico, se significativo (OIC 15, par. E.n) ammontari significativi di crediti in moneta estera (OIC 15, par. E.o) ogni altro fatto di rilievo la cui conoscenza sia necessaria per la corretta e completa interpretazione del valore dei crediti in bilancio (OIC 15, par. E.p) esplicito richiamo alle informazioni che secondo lart. 2428 devono essere inserite in relazione sulla gestione (i rapporti, nonch i contenuti dei conti e delle operazioni con imprese controllate, collegate e altre consociate (cio imprese che direttamente o indirettamente controllano o sono controllate o si trovano sotto un unico controllo) ed i rapporti intercorsi con chi esercita attivit di direzione e coordinamento e con le altre societ che vi sono soggette, nonch leffetto che tale attivit ha avuto sullesercizio dellimpresa sociale e sui suoi risultati)? (OIC 15, par. E)

SI

NO

N/A

NOTE

RATEI E RISCONTI
1) Nella voce ratei e risconti attivi sono stati iscritti i proventi di competenza dellesercizio esigibili in esercizi successivi, e i costi sostenuti entro la chiusura dellesercizio ma di competenza di esercizi successivi? (art. 2424-bis, c. 6, CC) 2) Nella voce ratei e risconti passivi sono stati iscritti i costi di competenza dellesercizio esigibili in esercizi successivi e i proventi percepiti entro la chiusura dellesercizio ma di competenza di esercizi successivi? (art. 2424-bis, c. 6, CC) 3) Il disaggio su prestiti separatamente indicato tra i ratei e risconti attivi ed ammortizzato in ogni esercizio per il periodo di durata del prestito? (art. 2426, c. 1, n. 7, CC; OIC 18, Rilevazione e classificazione)

SI

NO N/ A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

76 di 97

4) Laggio su prestiti separatamente indicato tra i ratei e risconti passivi? (art. 2424, CC; OIC 18, Rilevazione e classificazione) 5) Sono state iscritte in tali voci soltanto quote di costi e proventi, comuni a due o pi esercizi, lentit dei quali varia in ragione del tempo? (art. 2424-bis, c. 6, CC; OIC 18, I ratei e risconti nella legislazione civilistica) 6) I risconti attivi e passivi, in quanto crediti e debiti di servizi (non pecuniari) sono riflessi in bilancio al cambio storico, indipendentemente dalle fluttuazioni che possono essere intercorse tra i cambi? (OIC 18, nota 2) 7) I ratei attivi e passivi, poich rappresentativi di crediti e debiti in moneta, sono stati rilevati in base a quanto disposto dal principio OIC 26? (OIC 18, Valutazione) 8) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni (OIC 18, Nota integrativa): a) la composizione delle voci Ratei e risconti attivi e Ratei e risconti passivi, quando il loro ammontare sia apprezzabile (art. 2427, c. 1, n. 7, CC) b) i criteri applicati nella valutazione e nella conversione dei valori non espressi allorigine in Euro c) la distinzione dei ratei e risconti aventi durata inferiore o superiore a cinque anni d) lindicazione di casi in cui si sia verificata divergenza fra i concetti del tempo fisico e del tempo economico ai fini della quantificazione adottata e) le altre informazioni, se pertinenti, richieste dai documenti sui crediti e sui debiti f) ogni altro fatto di rilievo la cui conoscenza sia necessaria per la corretta e completa interpretazione del valore in bilancio dei ratei e risconti?

DISPONIBILITA LIQUIDE
1) Le disponibilit liquide sono state classificate nelle seguenti voci (art. 2424, CC): IV - Disponibilit liquide 1 Depositi bancari e postali 2 Assegni 3 Denaro e valori in cassa? 2) I saldi dei conti bancari tengono conto di tutti gli assegni emessi e dei bonifici disposti entro la data di chiusura dellesercizio e degli incassi effettuati dalle banche od altre istituzioni creditizie ed accreditati nei conti prima della chiusura dellesercizio, anche se la relativa documentazione bancaria pervenuta nellesercizio successivo? (OIC 14, par. B.II.) 3) I fondi esistenti allestero che non possono essere rimpatriati a causa di restrizioni valutarie, ma che si prevede verranno utilizzati ai fini della gestione locale, sono indicati in nota integrativa e, se di ammontare particolarmente rilevante, sono esposti in apposita sottovoce dello stato patrimoniale? (OIC 14, par. D.III.) Se sussistono difficolt di utilizzo e di rimpatrio di tali fondi, essi sono valutati al presumibile valore di realizzo stimato a fine esercizio? (OIC 14, par. D.III.) 4) E stato rispettato il divieto di non compensare conti bancari attivi e passivi anche se della stessa natura e tenuti presso la stessa banca? (art. 2423-ter, c. 6, CC; OIC 14, par. D.V)

SI

NO

N/ A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

77 di 97

DISPONIBILITA LIQUIDE
5) Le giacenze di cassa sono valutate al valore nominale? (OIC 14, par. E) 6) I depositi bancari, depositi postali, assegni (di conto corrente, circolari e assimilati) sono valutati al presumibile valore di realizzo? (OIC 14, par. E) 7) Le disponibilit in valuta estera sono valutate al cambio in vigore alla data di chiusura dellesercizio? (OIC 14, par. E) 8) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni: a) natura dei fondi liquidi o conti bancari in Italia e allestero vincolati o soggetti a restrizioni e durata del vincolo (OIC 14, par. F.II.a) b) conti cassa o conti bancari attivi allestero che non possono essere trasferiti in Italia o utilizzati a causa di restrizioni valutarie del paese estero o per altre cause (OIC 14, par. F.II.b) c) lutilizzo di eventuali sistemi di cash pooling e, se rilevante, ogni tipo di rapporto con imprese controllate, collegate, controllanti e quelle sottoposte al controllo di queste ultime nonch, se diverse, imprese che rientrano sotto la stessa attivit di direzione e coordinamento (OIC 14, par. F.II.c) d) ogni altra informazione la cui conoscenza sia necessaria per la comprensione delle voci riguardanti le disponibilit liquide? (OIC 14, par. F.II.d)

SI

NO

N/ A

NOTE

PATRIMONIO NETTO Parte generale


1) Le voci di patrimonio netto sono state classificate nella seguenti voci (art. 2424, CC): (A) Patrimonio netto I - Capitale II - Riserva da sovrapprezzo delle azioni III - Riserva di rivalutazione IV - Riserva legale V - Riserve statutarie VI - Riserva per azioni proprie in portafoglio VII - Altre riserve, distintamente indicate VIII - Utili (perdite) portati a nuovo IX - Utile (perdita) dellesercizio 2) E stato rispettato lobbligo di accantonare alla riserva legale almeno la ventesima parte degli utili netti annuali, fino a che tale riserva non abbia raggiunto il quinto del capitale sociale? (art. 2430, c.1, CC) 3) Qualora la riserva legale sia diminuita per qualsiasi ragione, stato rispettato lobbligo di reintegrazione a norma dellart. 2430, c.2, CC? 4) E stato rispettato il divieto di distribuire la riserva da soprapprezzo delle azioni, ivi compresa anche quelle derivanti dalla conversione di obbligazioni, fino a che la riserva legale non abbia raggiunto il quinto del capitale sociale? (art. 2431, CC) 5) In caso di acquisto di azioni proprie o di azioni/quote della societ controllante stata costituita una riserva indisponibile di importo pari a quello delle azioni proprie o delle azioni/quote della societ controllante iscritte

