Sei sulla pagina 1di 3

POS

Dati del cantiere Identificazione Opera da realizzare

Piano Operativo di Sicurezza D.Lgs. 81/08 - art. 89, comma 1, lettera h

II Piano Operativo di Sicurezza il documento che il datore di lavoro dellimpresa esecutrice redige, in riferimento al singolo cantiere interessato, ai sensi dell'artt. 17, comma 1, lettera a, 28 e 29, i cui contenuti sono riportati nell'allegato XV. Esso da considerare come piano complementare di dettaglio del Piano di Sicurezza e Coordinamento, ove previsto, e deve essere aggiornato in relazione allevoluzione dei lavori

Reggio Calabria - Modena

Biblioteca formata da tre piani fuori terra

Indice contenuti del POS (casella annerita o con segno di spunta - - elementi di piano presenti)
Capitoli 00 01 02 03 04 05 06.01. 06.02. 06.03.GX. 06.03.SX. Frontespizio, indice, elenco allegati e modalit di compilazione. Allegati I II III IV V VI VII VIII IX X XI XII XII Idoneit tecnico - professionale (completa di allegati). Macchinari, attrezzature (disposizioni comuni). ed apprestamenti

Soggetti coinvolti. Descrizione dellopera. Sequenza fasi lavorative e pericoli associati. Rappresentazione grafica dellorganizzazione del cantiere. Elenco macchinari, attrezzature ed apprestamenti (utilizzo in cantiere e valori vibrazioni). Sistemi costruttivi e pericoli associati - pericoli ambientali. Sistemi costruttivi e pericoli associati gestione del cantiere. Sistemi costruttivi e pericoli associati disposizioni comuni. Sistemi costruttivi e pericoli associati disposizioni specifiche.

Interferenze gru. Movimentazione manuale dei carichi. Sostanze e preparati pericolosi. Esposizione agli agenti biologici. Rischio incendio/esplosione. Esposizione al rumore. Esposizione alle vibrazioni. Interferenze. Dispositivi di Protezione Individuali (DPI). Emergenze. Registro delle modifiche e integrazioni.

Elenco della documentazione accessoria in relazione ai lavori da eseguire


(casella annerita o con segno di spunta - - elementi di piano presenti) a. b c d e f. g h POS delle imprese esecutrici (subappaltatori) incaricate dallimpresa titolare del presente POS. PiMUS (Piano di Montaggio, Uso e Smontaggio di ponteggi) delle imprese esecutrici (subappaltatori) incaricate dallimpresa titolare del presente POS.

Proprio PiMUS (Piano di Montaggio, Uso e Smontaggio di ponteggi). Costi relativi alla sicurezza ai sensi dellart.26, comma 5 del D.Lgs. 81/08. Disegni esecutivi a firma di tecnico abilitato per armature provvisorie che non rientrino negli schemi tipo di uso corrente. Piano di lavoro per montaggio di elementi prefabbricati. Piano di lavoro per demolizione o rimozione di materiali contenenti amianto, completo di pareri rilasciati dagli organi competenti. Certificato di conformit dellimpianto elettrico, messa a terra e protezione contro le scariche atmosferiche e documentazione comprovante l'invio dei certificati all'ISPESL e allASL o ARPA.

i l m n

Verbale di verifica periodica dell'impianto elettrico, di messa a terra e di protezione contro le scariche atmosferiche. Libretti di impianti di sollevamento con portata superiore ai kg 200, completi di certificati di omologazione e collaudo, verifiche trimestrali delle funi, omologazione delleventuale radiocomando e denunce di installazione effettuate presso gli organi competenti. Piano di Coordinamento delle gru interferenti. Certificati di omologazione delle macchine di cantiere e relativi libretti di manutenzione ed uso.

