Sei sulla pagina 1di 31
Divertirsi scoprendo il mondo J J Mangeresti un gelato ai v e r m i

Divertirsi scoprendo il mondo

JJ

Mangeresti un

gelato ai

v e r

m i ?

i o

n.1  2,75
n.1
 2,75
Del Piero un insegna a tirare rigore. alessanDra ti ferri i giri e i Passi
Del
Piero un
insegna
a tirare
rigore.
alessanDra
ti ferri
i giri e
i
Passi Di
Danza
in Piu’ un DoPPio Poster! Numero 1 - Febbraio 2004 - 2,75/0,20
in Piu’
un
DoPPio
Poster!
Numero 1 - Febbraio 2004 - 2,75/0,20

Eppure nel mondo c’è

chi si gusta lombrichi e

altri cibi per noi ripugnanti

Che sorpresa! La scienza

fa

più magie

di

Harry Potter

Foto incredibili:

vi mostriamo persino una pallottola in volo

sorpresa! La scienza fa più magie di Harry Potter Foto incredibili: vi mostriamo persino una pallottola

Il grande Artemis Fowl. In un intrigo magico. Tecnologico. Tre volte geniale.

Artemis Fowl è il giovane genio criminale dal Q.I. stupefacente e dal coraggio senza confronti. La sua strategia? Un mix di magia e tecnologia. Moltiplicata per tre grandi avventure.

confronti. La sua strategia? Un mix di magia e tecnologia. Moltiplicata per tre grandi avventure. www.librimondadori.it

www.librimondadori.it

Le giornaliste Titti e Nico con

nostri super-consulenti.

i

I l mondo è un posto strano e ancora molto sconosciuto. Noi della redazione, per esem- pio, non sapevamo che in alcuni posti nel mondo c’è chi cucina il ragù di cavallette (pag. 42); che è stata scoperta una parte del cervello che odia la matematica (pensavamo che tutto il cervello odiasse la matematica! - pag. 30); che la scienza è in grado di

rendere invisibili o di far volare gli oggetti esattamente come Harry Potter (pag. 22); che le

balene dormono

glie (pag. 54); che con la mac- china fotografica si possono persino “fermare” boomerang e colpi di pistola (pag. 62).

stando sve-

Con Focus Junior potremo divertirci insieme a scoprire questo mondo meraviglioso e bizzarro: la natura, gli animali, la storia e i grandi misteri, la scienza e la tecnologia, lo spa- zio e lo sport, come funziona il nostro corpo e perché ci com-

portiamo

mo. Più tante altre cose che tro- vate in questo primo numero. Non saremmo riusciti a farlo senza l’aiuto di ragazzi come voi (nella foto sopra, “impallina- no” due giornaliste). E, senza il vostro aiuto, non potremo farlo

ogni mese.

come ci comportia-

Ciao, la redazione

Ciao a tutti, questo giornale è fatto con voi. E allora datevi da fare. Per Focus junior potete diventare:

TIRATORI SCELTI

Fate il tiro al bersaglio con le vostre lettere, fotografie,

disegni, domande, barzellette

Rispondete alle

nostre domande e partecipate ai nostri concorsi.

SUPER ISPETTORI

Venite a vedere come si fa il giornale, partecipate alle nostre riunioni per dirci che cosa vi piace o non vi piace.

AGENTI SEGRETI

Infiltratevi per noi fra i nuovissimi libri, film, videogiochi Diventerete i nostri esperti e scriverete commenti e recensioni.

INVIATI SPECIALI

Che vuoi nome dare? mi Che nome Intervistate il vostro personaggio preferito. Mandateci la vostra
Che
vuoi nome
dare? mi
Che nome
Intervistate il vostro personaggio preferito. Mandateci
la vostra richiesta, organizzeremo l’incontro. Noi portiamo il
fotografo, voi la penna (e non solo per gli autografi).
vuoi dare?
mi
GRANDI INVENTORI
Noi (ci vedi? Siamo qui a fianco) saremo la “voce” di Focus Junior,
ma nessuno ci ha dato un nome. Volete suggerirlo voi?
Scivete a: Focus Junior, via Goldoni 1, 20129 Milano
o, via posta elettronica, a focusjunior@gujm.it.
Junior ⇠
3

cominciamo

bene

⇠ 4 Junior
⇠ 4
Junior

scapperebbe.

Katie è una tipa da cavallini a dondolo, da giostrina di Dumbo, al massimo da Brucomela. Ma di fronte al maxi-scivolo nel luna park di Fort Worth, nel

di aver paura. Guardate che faccia:

sembra che abbia visto il diavolo. Ma se il diavolo vedesse lei

Texas (Usa), ha avuto paura di dire

⇠ 5
⇠ 5

a pagina

60 L’intervista con Giulia Ottonello La cantante più amata della trasmissione “Amici” ci spiega come
60
L’intervista con
Giulia Ottonello
La cantante più amata
della trasmissione “Amici”
ci spiega come ha fatto
a vincere la timidezza.
62
Tecnologia
Click, colti al volo
Che foto! Si vede pure
un proiettile nell’aria!
68
Sport
Così non vale!
Che cosa pensano gli atleti
quando sono vittime di atti
sleali e autentici colpi bassi?
76
Natura
Gli scherzi della natura
Fiori, animali, rocce e
persino nuvole a volte
hanno forme incredibili.

le

rubriche

4

Cominciamo bene

La redazione

 

controlla che

27

Laboratorio divertente

la

pubblicità

 

non contenga

30

Wow che notizie!

 

immagini

 

o

messaggi

32

Giochi

non adatti ai ragazzi.

