Sei sulla pagina 1di 33

Riflessioni sul tema Riorganizzazione della Sanit allIsola dElba

Marialuisa Chiappa, Comitati Elbani Riuniti Pro Sanit Portoferraio, 24 maggio 2012

Punto di partenza
Lettura e approfondimento dei seguenti documenti

a) Piano Socio Sanitario Regionale


(PSSR) 2012-2015

b) Conferenza Zonale dei SindaciIsola dElba- 22/02/2012

c) Progetto Sanit Insulare Provincia


di Li (bozza-24/08/2011)

d) Documento dei Sindaci


28/10/2011

Temi trattati
Aspetti positivi della Riorganizzazione Aziendale Riorganizzazione aziendale: ripercussioni pratiche
sullIsola dElba

Suggerimenti e proposte Conclusioni

1990

2000

2012

Aspetti positivi della Riorganizzazione Aziendale (1)


Trasferimenti in urgenza: a) raddoppio servizio elisoccorso b) servizio trasporto via mare (convenzione con la Capitaneria di Porto) Ospedale: a) Ripristino di Unit Operativa Complessa del Reparto di Medicina b) Apertura di: Ospedale di comunit e Hospice c) Telerefertazione d) Dialisi e) Collocazione del servizio NPI (neuropsichiatria infantile) allinterno
dellospedale

Aspetti positivi della Riorganizzazione Aziendale (2)


Sul territorio: a) apertura punto prelievi Pomonte b) ADI (Assistenza domiciliare integrata) presente
12 ore /die x 6 giorni; prossimamente garantita attivit domiciliare durante i festivi (convenzione con altri centri)

c) abbattimento liste di attesa per ecografia d) mantenimento delle funzioni standard


(screening, vaccinazioni, ecc..)

Riorganizzazione aziendale: ripercussione sullIsola dElba


Analisi di modelli organizzativi applicati allIsola Pronto soccorso, Anestesia-Rianimazione Servizi di diagnostica: Laboratorio, Radiologia Ortopedia-Traumatologia Area Materno-Infantile Area Medica: Medicina, Oncologia, Psichiatria Riabilitazione
8

dElba e conseguenti ripercussioni in alcuni settori:

Caratteristiche Pronto soccorso di 1 livello


Standard P di 1 livello: .S.
requisiti
Servizi attualmente presenti nel
Presidio Ospedaliero di Portoferraio: clinica a Li; sierologia-virologia a Pb; batteriologia a Cecina)

Interventi diagnosticiterapeutici di urgenza compatibili con le specialit di cui dotato

Laboratorio: solo urgenze (chimica-

Radiologia: solo 2 radiologi; protocollo


emergenza: telerefertazione notturna, diurna (prefestiva e festiva) gestita dal medico radiologo di guardia di Li; se esecuzione TAC con mdc, supervisione dellanestesista; ecografia FAST eseguita dai medici di P .S. rianimazione h/24 (3+1 anestesisti)

Primo accertamento

diagnostico, clinico, strumentale, di laboratorio garantendo se necessario il trasporto protetto verso il Dipartimento di emergenza di afferenza

Stabilizzazione del pz. critico

Assenza di servizio di anestesia-

Medico Pronto Soccorso


1 medico per turno in P .S. Periodo estivo: 1 giugno-15 settembre: 2 medici per
turno 8-20; 1 medico dalle 20 alle 8 critico?

Cosa fa il medico di P quando arriva un paziente .S. Politrauma grave: valutazione; esegue esami; attiva Rx e

TAC enfefalo tramite telerefertazione; esegue EcoFAST; stabilizza il pz.; telefona (tramite centralino a Li) allanestesista reperibile; fa le funzioni di ortopedico (per 8 mesi e mezzo allanno, quando lortopedico non reperibile); attiva lelicottero per il trasferimento
10

Medico 118

11

Servizio anestesia rianimazione (Progetto Sanit Insulare, 2.3.4, pag 37) Situazione ipotizzataSituazione reale
Fattori di sviluppo: guardia
anestesiologica h 24, 365 giorni allanno + pronta disponibilit monitorato a gestione anestesiologica P .O., punto nascita, supporto al DEU

Lorganico 3+1 in pronta


disponibilit

Occorre: un organico 7+1

Utilizzo di 1 posto letto

per fare una guardia attiva h /24+ pronta disponibilit

>livello di sicurezza per il

12

Ortopedia: indicazioni aziendali


Criticit esistenti: esiguo
numero di emergenze (Pb, Ce, Elba); difficolt a reperire ortopedici soprattutto per Elba; necessit di razionalizzare le risorse umane (gi definito); proiezione di 1 Ortopedico da Pb e 1 da altre U.O. aziendali (Ce). Ortopedia dellElba con quella di Pb.