SI

NO

N/ A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

78 di 97

PATRIMONIO NETTO
6) nellattivo? (art. 2357-ter, c. 3,CC e art. 2359-bis, c.4, CC) E stato rispettato il principio di imputare alla voce Altre riserve eventuali versamenti in conto capitale o a copertura perdite effettuati dai soci durante lesercizio senza farli transitare da conto economico? (OIC 28, par. D.VII) Nel caso in cui la societ, nel corso dellesercizio, abbia distribuito acconti sui dividendi va rispettato lobbligo di iscrivere tali acconti, con il segno meno, nella voce IX. del patrimonio netto e pertanto la voce IX stata scomposta in due sottovoci: a) utile risultante dal conto economico: b) (meno) acconti sui dividendi (OIC 28, par. III A.4) Nel caso in cui vi sia conferimento di beni in natura e la successiva revisione della stima del perito dimostri che il valore dei conferimenti inferiore di oltre un quinto al valore peritale, limporto, pari alla differenza fra il valore originariamente contabilizzato e quello determinato in sede di revisione della stima, stato iscritto in un conto denominato minusvalenza da apporto di beni in natura a rettifica del patrimonio netto? (OIC 28, par. I.6) Tale minusvalenza stata stornata qualora il socio abbia deciso di reintegrare la propria quota di capitale? Se alla data di chiusura dellesercizio la revisione della perizia non stata ancora effettuata, ma potrebbe esserlo entro il termine per la redazione, il bilancio riflette gli effetti della revisione del valore? (OIC 28, par. I.6) Altrimenti, data informativa in nota integrativa del fatto che la revisione in corso? (OIC 28, par. I.6) Se la revisione della stima stata effettuata, ma il socio entro la data di redazione del bilancio non ha comunicato la propria decisione, ne stata data notizia nella relazione sulla gestione fra i fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dellesercizio e in nota integrativa a commento della revisione della stima peritale? (OIC 28, par. I.6) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni: a) Per ciascuna voce di patrimonio netto, lanalitica indicazione, con specificazione in appositi prospetti della loro origine, della possibilit di utilizzazione e distribuibilit, nonch della loro avvenuta utilizzazione nei precedenti esercizi (art. 2427, c. 1, n. 7-bis; OIC 28, par. IV e Nota integrativa, lett. a)

SI

NO

N/ A

NOTE

7)

8)

9)

(la disponibilit deve essere intesa come la possibilit di utilizzazione della riserva, mentre per distribuibilit si deve intendere la possibilit di erogazione ai soci di somme prelevabili in tutto o in parte dalla relativa riserva. Questo anche tenuto conto di particolari clausole statutarie esistenti o da specifiche deliberazioni assembleari - OIC 28, par. IV) (nel silenzio della norma, ragionevole assumere che lavvenuta utilizzazione nei precedenti esercizi si riferisca agli ultimi tre esercizi o, qualora vi fossero particolari situazioni, ad un periodo superiore a tre (OIC 28, par. IV)

b) la composizione della voce altre riserve (art. 2427, c.1, n. 7, CC; OIC 28, Nota integrativa, lett. b) c) il numero e il valore nominale di ciascuna categoria di azioni della societ e il numero e il valore nominale delle nuove azioni della societ sottoscritte durante lesercizio (art. 2427, c.1, n. 17, CC; OIC 28, Nota integrativa, lett. d) d) le azioni di godimento le obbligazioni convertibili in azioni e i titoli o valori simili emessi dalla societ, specificando il loro numero e i diritti che essi attribuiscono (art. 2427, c.1, n. 18, CC; OIC 28, Nota

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

79 di 97

PATRIMONIO NETTO
e) f) integrativa, lett. e) le variazioni nella consistenza delle voci del patrimonio netto nel corso dellesercizio (art. 2427, c.1, n. 4, CC; OIC 28, Nota integrativa, lett. a) la composizione della voce riserve da rivalutazione in modo da evidenziare le riserve formatesi in dipendenza di ciascuna delle rivalutazioni monetarie operate e le riserve da rivalutazione non monetarie (informazioni complementari richieste da OIC 28, Nota integrativa) Il numero e le caratteristiche degli altri strumenti finanziari emessi dalla societ, con lindicazione dei diritti patrimoniali e partecipativi che conferiscono e delle principali caratteristiche delle operazioni relative (art. 2427, c. 1, n. 19, CC; OIC 28, Nota integrativa, lett. f) la composizione della voce riserve statutarie, qualora lo statuto preveda la costituzione di diverse tipologie di tali riserve (informazioni complementari richieste da OIC 28, Nota integrativa) il valore e la tipologia dei beni e dei rapporti giuridici compresi in ciascun patrimonio destinato in via esclusiva ad uno specifico affare, inclusi quelli apportati da terzi, i criteri utilizzati per limputazione degli elementi comuni di costo e ricavo ed il regime di responsabilit (art 2427, c. 1, n. 20, CC; OIC 28, Nota Integrativa, lett. g) lindicazione, alle voci di bilancio relative, della destinazione dei proventi di cui al terzo comma dellart. 2447-decies richiamato dallart. 2427, c.1, n. 21, CC e dei vincoli sui beni strumentali destinati alla realizzazione di uno specifico affare ai sensi della lettera b) del primo comma dellart. 2447-bis (OIC 28, Nota Integrativa, lett. h) Le azioni di godimento, le obbligazioni convertibili in azioni e i titoli o valori simili emessi dalla societ, specificando il loro numero e i diritti che essi attribuiscono (Art. 2427, c.1, n. 18) se non illustrato con riferimento allattivo - il numero il valore nominale, il costo ed il valore di carico delle azioni proprie o delle azioni o quote di societ controllanti ed i movimenti intercorsi nellesercizio con indicazione degli utili e delle perdite e lammontare della riserva per azioni proprie nonch limporto massimo autorizzato di acquisti di azioni proprie - o il rinvio alla relazione sulla gestione ove tali informazioni sono contenute? (art. 2428, c. 3, n. 3 e 4, CC)

SI

NO

N/ A

NOTE

g)

h)

i)

j)

k)

l)

Prospetto delle variazioni nelle voci del patrimonio netto


10) La nota integrativa indica le variazioni intervenute nella consistenza delle voci del patrimonio netto? (art. 2427, c. 1, n. 4, CC; OIC 28, Nota integrativa, lett. a) 11) Le informazioni sono presentate nella forma di prospetto? (OIC 28, par. IV) Tale prospetto: - comprende tutte le voci elencate nello schema di stato patrimoniale nella voce Patrimonio netto - indica chiaramente:

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

80 di 97

PATRIMONIO NETTO
i valori dei singoli conti di patrimonio netto allinizio di ciascun esercizio indicato il dettaglio dei movimenti, senza compensazioni tra variazioni di segno opposto relative a singole voci i valori dei singoli conti alla fine di ciascun esercizio indicato?

SI

NO

N/ A

NOTE

STRUMENTI FINANZIARI PARTECIPATIVI


1) La societ ha emesso strumenti finanziari partecipativi, forniti di diritti patrimoniali o anche amministrativi, escluso il voto nellassemblea generale degli azionisti, a fronte di: (OIC 12, Appendice 1) - apporto di unopera - apporto di servizi - apporto congiunto di unopera e di servizi - da parte di soci o di terzi (art. 2346, c. 6) o di dipendenti della societ o di societ controllate (art. 2349, c. 2)? 2) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni: a) il numero e le caratteristiche degli strumenti finanziari emessi dalla societ con lindicazione dei relativi apporti (art. 2427, c. 1, n. 19; OIC 12, Appendice 1) 1. i diritti patrimoniali e partecipativi che conferiscono tali strumenti, cos come previsto dallo statuto (art. 2427, c. 1, n. 19) 2. le principali caratteristiche delle operazioni relative (art. 2427, c. 1, n. 19) d) i beneficiari dellemissione (soci, terzi, prestatori di lavoro dipendenti della societ o di societ controllate) (OIC 12, Appendice 1) e) se si tratta di strumenti finanziari destinati alla circolazione (OIC 1, par. 9; OIC 12, Appendice 1) m) le modalit per il loro trasferimento? (OIC 12, Appendice 1)

