Sei sulla pagina 1di 9

Percorso 7 Linfinito

R I P A S S I A M O I N S I E M E

1 Linfinito 2 Le proposizioni infinitive

4 ore

LEZIONE 1 Linfinito
Prima del latino litaliano

1.1 Linfinito
Come gli altri modi infiniti (participio e gerundio), linfinito non permette lindividuazione della persona n latteggiamento del soggetto agente.

I tempi dellinfinito
Linfinito ha due tempi, presente e passato: nella diatesi attiva il primo ha forma semplice e corrisponde al puro significato verbale; il secondo composto, formato dallausiliare avere (essere per i verbi intransitivi) e dal participio passato del verbo-base. nella diatesi passiva, sia il presente che il passato hanno forma composta, derivante dallunione dellausiliare essere con il participio passato del verbo-base. appena il caso di ricordare che i verbi intransitivi non hanno passivo. DIFFERENZE

Latino | Italiano
futuro (questultimo scomparso nella nostra lingua). In italiano linfinito passivo ha sempre forma perifrastica.

In latino i modi infiniti sono cinque, quindi due in pi rispetto allitaliano (gerundivo e supino). In latino linfinito ha tre tempi: perfetto, presente e

Il latino in pillole

1.2 La flessione dellinfinito


I modi infiniti
In latino vi sono cinque modi infiniti, infinito, participio, gerundio, gerundivo, supino (ovvero le forme nominali del verbo), la cui funzione pu essere sia nominale che verbale. In latino, linfinito ammette sia la forma attiva sia la forma passiva ma solo per i verbi transitivi.

I tempi dellinfinito attivo


In origine, linfinito presente era un mero sostantivo verbale, usato per esprimere la pura e semplice azione verbale. In seguito, entrato a pieno titolo nel sistema delle coniugazioni, sviluppando anche un tempo perfetto e uno futuro, secondo il seguente prospetto:

158

Linfinito

infinito presente: tempo semplice, derivato dal tema del presente a cui si aggiunge la desinenza -re; corrisponde al puro significato del verbo (per es: am-re, amare); infinito perfetto: tempo semplice, derivato dal tema del perfetto a cui si aggiunge il suffisso -isse (per es: amav-isse, aver amato); infinito futuro: tempo composto, derivato dal participio futuro del verbo-base associato a esse (ovvero linfinito presente di sum, per es.: amatrum, -am, -um esse, stare per amare). Il participio futuro espresso sempre al caso accusativo, concordato in genere e numero con il soggetto dellinfinito.
Il participio futuro si ottiene dal tema del supino, sostituendo alluscita in -um il suffisso -rus, -ra, -rum.

MEMO

I coniugazione presente perfetto futuro amre amavisse amatrum, -am, -um amatros, -as, -a

II coniugazione monre monuisse monitrum, -am, -um monitros, -as, -a

} esse } esse

} esse } esse

III coniugazione presente perfetto futuro legre legisse lectrum, -am, -um lectros, -as, -a

IV coniugazione audre audivisse auditrum, -am, -um auditros, -as, -a

I tempi dellinfinito passivo


Mentre linfinito presente mantiene forma sintetica anche alla diatesi passiva, perfetto e futuro sviluppano una formazione perifrastica. Analizziamo le singole terminazioni: infinito presente: tempo semplice, si forma dal tema del presente a cui si aggiunge la desinenza -ri (per es: am-ri, essere amato); fanno eccezione i verbi della III coniugazione, che aggiungono la desinenza -i, che va a sostituirsi alla terminazione attiva -re (per es.: leg-i, essere letto); infinito perfetto: tempo composto, si forma dal participio perfetto associato a esse (ovvero linfinito presente di sum, per es: amtum, -am, -um esse, essere stato amato). Il participio perfetto va sempre espresso al caso accusativo, concordato in genere e numero con il soggetto dellinfinito; infinito futuro: tempo composto, derivato dal supino in -um associato alla forma iri (ovvero linfinito presente di forma impersonale del verbo eo, ire, andare, per es: amtum iri, stare per essere amato). Naturalmente sono privi di infinito futuro passivo quei verbi che, sebbene transitivi, mancano di supino.

