Sei sulla pagina 1di 7

Atmosfera

Latmosfera costituita da una miscela di gas trattenuta dalla terra grazie alla forza di gravit e che ha la seguente composizione chimica media al suolo: Azoto (N2): 78,08% Argon (Ar): 0,93% Ossigeno (O2): 20,95% Vapore acqueo (H2O): 0,33% in media (variabile da circa 0% a 5-6%) Biossido di carbonio (CO2): 0,032% (320 ppm) Neon (Ne): 0,00181% (18 ppm) Elio (He): 0,0005% (5 ppm)

Metano (CH4): 0,0002% (2 ppm)

Idrogeno (H2): 0,00005% (0,5 ppm) Xeno (Xe): 0,000008% (0,08 ppm)

Kripton (Kr): 0,000011% (0,11 ppm) Ozono (O3): 0,000004% (0,04 ppm) (NH3),

Sono anche presenti, in tracce, Ossidi di azoto (NO, NO2; N2O), Monossido di carbonio (CO), Ammoniaca Biossido di zolfo (SO2), Solfuro di idrogeno (H2S). Ma non tutti gli strati hanno la stessa concentrazione di gas. Questa miscela non e omogenea, ma e divisa a strati, dovuta all'inversione del gradiente termico.

Questi strati cominciano con la troposfera, dove si verificano i fenomeni atmosferici essendoci concentrata la maggior parte del vapore acqueo ed a causa del movimento delle masse daria creando i venti, estendendosi la forza centrifuga della terra dagli 8 km ai poli e da 16-18 km allequatore. Salendo pi su dove la temperatura si stabilizza a -55 C circa ce la tropopausa, che serve da transizione tra la troposfera e la stratosfera, nella stratosfera 12 km (8 km ai poli e 20 km all'equatore) e termina ad

un'altitudine di circa 50 km, la temperatura aumenta leggermente con la quota dovuta alla dissociazione delle molecole di ozono, che arrestano i raggi ultravioletti (UV) dannosi per la vita. neppure Al di sopra di essa troviamo la stratopausa che, a differenza della tropopausa, non ha dimensioni verticali, limitate; una zona di transizione che divide la stratosfera dallo strato immediatamente superiore, la mesosfera.

Il terzo strato dellatmosfera che va dai 50 agli 80 km di quota, e grazie allaltezza la temperatura diminuisce ancora variabile tra i -70 ed i -90 C. Nella alta atmosfera tra 60 e 500 km di altitudine si trova la ionosfera, in cui parte di gas si trasforma in ioni delle radiazioni solari, riflettendo dalle onde radio permettendo la radiocomunicazione. Ancora pi in alto la termosfera si verifica laurora boreale causata dalle molecole dei gas che incontrano il vento solare, e ancora pi esterna si aggiunge lultimo strato dellatmosfera lesosfera formata dalle rare particele di gas che sfuggono nello spazio essendo la attrazione gravitazionale debole in quella zona. che modificano le caratteristiche naturali dell'atmosfera, pianeta

Ma latmosfera come la terra stessa viene inquinata da tutti gli agenti fisici(particolati), chimici e biologici Le gli inquinanti atmosferici possono essere naturali o antropici (esempio: per il PM10 si stima che sul vengano prodotti dalla natura 2000-13000 teragrammi/anno mentre dalle fonti antropiche 200-600 teragrammi/anno, la differenza che le fonti antropiche sono ristrette relativamente in piccole zone (citt, zone industriali...) fonti naturali: vulcani, incendi, ghiaioni, processi biologici. Spettacolare eruzione del Mount St. Helens, Stato di Washington (18 maggio 1980), che rilasci

nell'aria un'impressionante quantit di polveri.

fonti antropiche: traffico veicolare, riscaldamento domestico, da cava ecc.), agricoltura e altre attivit.

industrie e attivit artigianali, veicoli off road (treni, trattori, veicoli

Traffico veicolare: essenzialmente le emissioni provocate dal

traffico veicolare dipendono dal tipo di combustibile, dal tipo di veicolo e dalla sua vetust; i veicoli alimentati a diesel emettono biossido di azoto (NO2 ) e biossido di zolfo (SO2 ) i veicoli a metano e GPL emettono NO2 e CO2. principalmente anidride carbonica (CO2 ), PM10, idrocarburi (HC), un veicolo a benzina emette in genere CO2 , PM10, NO2 e CO, mentre

Lanidride carbonica CO2 emesso principalmente da combustioni e la principale causa del riscaldamento globale, creando leffetto serra , un fenomeno climatico che consiste nel riscaldamento degli strati inferiori dell'atmosfera, per trasparenti alle che le effetto della schermatura che offrono alcuni gas in essa contenuti (gas serra), quest'ultimi risultano radiazioni di lunghezza d'onda pi corta ed opachi a quelle con lunghezza d'onda pi ampia, questo fa s radiazioni con lunghezza d'onda minore riescano ad attraversare questi gas arrivando alla superficie terrestre, dove vengono in parte assorbite ed in parte riflesse; la parte assorbita viene rilasciata sotto forma di infrarossi che hanno una lunghezza d'onda maggiore e quindi rimangono intrappolati dai gas serra

Piogge acide : l'acqua piovana di norma ha un PH d circa 5,5 quindi leggermente acida a causa della presenza di biossido di (HNO3, anidride carbonica (CO2) che forma acido carbonico, a causa dell'inquinamento si disciolgono anche zolfo (SO2) e vari ossidi di azoto che formano rispettivamente acido solforico (H2SO4) ed acido nitrico che abbassano notevolmente il PH formando le piogge acide; le piogge acide hanno un impatto ambientale notevole, i principali effetti sono corrosione dei monumenti, danneggia le foglie delle piante impedendo la fotosintesi, interferisce sullo sviluppo degli embrioni degli animali acquatici, distrugge i batteri necessari alla decomposizione delle sostanze organiche con conseguente accumulo di sostanze tossiche nei fondali e aumentando l'acidit del suolo influenza il tipo di piante che vi possono crescere inoltre favorisce il passaggio in soluzione di metalli pesanti tossici come il mercurio.

Ma ce ancora un agente inquinante scoperto recentemente: lelettrosmog che causa continuamente onde elettromagnetiche che laumento della tecnologia ha contribuito ad aumentare la densit delle onde presenti nellaria che ci circonda, dalle numerose indagini, questo fenomeno ancora in studio, si e scoperto i danni che possono causare alluomo: cefalee, disturbi del sonno, irritabilit e alterazioni delle funzioni cardiache.

Potremmo evitare tutti questi fenomeni dannosi per la nostra salute e per la terra riducendo i gas sera, e delle nubi le piogge acide, e potremmo anche ridurre lemissione di onde elettromagnetiche.

non inquinare lacqua con sostanze chimiche che causano con levaporazione dellacqua e la formazione