SI

NO

N/A

NOTE

FONDI PER RISCHI ED ONERI E PASSIVITA POTENZIALI Fondi per rischi ed oneri
1) I fondi per rischi ed oneri sono stati classificati nelle seguenti voci (art. 2424, CC): B - Fondi per rischi ed oneri 1 Per trattamento di quiescenza e obblighi simili 2 Per imposte, anche differite 3 Altri? 2) Gli accantonamenti per rischi ed oneri sono destinati soltanto a coprire perdite o debiti di natura determinata, di esistenza certa o probabile, dei quali tuttavia alla chiusura dellesercizio sono indeterminati o lammontare o la data di sopravvenienza? (art. 2424-bis, c. 3, CC) 3) Gli accantonamenti a fondi per rischi ed oneri sono distinti tra: (OIC 19, par. A.II) a) accantonamenti per passivit certe, il cui ammontare o la cui data di sopravvenienza sono indeterminate (fondi per oneri) b) accantonamenti per passivit la cui esistenza solo

SI

NO

N/ A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

81 di 97

FONDI PER RISCHI ED ONERI E PASSIVITA POTENZIALI


probabile (passivit potenziali o fondi rischi) anche ai fini della diversa contropartita a conto economico? (rispettivamente voci B.13 e B.12) (OIC 19, par. A.II; OIC Interpretativo 1) 4) E rispettato il principio di non utilizzare fondi per rischi ed oneri per: (OIC 19, par. A.III) a) rettificare i valori dellattivo b) attuare politiche di bilancio, tramite la costituzione di generici fondi rischi privi di giustificazione economica? 5) Nella valutazione dei fondi per rischi ed oneri sono stati considerati i principi generali della competenza e della prudenza? (OIC 19, par. C.I) 6) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni: a) i criteri applicati nella valutazione delle voci e nella conversione dei valori non espressi allorigine in moneta avente corso legale nello Stato (art. 2427, c.1, n. 1, CC; OIC 19, par. D.a) b) la composizione della voce Altri fondi quando il loro ammontare sia apprezzabile (art. 2427, c.1, n. 7, CC; OIC 19, par. D.c) c) le variazioni intervenute nella consistenza dei fondi, la loro formazione e il loro utilizzo (art. 2427, c.1, n. 4, CC; OIC 19, par. D.b) d) eventuali informazioni complementari necessarie per fornire una rappresentazione veritiera e corretta? (OIC 19, par. D.e)

SI

NO

N/ A

NOTE

Passivit potenziali
1) Le perdite derivanti da potenzialit sono rilevate in bilancio, se esistono le seguenti condizioni: (OIC 19, par. C.VI) a) la disponibilit di informazioni alla data di bilancio che facciano ritenere probabile il verificarsi degli eventi comportanti il sorgere di una passivit o la diminuzione di unattivit. Gli eventi che si verificano dopo la data di bilancio e che indicano che una passivit gi esisteva alla data del bilancio o che unattivit aveva subito una perdita di valore alla stessa data sono stati presi in considerazione al fine sia di determinare le potenzialit esistenti alla data di bilancio sia di valutare gli effetti e gli ammontari connessi a tali situazioni b) la possibilit di stimare lentit dellonere con sufficiente ragionevolezza? 2) Tali perdite sono rilevate in bilancio nei fondi per rischi ed oneri? 3) E stato rispettato il divieto di effettuare stanziamenti generici? (OIC 19, par. C.VI.g) 4) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni (OIC 19, par. D.f) a) il rischio di ulteriori perdite, se vi la possibilit di subire perdite addizionali rispetto agli ammontari stanziati b) la descrizione della situazione dincertezza e lindicazione dellammontare dello stanziamento, relativo alla perdita connessa ad una potenzialit che stata stanziata in bilancio in quanto levento futuro da considerarsi probabile, quando tali informazioni sono necessarie per non rendere il bilancio

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

82 di 97

FONDI PER RISCHI ED ONERI E PASSIVITA POTENZIALI


c) inattendibile nel caso di evento probabile la cui stima dellammontare non possa essere effettuata, lindicazione che levento probabile e le stesse informazioni da fornire nel caso di evento possibile nel caso di evento possibile le informazioni utili per la comprensione della situazione (situazione di incertezza, ammontare stimato della possibile perdita o lindicazione che la stessa non pu essere effettuata, altri possibili effetti se non evidenti, preferibilmente lindicazione del parere della direzione dellimpresa e dei suoi consulenti legali ed altri esperti) lesistenza e lammontare di garanzie, le obbligazioni che derivano dallo sconto di cambiali ed obbligazioni similari anche se la perdita sia improbabile probabili contestazioni da parte di terzi da cui possa derivare una perdita possibile che sia significativa possibilit di sostenere perdite dalla mancata assicurazione di rischi solitamente assicurati indisponibilit di assicurazione?

SI

NO

N/ A

NOTE

d)

e) f) g) h)

TFR, DEBITI E ALTRE PASSIVITA


1) I debiti sono rappresentati separatamente per natura del creditore: fornitori, soci, controllate, collegate, controllanti, ecc.? (art. 2424, CC) 2) I debiti sono stati classificati nelle seguenti voci: (art. 2424, CC) C - Trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato D - Debiti con separata indicazione, per ciascuna voce, degli importi esigibili oltre lesercizio successivo: 1) obbligazioni 2) obbligazioni convertibili 3) debiti verso soci per finanziamenti 4) debiti verso banche 5) debiti verso altri finanziatori 6) acconti 7) debiti verso fornitori 8) debiti rappresentati da titoli di credito 9) debiti verso imprese controllate 10) debiti verso imprese collegate 11) debiti verso controllanti 12) debiti tributari 13) debiti verso istituti di previdenza e di sicurezza sociale 14) altri debiti? 3) I crediti verso i propri creditori sono classificati tra le attivit di bilancio a meno che non vi sia leffettiva possibilit di compensazione da un punto di vista legale? (art. 2423-ter, c. 6, CC; OIC 19, par. L.II.c) 4) Per i debiti stata data indicazione separata degli importi esigibili oltre lesercizio successivo? (art. 2424, CC) 5) La voce Acconti accoglie gli anticipi ricevuti dai clienti per forniture di beni o servizi non ancora effettuate e gli acconti,

SI

NO

N/ A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

83 di 97

TFR, DEBITI E ALTRE PASSIVITA


con o senza funzione di caparra, su operazioni di cessione di immobilizzazioni materiali, immateriali e finanziarie? (OIC 19, par. L.III) 6) I Debiti verso banche comprendono i debiti contratti nei confronti degli enti creditizi, sia per scoperti di conto corrente, sia per finanziamento a titolo diverso? (OIC 19, par. L.III) 7) I Debiti verso banche esprimono leffettivo debito per capitale, interessi ed oneri accessori maturati ed esigibili alla data di bilancio, anche se gli interessi ed accessori vengono addebitati successivamente a tale data? (OIC 19, par. M.V) 8) I Debiti verso fornitori sono registrati al netto degli sconti commerciali, dei resi e delle rettifiche di fatturazione? (OIC 19, par. M.II) 9) Il Debito per obbligazioni corrisponde allammontare totale del debito residuo in linea capitale alla data di bilancio secondo il piano di rimborso? (OIC 19, par. M.III) 10) Nella voce Debiti verso altri finanziatori sono iscritti i debiti contratti con finanziatori diversi dagli enti creditizi, come ad esempio: (OIC 19, par. L.III) - i finanziamenti ricevuti da chi esercita attivit di direzione e coordinamento, con indicazione in nota integrativa, della clausola di postergazione rispetto alla soddisfazione degli altri creditori - i prestiti da terzi (non istituti di credito) fruttiferi ed infruttiferi - i debiti verso lacquirente, con obbligo per lo stesso di retrocessione a termine del bene - le polizze di credito commerciale (commercial papers)? 11) Il prestito a breve ottenuto mediante apertura di credito, che si qualifica come prefinanziamento, classificato tra le passivit a medio-lungo termine se vi la ragionevole certezza che il mutuo venga ottenuto? (OIC 19, par. L.II.c.) 12) Il Trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato iscritto nella voce C del passivo come previsto dallart. 2424? (OIC 19, par. F) Il trattamento di fine rapporto corrisponde al totale delle singole identit maturate dai dipendenti alla data di chiusura del bilancio, al netto degli acconti erogati (OIC 19, par. E) e tenuto conto degli effetti della Riforma introdotta dalla L. 27/12/2006, n. 296 (Legge Finanziaria 2007) relativamente alle scelte effettuate dai dipendenti? Gli ammontari di trattamento di fine rapporto relativi a contratti di lavoro cessati, il cui pagamento gi scaduto o scadr ad una data determinata nellesercizio successivo, sono stati classificati nella voce D.13, qualora di ammontare significativo? (OIC 19, par. G.IV) 13) I debiti ed altre passivit espresse in Euro sono esposti al valore nominale? (OIC 19, par. M.I) 14) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni: a) Debiti - distintamente per ciascuna voce . lammontare dei debiti di durata residua superiore a cinque anni (art. 2427, c. 1, n. 6, CC) . lammontare dei debiti assistiti da garanzie reali su beni sociali con specifica indicazione della natura delle garanzie e la specifica ripartizione per