Reperibilit ortopedica: solo

nei mesi estivi (1/06-15/09); nei mesi invernali (16/0931/05) presenza dellortopedico 8-14 (6 ore ca) su 7 giorni. non richiede trattamento urgente: inquadramento del medico di P rinviata alla .S, consulenza ortopedica il giorno successivo; trattamento durgenza, trasferimento previa stabilizzazione in struttura di livello superiore (Progetto Sanit Insulare 2.3.1, pag 31)

Soluzioni attuate: piano Elba

La casistica traumatologica che

Unificazione della struttura di

13

Prevenzione degli incidenti allElba


Le mamme dicono ai figli: Mi raccomando bambini: dopo le 2 del pomeriggio bisogna essere bravi e non farsi male perch non c lortopedico! Se vi fate male vi mandano a Piombino Risposta dei piccoli: No, a Piombino non ci v!

14

Area Materno-Infantile: Punto nascita - Pediatria


Il PSSR prevede la chiusura dei punti nascita <500 parti, escluse particolari situazioni geografiche (2.3.3.1, pag 129) Come e dove pu essere previsto un punto nascita unico tra i presidi ospedalieri Elba - Piombino? (2.3.2, pag.34 Progetto Sanit Insulare) Ipotizzabile un ridimensionamento dei posti letto pediatrici con proporzionale attivazione di posti letto di Breve Osservazione (B.O). (conferenza del 22/02/12) Pediatria: 4 posti letto ordinari, 1 D.H; 5 culle; Ostetricia: 6 ppl, 1D.H. Perch e cosa ridimensionare ?

15

Area MaternoInfantile
Riduzione del personale infermieristico: da 13 a 9; 4 OSS; 1 coordinatore Situazione notturna: 1 ostetrica+ 1 infermiere; Pronta disponibilit notturna e festiva infermieristica per ricoveri o sala parto Attenzione! una drastica riduzione di personale infermieristico pu causare gravi problemi nellemergenza

16

Chirurgia generale
Pool unico chirurgico Pb-Elba (8+5 medici) per
garantire h/24

Mantenimento urgenza minore differibile 12/24 ore Trasferimento a Piombino per urgenza maggiore Con organico attuale (5 medici) guardia h/12 e
reperibilit notturna, rivedendo modelli di degenza in 1 area comune con guardia medica notturna e chirurgo reperibile (co-gestione)

17

Area Medica
Medicina: Unit Operativa
semplice (attivit internistica e discipline specialistiche associate: Diabetologia, cardiologia, pneumologia, endocrinologia ed attivit ad esse correlate)

(indicazioni aziendali)

Ripristino U.O. complessa di


Medicina e nomina di un Direttore Comunit

Realizzazione dellOspedale di Possibile espansione della


medicina: co-gestione con chirurgia-

Psichiatria Chiusura del reparto, Il pz. ha bisogno di


declassificazione da U.O. complessa a U.O. semplice decomprimersi, non considerata la tipologia del pz; vicinanza del pz. con grave patologia della medicina; ambulatorio 4 P: non accreditabile

Riconduzione della funzione

di degenza psichiatrica in Medicina (3 posti letto, in 2 stanze adeguate; I pz. In TSO trasferiti a Li); trasferimento ambulatori al 4 piano

18

19

Area Medica Oncologia


Attualmente Ambulatorio e D.H. oncologico dipendono dalla
Medicina

Personale: 1 medico oncologo sullIsola; 3 infermieri e mezzo Terapie effettuate: per 5 giorni /settimana; ca 90-100 al mese;
notevole incremento dellattivit, diminuzione delle fughe

Importanza della continuit ai fini terapeutici e gestionali


Richiesta (dopo il trasferimento dellunico oncologo): auspicato il
mantenimento dellattivit attuale (5 giorni di terapia/settimana; presenza di un oncologo per garantire continuit terapeutica

Sarebbe necessario potenziamento (D.H. oncologico, U.O., 1

oncologo responsabile presente sullisola + 1 anche a rotazione)

20

Cosa cambia negli Allegati del Progetto Sanit insulare? (All.2, 8.1, pag 51-52)
Nellambito delle attivit correlate alla progettazione del nuovo
Ospedale di Livorno, stata fatta unanalisi da un consulente del ministero della Sanit dott. G.Baraldi,.. che ha portato alla ridefinizione per il territorio provinciale degli standard assistenziali..