 

39

L’investigatore Shellrock

52

I trucchi dei campioni

54

Domande e risposte

72

Test

82

Novità

86

Club dei lettori

90

A scuola con i prof

86 Club dei lettori 90 A scuola con i prof Ricordatevi ragazzi: ci vediamo il 10
86 Club dei lettori 90 A scuola con i prof Ricordatevi ragazzi: ci vediamo il 10
86 Club dei lettori 90 A scuola con i prof Ricordatevi ragazzi: ci vediamo il 10
86 Club dei lettori 90 A scuola con i prof Ricordatevi ragazzi: ci vediamo il 10
Ricordatevi ragazzi: ci vediamo il 10 di ogni mese in edicola!
Ricordatevi
ragazzi: ci
vediamo il
10
di ogni
mese in
edicola!

i servizi

Animali

vediamo il 10 di ogni mese in edicola! i servizi Animali 8 Scimmie, pesci, uccelli Ma
vediamo il 10 di ogni mese in edicola! i servizi Animali 8 Scimmie, pesci, uccelli Ma

8

Scimmie, pesci, uccelli Ma con che faccia

Vietato ridere: se sono fatti così non è certo colpa loro.

12
12

Spazio

Forza extraterrestre, fatti vivo

Se E. T. non arriva, magari su un’astronave, cerchiamolo noi.

18
18

Corpo umano

7 esperimenti per te

Guarda quante volte il tuo cervello ti imbroglia.

22
22

Scienza

Harry Potter scienziato

Le magie di Harry Potter sono molto simili a ciò che l’uomo ha realizzato.

42
42

Mangiare

E questo lo mangeresti?

Nel mondo si gustano i cibi più strani (e schifosi).

47
47

Storia a fumetti

L’imperatrice Teodora

La “Cenerentola” dei Romani: da ballerina a moglie dell’imperatore.

dei Romani: da ballerina a moglie dell’imperatore. Sopra , un elefante marino. Sembra dire: «Ehi umano,

Sopra, un elefante marino. Sembra dire: «Ehi umano, perché mi guardi? Non ti piace il mio “nasino”?».

⇠ 6 Junior
⇠ 6
Junior

a pagina

a pagina

a pagina

12 a pagina
12
a pagina

sbrigatevi, o

arriviamo noi

L’uomo non ha nessuna prova su E. T. e i dischi volanti (sotto, un disegno di fantasia), ma li cerca.

le sa tutte ma non ne azzecca una

Il comico Fabrizio Fontana (nella foto ) risponde per noi a un quesito scientifico.

56

foto ) risponde per noi a un quesito scientifico. 56 Geronimo Stilton in persona (se così
foto ) risponde per noi a un quesito scientifico. 56 Geronimo Stilton in persona (se così

Geronimo Stilton in persona (se così si può dire, essendo un topo) risponde per noi alla domanda “tosta”.

Dicono che io sia manesco? Falso, ogni tanto però mi sgranchisco le braccia.
Dicono che io sia
manesco? Falso,
ogni tanto però mi
sgranchisco
le braccia.

68

Falso, ogni tanto però mi sgranchisco le braccia. 68 ma se gli ho dato una carezza

ma se gli ho dato una carezza

L’hockey, si sa, è uno sport da duri. Ma questo (sopra) è un po’ troppo.

uno sport da duri. Ma questo ( sopra ) è un po’ troppo. 76 sul fiore

76

sport da duri. Ma questo ( sopra ) è un po’ troppo. 76 sul fiore sboccia

sul fiore sboccia una faccina

A volte la natura è burlona. Su questa orchidea (sopra) si vede bene una faccia.

⇠ 7
⇠ 7
Spazio Animali Probabilmente loro penseranno: “Che c’è da ridere? Sarete belli voi” Ma Ma con

Spazio

Animali

Probabilmente loro penseranno:

“Che c’è da ridere? Sarete belli voi”

MaMa concon

Nome: Catidide

Indirizzo: foreste tropicali della Costa Rica e dell’America meridionale

Caratteristica: assomiglia a

una cavalletta, ma è un grillo

molto colorato e

nottambulo

Segni particolari: antenne

lunghissime; si mimetizza per sfuggire agli uccelli predatori

8 8 Junior
8 8
Junior

cheche

Nome: orango Indirizzo: foreste tropicali dell’Asia orientale Caratteristica: i maschi (come quello nella foto)
Nome:
orango
Indirizzo:
foreste tropicali
dell’Asia orientale
Caratteristica:
i maschi
(come quello
nella foto) da
ricoperta
adulti hanno la faccia
dalle pieghe della pelle
Segni particolari:
i papà
orango sono dei
bei “birboni”:
e poi
se
ne vanno
fanno i figli
Junior 9
9

Nome:

camaleonte a

4 corna

Indirizzo:

foreste di

montagna del Camerun (Africa)

Caratteristica:

solo i maschi

sono cornuti

(da 2 a 6 corna ).

Segni particolari:

piccoli insetti con

mangia

la sua

che si allunga

lingua

si ritrae in un

e

lampo.

Cambia colore e

mimetizza, ma

si

non allistante.

tamarino imperatore

Nome:

foreste di Bolivia,

Indirizzo:

Brasile e Perù

scimmia con

Caratteristica:

baffi bianchi che porta anche

(pure le femmine!)

sulle spalle

per i primi

Segni particolari:

esploratori somigliava a

II, imperatore baffuto

Guglielmo

10 10 Junior
10
10
Junior

Nome: pesce pipistrello

Indirizzo: acque profonde dell’oceano Pacifico

Caratteristica: labbra rosse

e pinne trasformate in zampine su cui cammina

Segni particolari: rarissimo

da vedere (e da fotografare)

Più un animale si

è specializzato per

sopravvivere in

un certo ambiente,

più è strano.