SI

NO

N/ A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

84 di 97

TFR, DEBITI E ALTRE PASSIVITA


area geografica (art. 2427, c. 1, n. 6, CC) - i criteri adottati nella valutazione delle voci e nella conversione dei valori non espressi allorigine in Euro (OIC 19, par. N.a) - le eventuali informazioni complementari necessarie al fine di fornire una rappresentazione veritiera e corretta della situazione patrimoniale e finanziaria (ad esempio, il piano di rimborso ed altri accordi per i debiti scaduti da oltre un anno) (OIC 19, par. N.f) - nel caso di scorporo di interessi passivi dal valore nominale del debito, la motivazione dello scorporo, levidenza di tale operazione, il metodo di contabilizzazione degli interessi, il periodo ed il relativo tasso (OIC 19, par. N.f) - cambiamenti significativi dei termini di pagamento (OIC 19, par. M.XIV) - il numero delle obbligazioni convertibili in azioni, dei titoli o valori similari emessi dalla societ, ed i diritti che essi attribuiscono (art. 2427, c. 1, n. 18, CC) b) Mutui passivi/prestiti obbligazionari - mutui con garanzie reali e non (art. 2427, c. 1, n. 6, CC) - le eventuali informazioni complementari necessarie al fine di fornire una rappresentazione veritiera e corretta della situazione patrimoniale e finanziaria (ad esempio, la scadenza, le modalit di rimborso, il tasso di interesse esplicito ed effettivo per tipo di prestito, per le obbligazioni in circolazione,) (art. 2427, c. 1, n. 18, CC, OIC 19, par. N.f) - le garanzie prestate (art. 2427, c. 1, n. 6, CC; OIC 19, par. I.VII.e) - gli interessi passivi sostenuti nellesercizio, distinguendo tra quelli su prestiti obbligazionari, finanziamenti a medio e lungo termine ed a breve, altri (art. 2427, c. 1, n. 12, CC) c) Altri debiti - i rilevanti ammontari verso creditori con peculiari caratteristiche (OIC 19, par. N.i) d) Debiti verso soci per finanziamenti (art. 2427, c. 1, n. 19-bis, CC; OIC 19, par. N.l) - i finanziamenti effettuati dai soci alla societ, ripartiti per scadenze e con la separata indicazione di quelli con clausola di postergazione concessa espressamente dai soci rispetto agli altri creditori
(Ai fini della postergazione, si intendono quei finanziamenti, in qualsiasi forma effettuata, che sono stati concessi in un momento in cui, anche in considerazione del tipo di attivit esercitata dalla societ, risulta un eccessivo squilibrio dellindebitamento rispetto al patrimonio netto oppure in una situazione finanziaria della societ nella quale sarebbe stato ragionevole un conferimento)

SI

NO

N/ A

NOTE

sono stati considerati anche i finanziamenti effettuati a favore della societ da chi esercita attivit di direzione e coordinamento nei suoi confronti o da altri soggetti ad essa sottoposti (art. 2497- quinquies, CC) e) Trattamento di fine rapporto - la metodologia di stanziamento a norma dellart. 2120, CC (art. 2424-bis, c. 4, CC) - i movimenti avvenuti nellesercizio (art. 2427, c. 1, n.

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

85 di 97

TFR, DEBITI E ALTRE PASSIVITA


4, CC; OIC 19, par. H.a), tenuto conto di quanto previsto dalla L. 27/12/2006, n. 296 (Legge Finanziaria 2007) relativamente alle scelte effettuate dai dipendenti leventuale ammontare rimborsabile da societ assicuratrici e lindicazione della voce di bilancio in cui tale ammontare iscritto se significativo lammontare del trattamento di fine rapporto relativo a contratti di lavoro non ancora cessati, di cui si prevede il pagamento nellesercizio successivo a seguito di dimissioni incentivate o di piani di ristrutturazione aziendale? (OIC 19, par. H.c)

SI

NO

N/ A

NOTE

OPERAZIONI DI COMPRAVENDITA CON OBBLIGO DI RETROCESSIONE


1) La societ ha posto in essere operazioni di compravendita con obbligo di retrocessione?
(Si ha una operazione di vendita con obbligo di retrocessione quando il contratto o la pattuizione - anche tenendo conto di eventuali negozi collegati, stipulati tra le parti, comportino il riacquisto da parte del venditore della cosa originariamente venduta ad una certa data e per un certo prezzo e quando la pattuizione rende obbligatorio il riacquisto) (OIC 12, Appendice 5)

SI

NO

N/A

NOTE

2) In particolare la natura delloperazione si configura, nella sostanza, come un finanziamento o come un prestito di beni? (OIC 12, Appendice 5) 3) Nel primo caso (finanziamento) il venditore a pronti ha (OIC 12, Appendice 5): a) mantenuto nello stato patrimoniale le attivit vendute (art. 2424-bis, c. 5, CC)? b) iscritto la somma ricevuta in sede di vendita tra i debiti del passivo dello stato patrimoniale? c) a fine esercizio, iscritto un rateo passivo per la quota di competenza dellesercizio degli oneri finanziari pattuiti per il finanziamento ricevuto, pari alla differenza fra prezzo a termine (maggiore) e prezzo a pronti (minore)? La ripartizione della differenza avvenuta con il metodo del pro-rata temporis o secondo un metodo diverso, a seconda della sostanza della pattuizione? d) stanziato gli ammortamenti ordinari, nel caso in cui il bene oggetto della vendita sia un bene ammortizzabile? 4) Nel secondo caso (prestito di beni) il venditore a pronti ha (OIC 12, Appendice 5): a) mantenuto nello stato patrimoniale le attivit vendute (art. 2424-bis, c. 5, CC)? b) suddiviso il corrispettivo ricevuto in sede di vendita in due componenti: a) una parte, corrispondente al prezzo pattuito per il futuro riacquisto, iscritta nel passivo patrimoniale e classificata fra gli altri debiti, con indicazione dellimporto esigibile oltre lesercizio a seconda della durata contrattualmente pattuita b) una parte, corrispondente ricevuto per il godimento temporaneo del bene concesso allacquirente (pari alla differenza fra il prezzo pattuito per la vendita e quello pattuito per la retrocessione), iscritta fra i risconti passivi e ripartita nei diversi esercizi in base

