Sei sulla pagina 1di 2

A.S.D.

Gymnica Scordia
Via G. Matteotti n.41/B - 95048 Scordia (CT) - www.asdgymnicascordia.it
Matricola F.I.G.C.: 932309

Caro Lorenzo, ti ringrazio per la manifestazione dinteresse mostrata tramite la lettera aperta e per le attestazioni di stima da te espresse nei miei confronti e in quelli del progetto Gymnica pi in generale. La stagione appena conclusa mi ha lasciato tantissima amarezza non solo per lepilogo negativo che la stessa ha avuto dal punto di vista sportivo ma anche per laver preso coscienza durante lanno che Scordia non risulta essere un contesto idoneo a fare calcio dilettantistico di un certo livello. Il problema principale della nostra cittadina che si perso completamente ogni tipo dinteresse per i colori della propria squadra. Questa indifferenza nota a tutto il calcio dilettantistico che vede drenate le proprie risorse in favore del calcio professionistico. A Scordia per questo effetto stato particolarmente amplificato se paragonato ad altri contesti del nostro stesso campionato. In primis tutto ci si esplicitato tramite un pubblico quasi inesistente durante la stagione regolare. I record negativi di soli otto abbonamenti venduti ad inizio stagione e di 35 di incasso per la partita casalinga contro la San Sebastiano rappresentano dati incontrovertibili di un pubblico che tu reputi pronto per leccellenza ma che in realt, a mio avviso, non ha per nulla fame e voglia di vedere lo Scordia primeggiare nei massimi campionati regionali. Nonostante lingresso gratuito con offerta volontaria nella seconda parte della stagione, abbiamo sempre avuto un pubblico molto ridotto se comparato alle tribune gremite delle nostre avversarie le quali per di pi praticavano la politica dellingresso a pagamento a 5 . Un altro problema con cui mi sono dovuto confrontare la cronica carenza di sponsor. Eccetto lamico Nello Alba della Oranfrizer che voglio ringraziare pubblicamente per la sensibilit con cui ha supportato il progetto, la classe imprenditoriale Scordiense ha sempre mantenuto un evidente distacco riguardo il progetto calcio a Scordia ignorando che oltre allo spettacolo della prima squadra, un contributo alla Gymnica Scordia avrebbe rappresentato anche un sostegno al calcio giovanile cittadino e alla compagine che da sola ha organizzato i campionati giovanissimi, allievi e juniores fungendo da principale volano sociale per i teenagers Scordiensi. Si giunti cos al risultato che il 75 % del budget societario fosse totalmente a carico mio. Non facile da sostenere stata inoltre lassenza di dirigenti che contribuissero a reperire qualche sponsor o a promuovere qualche iniziativa che aiutasse la societ. Mai nessuno si fatto avanti per aiutarmi in questavventura e allorquando qualcuno si fosse proposto venuto meno clamorosamente ed immediatamente ai buoni propositi iniziali. In questo quadro gi abbastanza desolante non dimentico certo di elencare il totale disinteresse dellamministrazione comunale. Non alludo certo allerogazione di contributi pubblici come per tutte le altre concorrenti incontrate questanno conosciamo tutti le condizioni in cui le casse

comunali sono ridotte - bens al totale menefreghismo per tutto quanto concerne la manutenzione dello stadio ed il disbrigo di tutte le pratiche burocratiche tese a mettere a norma la struttura. Per tutto il girone di ritorno avremmo dovuto giocare a porte chiuse a causa delle tribune inagibili e se solo io non mi fossi preso la responsabilit di aprire i cancelli e vigilare io stesso sugli spettatori questa ipotesi avvilente si sarebbe realizzata. Lamministrazione, a conoscenza del problema da almeno due anni, non mai stata in grado di produrre alla questura di Catania tutta la documentazione necessaria a porre rimedio al problema. Ci si limitati a comunicare alle societ Gymnica Scordia e Scordiense di giocare a porte chiuse e che tutta la responsabilit di eventuali incidenti sarebbe gravata su di esse in caso di inosservanza di tali disposizioni. Per tutto il periodo della mia presidenza non ho mai ricevuto una sola chiamata o una visita da parte di esponenti dellamministrazione (tranne la breve parentesi di Nello Parisi) per discutere degli innumerevoli problemi che la struttura si trascina da fin troppo tempo. Infine, nonostante mi sia addossato sulle spalle tutto ci, ho dovuto fare i conti con atteggiamenti vili e meschini da parte di sedicenti bandiere che mi hanno amareggiato ben pi della sconfitta sportiva maturata sul campo al nono rigore della finale regionale. Per le suddette ragioni ho comunicato alla squadra, durante la cena di fine anno, le mie dimissioni irrevocabili dalla presidenza della societ e che la mia esperienza calcistica nel calcio dilettantistico giunta al capolinea. Non ho pi ne la voglia, ne il tempo, ne le energie per affrontare un altro calvario come quello appena descritto e che solo una storica promozione in eccellenza avrebbe potuto controbilanciare. Mi dispiace non proseguire in questa esperienza che si sarebbe potuta migliorare ricominciando da fondamenta gettate questanno come le indiscutibili capacit del tecnico Mimmo Guarino che sarebbe stato riconfermato se lavventura fosse proseguita e di un gruppetto di giocatori con i quali abbiamo condiviso valori di lealt, grinta e determinazione. Tutte le ragioni esposte rendono impossibile ogni ipotesi di prosecuzione di questa sfida anche per un irriducibile appassionato come me. Credetemi: Ho dato fino allultima goccia di sangue! Detto questo comunico che il titolo sportivo di promozione in vendita e che se qualche imprenditore locale si volesse fare avanti cederei lo stesso gratuitamente e garantirei anche una lauta sponsorizzazione per la prossima stagione vincolata al sostentamento del settore giovanile. Se viceversa, entro le prossime due settimane, non dovesse contattarmi nessuno, la prima squadra non procederebbe al perfezionamento dell iscrizione al prossimo campionato e mi dedicherei io stesso esclusivamente al sostanziale miglioramento del settore giovanile. Saluti, Giuseppe Piraneo