E meno male che

Nome: becco a scarpa non deve guardarsi allo specchio! Indirizzo: paludi dell’Africa centrale Caratteristica:
Nome:
becco a scarpa
non deve guardarsi
allo specchio!
Indirizzo:
paludi dell’Africa
centrale
Caratteristica:
cattura le
e piccoli
sue prede (pesci, rane
coccodrilli) pescando nel
con l’uncino
fango: li arpiona
del becco!
che ha sulla punta
Segni particolari:
è
un tipo
solitario
e riservato: non si fa
mai vedere. Che questa buffa
cicogna
si vergogni di quella
ciabatta che
ha in
pieno viso?
Junior 11
11
Spazio Spazio Gli extraterrestri non arrivano. E allora cerchiamoli noi

Spazio

Spazio

Gli extraterrestri non arrivano. E allora cerchiamoli noi

Gli extraterrestri non arrivano. E allora cerchiamoli noi Noi siamo qui. E voi dove siete? A
Noi siamo qui. E voi dove siete? A sinistra, la nostra galassia. È a forma
Noi siamo
qui. E voi
dove siete?
A sinistra, la
nostra galassia.
È
a forma di

spirale e ha centinaia di miliardi di stelle, alcune delle quali come il Sole. Per capire le distanze:

il punto rosso copre

molto più di tutto

il sistema solare!

12 12
12
12
quali come il Sole. Per capire le distanze: il punto rosso copre molto più di tutto

Junior

Molti pensano che nell’universo ci siano altri esseri intelligenti che ci stanno cercando. Forse a bordo di astronavi come quelle nel disegno.

Junior 13 13
Junior 13
13

se fatti

esistono

coSì

o coSì?

p

ga

i

n

a

)

Meduse volanti Studiando altri pianeti, alcuni scienziati dicono che in posti come Giove potrebbero esserci
Meduse volanti
Studiando
altri
pianeti,
alcuni
scienziati
dicono
che
in
posti
come
Giove
potrebbero
esserci
meduse
e pesci
volanti.
i
n
e
ci
s
I
s
e
t
p
t
o
c
fi
i
(
o
a
v
a
a tl
c
fi
ti
n
e
ci
s
si
te
o
Ma
Ip
sono
Palloncini viventi
Nell’atmosfera
di grandi
pianeti
circondati
di e gas,
gli “abitanti”
potrebbero
essere
palloncini
con
lunghi
strani
tentacoli.
14 14
14
14

Junior

es T t i m o i n a n z e
es
T
t
i
m
o
i
n
a
n
z
e

Parola di testimone

Ecco 30 extraterrestri come sono stati descritti da chi li avrebbe incontrati. Ma non c’è alcuna prova.

Li descrivono come umanoidi buffi o spaventosi. Ma voi ci credete?

S trane luci nel cielo,

curiosi oggetti a for-

hanno visto nel cielo oggetti naturali (per esempio piane- ti come Giove e Venere, che sono molto luminosi) o nor- mali “aggeggi” costruiti dall’uomo (come i satelliti artificiali). Certo,

rimane un piccolo numero di avvista- menti inspiegabili,

ma di sigaro o di di-

sco che sfrecciano per aria Arrivano gli extraterrestri? Figurarsi: solo in Italia sono stati catalogati 15 mila “avvi- stamenti”. Però si è anche scoperto che nella maggior parte dei casi i testimoni

ma nessuno è mai riuscito a

fornire la prova che gli

ufo

fossero di origine aliena. Qualcuno ha portato come

prova una foto o un filmato; ma gli scienziati pensano si tratti di falsi.

Molti importanti studiosi, però, sono convinti che nella

U-f-o sono le iniziali inglesi delle parole “oggetti volanti non identificati”.
U-f-o sono
le iniziali inglesi
delle parole
“oggetti volanti
non identificati”.

15
15

Junior 15

I

p

o

t

se

i

s

c

ei

n

ti

fi

ca

E i marziani? Se

esistono non sono

certo omini verdi

☞ nostra galassia (guardala nella prima pagina dell’arti- colo), magari a distanze per noi insuperabili,
nostra galassia (guardala
nella prima pagina dell’arti-
colo), magari a distanze per
noi insuperabili, possano es-
serci altre civiltà.
Segnali. Ma se non vengo-
no loro, magari con le astro-
navi come nel film E. T., per-
ché non andia-
“Piacere, siamo
i terrestri”
Sono delle
enormi antenne
a forma di
padella, puntate
verso il cielo.
mo a cercarli
noi? Forse non
lo sapevate,
ma ci stiamo
provando! Per esempio, si
■ utilizzano i
radiotelescopi,
Secondo gli scienziati, su
Marte non ci sono, come si
pensava un tempo, omini
verdi, ma al massimo bat-
teri, cioè forme di vita pic-
colissime come quelle dalle
quali partì lo sviluppo sulla
per cercare di captare qual-
che segnale. Il problema, pe-
rò, è che non si sa da che
parte puntare né su quale
canale “sintonizzare” queste
mega antenne, dato che le
stelle sono
milioni di mi-
lioni. Solo una volta, nel
1977, fu ricevuto un se-
gnale così strano ed “ec-
citante” che lo scienzia-
to che lo ha notato ha
esclamato: “Wow!”.
Caccia continua. Da
allora il segnale-wow non si
è più ripetuto. Ma si conti-
Terra. Ma se altri E.T. intel-
ligenti ci mandassero un
segnale, come dovremmo
rispondere? Molti studiosi
pensano che, attraverso il
linguaggio universale
della mate-
matica e con
l’animazione
a 3D, dovrem-
mo far capire
che siamo
“amici”. Non
basterebbe allo-
ra mostrare loro
“Monsters & co.”
(nella foto), il film
in
3D dove una bimba e
un mostro diventano amici?
nua a cercare.
16
16
Junior

Tricheco

mangiaghiaccio

così potrebbero essere gli esseri viventi in un pianeta lontano da una stella come il Sole.

