Sei sulla pagina 1di 13

ISBN 978-88-6332-141-8

Valter Giraudo

Angus Il mago guerriero


Illustrazioni di Laura Montanari

Edizioni Miele

I tipi da spiaggia

Una dedica e un ringraziamento particolare a mia moglie Laura e ai miei figli Giorgia e Nicol, che amo e che mi hanno sempre sostenuto. Un ringraziamento speciale va rivolto a persone importanti e uniche: i miei genitori, Andy, Stefy, Alex e Sergio, che mi hanno incoraggiato a pi non posso a fare questa esperienza straordinaria. Una menzione speciale duopo agli amici Mauro, Adriano, Luciano e Tony.

L'uomo vede una fine e un inizio, ma non cos. Siamo sulla ruota della vita. La fine l' inizio. L'inizio la fine.

Clearwater

Angus il mago guerriero La gente spesso definisce impossibili cose, che semplicemente non ha mai visto. Cinque colpi alla porta, cinque colpi secchi, regolarmente distanziati (due colpi ravvicinati, pausa, un colpo, pausa, due colpi ravvicinati). Sobbalzai sulla sedia su cui ero seduto: era sicuramente unora inusuale sia per ricevere visite, che per farne. Il sole calava e io stavo cuocendo della selvaggina e scaldando un poco di brodo sulla brace del mio camino. Mi soffermai a riflettere, chiedendomi se non fosse imprudente aprire la propria porta di casa al calare della sera. Di nuovo cinque colpi, secchi, regolarmente distanziati. Un pensiero veloce mi attravers la mente, dissipando ogni dubbio: conoscevo quel modo di bussare, ma non osavo pensare che fosse proprio lui, per cui esitai ancora un istante ad aprire luscio.
7

Angus, il mago guerriero, il mio unico e vero amico. E tanto che non lo vedo... e sinceramente capisco solo ora quanto mi mancato... Cos la mia mente ha come dei flash su di lui.... io, lui... noi due... inseparabili come il pesce e lacqua... Angus nato per essere un grande uomo, non solo nel campo della magia. Figlio di un druido e di una principessa della misteriosa Atlantide, cresciuto in una terra devastata dall'avidit di nobili senza dignit e invasori barbari. Sin dalla nascita era destinato ad entrare a far parte della ristretta e temibile casta dei maghi-guerrieri. Fu cos baciato dal dono della magia e addestrato allarte della guerra dai migliori maghi-guerrieri del mondo. Ma larma pi potente da lui utilizzata sempre stata quella del pieno controllo dei quattro elementi: fuoco, terra, aria e acqua. Avere il controllo degli elementi un potere immenso, appannaggio di pochissimi maghiguerrieri scelti, una magia potente che pu minare sia la vita di qualunque essere umano controllando i fluidi del suo corpo - che le fondamenta stesse del mondo. Questo perch ogni forma di vita sul nostro pianeta, nonch la stes8

sa terra, contiene uno o pi elementi contemporaneamente. E' anche vero che i quattro elementi sono parte integrante in quasi tutti i rituali magici e negli incantesimi. Ogni elemento composto da due forze, una attiva positiva e una passiva negativa. Quando gli elementi vengono usati in proporzione uguale otteniamo elettricit statica, la stessa creata quando si forma il cerchio magico. I nostri corpi stessi sono un insieme di questi elementi e ogni elemento regola parti specifiche del nostro corpo. Ma il potere di Angus andava ancora oltre: a lui era data la conoscenza anche di un quinto elemento, denominato quintessenza, che la forza vitale pi pura di tutte e sotto certi aspetti pu essere considerata la fusione armonica dei quattro elementi naturali che insieme rendono possibile l'esistenza. Solo due persone su tutta la terra sinora conosciuta sono a conoscenza di questultimo immenso potere: Angus ed il suo maestro. Ecco perch Angus sempre stato rispettato da tutti e temuto e odiato dai peggiori. La sua strada terrena sempre stata irta di ostacoli, di lotte,
9

di tradimenti e di sofferenza, ma la luce del suo sogno sar sempre pi forte dell'oscurit.

Altri cinque colpi alla porta, sempre secchi e regolarmente distanziati fecero svanire i miei pensieri e mi riportarono alla realt. Solo lui aveva quel modo di bussare in codice, un codice di sicurezza che solo noi due conoscevamo. Decisi allora di prendere il lume e mi avvicinai alla porta. Chi ? chiesi. Angus rispose una voce conosciuta. Non si dovrebbe aprire luscio dopo il tramonto senza una spada in pugno., pensai... e questo uno dei pricipi base per chi, come me, vive di espedienti, ma ovvio che nella vita ci possono essere eccezioni... Tolsi quindi la sbarra e spalancai la porta. Il volto del mio caro amico, illuminato dalla lanterna, pareva muoversi in modo innaturale. Il tutto era amplificato da uno spettrale gioco di luci e ombre. I suoi occhi color del ghaiccio brillavano animati dalla fiamma. Lui appariva in controluce e, alle sue spalle, lindaco di un cielo appena striato di nubi iniziava a punteggiarsi di
10

stelle, quasi invisibili, che pulsavano lievi, come respirando appena. Uno stanco sorriso accompagn le sue parole: Non si apre la porta dopo il tramonto senza una spada in pugno! mi disse con voce flebile. Ci abbracciammo a lungo, l, sulla soglia, in una stretta fraterna, cos intensa come se fosse lultima. Lo invitai a entrare, a sedersi. Una strana sensazione mi pervase: in quattro anni Angus sembrava cambiato tanto, troppo. Le spalle ricurve, i capelli ingrigiti, il volto segnato dalle rughe. Le sue mani erano fredde e i suoi lineamenti parevano indefiniti. Daltro canto, pensai, era quasi inverno e la luce della lampada era fioca. Mi affrettai ad accendere altre candele, misi altra legna sul fuoco, poi mi sedetti di fronte a lui. Amico mio, quanto tempo passato! Dividerai la cena con me, non vero? Non molto, ma se ti accontenti gli dissi per rompere il silenzio. Lui sorrise, evidenziando di nuovo quella piega stanca e dolce sulle labbra. Ti ringrazio, ma non manger nulla. Non sono veramente qui...
11