Sei sulla pagina 1di 1

DIVERSI PER SCELTA Luomo, per sua naturale tendenza, alla ricerca di un equilibrio che assimila con la perfezione.

. Con gli anni andato avanti con la ricerca ed ha usato la sua intelligenza per crearne una artificiale, contenuta nei computer. Sono macchine capaci di compiere calcoli complicatissimi in frazioni di secondo, di controllare altre apparecchiature e muoverle con precisione pi che millimetrica Eppure, lIntelligenza artificiale, superiore a quella umana in tanti aspetti, ancora inferiore nella sua globalit. La prima differenza sostanziale tra le due intelligenze la percezione. Lintelligenza delluomo comprende la capacit di elaborare stimoli fisici e mentali. Luomo prova ogni secondo miliardi di sensazioni che vengono trasmesse al cervello mediante impulsi nervosi. Un qualsiasi computer in grado di raccogliere informazioni ed elaborarle, ma non sar mai in grado di provare le emozioni, che sono prerogativa delluomo. A volte dovute a fattori ormonali, a volte a cause ancora sconosciute, la loro imprevedibilit tale da impedire, anche a livelli altissimi di programmazione, la loro replicazione o simulazione. Da questa differenza, ne deriva una altrettanto importante: la capacit di scelta. Le scelte che unI.A. pu trovarsi a prendere sono sempre determinate dai suoi codici di programmazione; perfino la casualit non data da altro che formule specifiche in cui a variare solo un numero, scelto in base al momento in cui la formula utilizzata. La macchina priva di libero arbitrio: le scelte in realt dipendono dal suo creatore. I fattori che luomo prende, consciamente e inconsciamente, in considerazione sono molteplici: fattori razionali, come il futuro, e irrazionali, come appunto le emozioni. Inoltre capacit peculiare delluomo quella di apprendere dalle esperienze vissute, cosa possibile solo per periodi limitati per lIntelligenza Artificiale. Esistono oggi moduli di programma [] che riescono a imparare e memorizzare da soli nuove regole, ma questa capacit limitata a periodi di tempo inferiori rispetto a una vita. Lulteriore differenza che deriva da queste due e dalla natura stessa dellI.A. come insieme di algoritmi la dipendenza di questa dalluomo. LI.A. nata come prodotto della mente umana e da essa limitata. E inoltre scollegata al resto del mondo, al massimo collegata ad altre I.A.. Questo esclude una delle caratteristiche della mente umana: La mente in ogni momento piena di contenuti: qualsiasi cosa faccia, qualsiasi flusso di emozioni o di pensieri la attraversi, si riferisce sempre a qualcosa che sta al di fuori del medesimo flusso scriveva Gallino. Per questo lIntelligenza Artificiale oggi definita, secondo alcune teorie, debole: il divario tra questa e lintelligenza umana che lha creata non sar mai colmato perch lintelligenza non solamente calcolo.