Ma forse loro ci conoscono già Sapevate che da oltre un secolo l’uomo invia nello
Ma forse loro ci
conoscono già
Sapevate che da oltre un
secolo l’uomo invia nello
spazio suoni e immagini?
I segnali elettromagnetici
della radio e della televi-
sione viaggiano infatti alla
velocità della luce, propa-
gandosi all’infinito. Per
esempio, le prime puntate
di
la
“Striscia la notizia” (nel-
foto sopra) trasmesse 10
anni fa, viaggiando a 300
mila chilometri al secondo,
sono già arrivate a una di-
stanza pari a 10 anni-luce,
quindi oltre le stelle più vi-
cine al Sole (Proxima,
Alpha e Beta Centauri).
EDUCAZIONE ALL’IGIENE ORALE PER I BAMBINI DELLE ELEMENTARI L'igiene orale e la prevenzione si imparano

EDUCAZIONE ALL’IGIENE ORALE PER I BAMBINI DELLE ELEMENTARI

L'igiene orale e la prevenzione si imparano sui banchi di scuola. Grazie alla collaborazione di Mentadent

e ANDI, l'Associazione Nazionale Dentisti Italiani, ora potrai partecipare attivamente al progetto Scuola

Mentadent-ANDI, che educa i bambini attraverso gli insegnanti e fornisce loro il materiale didattico necessario.

Puoi contattare tu stesso il numero verde 800-600110 e proporre l'iniziativa nella tua scuola o in quella

di tuo figlio. In 12 anni di attività, il Programma Scuola ha coinvolto 5000 istituti scolastici, 15000 dentisti

e oltre un milione di bambini. Ora coinvolge anche te. Per avere denti sani, basta andare a scuola. Di prevenzione.

Chiama

anche te. Per avere denti sani, basta andare a scuola. Di prevenzione. Chiama www.mentadent.it PREVENIRE È

www.mentadent.it

PREVENIRE

È

MEGLIO

Corpo Spazio umano A volte il cervello
Corpo Spazio umano
A
volte il cervello

“ci imbroglia”

il nostro corpo ci sorprende

e

Sicuri di avere un naso solo?

Provate a incrociare il dito indice e il medio di una mano. Poi chiudete gli occhi e appoggiate le dita incrociate sulla punta del naso. Adesso accarezzatevi il naso. Dopo qualche secondo avrete la sensazione di avere 2 nasi! Ma perché accade? Perché grazie al tatto arrivano al cervello informazioni diverse da quelle che il cervello conosce (cioè: il naso è 1), e ciò lo manda in confusione.

1
1
2 18
2
18

77

“Etciù!” a occhi chiusi

Mettetevi un po’ di pepe sotto il naso e

poi inspirate: se non starnutite, be’, siete dei fenomeni. Ma sareste super- fenomeni se mentre starnutite poteste tenere gli occhi aperti. Infatti il cervello manda nello stesso tempo 2 ordini: alla gola e al diaframma, un

muscolo della pancia (per lo starnuto);

e alle palpebre (per chiudere gli occhi).

Sicuri di avere indosso le calze?

Avete mai sentito parlare di “assuefazione”? È l’incapacità di renderci conto di qualcosa dovuta al fatto che il nostro corpo ne è ormai abituato. Per esempio, chi di voi porta gli occhiali, li indossa la mattina e poi se ne dimentica (e magari li tiene anche sotto la doccia). Provate, a occhi chiusi, a trovare il bordo delle calze con la punta di un di- to. Non è fa- cile, se non sono strette.

3 19 19
3
19 19
4 5 20
4
5
20

Sicuri di controllare i vostri muscoli?

Appoggiatevi a un muro, di profilo, con il dorso della mano e del braccio aderenti al muro stesso (come nella foto

grande a sinistra). Premete per 2 minuti, ripetendo le spinte, il braccio contro la parete. Poi staccatevi, chiudete gli occhi e rilassate i muscoli. Ora riaprite gli occhi: vi accorgerete (come il ragazzo qui accanto) che il braccio si alza da solo: si “ricordava” gli “ordini” avuti in precedenza!

6
6

Vista, tatto, gusto,

udito e odorato non

sono infallibili e

spesso hanno bisogno uno dell’altro per

capire la realtà

Sicuri di sapere se girate oppure no?

Il nostro cervello conosce sempre che posizione ha il corpo nello spazio anche grazie a un liquido posto nell’orecchio. Fate 5 giri su voi stessi, poi chiudete gli occhi e fermatevi di colpo:

avrete la sensazione di girare ancora! Motivo: il li- quido ha continuato a oscil- lare e a dire al cervello: “Il tuo corpo sta ruotando”.

Sicuri di ritrovare un punto?