MEMO

Il participio perfetto si ottiene dal tema del supino, sostituendo alluscita in -um le desinenze -us, -a, -um, proprie degli aggettivi della I classe.

I coniugazione presente perfetto futuro amri amtum, -am, -um amtos, -as, -a amtum iri

II coniugazione monri montum, -am, -um montos, -as, -a montum iri

} esse

} esse
159

PERCORSO 7
III coniugazione presente perfetto futuro legi lectum, -am, -um lectos, -as, -a lectum iri IV coniugazione audri audtum, -am, -um audtos, -as, -a audtum iri

} esse

} esse

Linfinito di sum
Tra le forme nominali del verbo, il verbo sum possiede soltanto linfinito (presente, passato e futuro) e il participio futuro (futrus, -a, -um, derivato dalla stessa radice del perfetto fui). Tutti i tempi dellinfinito hanno formazione regolare. presente esse perfetto fuisse futros, -as, -a futuro

} esse

futrum, -am, -um

Laboratorio di latino
Analizza e traduci le seguenti voci verbali, registrando sul quaderno il paradigma di ciascun verbo. avere vinto essere stato ostacolato avere ordinato essere stati visti stare per dire avere ucciso essere preparata conoscere stare per essere sacrificati essere stata portata via stare per essere inviato essere stati muniti essere viste avere corso distruggere stare per vincere essere inviati avere conosciuto.

2 Coniuga e traduci gli infiniti attivi e passivi dei seguenti verbi:


impro, -as, -vi, -tum, -re, comandare scribo, -is, scripsi, scriptum, -re, scrivere delo, -es, -evi, -etum, -re, distruggere duco, -is, -duxi, -ductum, -re, condurre a) attivo presente traduzione perfetto imper............... scrib................ del................... duc.................. b) passivo presente imper............... scrib................ del................... duc.................. ....................... ....................... ....................... ....................... traduzione ....................... ....................... ....................... ....................... ........................ ........................ ........................ ........................ perfetto ........................ ........................ ........................ ........................

traduzione ......................... ......................... ......................... ......................... traduzione ......................... ......................... ......................... .........................

futuro ......................... ......................... ......................... ......................... futuro ......................... ......................... ......................... .........................

traduzione ....................... ....................... ....................... ....................... traduzione ....................... ....................... ....................... .......................

3 Inserisci nella tabella le seguenti forme di infinito suddividendole in base alla coniugazione,
quindi traducile. adhibitos esse dicturam esse legisse legi amatum iri debere adfirmatos esse acclamari datura esse vicisse dicturam esse instrui pugnavisse victurum esse poni aedificatos esse arderi docuisse factum iri deduci iussos esse dedisse contemptum esse sanciri conspexisse instructam esse dixisse sacrificari missuros esse deletum iri vici.

160

Linfinito
AT T I VO I coniugazione ..................................... ..................................... ..................................... ..................................... ..................................... ..................................... I coniugazione ..................................... ..................................... ..................................... ..................................... ..................................... ..................................... II coniugazione ....................................... ....................................... ....................................... ....................................... ....................................... ....................................... II coniugazione ....................................... ....................................... ....................................... ....................................... ....................................... ....................................... III coniugazione ...................................... ...................................... ...................................... ...................................... ...................................... ...................................... III coniugazione ...................................... ...................................... ...................................... ...................................... ...................................... ...................................... III coniugazione .................................... .................................... .................................... .................................... .................................... .................................... III coniugazione .................................... .................................... .................................... .................................... .................................... ....................................