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

86 di 97

OPERAZIONI DI COMPRAVENDITA CON OBBLIGO DI RETROCESSIONE


al principio della competenza temporale e/o economica c) stanziato gli ammortamenti ordinari, nel caso in cui il bene oggetto della vendita sia un bene ammortizzabile? 5) Nel caso in cui la societ che redige il bilancio desercizio sia lacquirente a pronti e la pattuizione si configuri come un finanziamento, la societ stessa ha proceduto a (OIC 12, Appendice 5): a) iscritto la somma corrisposta in sede di acquisto iniziale fra i crediti dellattivo dello stato patrimoniale b) a fine esercizio, rilevato un rateo attivo per la quota di competenza dellesercizio dei proventi finanziari pattuiti per il finanziamento concesso, pari alla differenza fra i due prezzi pattuiti? 6) Nel caso in cui la societ che redige il bilancio desercizio sia lacquirente a pronti e la pattuizione si configuri come un prestito di beni, la societ stessa ha (OIC 12, Appendice 5): a) iscritto i mezzi finanziari utilizzati per lacquisto iniziale come crediti, classificati tra le attivit del circolante o tra quelle immobilizzate in base alla durata contrattuale, limitatamente alla parte corrispondente al prezzo pattuito per la futura retrocessione del bene b) iscritto la parte corrisposta al venditore in relazione al temporaneo godimento del bene fra i risconti attivi ed addebitata gradualmente al conto economico in funzione della competenza economica, ovvero prorata temporis c) rilevato eventuali frutti del bene oggetto del contratto nel conto economico secondo il principio della competenza e classificati in base alla loro natura 7) La nota integrativa contiene le seguenti informazioni: a) distintamente per ciascuna voce, lammontare dei crediti e dei debiti relativi ad operazioni che prevedono lobbligo per lacquirente di retrocessione a termine (art. 2427, c.1, n. 6-ter, CC) b) il trattamento contabile adottato per rappresentare loperazione di compravendita con clausola di retrocessione, specificando che loperazione comporta lobbligo di retrocedere il bene (OIC 12, Appendice 5) c) la natura del bene oggetto della vendita con retrocessione (OIC 12, Appendice 5) d) i principali termini contrattuali (prezzo di vendita, prezzo di retrocessione, durata del contratto, eventuali altre clausole rilevanti) (OIC 12, Appendice 5) e) gli ammontari iscritti per la rilevazione delloperazione nello stato patrimoniale e nel conto economico, distintamente per ciascuna voce (OIC 12, Appendice 5) f) lillustrazione degli effetti derivanti da significative variazioni nella classificazione dei costi e dei proventi, provocate dalloperazione (OIC 12, Appendice 5)

SI

NO

N/A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

87 di 97

CONTI DORDINE
1) In calce allo stato patrimoniale, risultano evidenziate le garanzie prestate direttamente e indirettamente, distinguendosi tra fideiussioni, avalli, altre garanzie personali e garanzie reali, ed indicando separatamente, per ciascun tipo, le garanzie prestate a favore di imprese controllate e collegate, di controllanti e di imprese sottoposte al controllo di queste ultime, oltre agli altri conti dordine? (art. 2424, c. 3, CC) 2) Gli ammontari dei conti dordine sono quindi (OIC 22, par. A): a) esclusi dalla somma totale dellattivo e del passivo b) esposti in ununica colonna in maniera separata c) comparati con i valori dellanno precedente? 3) I conti dordine sono suddivisi nelle categorie (OIC 22, par. B): a) rischi assunti dallimpresa b) impegni assunti dallimpresa c) beni di terzi presso limpresa? 4) I rischi assunti dallimpresa comprendono: a) le garanzie prestate direttamente o indirettamente, distinguendo tra fideiussioni, avalli, altre garanzie personali e reali (con separata indicazione - per ciascun tipo - di quelle prestate nellinteresse di controllate, collegate, controllanti e di imprese controllate da queste ultime, nonch di quelle che rientrano sotto la stessa attivit di direzione e coordinamento) (OIC 22, par. B II.a) b) i rischi derivanti da cessioni di credito con la clausola pro-solvendo, semprech non si mantenga iscritto il credito nellattivo (OIC 22, par. B.II.e)? c) i rischi derivanti da cessioni di credito con la clausola pro-soluto, qualora il cedente fornisca garanzie (ad esempio una franchigia in monte)? (OIC 22, par. B.II.e) 5) Le altre garanzie comprendono le lettere di patronage forte, relative ad esempio alla dichiarazione di mantenimento della solvibilit o a quella di assunzione del rischio di perdite? (OIC 22, par. B.II.f) 6) Qualora sia probabile che il garantito escuta la garanzia e se si ritiene che il valore di questultima superi quello del valore di realizzo del credito di regresso, la differenza stata appostata in un adeguato fondo rischi? (OIC 22, par. B.II.g) 7) Tra gli impegni assunti dallimpresa sono iscritti i valori conseguenti a contratti ad esecuzione differita, con esclusione: (OIC 22, par. B.III.a) a) dei normali ordini ricevuti e da eseguire nel corso di unattivit manifatturiera e, in genere, quegli impegni assunti con carattere di continuit da parte dellimpresa b) di lavoro subordinato, di consulenza aventi durata pluriennale e simili? Sono stati in particolare inseriti gli impegni derivanti dai contratti di locazione operativa? (OIC 1, par. 2, Nota 5) 8) Nel caso in cui la societ abbia costituito uno o pi patrimoni destinati ad uno specifico affare e qualora la deliberazione costitutiva preveda una responsabilit illimitata della societ per le obbligazioni contratte in relazione allo specifico affare, limpegno da ci derivante risulta in calce allo stato

SI

NO

N/A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

88 di 97

CONTI DORDINE
patrimoniale? (art. 2447-septies, CC) 9) Tra i conti dordine sono iscritti i beni di terzi che, temporaneamente, si trovano presso limpresa a titolo di deposito, di pegno, cauzione, lavorazione, comodato (nel caso, solo se di rilevante valore e cos via? (OIC 22, par. B.IV) 10) Nellesposizione dei conti dordine: (OIC 22, par. C.I) a) viene evitata ladozione di valori simbolici b) sono evitati i valori nominali, quando risultino fuorvianti c) gli impegni non quantificabili sono menzionati ed adeguatamente commentati in nota integrativa? 11) I rischi per garanzie concesse per debiti altrui sono espressi nei conti dordine per un importo pari allammontare della garanzia prestata, con indicazione in nota integrativa dellimporto del debito garantito alla data di riferimento del bilancio, se inferiore? (OIC 22, par. C.II.a) 12) Gli impegni sono indicati nei conti dordine al valore nominale desumibile dalla relativa documentazione? (OIC 22 par. C.II.b) 13) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni (art. 2427, c.1, n. 9, CC; OIC 22, par. D): a) gli impegni non risultanti dallo stato patrimoniale (par. D.a) b) le notizie sulla composizione e natura di tali impegni e dei conti dordine, la cui conoscenza sia utile per valutare la situazione patrimoniale e finanziaria della societ, specificando quelli relativi a imprese controllate, collegate, controllanti e a imprese sottoposte al controllo di queste ultime, nonch se diverse, a quelle che rientrano sotto la stessa attivit di direzione e coordinamento (par. D.b) c) le fideiussioni prestate ad altri fideiussori, con opportune precisazioni su questi, sul debitore principale e sul creditore (par. D.c) d) limporto globale e pro-quota del debito garantito, alla data di riferimento del bilancio, da cofideiussione con beneficium divisionis, con opportune precisazioni sugli altri fideiussori, sul debitore e sul creditore (par. D.d) e) in ipotesi di co-fideiussioni solidali, limporto globale del debito garantito in essere alla data di riferimento del bilancio, con opportune precisazioni sugli altri fideiussori, sul debitore e sul creditore (par. D.e) f) le lettere di patronage debole, per gli impegni pi significativi (par. D.f) g) il criterio utilizzato per la valutazione del rischio derivante dallesistenza di un patrimonio destinato (par. D.g) h) lammontare dei debiti e dei crediti relativi ad operazioni che prevedono lobbligo per lacquirente di retrocessione a termine (art. 2427, c.1, n. 6-ter)