Con questo esperimento potete mettere alla prova la vostra “memoria sensoriale” (quella che, per esempio, vi permette

7
7

“Bleah”: non solo sulla punta

È la lingua che, aiutata dal naso, ci fa capire i sapori di ogni cibo. Formata da 17 muscoli, all’esterno è come una moquette composta da un’infinità di “sensori”. Non è vero che solo sulla punta si sente il dolce, in fondo l’amaro, sui lati il salato, ma in que- ste zone ci sono più papille (i re- cettori del gusto) specializzate in quei sapori. Fai la prova con un granello di sale grosso.

di trovare il bicchiere sul comodino, al buio). Fate così: guardate un punto (nella foto, la Basilicata su una carta geografica) e indicatelo. Poi abbas- sate il braccio, chiudete gli occhi e provate a indicarlo di nuovo. Non stupitevi se il

vostro dito finisce

in

Calabria (come nel- la foto in alto). Senza l’aiuto della vista, la memoria sensoriale può essere molto imprecisa.

21 21
21
21

il Harry con cappello

mago

da

occhiali

di Harry

22

o n c a p p e l l o mago da occhiali di Harry 22

Scienza Spazio

Quando la scienza imita Harry Potter

magia Nella scuola di Hogwarts, Harry è un allievo molto dotato: riesce a far stare
magia
Nella
scuola
di
Hogwarts,
Harry
è un
allievo
molto
dotato:
riesce
a far
stare
sollevata
in
già scopa.
aria
una

Magia. «Gli studenti di Hogwarts, la scuola di magia dove studia Harry Potter, cominciano a far levitare le piume, poi via via oggetti sempre più pesanti. L’incantesimo può essere usato per avvicinare a sé le cose lontane, come una scopa, o per difendersi: se fai levitare un tuo nemico, impedisci che ti aggredisca».

Einstein, “re” della scienza, con gli
Einstein,
“re”
della
scienza,
con gli
aggredisca». Einstein, “re” della scienza, con gli scienza Scienza. Alcuni ricercatori di un’università

scienza

Scienza. Alcuni ricercatori di un’università olandese sono riusciti a far levitare rane, fra- gole e noccioline, grazie a magneti: in pratica delle potentissime super-calamite. In laboratorio, all’interno di

uno speciale apparecchio, si è creato un campo magnetico più forte della gravità (il fenomeno che sulla Terra porta ogni corpo a cadere al suolo). Così rane o fragole restano sospese nell’aria.

22
22

T utti sanno che Harry

Potter è un ragazzino

che possiede il dono

della magia. Il fascino di que-

sto personaggio, creato dalla scrittrice J. R. Rowling e di- ventato protagonista di due film, deriva anche dai suoi straordinari poteri. «Il bello dei libri di Harry Potter è pro- prio nell’inspiegabilità delle cose che succedono», dice Beatrice Masini, scrittrice di libri per bambini e traduttrice

di alcuni romanzi del ma-

ghetto (fra cui l’ultimo).

Come è possibile guardare attraverso l’impermeabile indossato da questo ragazzo? Con telecamere e materiali speciali.

Trucchetti. Ma il giovane

eroe è davvero un mago? E

se, invece, fosse uno scienzia-

to? Scienza e tecnologia,

infatti, sono oggi in grado di fare cose davvero simili a quelle di Harry. Con l’aiuto della sua traduttrice, le elen- chiamo nei riquadri sotto e nelle altre pagine.

scienza
scienza
Magia. «Il mantello Anche Susumu magico apparteneva al le casco. ingegnere di indossa spalle papà
Magia. «Il
mantello
Anche
Susumu
magico
apparteneva
al
le casco. ingegnere di indossa spalle
papà
di Harry, che è
li corpi bilità. to giapponese, Tachi, Scienza.
ha
inventa-
morto. Harry
lo riceve al
un
dell’invisi-
secondo anno di scuola
trucco?
Rende
dal preside
Albus Silente
Il trasparenti, mantello alle un Il
e lo trova molto comodo,
guarda
perché
gli consente
di
apposito
Come
avvolgersi e sparire. In
mai?
casco
proietta
questo modo può fare
mantello
immagini
cose che non
si dovreb-
(riprese
da
telecamere
bero fare,
come andare
nascoste)
ciò
che
sezione proibita
nella
trova
di se un chi si chi sul lo i
della libreria».
indossa.
23
Magia. «Harry e i suoi Scienza. Non può per andare compagni, a attraversare un muro
Magia. «Harry e i suoi
Scienza.
Non
può
per andare
compagni,
a
attraversare
un
muro
Hogwarts, prendono il
(non
su provateci, una quello
prende-
treno in
un binario inesi-
reste
di testata),
ma
stente della stazione
di
un
muro
nebbia
sì.
Londra.
Per farlo, si getta-
Come
inventato
no contro un muro,
lo
dall’ingegnere
Ismo
attraversano
dove c’è il treno
e
si ritro-
Rakkolainen:
di un’immagi- si è
vano
che li aspetta».
ne
perforabile
proiet-
tata
strati
nebbia.
magia

A

sinistra, Harry i suoi amici

e

poco prima di partire per la scuola. Qui, un uomo “entra” con il braccio e un po’ del viso nella Gioconda riflessa su un “muro” di nebbia.