PA S S I VO

4 Suddividi in base al tempo le forme verbali che nellesercizio precedente hai ordinato per
coniugazione. AT T I VO infinito presente .................................................... .................................................... .................................................... .................................................... .................................................... .................................................... infinito presente .................................................... .................................................... .................................................... .................................................... .................................................... .................................................... infinito perfetto ..................................................... ..................................................... ..................................................... ..................................................... ..................................................... ..................................................... PA S S I VO infinito perfetto ..................................................... ..................................................... ..................................................... ..................................................... ..................................................... ..................................................... infinito futuro ................................................... ................................................... ................................................... ................................................... ................................................... ................................................... infinito futuro ................................................... ................................................... ................................................... ................................................... ................................................... ...................................................

5 Scegli la traduzione corretta fra quelle proposte.


convocatos esse instructum iri essere convocato essere convocati essere stati convocati stare per essere preparato essere preparato essere stato preparato duci stare per essere condotto essere condotto essere stato condotto acclamare stare per acclamare avere acclamato

acclamare

161

PERCORSO 7

LEZIONE 2 Le proposizioni infinitive


Prima del latino litaliano

2.1 Usi sintattici dellinfinito


Funzione nominale e funzione verbale
A livello logico-sintattico linfinito pu avere funzione nominale, cio di sostantivo, oppure verbale, per lo pi adoperato allinterno di proposizioni dipendenti implicite. In funzione di verbo, linfinito usato: in numerose subordinate dipendenti implicite (soggettive, oggettive, causali, temporali, concessive, finali, dichiarative, consecutive ecc.); in dipendenza di verbi servili o fraseologici (dovere, volere, partire, iniziare, finire ecc.); in alcune proposizioni indipendenti (per esprimere divieti o ordini; in frasi interrogative ed esclamative). In funzione di sostantivo, preceduto da un articolo, una preposizione articolata o un aggettivo determinativo, linfinito pu essere usato come: soggetto; complemento oggetto; complemento indiretto. In alcuni casi, la sostantivizzazione dellinfinito avviene anche senza lintervento di articoli o elementi determinativi.

Le proposizioni infinitive
In italiano, come in latino, le proposizioni infinitive si suddividono in soggettive e oggettive: si definiscono soggettive le subordinate che fungono da soggetto del verbo della proposizione reggente, solitamente di forma impersonale (per es.: chiaro che, si dice che, tempo di, sembra che, conviene); si definiscono oggettive le proposizioni che svolgono il ruolo di complemento oggetto rispetto al verbo della reggente, che esprime solitamente percezione, volont, comando, divieto, deliberazione, desiderio, dichiarazione (per es.: credo che, penso che, reputo che, sento che, immagino che, stabilisco che ecc.). In italiano le proposizioni soggettive e oggettive possono avere forma: esplicita se sono introdotte dalla congiunzione che seguita da un verbo allindicativo, al congiuntivo o al condizionale (per es. sogg.: giusto che i figli onorino i padri, Si dice che tu abbia dimenticato gli amici; ogg.: Spero che tutti siano daccordo; Credo che andremo via presto); implicita se hanno il verbo allinfinito, preceduto o meno alla preposizione di (per es. sogg.: tradizione festeggiare lanno nuovo, ora di partire; ogg.: Prometto di non fare tardi; Negate di avermi visto?).

162

Linfinito
DIFFERENZE

Latino | Italiano
mente individuabile in una III persona plurale; diversamente, non esatto affermare: Penso che sia simpatico in quanto resta indeterminato il soggetto (II o III persona singolare?).

In latino la proposizione oggettiva ha sempre il soggetto espresso, mentre in italiano pu anche essere omesso, purch la persona sia individuabile dalla terminazione verbale. Per esempio, corretto dire: Penso che siano simpatici perch il soggetto chiara-

Il latino in pillole

2.2 Linfinito in funzione nominale


Accanto alluso pi marcatamente verbale, linfinito latino ha mantenuto la sua originaria funzione nominale e pertanto pu fungere da: soggetto nome del predicato complemento oggetto apposizione complemento predicativo delloggetto