SI

NO

N/A

NOTE

CONTO ECONOMICO
1) I ricavi, i proventi, i costi e gli oneri sono stati indicati al netto dei resi, degli sconti, abbuoni e premi, nonch delle imposte direttamente connesse con la vendita dei prodotti e la prestazione dei servizi? (art. 2425-bis, c. 1, CC)

SI

NO

N/A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

89 di 97

CONTO ECONOMICO
2) I ricavi delle vendite e delle prestazioni si riferiscono allattivit ordinaria limitatamente alla parte avente natura caratteristica? (OIC 12, Schema di conto economico secondo i principi contabili) 3) I ricavi e i proventi, i costi e gli oneri relativi ad operazioni in valuta devono essere determinati al cambio corrente alla data nella quale la relativa operazioni e compiuta (art. 2425bis, c. 2, CC) 4) I proventi e gli oneri relativi ad operazioni di compravendita con obbligo di retrocessione a termine, ivi compresa la differenza fra prezzo a termine e prezzo a pronti, devono essere iscritti per le quote di competenza dellesercizio (art. 2425-bis, c. 3, CC) 5) Le rettifiche di valore relative a svalutazioni e ad eventuali ripristini del valore originario correggono algebricamente le poste Variazioni delle rimanenze dei prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e finiti, Variazione dei lavori in corso di ordinazione, Variazioni delle rimanenze di materie prime sussidiarie di consumo e di merci? (OIC 12, Schema di conto economico secondo i principi contabili) 6) Gli incrementi di immobilizzazioni per lavori interni comprendono il totale dei costi capitalizzati per la realizzazione interna, nel corso dellesercizio, delle immobilizzazioni materiali ed immateriali? (OIC 12, Schema di conto economico secondo i principi contabili) 7) Nella voce Altri ricavi e proventi: a) sono inclusi i componenti positivi di reddito derivanti unicamente dalla gestione accessoria e pertanto da operazioni che non rientrano nella gestione caratteristica, finanziaria o straordinaria? (OIC 12, Schema di conto economico secondo i principi contabili) b) sono stati indicati separatamente i contributi in conto esercizio? (art. 2425, CC) 8) I costi per materie prime, sussidiarie di consumo e merci sono relativi agli acquisti necessari alla produzione e/o al commercio dei beni oggetto dellattivit ordinaria dimpresa e sono al netto di resi, sconti, abbuoni, premi e imposte direttamente connessi con gli acquisti? (OIC 12, Schema di conto economico secondo i principi contabili) 9) I costi per servizi sono relativi allattivit ordinaria? (OIC 12, Schema di conto economico secondo i principi contabili) 10) I compensi e i rimborsi spese ad amministratori e sindaci sono classificati tra i costi per servizi? (OIC 12, Schema di conto economico secondo i principi contabili) 11) I costi per godimento di beni di terzi si riferiscono ai corrispettivi pagati per il godimento di beni materiali ed immateriali non di propriet sociale destinati allesercizio dellattivit dimpresa? (OIC 12, Schema di conto economico secondo i principi contabili) 12) Gli accantonamenti per rischi comprendono accantonamenti che hanno come contropartita la voce B 3 del passivo dello stato patrimoniale (Altri fondi per rischi e oneri)? (OIC 12, Schema di conto economico secondo i principi contabili) 13) Gli altri accantonamenti accolgono gli accantonamenti per costi e spese future che hanno come contropartita la voce B 3 del passivo dello stato patrimoniale? (OIC 12, Schema di conto economico secondo i principi contabili) 14) Gli oneri diversi di gestione hanno natura residuale e comprendono costi ed oneri inerenti alla gestione ordinaria

SI

NO

N/A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

90 di 97

CONTO ECONOMICO
diversi da quelli classificabili nelle voci precedenti? (OIC 12, Schema di conto economico secondo i principi contabili) 15) I proventi da partecipazioni evidenziano, distintamente per soggetto erogante: (OIC 12, Schema di conto economico secondo i principi contabili) - i dividendi percepiti al lordo delle ritenute subite ove applicabili. - gli altri proventi da partecipazioni, tra cui in particolare le plusvalenze derivanti da cessione delle partecipazioni escluse quelle di natura straordinaria? 16) La voce Proventi e oneri straordinari (voci 20 e 21) comprende unicamente: (OIC 12, Schema di conto economico secondo i principi contabili, OIC Interpretativo 1, par. E) e - Plusvalenze, minusvalenze e sopravvenienze attive e passive derivanti da eventi o operazioni infrequenti per i quali la fonte del provento o dellonere estranea alla gestione ordinaria - componenti positivi o negativi relativi ad esercizi precedenti, inclusi gli errori di rilevazione di fatti di gestione o di valutazione di poste di bilancio, e le imposte relative ad esercizi precedenti - componenti reddituali che costituiscono leffetto di variazione dei criteri di valutazione adottati? 17) Sono stati separatamente indicati nello schema di conto economico i seguenti elementi delle voci di Proventi e oneri straordinari: - le plusvalenze da alienazioni i cui ricavi non sono iscrivibili tra gli altri ricavi e proventi (OIC Interpretativo 1, par. A5) - le minusvalenze da alienazioni, i cui effetti contabili non sono iscrivibili tra gli oneri diversi di gestione (OIC Interpretativo 1, par. B14) - le imposte relative ad esercizi precedenti? (OIC Interpretativo 1, par. E) 18) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni: (OIC 12, Nota integrativa al bilancio) a) se significativa, la ripartizione dei ricavi delle vendite e delle prestazioni secondo categorie di attivit e secondo aree geografiche (art. 2427, c.1, n. 10, CC) b) lammontare dei proventi da partecipazioni diversi dai dividendi (art. 2427, c. 1, n. 11, CC) c) la suddivisione degli interessi ed altri oneri finanziari relativi a prestiti obbligazionari, a debiti verso banche, ed altri (art. 2427, c.1, n. 12, CC) d) la composizione delle voci Proventi straordinari (voce 20) ed oneri straordinari (voce 21) qualora di ammontare apprezzabile (art. 2427, c.1, n. 13, CC) e) la composizione delle voci Altri ricavi e proventi (voce 5) ed oneri diversi di gestione (voce 14) nel caso in cui siano di ammontare rilevante o includono conti di rilevanza ai fini conoscitivi del lettore del bilancio?

SI

NO

N/A

NOTE

CONVERSIONE DELLE POSTE IN VALUTA ESTERA


1) Le operazioni in valuta sono contabilizzate in moneta nazionale al cambio del giorno in cui loperazione