George Pitnik è vestito da George Pitnik è vestito da mago, ma in realtà è
George Pitnik è vestito da
George Pitnik è vestito da
mago, ma in realtà è una
mago, ma in realtà è una
persona molto seria:
persona molto seria:
professore di fisica, insegna
professore di fisica, insegna
“la “la scienza scienza di di Harry Harry Potter” Potter”
all’Università all’Università di di Frostburg, Frostburg,
negli negli Stati Stati Uniti. Uniti.
24

Anche la chirurgia è un po’ “magica”: per esempio, oggi Harry potrebbe farsi operare e togliere le lenti

scienza

scienza

scienza Magia. «È un cappello di potere di “scrutare nella zucca” dei bambini che arrivano a
Magia. «È un cappello di
Magia.
«È un cappello di
scienza Magia. «È un cappello di potere di “scrutare nella zucca” dei bambini che arrivano a

potere di “scrutare nella zucca” dei bambini che arrivano a Hogwarts. Loro lo indossano e lui, com - prendendone le inclinazio - ni, li fa assegnare a uno dei 4 gruppi di allievi».

Scienza. Uno strumento, il Magnetoencefalogramma, o Meg, consente di misura -

il Magnetoencefalogramma, o Meg, consente di misura - Quadri parlanti m agia . Quadriefotografieche si muovono

Quadri parlanti

m agia . Quadriefotografieche

si muovono e parlano.

scienza Strumento che “vede” l’attività del cervello.
scienza
Strumento
che “vede”
l’attività
del cervello.
Strumento che “vede” l’attività del cervello. re i deboli campi magnetici che si generano nel nostro

re i deboli campi magnetici che si generano nel nostro cervello quando pensiamo. Ma non può decifrare veramente i nostri pensieri.

Mappa del malandrino

m agia. Mostra, oltre a

Hogwarts, anche la posizione di alcuni personaggi. scienza. Oggi, grazie alla tec-

s cienza. Filmati sui nuovi tele- foni cellulari: stessa cosa. nologia gps e ai satelliti,
s
cienza. Filmati sui nuovi tele-
foni cellulari: stessa cosa.
nologia gps e ai satelliti, si sa la
posizione degli oggetti, dai
telefoni alle automobili.
Magia.
casa
dei
suoi
zii,
Harry
sta
lo Anglia malissimo:
un
orfano
maltrattato.
In
è un’oc-
casione,
«A viene
“salvato”
da
una
la Ford monelleria che
a dell’amico
Ron,
prendere
con
macchina
del
padre:
una
che
Ron
fa
volare
con
un
incantesimo».
Scienza.
Oggi
un
progetto
di
macchina
va volante
esiste
veramente: è Skycar. Finora
ne è
stato realizzato
un solo
L’avventura
di Harry e del suo
amico Ron
sull’auto volante!
A sinistra, la
Skycar: si alza in
volo davvero!
modello, capace
di alzarsi
come
un elicottero e di vola-
a
re, in teoria,
600 km/h.
MAGIA
25
25

Intel, Pentium, Intel Inside and the Intel Inside logo are trademark or registered trademarks of Intel Corporation or its subsidiaries in the United States and other countries.

its subsidiaries in the United States and other countries. Massima potenzapotenza controllo.controllo. La linea
its subsidiaries in the United States and other countries. Massima potenzapotenza controllo.controllo. La linea
its subsidiaries in the United States and other countries. Massima potenzapotenza controllo.controllo. La linea
its subsidiaries in the United States and other countries. Massima potenzapotenza controllo.controllo. La linea
Massima potenzapotenza controllo.controllo. La linea EZ-Buddie ti offre una nuova, originale interpretazione del
Massima
potenzapotenza
controllo.controllo.
La linea EZ-Buddie ti offre una nuova, originale interpretazione del concetto di
PC, per portare sulla tua scrivania tutto il fascino e il potenziale della tecnologia
più avanzata. Grazie all’esclusiva funzionalità EZ-Watcher, potrai costantemente
monitorare sull’apposito display la perfetta funzionalità del tuo sistema hardware e
regolare – attraverso la manopola frontale – la potenza erogata dal processore. Il design
elegante e compatto ti permette di concentrare in poco spazio una piattaforma digitale
multidimensionale ad alte prestazioni, che abbina alle capacità del classico PC le più
avanzate funzionalità di home entertainment, per ascoltare musica (su CD o MP3), giocare,
guardare film in DVD, masterizzare CD, scaricare i tuoi filmati e le tue fotografie digitali, e infinite
altre possibilità ancora. EZ-Buddie: l’idea nuova per fare grande il tuo Natale!
con POWER CONTROL
processore Intel® Pentium® 4
Processore Intel® Pentium® 4 fino a 3.06 GHz, FSB 533 MHz - Chipset SiS 651 – EZ-Watcher – Fino a
2GB RAM DDR – Grafica integrata High Performance 2D/3D, 64MB shared memory – 1 slot AGP 4x – Hard
disk fino a 200 GB – Audio AC97 6 canali – Scheda di rete 10/100 – Connettori frontali: cuffie, Mic, USB 2.0,
IEEE1394; posteriori: 2 PS2, RS232, Parallela, VGA, 4 USB 2.0, RJ45 LAN, IEEE1394, Line in/ Line out/ Mic –
Card Reader – 1 device bay 5.25” per lettore CD o DVD o masterizzatore CD-RW o combo CD-RW/DVD o
masterizzatore DVD –Windows XP Home/XP Professional – Cabinet alluminio silver color 262x162x310mm
M
A
E
T
1
F
I
D
R
A
N
I
M
E
L
A
I
C
I
F
F
U
E
R
O
T
I
N
R
O
F
I M E L A I C I F F U E R O T I

con il tuo totale

EZ-Watcher Con l’esclusivo EZ-Watcher hai sempre sotto controllo il funzionamento del tuo sistema, grazie agli indicatori LED presenti sul display frontale. Oltre a visualizzare la frequenza di clock a cui opera il processore e l’attività dei principali componenti interni, un’apposita spia ti segnala eventuali malfunzionamenti sul tuo hardware

spia ti segnala eventuali malfunzionamenti sul tuo hardware CPU Controller Con la manopola frontale puoi regolare

