Sei sulla pagina 1di 7

Dottorato di Ricerca in Ingegneria delle Macchine Sviluppo di Tecniche Numeriche Avanzate per Analisi Termo-Aerodinamiche in ussi di turbomacchina Relazione

nale secondo anno


Stefania Sara Latorre Politecnico di Bari 30 gennaio 2010
Tutor: prof. ing. Pietro De Palma prof. ing. Giuseppe Pascazio La dottoranda Stefania Sara Latorre, regolarmente iscritta al secondo anno del Dottorato di Ricerca in Ingegneria delle Macchine XXIII ciclo, presso il Politecnico di Bari, ha svolto la sua attivit di ricerca nellambito della uidodinamica numerica presso il Dipartimento di Macchine ed Energetica, sotto la guida dei pro. P. De Palma e G. Pascazio. In questo periodo, ha partecipato ad alcuni seminari e seguito dei corsi universitari integrativi per la sua attivit di ricerca. Inoltre, ha partecipato alla 18esima Scuola Estiva di Calcolo Parallelo presso listituto CINECA, come specicato nella documentazione SAT allegata. Di seguito si procede ad una breve descrizione tecnica del lavoro svolto in questo periodo.

Introduzione

Il lavoro di ricerca, gi iniziato durante il corso dellanno precedente, utilizza come strumento un codice di calcolo uidodinamico non commericiale sviluppato al Politecnico di Bari [1, 4, 7], costruito con la tecnica dei Contorni Immersi. Il codice originariamente risolve le equazioni di Navier-Stokes mediate alla Reynolds con modello di turbolenza k- e possibilit di funzioni per risolvere i ussi a parete. Lo scopo dellattivit stato pertanto quello di inserire la possibilit di simulare la conduzione termica allinterno del solido e conseguentemente lo scambio termico tra uido e parti solide (Conjugate Heat Transfer, CHT [3]). Limplementazione stata nora validata con alcuni test, i cui risultati sono stati confrontati con quelli disponibili in letteratura, [6, 5] e si ambisce a realizzare una simulazione accurata di una paletta di turbina e del suo sistema di rareddamento.

Equazione del calore

Le equazioni utilizzate dal codice sono descritte in dettaglio in [1]. Ad esse stata aggiunta lequazione del usso termico non stazionario, che viene risolta allinterno del solido (conduzione termica): 2T T = k 2 t x
email:

latorre@imedado.poliba.it

con T temperatura e k conducibilit termica. noto che questa equazione necessit di una condizione al contorno di Dirichlet e di una condizione di Neumann. Considerando che stato dimostrato in letteratura [3, 8] che per ottenere unaccurata predizione del usso necessario simulare lo scambio termico nellinterfaccia uido-solido, devono essere implementate le seguenti condizioni al contorno di interfaccia: Tw,f = Tw,s k Ts = k Tf , con Tw temperatura di parete e i pedici f ed s indicano rispettivamente f luido e solido. Limplementazione segue lo schema di seguito: calcolo del gradiente a parete dalla parte uida Tf

imposizione della condizione di Neumann di uguaglianza dei ussi termici allinterfaccia uido-solido, da cui si ottiene Ts in funzione di questo gradiente, calcolo della temperatura a parete dal lato solido, utilizzando i dati di temperatura relativi alle celle vicine pesati con linverso delle distanze dalla cella dinterfaccia solida: Ti,s Tw,s = i 1 q 1 q Ts .

Si ha: Ti,s temperatura delle celle vicine alla cella dinterfaccia solida, i inverso della distanza del centro della cella dinterfaccia dal centro dalla i-esima cella con essa comunicante, inverso della distanza da parete e q somma di i e di . imposizione della condizione di Dirichlet, da cui si ricava Tw,f .

Risultati

Diversi test bidimensionali sono stati utilizzati per validare le equazioni implementate. Inizialmente, stato considerato il caso di un cilindro solido internamente riscaldato che scambia calore con il solido presente nella corona circolare al suo esterno [5]. In secondo luogo, stato arontato il caso di un cilindro riscaldato ed investito da un usso turbolento [5, 6]. Inne, ancora in corso la simulazione di usso turbolento intorno ad una paletta di turbina con canali di rareddamento [8].

3.1

Cilindri concentrici

La geometria bidimensionale in gura 1 costituita da un cilindro solido di raggio Rm = 0.9 m. Intorno ad esso inserita una corona circolare di raggio massimo Ro = 1.8 m allinterno della quale scorre uido. La parete a raggio Ro riscaldata a temperatura costante To =700 K e ruota ad una velocit costante di 5 m/s [5]. Allinterno del cilindro solido, invece posta una sorgente di temperatura di raggio R1 =0.45 m che riscalda a temperatura costante T1 =500 K. La geometria mostrata in gura 1. Il usso laminare e si utilizzata una griglia di calcolo con circa 131000 punti e celle equispaziate a x = 0.025. Il rapporto tra conducibilit termica del materiale solido e conducibilit termica del uido pari a 9. In gura 2 a) e b), sono mostrati rispettavamente i contorni di temperatura e di velocit ottenuti. Per vericare la correttezza dei risultati si realizzato uno scatter plot di etrambe le grandezze e si confrontato con la soluzione analitica del test stesso, disponibile in letteratura [5]. Le gure 3 mostrano unottimo accordo dei risultati numerici con quelli analitici.