SI

NO

N/A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

91 di 97

CONVERSIONE DELLE POSTE IN VALUTA ESTERA


compiuta? (art. 2425-bis, c. 2, CC; OIC 26, par. 4.1) 2) Le differenze cambio originatesi al momento dellincasso e/o del pagamento sono rilevate nel conto economico come proventi ed oneri di natura finanziaria, nella voce 17-bis Utili e perdite su cambi? (art. 2425, CC; OIC 26, par. 4.2) 3) Le attivit e le passivit in valuta, ad eccezione delle immobilizzazioni, sono state esposte al cambio a pronti alla data di chiusura dellesercizio, rilevando nel conto economico i relativi utili e perdite su cambi? (art. 2426, c.1, n. 8-bis, CC; OIC 26, par. 5.1) 4) La voce di conto economico utilizzata per la rilevazione degli utili e perdite su cambi da conversione la 17-bis - Utili e perdite su cambi ? (art. 2425, CC) Gli effetti significativi delle variazioni di cambio verificatesi dopo la chiusura dellesercizio e prima della preparazione bilancio (data in cui lorgano amministrativo approva il progetto di bilancio) sono stati esposti in nota integrativa? (OIC 26, par. 5.2) 5) Se dalla valutazione ai cambi di fine anno emergono solo utili o un utile netto, tale importo stato accantonato, in sede di approvazione del bilancio e conseguente destinazione del risultato, in unapposita riserva non distribuibile fino al realizzo? (art. 2426, c.1, 8-bis, CC; OIC 26, par. 10) 6) Nella destinazione del risultato dellesercizio alla riserva non distribuibile dellutile o dellutile netto stata considerata prioritaria la destinazione alla riserva legale del risultato dellesercizio? (OIC 26, par. 10) 7) Nel caso di crediti non immobilizzati espressi in moneta estera, stato applicato il criterio del presumibile valore di realizzo in valuta estera, per poi convertire tale importo al cambio corrente e rilevare leventuale differenza (comprensiva delleffetto valutativo e di conversione)? (OIC 26, par. 5.1) 8) Qualora le due componenti di cui al punto precedente siano significative e specificamente individuabili, la differenza derivante dalla valutazione al presumibile valore di realizzo stata imputata alla voce Svalutazione dei crediti ovvero alla voce Rettifiche di valore di attivit finanziarie, a seconda della natura della posta, mentre quella derivante dalladeguamento dei cambi alla voce Utili e perdite su cambi? (OIC 26, par. 5.1) 9) Le immobilizzazioni materiali, immateriali e finanziarie, costituite da partecipazioni, in valuta, valutate al costo, sono iscritte al tasso di cambio al momento del loro acquisto o a quello inferiore alla data di chiusura dellesercizio se la riduzione debba giudicarsi durevole? (art. 2426, c.1, 8-bis, CC; OIC 26, par. 8.2) 10) Nel caso di titoli immobilizzati, la perdita durevole le cui componenti siano di difficile individuazione (differenza negativa sui valori di quotazione o da una differenza negativa sui cambi ovvero da una combinazione di entrambi i fattori) stata registrata nella voce di conto economico 19 b - svalutazioni di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni ? (OIC 26, par. 8.2) 11) Nel caso di partecipazioni estere, la valutazione della durevolezza della riduzione ha preso in considerazione i seguenti aspetti (OIC 26, par. 8.2): a) se la diminuzione patrimoniale della partecipazione sia stata provocata essenzialmente da variazioni

SI

NO

N/A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

92 di 97

CONVERSIONE DELLE POSTE IN VALUTA ESTERA


negative del cambio: in questo caso sono state considerate eventuali ragionevoli ed oggettive prospettive di una ripresa del cambio nel brevemedio periodo? b) se la diminuzione patrimoniale sia stata provocata da motivi diversi da una variazione negativa del cambio: in questo caso stato valutato se un favorevole andamento del cambio possa aver compensato la diminuzione patrimoniale, inducendo erroneamente a non effettuare la svalutazione? 12) Qualora la societ abbia iscritto le partecipazioni con il metodo del patrimonio netto, nel caso in cui i bilanci i tali partecipazioni siano espressi in valuta estera, tali bilanci sono stati tradotti nella moneta di conto secondo quanto previsto dallOIC 17 - Il bilancio consolidato, par. 7? (OIC 26, par. 8.3) 13) Per le immobilizzazioni materiali ed immateriali la cui valutazione in bilancio correlata ad una valuta estera in quanto generano flussi finanziari in valuta estera, al fine della determinazione di uneventuale perdita durevole di valore stata tenuta in considerazione la stima del valore recuperabile in valuta da convertire nella moneta di conto al tasso di cambio alla data della valutazione ? (OIC 26, par. 8.4) 14) I crediti ed i debiti in valuta, ancorch coperti dal rischio di cambio tramite una specifica e contestuale negoziazione di valuta a termine, sono stati valutati al cambio del giorno delloperazione in cui sono sorti? (OIC 26, par. 6.2) - inoltre, la differenza che risulta raffrontando lammontare in moneta estera previsto dal contratto a termine, convertito al cambio alla data delloperazione che ha originato il debito od il credito, con lammontare in moneta estera dello stesso contratto a termine, convertito al cambio a termine fissato dal contratto, stata rilevata a conto economico sulla durata del contratto per competenza, come un interesse, con contropartita il debito od il credito (premio o sconto) verso lente finanziario che ha posto in essere loperazione di copertura, provvedendo a fine esercizio a riscontare, rinviando agli esercizi successivi, limporto non di competenza? - se il contratto a termine stato negoziato in data successiva a quella delle operazioni da cui i crediti ed i debiti si sono originati, la differenza, che risulta raffrontando lammontare in moneta estera stabilito dal contratto a termine, convertito al cambio del giorno delloperazione, con lo stesso ammontare convertito al cambio del giorno della negoziazione del contratto a termine, stata addebitata od accreditata al conto economico con contropartita il credito od il debito, in aggiunta al rateo sullo sconto o sul premio di cui al punto precedente? 15) Nel caso in cui una o pi negoziazioni a termine siano a copertura di unesposizione netta complessiva della societ al rischio di cambio avente medesima scadenza, si proceduto alla loro contabilizzazione come di seguito descritto (OIC 26, par. 6.4): - i crediti ed i debiti in valuta sono stati convertiti al cambio di fine esercizio, rilevando a conto economico gli utili e le perdite di competenza? - sono stati rilevati a conto economico gli utili o le perdite

SI

NO

N/A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

93 di 97

CONVERSIONE DELLE POSTE IN VALUTA ESTERA


sui contratti a termine, stipulati a fronte di unesposizione netta in moneta estera, calcolati moltiplicando lammontare in valuta di ciascun contratto a termine per la differenza tra il cambio a pronti del giorno di negoziazione del contratto a termine ed il cambio alla data di fine esercizio? - stato determinato lo sconto od il premio sui contratti a termine secondo le modalit descritte in precedenza per i contratti a termine a fronte di specifici debiti e/o crediti in moneta estera? 16) Nel caso in cui una negoziazione a termine sia a copertura di un impegno contrattuale (ordine) di acquisto o di vendita di un bene in moneta estera che sar consegnato in data successiva, si proceduto alla contabilizzazione come di seguito descritto (OIC 26, par. 6.3): - Il premio (o lo sconto) stato rilevato come una componente finanziaria con contropartita un rateo attivo (o passivo)? Tale rateo stato chiuso e girato ad adeguamento del credito (o debito) di cui ai punti successivi? - Al momento della consegna del bene (oppure del passaggio di propriet, se in data diversa) il relativo costo o ricavo stato contabilizzato al cambio in vigore alla data di consegna del bene stesso, rilevando in contropartita il debito verso il fornitore o il credito verso il cliente? - La differenza fra il cambio alla data di stipula del contratto a termine ed il cambio alla data di consegna del bene, avendo natura commerciale, stata contabilizzata a rettifica del costo o del ricavo, con contropartita la corrispondente variazione nel debito o credito? - Lulteriore differenza che risulta dal raffronto fra lammontare in moneta estera, convertita al cambio a termine prefissato e lammontare in moneta estera convertito al cambio a pronti alla data del contratto a termine, stata trattata come una componente finanziaria rilevata a conto economico sulla durata del contratto a termine per competenza, con contropartita il debito o il credito verso lente finanziario (ovvero nei ratei passivi o attivi), e riscontata a fine esercizio? 17) Sono state considerate di copertura di uno specifico impegno contrattuale nella stessa moneta solo quelle operazioni per le quali sussistono le seguenti condizioni: (OIC 26, par. 6.3) - limpegno in moneta estera confermato ed irrevocabile - vi una sostanziale coincidenza tra ammontare e durata delloperazione da coprire e di quella di copertura? 18) In caso di operazioni in valuta estera a termine di natura speculativa o comunque non a copertura di specifici rischi di cambio: (OIC 26, par. 6.5) - gli utili e le perdite su tali contratti sono stati determinati moltiplicando lammontare in valuta del contratto a termine per la differenza tra il cambio a termine contrattuale ed il cambio a termine contrattuale per la medesima scadenza alla data di bilancio, come se loperazione fosse rinegoziata a questultima data? - gli utili e le perdite di cui sopra sono state contabilizzati a conto economico? 19) I crediti ed i debiti in valuta che sono coperti dal rischio di