Modalit di compilazione e lettura delle schede che compongono il POS


cap. 00 Riassume i dati principali del cantiere, il ruolo dellimpresa titolare del pos (affidataria, Frontespizio, indice e documentazione subappaltatrice etc.) ed i lavori che la stessa deve eseguire. accessoria Raccoglie i dati dei soggetti principali coinvolti nel cantiere (committente e responsabile cap. 01 dei lavori, progettisti, coordinatori, direttori dei lavori, organi di controllo, numeri di Soggetti coinvolti emergenza, ecc.). Definisce lopera secondo i seguenti parametri: dimensioni geometriche principali cap. 02 (quantificazione delle dimensione dellintervento), tipo di intervento e elementi Descrizione dellopera caratteristici. Riassume i giorni lavorativi ed il numero di addetti coinvolti, le interferenze critiche, la cap. 03 sequenza delle fasi lavorative con lindicazione di eventuali subappalti, le attrezzature ed Sequenza fasi lavorative e pericoli associati apprestamenti da utilizzare e le schede dei sistemi costruttivi e pericoli associati da consultare. cap. 04 Consente con semplici simbologie (tratteggi e frecce) di predisporre velocemente, Rappresentazione grafica dellorganizzaz- anche a mano libera, una planimetria di cantiere o quantaltro ritenuto indispensabile ione del cantiere. per la rappresentazione dellorganizzazione del cantiere. cap. 05 Propone un elenco delle attrezzature ed apprestamenti utilizzati dallimpresa titolare del Elenco macchinari, attrezzature ed POS suddivise per tipologia (trasporto, scavi, lavori in quota, sollevamento ecc.); apprestamenti. vengono, inoltre, inseriti i corrispondenti valori di esposizione giornaliera alle vibrazioni. cap. 06.01. e 06.02. La scheda Po 06.01. analizza e descrive i pericoli che lambiente ed il contesto Sistemi costruttivi e pericoli associati - pericoli possono generare sul cantiere. La scheda Po 06.02. analizza e descrive i pericoli che il ambientali e gestione del cantiere. sistema cantiere pu generare nei confronti del contesto. cap. 06.03.GX. Le schede P0 06.03. con desinenza G1, G2, Gn hanno carattere generale e Sistemi costruttivi e pericoli associati raccolgono una serie di disposizioni operative valide per ogni cantiere. disposizioni comuni. cap. 06.03.SX. Le schede P0 06.03. con desinenza S1, S2, Sn analizzano, tramite una serie di check-list, Sistemi costruttivi e pericoli associati ogni lavorazione nel particolare contesto di cantiere. disposizioni specifiche.

Modalit di compilazione e lettura degli allegati che compongono il POS


all. I. Idoneit tecnico - professionale (completa di allegati) - parte A e B. all. II. Macchinari, attrezzature ed apprestamenti (disposizioni comuni). all. III. Interferenze gru - caso A, B e C. Riassumono, in un solo documento sottoscritto dal datore di lavoro, una serie di dati richiesti dagli organi di controllo, dalle amministrazioni comunali, dal coordinatore e dal committente e/o responsabile dei lavori. Lallegato composto da una serie di schede che raccolgono le disposizioni per lutilizzo in sicurezza di macchine, attrezzature ed apprestamenti. Tali disposizioni sono integrative degli specifici manuali di manutenzione ed uso. Vengono analizzate e formalizzate le procedure di gestione in sicurezza delle manovre di gru interferenti.

Indicano le modalit corrette per la movimentazione manuale dei carichi e le prescrizioni all. IV. normative. La versione A rappresenta unanalisi propedeutica ed una valutazione Movimentazione manuale dei carichi - ver. complessiva del rischio; con la versione B vengono illustrati i soli dati operativi di A e B. cantiere. Elencano le sostanze e i preparati pericolosi a cui i lavoratori possono essere esposti durante le lavorazioni. La versione A rappresenta unanalisi propedeutica ed una all. V. Sostanze e preparati pericolosi - ver. A e B. valutazione complessiva del rischio; con la versione B vengono illustrati i soli dati operativi di cantiere. Lallegato consente di valutare, per lo specifico cantiere, il grado di esposizione ad all. VI. eventuali agenti biologici, nonch gli obblighi del datore di lavoro per la valutazione del Esposizione agli agenti biologici. rischio e le misure preventive e protettive da attuare. all. VII. Rischio incendio/esplosione - ver. A e B. all. VIII. Esposizione al rumore - ver. A e B. all. IX. Esposizione alle vibrazioni. La versione A rappresenta unanalisi propedeutica ed una valutazione complessiva del rischio; con la versione B vengono illustrati i soli dati operativi di cantiere. La versione A unanalisi propedeutica ed una valutazione complessiva del rischio; con la versione B vengono illustrati i soli dati operativi di cantiere. La versione A unanalisi propedeutica ed una valutazione complessiva del rischio; con la versione B vengono illustrati i soli dati operativi di cantiere. La valutazione si completa con la compilazione della scheda di cui al cap. 06 inserendo i valori e tempi di esposizione.

all. X. Interferenze all. XI. Dispositivi di Protezione Individuali (DPI). all. XII. Emergenze all. XIII. Registro delle modifiche e integrazioni.

Vengono definite le procedure operative per eliminare o ridurre i rischi di natura interferenziale tra le imprese esecutrici allinterno del cantiere e/o tra le imprese esecutrici ed il personale del datore di lavoro committente. Indica i dispositivi di protezione individuale utilizzati dai lavoratori, le lavorazioni soggette alluso e le corrette modalit di utilizzo. Lallegato costituito da 7 schede che consentono di predisporre le adeguate misure per la gestione delle emergenze (allagamento, contaminazione biologica, incendio/esplosione, intossicazione, primo soccorso, seppellimento e sospensione da imbracatura). Consente in corso dopera di apportare degli aggiornamenti e delle modifiche in relazione allevoluzione delle lavorazioni e/o al cambiamento di procedure operative di sicurezza.

Interessi correlati