Figura 1: Cilindri concentrici con cilindro esterno rotante (da [5])

a)

b) Figura 2: Contorni di a) temperatura e b) velocit

3.2

Flusso turbolento intorno ad un cilindro

Il secondo test bidimensionale studiato riguarda il usso non stazionario intorno ad un cilindro che si trova allinterno di un canale, la cui parete inferiore riscaldata alla temperatura costante di 318 K. La temperatura allingresso del canale di 284 K, mentre il prolo in ingresso fornito in [6]. Allinterno del cilindro posta una sorgente di calore a temperatura 320.5 K. Il uido in considerazione acqua con un numero di Reynolds di 189, calcolato rispetto al diametro del cilindro. Le forze di galleggiamento, che spingono il uido dalla parete calda verso la parte alta del canale, generano delle thermal plumes che sono responsabili di transizione da usso laminare a turbolento. Il cilindro in acciao inossidabile. Il caso laminare, con parete non riscaldata stato studiato, ma non viene presentato in questa relazione. Un particolare della griglia di calcolo utilizzata in gura 4 mentre una pi dettagliata descrizione del test riportata in [6, 5]. In gura 5 sono confrontati i contorni istantanei di temperatura, in prossimit del cilindro, con quelli mostrati da Kang in [5]. Considerando che questi ultimi sono stati ottenuti con simulazioni LES ed un codice ai contorni immersi e sono tratti da un test tridimensionale, laccordo dei risultati buono.

a)

b)

Figura 3: Test dei 2 cilindri: scatter plot dei contorni di a) temperatura e b) velocit

Figura 4: Particolare della griglia di calcolo utilizzata

Inoltre, la gura 6 mostra landamento dei ussi termici sulla parete del cilindro, dimostrando un buon accordo con i dati sperimentali forniti da Laskowski in [6].

3.3

Turbina rareddata

stato, inne, svolto un test qualitativo su una geometria bidimensionale di una paletta di turbina T106 investita da usso turbolento. Il usso comprimibile ed ha un numero di Reynolds di 3 105 e numero di Mach 0.3, mentre la paletta in acciaio inossidabile. Sono state utilizzate wall functions per simulare il usso a parete. La paletta dotata di canali di rareddamento. Il gura 3.3 sono mostrati i contorni di temperatura, che mostrano una propagazione realistica delle sorgenti di temperatura.

a)

b)

Figura 5: Contorni di temperatura ottenuti da calcoli a) LES 3D [5] e b) RANS

Figura 6: Flussi termici sulla parete del cilindro: confronto con i dati sperimentali (il punto a 0 si trova nella zona posteriore del cilidro, in opposizione al punto di ristagno)

Sviluppi futuri

Si sta attualmente lavorando sulla simulazione di un usso turbolento transonico intorno al prolo di turbina MARK II in [8, 2] con canali di rareddamento. Si ambisce a realizzare delle simulazioni uidodinamiche tridimensionali. 5

Figura 7: Contorni di temperatura per paletta di turbina T106

Riferimenti bibliograci
[1] de Tullio, M. D., Development of an Immersed Boundary method for the Solution of the preconditioned Navier-Stokes equations, Tesi di Dottorato, Politecnico di Bari, 2006. [2] Hylton, L. D., Mihelc, M.S.,Turner, E.R., Nealy, D.A., York, R. E., Analitical and Experimental Evaluation of the Heat Transfer Distribution over the Surfaces of Turbine Vanes, NASA CR 168015, May 1983. [3] Iaccarino, G., Moreau, S., Natural and Forced Conjugate Heat Transfer in Complex Geometries on Cartesian Adapted Grids, Journal of Fluids Engineering, Vol.184, July 2006. [4] Iaccarino, G., Verzicco, R., Immersed Boundary Technique for Turbulent Flow Simulations, Appl. Mech. Rev.,56, 331-347, 2003. [5] Kang, S., An improved immersed boundary method for computation of turbulent ows with heat transfer, PhD Thesis, Stanford University, 2008. [6] Laskowski, G.M., Kearney, S.P., Evans, G., Greif, R., Mixed convection heat transfer to and from a horizontal cylinder in cross-ow with heating from below,Heat J. of Heat and Fluid Flow, 28, 454-468, 2007. [7] Roe P. L. , Approximate Riemman Solvers. Parameter vector and Dierence Schemes,Journal of Computational Physics 43,357-372, 1981. [8] Wang Zhenfeng, Yan Peigang, Guo Zhaoyuan , Han Wanjin, BEM/FDM Conjugate Heat Transfer Analysis of a Two-dimensional Air-cooled Turbine Blade Boundary Layer, Journal of Thermal Science Vol. 17, No. 3 (2008)