CPU Controller Con la manopola frontale puoi regolare la frequenza di clock del processore e modulare la potenza del PC in funzione delle tue esigenze elaborative

la potenza del PC in funzione delle tue esigenze elaborative Distribuito da Via Zanica, 54 •
la potenza del PC in funzione delle tue esigenze elaborative Distribuito da Via Zanica, 54 •
la potenza del PC in funzione delle tue esigenze elaborative Distribuito da Via Zanica, 54 •
la potenza del PC in funzione delle tue esigenze elaborative Distribuito da Via Zanica, 54 •

cosa ti serve

(potete anche

farina davena

frullare fino a ridurre in

fiocchi davena)

polvere dei

anche

mele (potete

di

salsa

grattugiare la mela)

in polvere

cacao

piatto e scodella

padella,

una spatola e un cucchiaio

per la colazione

cereali

o tazza

Misurino

1 pacco di gelatina (o chiara

alla fine)

d’uovo, messa alimentare giallo

colorante

(in alternativa, un pizzico di

zafferano)

Laboratorio dei divertimenti

L’esperimento schifoso

Come costruire il finto

Non sempre quello che fa schifo è obbrobrioso e inutile.

Talvolta esperimenti “ributtanti”

possono essere divertenti e istruttivi. Non ci credete?

solo per

coraggiosi

S e chiedete alle persone qual è la cosa più disgu-

stosa che il corpo è in grado di produrre, quasi tutti indiche- ranno quello che facciamo ogni giorno, seduti in bagno.

Ma se chiedete loro di pen- sarci bene, al numero uno tutti

indicheranno il vomito. Co- munque, se non fosse per qualche bella “espulsione” (con cartellino rosso) di cibo indesiderato, forse non sareste qui a leggere: è così che il corpo si sbarazza dei pos- sibili “nemici” che non è in grado di digerire e sconfiggere.

che cosa fare

Metti un pugno di farina

a fare bolle, aggiungi

1 pacchetto di gelatina

e Mescola bene.

spatola, distendi il voMito nel piatto e Modellalo finché non seMbra vero.

d’avena nella scodella e

aggiungi 1 o 2 piZZichi

lascia raffreddare per

schiacciala con il cucchiaio.

di

cacao e Mescola in Modo robusto.

alcune ore. poi usa la

fai lo stesso con un pugno

spegni il fuoco.

spatola per riMuoverlo.

di cereali.

aggiungi, seMpre nella padella,

infine

fai inorridire la Zietta

attenZione: serve un adulto.

hai chiaMato un adulto?

ottiMo! rieMpi il Misurino per 1/4 con la salsa di Mele, poi versala

nella padella e accendi il fuoco, né troppo alto, né troppo basso. Quando la salsa

Quando ti capita di star male, i muscoli addominali sgobbano. Dopo una serie di conati,
Quando ti capita
di star male, i muscoli
addominali
sgobbano.
Dopo una serie di conati,
questi muscoli possono far
male: niente paura,
hanno solo svolto un
intenso lavoro.

di Mele

iniZia

una piccola Quantità della Mistura

di avena e cereali.

aggiungi 2 gocce

di colorante giallo.

Mescola (non

troppo, per non far sparire i bocconi più disgustosi).

con la

fingendo di Mangiare il voMito.

subito dopo spiega che è uno scherZo.

27
27

Laboratorio dei divertimenti

cosa ti serve ❒ cannucce colorate per ogni triangolo, 4 per (3 ogni quadrato e
cosa ti serve
❒ cannucce
colorate
per
ogni triangolo,
4 per
(3 ogni
quadrato e rombo)
forbici
pennarello
vuoi un gioiello?
ago e filo tu) (il colore
sceglilo

con pezzetti di cannuccia si possono anche fare collane, anelli e braccialetti (serve un semplice pezzo di spago). i braccialetti a catenella, triangolare e ovale, sono costruiti con la stessa tecnica a incastro usata per le composizioni mobili.

stessa tecnica a incastro usata per le composizioni mobili. Il piccolo capolavoro Le cannucce servono per

Il piccolo capolavoro

Le cannucce servono per bere, certo. E poi? Inserendo palline di carta e soffiando, sono un sistema sicuro per prendersi una sgridata. Ecco invece un utilizzo più furbo

Cannucce Cannucce

Ecco invece un utilizzo più furbo Cannucce Cannucce L a festa è finita! Raccogli le cannucce,

L a festa è finita! Raccogli le cannucce, risciacqua-

le e divertiti a costruire una composizione mobile da ap- pendere nella tua stanza. Se la metterai vicino alla tua scrivania, ogni volta che sbufferai perché non hai an- cora finito i compiti, la tua

che cosa fare

composizione si metterà a girare e ti terrà compagnia. Ma stai attento a non guar- darla troppo a lungo! Potre- sti rimanere ipnotizzato!

3
3

metti i triangoli uno dentro l’altro e con il pennarello disegna la traccia che dovrai seguire con l’ago per poter appendere la composizione: la linea deve dividere esattamente a metà l’angolo.

1
1

piega le 3 cannucce dove c’è lo snodo (è la parte a soffietto). schiaccia e rigira le estremità più corte di ognuna e infilale nelle estremità più lunghe delle altre.

4
4

prendi 50 cm di filo, infilalo nell’ago e annoda insieme le 2 estremità. fora internamente le cannucce seguendo la traccia e fai scorrere i triangoli fino al nodo.