Verbi e locuzioni che reggono linfinito


Come in italiano, anche in latino i verbi servili e alcune particolari locuzioni verbali si costruiscono con linfinito. Ecco gli esempi pi comuni: verbi che esprimono volere e desiderio (volo, volere; nolo, non volere; malo e praefero, preferire;, cupio, desiderare; peto e i suoi composti; quaero, postulo, chiedere; studeo, dedicarsi, cercare); verbi che esprimono potere e dovere (possum, potere; debeo, dovere; habeo, potere); verbi che esprimono esitazione o indugio (cesso, cunctor, moror, indugiare; dubito, timeo, metuo, esitare, non osare; horreo, avere orrore di; recuso, rifiutarsi di); verbi che esprimono inizio, fine, prosecuzione, abitudine, prassi (incipio, coepi, ingredior, paro, cominciare, apprestarsi; desino, mitto, omettere, smettere, finire di; neglego, trascurare; persevero, continuare); verbi che esprimono deliberazione o risoluzione (delibero, cogito, riflettere; audeo, osare; statuo, constituo, decidere, stabilire; destino, destinare; promitto, promettere); verbi impersonali (taedet, avere a noia; pudet, provare vergogna; paenitet, pentirsi, provare dispiacere; piget, rincrescere; miseret, avere compassione; licet, lecito) o espressioni impersonali formate dal verbo sum con un aggettivo neutro o un sostantivo (facile, difficile, turpe, utile, aequum est, facile, difficile, vergognoso, utile, giusto; mos est, consuetudine).

2.3 Le proposizioni infinitive


Tipiche proposizioni espresse allinfinito sono le soggettive e le oggettive, subordinate completive pertanto definite anche infinitive. Loro caratteristica principale esprimere: il soggetto in accusativo (sempre espresso), con cui concordano eventuali parti nominali, attributi o predicativi del soggetto; il verbo allinfinito, presente, perfetto o futuro in relazione al rapporto temporale che intercorrecon il verbo della principale.

163

PERCORSO 7 Luso dei tempi


Esaminiamo pi precisamente luso dei tempi nelle infinitive: linfinito presente esprime un rapporto di contemporaneit fra lazione della subordinata e quella della reggente:
ESEMPIO

Adfirmo te verum dicere.

Affermo che tu dici la verit.

linfinito perfetto esprime un rapporto di anteriorit fra lazione della subordinata e quella della reggente: Adfirmo te verum dixisse. Affermo che tu hai detto la verit. linfinito futuro esprime un rapporto di posteriorit fra lazione della subordinata e quella della reggente: Adfirmo te verum dicturum esse. Affermo che tu dirai la verit.

ESEMPIO

ESEMPIO

Quando in latino c una proposizione infinitiva espressa allinfinito futuro ma retta da un tempo storico, andr sempre tradotta in italiano con il condizionale (per es.: Affermava che il fratello sarebbe giunto in serata; Avevo immaginato che i nemici avrebbero vinto senza difficolt; Annunci che il re sarebbe stato liberato presto).

Il soggetto delle infinitive


Ribadiamo che nelle infinitive il soggetto deve sempre essere espresso. Nel caso in cui si tratti di un pronome personale di III persona, andr reso: con il pronome riflessivo di III persona se, se il soggetto dellinfinitiva e della reggente coincidono:
ESEMPIO

MEMO

Miles dicit se in auxilium venisse. Il soldato dice che venuto in aiuto. [il soggetto della principale e delloggettiva coincidono]

con il pronome determinativo eum, eam (per il singolare) e eos, eas (per il plurale), se invece i soggetti sono differenti: Dico eum non venisse. Io dico che egli non venuto. [il soggetto della principale e delloggettiva non coincidono]

ESEMPIO

Come distinguere una soggettiva da unoggettiva

Le soggettive fungono da soggetto del verbo della reggente e sono rette da espressioni impersonali (iustum est, giusto; mos est, costume; lex est, legge; fama est, fama) o verbi impersonali (oportet, bisogna; licet, lecito; decet, conviene): Verisimile non est neminem domi esse (Seneca il Vecchio). Alios in stationem oportebat prima luce succedere (Curzio Rufo). Non verosimile che in casa non ci sia nessuno. Bisognava che altri subentrassero nel posto di guardia allalba.