Alcune indicazioni aziendali successive sono diverse rispetto al


contenuto della prima parte del documento, in senso riduttivo per lElba

In questi documenti scritto il presente ed il futuro sanitario


dellIsola

Es. Presente: Ortopedia situazione attuale; Futuro: Pediatria,


Oncologia, Riabilitazione

21

Riabilitazione
Dal 1 aprile 2012 sar presente 1 medico fisiatra: provveder a
visite dei pz. degenti e ambulatoriali, stesura progetto riabilitativo individuale, autorizzazione c/o centri convenzionati (Conferenza dei Sindaci 22/02/12)
struttura di riabilitazione dotata di palestra dedicata: 4 letti di degenza riabilitativa ospedaliera (codice 56); 4 letti di degenza riabilitativa territoriale (ex articolo 26)-

Progetto Sanit Insulare cap. 2.5 pag 36-40: Attivazione della

Lavoro multidisciplinare e multi professionale secondo percorsi


diagnostico terapeutici e assistenziali condivisi (PDTA)

Negli Allegati 2 al cap.8.1- pag 51-52: indicazioni: Riabilitazione ospedaliera (codice 56): ulteriori 6 posti letto c/o
osp. Cecina

Assistenza riabilitativa ex articolo 26 residenziale (lungo assistenza

non ospedaliera): lindicazione aziendale confermare la funzione aziendale del Centro di Campiglia Marittima, ma intende inquadrarlo nel contesto del fabbisogno complessivo dellintera azienda

E sullisola?
22

Riorganizzazione attivit infermieristica P di PF e territorio .O.


Nellottica dellapertura dellOspedale di Comunit c/o Zona Elba si attua rivisitazione dellintera riorganizzazione delle cure infermieristiche erogate in ospedale e sul territorio. Infermieri in Ospedale: da 81 a 73 Infermieri sul territorio: da 18 a 17 Totale infermieri: 99 O.S.S: da 22 a 25 (Conferenza zonale dei sindaci 22/02/12) Conseguenza: ulteriore riduzione di organici gi carenti; Nota: si rammenta limportanza della figura infermieristica nel S.S.N
23

90

Progetto Elba 2012Criticit


Variazione economica 2011-2012

857.502,00 (su 923.428,51 previsti per il 2011) 467.712,00 per il 2012 (circa il 50% del 2011)

24

Piano Sanitario Regionale 2012-2015


La particolarit elbana: paragrafo 6.3.5, pag 256 La particolare situazione geografica e sociale determina
esigenze territoriali che richiedono modelli organizzativi peculiari.

E necessario produrre atti specifici che garantiscano:

assistenza emergenza-urgenza, continuit di cure, cure primarie, assistenza ospedaliera caratterizzata da uno specifico livello di complessit ad integrazione delle tipologie previste al paragrafo 2.3.3.1 con la programmazione di area Vasta, definiscono entro 90 giorni dallapplicazione del presente piano, uno specifico Patto territoriale

A questo proposito lAzienda Sanitaria ed i Comuni, in coerenza

25

PSSR 2012-2015Alcuni suggerimenti da inserire nel paragrafo dedicato allElba-1

LOspedale di Portoferraio, unico ospedale situato sullisola


(terza isola Italiana; popolazione: 32.000200.000): caratteristiche intermedie fascia A/B

P efficiente e funzionante, con i servizi essenziali in loco: .O.


Pronto Soccorso; Servizio di Anestesia-rianimazione H/24; Servizio di Farmacia interno;

diagnostica: Radiologia, Laboratorio, Centro trasfusionale; reparti di degenza: Medicina, Materno-infantile: PediatriaOstetricia, Punto Nascita (anche se con parti < a 500); Traumatologia, Chirurgia, Oncologia, Dialisi; Posti letto subintensiva: 2, con personale preparato e dedicato; Psichiatria dedicato, indispensabile su di unisola con importantissima attivit subacquea, utile in altre patologie. dermatologia