2
2

costruisci triangoli sempre più piccoli: il secondo deve stare dentro al primo, il terzo dentro al secondo così fino all’ultimo. per ottenerli riduci le 3 cannucce di 1,5 cm in più ogni volta.

5
5

taglia il filo vicino all’ago, fai un nodo e la tua composizione è pronta per essere appesa. se vuoi unirla ad altre, di diversa forma, utilizza come sostegno una cannuccia (vedi la foto in alto).

28 28
28
28
appesa. se vuoi unirla ad altre, di diversa forma, utilizza come sostegno una cannuccia (vedi la
! CHE NoTIZIE CHE NoTIZIE Odiate la matematica? Leggete qui Sottrazioni Tabelline In giallo, le aree del

!

CHE NoTIZIE CHE NoTIZIE

Odiate la matematica? Leggete qui Sottrazioni Tabelline In giallo, le aree del cervello in attività.
Odiate la
matematica?
Leggete qui
Sottrazioni
Tabelline
In giallo, le aree del
cervello in attività.
L’immagine sopra, ot-
tenuta con uno specia-
le encefalogramma
che mostra quali parti
del cervello “si accen-
dono” per compiere
particolari attività, fa
vedere chiaramente
come ripetere le tabel-
line (a sinistra) sia me-
no impegnativo che
fare ripetute sottrazio-
ni (a destra). Questo
vale per tutti. Oggi,
però, alcuni scienziati
di Parigi hanno scoper-
to che il 6 per cento
dei bambini soffre di
un disturbo che li por-
ta ad avere più diffi-
coltà nel fare i conti.
La “colpa” è del loro
cervello, in particolare
di una regione detta
“solco intraparietale
destro”: sembra che
provi odio per la mate-
matica. Adesso non
prendetela come scusa
se, per pigrizia, non
sapete quanto fa 7x8.
30 30
30
30
scusa se, per pigrizia, non sapete quanto fa 7x8. 30 30 Junior Attrazione da brivido alla

Junior

Attrazione da brivido alla Festa dell’orrore, in Usa: voi lo fareste?

Lui si fa un baffo dei serpenti

S ulla nuova attra- zione degli Uni-

versal Studios di Or-

lando, negli Stati

Uniti, abbiamo 2 no- tizie da darvi. Una buona e una cattiva. La prima: i serpenti che vedete nella fo- to sopra non sono velenosi. La secon-

da: potreste morire

lo stesso

In realtà dev’essere divertente perché c’è chi fa la coda per mettere la testa nel- le vasche dei rettili, dei topi e degli in- setti. E meno male che si hanno ma- schera e occhialini!

di paura!

L’aereo che

fa

il pieno

di

sole. E va

È un vizio di famiglia:

suo nonno costruì il primo pallone capace di volare nella strato- sfera (parte di “cielo” che sta tra i 12 e i 40 km di distanza dalla Terra); suo padre progettò un batiscafo con il quale fece un record di immersione nell’oceano. Lui, lo svizzero Bertrand Piccard, è stato il pri- mo uomo a fare il gi- ro del mondo in

Babbo Natale ai tropici: e le renne? Che caldo! E Babbo Natale va ko Tutto
Babbo Natale ai tropici: e le renne?
Babbo Natale ai
tropici: e le renne?

Che caldo! E Babbo Natale va ko

Tutto in regola lo scor- so Natale? I regali so- no arrivati? Beati voi:

qualche giorno prima del fatidico 25 dicem- bre, nella città di Georgetown, in Guya- na (uno Stato del Sud America affacciato sull’oceano Atlantico), Babbo Natale è svenu- to per il caldo ed è fini-

to all’ospedale. C’era- no più di 30 gradi, ma lui non aveva voluto rinunciare all’abito tradizionale, piuttosto pesante. Il problema è che la fama e la sim- patia di Babbo Natale

lo hanno portato dai climi gelidi del Circolo polare artico (dove, secondo la tradizione

ha la “casa” e il

cheggio-renne) alle re- gioni tropicali (dove c’è caldo tutto l’anno). Senza cambiare abito.

par-

mongolfiera e adesso vuole fare il giro del mondo con un aereo alimentato solo dal- l’energia del sole. “Impulso solare”, do- tato di un motore elettrico che fa muo- vere le eliche, userà come carburante i raggi “catturati” da pannelli disposti sulle ali. Per volare anche di notte, in assenza di sole, ce ne vuole di energia immagazzi- nata! Per questo si tratta di una sfida tecnologica difficilis- sima che Piccard vuol vincere entro il 2007.

Nel fotomontaggio, “Impulso solare”. Ogni ala è lunga più di un campo da basket.
Nel fotomontaggio, “Impulso solare”. Ogni ala
è lunga più di un campo da basket.
In queste pagine, ogni mese, le notizie sui nuovi record. “Maratona” sui carboni ardenti Lo
In queste pagine,
ogni mese, le notizie
sui nuovi record.
“Maratona”
sui carboni
ardenti
Lo svizzero Gérard
Moccetti è riuscito
a
camminare sui
carboni ardenti per
50,5 m. Così i suoi
piedi sono finiti nel
Guinness dei pri-
mati. Ma perché,
ben preparati e
non senza rischi, si
possono fare brevi
tratti sulle braci
(anche senza esse-
re fachiri)? Le braci
hanno temperatura
elevatissima, 600
°C, ma trasmettono
il
calore lentamen-
te: andando rapidi,
non ci si scotta.
31
31
notizie