ESEMPIO

Le oggettive svolgono il ruolo di complemento oggetto del verbo della reggente e sono introdotte generalmente da verba dicendi e declarandi (dico, respondeo, scribo, nuntio, nego, adfirmo, doceo), verba sentiendi (sentio, animadverto, video, spero, cogito, credo, puto, iudico, scio), verba voluntatis (veto, prohibeo, statuo, constituo): Huc omnes equites celeriter convenire Caesar iubet (Cesare). Legatus nuntiat auxilia venisse. Cesare ordina che tutti i cavalieri qui si riuniscano in fretta. Il legato dice che i rinforzi erano arrivati.

ESEMPIO

164

Linfinito
DIFFERENZE

Latino | Italiano
Per questo motivo, ogni qualvolta devi tradurre unoggettiva o una soggettiva, ricorda di inserire subito dopo il verbo principale il che o il di necessari alla corretta resa italiana (per es.: Dicunt te militem animosum esse, Dicono che tu sei un soldato coraggioso).

In italiano le proposizioni oggettive e soggettive sono sempre introdotte dalla congiunzione subordinante che (nella forma esplicita) o, talvolta, dalla preposizione di (nella forma implicita). In latino queste particelle non vengono espresse, ma le uniche spie della presenza di uninfinitiva sono il verbo allinfinito accompagnato da un accusativo.

Laboratorio di latino
6 Traduci le seguenti frasi dautore, che presentano linfinito in funzione nominale.
1 Monere et moneri proprium est verae amicitiae (Cicerone). 2 Ruborem amico excutere, amicum perdere est (Publilio Siro). 3 Confidere decet, timere non decet (Cicerone). 4 Philosophia docuit colere divina, humana diligere (Seneca). 5 Recte valere et sapere duo vitae bona sunt (Publilio Siro). 6 Beneficium accipere libertatem est vendere (Publilio Siro). 7 Animorum nulla in terris origo inveniri potest (Cicerone). 8 Mors est non esse (Seneca). 9 Vincere est honestum, opprimere acerbum, pulchrum ignoscere (Publilio Siro). 10 Vitium est non parere rationi (Cicerone).

7 Leggi attentamente le seguenti frasi, quindi:


a) individua la proposizione infinitiva (senza confonderla con gli usi nominali), indicando se si tratta di una soggettiva o di unoggettiva; b) sottolinea il verbo della proposizione principale; c) definisci il rapporto temporale fra la principale e la subordinata (anteriorit, contemporaneit, posteriorit). 1 giusto combattere per la patria. 2 Cesare proib ai soldati di sciogliere le fila perch il nemico era vicino. 3 I genitori pensano che i figli siano sempre piccoli. 4 Gli antichi credevano che il fuoco fosse un dono degli di. 5 Bisogna rispettare gli di e obbedire sempre al loro volere. 6 Gli esploratori dissero che il luogo era sicuro e che sarebbe stato attraversato senza difficolt. 7 Anticamente era lecito venerare molte divinit. 8 Pens che la lettera sarebbe giunta presto ai genitori. 9 Il senato stabil di allestire una flotta per annientare Cartagine. 10 bene che le sentinelle veglino laccampamento per tutta la notte.

8 Analizza e traduci le seguenti frasi, specificando se il rapporto temporale che intercorre fra
linfinitiva e la reggente di contemporaneit (C), anteriorit (A) o posteriorit (P). 1 2 3 Dicimus vos pervenire Dicebant eos perventuros esse. Dixit se pervenisse.
C C C C C C C C C C A A A A A A A A A A P P P P P P P P P P

4 Eum pervenire nostra spes est. 5 Vos pervenisse iustum est. 6 7 9 Eam perventuram esse in votis est. Vos amari pulchrum est. Dicam te bonum esse.

