Sei sulla pagina 1di 5

Esercizi sul metodo del simplesso

March 15, 2006

1
Dato il seguente tableau del metodo del simplesso, dire se la soluzione di base corrente ` e ottima o se la funzione obiettivo ` illimitata. e z -11 3 2 x 1 x2 x3 x4 0 0 7 3 4 4 1 0 3 1 4 4 1 0 1 1 4 4

Svolgimento La soluzione data non ` ottima, in quanto esiste almeno una variabile fuori dalla base di e costo ridotto negativo. Questo equivale a dire che c` ancora un vincolo duale violato. La e funzione obiettivo, inoltre, non ` illimitata perch comunque si scelga la variabile entrante e e per il cambiamento di base, la relativa colonna dei coecienti non ` tutta negativa, e e dunque, ` possibile ssare dei limiti di crescita per la nuova variabile che entra in base, e sia essa x3 o x4 .

2
Sia dato il seguente poliedro: 1 3x1 + 5x2 x3 + x4 = 4 2 2 8 4 2x1 + x2 + x3 + 5x4 = 3 3 3 xi 0 e si considerino i punti (0, 1, 2, 0), (4/3, 0, 0, 0), (1, 1/4, 1/2, 0). a) Indicare quali dei precedenti punti sono vertici del poliedro (motivare la risposta).

b) Si consideri la funzione obiettivo min z = x1 +2x2 +x3 +x4 . Stabilire, se ciascun vertice individuato nel punto a) ` una soluzione ottima o meno. e Svolgimento Un punto ` vertice del poliedro se e solo se ` una soluzione ammissibile di base. Occorre e e dunque trovare, per ognuno dei punti dati, una base ammissibile corrispondente, imponendo che le variabili fuori base abbiano valore nullo. Per il punto (0, 1, 2, 0), la base corrispondente ` e B=
1 5 2 4 3 2 3

Verichiamo che il punto ` ammissibile: e B 1 b = 1 4 4 3


2 3 1 2

4
8 3

1 2

Il punto dato ` allora un vertice del poliedro. Per il punto (4/3, 0, 0, 0), abbiamo tre e diverse basi degeneri, a seconda che scegliamo insieme alla colonna 1, la 2 la 3 o la 4. Ognuna di queste basi ` ammissibile, in quanto B 1 b 0 (tutte e tre corrispondono al e punto dato). Anche in questo caso, dunque, si tratta di un vertice. Per il punto (1, 1/4, 1/2, 0), esso non pu` essere una soluzione di base in quanto ha 3 o componenti diverse da zero, mentre il numero dei vincoli del problema ` pari a 2. e Per quanto riguarda lottimalit` , notiamo subito che risulta f (4/3, 0, 0, 0) = 4/3, mentre a f (0, 1, 2, 0) = 3. Dunque, leventuale punto di ottimo potrebbe essere il primo. Andiamo a vericare che lo sia: deve risultare, per ogni variabile j non in base, cj = cj cB B 1 Aj 0. c3 = 1 (1 c4 = 1 (1 1 2)( ) 6 1 2)( ) 6 5 2 3 2
4 3 4 3

1 2
2 3

= =

4 0 3

5 3

1 5

25 0 18

Dunque, il punto (4/3, 0, 0, 0) ` il punto di minimo. e

3
Si risolva il seguente problema di programmazione lineare utilizzando il metodo del simplesso: max 30x1 s.t. 8x1 4x1 x1 +20x2 +4x2 640 +6x2 540 +x2 100 x 1 , x2 0 2

Svolgimento Trasformiamo il nostro problema in un PL in forma standard. Per far ci` , occorre o trasformare il problema di massimo in un problema di minimo, e introdurre le variabili di slack per ogni vincolo. Abbiamo quindi min s.t. -30x1 8x1 4x1 x1 -20x2 +4x2 + x3 +6x2 +x2 = 640 = 540 = 100 x 1 , x2 0