Servizio di Camera Iperbarica, con personale preparato e

Consulenze specialistiche: neurologia, oculistica, urologia, ORL,


26

PSSR 2012-2015-alcuni suggerimenti da inserire nel paragrafo dedicato allElba-2


Questo tipo di organizzazione consente di gestire adeguatamente: lemergenza-urgenza, il trasferimento verso centri di 3 livello per
grave patologia;

il paziente con patologia meno grave che non potendo essere inviato
a domicilio pu essere ricoverato in loco, con soddisfazione del medesimo e dei suoi familiari trasferito in elicottero o in nave deve essere gestito in loco. alcuni percorsi assistenziali

il paziente critico che per avversit meteo non potendo essere Territorio: rivedere alcuni settori (es. Riabilitazione, Oncologia) e

27

Tenerife: Km2: 2.034; ab: 906.854 Gran Canaria: Km2: 1.560; ab:838.397 La Palma: Km2: 708; ab: 86.996 Fuerteventura: Km2:1660; ab:103.167 La Gomera: Km2: 370; ab: 22.769 Lanzarote: Km2: 846; ab: 141.938 El Hierro: Km2: 269; ab: 10.892
Elevato livello sanitario in tutte le isole; Ospedale universitario a La Palma (terapia intensiva neonatale); La Gomera: ospedale dotato di: DIA, 2 sale operatorie; sale di rianimazione; sale parto; specialit medico-chirururgiche, cardiologiche, dialisi, servizio oncologico ecc.. (www2.gobiernodecanarias.org/sanidad/scs/contenidoGeneri)

28

Riflessioni
Se il Presidio Ospedaliero di Portoferraio fosse in
continente sarebbe classificato tra i piccoli ospedali da accorpare maggiore concreta

Linsularit e i flussi di utenza richiedono unattenzione Cosa occorre? Lettura accurata del Piano Sanitario

Regionale che contiene tutti gli elementi necessari, rivalutazione del documento dei sindaci, ascolto e dialogo con gli operatori sanitari locali, con lutenza del 7/10/11: ripristino della normalit in tempi brevi!
29

Rivalutare le dichiarazioni della Commissione Regionale

Proposte
Poich la Toscana ha un livello elevato di sanit, anche lElba deve essere adeguata allo standard Rendere pi appetibile lElba per gli operatori sanitari (meglio pubblicizzare anche fuori Regione); incentivare e valorizzare chi gi lavora allElba; rilanciare la sanit allElba, non decapitarla; promuovere percorsi formativi con lUniversit di Pisa Rivedere i percorsi tracciati: a parit di spesa, le risorse possono essere ridistribuite diversamente Possibilit di migliorare gli introiti: ad es. incentivando la riabilitazione, non penalizzandola Day Service (es. percorso per TIA; pazienti in vacanza)

30

Strade percorribili
b) proseguire imperterriti nel
cammino intrapreso:

1) costi apparentemente ridotti,

a) rivisitare il

percorso pensato per lElba: ancora possibile?

a breve termine; entro 5-6 anni netto aumento (costo del trasferimento+ costo sostenuto dal paziente e dai familiari) perdita delle competenze, maggior rischio di errore

2) riduzione del personale, 3) grave responsabilit da parte

di chi ha continuato ad avvallare questo percorso, ignorando i numerosi appelli, dimenticando lo spirito del PSSR, il monito della Commissione Regionale (7/10/2011)

31

Conclusioni
1) A distanza di circa 2 anni dalla Riorganizzazione aziendale si sono gi
evidenziate ripercussioni negative sullElba inadeguate e rischiose nella realt insulare

2) Soluzioni che possono essere adeguate in continente possono diventare 3) La continuit territoriale Elba Piombino (con limpostazione data dal
punto di vista sanitario) evidenzia numerose lacune

4) Modello attuale: Elba= Pronto Soccorso (pochi servizi essenziali) +servizi


territoriali carenti + trasferimenti in continente; nella pratica insufficiente 24+reperibilit specialistiche)+servizi territoriali adeguati+trasferimenti (elicottero/nave) per patologia grave c/o Centri 2-3 livello

5) Modello ipotizzabile: Elba= P .S.+ servizi/reparti essenziali (h/

Rivoluzione copernicana: Elba-Continente, nuovo approccio 6) Con pazienza, umilt e molta collaborazione da parte di tutti, cambiare
rotta ancora possibile!

32

Tre volte il f girar con tutte l'acque; a la quarta levar la poppa in suso e la prora ire in gi, com' altrui piacque, infin che 'l mar fu sovra noi richiuso Dante, "Inferno" XXVI