8 Eos amatos esse putamus. 10 Convenit victos discedere.

165

PERCORSO 7 9 Completa le seguenti frasi coniugando correttamente il verbo dellinfinitiva tradotto tra
parentesi; quindi traduci. 1 Consules putabant hostes in castra .. [sarebbero tornati] 2 Dicunt Romam a Romulo . [sia stata fondata] 3 Socrates dicebat cibi condimentum . famem. [] 4 Militibus spes erat Caesarem auxilia subsidio .. [avrebbe inviato] 5 Pontifex maximus statuit sacra deis deabusque [saranno celebrati] 6 Oportet ab agricola agrum aratro .. [sia coltivato] 7 Senatus iussit proelium .. [fosse attaccata] 8 Constabat ancillam honeste . [aveva servito] 9 Consul non ignorabat hostes contra populum Romanum .. [congiuravano] 10 Incolae sciebant pestilentiam in urbem iam . [era giunta]

10 Analizza e traduci le seguenti frasi.


1 Sperabam magnas copias Romam venturas esse. 2 Dicebant milites nostros ab hostibus victos esse. 3 Notum est consulem paucis cum equitibus castra defendisse. 4 Cato optabat Carthaginem deleri. 5 Omnibus constat Romam caput mundi fuisse. 6 Puto fore ut orator a civibus laudetur. 7 Dux promisit urbem defensum iri. 8 Spero sororem brevi tempore meas epistulas accepisse. 9 Nuntiant Caesarem Rubiconem flumen transiturum esse. 10 Mirum erat omnes discipulos a magistro laudari. 11 Decet omnes cives diligenter leges observare. 12 Spero fore ut discant.

11 Leggi attentamente le seguenti frasi, quindi:


a) sottolinea la proposizione principale; b) cerchia la congiunzione coordinante o subordinante; c) definisci il tipo di subordinata (causale, temporale, finale, infinitiva soggettiva o oggettiva ecc.); d) indica il rapporto temporale fra la principale e la subordinata (anteriorit, contemporaneit, posteriorit); e) traduci. 1 Dicono che il clima cambier. 2 Mi sono esercitato scrupolosamente per vincere le prossime gare di lotta. 3 Dopo avere scalato quellalto monte, ci fermeremo a riposare in una piccola pianura. 4 risaputo che non si pu sempre vincere. 5 Dal momento che avevamo terminato il lavoro, decidemmo di andare in citt. 6 Socrate ripeteva ai discepoli che bisogna conoscere se stessi. 7 Gli ambasciatori riferirono che il nemico era ormai vicino. 8 Essendo una notte tempestosa, le sentinelle non si accorsero che la cavalleria nemica aveva circondato le mura della roccaforte. 9 I Germani credevano di aver gi vinto, cos si ritirarono nellaccampamento.

12 Traduci le seguenti frasi.


1 Scio dolorem non esse nequitiam (Cicerone). 2 Fama est scientiam certe rei militaris in illo viro tantam fuisse, ut cum Lysimacho, Demetrio, Antigono, tantis regibus, bella gerens, invictus semper fuerit. 3 Paulum legiones Caesar promoveri iubet. 4 Consulem bellum gessisse certum affirmare non ausim (Livio). 5 Legati responderunt P. Scipionem belli apparatu occupatum esse et in Africam aut iam traiecisse aut intra paucos dies traiecturum (Livio). 6 Mittuntur ad Caesarem legati, tum dux iubet arma tradi, principes produci. 7 Spero nos cum summa gloria aut certe sine molestia discessuros esse (Cicerone). 8 Galli se omnes ab Dite patre prognatos esse idque ab Druidibus proditum esse dicunt (Cesare). 9 Non me fugit vetera exempla pro fictis fabulis iam audiri atque haberi (Cicerone). 10 M. Atilius Regulus negat se in Urbe mansurum esse (Eutropio). 11 Stoici censent sapientes sapientibus etiam ignotis esse amicos (Cicerone). 12 Te puto Graecos aut Oscos ludos non desideravisse (Cicerone).

166