+x4 +x5

Scegliendo 1 0 0 B = {A3 , A4 , A5 } = 0 1 0 0 0 1 individuiamo subito una base ` canonica per il tableau del simplesso. La soluzione di e base corrispondente ` x = (0, 0, 640, 540, 100). La funzione obiettivo vale z = 0. I costi e delle variabili non in base sono c = (30, 20), entrambi negativi, e dunque, entrambe le variabili x1 e x2 sono candidate ad entrare in base. Scegliamo x1 . Esprimendo la soluzione corrente in funzione di x1 , troviamo che i vincoli sono ancora soddisfatti se risulta: x3 = 640 8x1 x4 = 540 4x1 x5 = 100 x1 da cui troviamo lelemento di pivot in prima riga con x1 = 80. Aggiornando la soluzione, abbiamo che la nuova base ` e 8 0 0 B = {A1 , A4 , A5 } = 4 1 0 1 0 1 e la soluzione di base corrispondente ` e 640 1/8 0 0 xB = B 1 b = 1/2 1 0 540 = (80, 220, 20) 1/8 0 1 100 Ora andiamo a vedere i costi ridotti delle variabili fuori base: abbiamo: 1/8 0 0 4 1 c2 = c2 cB B A2 = 20 (30, 0, 0) 1/2 1 0 6 = 15 1/8 0 1 1

Quindi la variabile x2 ` candidata a entrare in base. Di nuovo, esprimiamo il vettore delle e variabili in base in funzione di x2 . Abbiamo 8x1 + 4x2 = 640 4x1 + 6x2 + x4 = 540 x1 + x2 + x5 = 100 Di nuovo, imponendo che la nuova soluzione sia ammissibile, ossia che tutte le variabili restino non negative, troviamo lelemento di pivot in terza riga con x2 = 40. Aggiornando la soluzione, abbiamo che la nuova base ` e 8 0 4 B = {A1 , A4 , A2 } = 4 1 6 1 0 1 e la soluzione di base corrispondente ` e 1/4 0 1 640 xB = B 1 b = 1/2 1 8 540 = (60, 60, 40) 1/4 0 2 100 I costi ridotti delle variabili fuori base sono: 1/8 0 0 1 1 c3 = c3 cB B A3 = 0 (30, 0, 20) 1/2 1 0 0 = 2.5 1/8 0 1 0 1/8 0 0 0 1 c5 = c5 cB B A5 = 0 (30, 0, 20) 1/2 1 0 0 = 10 1/8 0 1 1 Entrambe le variabili fuori base hanno costo ridotto negativo, dunque, la soluzione corrente ` ottima. e

4
Trovare una soluzione ammissibile di base per il seguente problema di PL: min x1 + x2 x1 + 2x2 x1 x2 = 5 3

x 1 , x2 0 Svolgimento 4

Per trovare una soluzione ammissibile di base applichiamo la fase I del metodo del simplesso. Innanzitutto, trasformiamo il problema in un problema in forma standard:

min x1 + x2 x1 + 2x2 x3 x1 x2 = = 5 3

x1 , x2 .x3 0 Introduciamo ora le variabili articiali e cambiamo opportunamente il vettore dei costi

min x4 + x5 x1 + 2x2 x3 + x4 x1 x2 + x5 = = 5 3

x 1 , x2 , x3 , x4 , x5 0 Come base iniziale prendiamo B = (A4 , A5 ). Il vettore dei costi non ` in forma standard e per il metodo del simplesso (le variabili in base non hanno costi nulli), per cui sottraiamo alla prima riga la seconda e la terza ottenendo il seguente tableau: -8 -2 5 1 4 1 -1 2 -1 1 0 0 -1 1 0 0 0 1

Possiamo far entrare in base la variabile x1 , e troviamo che esce x5 . Eseguendo loperazione di pivot sullelemento a21 , otteniamo il seguente tableau: -2 0 -3 2 0 3 3 1 -1 1 0 2 -1 1 -1 0 0 1

Scegliamo ora x2 come variabile entrante in base, ed esce x4 . Eseguendo loperazione di pivot sullelemento a12 , otteniamo il seguente tableau: 0
2 3 11 3

0 0 0 0 1 -1 3 1 0 -1 3

1
1 3 1 3

1 1 3
2 3

Il tableau ` ottimo, e la funzione obiettivo vale 0. Dunque, la base B = (A1 , A2 ) ` ottima, e e e xB = ( 2 , 11 , 0, 0, 0) ` una soluzione ammissibile di base. e 3 3