Sei sulla pagina 1di 9

Il Jazz un tipo di musica nato dallincontro di due culture, la cultura africana e quella americana.

. Gli schiavi africani arrivarono in America dopo la deportazione e portarono con loro lunica cosa che gli era concesso mantenere: il loro patrimonio musicale, ma vennero privati di ci che occorreva loro per suonare o cantare. Cos nacquero le prime Work Songs canti ritmici e collettivi, simili a Work Songs, quelli tipicamente africani, che venivano cantati durante le faticose ore di lavoro nelle piantagioni del Sud America (funzione liberatoria, di sfogo).

Questi canti avevano le tipiche caratteristiche della musica africana: avevano una struttura responsoriale, erano cantati con tonalit appartenenti alla scala pentafonica, erano canti improvvisati... Durante i secoli gli Africani abbandonarono la loro cultura, dedicandosi alla religione Cristiana: nacque cos il canto Gospel (unione delle parole God e Spell parola di Dio), canto ispirato alla Bibbia a gli Spirituals, Spirituals canti che rappresentavano unespressione dolorosa di un popolo che, aggrappandosi alla religione, cerca conforto e speranza in un domani migliore cantando in coro; entrambi i tipi di canti hanno caratteristiche della musica africana.

Dopo il 1865, come risultato della Guerra Civile, le persone di Colore vennero liberate ed incominciarono a lavorare come liberi professionisti suonando vecchi strumenti musicali scartati dai bianchi, sui battelli o in strada per guadagnarsi da vivere. Nacque cos un nuovo stile musicale, il Blues, un canto Blues individuale dove luomo canta le sue sofferenze, la sua misera condizione di emarginazione, riuscendo a volte anche a fare dellironia sulla propria sorte. In questo canto vengono intonate per la prima volta note mai suonate nella musica Africana, semitoni e toni mai usati prima. Nacque cos la scala Blues, una scala nata dalla fusione della Scala Africana e la Scala Tonale; venne istituita una forma Blues che consisteva nella formazione di una melodia di tre frasi musicali per un totale di 12 battute.

Negli anni 60 del 1800 iniziarono a nascere delle nuove forme strumentali per pianoforte fortemente sincopate, chiamate RAGTIME RAGTIME (tempo stracciato); il massimo esponente del Ragtime fu Scott Joplin, che incise le sue composizioni sui rulli perforanti dei pianoforti automatici. Nel ventesimo secolo si iniziarono a sviluppare varie forme del Jazz in America. Negli anni 20 e 30 del 1900 si formarono le prime bands composte da bands 5 o 7 esecutori: trombe, trombone, clarinetto, pianoforte, chitarra, bassotuba e batteria. Le bands suonavano il New Orleans Style o lo Stile Chicago e la pi famosa Band del tempo Stile Chicago era la band di Louis Armstrong, gli Hot Seven. Armstrong Hot Seven In questo stesso periodo si crearono anche delle orchestre di soli bianchi, chiamate Dixieland. Dixieland

Dopo la crisi del 29, gli uomini per rianimarsi formarono le Big Bands Big Bands (sezioni di ottoni, sezioni ritmiche con chitarre, contrabbasso, chitarra...) che suonavano un nuovo stile musicale, lo Swing che era uno stile ballabile Swing che aveva lo scopo di far divertire le persone. I maggiori esponenti di questo stile furono Benny Goodman, Duke Ellingtone Count Basie. Negli anni 40 nacque un nuovo stile, il Bebop, non affatto Bebop ballabile, suonato da piccoli gruppi, nel quale cerano assoli molto complessi. I pi importanti musicisti furono Thelenious Monk, Dizzie Gillespie e Charlie Parker. Subito dopo lo stile Bebop, negli anni 50 si svilupparono altri due importanti stili in contrapposizione, lHard Bop, bop duro,

difficile, fondato sulle atmosfere blues e sullincisivit ritmica che divenne un vero e proprio strumento politico per rivendicare le parit dei diritti fra neri e bianchi (John Coltrane, Maz Roach, Charles Mingus, Lennie Tristano), ed il Cool Jazz Cool Jazz, uno stile calmo, elegante e ben strutturato (Miles Davis). Negli anni 60 si svilupp uno stile chiamato Free Jazz, caratterizzato da temi dalle tonalit Free Jazz incerte e dalla struttura irregolare, dove la sezione ritmica si priva dellobbligo di marcare le pulsazioni (Ornette Coleman, sassofonista). Ed infine negli anni 70 sia assiste allascesa dello stile Fusion Fusion, che prese in prestito dal Rock limpronta ritmica e luso di strumenti elettronici nelle melodie.

Andrea Sold III D