SI

NO

N/A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

94 di 97

CONVERSIONE DELLE POSTE IN VALUTA ESTERA


cambio da un finanziamento (attivo e/o passivo) in valuta, sono convertiti al cambio del giorno di erogazione del finanziamento? (OIC 26, par. 7) 20) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni: a) i criteri applicati nella conversione dei valori non espressi allorigine in Euro (art. 2427, c.1, n. 1, CC) b) lammontare e la collocazione dei crediti e debiti in moneta estera nelle voci dello stato patrimoniale e la fonte di rilevazione dei cambi utilizzati (OIC 26, par. 11.1) c) eventuali effetti significativi delle variazioni nei cambi valutari verificatesi successivamente alla chiusura dellesercizio (art. 2427, c. 1, 6-bis, CC) d) la suddivisione della voce 17-bis Utili e perdite su cambi nelle sue componenti realizzate o derivanti da valutazione, qualora non siano indicati distintamente nello schema di conto economico (OIC 26, par. 11.2) e) lindicazione analitica, lorigine, la possibilit di utilizzazione e distribuibilit, nonch i movimenti avvenuti nei precedenti esercizi nella riserva patrimoniale costituita con lutile netto risultante dal processo di valutazione ai cambi di fine esercizio delle poste in valuta? (OIC 26, par. 11.3)

SI

NO

N/A

NOTE

IMPOSTE
1) Se le imposte dovute a saldo della passivit relativa allesercizio in corso sono certe, il relativo ammontare, al netto dei crediti di imposta (effettivamente compensabili in dichiarazione) esposto nei debiti tributari alla voce D.12 nel caso di debito netto o nei crediti verso altri alla voce C.II.4-bis nel caso di credito netto? (OIC 25, par. B) 2) I crediti per imposte a seguito di richiesta di rimborso sono esposti tra i Crediti nella voce C.II.4-bis dello stato patrimoniale, e non compensati con i debiti tributari? (OIC 25, par. B) 3) Le eventuali passivit accantonate a fronte di situazioni di rischio di carattere fiscale (quali gli accantonamenti per imposte probabili aventi ammontare e/o data di sopravvenienza indeterminata, ad esempio derivanti da accertamenti o contenzioso in corso,) sono classificate nella voce Fondi per rischi ed oneri - per imposte, anche differite? (OIC 25, par. D) 4) Le imposte sul reddito dellesercizio sono determinate secondo il principio della prudenza e competenza (art. 2423bis, c. 1, n. 3, CC), cio tenendo conto delle imposte differite e anticipate? (OIC 25, par. G) 5) Sono state calcolate imposte anticipate o differite sullammontare cumulativo di tutte le differenze temporanee tra il valore di una attivit o passivit secondo i criteri civilistici ed il valore attribuito a quellattivit o passivit ai fini fiscali? (OIC 25, par. G) 6) Le imposte differite non sono state contabilizzate se esistono scarse probabilit che tale debito insorga? (OIC 25, par. G) 7) Le imposte anticipate vengono iscritte (in un apposita voce tra i crediti dellattivo circolante - C II 4-ter imposte anticipate) solamente se esiste la ragionevole certezza del loro futuro recupero? (OIC 25, par. H.I)

SI

NO

N/A

NOTE

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

95 di 97

8) Il beneficio fiscale connesso a perdite riportabili a nuovo (solo ai fini IRES ed entro il quinto periodo di imposta successivo a quello in cui la perdita si verificata, salvo le perdite realizzate nei primi tre periodi di imposta per le quali non sussiste limite di tempo) viene iscritto in bilancio solamente se esistono le seguenti condizioni: (OIC 25, par. H.II) - ragionevole certezza di imponibili fiscali futuri tali da assorbire le perdite - le perdite in oggetto derivano da circostanze ben identificate, ragionevolmente non ripetibili? 9) Le imposte differite o anticipate sono state calcolate: (OIC 25, par. H.I) - utilizzando le aliquote in vigore al momento in cui le differenze temporanee si riverseranno - qualora fossero previste differenti aliquote fiscali da applicarsi a differenti livelli di reddito, utilizzando le aliquote medie attese nei periodi di riversamento delle differenze temporanee - considerando le variazioni di aliquote derivanti da norme di legge gi emanate alla data di redazione del bilancio - non applicando alcuna attualizzazione - effettuando calcoli separati ai fini IRES e IRAP - riverificando ogni anno il loro ammontare e le ragioni a supporto delliscrizione o della mancata iscrizione? 10) Le attivit per imposte anticipate e le passivit per imposte differite sono compensate se la compensazione consentita giuridicamente? (OIC 25, par. I) 11) E rispettato il divieto di portare le attivit per imposte anticipate e le passivit per imposte differite a riduzione delle attivit o passivit a cui si riferiscono? (OIC 25, par. I) 12) Le imposte differite relative ad operazioni che hanno interessato direttamente il patrimonio netto sono contabilizzate tramite riduzione della posta di patrimonio netto creatasi a seguito delloperazione stessa? (OIC 25, par. I.I) 13) La nota integrativa fornisce le seguenti informazioni: a) le variazioni significative intervenute nella consistenza delle voci debiti e crediti tributari, rispetto allesercizio precedente (OIC 25, par. L.a) b) le variazioni intervenute nella consistenza dei fondi, il loro utilizzo e gli accantonamenti effettuati (OIC 25, par. L.b) c) i crediti e i debiti tributari di rilevante ammontare e con peculiari caratteristiche di cui importante che il lettore del bilancio sia a conoscenza (OIC 25, par. L.c) d) la riconciliazione, con le relative spiegazioni, fra lonere fiscale da bilancio e lonere fiscale teorico qualora tali differenze siano significative (OIC 25, par. L.d) e) relativamente ai fondi per imposte (OIC 25, par. L.e): i criteri adottati per lo stanziamento in presenza di accertamenti o contenziosi con le autorit fiscali, qualora non si sia ritenuto opportuno effettuare accantonamenti al fondo per imposte, le motivazioni a supporto del mancato stanziamento f) per quanto concerne le passivit per imposte differite e le attivit per imposte anticipate, tramite la

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

96 di 97

redazione di un prospetto (OIC 25, par. L.f; art. 2427, c. 1, n.14a): una descrizione delle principali differenze temporanee che hanno comportato la rilevazione di imposte differite e anticipate, le voci escluse dal computo e le relative motivazioni lindicazione dellaliquota applicata e lindicazione di eventuali variazioni rispetto allesercizio precedente le motivazioni del mancato stanziamento delle imposte sugli utili non distribuiti di controllate e collegate, nel caso di valutazione delle stesse partecipazioni secondo il metodo del patrimonio netto. gli importi che sono stati accreditati o addebitati a conto economico o al patrimonio netto g) relativamente alle perdite fiscali riportabili: (OIC 25, par. I.g; art. 2427, c.1, n. 14 b) lammontare delle imposte anticipate contabilizzato nel bilancio, relativo a perdite dellesercizio o a perdite riportabili sostenute in esercizi precedenti, fornendo le motivazioni a supporto delliscrizione dello stesso lammontare del beneficio fiscale connesso a perdite fiscali riportabili non ancora contabilizzato in bilancio e le motivazioni della mancata iscrizione?

BILANCIO DESERCIZIO LISTA DI CONTROLLO DEI PRINCIPI DI REDAZIONE 2010

97 di 97